1. Fußball- und Sportverein Mainz 05

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Magonza 05
(anche 1. FSV Magonza 05 e FSV Magonza 05)
Calcio Football pictogram.svg
FSV Mainz 05.png
Die Nullfünfer (Gli Zerocinque), Der Karnevalsverein (Il Club di Carnevale)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px bisection vertical HEX-FF0000 White.svg Rosso, bianco
Dati societari
Città Coat of arms of Mainz-2008 new.svg Magonza
Nazione Germania Germania
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Germany.svg DFB
Campionato Bundesliga
Fondazione 1905
Presidente Germania Stefan Hofmann
Allenatore Germania Jan Moritz Lichte
Stadio Opel Arena
(34.034 posti)
Sito web www.mainz05.de
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'1. Fußball- und Sportverein Mainz 05, meglio noto come 1. FSV Mainz 05, o semplicemente come Magonza o Mainz, è una società calcistica tedesca con sede nella città di Magonza, nello stato federale della Renania-Palatinato. Milita nella Bundesliga, la massima serie del campionato tedesco di calcio. Il club conta 14.000 membri e ha anche una sezione di pallamano e una di ping-pong.

Promosso per la prima volta in Bundesliga al termine della stagione 2003-2004, il Magonza vi rimase per tre anni. Milita ininterrottamente in massima serie dalla stagione 2009-2010. Vanta una semifinale di Coppa di Germania, raggiunta nel 2008-2009, e conta tre partecipazioni all'Europa League.

Dal 2011 disputa le partite interne nella Opel Arena di Magonza (34.034 posti).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1903 nella città di Magonza ci fu un primo tentativo, andato a vuoto, di fondare una squadra di calcio. Due anni dopo l'obiettivo fu raggiunto con la fondazione dell'1. Mainzer Fussballclub Hassia 1905.

Dopo alcuni anni di militanza nella Süddeutschen Fußballverband (Campionato di calcio della Germania meridionale), il club si fuse con il FC Hermannia 07 – l'ex squadra di calcio del Mainzer TV 1817 – a formare il 1. Mainzer Fussballverein Hassia 05, che eliminò "Hassia" dal suo nome nell'agosto 1912. Un'altra fusione dopo la Prima guerra mondiale, nel 1919, questa volta con lo Sportverein 1908 Mainz, portò alla nascita dell'1. Mainzer Fußball- und Sportverein 05.

Die Nullfünfer formavano una squadra solida, che conquistò vari campionati nel periodo tra le due guerre e si qualificò per la prima fase del campionato nazionale nel 1921. Con la riorganizzazione del calcio tedesco voluta dal Terzo Reich nel 1933, il club si trovò a giocare in una delle sedici nuove massime divisioni, la Gauliga Südwest/Mainhessen. La squadra, tuttavia, disputò un solo campionato prima di retrocedere, e nel 1938 fu anche costretta ad una fusione con il Reichsbahn SV Mainz; giocò quindi con il nome di Reichsbahn SV Mainz 05 fino alla fine della Seconda guerra mondiale.

Nel dopoguerra la squadra ritornò nuovamente a giocare in una massima divisione, l'Oberliga Südwest. Qui rimase senza ottenere grandi risultati fino al 1963, anno della fondazione della Bundesliga e della conseguente nuova riorganizzazione del calcio nazionale. Il Magonza si ritrovò però a giocare in una delle seconde divisioni del periodo, la Regionalliga Südwest; vinse questo campionato nel 1973, tuttavia mancò la promozione ai play-off. La seconda divisione venne riformata l'anno successivo, e il Magonza prese parte alla prima edizione della Zweite Bundesliga, venendo tuttavia retrocesso per problemi finanziari l'anno successivo.

