Luis Carniglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il figlio, suo omonimo, vedi Luis César Carniglia.
Luis Carniglia
Luis Antonio Carniglia.jpg
Nome Luis Antonio Carniglia
Nazionalità Argentina Argentina
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1955 - giocatore
1979 - allenatore
Carriera
Giovanili
1932-1933Olivos
Squadre di club1
1933-1936Tigre? (?)
1936-1941Boca Jrs.54 (17)
1942-1944Chacarita Jrs.14 (3)
1945-1948Atlas? (?)
1949Tigre1 (0)
1951-1952Nizza10 (1)
1952-1953Tolone26 (4)
1953-1955Nizza8 (0)
Carriera da allenatore
1955-1957Nizza
1957-1959Real Madrid
1959Real Madrid
1959-1960Fiorentina
1961Bari
1961-1963Roma
1963-1964Milan[1]
1964-1965Deportivo
1965-1968Bologna
1969Juventus
1973San Lorenzo
1978-1979Bordeaux
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Luis Antonio Carniglia (Olivos, 4 ottobre 1917Buenos Aires, 22 giugno 2001) è stato un allenatore di calcio e calciatore argentino, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come interno destro; era dotato di buona tecnica e discreta visione di gioco.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Passò all'Atlas nel 1945.[3] Nel giugno 1948 lasciò il Messico per tornare in patria.[4]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia subito la carriera di allenatore nel suo ultimo club da calciatore professionista, il Nizza. Con la squadra della costa azzurra si aggiudica il titolo francese al suo primo anno da mister. Si posiziona al 2º posto nella Coppa Grasshoppers, con solo tre punti di distacco dal club vincitore del torneo. Nel 1957 viene ingaggiato dal Real Madrid campione d'Europa con il quale si aggiudica due Coppe dei Campioni (1958 e 1959) e una Liga (1958). Fu cacciato da Santiago Bernabéu in seguito alla scelta di lasciare in panchina Ferenc Puskás nella finale della Coppa dei Campioni 1958-1959.[5]

Ha guidato anche alcune squadre italiane, tra cui la Fiorentina (con la quale perse la finale di Coppa Italia 1959-1960), la Roma (con la quale vinse la Coppa delle Fiere nel 1961), il Milan (sconfitto nella finale di Coppa Intercontinentale nel 1963 contro il Santos di Pelé) e la Juventus. È stato per tre stagioni allenatore del Bologna, prima di essere esonerato nel gennaio del 1968, a seguito della sconfitta per 4-2 contro il Milan, e sostituito da Viani[6].

Suo figlio Luis Carniglia Jr. ha militato in Serie A con la maglia della Sampdoria.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Boca Juniors: 1940
Boca Juniors: 1940
Atlas: 1945-1946
Atlas: 1946
Nizza: 1951-1952
Nizza: 1951-1952

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Nizza: 1955-1956
Real Madrid: 1957-1958

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 1957-1958, 1958-1959
Roma: 1960-1961

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Insieme al direttore tecnico Giuseppe Viani.
  2. ^ (ES) También viene Luis Carniglia, in El Informador, 31 ottobre 1945.
  3. ^ (ES) Pairoux sale de Argentina para México, in El Informador, 31 ottobre 1945.
  4. ^ (ES) Panorama..., in El Informador, 16 giugno 1948, p. 5.
  5. ^ [1]
  6. ^ Roma 3 gennaio 1968, pagina 10.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]