Questa pagina è semiprotetta. Può essere modificata solo da utenti registrati

Neymar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Neymar Jr.
20141118 AUTBRA 5088.jpg
Neymar con la maglia del Brasile nel 2014
Nome Neymar da Silva Santos Júnior
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 175[1] cm
Peso 68[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Paris Saint-Germain
Carriera
Giovanili
1999-2003 Portuguesa Santista[2]
2003-2009 Santos
Squadre di club1
2009-2013 Santos 103 (54)[3]
2013-2017 Barcellona 123 (68)
2017- Paris Saint-Germain 2 (3)
Nazionale
2009 Brasile Brasile U-17 3 (1)
2011 Brasile Brasile U-20 7 (9)
2012-2016 Brasile Brasile olimpica 14 (8)
2010- Brasile Brasile 77 (52)
Palmarès
Transparent.png Campionato sudamericano Under-20
Oro Perù 2011
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Londra 2012
Oro Rio de Janeiro 2016
Transparent.png Confederations Cup
Oro Brasile 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 agosto 2017

Neymar da Silva Santos Júnior, meglio noto come Neymar o Neymar Jr. (Mogi das Cruzes, 5 febbraio 1992), è un calciatore brasiliano, attaccante del Paris Saint-Germain e della nazionale brasiliana.

Paragonato a Pelé,[4][5] è considerato uno dei maggiori talenti del calcio mondiale.[6][7] Soprannominato O Ney dai tifosi brasiliani per l'assonanza con O Rei, soprannome di Pelé,[8] è cresciuto nel Santos, con il quale dal 2009 al 2013 ha vinto tre campionati Paulista, una Coppa del Brasile, una Coppa Libertadores e una Recopa Sudamericana. Nel 2013 si trasferisce al Barcellona, dove conquista una Supercoppa spagnola, due campionati spagnoli, tre Coppe di Spagna, una UEFA Champions League e una Coppa del mondo per club FIFA; insieme a Lionel Messi e Luis Suárez ha fatto parte del tridente (chiamato MSN dalle iniziali dei cognomi) più prolifico della storia del club[9] e del calcio spagnolo.[10]

Con la nazionale brasiliana ha partecipato a due edizioni della Copa América (2011 e 2015) e ad una della Coppa del mondo FIFA (2014). Nel 2016, alle Olimpiadi di Rio, ha trascinato la nazionale al suo primo oro olimpico della storia; inoltre ha vinto la FIFA Confederations Cup 2013 giocata in casa.

A livello individuale, ha vinto nel 2011 il premio di calciatore sudamericano dell'anno, assegnato dal quotidiano El País, ottenendo 130 voti su 206 e precedendo il cileno Eduardo Vargas e il compagno di squadra Ganso.[11] Sempre nel 2011 vince la Bola de Ouro, dopo essere stato nominato nella miglior squadra della Bola de Prata. Nel gennaio 2012 arriva decimo nella classifica del Pallone d'oro FIFA 2011 e vince il FIFA Puskás Award 2011 per il miglior gol dell'anno, realizzato contro il Flamengo. Il 31 dicembre 2012 viene nominato per la seconda volta calciatore sudamericano dell'anno,[12] mentre il 31 dicembre 2013 viene nominato secondo calciatore sudamericano dell'anno alle spalle del connazionale Ronaldinho.[13]

Biografia

È nato a Mogi das Cruzes, nello stato di San Paolo, da Neymar da Silva Sr. e Nadine Santos. Ha ereditato il nome dal padre, ex calciatore che divenne il consulente di Neymar quando il suo talento cominciò a crescere.[14] Crescendo, Neymar si è avvicinato allo street soccer.[15]

Gillette sponsorizza Neymar

La famiglia, dopo essersi trasferita a São Vicente nel 1992, si trasferì a Santos nel 2003 e Neymar si aggregò all'omonima società calcistica. Grazie al successo calcistico di Neymar con le giovanili del Santos, la famiglia acquista la loro prima proprietà. A 15 anni il calciatore guadagnava 10 000 reais al mese e a 16 ne guadagnava 25 000. L'anno seguente firma il suo primo contratto da professionista con il Santos, ottenendo anche le prime sponsorizzazioni. Il 24 agosto 2011 Neymar diventa padre di Davi Lucca, avuto dalla sua ex fidanzata Caroline Dantas. Nel 2012 guadagnava 6,4 milioni di euro all'anno tra stipendio e sponsor.[16]

Pubblicità

Neymar è stato protagonista di numerose sponsorizzazioni che hanno incrementato la sua fama già a partire dall'età di 17 anni.

Nel 2010 insieme ad altri compagni del Brasile ha pubblicizzato la marca di rasoi Gillette.[17] Nel marzo del 2011, Neymar ha firmato un contratto di 11 anni con la Nike.[18] Nello stesso mese, Panasonic ha pagato 2,4 milioni di dollari per garantirsi la sponsorizzazione di Neymar per due anni.[19] Nel 2012 insieme a Lucas sponsorizza la Guaraná Antarctica.[20] Inoltre è sponsorizzato da marchi come Volkswagen,[21] Konami[22] e Lupo,[23] per i quali ha anche girato alcuni spot nel suo paese.

Cinema

Nel 2017 compare in un cameo nel film xXx - Il ritorno di Xander Cage, in cui interpreta se stesso.

Caratteristiche tecniche

« Neymar può diventare anche più forte di me. »
(Pelé[24])
Neymar in azione con la maglia della nazionale brasiliana nel 2016

Talento precoce,[25] molto abile nei calci di punizione,[26] Neymar è dotato di un'eccellente tecnica individuale, grande abilità nel dribbling e velocità;[24] ottimo colpitore di testa e realizzatore,[26] ambidestro, può giocare sia da seconda punta sia da ala.[24]

Carriera

Club

Santos

2003-2009: giovanili e il debutto

Neymar, dopo i primissimi calci dati nella Portuguesa Santista, comincia a giocare per il Santos all'età di 11 anni e, pur essendo molto giovane, viene trattato come un "gioiello" dai suoi vari allenatori. Già da adolescente aveva i fari dei media puntati addosso e cominciò a disputare amichevoli con giocatori già professionisti da diverso tempo. Nelle giovanili del club conosce Ganso. Dall'età di 13 anni è paragonato a Robinho.[24]

A 14 anni viene chiamato dal Real Madrid a fare uno stage in Spagna.[27][28] L'asso brasiliano resta nel centro giovanile del Real Madrid per un paio di settimane,[27] passa i test ed è registrato dai Blancos, che gli fanno anche firmare un pre-contratto.[27] La dirigenza del Santos, temendo di perdere il calciatore a parametro zero, gli offrì 1 milione di reais (circa 300 000 euro) per farlo restare e farlo diventare un calciatore professionista. I dirigenti del Real Madrid, pensando che non valesse la pena sborsare quella cifra per un ragazzino di 14 anni, decisero di lasciar perdere la trattativa: Neymar sarebbe stato inserito già nelle giovanili per giocare qualche incontro sul finale di stagione, ma la società madrilena non volle pagare un contributo di circa 60 000 euro da versare a Wagner Ribeiro, agente di Neymar che l'aveva accompagnato in Spagna per concludere la trattativa.[27]

