Virgil van Dijk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Virgil Van Dijk
Van Dijk con la nazionale olandese nel 2016
Nazionalità Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 195 cm
Peso 92 kg
Calcio
Ruolo Difensore
Squadra Liverpool
Carriera
Giovanili
1997-2001WDS '19
2001-2010Willem II
2010-2011Groningen
Squadre di club1
2011-2013Groningen62 (7)[1]
2013-2015Celtic76 (9)
2015-2017Southampton67 (4)
2017-Liverpool185 (18)
Nazionale
2011Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi U-191 (0)
2011-2013Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi U-213 (0)
2015-Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi64 (7)
 UEFA Nations League
Argento Portogallo 2019
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 gennaio 2024

Virgil van Dijk (Breda, 8 luglio 1991) è un calciatore olandese, difensore del Liverpool e della nazionale olandese, delle quali è capitano.

Considerato tra i migliori difensori centrali della sua generazione,[2][3][4] si è consacrato nel 2019, vincendo la UEFA Champions League con il Liverpool e venendo eletto Calciatore dell'anno della Premier League[5][6] e Calciatore UEFA dell'anno.[7] Sempre nel 2019, arriva secondo nella classifica al Pallone d'oro, dietro al vincitore Lionel Messi e davanti a Cristiano Ronaldo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato da una famiglia di origini surinamesi. Il padre abbandonò la famiglia quando Virgil e i due fratelli erano piccoli, per questo Van Dijk ha scelto di utilizzare sulla maglia solo il nome di battesimo e non il cognome del padre.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Difensore centrale di grande fisicità, spicca per la sua capacità d'anticipo[4] e per la pulizia negli interventi difensivi,[4] ma si dimostra anche abile in marcatura,[4] oltre a essere un ottimo colpitore di testa, cosa che gli permette di essere molto pericoloso sui calci piazzati;[4][8][9] è dotato di piedi educati,[4] che gli permettono di essere utile anche in fase di impostazione del gioco.[4] Alle doti tecniche unisce una spiccata capacità di leadership.[4]

Ha dimostrato di essere dotato di un grande spirito di sacrificio in più occasioni, prime tra tutte, le due partite a ridosso dell'ottobre del 2018, quando scese in campo volontariamente, pur avendo due costole rotte. In entrambe le partite, risultò essere uno dei migliori in campo.[10]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Groningen[modifica | modifica wikitesto]

Van Dijk ha iniziato la sua carriera calcistica nelle giovanili del Groningen per poi passare in prima squadra dove fa il suo debutto in campionato il 1º maggio 2011 nella vittoria esterna per 4-2 contro l'ADO Den Haag. Durante la sua militanza nel Groningen subisce un importante intervento chirurgico per una peritonite. Come confesserà il giocatore anni più tardi, questo evento lo stava per spingere ad abbandonare il calcio per stare più vicino alla madre. In tre stagioni totalizza 66 presenze segnando 7 reti tra Eredivisie e coppa olandese.

Celtic[modifica | modifica wikitesto]

Van Dijk con la maglia del Celtic nel 2015.

Il 21 giugno 2013 viene ceduto agli scozzesi del Celtic per 2.6 milioni firmando un contratto quadriennale. Debutta il 17 agosto seguente nella vittoria esterna contro l'Aberdeen per 2-0. In tre stagioni con gli Hoops colleziona complessivamente 115 presenze e 15 reti.

Southampton[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º settembre 2015 si trasferisce per 13 milioni agli inglesi del Southampton dove firma un contratto quinquennale. Fa il suo debutto in Premier League il 12 settembre seguente nella partita contro il West Bromwich Albion. Nella stagione 2016-2017 diventa vicecapitano del club. In due stagioni e mezza gioca 80 partite in tutte le competizioni segnando 7 reti.

