Darko Pančev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Darko Pančev
Darko Pancev.jpg
Darko Pančev con la maglia dell'Inter (1992)
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Macedonia Macedonia (dal 1991)
Altezza 175 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1997 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1982-1988 Vardar 151 (84)
1988-1992 Stella Rossa 92 (84)
1992-1994 Inter 12 (1)
1994 VfB Lipsia 10 (2)
1994-1995 Inter 7 (2)
1995-1996 F. Düsseldorf 14 (2)
1996-1997 Sion 5 (0)
Nazionale
1984-1991 Jugoslavia Jugoslavia 27 (17)
1993-1995 Macedonia Macedonia 6 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Darko Pančev (in cirillico macedone Дарко Панчев; Skopje, 7 settembre 1965) è un ex calciatore macedone, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Fu il migliore marcatore europeo nella stagione 1990-1991 con 34 gol, realizzati con la maglia della Stella Rossa di Belgrado, squadra con la quale vinse la Coppa dei Campioni 1990-1991 (realizzando il rigore del decisivo 5-4 contro l'Olympique Marsiglia dopo lo 0-0 dei 120 minuti regolamentari). Vinse la Scarpa d'oro e si piazzò secondo nella classifica del Pallone d'oro 1991.

Pančev (secondo da sinistra) festeggia la vittoria della Stella Rossa nella Coppa dei Campioni 1990-1991

Nell'estate del 1992 fu acquistato dall'Inter, con cui firmò un contratto quadriennale di 2 miliardi di lire[1]. Tuttavia l'esperienza con la squadra nerazzurra si rivelò negativa: nella partita del suo debutto a San Siro, un Inter-Cagliari del campionato 1992-93, un gol sbagliato clamorosamente gli attirò i primi fischi dei tifosi. Nel corso della stagione non riuscì ad esprimersi sui livelli degli anni precedenti: segnò il primo gol il 31 gennaio 1993 nella partita contro l'Udinese, poi finita 2-2.

Nella stagione 1993-94 invece non andò mai in rete: la sua militanza in nerazzurro si concluse con una rete in dodici partite[2][3]. Durante i due anni all'Inter fu soprannominato Il Ramarro, in contrapposizione al Cobra, come era chiamato dai tifosi della Stella Rossa. Riguardo alla sua esperienza all'Inter, anni dopo dirà: "L'Inter è stata il più grande sbaglio della mia vita. Nel '91 mi volevano Milan, Barcellona, Manchester United, Real Madrid e sono finito in una squadra difensivista".[4]

Nel 1994 fu mandato in prestito al Lipsia, in Germania, dove realizzò 2 gol in 10 partite, per poi rientrare all'Inter nel 1994-1995[5]. Dopo 7 presenze e 2 gol tornò in Germania, questa volta a titolo definitivo, al Fortuna Düsseldorf.

Nel 2003 è stato nominato dalla Federazione calcistica della Macedonia miglior giocatore negli ultimi 50 anni e quindi inserito nella lista dei 52 giocatori nominati Golden Player dalla UEFA.[6]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 7 gennaio 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1992-1993 Italia Inter A 12 1 CI 4 5 - - - - - - 16 6
1993- gen. 1994 A - - CI 2 0 CU - - - - - 2 0
gen.-giu. 1994 Germania VfB Lipsia BL 10 2 CG - - - - - - - - 10 2
1994-1995 Italia Inter A 7 2 CI 4 2 CU 1 0 - - - 12 4
Totale Inter 19 3 10 7 1 0 - - - 30 10
1995-1996 Germania Fortuna Dusseldorf BL 14 2 CG 3 1 - - - - - - 17 3
1996-1997 Svizzera Sion SL 5 0 CS 3 2 - - - - - - 8 2
Totale carriera 48 7 16 10 1 0 65 17

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Vardar: 1986-1987
Stella Rossa: 1989-1990, 1990-1991, 1991-1992
Stella Rossa: 1989-1990
Sion: 1996-1997
Sion: 1996-1997

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Stella Rossa: 1990-1991
Stella Rossa: 1991

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cristian Vitali, Darko Pancev in Calciobidoni - Non comprate quello straniero, Piano B Edizioni, 2010.
  2. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 9 (1992-1993), Panini, 2 luglio 2012, p. 10.
  3. ^ Pancev: "la Coppa dei campioni mi interessa, ma con l'Inter"
  4. ^ <http://notizie.it.msn.com/ultime-sport/i-bidoni-del-calcio>
  5. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 11 (1994-1995), Panini, 16 luglio 2012, p. 6.
  6. ^ Golden Players take centre stage su UEFA.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]