Robert Lewandowski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robert Lewandowski
Robert Lewandowski FCB.jpg
Lewandowski al Bayern Monaco nel 2014.
Nazionalità Polonia Polonia
Altezza 184[1] cm
Peso 79[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Bayern Monaco
Carriera
Giovanili
2005 Giallo e Rosso (Strisce).png Delta Varsavia
2005-2006 Legia Varsavia
Squadre di club1
2006-2008 Znicz Pruszków 59 (36)
2008-2010 Lech Poznań 58 (32)
2010-2014 Borussia Dortmund 131 (74)
2014- Bayern Monaco 63 (47)
Nazionale
2008 Polonia Polonia U-21 3 (0)
2008- Polonia Polonia 81 (35)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 Luglio 2016

Robert Lewandowski (pronuncia polacca ['robert levan'dofskʲi]; Varsavia, 21 agosto 1988) è un calciatore polacco, attaccante del Bayern Monaco e della Nazionale polacca, di cui è capitano.

Dopo aver vinto in patria tre titoli di capocannoniere in tre divisioni differenti (2007, 2008 e 2010), nel 2010 si trasferisce in Germania al Borussia Dortmund con cui vince due campionati (2011 e 2012), oltre a raggiungere la finale di Champions League nel 2013. Nel 2014, dopo essersi laureato capocannoniere della Bundesliga, si trasferisce al Bayern Monaco. In Baviera amplia il suo palmarès vincendo il campionato 2015.

È il quinto miglior marcatore nella storia della Nazionale di calcio della Polonia, con cui ha preso parte agli Europei del 2012 e del 2016.

È stato nominato calciatore polacco dell'anno per cinque anni di fila, dal 2011 al 2015. Nel 2013 e nel 2015 è stato selezionato tra i 23 candidati finali per la consegna del Pallone d'oro FIFA arrivando quarto nel 2015. È considerato uno degli attaccanti più prolifici in circolazione e uno dei giocatori più forti e completi al mondo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Lewandowski con la maglia del Lech Poznán nel 2009.

Cresce nel piccolo club del Delta Varsavia, prima di entrare, nel 2005, nelle giovanili del Legia Varsavia. Nel 2006 passa allo Znicz Pruszków, nella Terza divisione Polacca, dove con 15 reti contribuisce in modo decisivo alla promozione della squadra, laureandosi anche capocannoniere del campionato. La stagione seguente, in Seconda divisione, è ancora top scorer della categoria, con 21 reti totali.

Il 18 giugno 2008 viene acquistato dal Lech Poznań per 1.5 milioni di zloty (circa 370.000 euro)[2]. Debutta con la nuova maglia il 17 luglio 2008 nel turno preliminare di Coppa UEFA contro gli azeri del Khazar Lenkoran, realizzando l'unico gol del match. Va in gol anche al debutto nell'Ekstraklasa, avvenuto nell'agosto 2008 contro il Bełchatów[3]. La prima stagione si conclude con 30 presenze e 14 reti, piazzandosi al terzo posto dei marcatori. Nella stagione successiva si conferma ad ottimi livelli, realizzando 18 reti in 28 partite; il Lech Poznań vince il campionato e lui per la prima volta in carriera vince il premio di capocannoniere dell'Ekstraklasa.

Borussia Dortmund[modifica | modifica wikitesto]

2010-2011[modifica | modifica wikitesto]
Lewandowski al Borussia Dortmund nel 2013.

L'11 giugno 2010 viene acquistato a titolo definitivo dai tedeschi del Borussia Dortmund, con cui firma un contratto quadriennale[4][5]. Il cartellino è stato pagato circa 4 milioni di euro[6], più alta cifra incassata da un club polacco per un singolo trasferimento fino a quel momento[7]. Segna il primo gol in Bundesliga il 19 settembre 2010 nella trasferta contro lo Schalke 04 (1-3). Il giocatore polacco riesce ad inserirsi molto bene nel gruppo di Jürgen Klopp e inizia a segnare con regolarità diventando una pedina fondamentale della formazione capolista in Bundesliga. Lewandowski conclude la stagione vittorioso con il Borussia Dortmund segnando 9 goal (8 in campionato e 1 in Champions) in 43 partite (33 in campionato, 2 in coppa e 8 in Champions) - spesso entrando a partita in corso - e si rivela uno dei migliori talenti della squadra tedesca.

2011-2012[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 con l'infortunio di Lucas Barrios, Lewandowski gioca tutte le partite iniziali della Bundesliga da prima ed unica punta riuscendo a segnare 2 goal in 6 partite. Il primo ottobre 2010 nella partita vinta dal Borussia Dortmund contro l'Augsburg per 4-0 Lewandowski segna la sua prima tripletta con la maglia giallonera confezionando anche l'assist per il 3-0 di Mario Götze. Il 19 ottobre 2011 segna il suo primo gol in Champions League contro l'Olympiakos determinando il momentaneo pareggio (la partita si concluderà 3-1 per l'Olympiacos). La domenica successiva il Borussia Dortmund vince 5-0 ai danni del Colonia grazie anche alla doppietta di Lewandowski che si porta a quota 7 gol in campionato, al terzo posto in classifica marcatori. L'ottavo gol in campionato arriva grazie ad un suo pallonetto contro il Wolfsburg che determinerà il definitivo 5-1 finale per i gialloneri, mentre il nono sarà il gol valido per l'uno a zero nel derby contro lo Schalke 04. Con 17 gol Lewandowski si trova a ridosso di Marzo al terzo posto nella classifica marcatori della Bundesliga mentre il Borussia Dortmund è ancora in testa alla classifica. Il gol numero 20 in campionato è forse il più decisivo e lo sigla con un gran colpo di tacco contro il Bayern Monaco portando il Borussia Dortmund a +6 sulla seconda in classifica a 4 giornate dalla fine. Lewandowski dunque contribuisce alla conquista del titolo del Borussia Dortmund grazie alle sue 22 reti stagionali. Chiude la stagione nel migliore dei modi vincendo la Coppa di Germania, partita in cui segna una tripletta nella vittoria 5-2 in finale contro il Bayern.

2012-2013[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2012-13 si apre con la finale di Supercoppa di Germania contro il Bayern Monaco, in cui Lewandowski mette a segno una grande rete, che si rivelerà però inutile in quanto la vittoria andrà al Bayern 2-1. Il primo gol in campionato arriverà invece alla terza giornata contro il Bayer Leverkusen, partita vinta per 3-0. Nella sfida di Champions League contro l'Ajax il 21 novembre realizza una doppietta,la partita viene vinta dal Borussia per 4-1.[8] Il 9 aprile 2013 realizza la rete del momentaneo pareggio contro il Málaga, nei quarti di finale di Champions League, partita terminata con l'incredibile vittoria da parte del Dortmund nei minuti di recupero.[9]

Lewandowski con la maglia del Bayern Monaco nel 2014.

Il 24 aprile 2013 realizza il suo primo poker con la maglia del Borussia Dortmund, mettendo a segno tutte le reti nella vittoria per 4-1 sul Real Madrid, ottenuta nella semifinale di andata di Champions League. È il primo calciatore ad aver segnato quattro reti in una semifinale di Champions League. Il 25 maggio gioca la sua prima finale di Champions League, nella partita persa dal Borussia per 2-1 contro i rivali nazionali del Bayern.

2013-2014[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la stagione 2013-2014 vincendo la Supercoppa di Germania ai danni del Bayern Monaco per 4-2. Il primo gol stagionale arriva nella Coppa di Germania in trasferta contro il Wilhelmshaven, partita finita 0-3 per i gialloneri. Il primo gol in Bundesliga arriva alla prima giornata di campionato su rigore nella partita vinta in trasferta per 0-4 sul campo dell'Augsburg. Il 14 settembre 2013 nella gara vinta per 6-2 contro l'Amburgo segna la prima doppietta stagionale in campionato. Il primo novembre 2013 segna la sua prima tripletta stagionale nella partita Borussia-Stoccarda finita 6-1. Nei gironi della Champions League 2013-2014 realizza 4 gol di cui una doppietta col Marsiglia in casa, il gol fondamentale del 2-1 contro l'Arsenal fuori casa arrivato verso la fine della partita, e il gol del momentaneo 1-0 in casa del Marsiglia finita poi 2-1. Gol del polacco che fanno volare il Borussia agli ottavi, passando per primi nel proprio girone sopra l'Arsenal ed eliminando un Napoli da 12 punti. L'8 febbraio 2014 torna al gol dopo quasi un mese in Bundesliga con una doppietta nella partita Werder Brema-Borussia Dortmund 1-5. Il 25 febbraio 2014 in occasione dell'andata degli ottavi di Champions League in russia contro lo Zenit segna una doppietta nella vittoria per 2-4. Il primo marzo 2014 torna al gol su azione in Bundesliga nella gara vinta 3-0 in casa contro il Norimberga.

Bayern Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 gennaio 2014 il direttore sportivo del Bayern Monaco, Karl-Heinz Rummenigge, annuncia di aver trovato l'accordo con Lewandowski per il trasferimento dell'attaccante in Baviera a parametro zero, a partire dalla stagione successiva.[10][11] Esordisce in campionato il 22 agosto 2014, nella gara vinta per 2-1 contro il Wolfsburg. Segna il suo primo gol con il Bayern il 30 agosto seguente, nel pareggio per 1-1 sul campo dello Schalke 04. Il 4 ottobre realizza la sua prima doppietta, nel 4-0 ai danni dell'Hannover. Due settimane più tardi segna il primo gol in Champions League con la maglia dei bavaresi, nella vittoria per 7-1 contro la Roma all'Olimpico. Il 4 aprile 2015 decide il match contro la sua ex squadra, il Borussia Dortmund, con un colpo di testa al 36º minuto (1-0). Il 26 aprile 2015 vince il campionato con il Bayern, il terzo della sua carriera.[12]

Il 22 settembre 2015, nella partita vinta per 5-1 contro il Wolfsburg all'Allianz Arena, segna tutte e cinque le reti della sua squadra in soli nove minuti di gioco (tra il 51º ed il 60º), dopo essere entrato dalla panchina ad inizio secondo tempo, stabilendo così il record tedesco per la cinquina realizzata più velocemente da un singolo giocatore.[13] Questa prestazione gli vale quattro Guinness dei primati: tripletta, quaterna e cinquina più veloci, nonché aver segnato cinque reti come sostituto. Il suo momento d'oro continua anche nelle due partite successive, in cui realizza rispettivamente due reti contro il Mainz in campionato e tre contro la Dinamo Zagabria in Champions League, che lo portano ad un bottino di 10 goal segnati nell'arco di una settimana.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Lewandowski (a destra) durante l'amichevole Polonia-Ungheria (2-1) del 15 novembre 2011.

Esordisce in Nazionale il 10 settembre 2008, segnando una rete contro San Marino: diviene così il secondo marcatore all'esordio più giovane della Polonia (all'età di 20 anni e 21 giorni) dopo Lubański, che il 4 settembre 1963 segnò contro la Norvegia a 16 anni, 6 mesi e 7 giorni.

Divenuto titolare, viene convocato dal CT Smuda per l'Europeo 2012 (ospitato congiuntamente da Ucraina e Polonia). È lui a realizzare la prima rete della competizione, nella partita inaugurale contro la Grecia (terminata 1-1): la Polonia non riuscirà a superare il girone, ottenendo due punti e uscendo dal torneo. Il giocatore è anche apparso nel video di Endless Summer, la canzone ufficiale dell'Europeo.

Ha marcato la prima quaterna in Nazionale il 7 settembre 2014, nella vittoria per 7-0 contro Gibilterra (gara valida per le qualificazioni all'Europeo 2016). Il 13 giugno effettua una tripletta contro la Georgia, gara valida per le qualificazioni all'Europeo 2016. Sempre contro Gibilterra il 7 settembre 2015 segna una doppietta e con 10 gol in 8 presenze diventa capocannoniere delle qualificazioni all'Europeo 2016.

Viene convocato per gli Europei 2016 in Francia.[14] Segna il primo e unico gol nella competizione ai quarti di finale contro il Portogallo persi ai rigori dopo il pareggio per 1 a 1.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 21 maggio 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006-2007 Polonia Znicz Pruszków 3L 27 15 CP 2 1 CU 0 0 - - - 29 16
2007-2008 2L 32 21 CP 2 0 - - - - - - 34 21
Totale Znicz Pruszków 59 36 4 1 - - - - 63 37
2008-2009 Polonia Lech Poznań EK 30 14 CP 6 2 CU 12 4 - - - 48 20
2009-2010 EK 28 18 CP 1 0 UEL 4 2 SP 1 1 34 21
Totale Lech Poznań 58 32 7 2 16 6 1 1 82 41
2010-2011 Germania Borussia Dortmund BL 33 8 CG 2 0 UEL 8[15] 1 - - - 43 9
2011-2012 BL 34 22 CG 6 7 UCL 6 1 SG 1 0 47 30
2012-2013 BL 31 24 CG 4 1 UCL 13 10 SG 1 1 49 36
2013-2014 BL 33 20 CG 5 2 UCL 9 6 SG 1 0 48 28
Totale Borussia Dortmund 131 74 17 10 36 18 3 1 187 103
2014-2015 Bayern Munchen BL 31 17 CG 5 12 UCL 12 6 SG 1 0 49 25
2016-2017 Bayer München BL 32 30 CG 6 12 UCL 12 9 SG 1 0 51 42
Totale Psg 63 47 11 5 24 15 2 0 100 67
Totale carriera 311 189 39 18 76 39 6 2 432 248

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Polonia Polonia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-9-2008 Serravalle San Marino San Marino 0 – 2 Polonia Polonia Qual. Mondiali 2010 1 Ingresso al 58’ 58’
11-10-2008 Chorzów Polonia Polonia 2 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 69’ 69’
15-10-2008 Bratislava Slovacchia Slovacchia 2 – 1 Polonia Polonia Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 89’ 89’
19-11-2008 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 3 Polonia Polonia Amichevole 1 Ingresso al 46’ 46’
11-2-2009 Vila Real de Santo António Galles Galles 0 – 1 Polonia Polonia Amichevole - Uscita al 62’ 62’
28-3-2009 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 3 – 2 Polonia Polonia Qual. Mondiali 2010 -
1-4-2009 Kielce Polonia Polonia 10 – 0 San Marino San Marino Qual. Mondiali 2010 1 Uscita al 66’ 66’
6-6-2009 Johannesburg Sudafrica Sudafrica 1 – 0 Polonia Polonia Amichevole -
9-6-2009 Città del Capo Iraq Iraq 1 – 1 Polonia Polonia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
12-8-2009 Bydgoszcz Polonia Polonia 2 – 0 Grecia Grecia Amichevole - Uscita al 54’ 54’
5-9-2009 Chorzów Polonia Polonia 1 – 1 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 61’ 61’
9-9-2009 Maribor Slovenia Slovenia 3 – 0 Polonia Polonia Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 61’ 61’
10-10-2009 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 2 – 0 Polonia Polonia Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 64’ 64’
14-10-2009 Chorzów Polonia Polonia 0 – 1 Slovacchia Slovacchia Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 68’ 68’
14-11-2009 Varsavia Polonia Polonia 0 – 1 Romania Romania Amichevole - Ammonizione al 16’ 16’ Uscita al 70’ 70’
18-11-2009 Bydgoszcz Polonia Polonia 1 – 0 Canada Canada Amichevole -
17-1-2010 Nakhon Ratchasima Danimarca Danimarca 3 – 1 Polonia Polonia King's Cup -
20-1-2010 Nakhon Ratchasima Polonia Polonia 3 – 1 Thailandia Thailandia King's Cup - Uscita al 90’ 90’
23-1-2010 Nakhon Ratchasima Polonia Polonia 6 – 1 Singapore Singapore King's Cup 2 Uscita al 46’ 46’
3-3-2010 Varsavia Polonia Polonia 2 – 0 Bulgaria Bulgaria Amichevole 1 Uscita al 74’ 74’
29-5-2010 Kielce Polonia Polonia 0 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole - Uscita al 90’ 90’
2-6-2010 Kufstein Serbia Serbia 0 – 0 Polonia Polonia Amichevole - Uscita al 90’ 90’
8-6-2010 Murcia Spagna Spagna 6 – 0 Polonia Polonia Amichevole - Uscita al 67’ 67’
11-8-2010 Stettino Polonia Polonia 0 – 3 Camerun Camerun Amichevole -
4-9-2010 Łódź Polonia Polonia 1 – 1 Ucraina Ucraina Amichevole - Ingresso al 64’ 64’
7-9-2010 Cracovia Polonia Polonia 1 – 2 Australia Australia Amichevole 1
9-10-2010 Chicago Stati Uniti Stati Uniti 2 – 2 Polonia Polonia Amichevole -
12-10-2010 Montréal Ecuador Ecuador 2 – 2 Polonia Polonia Amichevole - Uscita al 88’ 88’
17-11-2010 Poznań Polonia Polonia 3 – 1 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Amichevole 2 Uscita al 85’ 85’
9-2-2011 Faro Polonia Polonia 1 – 0 Norvegia Norvegia Amichevole 1
25-3-2011 Kaunas Lituania Lituania 2 – 0 Polonia Polonia Amichevole - Uscita al 74’ 74’
29-3-2011 Larissa Grecia Grecia 0 – 0 Polonia Polonia Amichevole - Uscita al 83’ 83’
5-6-2011 Varsavia Polonia Polonia 2 – 1 Argentina Argentina Amichevole - Ammonizione al 28’ 28’ Uscita al 90’ 90’
9-6-2011 Varsavia Polonia Polonia 0 – 1 Francia Francia Amichevole -
10-8-2011 Lubin Polonia Polonia 1 – 0 Georgia Georgia Amichevole - Uscita al 60’ 60’
6-9-2011 Danzica Polonia Polonia 2 – 2 Germania Germania Amichevole 1 Uscita al 80’ 80’
7-10-2011 Seul Corea del Sud Corea del Sud 2 – 2 Polonia Polonia Amichevole 1 Uscita al 67’ 67’
11-10-2011 Wiesbaden Polonia Polonia 2 – 0 Bielorussia Bielorussia Amichevole 1 Ingresso al 59’ 59’
11-11-2011 Breslavia Polonia Polonia 0 – 2 Italia Italia Amichevole -
15-11-2011 Poznań Polonia Polonia 2 – 1 Ungheria Ungheria Amichevole - Ingresso al 66’ 66’