Liverpool[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 dicembre 2017 viene ufficializzato il suo trasferimento al Liverpool,[11] per una cifra riportata dai media di 75 milioni di sterline (circa 84 milioni di euro[12]), che ne fanno l'acquisto più costoso nella storia del club inglese nonché il quarto difensore più oneroso di sempre dopo Harry Maguire, Matthijs de Ligt e Joško Gvardiol.[13] Il 5 gennaio 2018 fa il suo esordio con la nuova maglia, nel derby di FA Cup vinto per 2-1 contro l'Everton, decidendo la partita con un gol all'84º minuto di gioco. Nel corso delle settimane si afferma rapidamente come uno dei punti fermi della squadra, contribuendo al raggiungimento della finale di Champions League poi persa per 1-3 contro il Real Madrid.[4] A fine stagione viene inserito nella squadra ideale della Champions League.

Van Dijk in contrasto con il giocatore del Chelsea Tammy Abraham durante una fase di gioco della Supercoppa UEFA 2019.

Il primo gol in Premier League con la maglia del Liverpool arriva l'anno successivo, durante la partita contro il Wolverhampton del 21 dicembre 2018. Il 27 febbraio 2019, in occasione della gara casalinga contro il Watford, segna la sua prima doppietta con i Reds.[14] Il 13 marzo successivo segna anche il suo primo gol in Champions League, in occasione della vittoria esterna per 3-1 contro il Bayern Monaco agli ottavi di finale.[15] Il 1º giugno si laurea campione d'Europa sconfiggendo 2-0 il Tottenham, nella finale di Champions League giocata al Wanda Metropolitano di Madrid. Sarà premiato come miglior giocatore della partita,[6][16] aggiungendo così un altro premio individuale a quello di PFA's Best Player of the Year.[5][6] Il suo eccellente rendimento è confermato da una singolare statistica: nel corso della stagione 2018-2019 viene saltato in dribbling una sola volta, in nazionale, durante la partita di Nations League Germania-Paesi Bassi.[17]

Il 14 agosto 2019 vince la Supercoppa UEFA battendo ai tiri di rigore per 5-4 il Chelsea (i tempi supplementari erano terminati con il risultato di 2-2). Il 29 agosto successivo viene premiato come miglior difensore della stagione europea nonché come UEFA Men's Player of the Year.[7] Nel dicembre successivo prende parte alla Coppa del mondo per club, vinta battendo in finale il Flamengo per 1-0 ai tempi supplementari.[18] In Premier League il Liverpool tiene un ritmo insostenibile per le inseguitrici: dopo un inizio perfetto con 24 punti conquistati nelle prime otto giornate,[19] conclude infatti il girone d'andata da imbattuto e con diciotto vittorie su diciannove partite,[20] eguagliando inoltre il record di diciotto vittorie consecutive (a febbraio 2020).[21] Dopo la pausa causata dall'emergenza COVID-19, alla ripresa del campionato, il 24 giugno 2020 il Liverpool supera il Crystal Palace[22] e il giorno successivo, grazie alla sconfitta per 2-1 del Manchester City in casa del Chelsea, viene decretato matematicamente campione d'Inghilterra per la diciannovesima volta (la prima dall'istituzione della Premier League) e a trent'anni dall'ultima affermazione. In tale occasione, il Liverpool fa segnare anche il record per il titolo conquistato con il maggior anticipo (sette giornate) e quello per il distacco maggiore dalla seconda (23 punti al momento della vittoria matematica).[23]

Il 17 ottobre 2020, in occasione del match di Premier League contro l'Everton, riporta la rottura del legamento crociato dopo uno scontro con il portiere avversario Jordan Pickford, ed è costretto a terminare in anticipo la stagione.[24]

Nella stagione 2021-2022, raggiunge nuovamente la finale di Champions League, persa contro il Real Madrid per 1-0.

Il 31 luglio 2023, dopo la partenza di Jordan Henderson, viene nominato nuovo capitano dei Reds. [25]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2011 e il 2013 colleziona una presenza con la nazionale Under-19 e qualche apparizione con la nazionale Under-21.

Debutta in nazionale maggiore il 10 ottobre 2015, a 24 anni, giocando da titolare nella partita vinta dagli Orange per 2-1 contro il Kazakistan ad Astana, valida per le qualificazioni a Euro 2016.[26] Da lì in poi diviene un punto fermo della difesa olandese, ma con i CT Danny Blind e Dick Advocaat la nazionale fallisce la qualificazione per l'Europeo 2016 e per il Mondiale 2018.

Nel marzo 2018 viene nominato nuovo capitano della squadra dal neo CT Ronald Koeman.[27][28] Dopo avere indossato per la prima volta la fascia il 23 marzo 2018 nell'amichevole contro l'Inghilterra (persa 1-0),[29] alla seconda gara da capitano giocata 3 giorni più tardi segna la sua prima rete in nazionale nel successo per 3-0 contro il Portogallo.[30]

Nel giugno 2019 arriva con gli Oranje fino alla finale della neonata Nations League, cedendo tuttavia 0-1 al Portogallo;[31] sul piano personale, viene inserito nel Team of the Tournament relativo le final four della competizione.[32]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 29 gennaio 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010-2011 Bandiera dei Paesi Bassi Groningen ED 2+3[33] 0+2[33] CO 0 0 - - - - - - 5 2
2011-2012 ED 23 3 CO 1 0 - - - - - - 24 3
2012-2013 ED 32+2[33] 2 CO 3 0 - - - - - - 37 2
Totale Groningen 57+5 5+2 4 0 - - - - 66 7
2013-2014 Bandiera della Scozia Celtic SP 36 5 SC+CdL 2+1 0 UCL 8[34] 0 - - - 47 5
2014-2015 SP 35 4 SC+CdL 5+4 4+0 UCL+UEL 6[35]+8 2[35]+0 - - - 58 10
ago. 2015 SP 5 0 SC+CdL 0 0 UCL 5[35] 0 - - - 10 0
Totale Celtic 76 9 12 4 27 2 - - 115 15
2015-2016 Bandiera dell'Inghilterra Southampton PL 34 3 FACup+CdL 1+3 0 UEL 0 0 - - - 38 3
2016-2017 PL 21 1 FACup+CdL 1+2 1+0 UEL 6 2 - - - 30 4
2017-gen. 2018 PL 12 0 FACup+CdL 0 0 - - - - - - 12 0
Totale Southampton 67 4 7 1 6 2 - - 80 7
gen.-giu. 2018 Bandiera dell'Inghilterra Liverpool PL 14 0 FACup+CdL 2+0 1 UCL 6 0 - - - 22 1
2018-2019 PL 38 4 FACup+CdL 0 0 UCL 12 2 - - - 50 6
2019-2020 PL 38 5 FACup+CdL 1+0 0 UCL 8 0 CS+SU+Cmc 1+1+1 0 50 5
2020-2021 PL 5 1 FACup+CdL 0+2 0 UCL 0 0 CS 1 0 8 1
2021-2022 PL 34 3 FACup+CdL 5+3 0 UCL 9 0 - - - 51 3
2022-2023 PL 32 3 FACup+CdL 0 0 UCL 8 0 CS 1 0 41 3
2023-2024 PL 19 1 FACup+CdL 1+3 1+0 UEL 1 0 - - 24 2
Totale Liverpool 180 17 17 2 44 2 5 0 246 21
Totale carriera 385 37 40 7 77 6 5 0 507 50

