James Rodríguez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
James Rodríguez
James Rodriguez 2022.jpg
James Rodríguez con la maglia della nazionale colombiana nel 2022
Nazionalità Colombia Colombia
Altezza 180 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Olympiakos
Carriera
Giovanili
2001-2005non conosciuta Academia Tolimense
2005-2006Envigado
Squadre di club1
2006-2008Envigado30 (9)
2008-2010Banfield42 (5)
2010-2013Porto65 (25)
2013-2014Monaco34 (9)
2014-2017Real Madrid77 (28)
2017-2019Bayern Monaco43 (14)
2019-2020Real Madrid8 (1)
2020-2021Everton26 (6)
2021-2022Al-Rayyan13 (4)
2022-Olympiakos6 (2)
Nazionale
2007Colombia Colombia U-1711 (3)
2011Colombia Colombia U-2012 (6)
2011-Colombia Colombia89 (25)
Palmarès
Transparent.png Torneo di Tolone
Oro Tolone 2011
Transparent.png Copa América
Bronzo USA 2016
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 settembre 2022

James David Rodríguez Rubio (Cúcuta, 12 luglio 1991) è un calciatore colombiano, centrocampista dell'Olympiakos e della nazionale colombiana.

Soprannominato El Bandido[1][2][3], si è imposto rapidamente come uno dei migliori talenti della sua generazione.[4] Durante il mondiale 2014, Carlos Valderrama lo ha definito come la stella della nazionale colombiana e lo ha designato come suo successore.[5]

Nel corso della sua carriera ha vinto un campionato di seconda divisione colombiana (2007), un campionato argentino (2009), tre campionati portoghesi (2011, 2012 e 2013), una Coppa di Portogallo (2011), tre Supercoppe portoghesi (2010, 2011 e 2012), una Europa League (2011), due campionati spagnoli (2017 e 2020), una Supercoppa spagnola (2019), due Champions League (2016 e 2017), due Supercoppe UEFA (2014 e 2016), due Mondiali per club (2014 e 2016), due campionati tedeschi (2018 e 2019), una Coppa di Germania (2019) e due Supercoppe tedesche (2017 e 2018).

Con la nazionale colombiana ha vinto il Torneo di Tolone 2011 e ha disputato il mondiale 2014 (del quale è stato capocannoniere con 6 gol).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

James è figlio dell'ex calciatore professionista Wilson Rodríguez e nipote di Jose Suárez Rodriguez, conosciuto anche come Aquila di fuoco e al quale deve le sue origini native americane.[6] È inoltre in possesso della cittadinanza spagnola.[7][8]

Il 24 dicembre 2010 ha sposato la pallavolista Daniela Ospina, sorella del calciatore David Ospina.[9] Nel 2013 la coppia ha dato alla luce la primogenita Salomé.[10] Si è quindi separata nel 2017.[11]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Di ruolo trequartista, mancino di piede, possiede ottime doti tecniche individuali, una buona capacità di tiro e una certa dote nei calci di punizione.[6] Abile a saltare l'uomo nell'uno contro uno, suole partire dalla porzione di destra dello spazio di gioco, procedendo ad accentrarsi per finalizzare il tiro.[12] Si distingue inoltre per una condotta composta dentro il campo.[6]

La testata Don Balón lo ha inserito sia nella lista di migliori calciatori nati dopo il 1989, sia tra i nati dopo il 1991.[13]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Esordi ed Envigado[modifica | modifica wikitesto]

Cresce tra le fila dell'Academia Tolimense, società dilettantistica di Ibagué, città dove James si era trasferito durante l'infanzia assieme alla madre dopo la separazione dei genitori.[14][15] Già allora si distingue per una buona vena realizzativa, laureandosi capocannoniere e miglior calciatore della Copa Corporación Los Paisitas 20 Años, torneo vinto nel 2004 dalla stessa Academica Tolimense grazie anche a una rete di James Rodriguez in finale contro il Deportivo Cali (2-0).[16][17][18]

Nel 2005 si trasferisce quindi all'Envigado. Il cambio di casacca di Rodríguez viene contestato dall'Academia Tolimense, che reclama una mancata consultazione e un mancato indennizzo per l'acquisizione delle prestazioni sportive, venendo tuttavia smentita dalla società di Medellín.[19] Debutta tra i professionisti nel 2006, disputando complessivamente otto match di Categoría Primera B.[20][21] Nella stagione successiva, disputata in Categoría Primera A, il colombiano si distingue per buone prestazioni, condite da nove centri complessivi.[14]

Banfield[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 si trasferisce al Banfield.[22] Il 7 febbraio 2009 fa il suo debutto con gli argentini nel match di campionato contro il Godoy Cruz (1-1).[23] Trova il suo primo centro con il nuovo club il 27 febbraio seguente, sempre in campionato, nel successo contro il Rosario Central (3-1).[23]

A fine 2009 il calciatore si aggiudica, assieme alla squadra, il Torneo Apertura 2009. Il 10 febbraio 2010 fa il suo debutto in Coppa Libertadores, bagnando l'esordio con la realizzazione della rete che apre le marcature del successo sul Monarcas Morelias (2-1).[24]

Porto[modifica | modifica wikitesto]

Rodríguez, primo in basso a destra, prima di CSKA Mosca-Porto (2011)