26-5-2012 Klagenfurt Polonia Polonia 1 – 0 Slovacchia Slovacchia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
2-6-2012 Varsavia Polonia Polonia 4 – 0 Andorra Andorra Amichevole 1 Uscita al 58’ 58’
8-6-2012 Varsavia Polonia Polonia 1 – 1 Grecia Grecia Euro 2012 - 1º turno 1
12-6-2012 Varsavia Polonia Polonia 1 – 1 Russia Russia Euro 2012 - 1º turno - Ammonizione al 60’ 60’
16-6-2012 Breslavia Rep. Ceca Rep. Ceca 1 – 0 Polonia Polonia Euro 2012 - 1º turno -
15-8-2012 Tallinn Estonia Estonia 1 – 0 Polonia Polonia Amichevole -
7-9-2012 Podgorica Montenegro Montenegro 2 – 2 Polonia Polonia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 90+2’ 90+2’
11-9-2012 Breslavia Polonia Polonia 2 – 0 Moldavia Moldavia Qual. Mondiali 2014 -
17-10-2012 Varsavia Polonia Polonia 1 – 1 Inghilterra Inghilterra Qual. Mondiali 2014 -
14-11-2012 Danzica Polonia Polonia 1 – 3 Uruguay Uruguay Amichevole -
6-2-2013 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 0 Polonia Polonia Amichevole -
22-3-2013 Varsavia Polonia Polonia 1 – 3 Ucraina Ucraina Qual. Mondiali 2014 -
26-3-2013 Varsavia Polonia Polonia 5 – 0 San Marino San Marino Qual. Mondiali 2014 2
7-6-2013 Chisinau Moldavia Moldavia 1 – 1 Polonia Polonia Qual. Mondiali 2014 -
14-8-2013 Danzica Polonia Polonia 3 – 2 Danimarca Danimarca Amichevole - Ammonizione al 36’ 36’ Uscita al 78’ 78’
6-9-2013 Varsavia Polonia Polonia 1 – 1 Montenegro Montenegro Qual. Mondiali 2014 1
11-10-2013 Kharkiv Ucraina Ucraina 1 – 0 Polonia Polonia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 76’ 76’
15-10-2013 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 0 Polonia Polonia Qual. Mondiali 2014 -
15-11-2013 Varsavia Polonia Polonia 0 – 2 Slovacchia Slovacchia Amichevole -
19-11-2013 Poznań Polonia Polonia 0 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole - Uscita al 59’ 59’
6-6-2014 Danzica Polonia Polonia 2 – 1 Lituania Lituania Amichevole 1 cap.
7-9-2014 Faro Gibilterra Gibilterra 0 – 7 Polonia Polonia Qual. Euro 2016 4 cap.
11-10-2014 Varsavia Polonia Polonia 2 – 0 Germania Germania Qual. Euro 2016 - cap. Ammonizione al 56’ 56’
14-10-2014 Varsavia Polonia Polonia 2 – 2 Scozia Scozia Qual. Euro 2016 - cap.
14-11-2014 Tbilisi Georgia Georgia 0 – 4 Polonia Polonia Qual. Euro 2016 - cap.
18-11-2014 Breslavia Polonia Polonia 2 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole - cap. Uscita al 63’ 63’
29-3-2015 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 1 Polonia Polonia Qual. Euro 2016 - cap.
13-6-2015 Varsavia Polonia Polonia 4 – 0 Georgia Georgia Qual. Euro 2016 3 cap.
4-9-2015 Francoforte sul Meno Germania Germania 3 – 1 Polonia Polonia Qual. Euro 2016 1 cap.
7-9-2015 Varsavia Polonia Polonia 8 – 1 Gibilterra Gibilterra Qual. Euro 2016 2 cap. Uscita al 66’ 66’
8-10-2015 Glasgow Scozia Scozia 2 – 2 Polonia Polonia Qual. Euro 2016 2 cap.
11-10-2015 Varsavia Polonia Polonia 2 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2016 1 cap.
13-11-2015 Varsavia Polonia Polonia 4 – 2 Islanda Islanda Amichevole 2 cap. Uscita al 89’ 89’
23-3-2016 Poznan Polonia Polonia 1 – 0 Serbia Serbia Amichevole - cap. Uscita al 73’ 73’
26-3-2016 Breslavia Polonia Polonia 5 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole - Ingresso al 63’ 63’
1-6-2016 Danzica Polonia Polonia 1 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - cap. Ammonizione al 63’ 63’Uscita al 67’ 67’
12-6-2016 Nizza Polonia Polonia 1 – 0 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Euro 2016 - 1° turno - cap.
16-6-2016 Saint-Denis Germania Germania 0 – 0 Polonia Polonia Euro 2016 - 1° turno - cap.
21-6-2016 Marsiglia Ucraina Ucraina 0 – 1 Polonia Polonia Euro 2016 - 1° turno - cap.
25-6-2016 Saint-Étienne Svizzera Svizzera 1 – 1 dts
(4 – 5 dcr)
Polonia Polonia Euro 2016 - Ottavi di finale - cap.
30-6-2016 Marsiglia Polonia Polonia 1 – 1 dts
(3 – 5 dcr)
Portogallo Portogallo Euro 2016 - Quarti di finale 1 cap.
Totale Presenze (10º posto) 81 Reti (5º posto) 35

