Jürgen Klopp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jürgen Klopp
Liverpool vs. Chelsea, UEFA Super Cup 2019-08-14 04.jpg
Klopp nel 2019
Nazionalità Germania Germania
Altezza 193 cm
Peso 85 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Liverpool
Termine carriera 2001 - giocatore
Carriera
Giovanili
1972-1983SV Glatten
1983-1986TuS Ergenzingen
Squadre di club1
1986-1987TuS Ergenzingen? (?)
19871. FC Pforzheim4 (0)
1987-1988Eintracht Francoforte II? (?)
1988-1989Viktoria Sindlingen? (?)
1989-1990Rot-Weiss Francoforte6+ (0)
1990-2001Magonza325 (52)
Carriera da allenatore
2001-2008Magonza
2008-2015Borussia Dortmund
2015-Liverpool
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 ottobre 2015

Jürgen Norbert Klopp (Stoccarda, 16 giugno 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore tedesco, di ruolo difensore, tecnico del Liverpool.

Dopo aver chiuso nel 2001 una modesta carriera da calciatore che lo ha visto militare sempre nel Magonza, ha intrapreso quella da allenatore, guidando prima lo stesso Magonza e poi il Borussia Dortmund e il Liverpool. Con il Borussia Dortmund ha vinto due campionati tedeschi (2010-2011 e 2011-2012), una Coppa di Germania (2011-2012) e due Supercoppe di Germania (2013 e 2014), mentre alla guida dei Reds ha vinto un campionato inglese (2019-2020), una Coppa d'Inghilterra (2021-2022), una Coppa di Lega inglese (2021-2022), una Supercoppa inglese (2022), una UEFA Champions League (2018-2019), una Supercoppa UEFA (2019) e una Coppa del mondo per club FIFA (2019).

Considerato uno dei migliori allenatori della sua generazione,[1] è stato soprannominato Kloppo fin dai tempi del Magonza,[1] mentre a Liverpool è chiamato Normal One, come lui stesso si è definito per contrapporsi al portoghese José Mourinho (noto come Special One).[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Stoccarda da Norbert Klopp, uomo d'affari ed ex calciatore di ruolo portiere, cresce a Glatten, villaggio della Foresta Nera nei pressi di Freudenstadt, con due sorelle più grandi. Introdotto al calcio dal padre e tifoso, da bambino, dello Stoccarda, inizia a giocare a calcio nelle file dell'SV Glatten, per poi passare al TuS Ergenzingen e in seguito all'1. FC Pforzheim.

Durante gli anni adolescenziali milita nei settori giovanili di tre squadre di Francoforte sul Meno, l'Eintracht Frankfurt II, il Viktoria Sindlingen e il Rot-Weiss Frankfurt. Abbina all'attività di calciatore numerosi lavori, come quello di commesso in un negozio di videonoleggio e operaio scaricatore. Nel 1988, mentre frequenta l'Università Goethe di Francoforte e milita nell'Eintracht Frankfurt come non professionista, allena il Frankfurt D-Juniors.

Nell'estate del 1990 è ingaggiato dal Magonza, dove rimane per undici anni, divenendo un idolo dei tifosi. Inizia a giocare come difensore nel 1995, anno in cui si diploma in Scienza dello sport all'Università Goethe di Francoforte. Klopp ha giocato 325 partite con la maglia del Magonza (Mainz) dal 1990 al 2001, segnando 56 gol, di cui 52 in campionato (quando si ritira è il miglior marcatore nella storia del club). Dopo aver giocato come attaccante, è convertito a difensore nella stagione 1995-1996.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Magonza[modifica | modifica wikitesto]

Klopp al Magonza nel 2004

Ha cominciato la stagione calcistica 2000-2001 come giocatore del Magonza, poi il 28 febbraio 2001 è stato scelto dalla società per sostituire il tecnico appena esonerato.[3] Con i biancorossi ha raggiunto la qualificazione alla Coppa UEFA nella stagione 2005-2006, ma il club tedesco è stato eliminato nel turno di play-off dal Siviglia, squadra che avrebbe poi vinto la manifestazione. Nella stagione 2006-2007 il Magonza è retrocesso in 2. Bundesliga (seconda divisione tedesca) e non è riuscito a risalire in Bundesliga nell'annata successiva.

Borussia Dortmund[modifica | modifica wikitesto]

Klopp al Borussia Dortmund nel 2014

Il 1º luglio 2008 viene nominato allenatore del Borussia Dortmund, con cui firma un contratto biennale; l'obiettivo dei gialloneri è quello di migliorare il 13º posto in Bundesliga ottenuto nell'annata precedente (2007-2008), sotto la guida di Thomas Doll e Klopp non delude le aspettative, concludendo il campionato al 6º posto. Nella stagione successiva la squadra migliora ulteriormente il risultato finale, giungendo al 5º posto in campionato.

Nella stagione 2010-2011 guida il Borussia alla conquista del campionato tedesco, a nove anni di distanza dall'ultima vittoria. Il 21 aprile 2012 bissa il successo dell'annata precedente, conquistando il titolo con due giornate di anticipo.[4]

Il 25 maggio 2013 raggiunge la finale di Champions League, poi persa per 1-2 contro il Bayern Monaco. Il 27 luglio 2013 conquista la Supercoppa di Germania, battendo il Bayern Monaco per 4-2.[5] Il 13 agosto 2014 vince il suo quinto titolo da allenatore, battendo nuovamente il Bayern Monaco (2-0) in Supercoppa di Germania al Signal Iduna Park. Il 15 aprile 2015 annuncia la decisione di lasciare il Borussia Dortmund al termine della stagione 2014-2015.[6] La sua ultima partita con il Dortmund è la finale di Coppa di Germania, che vede il Borussia uscire sconfitto per mano del Wolfsburg (1-3).

Liverpool[modifica | modifica wikitesto]

Klopp al Liverpool nel 2018

L'8 ottobre 2015 viene ingaggiato dagli inglesi del Liverpool per sostituire l'esonerato Brendan Rodgers,[7] firmando un contratto triennale da sette milioni di euro all'anno;[8] al momento del suo approdo la squadra si trova al 10º posto con 12 punti in classifica. Fa il suo esordio con i Reds il 17 ottobre, pareggiando per 0-0 sul campo del Tottenham. Alla sua prima stagione arriva in finale di League Cup, che perde ai calci di rigore contro il Manchester City di Manuel Pellegrini. Al termine della stagione il Liverpool chiude il campionato all'8º posto, mancando la qualificazione alle competizioni europee, mentre in Europa League raggiunge la finale, dove viene però sconfitto per 1-3 dal Siviglia.

Nella stagione successiva porta il Liverpool al 4º posto in campionato, qualificandosi ai preliminari di Champions League, mentre nelle coppe nazionali viene eliminato per mano di Southampton e Wolverhampton.

Al terzo anno sulla panchina dei Reds, la squadra giunge in finale di UEFA Champions League per la prima volta dopo undici anni, grazie soprattutto al rendimento offensivo, che stabilisce il nuovo record di reti realizzate nella competizione considerando anche i play-off (47).[9] Tuttavia in finale il Liverpool perde per 1-3 contro il Real Madrid, anche a causa di due errori del portiere Karius. In campionato la squadra di Klopp termina nuovamente al 4º posto.

Al quarto anno alla guida tecnica del Liverpool, Klopp raggiunge la finale di UEFA Champions League per la seconda volta consecutiva nonché la terza complessiva nella sua carriera da allenatore, con una clamorosa vittoria per 4-0 sul Barcellona ottenuta il 7 maggio 2019, dopo che la gara di andata era terminata 3-0 per gli spagnoli. Il 1º giugno vince il suo primo trofeo internazionale, aggiudicandosi la UEFA Champions League in finale contro il Tottenham (2-0).[10] In campionato totalizza 97 punti, arrivando dietro al Manchester City di un solo punto.

La quinta stagione di Klopp alla guida dei Reds comincia con la sconfitta ai tiri di rigore nella Supercoppa d'Inghilterra contro il Manchester City, dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi sull'1-1. Il 14 agosto il tecnico tedesco vince il secondo titolo con il Liverpool, superando ai rigori il Chelsea nella gara che assegna la Supercoppa UEFA, dopo che i tempi supplementari erano terminati con il risultato di 2-2. A dicembre si aggiudica il terzo titolo alla guida del Liverpool, vincendo la Coppa del mondo per club per la prima volta nella storia del club: dopo aver battuto in semifinale il Monterrey, i Reds superano in finale il Flamengo per 1-0 ai tempi supplementari. Il 25 giugno 2020, alla ripresa della stagione dopo la sospensione a causa della pandemia di COVID-19, conduce i Reds alla vittoria della Premier League, a trent'anni di distanza dall'ultimo successo del club nella competizione.[11]

Nella stagione seguente esce al quarto turno dalle coppe nazionali, venendo eliminato dal Manchester United in FA Cup e dall’Arsenal in Coppa di Lega, mentre in UEFA Champions League esce ai quarti per mano del Real Madrid e in campionato, grazie a una grande rimonta nell’ultimo mese, riesce ad arrivare terzo.

Nell'annata 2021-2022 Klopp guida i suoi al secondo posto in campionato, a un solo punto dal Manchester City campione, e alla finale di UEFA Champions League, dove viene sconfitto nuovamente dal Real Madrid (0-1), risultato che condanna l'allenatore tedesco, suo malgrado, a diventare l'unico allenatore nella storia, assieme a Marcello Lippi, a perdere tre finali di Champions League su un totale di quattro tentativi. Nonostante ciò, conclude la stagione vincendo sia la FA Cup sia la Coppa di Lega, in entrambi i casi ai rigori contro il Chelsea.