Il 6 luglio 2010 il Porto ufficializza l'acquisizione del 70% del cartellino di Rodriguez, al prezzo di 5,3 milioni di euro.[25] Sul colombiano viene inoltre apposta una clausola rescissoria pari a 30 milioni di euro.[26] Debutta con i Dragoni il 25 ottobre 2010, nella gara di campionato contro l'União Leiria (5-1).[27] Il 15 dicembre 2010 fa il suo esordio in UEFA Europa League, contribuendo al successo sul CSKA Sofia (3-1) con la sua prima rete in una competizione internazionale europea.[28] Realizza quindi il suo primo centro con i portoghesi l'8 gennaio 2011, nella vittoria contro il Marítimo (4-1).[29] Il 22 maggio 2011 conquista la Taça de Portugal in virtù del reboante successo sul Vitória Guimarães (6-2), al quale contribuisce con la realizzazione di una tripletta.[30] Nella medesima stagione si laurea inoltre campione di Portogallo e vincitore dell'Europa League.

Dopo aver mancato la convocazione alla Supercoppa UEFA, persa dal Porto contro il Barcellona (2-0),[31] il 13 settembre 2011 il colombiano debutta in UEFA Champions League, contribuendo al successo finale sullo Šachtar (2-1) con un assist.[32] Realizza la sua prima rete nella detta competizione il 28 settembre successivo contro lo Zenit San Pietroburgo, non evitando tuttavia la sconfitta (3-1).[33] Termina la seconda stagione bissando la conquista del titolo nazionale di Portogallo.

Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Dopo tre stagioni trascorse con i Dragoni, il 24 maggio 2013 Rodriguez si trasferisce assieme al compagno di squadra João Moutinho al Monaco, a fronte di un corrispettivo complessivo pari a 70 milioni di euro.[34] Debutta con i monegaschi il 10 agosto successivo nella prima giornata di campionato, vinta contro il Bordeaux (0-2).[35] Realizza quindi il suo primo centro in Francia il 30 novembre 2013, contribuendo al successo sul Rennes (2-0).[36] Realizza quindi la sua prima doppietta con il nuovo club il 15 febbraio 2014, decidendo la gara contro il Bastia (2-0).

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Rodríguez con la maglia del Real Madrid nel 2014.

Il 22 luglio 2014, il colombiano passa a titolo definitivo al Real Madrid, per un corrispettivo fisso pari a 80 milioni di euro.[37] Tale cifra lo rende il quarto calciatore più costoso di sempre fino ad allora, nonché il terzo più costoso nella storia dei Blancos e il più costoso in assoluto tra i colombiani.[38] Fa il suo esordio con i madrileni il 13 agosto seguente, prendendo parte al successo in Supercoppa UEFA contro il Siviglia (2-0).[39] Il 19 agosto 2014 realizza quindi il suo primo centro di sempre con i Blancos, in occasione del turno di andata della Supercoppa spagnola contro l'Atlético Madrid (1-1).[40] Bagna il debutto in UEFA Champions League contro il Basilea con una rete, in data 16 settembre 2014 (5-1).[41] Il 20 settembre realizza quindi il suo primo centro in campionato, contribuendo così al reboante successo sul Deportivo La Coruña (2-8).[42] Il 20 dicembre 2014 conquista la Coppa del mondo per club FIFA, in virtù del successo in finale sul San Lorenzo (2-0).[43] Pur essendo rimasto lontano dai campi per infortunio tra il febbraio e l'aprile 2015,[44] il colombiano termina la stagione con 17 reti e altrettanti assist a referto in 47 presenze complessive, risultando tra i migliori calciatori stagionali del Real Madrid.[45]

Costretto a saltare i primi mesi della nuova stagione al Real Madrid a causa di un infortunio rimediato in nazionale,[46] conduce un'annata generalmente al di sotto delle aspettative, sia sotto la guida di Rafael Benítez sia di Zinédine Zidane,[47] conclusa comunque con la vittoria della UEFA Champions League. Bissa il successo continentale anche l'anno seguente,[48] in aggiunta alla vittoria del suo primo titolo nazionale iberico.[49]

Bayern Monaco e ritorno al Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Rodriguez in allenamento con il Bayern Monaco nel 2018.

L'11 luglio 2017 viene acquisito dal Bayern Monaco, dove ritrova il tecnico Carlo Ancelotti, che lo aveva già allenato nella prima stagione del sudamericano ai Blancos.[50] La formula consiste in una prestito biennale oneroso, con esborso di 5 milioni di euro, con diritto di riscatto fissato a 35 milioni di euro.[51] Debutta con i bavaresi il 9 settembre seguente, in occasione della sconfitta esterna di campionato contro l'Hoffenheim (2-0).[52] Segna invece la sua prima rete il 19 settembre successivo, contribuendo al successo sullo Schalke 04 (0-3).[53] Termina la prima annata tedesca con il conseguimento del titolo nazionale e della Supercoppa di Germania.

Nella sua seconda annata a Monaco di Baviera, il colombiano si distingue per la realizzazione di una encomiata tripletta a danno del Magonza (6-0), la prima realizzata da Rodriguez in un campionato professionistico.[54] Pur contribuendo alla vittoria del campionato nazionale, della supercoppa tedesca e della coppa di Germania, il sudamericano non viene infine riscattato.[55]

Di ritorno ai Blancos, Rodriguez resta nella rosa del tecnico Zidane per l'intera stagione 2019-2020, durante la quale viene tuttavia relegato a riserva,[56] laureandosi comunque campione di Spagna e vincitore della Supercoppa spagnola.

Everton e Al-Rayyan[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 settembre 2020 viene ceduto a titolo definitivo e gratuito[57] all'Everton, ritrovando per la terza volta in carriera Ancelotti come allenatore.[58] Il 13 settembre 2020 fa il suo debutto in Premier League, in occasione del successo esterno sul Tottenham (0-1).[59] Trova la sua prima rete con i Toffees il 19 settembre successivo, contribuendo così al successo di campionato sul West Bromwich (5-2).[60] Il 3 ottobre 2020 è invece la volta della sua prima doppietta in terra inglese, decidendo il risultato della gara vinta contro il Brighton (4-2).[61]

Messo ai margini della rosa dal tecnico Rafael Benítez,[62][63] subentrato alla guida dei Toffees dopo il ritorno di Ancelotti al Real Madrid, il 22 settembre 2021 il club qatariota Al-Rayyan ne annuncia l'ingaggio.[64][65] Il 12 gennaio 2022 si fa notare per aver salvato la vita al giocatore avversario Ousmane Coulibaly, colpito da infarto sul rettangolo di gioco. Il 15 settembre 2022, ad un anno dal suo arrivo, risolve il contratto con la società qatariota.[66]

Olympiakos[modifica | modifica wikitesto]

Il giorno della risoluzione con il club arabo, viene ingaggiato dall'Olympiakos.[67]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Rodríguez con la nazionale colombiana nel 2013.

Nel 2006 prende parte al campionato sudamericano Under-17 con la nazionale colombiana dei pari età: durante la detta manifestazione contribuisce con tre reti al raggiungimento della finale, poi persa contro il Brasile. Prende successivamente parte al mondiale Under-17 del 2007.

Con la Colombia Under-20 partecipa al Torneo di Tolone 2011: suo è tra i rigori siglati che consegnano la vittoria della manifestazione ai sudamericani, a danno della Francia. Viene inoltre insignito del premio di miglior giocatore del torneo.[68][69]

Nel 2011 viene convocato al mondiale Under-20, disputato proprio in Colombia. Le sue buone prestazioni nel corso del torneo, perso agli ottavi di finale, gli valgono la nomina ai candidati per il premio di miglior giocatore del torneo.[70]

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

L'11 ottobre 2011 fa il suo debutto in nazionale maggiore, in occasione del successo esterno sulla Bolivia (1-2), valido per le qualificazioni ai mondiali del 2014.[71] Il 4 giugno 2012 sigla invece il suo primo centro con la selezione maggiore, a danno del Perù (0-1).[72]

Rodríguez durante Paraguay-Colombia (2013)

Viene quindi convocato ai mondiali del 2014.[73] Al debutto nella detta manifestazione contro la Grecia, datato 14 giugno 2014, il colombiano va già in rete, contribuendo al successo dei sudamericani (3-0).[74] Si ripete anche nelle seguenti partite contro Costa d'Avorio (una rete)[75] e Giappone (una rete e due assist, decisivi per la vittoria colombiana).[76][77] Sue sono le due reti che decidono gli ottavi di finale contro l'Uruguay (2-0)[78]: la prima marcatura, realizzata con uno stop di petto spalle alla porta e tiro al volo di prima, viene successivamente insignito del FIFA Puskás Award.[79] Va a segno anche ai quarti di finale, contro il Brasile, non impedendo tuttavia l'eliminazione della selezione colombiana (2-1).[80] Le sei reti con cui termina la competizione valgono a Rodriguez la vittoria della scarpa d'oro del Mondiale e l'inserimento nella formazione ideale FIFA-Castrol del torneo.[81][82]

Viene successivamente convocato alla Copa América 2015,[83] dove la Colombia rimedia un'eliminazione ai quarti di finale, e alla Copa América Centenario,[84] dove la Colombia si classifica infine terza.

Viene convocato anche in occasione dei mondiali del 2018.[85] Lo svolgersi della manifestazione è per Rodriguez condizionato dal susseguirsi di guai fisici,[86] che gli impediscono peraltro di scendere in campo nella gara degli ottavi di finale contro l'Inghilterra, persa ai tiri di rigore.[87]