Diventato un nome noto già in età giovanissima, Neymar è stato spesso al centro di trattative che lo avrebbero portato in Europa,[26] ma diverse società hanno preferito non procedere all'ingaggio, temendo che potesse non diventare un grande giocatore. Lo acquista, allora, il Santos.[26] Entra stabilmente in prima squadra a partire dal Paulistao 2009, dove esordisce il 7 marzo, all'età di 17 anni, contro l'Oeste (match vinto 1-2), subentrando al 59' al posto di Mauricio Molina.[29] Alla sua seconda presenza, già schierato titolare, segna il suo primo gol nel Santos contro il Mogi Mirim (3-0).[26][30] L'11 aprile, nella semifinale del Paulista, segna il gol decisivo nella vittoria per 2-1 contro il Palmeiras.[26][31] Il 10 maggio seguente esordisce nel campionato brasiliano giocano contro il Grêmio (1-1)[32] e il 21 giugno 2009 contro l'Atlético Mineiro realizza il primo gol nel Brasileirao partita persa 3-2.[33] Il 7 novembre realizza una doppietta nella partita vinta 3-1 contro il Náutico.[34] Si ripete ancora con 2 gol il 22 novembre contro il Coritiba, conclusasi 4-0.[35]

Un giovane Neymar in azione con la maglia del Santos.
2010-2012: l'affermazione mondiale

Nella stagione 2010 Neymar e il suo Santos vincono la Coppa del Brasile, battendo in finale il Vitória 2-0 in casa e 1-2 fuori, così come il campionato Paulista 2010, dopo una cavalcata che ha portato alla fine della prima fase il Santos a +10 dal Santo André. Il 18 aprile, segna due gol in semifinale contro il São Paulo (3-0). Nella finale contro il Santo André, ottiene la vittoria del torneo (doppio 2-3 in favore dei bianconeri). Alla fine della competizione, Neymar è il capocannoniere con 11 gol e viene anche eletto miglior giocatore del torneo.

La sua prima doppietta in campionato arriva il 7 novembre, nella gara esterna giocata contro l'Atlético Mineiro (2-2). Il 21 novembre segna 3 gol in sette minuti nel secondo tempo, di cui uno su rigore, contribuendo alla vittoria per 4-1 contro il Goiás.[36]

Il 16 febbraio 2011 esordisce in Coppa Libertadores nella partita pareggiata contro il Deportivo Táchira (0-0).[37] Il 7 aprile realizza contro il Colo-Colo, in una partita persa 3-2, la sua prima rete nelle competizioni internazionali e in Coppa Libertadores.[38] Il 15 maggio segna nella finale del campionato Paulista il gol vittoria contro il Corinthians, portando alla vittoria il suo Santos.[39]

Il 2 giugno segna nella semifinale di ritorno della Libertadores contro il Cerro Porteño finita 3-3 e il Santos conquista la finale dopo il successo dell'andata per 1-0.[40][41] Il 22 giugno segna uno dei gol decisivi per la conquista della Libertadores.[42][43] Il 28 luglio, dopo aver partecipato con il Brasile in Coppa America, Neymar torna in campo con la maglia del Santos e realizza una doppietta contro il Flamengo (4-5 per i rossoneri il risultato finale), partita valida per il Campionato Brasiliano.[44]

Neymar saluta Lionel Messi al termine della finale del Mondiale per club 2011

Il 29 ottobre, alla 32ª giornata di campionato, realizza la sua prima quaterna contro l'Atletico Paranaense (4-2).[45] Il 6 dicembre riceve il premio Bola de Ouro come miglior calciatore del campionato brasiliano.[46] Il 14 dicembre 2011 gioca per la prima volta nella Coppa del mondo per club FIFA, dove alla prima partita (in semifinale) contro il Kashiwa Reysol realizza il gol dell'1-0 che porterà poi alla vittoria del Santos per 3-1, conquistando il posto in finale,[47][48] dove poi viene sconfitto dal Barcellona per 4-0. Conclude la sua terza stagione con 47 presenze e 24 gol.

A fine stagione Neymar risulta essere il calciatore che ha subito più falli (150) durante il campionato.[49]

Dopo aver vinto il titolo di calciatore sudamericano dell'anno, si classifica al decimo posto al Pallone d'oro FIFA 2011.

Il 10 febbraio, nella sfida esterna vinta per 4-1 contro il Botafogo, realizza una tripletta. Il 7 marzo segna tre gol nella sfida di Coppa Libertadores vinta per 3-1 contro l'Internacional.[50] Il 30 marzo seguente, nella partita di campionato Paulista contro il Guaratinguetá, realizza una tripletta (5-0).[51] Il 26 aprile, nella partita di Coppa Libertadores contro il Bolivar, al 31' del secondo tempo, mentre si prepara alla battuta del calcio d'angolo, viene colpito al volto dai tifosi della squadra avversaria che gli lanciano una pietra.[52] Il 29 aprile nella semifinale di campionato Paulista contro il San Paolo, realizza tre gol che portano grazie alla vittoria per 3-1 la sua squadra in finale, con questa tripletta raggiunge i 100 gol con la maglia del Santos.[53] Il 6 maggio successivo realizza una doppietta nella finale di andata del Paulista contro il Guarani (3-0).[54]

Dopo la sconfitta per 2-1 all'andata, nella partita di ritorno degli ottavi di finale di Coppa Libertadores realizza una doppietta contro il Bolivar, la partita finisce 8-0 per il Santos.[55][56] Segna altri due gol nella gara di ritorno il 13 maggio della finale contro il Guarani, la partita termina 4-2 per il Santos che si aggiudica il titolo, il terzo consecutivo.[57][58] Dopo la sconfitta per 1-0 in casa, il 21 giugno segna un gol nella gara di ritorno di Coppa Libertadores contro il Corinthians, la partita finisce 1-1 e quindi il Santos viene eliminato in semifinale.[59]

Il 27 settembre realizza la rete iniziale nel 2-0 contro la Univ. de Chile, che vale la prima Recopa Sudamericana nella storia del Santos (l'andata si era conclusa sul 2-2).[60] Il 3 novembre nella sfida vinta 4-0 contro il Cruzeiro, realizza una tripletta.[61] Il 31 dicembre vince il Pallone d'oro sudamericano per il secondo anno di fila.[62]

Barcellona

Neymar nel 2015, con la maglia del Barcellona

Il 3 giugno 2013 è ufficializzato il suo passaggio al Barcellona.[63] Debutta in gare ufficiali al 63º minuto della prima partita di campionato contro il Levante, e realizza il primo gol con la nuova maglia al secondo match ufficiale, il 21 agosto, nell'andata della Supercoppa spagnola contro l'Atlético Madrid[64], fissando il punteggio sull'1-1 finale. Una settimana più tardi, grazie allo 0-0 del Camp Nou, il Barcellona vince il trofeo, il primo per Neymar in maglia blaugrana. Il 18 settembre debutta in Champions League contro l'Ajax. Il 24 settembre segna il suo primo gol in campionato contro la Real Sociedad (4-1). L'11 dicembre sigla una tripletta nel 6-1 contro il Celtic.[65]

Il 17 maggio 2015, grazie alla vittoria esterna per 1-0 contro l'Atlético Madrid, conquista con i colori blaugrana il suo primo campionato spagnolo.[66][67] Il 30 maggio vince la sua prima Coppa del Re, grazie al 3-1 contro l'Athletic Bilbao.[68] Il 6 giugno segna il gol del definitivo 3-1 ai danni della Juventus che consente al Barcellona di conquistare la Champions League e quindi il relativo treble [69]. Neymar, oltre a vincere la classifica marcatori con 10 reti (a pari merito con Lionel Messi e Cristiano Ronaldo). Conclude la stagione con 39 gol in 51 partite totali. Inoltre, l'attacco formato insieme a Messi e Luis Suárez, diventa con 122 reti il più prolifico nella storia del calcio spagnolo.

Nella stagione successiva, iniziata con la sconfitta in Supercoppa di Spagna, conquista la Supercoppa UEFA e la Coppa del mondo per club, per poi vincere nuovamente il campionato e la Coppa del Re. Il cammino in Champions League si interrompe, invece, ai quarti di finale. Nell'annata 2016-2017, l'ultima in maglia blaugrana, conquista la Supercoppa di Spagna e la Coppa del Re, chiudendo il campionato al secondo posto. In Champions League esce sempre ai quarti di finale contro la Juventus. Con il Barcellona, Neymar ha totalizzato 105 reti in 186 partite.

Paris Saint-Germain

Il 3 agosto 2017 viene ingaggiato dal Paris Saint-Germain.[70] In un primo momento, la Liga aveva bloccato il trasferimento del giocatore, ritenendo che il pagamento dei 222 milioni di euro previsti dalla clausola rescissoria[71] violasse le norme del fair play finanziario;[72] l'affare è comunque andato in porto nelle ore successive.[73] La cifra pagata per esercitare la suddetta clausola rende il trasferimento del brasiliano il più oneroso nella storia del calcio, superando quello di Paul Pogba dell'anno precedente.[74] Neymar eredita dal neo compagno di squadra Javier Pastore la maglia numero 10.[75]

Esordisce in Ligue 1 il 13 agosto contro il Guingamp andando anche segno nel 3 a 0 finale. Il 20 agosto, in occasione del match contro il Tolosa, terminato 6-2 per i parigini, sigla la sua prima doppietta con la maglia del PSG.

Nazionale

Nazionali giovanili

Nel 2009 partecipa al Mondiale Under-17. Esordisce il 24 ottobre con un gol contro il Giappone Under-17, sfida vinta 3-2.[76] La terza e ultima partita del torneo è persa 1-0 contro la Svizzera Under-17, che in seguito vincerà il titolo.[77]

Nel 2011 debutta nel Brasile Under-20 disputando il primo incontro del Sudamericano di categoria contro il Paraguay, mettendo a segno quattro gol.[78] In seguito va a segno anche contro Colombia, Cile (doppietta),[79] e Uruguay (6-0), partita che sancisce la vittoria finale dei verdeoro anche grazie a due gol di Neymar. A fine torneo vince la classifica dei migliori cannonieri con 9 gol.

Nazionale maggiore e olimpica

Neymar festeggia un gol in nazionale nel 2011, tra André Santos e Ramires

Neymar viene convocato per la prima volta in nazionale maggiore dal nuovo CT Mano Menezes il 10 agosto 2010, all'età di diciotto anni, in occasione di un'amichevole giocata contro gli Stati Uniti al New Meadowlands Stadium. In tale partita mette a segno anche il suo primo gol con la maglia della Seleção, di testa, al minuto 27'.[80] Il 27 marzo 2011 realizza la sua prima doppietta in nazionale che consente al Brasile di imporsi per 2-0 sulla Scozia. Le ottime prestazioni offerte sul campo gli consentono di entrare nella lista dei 22 giocatori convocati da Menezes per la Copa América 2011, svoltasi in Argentina con il numero 11 sulle spalle.[81]

Esordisce il 3 luglio 2011 nella partita contro il Venezuela pareggiata 0-0 a La Plata.[82] Dopo il 2-2 maturato dall'incontro contro il Paraguay a Córdoba, il 13 luglio firma la sua prima doppietta in un match ufficiale in nazionale contro l'Ecuador, battuto per 4-2.[83] Il 17 luglio, nella partita valida per i quarti di finale della Copa América, dopo che i tempi supplementari si erano chiusi sullo 0-0, i rigori si rivelano fatali, e il Brasile viene eliminato dalla competizione per 2-0 per mano del Paraguay.[84]

Viene convocato anche in occasione del Superclásico de las Américas 2011, competizione vinta tra andata e ritorno (2-0 complessivo per la nazionale verdeoro), grazie anche ad una rete di Neymar segnata il 28 settembre contro l'Argentina a Belém.[85]

Neymar contro Gerard Piqué nella finale di FIFA Confederations Cup 2013 contro la Spagna

Il 6 luglio seguente, viene convocato per disputare le Olimpiadi di Londra 2012.[86][87] Indossa la maglia numero 11. Il 26 luglio esordisce nella prima partita del Brasile nel girone C, segnando il terzo gol contro l'Egitto olimpica (3-2).[88] Il Brasile batte anche Bielorussia olimpica (3-1)[89] e Honduras olimpica (3-2),[90] in entrambi i match Neymar firma una rete, prima di essere sconfitto nella finale di Wembley contro il Messico olimpica 2-1.[91]

Il 14 maggio, viene inserito dal CT Luiz Felipe Scolari nella lista dei 23 convocati per la FIFA Confederations Cup 2013, che è svolta in Brasile dal 15 al 30 giugno 2013.[92] In questa competizione, decide di indossare la maglia numero 10. Il 15 giugno, nella prima partita del torneo contro il Giappone (3-0), segna il suo primo gol in questa competizione.[93] Segna anche contro Messico (2-0)[94] e Italia (4-2).[95] Il Brasile sconfigge anche l'Uruguay (2-1) e in finale, il 30 giugno, vince il titolo battendo 3-0 la Spagna, grazie a 2 gol di Fred e ad un suo gol.[96] Con 4 gol si aggiudica la scarpa di bronzo e viene eletto miglior giocatore della competizione.

Convocato per il Mondiale 2014, nella partita d'esordio segna una doppietta contro la Croazia (3-1).[97] Nella terza partita del girone, vinta 4-1 contro il Camerun, mette a segno un'altra doppietta.[98] Nel vittorioso quarto di finale contro la Colombia subisce una frattura trasversale della terza vertebra lombare dopo un intervento falloso di Zuniga. Il conseguente stop tra le 4 e le 6 settimane mette fine al suo Mondiale,[99] costringendolo a saltare la semifinale contro la Germania, conclusasi con la sconfitta 7-1 della Seleçao.[100]

Neymar in acrobazia contro la Croazia nel match d'esordio del Mondiale 2014

Nella Copa America 2015 debutta dal primo minuto di Brasile-Perù vinta 2-1 realizzando un gol e un assist. Nella partita successiva persa 1-0 contro la Colombia viene prima ammonito per aver segnato un gol di mano e poi a tempo scaduto scatena una rissa in campo rimediando l'espulsione insieme a Carlos Bacca, ottenendo dal tribunale della CONMEBOL quattro giornate di squalifica.[101]

Viene convocato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016:[102] per Neymar è la seconda Olimpiade dopo l'argento conquistato a Londra 2012. Il Brasile guidato da Neymar, capitano della Seleçao a Rio 2016, è il favorito della competizione.[103] Il Brasile pareggia 0-0 sia con il Sudafrica che con l'Iraq, e Neymar inizia ad essere criticato dai tifosi.[104] All'ultima partita della fase a gironi, la nazionale verdeoro batte nettamente la Danimarca (4-0) e accede ai quarti, superando il proprio gruppo da imbattuta. Il Brasile affronta la Colombia ai quarti di finale, vincendo 2-0: Neymar sigla la prima rete del match.[105] In semifinale, realizza una doppietta contro l'Honduras, marcando il primo e l'ultimo gol dell'incontro nel 6-0 finale.[106] In finale il Brasile affronta la Germania: Neymar porta in vantaggio i suoi su punizione, ma i tedeschi pareggiano; si va ai calci di rigore, dove Neymar s'incarica dell'ultimo tiro dagli undici metri, realizzandolo e consegnando al Brasile il primo oro nella storia della nazionale olimpica.[107]

Neymar dopo la vittoria alle Olimpiadi di Rio 2016

Il 13 novembre 2015, sotto la guida del nuovo commissario tecnico Tite, per il Brasile iniziano le partite di qualificazione al Mondiale di Russia 2018: dopo essere rimasto a secco nelle prime tre partite contro Argentina (1-1),[108] Perù (3-0)[109] e Uruguay (2-2),[110] ritrova l'appuntamento con il gol contro Ecuador (3-0),[111] Colombia (2-1)[112] e Bolivia (in occasione della quale apre le marcature e confeziona due assist per i compagni Felipe Luis e Gabriel Jesus per il definitivo 5-0).[113] Durante la partita, inoltre, una violenta gomitata riportata nel secondo tempo lo costringe ad abbandonare il terreno di gioco coperto di sangue, con un'evidente ferita al sopracciglio.[114] Rientrerà comunque in tempo per la partita giocata il 10 novembre contro l'Argentina a Belo Horizonte, finita 3-0 per la Seleção, e durante la quale segna il suo 50º gol con la maglia della nazionale, diventando il quarto miglior marcatore di sempre nella storia del Brasile, dopo Romario (55 gol), Ronaldo (62) e Pelè (77).[115]

Controversie

Trasferimento dal Santos al Barcellona

All'epoca del suo passaggio dal Santos al Barcellona nell'estate del 2013, il vicepresidente del club spagnolo Josep Maria Bartomeu ha rivelato che il trasferimento è costato € 57,1 milioni e che la sua clausola di rescissione è fissata a € 190 milioni.[63][116] Solo quasi tre anni dopo, nell'aprile del 2016, si scoprono i dettagli del contratto: € 8,5 milioni al giocatore subito alla firma, e un minimo di € 45,9 milioni netti fino al 2018, esclusi i bonus.[117]

Nel gennaio del 2014 viene reso noto che la Procura di Madrid ha iniziato ad indagare sul reale costo dell'operazione che ha portato Neymar al Barcellona. In seguito agli sviluppi dell'inchiesta, il 23 gennaio 2014, il presidente Sandro Rosell si dimette dalla sua carica. Il giorno seguente, il Barcellona rende noto che il trasferimento è costato € 57.1 milioni (£ 48.6 milioni)[118] mentre i genitori di Neymar confermano di aver ricevuto una cifra pari a € 40 milioni.[119] Nelle settimane successive il Barcellona e Bartomeu vengono indagati per evasione fiscale.[120]

Trasferimento dal Barcellona al Paris Saint-Germain

Nel 2016, Neymar aveva esteso il proprio contratto con il Barcellona fino al 2021; l'accordo prevedeva una clausola rescissoria crescente, fino a un massimo di 250 milioni di euro.[71] Prima di andare in porto, l'acquisto da parte del Paris Saint-Germain – avvenuto l'anno successivo, e per il quale sono stati necessari 222 milioni in virtù della suddetta clausola – è stato inizialmente bloccato dalla Liga, che ha avanzato dubbi sull'aderenza ai princìpi del fair play finanziario.[72]

Statistiche

Tra club, Nazionale maggiore e Nazionali giovanili (inclusa la Nazionale olimpica), Neymar ha disputato 513 partite segnando 312 gol, alla media di 0,60 reti a partita.

Presenze e reti nei club

Statistiche aggiornate al 21 agosto 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009 Brasile Santos A1/SP+A 12+33 3+10 CB 3 1 - - - - - - 48 14
2010 A1/SP+A 19+31 14+17 CB 8 11 CS 2 0 - - - 60 42
2011 A1/SP+A 11+21 4+13 - - - CL 13 6 Cmc 2 1 47 24
2012 A1/SP+A 16+17 20+14 - - - CL 12 8 RSA 2 1 47 43
2013 A1/SP+A 18+1 12+0 CB 4 1 - - - - - - 23 13
Totale Santos 76+103 53+54 15 13 27 14 4 2 225 136
2013-2014 Spagna Barcellona PD 26 9 CR 3 1 UCL 10 4 SS 2 1 41 15
2014-2015 PD 33 22 CR 6 7 UCL 12 10 - - - 51 39
2015-2016 PD 34 24 CR 5 4 UCL 9 3 SU+SS+Cmc 0+0+1 0 49 31
2016-2017 PD 30 13 CR 6 3 UCL 9 4 SS 0 0 45 20
Totale Barcellona 123 68 20 15 40 21 3 1 186 105
2017-2018 Francia Paris Saint-Germain L1 2 3 CF+CdL 0 0 UCL 0 0 SF - - 2 3
Totale carriera 304 178 35 28 67 35 7 3 413 244

Cronologia presenze e reti in Nazionale

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-8-2010 East Rutherford Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Brasile Brasile Amichevole 1 Uscita al 72’ 72’
17-11-2010 Doha Argentina Argentina 1 – 0 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 76’ 76’
27-3-2011 Londra Scozia Scozia 0 – 2 Brasile Brasile Amichevole 2 Uscita al 90’ 90’
4-6-2011 Goiana Brasile Brasile 0 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Ammonizione al 88’ 88’
7-6-2011 San Paolo Brasile Brasile 1 – 0 Romania Romania Amichevole - Uscita al 77’ 77’
3-7-2011 La Plata Brasile Brasile 0 – 0 Venezuela Venezuela Coppa America 2011 - 1º turno -
9-7-2011 Córdoba Brasile Brasile 2 – 2 Paraguay Paraguay Coppa America 2011 - 1º turno - Uscita al 82’ 82’
13-7-2011 Córdoba Brasile Brasile 4 – 2 Ecuador Ecuador Coppa America 2011 - 1º turno 2 Uscita al 80’ 80’
17-7-2011 La Plata Brasile Brasile 0 – 0 dts
(0–2 dcr)
Paraguay Paraguay Coppa America 2011 - Quarti di finale - Uscita al 79’ 79’
10-8-2011 Stoccarda Germania Germania 3 – 2 Brasile Brasile Amichevole 1
5-9-2011 Londra Brasile Brasile 1 – 0 Ghana Ghana Amichevole -
14-9-2011 Córdoba Argentina Argentina 0 – 0 Brasile Brasile Superclásico de las Américas 2011 -
28-9-2011 Belém Brasile Brasile 2 – 0 Argentina Argentina Superclásico de las Américas 2011 1
7-10-2011 San José Costa Rica Costa Rica 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole 1 Ammonizione al 57’ 57’ Uscita al 73’ 73’
11-10-2011 Torreón Messico Messico 1 – 2 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 88’ 88’
28-2-2012 San Gallo Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 1 – 2 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 90+3’ 90+3’
30-5-2012 East Rutherford Stati Uniti Stati Uniti 1 – 4 Brasile Brasile Amichevole 1 Uscita al 84’ 84’
3-6-2012 Arlington Brasile Brasile 0 – 2 Messico Messico Amichevole - Ammonizione al 82’ 82’
9-6-2012 New York Argentina Argentina 4 – 3 Brasile Brasile Amichevole -
15-8-2012 Solna Svezia Svezia 0 – 3 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 83’ 83’
7-9-2012 San Paolo Brasile Brasile 1 – 0 Sudafrica Sudafrica Amichevole - Uscita al 89’ 89’
10-9-2012 Recife Brasile Brasile 8 – 0 Cina Cina Amichevole 3 Uscita al 72’ 72’
19-9-2012 Goiânia Brasile Brasile 2 – 1 Argentina Argentina Superclásico de las Américas 2012 1 Ammonizione al 88’ 88’
11-10-2012 Malmö Brasile Brasile 6 – 0 Iraq Iraq Amichevole 1
16-10-2012 Breslavia Giappone Giappone 0 – 4 Brasile Brasile Amichevole 2 Uscita al 85’ 85’
14-11-2012 East Rutherford Brasile Brasile 1 – 1 Colombia Colombia Amichevole 1 Uscita al 85’ 85’
21-11-2012 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 1 dts
(3 – 4 dcr)
Brasile Brasile Superclásico de las Américas 2012 -
6-2-2013 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
21-3-2013 Ginevra Italia Italia 2 – 2 Brasile Brasile Amichevole -
25-3-2013 Londra Brasile Brasile 1 – 1 Russia Russia Amichevole -
6-4-2013 Santa Cruz de la Sierra Bolivia Bolivia 0 – 4 Brasile Brasile Amichevole 2 Uscita al 46’ 46’
24-4-2013 Belo Horizonte Brasile Brasile 2 – 2 Cile Cile Amichevole 1
2-6-2013 Rio de Janeiro Brasile Brasile 2 – 2 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
9-6-2013 Porto Alegre Brasile Brasile 3 – 0 Francia Francia Amichevole - Uscita al 89’ 89’
15-6-2013 Brasilia Brasile Brasile 3 – 0 Giappone Giappone Conf. Cup 2013 - 1º turno 1 Uscita al 74’ 74’
19-6-2013 Fortaleza Brasile Brasile 2 – 0 Messico Messico Conf. Cup 2013 - 1º turno 1
22-6-2013 Salvador Italia Italia 2 – 4 Brasile Brasile Conf. Cup 2013 - 1º turno 1 Uscita al 69’ 69’
26-6-2013 Belo Horizonte Brasile Brasile 2 – 1 Uruguay Uruguay Conf. Cup 2013 - Semifinale - Uscita al 90+2’ 90+2’
30-6-2013 Rio de Janeiro Brasile Brasile 3 – 0 Spagna Spagna Conf. Cup 2013 - Finale 1
14-8-2013 Basilea Svizzera Svizzera 1 – 0 Brasile Brasile Amichevole - Ammonizione al 23’ 23’
7-9-2013 Brasilia Brasile Brasile 6 – 0 Australia Australia Amichevole 1
10-9-2013 Foxborough Brasile Brasile 3 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole 1 Ammonizione al 10’ 10’Uscita al 89’ 89’
12-10-2013 Seul Corea del Sud Corea del Sud 0 – 2 Brasile Brasile Amichevole 1
15-10-2013 Pechino Brasile Brasile 2 – 0 Zambia Zambia Amichevole - Uscita al 80’ 80’
16-11-2013 Miami Gardens Honduras Honduras 0 – 5 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 67’ 67’
19-11-2013 Toronto Brasile Brasile 2 – 1 Cile Cile Amichevole - Uscita al 90+3’ 90+3’
5-3-2014 Johannesburg Sudafrica Sudafrica 0 – 5 Brasile Brasile Amichevole 3
3-6-2014 Goiana Brasile Brasile 4 – 0 Panama Panama Amichevole 1 Ammonizione al 44’ 44’
6-6-2014 San Paolo Brasile Brasile 1 – 0 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 81’ 81’
12-6-2014 San Paolo Brasile Brasile 3 – 1 Croazia Croazia Mondiali 2014 - 1º turno 2 Ammonizione al 27’ 27’ Uscita al 88’ 88’
17-6-2014 Fortaleza Brasile Brasile 0 – 0 Messico Messico Mondiali 2014 - 1º turno -
23-6-2014 Brasilia Camerun Camerun 1 – 4 Brasile Brasile Mondiali 2014 - 1º turno 2 Uscita al 71’ 71’
28-6-2014 Belo Horizonte Brasile Brasile 1 – 1 dts
(3–2 dcr)
Cile Cile Mondiali 2014 - Ottavi di finale -
4-7-2014 Fortaleza Brasile Brasile 2 – 1 Colombia Colombia Mondiali 2014 - Quarti di finale - Uscita al 88’ 88’
5-9-2014 Miami Gardens Brasile Brasile 1 – 0 Colombia Colombia Amichevole 1 cap.
9-9-2014 East Rutherford Brasile Brasile 1 – 0 Ecuador Ecuador Amichevole - cap.
11-10-2014 Pechino Brasile Brasile 2 – 0 Argentina Argentina Superclásico de las Américas 2014 - cap.Uscita al 90+5’ 90+5’
14-10-2014 Singapore Giappone Giappone 0 – 4 Brasile Brasile Amichevole 4 cap.
12-11-2014 Istanbul Turchia Turchia 0 – 4 Brasile Brasile Amichevole 2 cap.
18-11-2014 Vienna Austria Austria 1 – 2 Brasile Brasile Amichevole - cap.Uscita al 90+2’ 90+2’
26-3-2015 Saint-Denis Francia Francia 1 – 3 Brasile Brasile Amichevole 1 cap.
29-3-2015 Londra Brasile Brasile 1 – 0 Cile Cile Amichevole - cap. Ammonizione al 45’ 45’
10-6-2015 Porto Alegre Brasile Brasile 1 – 0 Honduras Honduras Amichevole - cap. Ingresso al 46’ 46’
14-6-2015 Temuco Brasile Brasile 2 – 1 Perù Perù Coppa America 2015 - 1º turno 1 cap. Ammonizione al 45’ 45’
17-6-2015 Santiago del Cile Brasile Brasile 0 – 1 Colombia Colombia Coppa America 2015 - 1º turno - cap. Ammonizione al 45’ 45’ Red card.svg 90+6’
5-9-2015 Harrison Brasile Brasile 1 – 0 Costa Rica Costa Rica Amichevole - Ingresso al 82’ 82’
8-9-2015 Foxborough Stati Uniti Stati Uniti 1 – 4 Brasile Brasile Amichevole 2 Ingresso al 46’ 46’
13-11-2015 Buenos Aires Argentina Argentina 1 – 1 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 - cap.
17-11-2015 Salvador Brasile Brasile 3 – 0 Perù Perù Qual. Mondiali 2018 - cap. - Ammonizione al 26’ 26’
25-3-2016 Recife Brasile Brasile 2 – 2 Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2018 - cap. - Ammonizione al 63’ 63’
1-9-2016 Quito Ecuador Ecuador 0 – 3 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 1
6-9-2016 Manaus Brasile Brasile 2 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 1 Ammonizione al 45'+2’ 45'+2’
6-10-2016 Natal Brasile Brasile 5 – 0 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2018 1 Ammonizione al 37’ 37’ Uscita al 69’ 69’
10-11-2016 Belo Horizonte Brasile Brasile 3 – 0 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 1
15-11-2016 Lima Perù Perù 0 – 2 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 -
23-3-2017 Montevideo Uruguay Uruguay 1 – 4 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 1
28-3-2017 San Paolo Brasile Brasile 3 – 0 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2018 1 cap.
Totale Presenze (23º posto) 77 Reti (4º posto) 52
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile olimpica
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-7-2012 Middlesbrough Regno Unito olimpica Regno Unito 0 – 2 Brasile Brasile olimpica Amichevole 1
26-7-2012 Cardiff Egitto olimpica Egitto 2 – 3 Brasile Brasile olimpica Olimpiadi 2012 - 1º turno 1
29-7-2012 Manchester Brasile olimpica Brasile 3 – 1 Bielorussia Bielorussia olimpica Olimpiadi 2012 - 1º turno 1
1-8-2012 Newcastle Brasile olimpica Brasile 3 – 0 Nuova Zelanda Nuova Zelanda olimpica Olimpiadi 2012 - 1º turno - Uscita al 76’ 76’
4-8-2012 Newcastle Brasile olimpica Brasile 3 – 2 Honduras Honduras olimpica Olimpiadi 2012 - Quarti di finale 1
7-8-2012 Manchester Corea del Sud olimpica Corea del Sud 0 – 3 Brasile Brasile olimpica Olimpiadi 2012 - Semifinale -
11-8-2012 Londra Brasile olimpica Brasile 1 – 2 Messico Messico olimpica Olimpiadi 2012 - Finale -
30-7-2016 Goiânia Brasile olimpica Brasile 2 – 0 Giappone Giappone olimpica Amichevole - cap.
4-8-2016 Brasilia Brasile olimpica Brasile 0 – 0 Sudafrica Sudafrica olimpica Olimpiadi 2016 - 1º turno - cap.
7-8-2016 Brasilia Brasile olimpica Brasile 0 – 0 Iraq Iraq olimpica Olimpiadi 2016 - 1º turno - cap.
10-8-2016 Salvador Danimarca olimpica Danimarca 0 – 4 Brasile Brasile olimpica Olimpiadi 2016 - 1º turno - cap.
13-8-2016 San Paolo Brasile olimpica Brasile 2 – 0 Colombia Colombia olimpica Olimpiadi 2016 - Quarti di finale 1 cap. - Ammonizione al 40’ 40’
17-8-2016 Rio de Janeiro Brasile olimpica Brasile 6 – 0 Honduras Honduras olimpica Olimpiadi 2016 - Semifinale 2 cap.
20-8-2016 Rio de Janeiro Brasile olimpica Brasile 1 – 1 dts
(5 – 4 dcr)
Germania Germania olimpica Olimpiadi 2016 - Finale 1 cap.
Totale Presenze 14 Reti 8
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile Under-20
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
17-1-2011 Tacna Brasile Brasile Under-20 4 – 2 Paraguay Paraguay Under-20 Sudamericano U-20 2011 - 1ºturno 4
20-1-2011 Tacna Brasile Brasile Under-20 3 – 1 Colombia Colombia Under-20 Sudamericano U-20 2011 - 1ºturno 1
23-1-2011 Tacna Brasile Brasile Under-20 3 – 1 Bolivia Bolivia Under-20 Sudamericano U-20 2011 - 1ºturno -
31-1-2011 Arequipa Cile Cile Under-20 1 – 5 Brasile Brasile Under-20 Sudamericano U-20 2011 - Girone Finale 2 Uscita al 86’ 86’
6-2-2011 Arequipa Argentina Argentina Under-20 2 – 1 Brasile Brasile Under-20 Sudamericano U-20 2011 - Girone Finale -
9-2-2011 Arequipa Ecuador Ecuador Under-20 0 – 1 Brasile Brasile Under-20 Sudamericano U-20 2011 - Girone Finale -
12-2-2011 Arequipa Uruguay Uruguay Under-20 0 – 6 Brasile Brasile Under-20 Sudamericano U-20 2011 - Girone Finale Ultima Partita 2 11º Sudamericano Sub-20
Totale Presenze 7 Reti 9

Palmarès

Club

Competizioni statali

Santos: 2010, 2011, 2012

Competizioni nazionali

Santos: 2010
Barcellona: 2013
Barcellona: 2014-2015, 2015-2016
Barcellona: 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017

Competizioni internazionali

Santos: 2011
Santos: 2012
Barcellona: 2014-2015
Barcellona: 2015

Nazionale

Competizioni giovanili e olimpiche

Perù 2011
Londra 2012
Rio de Janeiro 2016

Competizioni maggiori

Brasile 2013

Individuale

2010, 2011, 2012
2010 (11 gol)
2010,[121] 2011, 2012[122]
2010, 2011, 2012
2010, 2012
2011 (9 gol)
2011
2011, 2012
2011
2011 (Santos-Flamengo 4-5)
2012 (20 gol)
2012 (8 gol, a pari merito con Alustiza)
2013
2013
Brasile 2014
2014-2015 (7 gol, a pari merito con Iago Aspas)
2014-2015 (10 gol, a pari merito con Messi e Ronaldo)

Note

  1. ^ a b Neymar Jr, Paris Saint-Germain Football Club. URL consultato il 4 agosto 2017.
  2. ^ (PT) Neymar lembra os tempos de Portuguesa Santista durante preparação da Seleção Brasileira, su portuguesasantista.com.br, 25 giugno 2014. URL consultato il 23 marzo 2016.
  3. ^ 179 (107) se si comprendono le partite disputate nel campionato Paulista.
  4. ^ Pelè: «Messi il più forte? Non è al livello di Neymar», Corriere dello Sport, 11 aprile 2012. URL consultato il 2 luglio 2014.
  5. ^ Neymar, Pelé e Ronaldo hanno un erede, La Gazzetta dello Sport, 14 giugno 2011. URL consultato il 2 luglio 2014.
  6. ^ (EN) Ronaldo: Neymar should take his place as the best player in the world... Cristiano Ronaldo and Lionel Messi must watch out, dailymail.co.uk, 1º dicembre 2014. URL consultato il 24 luglio 2015.
  7. ^ (EN) Messi, better than me? No chance, he's not even as good as Neymar, says Pele, dailymail.co.uk, 11 aprile 2012. URL consultato il 24 luglio 2015.
  8. ^ Lasmar: "Il Mondiale di O'Ney è finito", Corriere della Sera, 5 luglio 2014. URL consultato il 17 maggio 2015.
  9. ^ Messi, Neymar e Suarez, 102 gol in tre: è record, repubblica.it, 29 aprile 2015. URL consultato il 22 maggio 2015.
  10. ^ (ES) La MSN bate todos los registros con 120 goles en una temporada, marca.com, 30 maggio 2015. URL consultato il 31 maggio 2015.
  11. ^ Neymar Pallone d'oro sudamericano, battuti il napoletano Vargas e Ganso, La Gazzetta dello Sport, 31 dicembre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  12. ^ (ES) Selección Ideal de América, ovaciondigital.com.uy, 31 dicembre 2012. URL consultato il 2 luglio 2014.
  13. ^ A Ronaldinho il Pallone d’oro sudamericano eletto "Re d’America" davanti a Neymar, La Gazzetta dello Sport, 31 dicembre 2013. URL consultato il 25 giugno 2014.
  14. ^ (EN) Soccer prodigy Neymar is at home in Brazil, theage.com.au, 10 luglio 2012. URL consultato il 30 giugno 2014.
  15. ^ (EN) Neymar da Silva Santos Júnior – The World’s Hottest Property?, backpagefootball.com, 25 giugno 2011. URL consultato il 30 giugno 2014.
  16. ^ Neymar rischia la bancarotta, Mediaset, 29 agosto 2012. URL consultato il 30 giugno 2014.
  17. ^ Em evento, patrocinador da CBF esquece Dunga e celebra "nova cara" da seleção, esporte.com, 17 agosto 2010. URL consultato il 28 giugno 2014.
  18. ^ Nike Presenta GreenSpeed: Neymar Testimonial, sportmarketingnews.com. URL consultato il 28 giugno 2014.
  19. ^ Panasonic rinnova il contratto di pubblicità globale con Neymar Jr., informazione.it, 19 luglio 2013. URL consultato il 28 giugno 2014.
  20. ^ Guaraná Antarctica promove evento com Neymar e Lucas, ambev.com, 20 ottobre 2011. URL consultato il 28 giugno 2014.
  21. ^ Neymar and Thomas Müller have a ‘Skills-Off’ in odd new German-language Volkswagen ad, 101greatgoals.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 28 giugno 2014.
  22. ^ http://vigamusmagazine.com/wp-content/uploads/2015/09/pes2016-neymar-01-1.jpg
  23. ^ Brazilian soccer star Neymar in homophobic underwear ad controversy, outsports.com, 2 giugno 2013. URL consultato il 28 giugno 2014.
  24. ^ a b c d Next Generation: Neymar. Il bimbo prodigio è cresciuto, La Gazzetta dello Sport, 5 agosto 2009. URL consultato il 28 giugno 2014.
  25. ^ (EN) Don Balon’s list of the 100 best young players in the world, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 6 luglio 2014.
  26. ^ a b c d e f Giuseppe Brigante, Neymar: 1992 - Brasile, generazioneditalenti.it, 15 gennaio 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  27. ^ a b c d Quando Neymar era del Real Madrid..., in Panorama, 5 settembre 2013. URL consultato il 4 marzo 2016.
  28. ^ Barcellona, Neymar: 'Rifiutai il Real Madrid', su calciomercato.com. URL consultato il 4 marzo 2016.
  29. ^ Oeste 1-2 Santos, soccerway.com.
  30. ^ Santos 3-0 Mogi Mirim, soccerway.com.
  31. ^ Santos 2-1 Palmeiras, soccerway.com.
  32. ^ Gremio 1-1 Santos, soccerway.com.
  33. ^ Santos 2-3 Atletico Mineiro, soccerway.com.
  34. ^ Santos 3-1 Nautico, soccerway.com.
  35. ^ Santos 4-0 Coritiba, soccerway.com.
  36. ^ Goiás 1-4 Santos, gazetaesportiva.net, 21 novembre 2010. URL consultato il 3 luglio 2014.
  37. ^ Che brutto Santos: 0-0 col Táchira, calciosudamericano.it, 16 febbraio 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  38. ^ Copa Libertadores: Colo Colo ran out of time and Unión Española ran out of luck, ilovechile.cl, 8 aprile 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  39. ^ Santos bicampeão: Arouca e Neymar stendono il Corinthians, calciosudamericano.it, 16 maggio 2011. URL consultato il 2 luglio 2014.
  40. ^ Un coraggioso Cerro dà battaglia, ma alla fine si arrende: Santos in finale, calciosudamericano.it, 2 giugno 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  41. ^ Libertadores: la differenza la fa Neymar, ilgiornale.it, 2 giugno 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  42. ^ Copa Libertadores: vince il Santos di Neymar e Ganso, sport.virgilio.it, 23 giugno 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  43. ^ La magica notte del Santos. Sua la Libertadores: Penarol k.o., La Gazzetta dello Sport, 23 giugno 2011. URL consultato il 3 luglio 2014.
  44. ^ Neymar dà spettacolo. Tripletta di Ronaldinho, La Repubblica, 28 luglio 2011. URL consultato il 4 luglio 2014.
  45. ^ Brasileirão, la notte dei bomber: poker di Neymar, doppio Sobis, Abreu decisivo, calciosudamericano.it, 30 ottobre 2011. URL consultato il 6 luglio 2014.
  46. ^ Brasile: a Neymar la 'Bola de Ouro', Corriere della Sera, 6 dicembre 2011. URL consultato il 6 luglio 2014.
  47. ^ Mondiale, Santos in finale Neymar ora aspetta Messi, La Gazzetta dello Sport, 14 dicembre 2011. URL consultato il 6 luglio 2014.
  48. ^ Mondiale per club - Neymar chiama Messi, Santos in finale, Eurosport, 14 dicembre 2011. URL consultato il 6 luglio 2014.
  49. ^ Michele Bresciani, Brasileirão, uno sguardo alla stagione 2011: top, flop, e qualche statistica, calciosudamericano.it, 6 dicembre 2011. URL consultato il 6 luglio 2014.
  50. ^ Copa Libertadores, è un Neymar spaventoso. Velez ko, Bombonera violata dal Fluminense, calciosudamericano.it, 7 marzo 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  51. ^ Brasile: nuovo show Neymar, tripletta, Corriere della Sera, 30 marzo 2012. URL consultato il 6 aprile 2012.
  52. ^ Libertadores, Neymar colpito da un oggetto volato dagli spalti, larepubblica.it, 26 aprile 2012. URL consultato il 29 aprile 2012.
  53. ^ Brasile: super Neymar e Abreu nella giornata dei raccattapalle, calciosudamericano, 30 aprile 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  54. ^ Campionato brasiliano - Neymar miglior marcatore del Santos, eurosport.com, 7 maggio 2012. URL consultato l'8 maggio 2012.
  55. ^ Neymar sulle orme di Pelè. Il Santos umilia il Bolivar, La Repubblica. URL consultato l'11 maggio 2012.
  56. ^ Neymar è megl'e Pelè, 106 col Santos: Bolivar battuto 8-0, sky.it, 11 maggio 2012. URL consultato l'11 maggio 2012.
  57. ^ Super Neymar, Santos campione paulista, Corriere della Sera, 13 maggio 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  58. ^ Santos campione paulista, ANSA, 13 maggio 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  59. ^ Libertadores, Neymar non basta. Il Corinthians fa fuori il Santos, La Gazzetta dello Sport, 21 giugno 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  60. ^ Neymar decisivo: è Recopa Sudamericana!, Eurosport, 27 settembre 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  61. ^ (EN) Cruzeiro 0 Santos 4: Neymar grabs hat-trick, sambafoot.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 6 luglio 2012.
  62. ^ Neymar “Pallone d’oro” sudamericano, lastampa.it, 31 dicembre 2012. URL consultato il 6 luglio 2014.
  63. ^ a b Filippo Maria Ricci, Barcellona, Neymar ha firmato per 5 anni. La presentazione: Camp Nou in festa, in La Gazzetta dello Sport, 3 giugno 2013. URL consultato il 9 aprile 2016.