Inizia la stagione 2022-2023 aggiudicandosi il Community Shield, grazie alla vittoria per 3-1 sul Manchester City.[12]

Commentatore televisivo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 Klopp è stato ingaggiato dalla rete televisiva tedesca ZDF, in qualità di esperto, per commentare le partite della nazionale tedesca; ha ricoperto questo ruolo fino al campionato europeo 2008. Durante il campionato mondiale 2010 ha collaborato con Günther Jauch per la rete RTL.[13]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1989-1990 Germania Rot-Weiss Frankfurt 3.L ?+5[14] ?+0[14] CG 1 0 - - - - - - 6 0
1990-1991 Germania Magonza 2.BL 33 10 CG 0 0 - - - - - - 33 10
1991-1992 2.BL 32 8 CG 1 0 - - - - - - 33 8
1992-1993 2.BL 41 3 CG 2 1 - - - - - - 43 4
1993-1994 2.BL 34 7 CG 1 1 - - - - - - 35 8
1994-1995 2.BL 33 7 CG 3 1 - - - - - - 36 8
1995-1996 2.BL 29 2 CG 2 0 - - - - - - 31 2
1996-1997 2.BL 24 3 CG 0 0 - - - - - - 24 3
1997-1998 2.BL 31 4 CG 1 1 - - - - - - 32 5
1998-1999 2.BL 29 4 CG 1 0 - - - - - - 30 4
1999-2000 2.BL 30 4 CG 3 0 - - - - - - 33 4
2000-2001 2.BL 9 0 CG 1 0 - - - - - - 10 0
Totale Magonza 325 52 15 4 - - - - 340 56
Totale carriera 330 52 16 4 - - - - 346 56

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1° ottobre 2022. In grassetto le competizioni vinte.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
feb.-giu. 2001 Germania Magonza 2.BL 12 6 3 3 CG 0 0 0 0 - - - - - - - - - - 12 6 3 3 50,00 Sub. 14º
2001-2002 2.BL 34 18 10 6 CG 3 2 0 1 - - - - - - - - - - 37 20 10 7 54,05
2002-2003 2.BL 34 19 5 10 CG 1 0 1 0 - - - - - - - - - - 35 19 6 10 54,29
2003-2004 2.BL 34 13 15 6 CG 1 0 1 0 - - - - - - - - - - 35 13 16 6 37,14 (prom.)
2004-2005 BL 34 12 7 15 CG 2 1 1 0 - - - - - - - - - 36 13 8 15 36,11 11º
2005-2006 BL 34 9 11 14 CG 4 1 2 1 CU 6 3 2 1 - - - - - 44 13 15 16 29,55 11º
2006-2007 BL 34 8 10 16 CG 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 35 8 10 17 22,86 17º (retr.)
2007-2008 2.BL 34 16 10 8 CG 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 36 17 10 9 47,22
Totale Magonza 250 101 71 78 14 5 5 4 6 3 2 1 - - - - 270 109 78 83 40,37
2008-2009 Germania Borussia Dortmund BL 34 15 14 5 CG 3 2 0 1 CU 2 1 0 1 SG[15] - - - - 39 18 14 7 46,15
2009-2010 BL 34 16 9 9 CG 3 2 0 1 - - - - - - - - - - 37 18 9 10 48,65
2010-2011 BL 34 23 6 5 CG 2 1 1 0 UEL 8 4 3 1 - - - - - 44 28 10 6 63,64
2011-2012 BL 34 25 6 3 CG 6 5 1 0 UCL 6 1 1 4 SG 1 0 1 0 47 31 9 7 65,96
2012-2013 BL 34 19 9 6 CG 4 3 0 1 UCL 13 7 4 2 SG 1 0 0 1 52 29 13 10 55,77
2013-2014 BL 34 22 5 7 CG 6 5 0 1 UCL 10 6 0 4 SG 1 1 0 0 51 34 5 12 66,67
2014-2015 BL 34 13 7 14 CG 6 4 1 1 UCL 8 4 1 3 SG 1 1 0 0 49 22 9 18 44,90
Totale Borussia Dortmund 238 133 56 49 30 22 3 5 47 23 9 15 4 2 1 1 319 180 69 70 56,43
ott. 2015-2016 Inghilterra Liverpool PL 30 13 9 8 FACup+CdL 4+5 1+3 2+1 1+1 UEL 13 6 5 2 - - - - - 52 23 17 12 44,23 Sub.
2016-2017 PL 38 22 10 6 FACup+CdL 3+6 1+4 1+0 1+2 - - - - - - - - - - 47 27 11 9 57,45
2017-2018 PL 38 21 12 5 FACup+CdL 2+1 1+0 0+0 1+1 UCL 15 9 4 2 - - - - - 56 31 16 9 55,36
2018-2019 PL 38 30 7 1 FACup+CdL 1+1 0+0 0+0 1+1 UCL 13 8 1 4 - - - - - 53 38 8 7 71,70
2019-2020 PL 38 32 3 3 FACup+CdL 4+3 2+1 1+1 1+1 UCL 8 4 1 3 CS+SU+Cmc 1+1+2 0+0+2 1+1+0 0+0+0 57 41 8 8 71,93
2020-2021 PL 38 20 9 9 FACup+CdL 2+2 1+1 0+1 1+0 UCL 10 6 2 2 CS 1 0 1 0 53 28 13 12 52,83
2021-2022 PL 38 28 8 2 FACup+CdL 6+6 5+3 1+3 0+0 UCL 13 10 1 2 - - - - - 63 46 13 4 73,02
2022-2023 PL 7 2 4 1 FACup+CdL 0 0 0 0 UCL 2 1 0 1 CS 1 1 0 0 10 4 4 2 40,00 in corso
Totale Liverpool 265 168 61 35 46 23 11 12 74 44 15 15 6 3 3 0 391 238 90 63 60,87
Totale carriera 753 402 189 162 90 50 19 21 127 70 25 32 10 5 4 1 980 527 237 216 53,78

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Borussia Dortmund: 2010-2011, 2011-2012
Borussia Dortmund: 2011-2012
Borussia Dortmund: 2013, 2014
Liverpool: 2019-2020
Liverpool: 2021-2022
Liverpool: 2021-2022
Liverpool: 2022
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Liverpool: 2018-2019
Liverpool: 2019
Liverpool: 2019

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2011, 2012, 2019
2019
2019, 2020
2019
  • Squadra dell'anno IFFHS: 1
2019
2019
Migliore allenatore dell'anno: 2019
  • Hall of Fame della LMA: 1
2019
2019-2020,[16] 2021-2022

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Mark Lovell, Jurgen Klopp: Furious football from a witty and winning coach, su bbc.com, 8 ottobre 2015.
  2. ^ Liverpool, Klopp: «Sono il 'normal one'», su corrieredellosport.it, 9 ottobre 2015.
  3. ^ Elmar Neveling racconta Jürgen Klopp, su mondofutbol.com. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  4. ^ Germania: Dortmund campione, Ottavo trionfo in Bundesliga - La Gazzetta dello Sport, su gazzetta.it, 22 aprile 2012.
  5. ^ B. Dortmund-Bayern Monaco 4-2: Pep al tappeto - Goal.com
  6. ^ UFFICIALE: B. Dormund, Klopp ufficializza il suo addio a fine stagione, su tuttomercatoweb.com, 15 aprile 2015. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  7. ^ Klopp al Liverpool: ora è ufficiale. Venerdì mattina la presentazione, in Eurosport, 8 ottobre 2015. URL consultato il 6 maggio 2018.
  8. ^ Liverpool, comincia l'era Klopp: ufficiale la firma del contratto, su gazzetta.it, 8 ottobre 2015. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  9. ^ Il Liverpool batte il record di gol in Champions League, su it.uefa.com, uefa.com, 2 maggio 2018. URL consultato il 6 maggio 2018.
  10. ^ Liverpool, la gioia di Klopp: "Pazzesco, ma non è stata una gran partita...", su gazzetta.it, 1º giugno 2019. URL consultato il 1º giugno 2019.
  11. ^ City sconfitto dal Chelsea: Liverpool campione d'Inghilterra dopo 30 anni!, su gazzetta.it, 25 giugno 2020. URL consultato il 25 giugno 2020.
  12. ^ Nunez, che esordio! Rigore guadagnato, gol e Liverpool in trionfo: 3-1 al Manchester City, su gazzetta.it, 30 luglio 2022.
  13. ^ RTL: Jürgen Klopp berichtet mit Günther Jauch über die WM 2010
  14. ^ a b Stagione regolare+Spareggio
  15. ^ Nella stagione 2008-2009 l'edizione della Supercoppa di Germania non fu ufficiale e quindi non viene presa in considerazione per il conteggio finale.
  16. ^ (EN) Klopp earns 2019/20 Barclays Manager of the Season award, su premierleague.com. URL consultato il 15 agosto 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Elmar Neveling, Jürgen Klopp, Echte Liebe, Copress Sport, 2012

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN311093451 · ISNI (EN0000 0004 3752 6276 · LCCN (ENnb2017007737 · GND (DE135601053 · J9U (ENHE987010000331505171 · NDL (ENJA001210018 · CONOR.SI (SL321816675 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2017007737