Questa pagina è semiprotetta. Può essere modificata solo da utenti registrati
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Cristiano Ronaldo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Cristiano Ronaldo
RealM-Shahter15 (6).jpg
Ronaldo con la maglia del Real Madrid nel 2015
Nome Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 185[1] cm
Peso 80[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Real Madrid
Carriera
Giovanili
1993-1995 Bianco e Blu.svg Andorinha
1995-1997 Nacional Nacional
1997-2002 Sporting CP
Squadre di club1
2002-2003 Sporting CP 25 (3)
2003-2009 Manchester Utd 196 (84)
2009- Real Madrid 224 (246)
Nazionale
2001 Portogallo Portogallo U-15 9 (7)
2001-2002 Portogallo Portogallo U-17 7 (5)
2003 Portogallo Portogallo U-20 5 (1)
2002-2003 Portogallo Portogallo U-21 10 (3)
2004 Portogallo Portogallo olimpica 3 (2)
2003- Portogallo Portogallo 123 (55)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Portogallo 2004
Bronzo Polonia-Ucraina 2012
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 febbraio 2016

Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro, meglio noto come Cristiano Ronaldo (pronuncia portoghese [kɾɨʃˈtiɐnu ʁuˈnaɫdu]; Funchal, 5 febbraio 1985), è un calciatore portoghese, attaccante del Real Madrid e capitano della Nazionale portoghese.

Ritenuto uno dei calciatori più forti e completi al mondo[2][3][4][5][6] e di tutti i tempi,[7][8][9] figura tra i più prolifici attaccanti in attività,[10][11][12] e nella storia.[13][14][15][16][17]

Con la Nazionale portoghese si è laureato vice-campione d'Europa nel 2004. Conta 123 presenze e 55 reti con la maglia dei lusitani; secondo calciatore per numero di presenze, dietro a Luís Figo, e primo per quanto riguarda le reti realizzate.

È comparso ininterrottamente nella classifica del Pallone d'oro[18] dal 2004, conquistando sette podi (di cui quattro consecutivi), con il secondo posto del 2007, la vittoria del 2008, i secondi posti del 2009, del 2011, del 2012, la seconda vittoria del 2013 e la terza nel 2014. Ha occupato, per cinque anni consecutivi, il podio dell'UEFA Best Player in Europe Award classificandosi terzo (nel 2011, nel 2013 e nel 2015), secondo (nel 2012) e vincendolo nel 2014.[19]

Nel 2004 è stato inserito nella formazione ideale di Euro 2004. Ha fatto parte per 10 volte nella squadra dell'anno UEFA: nel 2004, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014 e nel 2015. Il Sun nel 2009 lo ha insignito nella Squadra ideale del decennio.[20]

È stato tra i protagonisti, nel 2008, del triplo successo del Manchester United in Champions League, Premier League e Coppa del mondo per club FIFA; proprio in virtù di tali vittorie si è aggiudicato il Pallone d'oro 2008 (terzo portoghese in assoluto a vincere questo premio), la Scarpa d'oro 2008 ed il FIFA World Player 2008.

Il suo trasferimento dal Manchester United al Real Madrid, nell'estate del 2009, per 94 milioni di euro, ha fatto registrare un record nella storia del calciomercato[21]: si è infatti piazzato al primo posto nella classifica dei trasferimenti più onerosi nella storia del calcio ed ha mantenuto questa posizione fino al settembre 2013, quando poi è stato superato dal trasferimento di Gareth Bale al Real Madrid per una cifra di circa 100 milioni di euro. Con il club spagnolo ha vinto due Coppe del Re, una Liga, una Supercoppa spagnola, una Champions League e una Supercoppa UEFA. Inoltre è il giocatore del Real Madrid ad aver siglato più reti (345) in tutte le competizioni ufficiali.

Al 2015, con un patrimonio di 210 milioni di euro, è il calciatore più ricco del mondo davanti a Lionel Messi e Neymar.[22] Secondo quanto riportato dalla rivista Forbes nella classifica degli sportivi più pagati del mondo, nel solo 2014 ha guadagnato 79,6 milioni di dollari, precedendo Lionel Messi (73,8) e piazzandosi dietro ai pugili Manny Pacquiao (160) e Floyd Mayweather (300).[23]

Biografia

La statua di 10 metri raffigurante Ronaldo nel centro di Madrid

È nato nel 1985 a Funchal da Maria Dolores dos Santos Aveiro e José Dinis Aveiro. Il nome Cristiano è dovuto alla fede cristiana della madre, mentre il secondo nome, Ronaldo, fu scelto in onore di Ronald Reagan, attore preferito del padre e Presidente degli Stati Uniti a quell'epoca.[24] Ha un fratello maggiore, Hugo (nato nel 1975), e due sorelle maggiori, Elma (nata nel 1974) e Liliana Cátia (nata a Madera il 5 ottobre 1976).[25]

Nel luglio 2010 annuncia su Facebook di essere diventato padre, affermando che si prenderà la custodia del bambino e che la madre resterà anonima.[26][27]

Il 23 febbraio 2010, in collaborazione con la Nike, di cui è testimonial, gli è stata dedicata una statua di 10 metri raffigurante lui stesso nel centro della città di Madrid.[28]

Curiosamente, il 1º aprile 2011, nel giorno del tradizionale Pesce d'aprile, il giornale inglese The Independent scrisse che il Portogallo, oppresso dai debiti, aveva venduto il giocatore alla Spagna per 160 milioni di euro.[29]

Cristiano Ronaldo si è spesso distinto anche per le sue azioni fuori dal campo di gioco: nel febbraio 2013 ha consegnato un assegno di 100 mila euro ricevuto dalla UEFA al Comitato Internazionale della Croce Rossa[30]; nel marzo 2014 ha donato a una famiglia spagnola 70 mila euro per finanziare completamente le cure di un bambino affetto da una malattia al cervello.[31]

Nel 2015 è stato distribuito in tutto il mondo un documentario sulla sua vita e sulla sua carriera calcistica, prodotto dal regista inglese Anthony Wonke.

Campagne pubblicitarie

È stato scelto come testimonial della campagna pubblicitaria di Giorgio Armani Underwear e Jeans Primavera/Estate 2010 insieme alla modella e attrice Megan Fox e riconfermato anche per la campagna Autunno/Inverno Armani Underwear e Jeans. Nel febbraio 2010 ha firmato un contratto di 4 anni con la Nike di 24 milioni di euro. Nei videogiochi PES 2012 e PES 2013 è il protagonista della copertina, in America è però affiancato da Neymar. Inoltre è il testimonial della Clear.[32] A fine ottobre 2013 lancia la propria linea di intimo CR7, disegnata insieme al progettista americano Richard Chai.[33] Nel settembre 2015 lancia il suo profumo: Cristiano Ronaldo Legacy.[34]

Caratteristiche tecniche

È dotato di grande velocità palla al piede[35] (è uno dei giocatori più veloci al mondo, con una velocità massima di 33,6 km/h[36][37]). Dotato di una grande tecnica individuale,[38] nel suo bagaglio tecnico rientrano varie finte,[7][38] tra cui dribbling,[7][39][40] doppi passi,[7][41] rapidi cambi di direzione[7][38] e la cosiddetta rabona.[42] È in grado di calciare con entrambi i piedi.[7][41] Giocatore polivalente, si definisce un'ala,[35] ma può adattarsi anche al ruolo di centravanti.[40] È spesso autore di cross dalla fascia,[40] ma ha anche uno spiccato senso del gol[7] e sa segnare sia di piede che di testa.[40][41] Nel novero delle sue abilità rientrano infine i calci piazzati: è un ottimo rigorista e tiratore di punizioni.[40]

