Finale della UEFA Champions League 2007-2008

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Finale della UEFA Champions League 2007-2008
Moscow (3).jpg
Lo Stadio Lužniki, sede dell'atto finale della Champions del 2008 tra Manchester United e Chelsea.
Dettagli evento
Competizione UEFA Champions League 2007-2008
Data 21 maggio 2008
Città Mosca
Impianto di gioco Lužniki
Spettatori 67 310
Risultato
Manchester Utd
1
Chelsea
1
6-5 dopo i rigori
Arbitro Slovacchia Ľuboš Micheľ
MVP Paesi Bassi Edwin van der Sar
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 53ª edizione della Champions League è stata disputata mercoledì 21 maggio 2008 allo Stadio Lužniki di Mosca, tra due compagini inglesi, il Manchester United e il Chelsea.

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Il Manchester United di Alex Ferguson, qualificato come testa di serie del proprio girone in quanto vincitore della Premier League 2006-2007, viene inserito nel Gruppo F insieme agli italiani della Roma, ai portoghesi dello Sporting Lisbona e agli ucraini della Dinamo Kiev. Con sedici punti, frutto di cinque vittorie e un pareggio (1-1 allo Stadio Olimpico contro la Roma), lo United si qualifica al primo posto del girone. Agli ottavi di finale vengono sorteggiati i francesi dell'Olympique Lione, battuti con un risultato complessivo di 2-1 dopo il pareggio dell'andata in Francia (1-1) e la vittoria del ritorno in Inghilterra (1-0). Ai quarti l'urna di Nyon accoppia i Red Devils agli italiani della Roma, già affrontati nella fase a gironi, che vengono sconfitti sia all'andata in trasferta (2-0) che al ritorno nel match casalingo (1-0). In semifinale gli spagnoli del Barcellona pareggiano a reti involate il match d'andata del Camp Nou per poi perdere 1-0 al ritorno dell'Old Trafford, grazie alla rete di Paul Scholes.

Il Chelsea di Avraham Grant, subentrato in settembre a José Mourinho, è inserito come testa di serie nel Gruppo B con gli spagnoli del Valencia, i tedeschi dello Schalke 04 e i norvegesi del Rosenborg. Con dodici punti, frutto di tre vittorie e tre pareggi, i Blues si qualificano al primo posto del girone. Negli ottavi di finale incontrano i greci dell'Olympiacos che, dopo il pareggio a reti bianche di Atene, vengono sconfitti per 3-0 a Londra. Nei quarti i turchi del Fenerbahçe vincono la partita d'andata giocata ad Istanbul per 2-1, ma furono poi sconfitti per 2-0 nella partita di ritorno dello Stamford Bridge. Per il secondo anno consecutivo i Blues trovano in semifinale i connazionali del Liverpool, finalisti della precedente edizione. Nella partita di andata, giocata ad Anfield, i Blues e i Reds pareggiano con il risultato di 1-1. Anche al ritorno, giocato allo Stamford Bridge, le due compagini inglese pareggiano per 1-1, prolungando quindi il doppio confronto ai tempi supplementari. Durante il primo supplementare i londinesi segnano altri due reti, portando il risultato sul 3-1 e ipotecando così il passaggio in finale; a nulla serve infatti il gol del 3-2 dei Reds allo scadere del secondo supplementare. Con un aggregato di 4-3 tra andata e ritorno, i Blues eliminano i rivali e agguantano la loro prima finale di Champions League.

Inghilterra Manchester United Round Inghilterra Chelsea
Avversario Risultato Fase a gironi Avversario Risultato
Portogallo Sporting CP 1-0 Prima partita Norvegia Rosenborg 1–1
Italia Roma 1–0 Seconda partita Spagna Valencia 2–1
Ucraina Dinamo Kiev 4–2 Terza partita Germania Schalke 04 2–0
Ucraina Dinamo Kiev 4–0 Quarta partita Germania Schalke 04 0–0
Portogallo Sporting CP 2–1 Quinta partita Norvegia Rosenborg 4–0
Italia Roma 1–1 Sesta partita Spagna Valencia 0–0
Gruppo F vincitore
Squadra G V P S RF RS DR P.ti
Inghilterra Manchester United 6 5 1 0 13 4 +9 16
Italia Roma 6 3 2 1 11 6 +5 11
Portogallo Sporting CP 6 2 1 3 9 8 +1 7
Ucraina Dinamo Kiev 6 0 0 6 4 19 −15 0
Classifica Gruppo B vincitore
Squadra G V P S RF RS DR P.ti
Inghilterra Chelsea 6 3 3 0 9 2 +7 12
Germania Schalke 04 6 2 2 2 5 4 +1 8
Norvegia Rosenborg 6 2 1 3 6 10 −4 7
Spagna Valencia 6 1 2 3 2 6 −4 5
Avversario Risultato Andata Ritorno Fase ad eliminazione diretta Avversario Risultato Andata Ritorno
Francia Lione 2-1 1-1 1-0 Ottavi di finale Grecia Olympiacos 3-0 0-0 3-0
Italia Roma 3-0 2-0 1-0 Quarti di finale Turchia Fenerbahçe 3-2 1-2 2-0
Spagna Barcellona 1-0 0-0 1-0 Semifinale Inghilterra Liverpool 4-3 1-1 3-2 (d.t.s.)

La partita[modifica | modifica wikitesto]

I giocatori del Manchester United e del Chelsea si preparano per i calci di rigore.

Nella finale di Mosca si scontrarono per la terza volta nella storia della UEFA Champions League, dopo la finale tutta spagnola del 2000 e quella tutta italiana del 2003, due squadre della stessa nazione: il Manchester United di Alex Ferguson ed il Chelsea di Avraham Grant (alla prima finale in assoluto nella massima competizione europea) si ritrovarono uno di fronte all'altro in un derby inglese.

La finale del Lužniki vide il Manchester United passare per primo in vantaggio, dopo 26', grazie al colpo di testa vincente di Cristiano Ronaldo, che convertì in rete un cross dalla fascia destra di Wes Brown, ma il Chelsea riuscì a riportarsi sull'1-1 con il gol di Frank Lampard sul finire della prima frazione di gioco.

Nel secondo tempo le squadre giocarono con cautela senza farsi male, così la partita si dilungò ai tempi supplementari, dove, anche qui, nessuna delle due formazioni riuscì a prevalere, i Blues rimasero in dieci uomini a causa dell'espulsione al 116' di Didier Drogba, avvenuta in seguito ad un colpo proibito dell'attaccante ivoriano ai danni del difensore serbo dello United Nemanja Vidić, perciò furono necessari i calci di rigore.

Dagli undici metri Cristiano Ronaldo sbagliò il terzo tiro dal dischetto per i Red Devils calciando a lato, lasciando la possibilità al capitano del Chelsea, John Terry, di chiudere la partita e consegnare la coppa nelle mani dei londinesi.

Terry, però, scivolò durante l'esecuzione del rigore e fallì, colpendo il palo destro della porta, riportando in corsa lo United, che segnò i due successivi rigori con Anderson e Ryan Giggs, intervallati dal rigore realizzato da parte di Salomon Kalou, portandosi in vantaggio (6-5).

Decisiva fu la seguente parata di Edwin van der Sar sul tiro di Nicolas Anelka, che permise alla squadra di Manchester di affermarsi per la terza volta, nella propria storia, come campione d'Europa.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Mosca
21 maggio 2008, ore 22:45 MSD
Manchester Utd 1 – 1
(d.t.s.)
referto
Chelsea Lužniki (67 310 spett.)
Arbitro Slovenia Ľuboš Micheľ

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Manchester United
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Chelsea
P 1 Paesi Bassi Edwin van der Sar
D 6 Inghilterra Wes Brown Uscita al 120+5’ 120+5’
D 5 Inghilterra Rio Ferdinand (c) Ammonizione al 43’ 43’
D 15 Serbia Nemanja Vidić Ammonizione al 111’ 111’
D 3 Francia Patrice Evra
C 4' Inghilterra Owen Hargreaves
C 18 Inghilterra Paul Scholes Ammonizione al 21’ 21’ Uscita al 87’ 87’
C 16 Inghilterra Michael Carrick
C 7 Portogallo Cristiano Ronaldo
A 10 Inghilterra Wayne Rooney Uscita al 101’ 101’
A 32 Argentina Carlos Tévez Ammonizione al 116’ 116’
Sostituti:
P 29 Polonia Tomasz Kuszczak
D 22 Irlanda John O'Shea
D 27 Francia Mikaël Silvestre
C 8 Brasile Anderson Ingresso al 120+5’ 120+5’
C 11 Galles Ryan Giggs Ingresso al 87’ 87’
C 17 Portogallo Nani Ingresso al 101’ 101’
C 24 Scozia Darren Fletcher
Allenatore:
Scozia Alex Ferguson
Man Utd vs Chelsea 2008-05-21.svg
P 1 Rep. Ceca Petr Čech
D 5 Ghana Michael Essien Ammonizione al 118’ 118’
D 6 Portogallo Ricardo Carvalho Ammonizione al 45+2’ 45+2’
D 28 Inghilterra John Terry (c)
D 3 Inghilterra Ashley Cole
C 4 Francia Claude Makélélé Ammonizione al 21’ 21’ Uscita al 120+4’ 120+4’
C 13 Germania Michael Ballack Ammonizione al 116’ 116’
C 8 Inghilterra Frank Lampard
C 10 Inghilterra Joe Cole Uscita al 99’ 99’
C 15 Francia Florent Malouda Uscita al 92’ 92’
A 11 Costa d'Avorio Didier Drogba Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg
Sostituti:
P 23 Italia Carlo Cudicini
D 33 Brasile Alex
D 35 Brasile Juliano Belletti Ingresso al 120+4’ 120+4’
C 12 Nigeria Mikel John Obi
A 7 Ucraina Andriy Shevchenko
A 21 Costa d'Avorio Salomon Kalou Ingresso al 92’ 92’
A 9 Francia Nicolas Anelka Ingresso al 99’ 99’
Allenatore:
Israele Avram Grant

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Primo tempo[1]
Manchester United Chelsea
Gol segnati 1 1
Tiri totali 5 6
Tiri in porta 3 1
Possesso palla 59% 41%
Angoli 2 2
Falli commessi 5 9
Fuorigioco 0 1
Ammonizioni 2 2
Espulsioni 0 0
Secondo tempo[1]
Manchester United Chelsea
Gol segnati 0 0
Tiri totali 4 14
Tiri in porta 0 1
Possesso palla
Angoli 2 4
Falli commessi 9 9
Fuorigioco 0 1
Ammonizioni 0 0
Espulsioni 0 0
Supplementari[1]
Manchester United Chelsea
Gol segnati 0 0
Tiri totali 3 4
Tiri in porta 2 1
Possesso palla
Angoli 1 2
Falli commessi 8 7
Fuorigioco 1 0
Ammonizioni 2 2
Espulsioni 0 1
Totale[1]
Manchester United Chelsea
Gol segnati 1 1
Tiri totali 12 24
Tiri in porta 5 3
Possesso palla 58% 42%
Angoli 5 8
Falli commessi 22 25
Fuorigioco 1 2
Ammonizioni 4 4
Espulsioni 0 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Team statistics: Full time (PDF), Union of European Football Associations, 21 maggio 2008. URL consultato il 17 luglio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio