Questa pagina è semiprotetta. Può essere modificata solo da utenti registrati

Erling Haaland

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Erling Haaland
Haaland con il Manchester City nel 2023
Nazionalità Bandiera della Norvegia Norvegia
Altezza 194[1] cm
Peso 94 kg
Calcio
Ruolo Attaccante
Squadra Manchester City
Carriera
Giovanili
2006-2016Bryne
Squadre di club1
2015-2016Bryne 214 (18)
2016Bryne16 (0)
2017Molde 24 (2)
2017-2018Molde39 (14)
2019-2020Salisburgo16 (17)
2020-2022Borussia Dortmund67 (62)
2022-Manchester City66 (63)
Nazionale
2015-2016Bandiera della Norvegia Norvegia U-154 (4)
2016Bandiera della Norvegia Norvegia U-1617 (1)
2017Bandiera della Norvegia Norvegia U-175 (2)
2017-2018Bandiera della Norvegia Norvegia U-186 (6)
2018Bandiera della Norvegia Norvegia U-199 (10)
2019Bandiera della Norvegia Norvegia U-205 (11)
2018Bandiera della Norvegia Norvegia U-213 (0)
2019-Bandiera della Norvegia Norvegia31 (27)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 maggio 2024

Erling Braut Haaland, nato Håland[2] (Leeds, 21 luglio 2000) è un calciatore norvegese, attaccante del Manchester City e della nazionale norvegese.

Considerato uno dei migliori calciatori della sua generazione,[3][4] è cresciuto nel settore giovanile del Bryne, con cui ha esordito tra i professionisti, prima di passare nel 2017 al Molde, dove ha militato per due stagioni. Nel 2019 viene acquistato dal Salisburgo, con cui vince un campionato austriaco e una Coppa d'Austria. Nel 2020 passa al Borussia Dortmund, dove conquista una Coppa di Germania. Due anni dopo si trasferisce al Manchester City, con cui vince due campionati inglesi, una Coppa d'Inghilterra, una UEFA Champions League, una Supercoppa UEFA e una Coppa del mondo per club FIFA.

A livello individuale, si è aggiudicato una volta il premio di calciatore dell'anno del campionato austriaco, una volta il premio come Golden Boy europeo, una volta il premio di calciatore dell'anno del campionato tedesco, due volte il titolo di capocannoniere della UEFA Champions League, una volta il premio di calciatore dell'anno del campionato inglese e due volte il titolo di capocannoniere del campionato inglese. In aggiunta, ha conseguito per una volta la Scarpa d'oro, il Trofeo Gerd Müller, l'IFFHS World's Best Player e l'Onze d'or.

Convocato nella nazionale norvegese dal 2019, ha preso parte a due edizioni della UEFA Nations League, risultando il miglior marcatore in entrambe. Prima di entrare nel giro della nazionale maggiore, ha ottenuto la scarpa d'oro al campionato mondiale Under-20 con la nazionale di categoria.

Biografia

Nato a Leeds durante la militanza del padre Alf-Inge Håland nel Leeds Utd, in virtù del luogo di nascita era convocabile anche per la nazionale inglese.[5][6] Suo cugino Albert Tjåland (classe 2004) è anch'egli un calciatore.[7]

Dopo il ritiro del padre nel 2003 a causa di un infortunio,[8] la famiglia Håland è tornata in Norvegia, stabilendosi a Bryne.[9] Sin da bambino Erling ha avuto esperienze con lo sport, come pallamano, golf e atletica leggera.[9] Successivamente, all'età di sei anni, è entrato a far della scuola calcio locale,[9] giocando sotto età. Sebbene non ancora fisicamente sviluppato, Alf Ingve Bertsen, il suo primo allenatore, ha raccontato che il calciatore compensava con le proprie qualità tecniche e il suo impegno incessante.[10][11]

Nato col cognome Håland, lo ha modificato in Haaland in età adolescenziale per renderlo più internazionalmente fruibile.[2]

Caratteristiche tecniche

«È forte come un orso e veloce come un cavallo. È un killer, una macchina da gol.»

Centravanti dotato di buona tecnica,[12][14] velocità e forza fisica,[12][14] dispone di un ottimo fiuto del goal.[14] Di piede mancino,[15] la potenza dei suoi tiri li rende insidiosi e la sua altezza gli consente di essere anche un ottimo colpitore di testa.[15] Bravo ad inserirsi negli spazi lasciati dalle difese avversarie,[12] sa distinguersi anche come rifinitore per via della sua buona visione di gioco.[12][13]

Il suo idolo calcistico è l'ex calciatore spagnolo Michu,[16] ma ha dichiarato di ispirarsi allo svedese Zlatan Ibrahimović per il modo di giocare.[17]

Carriera

Club

Gli inizi

2015-2018: Debutto in Norvegia
Haaland al Molde in una gara di Europa League contro lo Zenit San Pietroburgo nel 2018

Comincia a giocare a calcio nelle giovanili del Bryne, nella cui prima squadra è aggregato in vista della stagione 2015. Esordisce in 1. divisjon l'anno seguente, il 12 maggio 2016, sostituendo Robert Undheim nella gara persa per 1-0 partita sul campo del Ranheim.[18] Nel corso dell'annata, sostiene un infruttuoso provino all'Hoffenheim.[19] Termina la stagione con un bilancio di 16 presenze, con il Bryne che retrocede in 2. divisjon.

Il 1º febbraio 2017 il Molde rende noto il tesseramento del giocatore,[20] che debutta con la nuova casacca il successivo 26 aprile, schierato come titolare nell'incontro vinto per 3-2 in casa del Volda, sfida valida per il primo turno della Coppa di Norvegia.[21] L'esordio in campionato, invece, giunge il 4 giugno, quando subentra a Fredrik Brustad nella partita persa per 1-0 sul campo del Sarpsborg 08.[22] Il 6 agosto trova la prima rete, contribuendo alla vittoria per 2-1 in casa del Tromsø.[23] Il 1º luglio 2018, nella partita vinta sul campo del Brann per 4-0, mette a referto quattro gol, segnandoli tutti tra il 4º ed il 21º minuto di gioco.[24] In due stagioni con il Molde, marca 20 reti in 50 presenze complessive.

Salisburgo

2018-2019: Primi gol e primi trofei
Haaland al Salisburgo dopo una rete in UEFA Champions League contro il Genk nel 2019

Il 18 agosto 2018 gli austriaci del Salisburgo comunicano l'ingaggio di Haaland, valido a partire dal 1º gennaio 2019: il giocatore firma un contratto sino al 30 giugno 2023.[25] Il 12 maggio gioca la sua prima gara da titolare contro il LASK, realizzando anche la sua prima rete con gli austriaci, nel successo per 2-1 della sua squadra.[15][26]

Il 17 settembre 2019 entra nella storia della UEFA Champions League, realizzando una tripletta al Genk nei primi 45 minuti di gioco, al suo debutto nella competizione, all'età di 19 anni[27], diventando così il secondo giocatore più giovane (dietro a Wayne Rooney) a realizzare una tripletta all'esordio nella massima competizione europea, oltre che il terzo più giovane a riuscire nell'impresa[28][29] In Champions va a segno anche nelle sfide contro Liverpool[30] e Napoli (perse rispettivamente 3-4 e 2-3), segnando tra l'altro una doppietta contro i partenopei[31], e diventa così il calciatore che ha segnato più gol (6) nelle prime 3 presenze in Champions; il primato in precedenza apparteneva a Didier Drogba, che ne aveva realizzate 5.[31][32] L'attaccante segna nuovamente contro il Napoli allo stadio San Paolo (1-1)[33][34] e pure in casa del Genk (vittoria per 1-4)[35], segnando per 5 partite consecutive di Champions League; nell'ultima partita del girone non va a segno e termina la propria esperienza nella massima competizione europea con la maglia del Salisburgo con 8 reti in 6 partite giocate.[36]

Borussia Dortmund

2019-2020: L'esordio in Germania
Haaland al Borussia Dortmund in una gara di UEFA Champions League contro lo Zenit San Pietroburgo nel 2020

Il 29 dicembre 2019 viene ufficializzato il suo trasferimento al Borussia Dortmund,[37][38] che paga la clausola rescissoria di 20 milioni di euro presente nel suo contratto.[39]

Il 18 gennaio 2020 esordisce in Bundesliga contro l'Augusta, subentrando a Łukasz Piszczek e realizzando una tripletta nei primi 23 minuti in campo nella gara vinta per 5-3.[40] Si ripete nelle due sfide successive, quando, in 25 minuti e sempre da subentrato, realizza una doppietta ai danni del Colonia, contribuendo al 5-1 finale,[41] per poi realizzare un'altra doppietta nella partita vinta per 5-0 contro l'Union Berlino, nella prima gara da titolare con i gialloneri.[42] Il 18 febbraio 2020 debutta in UEFA Champions League con il club tedesco, realizzando una doppietta decisiva per la vittoria per 2-1 contro il Paris Saint-Germain nell'andata degli ottavi di finale,[43] divenendo al contempo il più giovane calciatore di sempre a raggiungere i 10 gol segnati nella competizione.[44][45] Il 16 maggio 2020, alla ripresa del campionato dopo la pausa dovuta alla pandemia di COVID-19, segna la prima delle quattro reti che consentono di vincere contro lo Schalke 04,[46] raggiungendo così la doppia cifra in termini di marcature.[47] Conclude la stagione 2019-2020 con 44 reti in 40 partite giocate, di cui 16 in 18 con il Borussia Dortmund e 28 in 22 con il Salisburgo.[48]

2020-2021: Record personali e Coppa di Germania

Nella nuova stagione continua a segnare con regolarità. Il 14 settembre 2020 marca un gol nella gara vinta per 5-0 dal Borussia Dortmund contro il Duisburg, eliminandolo dalla Coppa di Germania, mentre il 20 ottobre segna nella prima partita di UEFA Champions League (sconfitta per 3-1 in casa della Lazio); nelle tre partite successive della massima competizione europea segna cinque gol, di cui uno allo Zenit San Pietroburgo (2-0)[49] e quattro (due doppiette) al Club Bruges (i tedeschi vincono sia all'andata sia al ritorno per 3-0).[50][51] Con il gol segnato il 28 ottobre 2020 contro lo Zenit San Pietroburgo, arriva a quota 12 realizzati nelle prime 10 partite di Champions League giocate: nessuno ci era mai riuscito e il record precedente, di 9 gol, era detenuto da Harry Kane, Sadio Mané e Simone Inzaghi.[52] Il 22 novembre seguente realizza una quaterna nel successo per 5-2 in casa dell'Hertha Berlino.[53] In campionato la squadra vive alcune difficoltà, ma il norvegese continua ad andare in rete, realizzando, tra l'altro, una doppietta nella partita persa per 4-2 contro il Bayern Monaco.[54] In Champions è decisivo agli ottavi, realizzando due doppiette (sia andata che ritorno) contro il Siviglia;[55][56] con la doppietta al ritorno diventa il giocatore che ha impiegato meno partite (14) per segnare 20 gol nella massima competizione europea.[57] Il cammino europeo dei gialloneri s'interrompe ai quarti contro il Manchester City; ciononostante il centravanti norvegese si è laureato capocannoniere della competizione con 10 reti.[58] Il 13 maggio 2021 contribuisce, con una doppietta, alla vittoria della Coppa di Germania contro il RB Lipsia (4-1); si tratta del primo trofeo per il norvegese in maglia giallonera.[59] Termina l'annata con 41 partite giocate e 41 reti.

2021-2022: Infortuni vari e addio

Inizia la stagione 2021-2022 da protagonista dalla prima giornata di campionato, in cui realizza due reti e serve tre assist nella vittoria per 5-2 sull'Eintracht Francoforte.[60] Nei giorni successivi rimane vittima di una tendinite al ginocchio,[61] che lo costringe a rimanere fuori dai campi di gioco fino al 16 ottobre, quando torna a giocare da titolare contro il Magonza; la partita terminerà 3-1 in favore del Borussia Dortmund, con due reti siglate dal norvegese.[62] Subito dopo subisce un infortunio al flessore, che impongono all'attaccante tempi di recupero della durata di due mesi.[63] Torna in campo il 27 novembre, quando segna il gol del 3-1 finale ai danni del Wolfsburg,[64] raggiungendo le 50 marcature in Bundesliga.[65] Conclude l'ultima stagione in maglia giallonera con 29 reti in 30 partite complessive.

Manchester City

2022-2023: 52 reti in stagione e Treble continentale
Haaland con Rodri al Manchester City nel 2022.

Il 10 maggio 2022 il Manchester City annuncia di aver trovato un accordo con il Borussia Dortmund per l'acquisto del giocatore;[66][67] il trasferimento viene completato il 13 giugno successivo.[68]

Il 30 luglio debutta quindi nel calcio inglese, giocando da titolare la partita di Community Shield persa per 3-1 contro il Liverpool.[69] Il 7 agosto è la volta dell'esordio in Premier League, dove realizza, peraltro, le due reti che consentono di vincere la gara in casa del West Ham Utd (0-2).[70] Il 27 agosto, invece, è autore della sua prima tripletta in terra inglese, contribuendo di fatto al 4-2 finale ai danni del Crystal Palace.[71] Si ripete il 31 agosto, segnando tre delle sei reti con cui i Citizens battono il Nottingham Forest.[72] Il 3 settembre, grazie al gol segnato nel pareggio esterno con l'Aston Villa (1-1),[73] raggiunge la doppia cifra in campionato, stabilendo al contempo il record per il minor numero di partite servite all'intento (6).[74] Tre giorni dopo debutta con una doppietta in UEFA Champions League, aiutando così la squadra a vincere per 4-0 la prima partita giocata contro il Siviglia;[75] grazie a tale prestazione, l'attaccante norvegese diviene il più giovane calciatore a realizzare 25 reti nella competizione (22 anni, 1 mese e 16 giorni).[76][77] Il 2 ottobre seguente realizza la sua terza tripletta della stagione, questa volta nel Derby di Manchester contro il Manchester Utd, match vinto dai Citizens per 6-3.[78]

Il 15 febbraio 2023 segna il suo 26º gol in campionato dopo sole 22 partite, eguagliando così il record di reti per un giocatore dei Citiziens stabilito da Sergio Aguero nella stagione 2014-15.[79] Il 14 marzo successivo realizza cinque gol nella partita Manchester City-RB Lipsia (7-0), diventando il terzo giocatore a segnare cinque reti in un incontro di UEFA Champions League (il tredicesimo contando anche la Coppa dei Campioni) e il secondo (dopo Lionel Messi) a riuscirci nella fase a eliminazione diretta.[80] Quattro giorni dopo è autore di tre marcature nel 6-0 finale inflitto al Burnley in FA Cup, arrivando a quota sei triplette in stagione.[81] Il 30 aprile, con la rete segnata nella vittoria per 1-2 in casa del Fulham,[82] raggiunge il record di 34 marcature in campionato, eguagliando gli ex calciatori Andy Cole e Alan Shearer;[83] per il norvegese si tratta anche del 50º gol stagionale. Tale primato viene superato il 3 maggio seguente, durante il recupero della ventottesima giornata vinta 3-0 contro il West Ham Utd; nell'occasione, sigla la rete del 2-0.[84] Al termine della prima stagione con i Citizens conquista campionato, coppa nazionale e Champions, vincendo il titolo di capocannoniere sia in campionato sia in Champions.[85][86][87][88]

2023-2024: Il secondo anno in Inghilterra
Haaland nel 2023.

Inizia la stagione 2023-2024 segnando una doppietta nella prima giornata di Premier League vinta per 3-0 contro il neopromosso Burnley.[89] Il 16 agosto 2023 vince il suo quarto trofeo con il Manchester City, la Supercoppa UEFA, grazie al successo ottenuto ai danni del Siviglia (1-1, 5-4 dcr).[90] Il 29 agosto, invece, viene nominato Calciatore dell'anno (PFA) per i meriti della precedente annata.[91] Il 2 settembre, grazie alla tripletta registrata contro il Fulham, raggiunge quota 50 contributi in Premier League (41 gol e 9 assist), stabilendo il record per il minor numero di partite servite a tale intento (39).[92] Il 30 ottobre 2023 si piazza secondo nella classifica del Pallone d’oro, superato da Lionel Messi al suo ottavo riconoscimento.[93] Nella stessa serata, viene comunque premiato con il trofeo Gerd Müller, assegnato al miglior marcatore europeo.[94] Il 25 novembre seguente stabilisce il record per il minor numero di partite servite (48) a realizzare 50 reti nel campionato inglese, superando il primato di Andy Cole (65).[95] Subisce poi un infortunio al piede destro, che lo tiene lontano dai campi di gioco per due mesi, precludendogli la partecipazione alla Coppa del mondo per club, vinta comunque dal Manchester City.[96]

Il 20 febbraio 2024, grazie al gol vittoria contro il Brentford, eguaglia il record di Harry Kane come l'unico giocatore ad aver segnato a tutte le squadre del campionato inglese.[97] Sette giorni dopo, realizza cinque reti nella partita di FA Cup vinta sul campo del Luton Town (2-6), diventando il primo calciatore della storia del Manchester City a realizzare in due occasioni cinque reti in una partita.[98] In aggiunta, diventa il secondo calciatore a segnare cinque reti in una partita di FA Cup dal 1970, quando a riuscirci fu George Best.[99] Il 4 maggio segna quattro reti nella vittoria interna per 5-1 ai danni del Wolverhampton.[100] Il 19 maggio 2024, grazie al successo sul West Ham Utd (3-1), vince nuovamente la Premier League, risutaldone anche il capocannoniere con 27 reti.[101]

Nazionale

Haaland ha rappresentato la Norvegia a livello giovanile, nell'Under-15, Under-16, Under-17, Under-18, Under-19, Under-20 e Under-21.[102] Per quanto concerne quest'ultima selezione, ha effettuato il proprio esordio l'11 settembre 2018, venendo schierato da titolare nella vittoria per 3-1 in casa dell'Azerbaigian, sfida valida per le qualificazioni al campionato europeo 2019.[103]

Con la nazionale, al mondiale Under-20, il 30 maggio 2019, ha segnato 9 reti nella partita giocata contro l'Honduras, vinta per 12-0 dalla nazionale scandinava, risultando alla fine del torneo il miglior marcatore.[104][105]

Nell'agosto successivo, viene convocato per la prima volta dal commissario tecnico svedese Lars Lagerbäck nella nazionale maggiore norvegese, dove fa il suo esordio il 5 settembre dello stesso anno, giocando come titolare nella partita vinta per 2-0 in casa contro Malta, valida per le qualificazioni al campionato d'Europa 2020.[106] Il 4 settembre 2020 realizza la prima rete con la nazionale maggiore nel match valido per il primo turno della Nations League, perso contro l'Austria per 1-2.[107] Nella medesima competizione mette a segno il 7 settembre la prima doppietta in nazionale nel 5-1 contro l'Irlanda del Nord[108][109] e l'11 ottobre la prima tripletta nel 4-0 contro la Romania.[110]

Il 12 giugno 2022, in occasione della sfida di Nations League vinta per 3-2 contro la Svezia, segna una doppietta con cui raggiunge quota 20 reti in nazionale, diventando il giocatore ad avere raggiunto più velocemente tale cifra nella storia delle nazionali.[111][112]

Statistiche

Tra club, nazionale maggiore e nazionali giovanili, Haaland ha collezionato 377 partite segnando 306 reti, alla media di 0.82 reti a partita.

Presenze e reti nei club

Statistiche aggiornate al 19 maggio 2024.

Stagione Club Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2015 Bandiera della Norvegia Bryne 2 3D 3 2 - - - - - - - - - 3 2
2016 3D 11 16 - - - - - - - - - 11 16
Totale Bryne 2 14 18 - - - - - - 14 18
2016 Bandiera della Norvegia Bryne 1D 16 0 CN 0 0 - - - - - - 16 0
2017 Bandiera della Norvegia Molde 2 3D 4 2 - - - - - - - - - 4 2
2017 Bandiera della Norvegia Molde ES 14 2 CN 6 2 - - - - - - 20 4
2018 ES 25 12 CN 0 0 UEL 5[113] 4[113] - - - 30 16
Totale Molde 39 14 6 2 5 4 - - 50 20
gen.-giu. 2019 Bandiera dell'Austria Salisburgo BL 2 1 CA 2 0 UEL 1 0 - - - 5 1
2019-gen. 2020 BL 14 16 CA 2 4 UCL 6 8 - - - 22 28
Totale Salisburgo 16 17 4 4 7 8 - - 27 29
gen.-giu. 2020 Bandiera della Germania Borussia Dortmund BL 15 13 CG 1 1 UCL 2 2 - - - 18 16
2020-2021 BL 28 27 CG 4 3 UCL 8 10 SG 1 1 41 41
2021-2022 BL 24 22 CG 2 4 UCL+UEL 3+0 3+0 SG 1 0 30 29
Totale Borussia Dortmund 67 62 7 8 13 15 2 1 89 86
2022-2023 Bandiera dell'Inghilterra Manchester City PL 35 36 FACup+CdL 4+2 3+1 UCL 11 12 CS 1 0 53 52
2023-2024 PL 31 27 FACup+CdL 2+0 5+0 UCL 9 6 CS+SU+Cmc 1+1+0 0 44 38
Totale Manchester City 66 63 8 9 20 18 3 0 97 90
Totale carriera 222 176 25 23 45 45 5 1 297 245

Cronologia presenze e reti in nazionale

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
5-9-2019 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 2 – 0 Bandiera di Malta Malta Qual. Euro 2020 - Uscita al 66’ 66’
8-9-2019 Solna Svezia Bandiera della Svezia 1 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia Qual. Euro 2020 - Ingresso al 76’ 76’
4-9-2020 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 2 Bandiera dell'Austria Austria UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno 1 Ammonizione al 86’ 86’
7-9-2020 Belfast Irlanda del Nord Bandiera dell'Irlanda del Nord 1 – 5 Bandiera della Norvegia Norvegia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno 2
8-10-2020 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 2 dts Bandiera della Serbia Serbia Qual. Euro 2020 -
11-10-2020 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 4 – 0 Bandiera della Romania Romania UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno 3 Uscita al 78’ 78’
14-10-2020 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 0 Bandiera dell'Irlanda del Nord Irlanda del Nord UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Uscita al 87’ 87’
24-3-2021 Gibilterra Gibilterra Bandiera di Gibilterra 0 – 3 Bandiera della Norvegia Norvegia Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 62’ 62’
27-3-2021 Malaga Norvegia Bandiera della Norvegia 0 – 3 Bandiera della Turchia Turchia Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 83’ 83’
30-3-2021 Podgorica Montenegro Bandiera del Montenegro 0 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 80’ 80’
2-6-2021 Malaga Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 0 Bandiera del Lussemburgo Lussemburgo Amichevole 1
6-6-2021 Malaga Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 2 Bandiera della Grecia Grecia Amichevole -
1-9-2021 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2022 1
4-9-2021 Riga Lettonia Bandiera della Lettonia 0 – 2 Bandiera della Norvegia Norvegia Qual. Mondiali 2022 1 Uscita al 88’ 88’
7-9-2021 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 5 – 1 Bandiera di Gibilterra Gibilterra Qual. Mondiali 2022 3
25-3-2022 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 2 – 0 Bandiera della Slovacchia Slovacchia Amichevole 1 Uscita al 82’ 82’
29-3-2022 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 9 – 0 Bandiera dell'Armenia Armenia Amichevole 2 Uscita al 48’ 48’
2-6-2022 Belgrado Serbia Bandiera della Serbia 0 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno 1 Uscita al 67’ 67’
5-6-2022 Solna Svezia Bandiera della Svezia 1 – 2 Bandiera della Norvegia Norvegia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno 2 Uscita al 73’ 73’
9-6-2022 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 0 – 0 Bandiera della Slovenia Slovenia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -
12-6-2022 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 3 – 2 Bandiera della Svezia Svezia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno 2 Uscita al 89’ 89’
24-9-2022 Lubiana Slovenia Bandiera della Slovenia 2 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno 1
27-9-2022 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 0 – 2 Bandiera della Serbia Serbia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -
17-6-2023 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 2 Bandiera della Scozia Scozia Qual. Euro 2024 1 Uscita al 84’ 84’
20-6-2023 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 3 – 1 Bandiera di Cipro Cipro Qual. Euro 2024 2 Uscita al 87’ 87’
12-9-2023 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 2 – 1 Bandiera della Georgia Georgia Qual. Euro 2024 1
12-10-2023 Larnaca Cipro Bandiera di Cipro 0 – 4 Bandiera della Norvegia Norvegia Qual. Euro 2024 2 Uscita al 77’ 77’
15-10-2023 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 0 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Qual. Euro 2024 -
16-11-2023 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 2 – 0 Bandiera delle Fær Øer Fær Øer Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
22-3-2024 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 2 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole - Uscita al 75’ 75’
26-3-2024 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 1 Bandiera della Slovacchia Slovacchia Amichevole - Uscita al 62’ 62’
Totale Presenze 31 Reti (2º posto) 27
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-9-2018 Baku Azerbaigian Under-21 Bandiera dell'Azerbaigian 1 – 3 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2019 -
12-10-2018 Ingolstadt Germania Under-21 Bandiera della Germania 2 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2019 -
16-10-2018 Drammen Norvegia Under-21 Bandiera della Norvegia 1 – 1 Bandiera dell'Azerbaigian Azerbaigian Under-21 Qual. Europeo Under-21 2019 - Ingresso al 55’ 55’
Totale Presenze 3 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia Under-20
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
23-3-2019 Frauenkirchen Austria Under-20 Bandiera dell'Austria 0 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-20 Amichevole 1 Ingresso al 46’ 46’
26-3-2019 Dunajská Streda Slovacchia Under-20 Bandiera della Slovacchia 1 – 2 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-20 Amichevole 1 Ammonizione al 58’ 58’
24-5-2019 Łódź Norvegia Under-20 Bandiera della Norvegia 1 – 3 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Under-20 Mondiali Under-20 2019 - 1º turno -
27-5-2019 Łódź Norvegia Under-20 Bandiera della Norvegia 1 – 2 Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda Under-20 Mondiali Under-20 2019 - 1º turno -
30-5-2019 Lublino Norvegia Under-20 Bandiera della Norvegia 12 – 0 Bandiera dell'Honduras Honduras Under-20 Mondiali Under-20 2019 - 1º turno 9
Totale Presenze 5 Reti 11
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia Under-19
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
4-10-2017 Kamëz Norvegia Under-19 Bandiera della Norvegia 3 – 0 Bandiera del Montenegro Montenegro Under-19 Qual. Europeo Under-19 2018 1 Uscita al 84’ 84’
7-10-2017 Kamëz Norvegia Under-19 Bandiera della Norvegia 1 – 2 Bandiera dell'Ucraina Ucraina Under-19 Qual. Europeo Under-19 2018 1
10-10-2017 Tirana Albania Under-19 Bandiera dell'Albania 1 – 7 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-19 Qual. Europeo Under-19 2018 2 Uscita al 56’ 56’
21-3-2018 Ahlen Paesi Bassi Under-19 Bandiera dei Paesi Bassi 6 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-19 Qual. Europeo Under-19 2018 -
24-3-2018 Hüsten Germania Under-19 Bandiera della Germania 2 – 5 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-19 Qual. Europeo Under-19 2018 2
27-3-2018 Lippstadt Norvegia Under-19 Bandiera della Norvegia 5 – 4 Bandiera della Scozia Scozia Under-19 Qual. Europeo Under-19 2018 3 Ammonizione al 80’ 80’
16-7-2018 Vaasa Portogallo Under-19 Bandiera del Portogallo 3 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-19 Europeo Under-19 2018 - 1º turno -
19-7-2018 Seinäjoki Finlandia Under-19 Bandiera della Finlandia 3 – 2 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-19 Europeo Under-19 2018 - 1º turno -
22-7-2018 Seinäjoki Italia Under-19 Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-19 Europeo Under-19 2018 - 1º turno 1 Ammonizione al 9’ 9’
Totale Presenze 9 Reti 10
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia Under-18
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
30-8-2017 Sandefjord Norvegia Under-18 Bandiera della Norvegia 1 – 1 Bandiera dell'Austria Austria Under-18 Amichevole - Ingresso al 56’ 56’
2-9-2017 Sandefjord Norvegia Under-18 Bandiera della Norvegia 4 – 2 Bandiera della Svezia Svezia Under-18 Amichevole 1 Uscita al 61’ 61’
4-10-2017 Tirana Montenegro Under-18 Bandiera del Montenegro 0 – 2 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-18 Amichevole 1 Uscita al 84’ 84’
7-10-2017 Tirana Ucraina Under-18 Bandiera dell'Ucraina 2 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-18 Amichevole 1
10-10-2017 Tirana Albania Under-18 Bandiera dell'Albania 1 – 7 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-18 Amichevole 2 Uscita al 56’ 56’
11-11-2017 Miami Polonia Under-18 Bandiera della Polonia 0 – 2 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-18 Amichevole 1 Uscita al 80’ 80’
Totale Presenze 6 Reti 6
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia Under-17
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
23-3-2017 Dabas Israele Under-17 Bandiera d'Israele 0 – 3 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-17 Qual. Europeo Under-17 2017 2 Uscita al 54’ 54’
26-3-2017 Telki Ungheria Under-17 Bandiera dell'Ungheria 1 – 0 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-17 Qual. Europeo Under-17 2017 - Uscita al 51’ 51’
4-5-2017 Zagabria Inghilterra Under-17 Bandiera dell'Inghilterra 3 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-17 Europeo Under-17 2017 - 1º turno - Uscita al 72’ 72’
7-5-2017 Zagabria Paesi Bassi Under-17 Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 2 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-17 Europeo Under-17 2017 - 1º turno - Uscita al 40’ 40’
10-5-2017 Zagabria Ucraina Under-17 Bandiera dell'Ucraina 2 – 0 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-17 Europeo Under-17 2017 - 1º turno - Ingresso al 60’ 60’
Totale Presenze 5 Reti 2
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Norvegia Under-15
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
15-9-2015 Gjøvik Norvegia Under-15 Bandiera della Norvegia 2 – 4 Bandiera della Svezia Svezia Under-15 Amichevole 2
17-9-2015 Brumunddal Norvegia Under-15 Bandiera della Norvegia 3 – 1 Bandiera della Svezia Svezia Under-15 Amichevole 2 Uscita al 74’ 74’
17-11-2015 Belfast Irlanda del Nord Under-15 Bandiera dell'Irlanda del Nord 4 – 4 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-15 Amichevole - Uscita al 64’ 64’
19-11-2015 Belfast Irlanda del Nord Under-15 Bandiera dell'Irlanda del Nord 1 – 2 Bandiera della Norvegia Norvegia Under-15 Amichevole - Uscita al 75’ 75’
Totale Presenze 4 Reti 4

Record

In Champions League

  • Unico calciatore insieme a Luiz Adriano[114] e Lionel Messi[115] ad aver segnato 5 reti in una sola partita e l'unico insieme all'argentino ad averle realizzate durante la fase a eliminazione diretta.[116]
  • Unico calciatore ad aver segnato una tripletta all'esordio.[27][117]

In Premier League

  • Miglior marcatore stagionale del campionato (36).[84]

Palmarès

Club

Competizioni giovanili

Molde: 2017

Competizioni nazionali

Salisburgo: 2018-2019
Salisburgo: 2018-2019
Borussia Dortmund: 2020-2021
Manchester City: 2022-2023, 2023-2024
Manchester City: 2022-2023

Competizioni internazionali

Manchester City: 2022-2023
Manchester City: 2023
Manchester City: 2023

Individuale

Polonia 2019 (9 reti)
2019
2020
2020-2021
2020-2021 (10 reti), 2022-2023 (12 reti)
2020-2021, 2022-2023
Miglior attaccante: 2020-2021[118]
Miglior giocatore: 2022-2023
2020-2021 (6 reti, a pari merito con Romelu Lukaku e Ferrán Torres), 2022-2023 (6 reti, a pari merito con Aleksandar Mitrović)
2022
2022-2023
2022-2023
2022-2023
2022-2023
  • Giovane dell'anno della Premier League: 1
2022-2023
  • Capocannoniere della Premier League: 2
2022-2023 (36 reti), 2023-2024 (27 reti)
2023
2023
2023
2023
Miglior trasferimento dell'anno: 2022
Miglior calciatore dell'anno: 2023

Note

  1. ^ (EN) Erling Haaland Manchester City Forward, Profile & Stats | Premier League, su premierleague.com. URL consultato il 19 aprile 2023.
  2. ^ a b (NO) Derfor byttet han fra Håland til Haaland, su dagbladet.no, 19 settembre 2019. URL consultato il 10 ottobre 2022.
  3. ^ (EN) Top 50 Best Players, su FootballCritic. URL consultato il 21 maggio 2023.
  4. ^ (EN) The 100 best male footballers in the world 2022, su the Guardian. URL consultato il 21 maggio 2023.
  5. ^ (EN) Molde starlet Erling Braut Haland wants to follow father Alf-Inge and play for Leeds United, su talksport.com. URL consultato l'11 settembre 2018.
  6. ^ (EN) Erling Braut Håland breaks U-20 World Cup record with nine goals in one match, in The Guardian, 30 maggio 2019. URL consultato il 12 ottobre 2019.
  7. ^ Ma il cugino di Haaland sogna pecore elettriche?, su ultimouomo.com, 15 aprile 2021. URL consultato il 24 aprile 2021.
  8. ^ Il grave infortunio del padre di Haaland: il fallaccio di Roy Keane nel derby di Manchester | Goal.com Italia, su goal.com, 23 novembre 2022. URL consultato il 28 dicembre 2023.
  9. ^ a b c Hale Hendrix, Biografia di Erling Haaland - Infanzia, famiglia, genitori [2023], su LifeBogger, 15 aprile 2023. URL consultato il 28 dicembre 2023.
  10. ^ (EN) Waiting for Haaland, su The Coaches' Voice. URL consultato il 14 giugno 2023.
  11. ^ Alf Ingve Berntsen*, Da quale pianeta viene Erling Haaland?, su Rivista Undici, 2 dicembre 2021. URL consultato il 28 dicembre 2023.
  12. ^ a b c d e È un orso? È un cavallo? No, è Haaland, su ultimouomo.com, 19 settembre 2019. URL consultato il 12 ottobre 2019.
  13. ^ a b (EN) Man United, Juventus and Dortmund tracked Erling Haaland, but he chose Red Bull Salzburg, su espn.com, 23 agosto 2018. URL consultato il 12 ottobre 2019.
  14. ^ a b c Norvegia U20, segna 9 gol: chi è Braut Haland, su sport.sky.it. URL consultato il 18 settembre 2019.
  15. ^ a b c Haland, 19 anni e 3 gol al debutto in Champions: e in stagione è già a 17 reti in 9 gare!, su gazzetta.it. URL consultato il 18 settembre 2019.
  16. ^ (EN) Haaland's childhood hero was … Swansea legend Michu, in BBC Sport. URL consultato il 1º maggio 2023.
  17. ^ (EN) Zlatan Ibrahimovic an inspiration for Erling Braut Haaland, su skysports.com. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  18. ^ (NO) Ranheim 1 - 0 Bryne, su altomfotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  19. ^ (NO) Erling Braut Håland (15) drar til Hoffenheim, su aftenbladet.no. URL consultato l'11 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2018).
  20. ^ (NO) HÅLAND KLAR FOR MOLDE FK, su moldefk.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  21. ^ (NO) Volda 2 - 3 Molde, su altomfotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  22. ^ (NO) Sarpsborg 08 1 - 0 Molde, su altomfotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  23. ^ (NO) Tromsø 1 - 2 Molde, su altomfotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  24. ^ (NB) Braut Håland (17) herjet med Brann med Manchester United-speider på tribunen, su vg.no. URL consultato il 10 marzo 2021.
  25. ^ (EN) Welcome to Salzburg, Erling Haland!, su redbullsalzburg.at. URL consultato l'11 settembre 2018.
  26. ^ Red Bull Salisburgo - LASK, 12/mag/2019 - Bundesliga - Cronaca della partita, su transfermarkt.it. URL consultato il 18 febbraio 2020.
  27. ^ a b Salisburgo, Håland nella storia della Champions: tripletta in un tempo al debutto, su goal.com, 17 settembre 2019.
  28. ^ Anche Raúl realizzò una tripletta in una gara di UEFA Champions League, all'età di 18 anni, ma non al debutto.
  29. ^ Haaland show, tripletta all'esordio in Champions, su sport.sky.it. URL consultato il 10 marzo 2021.
  30. ^ Champions: Liverpool-Salisburgo 4-3, su ansa.it, 2 ottobre 2019. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  31. ^ a b Haaland da record, nessuno come lui in Champions, su sport.sky.it. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  32. ^ Segna sempre Haaland: 6 gol nelle sue prime 3 partite in Champions, nessuno come lui, su eurosport.it, 23 ottobre 2019. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  33. ^ Napoli-Salisburgo 1-1: gol e highlights della partita. Lozano risponde al solito Haaland, su sport.sky.it. URL consultato l'11 dicembre 2019.
  34. ^ Champions League, Haaland scatenato batte i record di Raul e Mbappé, su foxsports.it, 6 novembre 2019. URL consultato il 24 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 24 febbraio 2020).
  35. ^ Il Salisburgo dà spettacolo a Genk: quattro gol, segna anche Haaland, su ilmattino.it. URL consultato l'11 dicembre 2019.
  36. ^ (NB) Haaland etter Champions League-exiten: – Det er blytungt, su vg.no. URL consultato l'11 dicembre 2019.
  37. ^ (DE) BVB verpflichtet Erling Haaland, su bvb.de, 29 dicembre 2019.
  38. ^ (DE) Haaland wechselt zum BVB, su redbullsalzburg.at, 29 dicembre 2019.
  39. ^ Erling Haaland al Dortmund, le cifre dell’operazione, su calcioefinanza.it, 30 dicembre 2019.
  40. ^ Haaland, che debutto col Dortmund: entra e fa tripletta in 23'! Augsburg ribaltato, su gazzetta.it, 18 gennaio 2020.
  41. ^ Borussia Dortmund a valanga sul Colonia: 5-1, doppietta per Haaland, su it.eurosport.com, 24 gennaio 2020.
  42. ^ Haaland, 7 gol in 3 partite: Dortmund facile. Lipsia pari, il Bayern sale in vetta, su gazzetta.it, 1º febbraio 2020.
  43. ^ Haaland re di Dortmund: show del norvegese, Psg ai piedi di un 19enne, su gazzetta.it, 18 febbraio 2020.
  44. ^ Haaland spaziale, dieci goal in sette gare: può essere il primo Under 20 capocannoniere, su goal.com, 18 febbraio 2020.
  45. ^ Haaland (Borussia) doma il Psg, l’Atletico sorprende il Liverpool, su corriere.it, 18 febbraio 2020. URL consultato il 18 febbraio 2020.
  46. ^ La Bundesliga riparte da Haaland: suo il primo gol della rinascita, su repubblica.it, 16 maggio 2020. URL consultato l'8 luglio 2020.
  47. ^ Bundesliga, il primo gol dopo la pandemia è di Haaland: l'esultanza senza abbracci, su video.repubblica.it, 16 maggio 2020. URL consultato il 16 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2020).
  48. ^ https://www.transfermarkt.it/erling-haaland/leistungsdaten/spieler/418560/plus/0?saison=2019
  49. ^ Borussia Dortmund-Zenit 2-0: Sancho e Haaland in gol, su eurosport.it, 28 ottobre 2020. URL consultato il 6 marzo 2021.
  50. ^ Bruges-Borussia Dortmund 0-3: Haaland, sempre lui, su eurosport.it, 4 novembre 2020. URL consultato il 6 marzo 2021.
  51. ^ Champions League, Borussia Dortmund-Bruges 3-0: doppietta di Haaland e gol di Sancho, su eurosport.it, 24 novembre 2020. URL consultato il 6 marzo 2021.
  52. ^ (EN) Most goals after 10 games: Haaland breaks Champions League record, su transfermarkt.com. URL consultato il 6 marzo 2021.
  53. ^ Quanti gol ha fatto Haaland? Favre perde il conto, su sport.sky.it. URL consultato il 23 novembre 2020.
  54. ^ Bayern, che rimonta: da 0-2 a 4-2! Tripletta di Lewa e Dortmund k.o., su gazzetta.it. URL consultato il 10 marzo 2021.
  55. ^ Siviglia-Dortmund 2-3, gol e highlights: segnano Dahoud e Haaland (doppietta), su sport.sky.it. URL consultato il 10 marzo 2021.
  56. ^ Champions, Borussia Dortmund-Siviglia 2-2: Haaland porta i tedeschi ai quarti, su repubblica.it, 9 marzo 2021. URL consultato il 10 marzo 2021.
  57. ^ Champions League, Erling Haaland record pazzesco: 20 gol in Champions in appena 14 match giocati, su eurosport.it, 10 marzo 2021. URL consultato il 10 marzo 2021.
  58. ^ Capocannoniere Champions League: vince Haaland, su it.uefa.com, 30 maggio 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  59. ^ Coppa di Germania, Borussia Dortmund campione, su sport.sky.it, 13 maggio 2021.
  60. ^ (EN) Erling Braut Haaland scored twice and assisted another two as Borussia Dortmund overpowered Eintracht Frankfurt in their Bundesliga opener., su bbc.com. URL consultato il 15 agosto 2021.
  61. ^ (PT) Haaland volta após lesão, marca duas vezes, e Borussia Dortmund vence o Mainz no Alemão, su Lance!. URL consultato il 16 aprile 2022.
  62. ^ Borussia Dortmund - 1.FSV Magonza 05, 16/ott/2021 - Bundesliga - Cronaca della partita, su transfermarkt.it. URL consultato il 16 aprile 2022.
  63. ^ (EN) Jacob Whitehead, Erling Haaland injury: Borussia Dortmund striker out for a few weeks, su The Athletic. URL consultato il 16 aprile 2022.
  64. ^ VfL Wolfsburg - Borussia Dortmund, 27/nov/2021 - Bundesliga - Cronaca della partita, su transfermarkt.it. URL consultato il 16 aprile 2022.
  65. ^ (PT) Haaland chega aos 50 golos na Bundesliga e faz história, su Maisfutebol. URL consultato il 16 aprile 2022.
  66. ^ (EN) Club statement on Erling Haaland, su mancity.com, 10 maggio 2022. URL consultato il 10 maggio 2022.
  67. ^ (DE) Erling Haaland vor Wechsel zu Manchester City, su bvb.de, 10 maggio 2022. URL consultato il 10 maggio 2022.
  68. ^ (EN) City complete Haaland transfer, su mancity.com, 13 giugno 2022. URL consultato il 13 giugno 2022.
  69. ^ (EN) Nunez scores as Liverpool win Community Shield, in BBC Sport. URL consultato il 7 agosto 2022.
  70. ^ (EN) Two-goal Haaland inspires Man City to Hammers win, in BBC Sport. URL consultato il 7 agosto 2022.
  71. ^ Premier: Manchester City vince in rimonta, Haaland ne segna 3 - Calcio, su Agenzia ANSA, 27 agosto 2022. URL consultato il 27 agosto 2022.
  72. ^ (EN) Haaland scores hat-trick as Manchester City hit Nottingham Forest for six, su the Guardian, 31 agosto 2022. URL consultato il 31 agosto 2022.
  73. ^ Aston Villa - Manchester City, 03/set/2022 - Premier League - Cronaca della partita, su transfermarkt.it. URL consultato il 7 settembre 2022.
  74. ^ Sky Sport, Haaland mostruoso: dopo 6 giornate è già record, su sport.sky.it. URL consultato il 7 settembre 2022.
  75. ^ (EN) Haaland scores twice as Man City thrash Sevilla, in BBC Sport. URL consultato il 7 settembre 2022.
  76. ^ (EN) Haaland, Man City off to a flying start in Champions League with big win over Sevilla, su espn.com, 6 settembre 2022. URL consultato il 7 settembre 2022.
  77. ^ Haaland, in Champions 25 gol in 20 presenze: battuti Messi, CR7, Benzema e Lewandowski, su sport.sky.it, 7 settembre 2022. URL consultato il 7 settembre 2022.
  78. ^ Pazzesco Haaland: segna un'altra tripletta e il City travolge 6-3 lo United!, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 2 ottobre 2022.
  79. ^ 26 gol in 22 giornate. Haaland raggiunge già Aguero: nessuno come lui nella storia del City, su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 19 febbraio 2023.
  80. ^ Man City, Haaland da record... come Luiz Adriano e Messi, 14 marzo 2023.
  81. ^ (EN) Scott Murray, Manchester City v Burnley: FA Cup quarter-final – live, in the Guardian, 18 marzo 2023. URL consultato il 18 marzo 2023.
  82. ^ Haaland da record, il City batte il Fulham e vola al comando della Premier. Liverpool-Tottenham 4-3, finale folle ad Anfield, su la Repubblica, 30 aprile 2023. URL consultato il 30 aprile 2023.
  83. ^ (EN) Haaland breaks 38-game Prem scoring record, su espn.com, 26 aprile 2023. URL consultato il 30 aprile 2023.
  84. ^ a b Premier League, il City si riprende il primo posto. Haaland, altro record, su corrieredellosport.it. URL consultato il 3 maggio 2023.
  85. ^ (EN) Will Unwin, Manchester City win Premier League title for fifth time in six seasons, in The Observer, 20 maggio 2023. URL consultato il 21 maggio 2023.
  86. ^ (EN) Premier League First Team Club Statistics, Team & Player Stats, su premierleague.com. URL consultato il 28 maggio 2023.
  87. ^ (EN) David Hytner, Manchester City hold off Manchester United to win FA Cup and strike Double, in The Observer, 3 giugno 2023. URL consultato l'11 giugno 2023.
  88. ^ (EN) Jamie Jackson, ‘You have to be lucky’: Manchester City’s Pep Guardiola grateful for small margins, in The Observer, 10 giugno 2023. URL consultato l'11 giugno 2023.
  89. ^ (EN) Erling Haaland, in Wikipedia, 16 novembre 2023. URL consultato il 19 novembre 2023.
  90. ^ (EN) Jamie Jackson, Manchester City secure Uefa Super Cup with shootout win over Sevilla, in The Guardian, 16 agosto 2023. URL consultato il 19 novembre 2023.
  91. ^ Erling Haaland: PFA Players' Player of the Year, su thepfa.com.
  92. ^ (EN) Haaland makes more Premier League history, su premierleague.com. URL consultato il 19 novembre 2023.
  93. ^ eurosport.com, https://www.eurosport.com/geoblocking.shtml. URL consultato il 19 novembre 2023.
  94. ^ www.eurosport.com, https://www.eurosport.com/geoblocking.shtml. URL consultato il 5 maggio 2024.
  95. ^ (EN) Haaland makes history - but Man City miss record bid, in BBC Sport. URL consultato il 5 maggio 2024.
  96. ^ (EN) Haaland to return for Man City after nearly 2 months out with foot injury, su AP News, 30 gennaio 2024. URL consultato il 5 maggio 2024.
  97. ^ (EN) Erling Haaland sets another record! Man City superstar completes Premier League feat only previously accomplished by Harry Kane following Brentford winner | Goal.com United Arab Emirates, su www.goal.com, 20 febbraio 2024. URL consultato il 5 maggio 2024.
  98. ^ Luton Town 2–6 Manchester City, su bbc.com, BBC Sport, 27 febbraio 2024.
  99. ^ Haaland's five goal haul equals City FA Cup scoring record, su mancity.com.
  100. ^ (EN) Joe Bray, Man City vs Wolves live highlights as Haaland hits four, su Manchester Evening News, 4 maggio 2024. URL consultato il 5 maggio 2024.
  101. ^ (EN) Man City 3-1 West Ham: Premier League title is City’s again as Phil Foden and Rodri help make it four in a row, su Sky Sports. URL consultato il 19 maggio 2024.
  102. ^ (NO) Erling Braut Håland, su fotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  103. ^ (NO) U21-landslaget slo Aserbajdsjan : - Tre poeng var det viktigste i dag, su fotball.no. URL consultato l'11 settembre 2018.
  104. ^ (EN) Guardian sport, Erling Braut Håland breaks U-20 World Cup record with nine goals in one match, in The Guardian, 30 maggio 2019. URL consultato il 12 ottobre 2019.
  105. ^ (EN) Fifa World Cup U20 2019 - Norvegia - Honduras 12-0, su fifa.com. URL consultato il 30 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2020).
  106. ^ (EN) Bobby McMahon, Remember His Name; RB Salzburg’s Erling Braut Håland, su forbes.com, 15 settembre 2019. URL consultato il 18 settembre 2019.
  107. ^ (EN) Nations League round-up: Erling Haaland nets first international goal, Italy held by Bosnia and Herzegovina, su skysports.com, 4 settembre 2020. URL consultato il 5 settembre 2020.
  108. ^ HAALAND SCATENATO: DOPPIETTA NEL 5-1 DELLA NORVEGIA, su eurosport.it, 8 settembre 2020. URL consultato il 23 novembre 2020.
  109. ^ Norvegia, Haaland show anche in nazionale: esulta come l’idolo Michu, su fanpage.it, 8 settembre 2020. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  110. ^ (SE) Håland-hattrick när Norge nollade Rumänien, su svt.se, 11 ottobre 2020. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  111. ^ I numeri di Haaland sono sempre più senza senso, su sport.sky.it. URL consultato il 13 giugno 2022.
  112. ^ (EN) Robert Summerscales, Captain Erling Haaland Hits 20-Goal Mark For Norway In Dominant Display Against Sweden, su si.com. URL consultato il 13 giugno 2022.
  113. ^ a b Nei turni preliminari.
  114. ^ Luiz Adriano come Messi e Haaland: il pokerissimo in Champions rimasto nella storia, su goal.com.
  115. ^ Messi nella storia: cinquina. Barça, 7-1 al Bayer Leverkusen, su gazzetta.it, 7 marzo 2012. URL consultato il 10 febbraio 2014.
  116. ^ Haaland sei nella storia! Cinque gol in una sfida Champions. Come lui solo..., su gazzetta.it.
  117. ^ Erling Haaland in Champions League: record, statistiche, gol, avversari e confronto con Ronaldo, Messi e Mbappé, su it.uefa.com.
  118. ^ Attaccante della Stagione di Champions League: Erling Haaland, su it.uefa.com, 26 agosto 2021.

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autoritàVIAF (EN1158978782155791627 · LCCN (ENnb2023008232 · GND (DE1210603934 · BNF (FRcb18001571d (data) · J9U (ENHE987012600576305171