Carriera

Club

Inizi e Sporting Lisbona

Cresciuto nell'Andorinha, dove ha iniziato a giocare all'età di 7 anni,[43] squadra in cui suo padre faceva il magazziniere,[44] i ragazzi di dodici anni già all'epoca lo volevano a giocare assieme a loro e pare non passasse mai la palla[43], nel 1995 si trasferisce al Nacional, che ne rileva le prestazioni in cambio di due mute di divise nuove.[43] Due anni più tardi, a 12 anni, approda allo Sporting Clube de Portugal in cambio di € 12 000, divenendo il ragazzino più pagato del Paese.[43] Gioca per cinque anni nelle giovanili della squadra e dimostrando presto il proprio talento.[7]

Ha esordito in prima squadra durante una gara contro l'Inter valevole per il terzo turno preliminare della Champions League 2002-2003. Nella sua prima stagione allo Sporting Lisbona collezionerà 25 presenze in campionato, di cui 11 da titolare.

Manchester United

« Ci sono stati tanti calciatori segnalati come "il nuovo George Best", ma questa è la prima volta che è un complimento per me.[45] »
(George Best, parlando di Cristiano Ronaldo)
2003-2004: L'esordio con i Red Devils
Ronaldo con la maglia del Manchester United mentre calcia una punizione.

Nel luglio 2003 il Barcellona segue due giocatori dello Sporting Lisbona in particolare: uno è Ricardo Quaresma, l'altro è Cristiano Ronaldo. Entrambi, hanno in comune, oltre alla nazionalità portoghese e alla maglia bianco-verde, lo stesso agente, Jorge Mendes. Nello stesso periodo firma con i blaugrana il difensore Rafael Márquez, calciatore messicano che ha come procuratore proprio Mendes.[46] Il Barcellona tratta con Mendes e con lo Sporting anche l'acquisto di uno dei due portoghesi e alla fine virerà su Quaresma.

Viene notato dal Manchester United in una partita amichevole contro lo Sporting Lisbona disputatasi nel luglio 2003. La squadra inglese perde l'incontro per 2-0 anche per merito del giovane talento portoghese, che diviene così un obiettivo di calciomercato del club inglese. Il 13 agosto 2003 Cristiano Ronaldo si trasferisce al Manchester United per 12,24 milioni di sterline, diventando così il teenager più costoso nella storia del calcio inglese.[47] Oltre a ciò diventa anche il primo giocatore portoghese dei Red Devils.

Chiede di indossare la maglia numero 28 (come allo Sporting), per evitare pressioni ed eventuali paragoni nel caso scegliesse la numero 7, storicamente amata dai tifosi del Manchester, essendo stata in passato di campioni come George Best, Bryan Robson, Éric Cantona e, fino alla stagione precedente, David Beckham.[47]

« Dopo essere arrivato, il manager mi ha chiesto quale numero di maglia volevo. Io ho detto 28. Ma Ferguson mi ha detto 'No, tu avrai la numero 7,' e la famosa maglia era un'ulteriore motivazione in più.[48] »
(Cristiano Ronaldo)

Per Ronaldo è inoltre lo stesso numero di Luís Figo, futuro compagno di squadra nel Portogallo.

Ronaldo fa il suo debutto subentrando al 60º minuto in una vittoria casalinga per 4-0 contro il Bolton Wanderers. Segna la sua prima marcatura per il Manchester con un calcio di punizione, nella vittoria per 3-0 ai danni del Portsmouth il 1º novembre 2003. Il giovane lusitano si rende tra l'altro autore del 1000º gol in Premier League dei Red Devils, il 29 ottobre 2005 in una sconfitta per 4-1 contro il Middlesbrough.[49] Dopo aver pagato un periodo di adattamento al calcio inglese, Ronaldo si rende protagonista di una buona stagione d'esordio, collezionando 29 presenze in campionato (40 totali) e segnando anche il primo gol nella finale di Coppa d'Inghilterra. Nella stagione 2004-2005, malgrado il Manchester concluda l'annata senza vincere alcun trofeo, realizza 9 reti in 50 gare stagionali.

2005-2006: la vittoria della Carling Cup

Nella stagione 2005-2006 mette a segno 10 gol, l'ultimo dei quali nella finale di Football League Cup contro il Wigan Athletic vinta dai Red Devils. È quello l'unico trofeo dell'anno conquistato dal Manchester United, eliminato nella prima fase della Champions League e giunto secondo nella Premiership. Il 9 agosto 2005 nella partita di qualificazione di UEFA Champions League segna un gol nella gara vinta contro il Debreceni. Il primo gol in campionato arriva il 29 ottobre arriva il primo gol contro il Middlesbrough persa 4 a 1. Il 31 dicembre segna 2 gol contro il Bolton. Il 4 febbraio segna una doppietta contro il Fulham e l'11 febbraio l'ennesima doppietta nella partita vinta contro il Portsmouth per 3 a 1. Realizza una rete nella sfida fuori casa vinta 2 a 1 contro il Wigan.

2006-2007: la Community Shield e Premier League
Cristiano Ronaldo con la maglia del Manchester United.

Nel 2006-2007 batte il proprio primato personale di gol in campionato realizzando 17 reti. Il 20 agosto 2006 arriva il primo gol in stagione contro il Fulham vinta 4 a 0 con doppietta di Rooney. Il 23 settembre arriva il secondo gol contro il Reading. Il 28 ottobre realizza una rete nella sfida vinta contro il Bolton finita 4 a 0 con la tripletta di Rooney. Il 23 dicembre realizza una doppietta contro l'Aston Villa e 3 giorni dopo si ripete ancora con una doppietta ai danni del Wigan Athletic. Segna altri 2 gol il 30 dicembre contro il Reading finita 3 a 2. Il 3 febbraio 2007 contro il Tottenham vinta 4 a 1 segna un gol dopo essersi procurato un rigore e realizza 1 assist per Scholes. Il 17 marzo contro il Bolton realizza ben 3 assist, il primo per Park, il secondo per Rooney e il terzo ancora per Park, la partita finisce 4 a 1 con il quarto gol dello United siglato da Rooney.[50]

Si rende autore di ottime prestazioni in campionato e in Champions League, siglando i suoi primi gol nella principale rassegna continentale nel trionfale 7-1 ai danni della Roma.[51] Il 14 aprile segna un gol nella semifinale di FA Cup vinta 4 a 1 contro il Watford. Il 24 aprile segna all'andata della semifinale di UEFA Champions League contro il Milan vinta 3 a 2, nella gara di ritorno giocata il 2 maggio il Milan vince 3 a 0 e vola in Finale contro il Liverpool.[52] In seguito, grazie ad un suo gol nella finale della Community Shield contro il Manchester City, vince il suo primo trofeo inglese, seguito dalla vittoria della Premier League 2006-2007. Conclude la stagione con 53 presenze 23 gol e 19 assist.

2007-2008: la vittoria della UEFA Champions League e della Scarpa d'oro
Cristiano Ronaldo in azione durante una partita della Champions League 2007-2008.

L'annata seguente è quella dei grandi successi personali e di squadra. Con la doppietta contro il Bolton Wanderers nel recupero della Premier League 2007-2008, il portoghese supera George Best, che nella stagione 1967-1968 aveva messo a segno 33 gol tra coppe e campionato. Il record era rimasto imbattuto per quarant'anni. Il 19 settembre contro lo Sporting Lisbona, arriva il primo gol in Champions League, partita vinta 1 a 0.

Il 29 settembre 2007 arriva il primo gol contro il Birmingham City vinta 1 a 0. Arriva la prima doppietta contro il Wigan Athletic partita finita 4 a 0 giocata a Manchester il 6 ottobre.[53][54] Il 23 ottobre realizza 2 gol nella partita Champions vinta 4 a 2 contro la Dinamo Kiev. L'11 novembre realizza la seconda doppietta in campionato nella partita contro il Blackburn Rovers vinta da, Manchester per 2 a 0.[55] Nella partita contro lo Sporting Lisbona il 23 novembre si rende protagonista dell'incontro, segna un gol e realizza l'assist per il gol Tevez.[56] Il 3 dicembre mette a segno l'ennesima doppietta contro il Fulham, finita 2 a 0 per lo United. Il 2008 inizia con una tripletta rifilata al Newcastle finita 6 a 0, a segno anche Carlos Tévez con 2 gol e Rio Ferdinand (12 gennaio).[57] Con 2 gol decide la partita di FA Cup contro il Tottenham il 27 gennaio 2008 finita 3 a 1. Tre giorni dopo raggiunge quota 19 in Premier con la doppietta al Portsmouth.

Dopo essersi qualificato agli ottavi il Manchester affronta il Lione il 20 febbraio partita d'andata finita 1 a 1 a Lione, nella gara di ritorno giocata il 4 marzo Ronaldo segna il gol decisivo che permette allo United di accedere ai quarti. Il 15 marzo segna un gol contro il Derby County finita 1 a 0, si ripete una settimana dopo con una doppietta contro il Bolton. Il 1º aprile segna il primo gol dei quarti di finale di Champions contro la Roma finita 2 a 0 col gol di Wayne Rooney nel finale.[58][59]

Dopo aver battuto nella gara di ritorno il Barcellona con il gol di Paul Scholes il Manchester vola in finale. Alla fine sarà capocannoniere della Premier League, con 31 gol in 34 partite (31 delle quali giocate da titolare), e della UEFA Champions League 2007-2008, con 8 gol in 11 partite, contribuendo in maniera decisiva alla conquista dell'accoppiata titolo inglese-Champions League da parte dei Red Devils. Il 3 maggio segna 2 gol contro il West Ham finita 4 a 1 per il Manchester. Nella finale di Champions, a Mosca contro il Chelsea, realizza il gol del momentaneo 1-0, i tempi regolamentari finiscono 1 a 1 con il gol del Chelsea di Lampard, in seguito sbaglia il proprio tiro della serie di rigori ma il Manchester grazie anche alle parate di Van Der Sar diventa Campione d'Europa per la terza volta vincendo 6 a 5 dopo i calci di rigore.[60][61][62] I 31 gol in Premier gli valgono comunque la Scarpa d'oro 2008, con 62 punti. Nell'agosto 2008, in occasione dei sorteggi dei gironi della UEFA Champions League a Monte Carlo, è stato premiato come miglior giocatore e miglior attaccante della competizione nella stagione precedente.[63]

2008-2009: il Pallone d'oro e il FIFA World Player
Ronaldo in azione nella partita contro il Liverpool.

Dell'estate 2008 è la vicenda di calciomercato legata al suo eventuale trasferimento al Real Madrid. Ronaldo annuncia, infatti, di voler lasciare il Manchester United per raggiungere la squadra di Madrid,[64] sollevando una serie di polemiche e speculazioni. Il trasferimento non si concretizza nel 2008 anche per la rinuncia dello stesso Ronaldo.[65] Il 27 settembre segna 2 gol contro il Bolton Wanderers. Realizza la sua seconda doppietta contro il West Ham finita 2 a 0 giocata a Manchester il 29 ottobre. Contro l'Hull City il 1º novembre realizza ancora 2 gol partita vinta dal Manchester United per 4 a 3. Il 2 dicembre 2008 viene nominato Pallone d'oro.[66] Alcuni giorni più tardi vince con la propria squadra la Coppa del mondo per club FIFA 2008. Nella semifinale contro il Gamba Osaka (5-3 per il Manchester) segna il gol del momentaneo 2-0 e nella finale contro la LDU Quito fornisce a Wayne Rooney l'assist per il gol decisivo.

La stagione lo vede protagonista in campionato, vinto dal Manchester United per la terza volta consecutiva, e in Champions League. Il 27 gennaio 2011 realizza la sua prima doppietta dell'anno nella partita vinta 5 a 0 contro il WBA.[67] Il 5 aprile segna 2 gol nella partita vinta 3 a 2 contro l'Aston Villa. Il 25 aprile segna ancora 2 gol nella partita vinta per 5 a 2 dai Red Devils. Nella competizione continentale Ronaldo segna quattro gol: nel 2-0 negli ottavi di finale di ritorno contro l'Inter all'Old Trafford, nel ritorno dei quarti di finale in casa del Porto (1-0) ed una doppietta in casa dell'Arsenal nella semifinale di ritorno. I Red Devils raggiungono per la seconda volta di fila la finale ma Ronaldo non riesce a lasciare il segno. Il Manchester United, infatti, perde per 2-0 contro il Barcellona. Conclude la stagione con 53 presenze, e 26 gol, sedici in meno dei 42 della stagione passata, quando aveva stabilito un record personale di marcature. Riesce nuovamente a salire sul podio del Pallone d'oro e del FIFA World Player.[68]

Real Madrid

2009-2010: la prima stagione con Pellegrini
Cristiano Ronaldo al Real Madrid con la maglia numero 9.

L'11 giugno 2009 il Manchester United annuncia di aver accettato l'offerta di 80 milioni di sterline (94 milioni di euro circa) da parte del Real Madrid e autorizza quindi il club a trattare col giocatore.[69] Quindici giorni dopo il club madrileno annuncia di aver ufficialmente siglato l'accordo con il Manchester United per il trasferimento di Cristiano Ronaldo in Spagna a partire dal 1º luglio.[70] Per lui il club ha fissato una clausola rescissoria di 1 miliardo di euro, una somma che non ha eguali nella storia del calcio.[71][72] La sua presentazione ufficiale, il 6 luglio allo Stadio Santiago Bernabéu, è seguita da 80 000 tifosi.[73]

Presa la maglia numero 9, appartenuta un tempo ad Alfredo Di Stéfano, debutta nella Liga il 29 agosto 2009 nell'anticipo della prima giornata, Real Madrid-Deportivo la Coruña 3-2, e segna il suo primo gol con la nuova maglia su calcio di rigore. Fa poi il suo esordio in Champions League il 15 settembre in Zurigo-Real Madrid 2-5, realizzando una doppietta su calcio di punizione. Il 20 settembre realizza la prima doppietta in Campionato nella partita vinta 5 a 0 contro lo Xerez.[74] Il 30 settembre subisce un duro intervento da parte di Souleymane Diawara nel corso della gara di Champions League contro l'Olympique Marsiglia ed è costretto a lasciare il campo nella stessa partita realizza due reti regalando la vittoria al Real Madrid per 3 a 0.[75][76]