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Paesi Bassi
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-10-2015 Astana Kazakistan Bandiera del Kazakistan 1 – 2 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2016 -
13-10-2015 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 3 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 2016 - Uscita al 64’ 64’
13-11-2015 Cardiff Galles Bandiera del Galles 2 – 3 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 46’ 46’
25-3-2016 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 3 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
27-5-2016 Dublino Irlanda Bandiera dell'Irlanda 1 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
1-6-2016 Danzica Polonia Bandiera della Polonia 1 – 2 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
4-6-2016 Vienna Austria Bandiera dell'Austria 0 – 2 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
6-9-2016 Solna Svezia Bandiera della Svezia 1 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2018 - Ammonizione al 50’ 50’
7-10-2016 Rotterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 4 – 1 Bandiera della Bielorussia Bielorussia Qual. Mondiali 2018 -
10-10-2016 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 0 – 1 Bandiera della Francia Francia Qual. Mondiali 2018 -
9-11-2016 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 1 – 1 Bandiera del Belgio Belgio Amichevole -
13-11-2016 Lussemburgo Lussemburgo Bandiera del Lussemburgo 1 – 3 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2018 -
7-10-2017 Borisov Bielorussia Bandiera della Bielorussia 1 – 3 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2018 -
10-10-2017 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 0 Bandiera della Svezia Svezia Qual. Mondiali 2018 - cap.
9-11-2017 Aberdeen Scozia Bandiera della Scozia 0 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
14-11-2017 Bucarest Romania Bandiera della Romania 0 – 3 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
23-3-2018 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 0 – 1 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Amichevole - cap.
26-3-2018 Ginevra Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 3 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole 1 cap.
4-6-2018 Torino Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - cap.
6-9-2018 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 1 Bandiera del Perù Perù Amichevole -
9-9-2018 Parigi Francia Bandiera della Francia 2 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - cap.
13-10-2018 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 3 – 0 Bandiera della Germania Germania UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno 1 cap.
16-11-2018 Rotterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 0 Bandiera della Francia Francia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - cap.
19-11-2018 Gelsenkirchen Germania Bandiera della Germania 2 – 2 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno 1 cap.
21-3-2019 Rotterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 4 – 0 Bandiera della Bielorussia Bielorussia Qual. Euro 2020 1 cap.
24-3-2019 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 3 Bandiera della Germania Germania Qual. Euro 2020 - cap.
6-6-2019 Guimarães Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 3 – 1 dts Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2018-2019 - Semifinale - cap.
9-6-2019 Porto Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - Finale - cap. Ammonizione al 90+1’ 90+1’ [36]
6-9-2019 Amburgo Germania Bandiera della Germania 2 – 4 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2020 - cap.
9-9-2019 Tallinn Estonia Bandiera dell'Estonia 0 – 4 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2020 - cap.
10-10-2019 Rotterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 3 – 1 Bandiera dell'Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Euro 2020 - cap.
13-10-2019 Minsk Bielorussia Bandiera della Bielorussia 1 – 2 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2020 - cap.
16-11-2019 Belfast Irlanda del Nord Bandiera dell'Irlanda del Nord 0 – 0 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2020 - cap.
4-9-2020 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 1 – 0 Bandiera della Polonia Polonia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - cap.
7-9-2020 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 0 – 1 Bandiera dell'Italia Italia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - cap.
7-10-2020 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 0 – 1 Bandiera del Messico Messico Amichevole - cap. Uscita al 46’ 46’
11-10-2020 Zenica Bosnia ed Erzegovina Bandiera della Bosnia ed Erzegovina 0 – 0 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - cap.
14-10-2020 Bergamo Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - cap.
1-9-2021 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2022 - cap.
7-9-2021 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 6 – 1 Bandiera della Turchia Turchia Qual. Mondiali 2022 - cap. Ammonizione al 78’ 78’
8-10-2021 Riga Lettonia Bandiera della Lettonia 0 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2022 - cap.
11-10-2021 Rotterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 6 – 0 Bandiera di Gibilterra Gibilterra Qual. Mondiali 2022 1 cap.
13-11-2021 Podgorica Montenegro Bandiera del Montenegro 2 – 2 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2022 - cap.
16-11-2021 Rotterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 0 Bandiera della Norvegia Norvegia Qual. Mondiali 2022 - cap.
26-3-2022 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 4 – 2 Bandiera della Danimarca Danimarca Amichevole - cap.
29-3-2022 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 1 – 1 Bandiera della Germania Germania Amichevole - cap.
3-6-2022 Bruxelles Belgio Bandiera del Belgio 1 – 4 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - cap.
22-9-2022 Varsavia Polonia Bandiera della Polonia 0 – 2 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - cap.
25-9-2022 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 1 – 0 Bandiera del Belgio Belgio UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno 1 cap.
21-11-2022 Doha Senegal Bandiera del Senegal 0 – 2 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 2022 - 1º turno - cap.
25-11-2022 Al Rayyan Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 1 – 1 Bandiera dell'Ecuador Ecuador Mondiali 2022 - 1º turno - cap.
29-11-2022 Al Khawr Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 0 Bandiera del Qatar Qatar Mondiali 2022 - 1º turno - cap.
3-12-2022 Al Rayyan Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 3 – 1 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 2022 - Ottavi di finale - cap.
9-12-2022 Lusail Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 2 dts
(3 – 4 dtr)
Bandiera dell'Argentina Argentina Mondiali 2022 - Quarti di finale - cap.
24-3-2023 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 4 – 0 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2024 - cap.
27-3-2023 Rotterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 3 – 0 Bandiera di Gibilterra Gibilterra Qual. Euro 2024 - cap.
14-6-2023 Rotterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 4 dts Bandiera della Croazia Croazia UEFA Nations League 2022-2023 - Semifinale - cap.
18-6-2023 Enschede Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 3 Bandiera dell'Italia Italia UEFA Nations League 2022-2023 - Finale 3º posto - Cap.
7-9-2023 Eindhoven Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 3 – 0 Bandiera della Grecia Grecia Qual. Euro 2024 - Cap. Ammonizione al 90+1’ 90+1’
10-9-2023 Dublino Irlanda Bandiera dell'Irlanda 1 – 2 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2024 - cap.
13-10-2023 Eindhoven Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 1 – 2 Bandiera della Francia Francia Qual. Euro 2024 - Cap.
16-10-2023 Atene Grecia Bandiera della Grecia 0 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2024 1 Cap.
18-11-2023 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 1 – 0 Bandiera dell'Irlanda Irlanda Qual. Euro 2024 - Cap.
21-11-2023 Faro Gibilterra Bandiera di Gibilterra 0 – 6 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2024 - cap. Uscita al 46’ 46’
Totale Presenze 64 Reti 7

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Celtic: 2013-2014, 2014-2015
Celtic: 2014-2015
Liverpool: 2019-2020
Liverpool: 2021-2022
Liverpool: 2021-2022
Liverpool: 2022

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Liverpool: 2018-2019
Liverpool: 2019
Liverpool: 2019

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • PFA Scotland Team of the Year: 2
2013-2014, 2014-2015
2017-2018, 2018-2019, 2019-2020, 2021-2022
2018, 2019, 2020
2018-2019
2018-2019
2018-2019, 2019-2020, 2021-2022
2018-2019
Miglior difensore: 2018-2019
2019, 2020, 2022
2019, 2020, 2022
2020

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 62 (7) se si comprendono le presenze nei play-off per l'Europa League.
  2. ^ (EN) How a defender became the best player in the Premier League, su ESPN.com, 13 aprile 2019. URL consultato il 5 giugno 2019.
  3. ^ (EN) Virgil van Dijk the best defender in the world, says Paul Merson, su Sky Sports. URL consultato il 5 giugno 2019.
  4. ^ a b c d e f g h i L’affare van Dijk, su ultimouomo.com, 28 marzo 2019.
  5. ^ a b Il miglior giocatore di Premier League? Van Dijk numero uno, su goal.com, 24 aprile 2019.
  6. ^ a b c (EN) Virgil van Dijk: Best in the Premier League and Champions League final, now a Ballon d'Or candidate, su MARCA, 1º giugno 2019. URL consultato il 5 giugno 2019.
  7. ^ a b Virgil van Dijk vince il premio UEFA Men's Player of the Year, su it.uefa.com, 29 agosto 2019.
  8. ^ (EN) Video: Virgil van Dijk Displays Insane Ability During International Training With Netherlands, su 90min.com, 15 novembre 2018. URL consultato il 5 giugno 2019.
  9. ^ (EN) Warren Muggleton, Liverpool star Virgil van Dijk leaves fans AMAZED by what he did in Netherlands training, su Dailystar.co.uk, 15 novembre 2018. URL consultato il 5 giugno 2019.
  10. ^ Olanda, Van Dijk eroico: "Gioca con due costole rotte" | Goal.com, su www.goal.com. URL consultato il 27 giugno 2019.
  11. ^ (EN) Liverpool agree deal to sign Virgil van Dijk, su liverpoolfc.com, 27 dicembre 2017.
  12. ^ I 10 difensori più pagati della storia del calcio, su Calcio d'Angolo, 16 maggio 2019. URL consultato il 12 giugno 2019.
  13. ^ (EN) Virgil van Dijk: Liverpool to sign Southampton defender for world record £75m, su bbc.com, 27 dicembre 2017.
  14. ^ Premier League: riscatto Sarri contro il Tottenham, il Liverpool travolge il Wotford, su Repubblica.it, 27 febbraio 2019. URL consultato il 5 giugno 2019.
  15. ^ Le pagelle di Bayern Monaco-Liverpool 1-3: super Van Dijk, a Salah manca solo il gol. Bocciato Neuer, su Eurosport, 13 marzo 2019. URL consultato il 5 giugno 2019.
  16. ^ (EN) UEFA.com, Champions League final man of the match: Virgil van Dijk, su UEFA.com. URL consultato il 5 giugno 2019 (archiviato il 2 giugno 2019).
  17. ^ Nessuno dribbla Virgil van Dijk, su rivistaundici.com, 10 giugno 2019.
  18. ^ (EN) FIFA Club World Cup 2019 - News - Firmino writes Liverpool into Club World Cup history, su fifa.com. URL consultato il 29 giugno 2020.
  19. ^ (EN) Norwich City 3-2 Manchester City: Canaries end champions' unbeaten run, in BBC Sport, 14 settembre 2019. URL consultato il 29 giugno 2020.
  20. ^ Premier League 2019/2020, su calcio.com. URL consultato il 29 giugno 2020.
  21. ^ (EN) Liverpool equal Premier League winning run record, su Evening Standard, 24 febbraio 2020. URL consultato il 29 giugno 2020.
  22. ^ Premier, il Liverpool fa partire il countdown per il titolo: poker al Crystal Palace, su la Repubblica, 24 giugno 2020. URL consultato il 29 giugno 2020.
  23. ^ (EN) Nicholas Mendola, Earliest Premier League champion: Is Liverpool fastest to clinch?, su ProSoccerTalk | NBC Sports, 26 giugno 2020. URL consultato il 29 giugno 2020.
  24. ^ Infortunio Van Dijk: rottura del crociato per il difensore del Liverpool, si opera, su sport.sky.it, 18 ottobre 2020.
  25. ^ (EN) NEWS Virgil van Dijk named new Liverpool captain, Trent Alexander-Arnold vice-captain, su liverpoolfc.com, 31 luglio 2023. URL consultato il 31 luglio 2023.
  26. ^ (EN) Successful Saturday for Saints stars, su southamptonfc.com. URL consultato il 7 novembre 2019 (archiviato il 10 luglio 2017).
  27. ^ (EN) Van Dijk confirmed as new Netherlands captain, su liverpoolfc.com. URL consultato il 5 giugno 2019.
  28. ^ (EN) Virgil van Dijk named Netherlands captain, su skysports.com. URL consultato il 5 giugno 2019.
  29. ^ (EN) Phil McNulty, Netherlands 0-1 England, in BBC Sport, 23 marzo 2018. URL consultato il 5 giugno 2019.
  30. ^ Portogallo-Olanda 0-3, Ronaldo distrutto, su gazzetta.it. URL consultato il 5 giugno 2019.
  31. ^ John Atkin, Olanda piegata da Guedes, Portogallo campione, su it.uefa.com, 9 giugno 2019.
  32. ^ (EN) UEFA Nations League Finals: Team of the Tournament, su uefa.com, 10 giugno 2019.
  33. ^ a b c Play-off.
  34. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  35. ^ a b c Nei turni preliminari.
  36. ^ 2º posto

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Template:Intcwcserprogetto

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5158185560820060833 · LCCN (ENnb2023005010