Il club trascorse tredici anni in terza divisione, e tornò definitivamente tra i professionisti nel 1990, dopo una breve apparizione due anni prima. In tre circostanze, nel 1997, nel 2002 e nel 2003 la squadra fallì la promozione in Bundesliga per un soffio. La tenacia tuttavia pagò, e nel 2003-2004 il Magonza conquistò per la prima volta l'accesso alla Bundesliga sotto la guida di Jürgen Klopp, da tre anni al timone della squadra.

Nella stagione di esordio nel massimo campionato il club si classificò all'undicesimo posto, ottenendo però un posto in Coppa UEFA come vincitrice del Premio Fair Play. Tuttavia, a causa della limitata capacità dello Stadion am Bruchweg, la squadra disputò le partite casalinghe nella Commerzbank-Arena di Francoforte.

Nella stagione 2005-2006 il Magonza si piazzò nuovamente undicesimo; l'annata sarà ricordata anche per il prestigioso pareggio casalingo (2-2) contro il Bayern Monaco, futuro campione tedesco. Autore di un gol memorabile fu l'egiziano Mohamed Zidan, stella della squadra, in prestito dal Werder Brema. L'anno seguente la squadra di Klopp retrocesse, però, in Zweite Bundesliga a causa di un calo di condizione nelle ultime giornate. Dopo due stagioni, al termine della stagione 2008-2009 il Magonza risalì in Bundesliga, questa volta con Jørn Andersen in panchina.

A guidare la squadra in Bundesliga fu poi chiamato Thomas Tuchel, allenatore promosso dalla squadra giovanile. Il Magonza iniziò la stagione 2010-2011 con sette vittorie consecutive, eguagliando così il record che apparteneva al Bayern Monaco ed al Kaiserslautern, e a fine annata chiuse al quinto posto. La squadra partecipò così all'Europa League, da cui fu eliminata al terzo turno preliminare dai rumeni del Gaz Metan Mediaș dopo i calci di rigore. Nella stagione successiva iniziò a giocare nella nuova Coface Arena, dal 2016 Opel Arena. Una nuova partecipazione europea avviene poi nell'Europa League 2014-2015. Nelle annate seguenti di Bundesliga, il club ha sempre ottenuto tranquille salvezze senza mai ripetere i piazzamenti conseguiti in precedenza.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del 1. Fußball- und Sportverein Mainz 05
1downarrow red.svg Retrocesso.
  • 1934-35 ·
  • 1935-36 ·
  • 1936-37 ·
  • 1937-38 ·
  • 1938-39 ·
  • 1939-40 ·

  • 1940-41 ·
  • 1941-42 ·
  • 1942-43 ·
  • 1943-44 ·
  • 1944-45
  • 1945-46 · 10º in Oberliga Südwest.
  • 1946-47 · 4º in Oberliga Südwest.
  • 1947-48 · 8º in Oberliga Südwest.
  • 1948-49 · 8º in Oberliga Südwest.
  • 1949-50 · 12º in Oberliga Südwest.

  • 1950-51 · 10º in Oberliga Südwest.
  • 1951-52 · 8º in Oberliga Südwest.
  • 1952-53 · 8º in Oberliga Südwest.
  • 1953-54 · 7º in Oberliga Südwest.
  • 1954-55 · 14º in Oberliga Südwest.
  • 1955-56 · 10º in Oberliga Südwest.
  • 1956-57 · 10º in Oberliga Südwest.
  • 1957-58 · 6º in Oberliga Südwest.
  • 1958-59 · 11º in Oberliga Südwest.
  • 1959-60 · 12º in Oberliga Südwest.

  • 1960-61 · 5º in Oberliga Südwest.
  • 1961-62 · 10º in Oberliga Südwest.
  • 1962-63 · 12º in Oberliga Südwest;
1downarrow red.svg ammesso in Regionalliga Südwest.
  • 1963-64 · 4º in Regionalliga Südwest.
  • 1964-65 · 11º in Regionalliga Südwest.
  • 1965-66 · 3º in Regionalliga Südwest.
  • 1966-67 · 4º in Regionalliga Südwest.
  • 1967-68 · 4º in Regionalliga Südwest.
  • 1968-69 · 13º in Regionalliga Südwest.
  • 1969-70 · 12º in Regionalliga Südwest.

  • 1970-71 · 7º in Regionalliga Südwest.
  • 1971-72 · 4º in Regionalliga Südwest.
  • 1972-73 · 1º in Regionalliga Südwest.
  • 1973-74 · 5º in Regionalliga Südwest; ammesso in Zweite Bundesliga.
  • 1974-75 · 12º in 2. Bundesliga.
  • 1975-76 11º in 2. Bundesliga ma non ottiene la licenza;
1downarrow red.svg retrocesso in Oberliga Südwest
  • 1976-77 · 6º in Oberliga Südwest.
  • 1977-78 · 1º in Oberliga Südwest.
  • 1978-79 · 3º in Oberliga Südwest.
  • 1979-80 · 5º in Oberliga Südwest.

  • 1980-81 · 1º in Oberliga Südwest.
  • 1981-82 · 2º in Oberliga Südwest.
  • 1982-83 · 8º in Oberliga Südwest.
  • 1983-84 · 8º in Oberliga Südwest.
  • 1984-85 · 2º in Oberliga Südwest.
  • 1985-86 · 5º in Oberliga Südwest.
  • 1986-87 · 5º in Oberliga Südwest.
  • 1987-88 1º in Oberliga Südwest.
1uparrow green.svg Promosso in 2. Bundesliga
1downarrow red.svg Retrocesso in Oberliga Südwest
  • 1989-90 1º in Oberliga Südwest.
1uparrow green.svg Promosso in 2. Bundesliga


1uparrow green.svg Promosso in Bundesliga
Eliminato nel primo turno della Coppa UEFA dal Siviglia.
1downarrow red.svg Retrocesso in 2. Bundesliga
1uparrow green.svg Promosso in Bundesliga

Eliminato nel terzo turno preliminare dell'Europa League dal Gaz Metan Mediaș.
Eliminato nel terzo turno preliminare dell'Europa League dall'Asteras Tripolīs.
Eliminato nella fase a gruppi dell'Europa League.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

I colori della maglia del Magonza sono il rosso (colore principale) e il bianco, che sono anche gli stessi dei pantaloncini e dei calzettoni.

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Il simbolo del Magonza è composto da un cerchio bianco che racchiude, in rosso, i numeri "0" e "5", a ricordare l'anno di fondazione. Sotto, sempre in rosso, c'è la scritta "1. FSV MAINZ 05".

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Opel Arena (stadio).
Interno della Opel Arena.

Dal 2011 il club disputa le proprie gare interne nell'Opel Arena, che è sito in Magonza ed è capace di ospitare 34.000 spettatori. Noto in precedenza come "Coface Arena", dal luglio del 2016 è conosciuto col nome odierno in base all'accordo di sponsorizzazione con l'omonima casa automobilistica.

In precedenza il club utilizzava invece lo Stadion am Bruchweg. Inaugurato nel 1929 è stato per lungo tempo l'impianto casalingo, fino alla costruzione dell'attuale.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dell'1. F.S.V. Mainz 05

Di seguito viene riportato l'elenco degli allenatori[1]:

Allenatori

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dell'1. F.S.V. Mainz 05

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1972-1973 (Regionalliga Sud-Ovest)
  • Campionato tedesco dilettanti: 1
1982

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Kreisliga Hessen: 1
1921
  • Bezirksliga Rheinhessen-Saar: 1
1927
  • Bezirksliga Main-Hessen: 2
1932, 1933
  • Regionalliga Südwest II: 1
1973

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Semifinalista: 2008-2009
Secondo posto: 2008-2009
Terzo posto: 2003-2004
2004-2005

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Il club ha ottenuto come miglior risultato in Bundesliga il quinto posto nel campionato 2010-2011.