Convocato in Nazionale, torna in campo a sorpresa, e non in perfette condizioni fisiche, il 10 ottobre seguente, in occasione decisiva partita tra Portogallo e Ungheria: si infortuna nuovamente, con una ricaduta della lesione al legamento della caviglia destra.[77][78] Il rientro definitivo avviene il 25 novembre nella partita di Champions League contro lo Zurigo.[79] Chiude la stagione di Champions League con 7 reti in 6 partite. Il 5 dicembre 2009 segna un gol nel 4 a 2 contro l'Almería. Anche in campionato riesce a segnare regolarmente, con una striscia di 6 reti realizzate consecutivamente contro Xerez il 13 febbraio 2010 partita finita 3 a 0 contribuendo con una doppietta. Segna un gol anche contro il Villarreal partita disputata il 21 febbraio e vinta 6 a 2.[80]

Segna un gol col Tenerife il 27 febbraio e con il Siviglia finita 3 a 2. Il 14 marzo segna ancora col Real Valladolid. Il 2 maggio contro l'Osasuna realizza l'ennesima doppietta, la partita viene vinta dal Real per 3 a 2. Tre giorni dopo segna altri 3 gol contro il Maiorca finita 4 a 1. Conclude la stagione con 35 presenze e 33 reti.

2010-2011: l'arrivo di Mourinho e il primo titolo con i Galacticos
Cristiano Ronaldo con la maglia del Real Madrid nella stagione 2010-2011

In seguito all'addio al club di Raúl sceglie di indossare la maglia numero 7. Il 23 ottobre realizza 4 reti nella sfida vinta 6 a 1 contro il Racing Santander.[81]

Il 3 marzo 2011 arriva una tripletta nella partita contro il Malaga finita 7 a 0 per il Real Madrid.[82] Nella stessa partita subisce un infortunio che lo costringe a stare fuori per 3 settimane.[83][84]

Dopo 4 Classici e altri 3 scontri diretti con il Barcellona senza nessun gol, il 16 aprile 2011 riesce a segnare su rigore il gol dell'1-1 nella sfida giocata al Bernabeu.[85][86] Il 20 aprile 2011 nel suo 5º Clasico giocato, incontro valevole per la finale della Coppa del Re, riesce a segnare un gol di testa al 103º minuto, regalando così il primo titolo dell'era Mourinho al Real, e regalandosi dunque il primo titolo Spagnolo.[87][88] Il 7 maggio segna, toccando 200 gol in carriera, 4 gol contro il Siviglia nella partita vinta dal Real Madrid per 6 a 2. Il 15 maggio raggiunge i 38 gol in Liga, eguagliando il record di sempre di Hugo Sanchez nel 1989-1990 e Telmo Zarra nel 1950-1951.[89][90][91] È poi il primo giocatore del Real Madrid a superare, con 51 gol, il record di 47 gol stagionali di Ferenc Puskás del 1959-1960.[92][93] Il 21 maggio, nell'ultima giornata di campionato, segna una doppietta, raggiungendo così quota 40 gol e conquistando il titolo di Pichichi nella partita contro l'Almería finita 8 a 1.[94][95][96] Conclude la sua stagione con 54 presenze e 53 gol (a pari con Messi), stabilendo un altro record: 11 gol nelle ultime 4 partite di campionato,[97] chiuso al secondo posto.

2011-2012: la vittoria della Liga
Cristiano Ronaldo con la maglia del Real Madrid nella stagione 2011-2012

Il 15 ottobre 2011 in Real Madrid-Betis Siviglia 4-1 tocca quota 100 presenze totali con la maglia dei blancos. Il 2 novembre, con la doppietta segnata al Lione nella sfida di Champions League vinta per 0-2, raggiunge quota 100 gol segnati in 105 presenze totali con il Real Madrid.[98] Il 4 novembre riceve per la seconda volta la Scarpa d'oro (precedentemente aveva ottenuto il riconoscimento nel 2008) come miglior cannoniere europeo della passata stagione. Ronaldo con 40 gol e 80 punti complessivi, precede Lionel Messi e Antonio Di Natale.[99][100] 2 giorni dopo, nel 7-1 contro l'Osasuna segna un'altra tripletta, la quarta in undici partite di campionato, stabilendo un altro record.[101]

Ronaldo in azione con la maglia del Real Madrid

Il 12 febbraio 2012 contro il Levante mette a referto un'altra tripletta e nella stessa partita sigla il gol numero 4000 del Real Madrid al Santiago Bernabéu.[102] Il 24 marzo contro il Real Sociedad sfida vinta 5 a 1 giocata a Madrid segna 2 gol superando così la soglia dei 100 gol nella Liga in 92 apparizioni.[103][104] L'11 aprile 2012 sigla la tripletta personale nel 150º derby madrileno contro l'Atletico Madrid e sale così a 40 reti stagionali nella Liga, eguagliando il record della passata stagione.[105]

Il 14 aprile 2012, nella partita contro lo Sporting Gijón, realizza la 41ª rete in campionato, la quale gli permette di battere il record della stagione precedente, divenendo il primo calciatore a superare la quota di 40 reti nella Liga per 2 stagioni consecutive.[106][107] Il 2 maggio 2012 conquista il suo primo scudetto spagnolo con il Real Madrid (il numero 32 per il Real), nella partita vinta contro l'Athletic Bilbao per 3 a 0 dove segna anche un gol.[108][109][110]

2012-2013: la Supercoppa di Spagna
Ronaldo (a destra) nella stagione 2012-2013

Il 23 agosto 2012, mette a segno il suo primo gol stagionale contro il Barcellona, nella partita di andata della Supercoppa di Spagna 2012, questo gol gli ha permesso di diventare il primo giocatore del Real Madrid, nella storia del Clásico, che è riuscito a segnare in quattro partite di seguito al Camp Nou, la partita di andata finirà 3-2 per il Barcellona.[111] Va ancora a segno nella partita di ritorno, sempre della Supercoppa, questa volta a vincere è proprio il Real Madrid che riesce a superare il Barça per 2-1 portando così a casa l'ambito titolo, terzo titolo vinto da Ronaldo con la maglia dei Blancos.[112] Con l'ennesimo gol rifilato ai rivali Blaugrana eguaglia il record di Iván Zamorano, fermatosi a segnare a 5 partite consecutive del Clásico.[113]

Il 7 ottobre mette a segno una doppietta contro il Barcellona, la partita finirà 2-2 ma segnando anche in questo Clásico supera il precedente record di Zamorano, Ronaldo va a segno per il sesto Clásico consecutivo.[114]

Ronaldo nella stagione 2012-2013

Il 2 febbraio 2013 mette a segno il primo autogol della sua carriera nella gara di Liga contro il Granada (match che terminerà sull'1-0 proprio a causa dell'autogol del portoghese).

Il 12 febbraio gioca per la prima volta dopo il trasferimento al Real contro la sua ex squadra, il Manchester United per la gara di andata degli ottavi di finale della UEFA Champions League dove segna un gol di testa.[115] Nella gara di ritorno all'Old Trafford il 5 marzo segna di nuovo, e grazie al suo gol il Real passa il turno con il risultato finale di 2 a 1 dopo 90 minuti (3 a 2 risultato fra andata e ritorno), con auto gol di Ramos e gol di Modrić.[116][117] Il 10 aprile mette a segno una doppietta ai danni del Galatasaray, la partita viene persa per 3-2 ma precedentemente, all'andata, il Real aveva vinto la partita per 3-0 quindi i madrileni passano alle semifinali; con questa doppietta Cristiano diviene il calciatore con più marcature segnate in una singola edizione della Champions League con 11 gol, superando Raúl fermo a 10 gol.

L'8 maggio mette a segno il suo gol numero 200 con la maglia del Real Madrid in 197 partite giocate, lo realizza nella vittoria per 6-2 contro il Málaga.[118][119] Il 18 maggio disputa la finale di Coppa del Re, è proprio lui che apre le marcature al minuto 14 del primo tempo, ma Diego Costa, capocannoniere della competizione, mette a segno l'1-1 al minuto 35. La partita si protrae fino ai tempi supplementari: proprio al minuto 98 l'Atletico Madrid si porta in vantaggio con il gol di testa del brasiliano Miranda. Tale gol permette ai Colchoneros di alzare la loro decima Coppa del Re e di vincere il derbi madrileño dopo tredici anni dall'ultima vittoria, vittoria che risale al 30 ottobre 1999 con il risultato di 3-1.[120] Prima della conclusione della gara, Cristiano viene espulso dalla gara per una brutta reazione dopo un fallo ricevuto da Gabi. Durante la premiazione decide, insieme a José Mourinho, di non ritirare la medaglia per il secondo posto.[121] Il 25 maggio vince il premio di capocannoniere della Champions League con un totale di 12 reti, seguito da Robert Lewandowski con 10 reti.[122]

2013-2014: il Pallone d'oro FIFA e la Decima
Ronaldo nel 2013

Il 18 agosto 2013 durante la prima partita di campionato contro il Real Betis, raggiunge quota 200 presenze con la maglia del Real Madrid, la partita in particolare viene vinta per 2-1.[123] Il 10 dicembre, rientrato da un infortunio, sigla il 2-0 finale, in occasione dell'ultima partita della fase a gironi di Champions League, contro il Copenaghen; tale gol gli permette di divenire l'unico calciatore ad aver segnato 9 reti nella fase a gironi del più importante torneo calcistico d'Europa.[124] Il 13 gennaio 2014 vince il suo secondo Pallone d'oro in carriera, primo Pallone d'oro FIFA per l'asso portoghese.[125] Oltre ad essere premiato con l'importante titolo già citato, viene inserito per la settima volta consecutiva nella squadra ideale del FIFA/FIFPro World XI.[126] L'11 febbraio sigla una doppietta, entrambi i gol realizzati su calcio di rigore, nel derby contro l'Atlético Madrid vinto per 2-0, in occasione del ritorno della semifinale di Coppa del Re, conquistando così la finale.[127]

Il 18 marzo 2014, nella partita di ritorno degli ottavi di finale, di Champions League, contro lo Schalke 04, mette a segno una doppietta nel 3-1 finale, tale doppietta gli permette di raggiungere quota 13 reti, superando così il suo "score" personale di marcature nella competizione europea (12 reti nella stagione passata).[128][129]

Il 2 aprile, in occasione della partita d'andata dei quarti di finale di Champions League, disputata contro i tedeschi del Borussia Dortmund, gioca la sua centesima partita[130] nella massima competizione europea; la partita viene vinta 3-0 anche grazie ad un gol dell'asso portoghese, tale gol gli permette di raggiungere quota 14 reti nell'edizione corrente, record assoluto condiviso con Lionel Messi e José Altafini.[131][132] Il 16 aprile 2014, pur non scendendo in campo, conquista la sua seconda Coppa del Re ai danni del Barcellona, battuto per 2-1.[133] Il 29 aprile successivo, nella partita di ritorno della semifinale di Champions League contro i tedeschi del Bayern Monaco, sigla una doppietta nel 4-0 finale, raggiungendo quota 250 gol col Real; tale doppietta, oltre a portare il Real Madrid in finale dopo 12 anni, permette a Ronaldo di diventare il giocatore ad aver segnato più reti in una singola edizione della Champions League.[134][135] Conclude la stagione il 24 maggio segnando su rigore il gol del 4-1 nella finale della UEFA Champions League contro l'Atletico Madrid, consegnando la tanto desiderata "Decima" alle Merengues.[136][137] Sarà il gol numero 17 in 11 partite.[138] Ronaldo è diventato, dopo aver messo a segno una rete anche nella finale di Champions vinta dal suo Manchester United contro il Chelsea, il secondo giocatore nella storia del calcio a segnare in finale con due maglie diverse addosso. Il primo in tal senso è stato il difensore jugoslavo Velibor Vasovic, andato a segno nel 1966 durante Partizan Belgrado-Real Madrid e nel 1969 durante Ajax-Milan con le maglie della compagine jugoslava e di quella olandese.[139] Viene inserito nei migliori 11 della UEFA Champions League, insieme ai suoi compagni di squadra Sergio Ramos, Modric e Di Maria.[140]

2014-2015: la Supercoppa UEFA, il Mondiale per Club e il secondo Pallone d'oro FIFA
Ronaldo mostra il Pallone d'oro FIFA ai propri tifosi

Apre la sua sesta stagione con la maglia del Real Madrid marcando una doppietta in Supercoppa UEFA, che permette alla sua squadra madrilena di vincere il titolo per la seconda volta nella sua storia, grazie ad un risultato di 2-0, contro il Siviglia.[141] Alla prima giornata di Liga contro il Córdoba, taglia quota 250 presenze con la maglia del club madrileno.[142][143] Il 28 agosto 2014, dopo il sorteggio per i gironi della Champions League 2014-2015, viene premiato come migliore giocatore della Uefa per la stagione appena passata.[144] Il 13 settembre seguente, realizzando il penalty del momentaneo 1-1, mette a segno il suo 14° gol ai danni dell'Atletico Madrid, divenendo il miglior marcatore nella storia di tale Derby.[145] Il 20 settembre realizza la prima tripletta stagionale, in campionato, nella trasferta vinta per 8-2 contro il Deportivo La Coruña.[146] Solo tre giorni più tardi, nell'incontro infrasettimanale vinto per 5-1 ai danni dell'Elche, il portoghese mette a referto per la terza volta in carriera un super hat-trick, andando in gol per ben quattro volte.[147] I sette gol realizzati in due giornate gli permettono di agganciare Santillana, a quota 186 gol, nella classifica dei marcatori madridisti ad essere andati più volte a segno nella Liga.[148] Nel turno successivo, trovando il gol anche al Madrigal contro il Villarreal, sorpassa l'appena citata ex leggenda del club, piazzandosi, con 187 marcature, al terzo posto, dietro a Alfredo Di Stéfano (216) e Raúl (228).[149] Il 5 ottobre, in occasione del match vinto per 5-0 ai danni dell'Athletic Bilbao, mette a referto la terza tripletta stagionale.[150] Le tre reti realizzate in questo turno lo fanno diventare, al pari di Telmo Zarra e Alfredo Di Stéfano, il calciatore ad aver realizzato più triplette nella storia della Liga (22).[17] Nella giornata seguente, grazie alla doppietta realizzata a Valencia contro il Levante, nell'incontro vinto per 0-5, diviene il primo e unico calciatore ad essere riuscito a segnare più di 14 gol (ovvero 15) nelle prime 8 giornate di Liga.[151] Il primo gol in carriera realizzato ad Anfield contro il Liverpool,[152] messo a segno il 22 ottobre in Champions League, gli permette (considerando anche la rete realizzata nei turni preliminari), di diventare, con 71 centri, alla pari di Raúl, il miglior marcatore di tale competizione.[153] Tuttavia la UEFA non intende riconoscergli il primato proprio per via della rete siglata nei play-off, nel 2005, contro il Debreceni, fermando a 70 gol lo score del portoghese.[154] Il 26 novembre successivo, in occasione della partita vinta per 1-0 contro il Basilea, mette a segno il suo 71º gol in Champions League; raggiungendo così Raúl e fermandosi dietro a Lionel Messi autore di 74 reti.[155] Il 6 dicembre seguente, grazie a tre marcature realizzate nell'incontro vinto per 3-0 con il Celta Vigo, raggiunge quota 200 gol nella Liga, e bissa a 23 il nuovo primato all-time di triplette in tale competizione, staccando Telmo Zarra e Alfredo Di Stéfano, fermi ad una in meno.[156][157]

Ronaldo durante la partita giocata contro lo Schalke 04 in Champions League nella stagione 2014-2015

Il 12 gennaio 2015, grazie al 37,66% di voti a favore, conquista il personale terzo Pallone d'oro in carriera, secondo consecutivo da quando ha assunto la denominazione di Pallone d'oro FIFA.[158] Grazie alla rete realizzata il 1º marzo, nel pareggio casalingo per 1-1 contro il Villareal, diviene il primo giocatore a segnare 30 o più gol per cinque stagioni consecutive di Liga.[159][160] Una settimana più tardi, il 10 dello stesso mese, è autore di due marcature nella sconfitta per 3-4 incassata dallo Schalke 04 in Champions League, che gli permettono di superare Raúl e di diventare, con 78 reti all'attivo, il miglior marcatore delle Competizioni UEFA per club.[161][162] Il 5 aprile seguente, nella storica vittoria per 9-1 sul Granada, è autore di cinque marcature (settimo giocatore nella storia del Real Madrid ad esserci riuscito)[163] che gli permettono di raggiungere per la prima volta in carriera tale traguardo.[164] Nella gara successiva, contro il Rayo Vallecano, aprendo le marcature della partita, vinta per 0-2, arriva a siglare le 300 reti con la maglia del Real Madrid.[165] Il 18 aprile, in occasione della vittoria casalinga, per 3-1, contro il Málaga, mette a segno la 50ª rete stagionale, risultato che consegue da cinque stagioni consecutive.[166] Il 2 maggio, grazie al tris realizzato al Siviglia nella vittoria esterna per 2-3, infrange due record di Alfredo Di Stéfano, superandolo per gol realizzati nella massima serie spagnola (219 a 216) e per numero di triplette realizzate con la casacca blanca (29 a 28).[167] Il 17 maggio sigla la settima tripletta stagionale nella vittoria esterna, per 1-4, contro l'Espanyol; tali marcature gli permettono di raggiungere quota 310 reti siglate con la Camiseta Blanca superando così di tre lunghezze Alfredo Di Stéfano. Il 23 maggio, giorno della sua 200esima partita nella Liga, nonché 300esima con il Real, segna altri 3 gol ai danni del Getafe, laureandosi per la terza volta in carriera "Pichichi" (capocannoniere), attestandosi a quota 48 gol in campionato, su un totale di 61 in stagione, suo record personale.[168] Il 6 giugno 2015, con la conclusione della 60ª edizione della Champions League, si laurea, a pari merito con i blaugrana Neymar e Lionel Messi con un totale di 10 reti, capocannoniere della suddetta competizione per la 4ª volta in carriera.[169][170]

2015-2016
Ronaldo, nel 2015, in occasione della partita di Champions League contro lo Shakhtar Donetsk

Dopo un inizio di stagione non esaltante, per via del cambio in panchina da Carlo Ancelotti a Rafael Benítez, mette a segno i suoi primi gol stagionali il 12 settembre, segnando ben 5 reti nella trasferta vinta per 0-6, contro l'Espanyol; tali marcature permettono al portoghese di diventare il miglior marcatore della storia dei Blancos nel torneo iberico, superando il vecchio record di Raúl.[171] Due settimane più tardi, grazie alla doppietta messa a segno nella partita vinta, per 0-2, contro gli svedesi del Malmö, raggiunge quota 323 reti realizzate con la Camiseta Blanca, eguagliando così il record in tutte le competizioni ufficiali di Raúl e superandolo comunque nelle reti siglate in Champions League e in tutte le competizioni UEFA per club.[172] Il 17 ottobre successivo, realizzando la seconda delle tre reti utili ai Blancos per superare il Levante, con 324 centri, diviene in assoluto il miglior marcatore nella storia del club madrileno. Qualche giornata più tardi, nella vittoria per 4-1 contro il Getafe, Ronaldo segna il quarto ed ultimo gol della propria squadra, superando, con 235 reti realizzate, Hugo Sánchez al terzo posto della classifica all-time dei marcatori del campionato spagnolo, posizionandosi alle sole spalle di Telmo Zarra, fermo a 251 e Lionel Messi, momentaneamente a quota 290.[173] Dopo i due della gara di andata, l'8 dicembre, si ripete segnando quattro gol al Malmö; tali reti gli permettono di raggiungere quota 11 marcature nella sola fase a gironi, della Champions League, superando il proprio record di 9 reti messe a segno.[174]

Nazionale

Ronaldo con la maglia del Portogallo

Cristiano Ronaldo esordisce con la Nazionale maggiore nel 2003, entrando nel secondo tempo della gara vinta per 1 a 0 contro il Kazakistan. Nel 2004 partecipa agli Europei in Portogallo. Il primo gol in Nazionale arriva il 12 giugno 2004, nella fase a gironi degli Europei contro la Grecia. Nella rassegna continentale fa registrare due reti e due assist in sei partite.[175]

Ancora nel 2004 prende parte ai Giochi olimpici di Atene, dove esordisce il 12 agosto a Patrasso contro l'Iraq, partita persa 4 a 2. Conclude la sua Olimpiade con 3 partite e 1 gol.

Il 13 ottobre 2004 arriva la sua prima doppietta in Nazionale, nella partita di qualificazione ai Mondiali 2006 contro la Russia, finita 7-1.[176]

Nel 2006 partecipa ai Mondiali in Germania. Esordisce nella competizione l'11 giugno a Colonia nella partita vinta 1 a 0 contro l'Angola, durante l'incontro viene ammonito e sostituito al 59º. Contro l'Iran, il 17 giugno, arriva la sua prima rete nel torneo, che sancisce il 2 a 0 finale.[177] Chiude il Mondiale con 6 presenze e una rete.

Il 6 febbraio 2007, nell'amichevole di Londra contro il Brasile, gioca la sua prima partita da capitano, a 22 anni.

Viene convocato per gli Europei del 2008 in Austria e Svizzera. Il Portogallo verrà eliminato ai quarti di finale dalla Germania (3-2) nella partita di Basilea, giocata il 19 giugno 2008. In quell'occasione sarà autore di un assist per Nuno Gomes,[178] ma a fine partita dovrà fare i conti con un infortunio.[179]

Nel 2010 prende parte al campionato mondiale in Sudafrica, segnando una rete in quattro apparizioni.

Ronaldo impegnato con la Nazionale portoghese a Euro 2012

L'11 ottobre arriva il suo 30º gol in Nazionale, nella sfida persa contro la Danimarca per 2 a 1 e valida per la qualificazione agli Europei.[180]

Viene convocato per gli Europei 2012. Il 17 giugno una sua doppietta contro i Paesi Bassi, permette al Portogallo di passare il turno e di qualificarsi ai quarti contro la Rep. Ceca,[181][182][183] dove grazie ad un suo gol, il Portogallo accede alle semifinali[184][185] dove incontra la Spagna il 27 giugno a Donec'k e viene eliminato ai calci di rigore dopo che i 120 minuti si erano conclusi sullo 0 a 0. Non batte il rigore poiché sfavorevole l'errore di Bruno Alves e il tiro dal dischetto realizzato da Fàbregas che permetta agli spagnoli di vincere 4 a 2, nei minuti regolamentari ha avuto molte opportunità tra cui quella nel secondo tempo dove sbaglia un tiro al limite d'area mandando la palla alta.[186] Conclude l'Europeo con 6 partite e 3 gol.

Il 6 settembre 2013 mette a segno la sua prima tripletta con la maglia della Nazionale, in occasione della partita valida per la qualificazione al Mondiale 2014 contro l'Irlanda del Nord, vinta 4-2. Il 19 novembre successivo mette a segno una nuova tripletta nello spareggio contro la Svezia, valido per l'accesso ai Mondiali del 2014, raggiungendo al contempo Pauleta in testa alla classifica marcatori di tutti i tempi della Nazionale portoghese.[187] Il 3 marzo 2014, nell'amichevole contro il Camerun vinta 5-1, realizza una doppietta che gli permette di scavalcare Pauleta e diventare il miglior marcatore di sempre del Portogallo con 49 gol.[188]

Esordisce nel Mondiale 2014 in occasione della prima partita, della fase a gironi, persa per 4-0 contro la Germania. Segna la sua prima rete, in questo Mondiale, alla terza giornata contro il Ghana; la partita viene vinta 2-1 dai portoghesi ma nulla serve per qualificarsi al turno successivo.[189]

Assente per infortunio nel primo incontro di qualificazioni all'Europeo 2016, nel quale il Portogallo viene sconfitto per 0-1 dall'Albania,[190] risulta decisivo nei due turni seguenti, dove è autore di altrettante marcature utili ai lusitani per battere la Danimarca[191] e l'Armenia, entrambe sconfitte per 1-0. Tali gol gli permettono di stabilire il nuovo record di miglior marcatore nella storia dei campionati europei, incluse le qualificazioni, a quota 23 centri.[192][193]


Statistiche

Presenze e reti nei club

Statistiche aggiornate al 13 febbraio 2016.[194]

Globalmente Cristiano Ronaldo, tra club, Nazionale maggiore e Nazionali giovanili, ha segnato 541 gol in 810 partite, alla media di 0,67 reti a partita. In Nazionale è il miglior marcatore della storia con 55 gol[195] e il secondo giocatore per presenze con 123 partite giocate.[195]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Portogallo Sporting CP PL 25 3 TP 3 2 UCL+CU 1[196]+2 0 SP 0 0 31 5
2003-2004 Inghilterra Manchester Utd PL 29 4 FACup+CdL 5+1 2+0 UCL 5 0 CS 0 0 40 6
2004-2005 PL 33 5 FACup+CdL 7+2 4+0 UCL 8[197] 0 CS 0 0 50 9
2005-2006 PL 33 9 FACup+CdL 2+4 0+2 UCL 8[198] 1[199] - - - 47 12
2006-2007 PL 34 17 FACup+CdL 7+1 3+0 UCL 11 3 - - - 53 23
2007-2008 PL 34 31 FACup+CdL 3+0 3+0 UCL 11 8 CS 1 0 49 42
2008-2009 PL 33 18 FACup+CdL 2+4 1+2 UCL 12 4 CS+SU+Cmc 0+0+2 0+0+1 53 26
Totale Manchester Utd 196 84 38 17 55 16 3 1 292 118
2009-2010 Spagna Real Madrid PD 29 26 CR 0 0 UCL 6 7 - - - 35 33
2010-2011 PD 34 40 CR 8 7 UCL 12 6 - - - 54 53
2011-2012 PD 38 46 CR 5 3 UCL 10 10 SS 2 1 55 60
2012-2013 PD 34 34 CR 7 7 UCL 12 12 SS 2 2 55 55
2013-2014 PD 30 31 CR 6 3 UCL 11 17 - - - 47 51
2014-2015 PD 35 48 CR 2 1 UCL 12 10 SS+SU+Cmc 2+1+2 0+2+0 54 61
2015-2016 PD 24 21 CR 0 0 UCL 6 11 - - - 30 32
Totale Real Madrid 224 246 28 21 69 73 9 5 330 345
Totale carriera 445 333 69 40 127 89 12 6 653 468

