Finale della Coppa dei Campioni 1958-1959

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa dei Campioni 1958-1959.

Finale della Coppa dei Campioni 1958-1959
Dettagli evento
Competizione Coppa dei Campioni 1958-1959
Data 3 giugno 1959
Città Stoccarda
Impianto di gioco Neckarstadion
Spettatori 72.000[1]
Risultato
Real Madrid
2
Stade Reims
0
Arbitro Germania Ovest Dusch
ed. successiva →     ← ed. precedente

La Finale della Coppa dei Campioni 1958-1959 si disputò il 3 giugno 1959 al Neckarstadion di Stoccarda tra gli spagnoli del Real Madrid e i francesi dello Stade de Reims, squadre che si erano già incontrate tre anni prima, in occasione della prima finale della storia della Coppa dei Campioni. Il match, arbitrato dal tedesco Albert Dusch, vide la vittoria delle merengues per 2-0 di fronte a 72.000[1] spettatori, grazie alle reti di Mateos e Di Stéfano.

Il cammino verso la Finale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa dei Campioni 1958-1959.

Il Real Madrid superò al primo turno i turchi del Beşiktaş con una vittoria per 2-0 all'andata (reti Santisteban e Kopa nel secondo tempo) e un pareggio per 1-1 al ritorno.[1] Successivamente fu la volta del Wiener Sport-Club, dopo un pareggio senza reti all'Ernst Happel Stadion i blancos umiliarono i loro avversari al ritorno, grazie a un rotondissimo 7-1, in una gara segnata dal poker personale di Di Stéfano. In semifinale il Real dovette affrontare i cugini dell'Atlético Madrid in un caldissimo derby: le merengues vinsero l'andata in casa grazie alle reti di Rial al 15 e di Puskás su rigore al 33', che rimontarono il gol in apertura di Gonzalez. Al Metropolitano però i colchoneros ebbero la meglio per 1-0, costringendo i loro avversari alla "bella". Il match decisivo si disputò sul campo neutro di Saragozza: Di Stéfano portò in vantaggio il Real, ma Collar pareggiò i conti dopo soli due minuti, fu una rete di Puskás in chiusura di primo tempo a regalare ai blancos la quarta finale di coppa consecutiva.[1][2]

Lo Stade de Reims superò agevolmente il turno preliminare sconfiggendo con un risultato complessivo di 10-3 (4-1;2-6) i nordirlandesi dell'Ards e qualificandosi dunque al primo turno dove incontrò l'Helsinki, anch'esso eliminato senza troppi problemi. Ai quarti fu il turno dei ben più ostici belgi dello Standard Liegi, lo Stade perse clamorosamente per 2-0 all'andata, ma riuscì incredibilmente a ribaltare il risultato nella gara di ritorno con un 3-0 firmato dalle marcature di Piantoni e Fontaine, che segnò una doppietta.[1] Un'altra rimonta segnò le semifinali, sconfitti per 1-0 a Berna, contro gli Young Boys, i francesi vinsero ancora 3-0 al Parco dei Principi, passando in finale per la seconda volta nella loro storia.[2]

Le due squadre[modifica | modifica wikitesto]

Le due formazioni in campo per la finale

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Il Real Madrid, allenato dall'argentino Luis Carniglia, schierò il giorno della finale tra i pali il proprio secondo portiere Rogelio Domínguez, mentre la linea difensiva (a tre) era composta da Marquitos, Santamaria e dal capitano Zárraga. I due mediani erano Santisteban (anch'egli giocatore con non grandissima esperienza) e Antonio Ruiz, mentre a centrocampo le merengues calavano i propri assi: Gento, Rial, Mateos e Kopa (quest'ultimo grandissimo ex dell'incontro), unica punta Alfredo Di Stéfano, autore in quella stagione di ben 34 reti in 38 partite. Da ricordare che Carniglia fu costretto in questa gara a fare a meno di Ferenc Puskás, grande acquisto estivo del Real e in grado di segnare 25 gol in stagione, fermato però da un infortunio.[3]

Stade de Reims[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stade de Reims 1958-1959.

Lo Stade de Reims presentava invece una squadra completamente francese, allenata da Albert Batteux (che fu alla guida dei francesi per 13 stagioni consecutive tra il 1950 e il 1963[4]). Tra i pali Dominique Colonna, in difesa invece troviamo Rodzik, Giraudo e il capitano Robert Jonquet alla quattordicesima stagione con il Reims. Un centrocampo composto dalla linea mediana di Armand Penverne e Michel Leblond e dai più offensivi Lamartine, Bliard, Piantoni e Vincent era posto dietro al fenomenale Just Fontaine, uno dei più grandi attaccanti francesi di ogni epoca, nonché detentore del record di maggior numero di gol segnati in una sola edizione del campionato mondiale (Svezia 1958, 13 reti in 6 partite) e autore in quella stagione di 36 gol.[5]

La partita[modifica | modifica wikitesto]

Appena iniziato l'incontro il Real Madrid passò in vantaggio: al 2', dopo una spettacolare corsa sulla fascia Mateos superò in velocità Leblond ed entrò in area tirando sul secondo palo, Colonna non poté nulla e fu subito 1-0 per i blancos. Gli spagnoli continuano ad attaccare, dimostrando la loro netta superiorità tecnica rispetto agli avversari, Colonna salvò più volte il risultato parando anche un calcio di rigore, mentre solo Fontaine provò a essere pericoloso per il Reims.

Come nel primo, anche nel secondo tempo il Real segnò subito in apertura: Di Stéfano si girò bene eludendo l'anticipo di Piantoni, avanzò fino al limite dell'area e concluse a rete sul primo palo, battendo il portiere avversario, al 47' gli spagnoli chiusero così l'incontro. I francesi cercarono disperatamente di riaprire la partita, lo stesso Piantoni andò per due volte vicino al gol del 2-1: prima con una gran botta da fuori respinta da Domínguez e poi non trovando la deviazione vincente in area su un cross dalla trequarti. Con il triplice fischio di Dusch il Real Madrid vinse la quarta Coppa dei Campioni su quattro edizioni svoltesi.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Stoccarda
3 giugno 1959
Real Madrid Flag of Spain (1945–1977).svg2 – 0
referto
Flag of France.svg Stade de ReimsNeckarstadion (72.000 spett.)
Arbitro: Germania Ovest Albert Dusch

Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Real Madrid
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Stade de Reims
Real Madrid
P 1 Argentina Rogelio Domínguez
D 2 Spagna Marquitos
D 3 SpagnaUruguay José Santamaría
D 4 Spagna José María Zárraga (c)
D 5 Spagna Juan Santisteban
C 6 Spagna Antonio Ruiz
C 7 Francia Raymond Kopa
C 8 Spagna Enrique Mateos
A 9 SpagnaArgentinaColombia Alfredo Di Stéfano
C 10 Spagna Héctor Rial
A 11 Spagna Francisco Gento
Allenatore:
Argentina Luis Carniglia
Stade Reims
P 1 Francia Dominique Colonna
D 2 Francia Bruno Rodzik
D 3 Francia Robert Jonquet (c)
D 4 Francia Raoul Giraudo
D 5 Francia Armand Penverne
C 6 Francia Michel Leblond
C 7 Francia Robert Lamartine
C 8 Francia René Bliard
A 9 Francia Just Fontaine
A 10 Francia Roger Piantoni
A 11 Francia Jean Vincent
Allenatore:
Francia Albert Batteux

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e European Champions' Cup 1958/59 su rsssf.com, su rsssf.com. URL consultato il 30 Aprile 2015.
  2. ^ a b Uefa Champions' League 1958/59 - Semifinals, su it.uefa.com.
  3. ^ Real Madrid 1958-59, su bdfutbol.com. URL consultato il 30 Aprile 2015.
  4. ^ Albert Batteux su FootballDatabase.eu, su footballdatabase.eu. URL consultato il 30 Aprile 2015.
  5. ^ Stade de Reims 1958/1959 su WorldFootball.net, su worldfootball.net. URL consultato il 30 Aprile 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio