Turn- und Sportgemeinschaft 1899 Hoffenheim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hoffenheim
Calcio Football pictogram.svg
Logo TSG Hoffenheim.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px diagonal divided right HEX-00559E White.svg Azzurro, bianco
Dati societari
Città Hoffenheim
Nazione Germania Germania
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Germany.svg DFB
Campionato Bundesliga
Fondazione 1899
Proprietario Germania Dietmar Hopp
Presidente Germania Frank Briel
Allenatore Germania Sebastian Hoeness
Stadio Wirsol Rhein-Neckar-Arena
(30 000 posti)
Sito web www.tsg-hoffenheim.de
Palmarès
Dati aggiornati al 29 settembre 2019
Si invita a seguire il modello di voce

L'Hoffenheim è una società calcistica tedesca con sede a Hoffenheim, frazione di Sinsheim, nel Baden-Württemberg. Trae il nome dall'omonimo sobborgo cittadino, in cui si trova la sua sede. Dalla stagione 2008-2009 milita in Bundesliga, la massima serie del campionato tedesco di calcio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale club nacque nel 1945, anno in cui la società di ginnastica TV Hoffenheim, fondata nel 1899, si fuse con quella di calcio FV Hoffenheim, nata nel 1921.

Fino all'inizio degli anni novanta disputò le serie minori regionali, giocando per la maggior parte della sua attività in Baden-Württemberg A-Liga, la settima divisione.

Nel 1996 la squadra migliorò i risultati e fu promossa in Verbandsliga Nordbaden (V).

Nel 1999 l'industriale dell'informatica Dietmar Hopp, cofondatore della SAP e in gioventù giocatore dilettante nell'Hoffenheim, investì finanziariamente nel club e già nel 2000 la squadra finì prima in Verbandsliga e fu promossa in Oberliga Baden-Württemberg (IV). Con un altro primo posto l'anno successivo fu ammessa in Regionalliga Süd (III) per la stagione 2001-02. Al primo anno in terza serie l'Hoffenheim terminò il campionato al 13º posto, ma l'anno seguente fu quinto.

Nel 2003-04 partecipò per la per prima volta alla Coppa di Germania, giungendo fino ai quarti di finale, ai quali fu eliminata dal Lubecca, compagine di seconda divisione, dopo avere eliminato Eintracht Trier, Karlsruhe e a seguire il Bayer Leverkusen, squadra di Bundesliga. Nella stessa stagione finì al quinto posto in Lega, al sesto l'anno successivo e al quarto nel 2005-06.

Nel 2006 la società avviò la costruzione di uno stadio da 30 000 posti a Sinsheim, abbandonando un progetto iniziale che lo prevedeva ad Heidelberg. Lo stadio fu inaugurato nel gennaio 2009 e battezzato Rhein-Neckar-Arena e rimpiazzò il vecchio Dietmar Hopp stadion. Grazie all'acquisto di giocatori come Jochen Seitz e Tomislav Marić e l'allenatore Ralf Rangnick, ex Stoccarda, Hannover 96 e Schalke 04 la squadra giunse al secondo posto di Regionalliga guadagnando la promozione in seconda divisione con quattro giornate d'anticipo.

Nella stagione 2007-08, da neopromossa, si classificò seconda in Zweite Liga conseguendo una storica promozione in Bundesliga. Nella prima parte della stagione 2008-2009 l'Hoffenheim destò l'attenzione internazionale essendosi aggiudicata il titolo di campione d'inverno con 35 punti. In seguito, soprattutto a causa del grave infortunio occorso all'attaccante Vedad Ibišević, il rendimento della squadra calò sensibilmente, anche se la stagione fu conclusa con un settimo posto, considerato più che soddisfacente.

Nella stagione 2009-2010 chiuse il campionato all'undicesimo posto con 42 punti conquistati (11 vittorie, 9 pareggi e 14 sconfitte). Il capocannoniere stagionale di squadra fu nuovamente Ibišević con 12 reti.

Nelle stagioni 2010-2011 e 2011-2012 l'Hoffenheim terminò di nuovo undicesimo, mentre nel 2012-2013 si aggiudicò la salvezza e la permanenza in Bundesliga grazie a una vittoria giunta nei minuti finali dell'ultima giornata di campionato, tramite la quale riuscì a raggiungere il sedicesimo e terzultimo posto, piazzamento valido per accedere allo spareggio salvezza contro il Kaiserslautern, poi battuto nel doppio confronto per 3-1 in casa e 2-1 in trasferta. Dopo l'ottavo posto del 2014-2015, nella stagione 2015-2016 l'Hoffenheim ottenne la salvezza grazie al piazzamento al quindicesimo posto, sotto la guida del 28enne tecnico Julian Nagelsmann, subentrato a stagione in corso al dimissionario Huub Stevens e divenuto il più giovane allenatore della storia della Bundesliga[1].

Nell'annata 2016-2017 la squadra di Nagelsmann riuscì, a sorpresa, a raggiungere il quarto posto in classifica in Bundesliga, valido per i preliminari della UEFA Champions League 2017-2018. Nell'annata seguente giunse terza in campionato ed esordì nelle coppe europee, patendo l'eliminazione nello spareggio di Champions dal Liverpool e retrocedendo dunque in Europa League, da cui fu eliminata dopo la fase a gruppi a causa dell'ultimo posto nel girone con Braga, Ludogorec e İstanbul B.B..

Nella stagione 2018-2019 fa il suo esordio nella fase a gironi della UEFA Champions League, dove, con 3 punti ottenuti in 6 giornate, si piazza quarta nel girone F dietro a Manchester City, Olympique Lione e Šachtar, senza vittorie. In campionato l'Hoffenheim chiude in nona posizione, mancando la qualificazione alle coppe europee.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Turn-und Sportgemeinschaft 1899 Hoffenheim
  • 1899 - Nasce il Turn-und Sportgemeinschaft 1899 Hoffenheim.
  • ...
  • 1958-1959 - 16º in A-Klasse Sinsheim.
  • ...
  • 1976-1977 - 6º in Kreisliga B Nord locale.
  • 1977-1978 - 3º in B-Klasse Nord locale.
  • 1978-1979 - 9º in Kreisliga B Nord locale.
  • 1979-1980 - 4º in Kreisliga B Nord locale.

  • 1980-1981 - 4º in Kreisliga B Nord locale.
  • 1981-1982 - 3º in Kreisliga B Nord locale.
  • 1982-1983 - 5º in Kreisliga B Nord locale.
Green Arrow Up.svg Promosso in Kreisliga A.
  • 1983-1984 - 11º in Kreisliga A locale.
  • 1984-1985 - 9º in Kreisliga A locale.
  • 1985-1986 - 7º in Kreisliga A locale.
  • 1986-1987 - 5º in Kreisliga A locale.
  • 1987-1988 - 1º in Kreisliga A locale.
Green Arrow Up.svg Promosso in Bezirksliga.
  • 1988-1989 - 15º in Bezirksliga Sinsheim.
Red Arrow Down.svg Retrocesso in Kreisliga A.
  • 1989-1990 - 13º in Kreisliga A locale.

  • 1990-1991 - 1º in Kreisliga A locale.
Green Arrow Up.svg Promosso in Bezirksliga.
  • 1991-1992 - 1º in Bezirksliga Sinsheim.
Green Arrow Up.svg Promosso in Landesliga.
  • 1992-1993 - 7º in Landesliga Rhein/Neckar.
  • 1993-1994 - 5º in Landesliga Rhein/Neckar.
  • 1994-1995 - 3º in Landesliga Rhein/Neckar.
  • 1995-1996 - 1º in Landesliga Rhein/Neckar.
Green Arrow Up.svg Promosso in Verbandsliga.
  • 1996-1997 - 9º in Verbandsliga Nordbaden.
  • 1997-1998 - 3º in Verbandsliga Nordbaden.
  • 1998-1999 - 2º in Verbandsliga Nordbaden.
  • 1999-2000 - 1º in Verbandsliga Nordbaden.
Green Arrow Up.svg Promosso in Oberliga.

  • 2000-2001 - 1º in Oberliga Baden-Württemberg.
Green Arrow Up.svg Promosso in Regionalliga.
  • 2001-2002 - 13º nel girone Süd della Regionalliga.
  • 2002-2003 - 5º nel girone Süd della Regionalliga.
  • 2003-2004 - 5º nel girone Süd della Regionalliga.
  • 2004-2005 - 7º nel girone Süd della Regionalliga.
  • 2005-2006 - 4º nel girone Süd della Regionalliga.
  • 2006-2007 - 2º nel girone Süd della Regionalliga.
Green Arrow Up.svg Promosso in 2. Bundesliga
Green Arrow Up.svg Promosso in Bundesliga.

Spareggi in UEFA Champions League.
Fase a gironi in UEFA Europa League.
Fase a gironi in UEFA Champions League.

in UEFA Europa League.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

I colori della maglia dell'Hoffenheim sono il blu con risvolti bianchi, così come i pantaloncini ed i calzettoni

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Il simbolo dell'Hoffenheim è composto da uno scudo diviso diagonalmente in due parti: quella superiore è blu, e contiene diagonalmente la scritta in bianco "TSG 1899", mentre nella parte inferiore, bianca, compare sotto alla precedente, in blu, la scritta "Hoffenheim".

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Wirsol Rhein-Neckar-Arena.

Dal 31 gennaio 2009 l'Hoffenheim disputa le proprie partite casalinghe nella Wirsol Rhein-Neckar-Arena, che si trova a Sinsheim. È capace di contenere 30.150 spettatori, curiosamente pochi in meno di tutti gli abitanti della città.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del T.S.G. 1899 Hoffenheim

Lista degli allenatori dell'Hoffenheim dal 2000 ad oggi[2].

Allenatori

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del T.S.G. 1899 Hoffenheim

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

2001-2002, 2002-2003, 2003-2004, 2004-2005
2000-2001
1999-2000

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Terzo posto: 2017-2018
Secondo posto: 2007-2008

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Il miglior risultato raggiunto dal club in Bundesliga è il terzo posto ottenuto nel campionato 2017-2018.

Dalla stagione 2001-2002 alla 2020-2021 compresa il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai campionati nazionali:

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Bundesliga 13 2008-2009 2020-2021 13
2. Bundesliga 1 2007-2008 1
Regionalliga 6 2001-2002 2006-2007 6

Tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Alla stagione 2020-2021 il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai tornei internazionali:

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Coppa dei Campioni/UEFA Champions League 2 2017-2018 2018-2019
Coppa UEFA/UEFA Europa League 2 2017-2018 2020-2021
Stagione Competizione Turno Squadra Casa Trasferta Totale
2017-2018 UEFA Champions League spareggi Inghilterra Liverpool 1-2 2-4 3-6
UEFA Europa League fase a gironi Portogallo Braga 1-2 1-3 4º posto
Bulgaria Ludogorec 1-1 1-2
Turchia İstanbul Başakşehir 3-1 1-1
2018-2019 UEFA Champions League fase a gironi Ucraina Šachtar 2-3 2-2 4º posto
Inghilterra Manchester City 1-2 1-2
Francia Olympique Lione 3-3 2-2

Statistiche nelle competizioni UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Tabella aggiornata alla fine della stagione 2018-2019.

Competizione Partecipazioni G V N P RF RS
UEFA Champions League 2 8 0 3 5 14 20
Coppa UEFA/UEFA Europa League 1 6 1 2 3 8 10

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2020-2021[modifica | modifica wikitesto]

Rosa e numerazione aggiornate al 16 settembre 2020.[3].

N. Ruolo Giocatore
1 Germania P Oliver Baumann
2 Paesi Bassi D Joshua Brenet
3 Rep. Ceca D Pavel Kadeřábek
4 Bosnia ed Erzegovina D Ermin Bičakčić
5 Grecia D Kōstas Stafylidīs
6 Norvegia D Håvard Nordtveit
7 Danimarca A Jacob Bruun Larsen
8 Germania C Dennis Geiger
9 Togo A Ihlas Bebou
10 Israele A Moanes Dabbur
11 Austria C Florian Grillitsch
12 Germania P Philipp Pentke
14 Austria C Christoph Baumgartner
15 Ghana D Kasim Adams Nuhu
18 Mali C Diadie Samassékou
19 Algeria A Ishak Belfodil
N. Ruolo Giocatore
20 Serbia C Mijat Gaćinović
21 Germania D Benjamin Hübner
22 Germania D Kevin Vogt
23 Armenia A Sargis Adamyan
25 Nigeria D Kevin Akpoguma
27 Croazia A Andrej Kramarić
29 Danimarca A Robert Skov
32 Paesi Bassi D Melayro Bogarde
33 Brasile A Klauss
35 Germania A Maximilian Beier
37 Germania P Luca Philipp
38 Austria D Stefan Posch
41 Israele C Ilay Elmkies
Inghilterra C Ryan Sessegnon
Germania C Sebastian Rudy

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Staff tecnico aggiornato al 16 settembre 2020.

Allenatore: Germania Sebastian Hoeneß
Vice allenatore: Germania Matthias Kaltenbach
Vice allenatore: Germania David Krecidlo
Preparatore dei portieri: Germania Michael Rechner
Preparatore atletico: Germania Christian Weigl
Preparatore atletico: Germania Otmar Rösch

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hoffenheim, panchina al 28enne Nagelsmann: record in Bundesliga, calcio.fanpage.it, 11 febbraio 2016.
  2. ^ (DE) Allenatori del T.S.G. 1899 Hoffenheim, su weltfussball.de. URL consultato il 21 novembre 2018.
  3. ^ (DE) Rosa 2018-2019, su achtzehn99.de. URL consultato il 21 novembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN134657306 · WorldCat Identities (ENviaf-134657306