Convocato alla Copa América 2019, pur con la Colombia eliminata ai quarti di finale, il giocatore viene incluso nella formazione ideale del torneo.[88] Viene invece escluso dai convocati per la Copa América 2021.[89][90]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 15 settembre 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006-2007 Colombia Envigado PB 8 0 - - - - - - - - - 8 0
2007-2008 PA 22 9 - - - - - - - - - 22 9
Totale Envigado 30 9 - - - - - - 30 9
2008-2009 Argentina Banfield PD 13 1 - - - - - - - - - 13 1
2009-2010 PD 30 4 - - - CL 8 5 - - - 38 9
Totale Banfield 43 5 - - 8 5 - - 51 10
2010-2011 Portogallo Porto PL 15 2 CP+TdL 6+2 3+0 UEL 9 1 - - - 32 6
2011-2012 PL 26 13 CP+TdL 1+3 0 UCL+UEL 6+2 1+0 SP+SU 0 0 38 14
2012-2013 PL 24 10 CP+TdL 2+3 0+1 UCL 8 1 ST 1 0 38 12
Totale Porto 65 25 17 4 25 3 1 0 108 32
2013-2014 Francia Monaco L1 34 9 CF+CdL 3+1 1+0 - - - - - - 38 10
2014-2015 Spagna Real Madrid PD 29 13 CR 4 2 UCL 9 1 SU+SS+Cmc 1+2+1 0+1+0 46 17
2015-2016 PD 26 7 CR 1 0 UCL 5 1 - - - 32 8
2016-2017 PD 22 8 CR 3 3 UCL 6 0 SU+Cmc 1+1 0 33 11
2017-2018 Germania Bayern Monaco BL 23 7 CG 4 0 UCL 12 1 SG 0 0 39 8
2018-2019 BL 20 7 CG 3 0 UCL 5 0 SG 0 0 28 7
Totale Bayern Monaco 43 14 7 0 17 1 0 0 67 15
2019-2020 Spagna Real Madrid PD 8 1 CR 3 0 UCL 2 0 SS 1 0 14 1
Totale Real Madrid 85 29 11 5 22 2 7 1 125 37
2020-2021 Inghilterra Everton PL 23 6 FACup+CdL 2+1 0 - - - - - - 26 6
set.-dic. 2021 Qatar Al-Rayyan QSL 12 4 CQ+CSQ 1+0 0+0 ACL - - - - - 13 4
gen.-set. 2022 QSL 0 0 CQ+CSQ 2+0 1+0 ACL - - - - - 2 1
Totale Al Rayyan 12 4 3 1 - - - - 15 5
set. 2022-2023 Grecia Olympiakos SL 0 0 CG 0 0 UEL 0 0 - - - 0 0
Totale carriera 335 100 46 11 72 11 8 1 459 123

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Colombia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-10-2011 La Paz Bolivia Bolivia 1 – 2 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2014 -
11-11-2011 Barranquilla Colombia Colombia 1 – 1 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 90+1’ 90+1’
15-11-2011 Barranquilla Colombia Colombia 1 – 2 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2014 -
29-2-2012 Miami Gardens Messico Messico 0 – 2 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 79’ 79’
3-6-2012 Lima Perù Perù 0 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2014 1 Uscita al 90+1’ 90+1’
10-6-2012 Quito Ecuador Ecuador 1 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2014 -
7-9-2012 Barranquilla Colombia Colombia 4 – 0 Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 83’ 83’
11-9-2012 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 3 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2014 1 Uscita al 75’ 75’
12-10-2012 Barranquilla Colombia Colombia 2 – 0 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2014 -
14-11-2012 East Rutherford Brasile Brasile 1 – 1 Colombia Colombia Amichevole -
22-3-2013 Barranquilla Colombia Colombia 5 – 0 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 83’ 83’
26-3-2013 Puerto Ordaz Venezuela Venezuela 1 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2014 -
7-6-2013 Buenos Aires Argentina Argentina 0 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 34’ 34’
14-8-2013 Barcellona Colombia Colombia 1 – 0 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 59’ 59’
6-9-2013 Barranquilla Colombia Colombia 1 – 0 Ecuador Ecuador Qual. Mondiali 2014 1
10-9-2013 Montevideo Uruguay Uruguay 2 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 86’ 86’
11-10-2013 Barranquilla Colombia Colombia 3 – 3 Cile Cile Qual. Mondiali 2014 -
15-10-2013 Asunción Paraguay Paraguay 1 – 2 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 89’ 89’
14-11-2013 Bruxelles Belgio Belgio 0 – 2 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 79’ 79’
19-11-2013 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Colombia Colombia Amichevole -
5-3-2014 Cornellà de Llobregat Colombia Colombia 1 – 1 Tunisia Tunisia Amichevole 1 Ammonizione al 85’ 85’
6-6-2014 Buenos Aires Colombia Colombia 3 – 0 Giordania Giordania Amichevole 1 Uscita al 46’ 46’
14-6-2014 Belo Horizonte Colombia Colombia 3 – 0 Grecia Grecia Mondiali 2014 - 1º turno 1
19-6-2014 Brasilia Colombia Colombia 2 – 1 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Mondiali 2014 - 1º turno 1
24-6-2014 Cuiabá Giappone Giappone 1 – 4 Colombia Colombia Mondiali 2014 - 1º turno 1 Ingresso al 46’ 46’
28-6-2014 Rio de Janeiro Colombia Colombia 2 – 0 Uruguay Uruguay Mondiali 2014 - Ottavi di finale 2 Uscita al 85’ 85’
4-7-2014 Fortaleza Brasile Brasile 2 – 1 Colombia Colombia Mondiali 2014 - Quarti di finale 1 Ammonizione al 67’ 67’
5-9-2014 Miami Gardens Brasile Brasile 1 – 0 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 77’ 77’
10-10-2014 New Jersey Colombia Colombia 3 – 0 El Salvador El Salvador Amichevole - Ammonizione al 71’ 71’ - Uscita al 82’ 82’
14-10-2014 New Jersey Canada Canada 0 – 1 Colombia Colombia Amichevole 1 Uscita al 82’ 82’
14-11-2014 Londra Stati Uniti Stati Uniti 1 – 2 Colombia Colombia Amichevole - Ammonizione al 35’ 35’
18-11-2014 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 1 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 73’ 73’
6-6-2015 Buenos Aires Colombia Colombia 1 – 0 Costa Rica Costa Rica Amichevole -
14-6-2015 Rancagua Colombia Colombia 0 – 1 Venezuela Venezuela Coppa America 2015 - 1º turno - Ammonizione al 86’ 86’
17-6-2015 Santiago del Cile Brasile Brasile 0 – 1 Colombia Colombia Coppa America 2015 - 1º turno -
21-6-2015 Temuco Colombia Colombia 0 – 0 Perù Perù Coppa America 2015 - 1º turno -
26-6-2015 Viña del Mar Argentina Argentina 0 – 0
(5 – 4 dtr)
Colombia Colombia Coppa America 2015 - Quarti di finale - cap. - Ammonizione al 12’ 12’
8-9-2015 Harrison Colombia Colombia 1 – 1 Perù Perù Amichevole - cap. - Uscita al 59’ 59’
12-11-2015 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 1 cap.
17-11-2015 Barranquilla Colombia Colombia 0 – 1 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 - cap.
24-3-2016 La Paz Bolivia Bolivia 2 – 3 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 1 cap.
29-3-2016 Barranquilla Colombia Colombia 3 – 1 Ecuador Ecuador Qual. Mondiali 2018 - cap.
3-6-2016 Santa Clara Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Colombia Colombia Coppa America Centenario - 1º turno 1 cap. - Uscita al 72’ 72’
7-6-2016 Pasadena Colombia Colombia 2 – 1 Paraguay Paraguay Coppa America Centenario - 1º turno 1 cap.
11-6-2016 Houston Colombia Colombia 2 – 3 Costa Rica Costa Rica Coppa America Centenario - 1º turn - Ingresso al 46’ 46’
17-6-2016 East Rutherford Perù Perù 0 – 0
(2 – 4 dtr)
Colombia Colombia Coppa America Centenario - Quarti di finale - cap.
22-6-2016 Chicago Colombia Colombia 0 – 2 Cile Cile Coppa America Centenario - Semifinale - cap. - Ammonizione al 90’ 90’
25-6-2016 Glendale Stati Uniti Stati Uniti 0 – 1 Colombia Colombia Coppa America Centenario - Finale 3º posto - cap.
1-9-2016 Barranquilla Colombia Colombia 2 – 0 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2018 1 cap.
6-9-2016 Manaus Brasile Brasile 2 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 - cap.
10-11-2016 Barranquilla Colombia Colombia 0 – 0 Cile Cile Qual. Mondiali 2018 - cap.
15-11-2016 San Juan Argentina Argentina 3 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 - cap. - Ammonizione al 29’ 29’
23-3-2017 Barranquilla Colombia Colombia 1 – 0 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2018 1 cap.
28-3-2017 Quito Ecuador Ecuador 0 – 2 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 1 cap.
7-6-2017 Murcia Spagna Spagna 2 – 2 Colombia Colombia Amichevole - cap. - Uscita al 80’ 80’
13-6-2017 Getafe Camerun Camerun 0 – 4 Colombia Colombia Amichevole 1 cap.
5-9-2017 Barranquilla Colombia Colombia 1 – 1 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 - cap.
5-10-2017 Barranquilla Colombia Colombia 1 – 2 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2018 -
10-10-2017 Lima Perù Perù 1 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 1
10-11-2017 Suwon Corea del Sud Corea del Sud 2 – 1 Colombia Colombia Amichevole -
23-3-2018 Saint-Denis Francia Francia 2 – 3 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 83’ 83’
27-3-2018 Londra Colombia Colombia 0 – 0 Australia Australia Amichevole - Uscita al 83’ 83’
1-6-2018 Bergamo Egitto Egitto 0 – 0 Colombia Colombia Amichevole -
19-6-2018 Saransk Colombia Colombia 1 – 2 Giappone Giappone Mondiali 2018 - 1º turno - Ingresso al 59’ 59’, Ammonizione al 86’ 86’
24-6-2018 Kazan' Polonia Polonia 0 – 3 Colombia Colombia Mondiali 2018 - 1º turno -
28-6-2018 Samara Senegal Senegal 0 – 1 Colombia Colombia Mondiali 2018 - 1º turno - Uscita al 30’ 30’
12-10-2018 Tampa Stati Uniti Stati Uniti 2 – 4 Colombia Colombia Amichevole 1 Uscita al 82’ 82’
17-10-2018 Harrison Colombia Colombia 3 – 1 Costa Rica Costa Rica Amichevole - Uscita al 88’ 88’
22-3-2019 Yokohama Giappone Giappone 0 – 1 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 87’ 87’
26-3-2019 Seul Corea del Sud Corea del Sud 2 – 1 Colombia Colombia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
4-6-2019 Bogotà Colombia Colombia 3 – 0 Panama Panama Amichevole - Ingresso al 65’ 65’
9-6-2019 Lima Perù Perù 0 – 3 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 74’ 74’
15-6-2019 Salvador de Bahia Argentina Argentina 0 – 2 Colombia Colombia Coppa America 2019 - 1º turno -
19-6-2019 San Paolo Colombia Colombia 1 – 0 Qatar Qatar Coppa America 2019 - 1º turno - cap.
23-6-2019 Salvador de Bahia Colombia Colombia 1 – 0 Paraguay Paraguay Coppa America 2019 - 1º turno - Ingresso al 58’ 58’
29-6-2019 San Paolo Colombia Colombia 0 – 0
(4 – 5 dtr)
Cile Cile Coppa America 2019 - Quarti di finale - Ammonizione al 89’ 89’
9-10-2020 Barranquilla Colombia Colombia 3 – 0 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 77’ 77’
13-10-2020 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 2 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2022 - Ammonizione al 45’ 45’
13-11-2020 Barranquilla Colombia Colombia 0 – 3 Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2022 -
17-11-2020 Quito Ecuador Ecuador 6 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2022 1
11-11-2021 San Paolo Brasile Brasile 1 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 78’ 78’
16-11-2021 Barranquilla Colombia Colombia 0 – 0 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 82’ 82’
28-1-2022 Barranquilla Colombia Colombia 0 – 1 Perù Perù Qual. Mondiali 2022 -
1-2-2022 Córdoba Argentina Argentina 1 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 57’ 57’
24-3-2022 Barranquilla Colombia Colombia 3 – 0 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 74’ 74’
29-3-2022 Ciudad Guayana Venezuela Venezuela 0 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2022 1 Uscita al 64’ 64’
25-9-2022 Harrison Colombia Colombia 4 – 1 Guatemala Guatemala Amichevole 1 Uscita al 64’ 64’
28-9-2022 Santa Clara Messico Messico 2 – 3 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
20-11-2022 Fort Lauderdale Colombia Colombia 2 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole - Ingresso al 63’ 63’
Totale Presenze (7º posto) 89 Reti (2º posto) 25

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Envigado: 2007
Banfield: Apertura 2009
Porto: 2010, 2011, 2012
Porto: 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013
Porto: 2010-2011
Real Madrid: 2016-2017, 2019-2020
Real Madrid: 2019
Bayern Monaco: 2017-2018, 2018-2019
Bayern Monaco: 2017, 2018
Bayern Monaco: 2018-2019

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Porto: 2010-2011
Real Madrid: 2015-2016, 2016-2017
Real Madrid: 2014, 2016
Real Madrid: 2014, 2016

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2011

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior giocatore del Torneo di Tolone: 1
2011
Squadra ideale della Ligue 1: 2014
Brasile 2014 (6 gol)
Brasile 2014
Miglior calciatore rivelazione dell'anno: 2014
2014
  • Squadra ideale della Liga: 1
2014-2015[91]
2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 10 curiosità su James Rodriguez, il nuovo Diez del Real Madrid, su m.goal.com.
  2. ^ James, le Bandido bavarois, su sofoot.com.
  3. ^ Ligue des champions: hold-up sur le Bayern pour "El bandido" James, su lepoint.fr.
  4. ^ (EN) World Cup 2014: Player profile - who is James Rodriguez, the Colombia attacking midfielder?, su independent.co.uk, 4 marzo 2014. URL consultato il 29 giugno 2014.
  5. ^ (ES) Valderrama hails James Rodriguez as next Colombian "Pibe" during press conference at posto adidas, su news.adidas.com, Adidas.com, 23 giugno 2014. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2014).
  6. ^ a b c (ES) James Rodríguez, el niño genio de la Selección Colombia, su eltiempo.com, 15 settembre 2012. URL consultato il 29 giugno 2014.
  7. ^ (EN) Reports: Bayern's James becomes Spanish citizen, su ESPN.com, 8 aprile 2019. URL consultato il 10 giugno 2019.
  8. ^ (ES) James Rodríguez ya es español, su Marca.com, 8 aprile 2019. URL consultato il 10 giugno 2019.
  9. ^ Ospina: James stole my sister's heart, su ESPN.com, 8 novembre 2016. URL consultato il 28 settembre 2021.
  10. ^ James Rodriguez trova lavoro... alla moglie, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 28 settembre 2021.
  11. ^ C'eravamo tanti amati: James Rodríguez e la separazione da Daniela Ospina, su it.sports.yahoo.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  12. ^ (EN) Don Balon’s list of the 100 best young players in the world, su thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2013).
  13. ^ 101 prospetti per il futuro. Ecco la lista di Don Balon, su tuttomercatoweb.com, 13 novembre 2012. URL consultato il 29 giugno 2014.
  14. ^ a b (ES) Paola Andrea Vergez Madiedo, James Rodríguez, madurez y experiencia a corta edad, su elpais.com.co, 11 ottobre 2013. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 31 maggio 2014).
  15. ^ (ES) Brasil 2014: James Rodríguez, el talento que nació para ser campeón, su elpais.com.co, 8 maggio 2014. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  16. ^ (ES) Academia Tolimense, campeón del Ponyfútbol, su colombia.com, 25 gennaio 2004. URL consultato il 29 giugno 2014.
  17. ^ (ES) Gol Olímpico de James Rodríguez - Final Pony Fútbol 2004, su youtube.com, 12 luglio 2013. URL consultato il 29 giugno 2014.
  18. ^ (EN) James Rodriguez: 10 things you might not know about Bayern Munich's Colombian star, su bundesliga.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  19. ^ (ES) Academia Tolimense no ha recibido dinero por formación de James Rodríguez, su elpais.com.co. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2015).
  20. ^ (EN) Adam Jones, James Rodriguez former club shares surprise over Everton deal, su Liverpool Echo, 17 gennaio 2021. URL consultato il 28 settembre 2021.
  21. ^ (PT) James Rodríguez treina no Envigado, clube onde começou a carreira na Colômbia, su globo.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  22. ^ (ES) Banfield revela que James se marchó gratis al Everton: "La transacción se hizo sin costo, como si fuera un jugador libre", su MARCA, 17 settembre 2020. URL consultato il 28 settembre 2021.
  23. ^ a b James Rodríguez - Rendimento per stagione, su transfermarkt.it. URL consultato il 28 settembre 2021.
  24. ^ James Rodríguez - Rendimento per stagione, su transfermarkt.it. URL consultato il 28 settembre 2021.
  25. ^ Rodriguez e l'Inter, in La Gazzetta dello Sport, 5 ottobre 2012, p. 8.
  26. ^ Ufficiale: James Rodriguez al Porto, su tuttomercatoweb.com, 6 luglio 2010. URL consultato il 29 giugno 2014.
  27. ^ (DE) Spielschema | FC Porto - Uniao Leiria 5:1 | 8. Spieltag | Liga Zon Sagres 2010/11, su kicker. URL consultato il 28 settembre 2021.
  28. ^ (EN) Porto 3-1 CSKA Sofia, su uefa.com, 15 dicembre 2010. URL consultato il 29 giugno 2014.
  29. ^ Liga NOS 2010-2011. FC Porto-Maritimo, su it.whoscored.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  30. ^ Massimo Perrone, Top 11: Rodriguez-Draxler, che ragazzi, in Extra Time, 24 aprile 2011, p. 6.
  31. ^ Supercoppa UEFA 2011, su UEFA.com, 6 giugno 2011. URL consultato il 28 settembre 2021.
  32. ^ Porto - Shakhtar Donetsk, su eurosport.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  33. ^ Zenit beats 10-man Porto 3-1 in Champions League, su amp.foxsports.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  34. ^ (FR) Monaco-Porto: Accord pour Moutinho et Rodriguez, su lequipe.fr, 24 maggio 2013. URL consultato il 29 giugno 2014.
  35. ^ (FR) Résultat et résumé Bordeaux - Monaco, Ligue 1, 1ère journée, Samedi 10 Août 2013, su L'Équipe. URL consultato il 28 settembre 2021.
  36. ^ (FR) First Goal : le premier but de James Rodriguez avec l'AS Monaco, su AS Monaco, 12 ottobre 2020. URL consultato il 28 settembre 2021.
  37. ^ Comunicado oficial: James Rodríguez, su realmadrid.com, 22 luglio 2014. URL consultato il 23 novembre 2014.
  38. ^ James Rodriguez and the most expensive players of all-time, su independent.co.uk. URL consultato il 1º settembre 2015.
  39. ^ Supercoppa Europea, Real Madrid-Siviglia 2-0: doppietta di Ronaldo, su gazzetta.it, 12 agosto 2014. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  40. ^ Real Madrid-Atletico Madrid 1-1, gol di James Rodriguez e Raul Garcia, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 28 settembre 2021.
  41. ^ Champions League, Real Madrid-Basilea 5-1: Ronaldo, che numeri, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 28 settembre 2021.
  42. ^ Deportivo 2-8 Real Madrid MATCH REPORT, su dailymail.co.uk. URL consultato il 1º settembre 2015.
  43. ^ Mondiale per club, Real Madrid-San Lorenzo 2-0, a segno Ramos e Bale, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 28 settembre 2021.
  44. ^ (ES) James estará dos meses de baja, su MARCA.com. URL consultato il 1º settembre 2015.
  45. ^ Who is Real Madrid's Player of the Season? - Goal.com, su goal.com. URL consultato il 1º settembre 2015.
  46. ^ James Medical Report | Real Madrid CF, su Real Madrid C.F. - Web Oficial. URL consultato l'11 dicembre 2015.
  47. ^ (EN) Karl Matchett, Why James Rodriguez Was Real Madrid's Most Surprising Player in 2015/16 Season, su Bleacher Report. URL consultato il 28 settembre 2021.
  48. ^ Champions: Juve, svanisce il sogno. Il Real di Ronaldo campione d'Europa: 4-1, su gazzetta.it, 3 giugno 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  49. ^ Real Madrid campione di Spagna: è la Liga numero 33, su gazzetta.it, 21 maggio 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  50. ^ (EN) Redaktion, FC Bayern sign James Rodríguez from Real Madrid - FC Bayern Munich, in FC Bayern Munich, 11 luglio 2017. URL consultato l'11 luglio 2017.
  51. ^ Il Bayern Monaco accontenta Carlo Ancelotti: preso James Rodriguez in prestito biennale, in Eurosport, 11 luglio 2017. URL consultato il 12 luglio 2017.
  52. ^ James Rodríguez - Rendimento per stagione, su transfermarkt.it. URL consultato il 28 settembre 2021.
  53. ^ (EN) Bayern Munich's James Rodriguez: A debut Bundesliga season to remember, su bundesliga.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  54. ^ James‘ 'masterpiece' against Mainz, su fcbayern.com, 19 marzo 2019.
  55. ^ (EN) Why are Bayern Munich letting James Rodriguez return to Real Madrid?, su bundesliga.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  56. ^ 'Zidane doesn't like him but why?': Madrid fan believes James has still got a lot to offer, su Tribuna.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  57. ^ (EN) 'We will not receive any money' - James joined Everton on a free transfer, claims former club Banfield, su goal.com, 17 settembre 2020.
  58. ^ (EN) Everton Complete Signing of James Rodriguez, su evertonfc.com, 7 settembre 2020.
  59. ^ (EN) Calvert-Lewin earns Everton win at Spurs, in BBC Sport. URL consultato il 28 settembre 2021.
  60. ^ Everton, James Rodriguez ritrova Ancelotti e si sblocca: primo gol con la maglia dei toffees, su tuttomercatoweb.com, 19 settembre 2020. URL consultato il 19 settembre 2020.
  61. ^ (EN) Calvert-Lewin scores again as Everton go top, in BBC Sport. URL consultato il 28 settembre 2021.
  62. ^ Il declino di James Rodriguez, un talento sprecato: a 30 anni lascia l’Europa, su Sport Fanpage. URL consultato il 28 settembre 2021.
  63. ^ (EN) Benitez explains Rodriguez exit, in BBC Sport. URL consultato il 28 settembre 2021.
  64. ^ (EN) Colombian James Completes Qatar Move, su evertonfc.com. URL consultato il 22 settembre 2021.
  65. ^ (EN) Done, su twitter.com, 22 settembre 2021. URL consultato il 22 settembre 2021.
  66. ^ (EN) Al Rayyan terminates the contract of Colombian professional James Rodriguez, su twitter.com, 15 settembre 2022. URL consultato il 15 settembre 2022.
  67. ^ (EL) Ο Χάμες Ροντρίγκες στον Ολυμπιακό!, su olympiacos.org, 15 settembre 2022. URL consultato il 15 settembre 2022.
  68. ^ L'Inter su Rodriguez? L'agente fa chiarezza, su fcinternews.it, tuttomercatoweb.com, 14 giugno 2011. URL consultato il 29 giugno 2014.
  69. ^ Il Porto si tiene stretto Rodríguez, su UEFA.com, 14 giugno 2011. URL consultato il 28 settembre 2021.
  70. ^ (ES) James Rodríguez, entre los nóminados a Balón de Oro del Mundial Sub 20, su elpais.com.co, 19 agosto 2011. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  71. ^ Bolivia v Colombia Qualificazioni WC Sud America, 11/10/11, su goal.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  72. ^ (EN) Rodriguez goal downs Peru, su eurosport.com, 4 giugno 2012. URL consultato il 28 settembre 2021.
  73. ^ (EN) Recovering Falcao left off Colombia's final 23-player World Cup roster, 2 giugno 2014. URL consultato il 29 giugno 2014.
  74. ^ (EN) World Cup: Colombia 3-0 Greece, in BBC Sport. URL consultato il 28 settembre 2021.
  75. ^ Mondiale, Colombia-Costa d'Avorio 2-1, gol di Rodriguez, Quintero e Gervinho, su gazzetta.it, 19 giugno 2014. URL consultato il 19 giugno 2014.
  76. ^ Mondiali 2014, Giappone-Colombia 1-4: Jackson Martinez elimina Zaccheroni, su gazzetta.it, 25 giugno 2014. URL consultato il 29 giugno 2014.
  77. ^ Giappone-Colombia 1-4: sudamericani scatenati, sfideranno l'Uruguay, su repubblica.it, 25 giugno 2014. URL consultato il 29 giugno 2014.
  78. ^ Mondiali, Colombia-Uruguay 2-0, James Rodriguez 2 gol, Cafeteros ai quarti, su gazzetta.it, 28 giugno 2014. URL consultato il 29 giugno 2014.
  79. ^ James Rodríguez ha vinto il premio per il gol più bello del 2014, su ilpost.it, 12 gennaio 2015. URL consultato il 28 settembre 2021.
  80. ^ Mondiali, Brasile-Colombia 2-1: gol di Thiago Silva, David Luiz e James Rodriguez su rigore, su gazzetta.it, 4 luglio 2014. URL consultato il 19 luglio 2014.
  81. ^ Mondiali, top 11 Fifa con 5 tedeschi: Kroos il migliore. E Messi non c'è, su gazzetta.it, 16 luglio 2014. URL consultato il 19 luglio 2014.
  82. ^ adidas Golden Boot, su fifa.com, 14 luglio 2014. URL consultato il 14 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 31 dicembre 2014).
  83. ^ Copa América Chile-2015: Falcao e James já estão na Colômbia., su conmebol.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  84. ^ (ES) Convocatoria Selección Colombia para Copa América Centenario 2016, su fcf.com.co, 21 maggio 2016. URL consultato il 26 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2016).
  85. ^ (ES) Copa Mundial de la FIFA Rusia 2018™, su fifa.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  86. ^ (EN) Joe Short, James Rodriguez: Why Colombia star is NOT starting against Japan, where is he?, su express.co.uk, 19 giugno 2018. URL consultato il 28 settembre 2021.
  87. ^ (EN) How Colombia can line up without James Rodriguez, su espn.co.uk, 2 luglio 2018. URL consultato il 28 settembre 2021.
  88. ^ Copa America, la top 11: Messi assente, c'è James, su sport.sky.it. URL consultato il 28 settembre 2021.
  89. ^ James Rodriguez fuori dai convocati della Colombia: salta la Copa America, su goal.com. URL consultato il 28 settembre 2021.
  90. ^ (EN) Rodriguez unhappy at Colombia omission, in BBC Sport. URL consultato il 28 settembre 2021.
  91. ^ (EN) The 2014/15 Liga BBVA Ideal XI, laliga.es, 15 giugno 2015. URL consultato il 24 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2018).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316745308 · ISNI (EN0000 0004 5096 764X · LCCN (ENno2015075047 · BNE (ESXX5548599 (data) · NDL (ENJA001212781 · WorldCat Identities (ENlccn-no2015075047