Dalla stagione 1945-1946 alla 2020-2021 compresa il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai campionati nazionali:

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Bundesliga 15 1997-1998 2020-2021 33
Oberliga Südwest 18 1945-1946 1962-1963
2. Bundesliga 19 1974-1975 2008-2009 30
Regionalliga Südwest 11 1963-1964 1973-1974
Oberliga Südwest 13 1976-1977 1989-1990 13

Tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Nei tornei internazionali il club ha raggiunto come massimo traguardo la fase a gruppi nella UEFA Europa League 2016-2017.

Alla stagione 2020-2021 il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai tornei internazionali:

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Coppa UEFA/UEFA Europa League 4 2005-2006 2016-2017

Statistiche nelle competizioni UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Tabella aggiornata alla fine della stagione 2018-2019.

Competizione Partecipazioni G V N P RF RS
Coppa UEFA/UEFA Europa League 4 16 6 7 3 20 17

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

I primi grandi rivali del Mainz furono, nel periodo prebellico, il Weisenau e il Wiesbaden, che perse a Magonza ogni anno dal 1925 al 1934, ma concesse agli avversari appena quattro punti in casa.

La rivalità con il Wormatia Worms si sviluppò allorché vi fu un testa a testa per la vetta del campionato del distretto di Rheinhessen nella stagione 1926-1927. Il Mainz vinse il titolo regionale nel 1926, il Wormser si aggiudicò poi il titolo per quattro volte di seguito. Una rivalità piuttosto amichevole si sviluppò negli anni '80 con il Südwestverein Mainz 05 e l'Hessische FVgg. Kastel 06.

I rivali più recenti del Mainz sono stati l'Eintracht Francoforte (derby del Reno-Meno) e il Kaiserslautern (derby della Renania-Palatinato).

I tifosi di Magonza e Borussia M'gladbach hanno avuto un'intensa amicizia dal 1994 al 1999. Il sodalizio nacque dopo una partita di Coppa di Germania del 1994 che i magonzesi persero per 6-4 in trasferta.

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2019-2020[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 30 dicembre 2019.

N. Ruolo Giocatore
1 Germania P Florian Müller
2 Francia D Ronaël Pierre-Gabriel
3 Spagna D Aarón Martín
Paesi Bassi C Jeffrey Bruma
4 Paesi Bassi D Jeremiah St. Juste
5 Paesi Bassi A Jean-Paul Boëtius
6 Germania C Danny Latza Captain sports.svg
7 Svezia C Robin Quaison
8 Germania C Levin Öztunalı
9 Francia A Jean-Philippe Mateta
11 Corea del Sud A Ji Dong-won
14 Camerun C Pierre Kunde
15 Germania C Niklas Tauer
16 Germania D Stefan Bell
17 Germania D Jonathan Meier
18 Germania D Daniel Brosinski
19 Francia D Moussa Niakhaté
N. Ruolo Giocatore 600px bisection vertical HEX-FF0000 White.svg
20 Svizzera C Edimilson Fernandes
21 Austria A Karim Onisiwo
22 Nigeria A Taiwo Awoniyi
23 Austria D Phillipp Mwene
24 Germania C Merveille Papela
27 Germania P Robin Zentner
28 Ungheria A Ádám Szalai
29 Germania A Jonathan Burkardt
30 Germania A Cyrill Akono
31 Germania D Ahmet Gürleyen
33 Israele P Omer Hanin
34 Germania C Ridle Baku
35 Lussemburgo C Leandro Barreiro
36 Germania A Aaron Seydel
37 Germania P Finn Dahmen
42 Germania D Alexander Hack
Austria C Kevin Stöger

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mainz 05 » Storia Allenatore, in calcio.com. URL consultato l'8 agosto 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN143771318 · GND (DE3006391-7 · WorldCat Identities (ENviaf-143771318