Record[modifica | modifica wikitesto]

Col Bayern Monaco[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatore ad aver realizzato la tripletta più veloce in Bundesliga, segnando tre gol in quattro minuti tra il 51' e il 55'.[13]
  • Calciatore ad aver realizzato la quaterna più veloce in Bundesliga, segnando quattro gol in sei minuti tra il 51' e il 57'.[13]
  • Calciatore ad aver realizzato la cinquina più veloce in Bundesliga, segnando cinque gol in nove minuti tra il 51' e il 60'.[13]
  • Calciatore straniero ad aver realizzato più gol (30) in una stagione di Bundesliga.
  • Unico calciatore ad aver realizzato una cinquina partendo dalla panchina .[13]

In nazionale[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatore ad aver realizzato più gol (13) nelle Qualificazioni agli Europei (insieme al nordirlandese David Healy).[16]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Lech Poznań: 2008-2009
Lech Poznań: 2009
Lech Poznań: 2009-2010
Borussia Dortmund: 2010-2011, 2011-2012
Bayern Monaco: 2014-2015, 2015-2016
Borussia Dortmund: 2011-2012
Bayern Monaco: 2015-2016
Borussia Dortmund: 2013

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2006-2007 (15 gol)
  • Capocannoniere dell'I liga: 1
2007-2008 (21 gol)
2009-2010 (18 gol)
2011-2012 (7 gol)
2011, 2012, 2013, 2014
2013-2014 (20 gol), 2015-2016 (30 gol)
2015-2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (DE) Robert Lewandowski, Psg.de. URL consultato il 18 dicembre 2014.
  2. ^ (PL) Robert Lewandowski piłkarzem Kolejorza!, Lechpoznan.pl, 17 giugno 2008.
  3. ^ Lech Poznan-Belchatow, Transfermarkt.it, 8 agosto 2008. URL consultato il 7 novembre 2012.
  4. ^ Ufficiale: Borussia Dortmund, colpo Lewandowski, Tuttomercatoweb.com, 11 giugno 2010. URL consultato il 7 novembre 2012.
  5. ^ (DE) Borussia Dortmund und Lech Posen erzielen Einigung über Transfer von Robert Lewandowski, bvb.de
  6. ^ (EN) Dortmund dive in for Lewandowski, Uefa.com, 14 giugno 2010.
  7. ^ (EN) Robert Lewandowski's Bio, lewandowskirobert.com. URL consultato il 26 novembre 2012.
  8. ^ Ajax-Borussia Dortmund 1-4, ansa.it, 21-11-12. URL consultato il 23-11-12.
  9. ^ Borussia Dortmund-Malaga 3-2-, gol di Joaquin, Lewandowski, Eliseu, Reus e Santana, LaGazzettadelloSport.it, 09-04-13. URL consultato il 10-04-13.
  10. ^ ROBERT LEWANDOWSKI SIGNS FOR BAYERN, Official website of Bayern Munich, 4 gennaio 2014. URL consultato il 4 gennaio 2014.
  11. ^ (EN) Robert Lewandowski to join Bayern Munich at end of season, CNN, 5 gennaio 2014. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  12. ^ Bundesliga, Wolfsburg battuto 1-0: il Bayern è campione di Germania, gazzetta.it, 26 aprile 2015. URL consultato il 10 maggio 2015.
  13. ^ a b c d e Bundesliga, Bayern: Lewandowski marziano: cinque gol in nove minuti!, gazzetta.it, 22 settembre 2015. URL consultato il 23 settembre 2015.
  14. ^ (PL) ADAM NAWAŁKA PODAŁ KADRĘ NA EURO 2016, pzpn.pl, 30 maggio 2016. URL consultato il 30 maggio 2016.
  15. ^ 2 presenze nei play-off.
  16. ^ De Biasi: "Non si ride più dell'Albania...". E Lewandowski fa 13: record di gol, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 12 ottobre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN305241060 · ISNI: (EN0000 0004 1876 7795 · GND: (DE1042303614