  64. ^ Atletico Madrid-Barcellona 1-1, nell’andata della Supercoppa si sblocca Neymar e Villa segna da ‘ex’, vivalaliga.it, 22 agosto 2013. URL consultato il 4 luglio 2014.
  65. ^ (ES) Barcelona 6-1 Celtic, bbc.com, 11 dicembre 2013. URL consultato il 12 gennaio 2015.
  66. ^ Spagna, Barcellona campione per la 23ª volta: Messi-gol, Atletico battuto, gazzetta.it, 17 maggio 2015. URL consultato il 17 maggio 2015.
  67. ^ (ES) Una Liga al dictado de Messi, marca.com, 17 maggio 2015. URL consultato il 17 maggio 2015.
  68. ^ Messi incanta: doppietta. Al Barça la Coppa del Re, gazzetta.it, 30 maggio 2015. URL consultato il 30 maggio 2015.
  69. ^ Juve, la Champions è del Barcellona: Allegri perde 3-1, Morata non basta, gazzetta.it, 7 giugno 2015. URL consultato l'8 giugno 2015.
  70. ^ (EN) Neymar Jr au Paris Saint-Germain !, psg.fr, 3 agosto 2017.
  71. ^ a b (ES) Neymar Jr será del Barça hasta junio del 2021, fcbarcelona.es, 2 luglio 2016.
  72. ^ a b La Liga ha respinto il pagamento della clausola rescissoria di Neymar, ilpost.it, 3 agosto 2017.
  73. ^ (EN) FC Barcelona communiqué on Neymar Jr, fcbarcelona.com, 3 agosto 2017.
  74. ^ Neymar rivoluziona il mercato. E' costato più del doppio di Pogba, video.gazzetta.it, 2 agosto 2017.
  75. ^ Psg, Neymar, primo regalo dal Psg. Pastore gli cede la numero 10, gazzetta.it, 3 agosto 2017.
  76. ^ Brasile 3-2 Giappone, FIFA, 24 ottobre 2009. URL consultato il 4 luglio 2014.
  77. ^ Svizzera 1-0 Brasile, FIFA, 30 ottobre 2009. URL consultato il 4 luglio 2014.
  78. ^ (PT) Mesmo com dois a menos, Neymar dá show, e sub-20 vence o Paraguai, globoesporte.globo.com, 18 gennaio 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  79. ^ Filmato audio 2011 (January 31) Brazil 5 -Chile 1 (Under 20 World Cup Qualifier), su YouTube, 13 luglio 2013. URL consultato il 6 luglio 2014.
  80. ^ (PT) Thales Calipo, Com gols de Neymar e Pato, Brasil supera desentrosamento e vence na estreia de Mano, esporte.uol.com.br, 10 agosto 2010. URL consultato il 6 luglio 2014.
  81. ^ (PT) Convocados os 22 jogadores para a Copa América, cljornal.com.br, 8 giugno 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  82. ^ Coppa America, delusione Brasile: con il Venezuela finisce 0-0. Senza gol anche Paraguay-Ecuador, Il Messaggero, 4 luglio 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  83. ^ Il Brasile è Pato e Neymar, ai quarti c'è il Paraguay, Corriere dello Sport, 14 luglio 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  84. ^ Brasile eliminato, non segna mai! Paraguay: catenaccio e rigori, La Gazzetta dello Sport, 17 luglio 2011. URL consultato il 5 luglio 2014.
  85. ^ (ES) Argentina perdió 2-0 con Brasil en Belém, afa.org.ar. URL consultato il 12 gennaio 2015.
  86. ^ Olimpiadi, Brasile: i convocati di Menezes, golmania.it, 7 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  87. ^ Olimpiadi di calcio 2012: le convocazioni della nazionale brasiliana, super-calcio.it, 10 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  88. ^ Brasile e Uruguay col brivido. Sorpresa Giappone, Spagna ko, Sky Sport, 26 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  89. ^ Neymar-Pato show: il Brasile è già ai quarti, Sky Sport, 29 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  90. ^ Brasile in semifinale, 3-2 all'Honduras, Tuttosport, 4 agosto 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  91. ^ (EN) Peralta nets match-winning brace for Mexico, olympic.org, 11 agosto 2012. URL consultato il 5 luglio 2014.
  92. ^ Brasile, Kakà e Ronaldinho non convocati. Non giocheranno la Confederations Cup, La Gazzetta dello Sport, 14 maggio 2013. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  93. ^ Conf Cup: Brasile-show, esordio vincente. Giappone travolto, Sky Sport, 15 giugno 2013. URL consultato il 5 luglio 2014.
  94. ^ Confederations Cup: Brasile-Messico 2-0, a segno Neymar e Jo, Mediaset, 19 giugno 2013. URL consultato il 5 luglio 2014.
  95. ^ Confederations Cup, Brasile-Italia 4-2: agli azzurri toccherà la Spagna, La Repubblica, 22 giugno 2013. URL consultato il 5 luglio 2014.
  96. ^ Il Brasile umilia 3-0 la Spagna: sua la Confederations Cup, Mediaset, 1º luglio 2013. URL consultato il 5 luglio 2014.
  97. ^ Brasile-Croazia 3-1: autorete di Marcelo, doppietta di Neymar e gol di Oscar, La Gazzetta dello Sport, 12 giugno 2014. URL consultato il 5 luglio 2014.
  98. ^ Mondiali, Camerun-Brasile 1-4: doppietta di Neymar, gol di Matip, Fred e Fernandinho, La Gazzetta dello Sport, 23 giugno 2014. URL consultato il 5 luglio 2014.
  99. ^ Neymar, Mondiale finito! Frattura a una vertebra, Corriere dello Sport, 5 luglio 2014. URL consultato il 5 luglio 2014.
  100. ^ Mondiali, Brasile-Germania 1-7: umiliazione storica, tedeschi in finale, gazzetta.it, 8 luglio 2014. URL consultato il 9 luglio 2014.
  101. ^ Neymar, 4 giornate di squalifica: la sua Copa América è già finita, gazzetta.it, 20 giugno 2015. URL consultato il 25 luglio 2015.
  102. ^ (PT) Seleção Olímpica convocada para a Rio 2016, su selecao.cbf.com.br, 29 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  103. ^ Luca Bianchin, Rio, le stelle del calcio: non solo Neymar-Gabigol-Gabriel Jesus, in La Gazzetta dello Sport, 2 agosto 2016. URL consultato il 21 agosto 2016.
  104. ^ Luca Bianchin, Olimpiadi, calcio, il Brasile non sfonda: Neymar fischiato, è 0-0 con l'Iraq, in La Gazzetta dello Sport, 8 agosto 2016. URL consultato il 21 agosto 2016.
  105. ^ Olimpiadi Rio 2016, calcio: Neymar gol, festa Brasile. In semifinale con l'Honduras, in La Gazzetta dello Sport, 13 agosto 2016. URL consultato il 21 agosto 2016.
  106. ^ Luca Bianchin, Olimpiadi, calcio: finale per la rivincita. Sarà Brasile-Germania, in La Gazzetta dello Sport, 17 agosto 2016. URL consultato il 21 agosto 2016.
  107. ^ Olimpiadi, calcio, Brasile-Germania 6-5 ai rigori, primo oro per la Seleçao, in La Gazzetta dello Sport, 20 agosto 2016. URL consultato il 21 agosto 2016.
  108. ^ Argentina - Brasile 1-1: guarda gol e highlights. A segno Lavezzi e Lucas Lima, in International Business Times, 14 novembre 2015. URL consultato il 12 novembre 2016.
  109. ^ Brasile-Perù 3-0: apre Douglas Costa, Augusto e Filipe Luis chiudono i conti, in La Gazzetta dello Sport, 18 novembre 2015. URL consultato il 12 novembre 2016.
  110. ^ Filmato audio Brasile-Uruguay 2-2, rimonta con Cavani e Suarez, su Video Gazzetta. URL consultato il 12 novembre 2016.
  111. ^ Qualificazioni Mondiali 2018: Ecuador-Brasile 0-3. Doppietta di Gabriel Jesus, in La Gazzetta dello Sport, 2 settembre 2016. URL consultato il 12 novembre 2016.
  112. ^ Mondiali, verso Russia 2018, Brasile-Colombia 2-1: gol di Miranda e Neymar, su gazzetta.it, 7 settembre 2016. URL consultato il 15 novembre 2016.
  113. ^ Russia 2018, Brasile-Bolivia 5-0: super Neymar, Coutinho-gol, in La Gazzetta dello Sport, 7 ottobre 2016. URL consultato il 12 novembre 2016.
  114. ^ Il Brasile schianta la Bolivia, Neymar esce col volto insanguinato, su Fox Sports, 7 ottobre 2016. URL consultato il 12 novembre 2016.
  115. ^ Brasile, Neymar superstar. 50 gol e quarto posto dietro Romario, su tuttomercatoweb.com, 11 novembre 2016. URL consultato il 12 novembre 2016.
  116. ^ (EN) Detailed figures of Neymar transfer, FC Barcelona, 24 gennaio 2014. URL consultato il 23 gennaio 2016.
  117. ^ Football Leaks svela i segreti del contratto di Neymar, in La Stampa, 11 aprile 2016. URL consultato l'11 aprile 2016.
  118. ^ (EN) Barcelona offers Neymar deal details, ESPN, 24 gennaio 2014. URL consultato il 23 gennaio 2016.
  119. ^ (EN) Barcelona paid Neymar's parents £34m for Brazil striker, BBC, 24 gennaio 2014. URL consultato il 23 gennaio 2016.
  120. ^ (EN) Barcelona charged with tax fraud over Neymar signing, Sky Sports, 20 febbraio 2014. URL consultato il 23 gennaio 2016.
  121. ^ Inserito nella squadra dell'anno.
  122. ^ Fuori concorso.

Altri progetti

Collegamenti esterni

  • Sito ufficiale, neymaroficial.com. Modifica su Wikidata
  • (ENDEFRESAR) Neymar, su FIFA.com, FIFA. Modifica su Wikidata
  • Neymar, su UEFA.com, UEFA. Modifica su Wikidata
  • (EN) Neymar, su National-football-teams.com, National Football Teams. Modifica su Wikidata
  • (DEENIT) Neymar, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • Neymar, su Soccerway.com, Perform Group. Modifica su Wikidata
  • Neymar, su Calcio.com, HEIM:SPIEL Medien GmbH. Modifica su Wikidata
  • (EN) Neymar, su Soccerbase.com, Racing Post. Modifica su Wikidata
  • (ENESCA) Neymar, su BDFutbol.com - Base de Datos Histórica del Fútbol Español. Modifica su Wikidata
  • (ENESFRPT) Neymar, su sambafoot.com, Sambafoot RCS Paris. Modifica su Wikidata
  • (PT) Statistiche su ogol.com.br, ogol.com.br.
Controllo di autorità VIAF: (EN273941642 · LCCN: (ENn2014205285 · ISNI: (EN0000 0003 8413 3048 · GND: (DE104977311X