Cronologia di presenze e reti in Nazionale

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Portogallo Portogallo
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-8-2003 Chaves Portogallo Portogallo 1 – 0 Kazakistan Kazakistan Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
11-10-2003 Lisbona Portogallo Portogallo 5 – 3 Albania Albania Amichevole - Uscita al 46’ 46’
18-2-2004 Faro Portogallo Portogallo 1 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
31-3-2004 Braga Portogallo Portogallo 1 – 2 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
28-4-2004 Coimbra Portogallo Portogallo 2 – 2 Svezia Svezia Amichevole - Ingresso al 63’ 63’
29-5-2004 Águeda Portogallo Portogallo 3 – 0 Lussemburgo Lussemburgo Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
5-6-2004 Setúbal Portogallo Portogallo 4 – 1 Lituania Lituania Amichevole - Ingresso al 64’ 64’
12-6-2004 Porto Portogallo Portogallo 1 – 2 Grecia Grecia Euro 2004 - 1º turno 1 Ingresso al 46’ 46’
16-6-2004 Lisbona Russia Russia 0 – 2 Portogallo Portogallo Euro 2004 - 1º turno - Ingresso al 77’ 77’
20-6-2004 Lisbona Spagna Spagna 0 – 1 Portogallo Portogallo Euro 2004 - 1º turno - Uscita al 84’ 84’
24-6-2004 Lisbona Portogallo Portogallo 2 – 2
(8 – 7 dcr)
Inghilterra Inghilterra Euro 2004 - Quarti -
30-6-2004 Lisbona Portogallo Portogallo 2 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2004 - Semifinale 1 Ammonizione al 25’ 25’, Uscita al 68’ 68’
4-7-2004 Lisbona Portogallo Portogallo 0 – 1 Grecia Grecia Euro 2004 - Finale -
4-9-2004 Riga Lettonia Lettonia 0 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 1 Uscita al 81’ 81’
8-9-2004 Leiria Portogallo Portogallo 4 – 0 Estonia Estonia Qual. Mondiali 2006 1
9-10-2004 Vaduz Liechtenstein Liechtenstein 2 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 62’ 62’
13-10-2004 Lisbona Portogallo Portogallo 7 – 1 Russia Russia Qual. Mondiali 2006 2 Uscita al 85’ 85’
17-11-2004 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 5 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 1
9-2-2005 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 70’ 70’
26-3-2005 Barcelos Portogallo Portogallo 4 – 1 Canada Canada Amichevole - Uscita al 46’ 46’
30-3-2005 Bratislava Slovacchia Slovacchia 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 -
4-6-2005 Lisbona Portogallo Portogallo 2 – 0 Slovacchia Slovacchia Qual. Mondiali 2006 1 Uscita al 76’ 76’
8-6-2005 Tallinn Estonia Estonia 0 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 1 Uscita al 88’ 88’
3-9-2005 Faro Portogallo Portogallo 6 – 0 Lussemburgo Lussemburgo Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 62’ 62’
7-9-2005 Mosca Russia Russia 0 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 -
8-10-2005 Aveiro Portogallo Portogallo 2 – 1 Liechtenstein Liechtenstein Qual. Mondiali 2006 - Ammonizione al 29’ 29’, Uscita al 84’ 84’
12-10-2005 Porto Portogallo Portogallo 3 – 0 Lettonia Lettonia Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 46’ 46’
12-11-2005 Coimbra Portogallo Portogallo 2 – 0 Croazia Croazia Amichevole -
15-11-2005 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 69’ 69’
1-3-2006 Düsseldorf Portogallo Portogallo 3 – 0 Arabia Saudita Arabia Saudita Amichevole 2
27-5-2006 Évora Portogallo Portogallo 4 – 1 Capo Verde Capo Verde Amichevole - Ammonizione al 59’ 59’, Uscita al 62’ 62’
3-6-2006 Metz Lussemburgo Lussemburgo 0 – 3 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 70’ 70’
11-6-2006 Colonia Angola Angola 0 – 1 Portogallo Portogallo Mondiali 2006 - 1º turno - Ammonizione al 26’ 26’, Uscita al 59’ 59’
17-6-2006 Francoforte sul Meno Portogallo Portogallo 2 – 0 Iran Iran Mondiali 2006 - 1º turno 1
25-6-2006 Norimberga Portogallo Portogallo 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 2006 - Ottavi - Uscita al 34’ 34’
1-7-2006 Gelsenkirchen Inghilterra Inghilterra 0 – 0
(1 – 3 dcr)
Portogallo Portogallo Mondiali 2006 - Quarti -
5-7-2006 Monaco di Baviera Portogallo Portogallo 0 – 1 Francia Francia Mondiali 2006 - Semifinale -
8-7-2006 Stoccarda Germania Germania 3 – 1 Portogallo Portogallo Mondiali 2006 - Finale 3º posto -
1-9-2006 Brøndby Danimarca Danimarca 4 – 2 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 66’ 66’
6-9-2006 Helsinki Finlandia Finlandia 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
7-10-2006 Porto Portogallo Portogallo 3 – 0 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Euro 2008 2 Uscita al 73’ 73’
11-10-2006 Chorzów Polonia Polonia 2 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
15-11-2006 Coimbra Portogallo Portogallo 3 – 0 Kazakistan Kazakistan Qual. Euro 2008 1 Uscita al 58’ 58’
6-2-2007 Londra Portogallo Portogallo 2 – 0 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 62’ 62’
24-3-2007 Lisbona Portogallo Portogallo 4 – 0 Belgio Belgio Qual. Euro 2008 2 Ammonizione al 45’ 45’, Uscita al 78’ 78’
28-3-2007 Belgrado Serbia Serbia 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 - Ammonizione al 36’ 36’
22-8-2007 Erevan Armenia Armenia 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 1
8-9-2007 Lisbona Portogallo Portogallo 2 – 2 Polonia Polonia Qual. Euro 2008 1
12-9-2007 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 1 Serbia Serbia Qual. Euro 2008 -
13-10-2007 Baku Azerbaigian Azerbaigian 0 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
17-10-2007 Almaty Kazakistan Kazakistan 1 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 1
17-11-2007 Leiria Portogallo Portogallo 1 – 0 Armenia Armenia Qual. Euro 2008 -
21-11-2007 Porto Portogallo Portogallo 0 – 0 Finlandia Finlandia Qual. Euro 2008 -
6-2-2008 Zurigo Italia Italia 3 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole -
31-5-2008 Viseu Portogallo Portogallo 2 – 0 Georgia Georgia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
7-6-2008 Ginevra Portogallo Portogallo 2 – 0 Turchia Turchia Euro 2008 - 1º turno -
11-6-2008 Ginevra Rep. Ceca Rep. Ceca 1 – 3 Portogallo Portogallo Euro 2008 - 1º turno 1
19-6-2008 Basilea Portogallo Portogallo 2 – 3 Germania Germania Euro 2008 - Quarti -
11-10-2008 Solna Svezia Svezia 0 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 -
15-10-2008 Braga Portogallo Portogallo 0 – 0 Albania Albania Qual. Mondiali 2010 -
20-11-2008 Gama Brasile Brasile 6 – 2 Portogallo Portogallo Amichevole - Ammonizione al 85’ 85’
11-2-2009 Faro Portogallo Portogallo 1 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole 1
28-3-2009 Porto Portogallo Portogallo 0 – 0 Svezia Svezia Qual. Mondiali 2010 -
31-3-2009 Losanna Portogallo Portogallo 2 – 0 Sudafrica Sudafrica Amichevole - Ingresso al 57’ 57’
6-6-2009 Tirana Albania Albania 1 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 -
5-9-2009 Copenaghen Danimarca Danimarca 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 -
9-9-2009 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 -
10-10-2009 Lisbona Portogallo Portogallo 3 – 0 Ungheria Ungheria Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 27’ 27’
3-3-2010 Coimbra Portogallo Portogallo 2 – 0 Cina Cina Amichevole - Uscita al 46’ 46’
24-5-2010 Covilhã Portogallo Portogallo 0 – 0 Capo Verde Capo Verde Amichevole - Ammonizione al 64’ 64’
1-6-2010 Covilhã Portogallo Portogallo 3 – 1 Camerun Camerun Amichevole -
8-6-2010 Johannesburg Portogallo Portogallo 3 – 0 Mozambico Mozambico Amichevole - Ingresso al 62’ 62’
15-6-2010 Port Elizabeth Costa d'Avorio Costa d'Avorio 0 – 0 Portogallo Portogallo Mondiali 2010 - 1º turno - Ammonizione al 20’ 20’
21-6-2010 Città del Capo Portogallo Portogallo 7 – 0 Corea del Nord Corea del Nord Mondiali 2010 - 1º turno 1
25-6-2010 Durban Portogallo Portogallo 0 – 0 Brasile Brasile Mondiali 2010 - 1º turno -
29-6-2010 Città del Capo Spagna Spagna 1 – 0 Portogallo Portogallo Mondiali 2010 - Ottavi -
8-10-2010 Porto Portogallo Portogallo 3 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2012 1
12-10-2010 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 3 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 1
17-11-2010 Lisbona Portogallo Portogallo 4 – 0 Spagna Spagna Amichevole - Ammonizione al 9’ 9’, Uscita al 46’ 46’
9-2-2011 Ginevra Argentina Argentina 2 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole 1 Uscita al 60’ 60’
4-6-2011 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 0 Norvegia Norvegia Qual. Euro 2012 -
10-8-2011 Faro Portogallo Portogallo 5 – 0 Lussemburgo Lussemburgo Amichevole 1 Uscita al 45’ 45’
2-9-2011 Nicosia Cipro Cipro 0 – 4 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 2 Ammonizione al 83’ 83’
7-10-2011 Porto Portogallo Portogallo 5 – 3 Islanda Islanda Qual. Euro 2012 -
11-10-2011 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 1
11-11-2011 Zenica Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 0 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 -
15-11-2011 Lisbona Portogallo Portogallo 6 – 2 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Euro 2012 2
29-2-2012 Varsavia Polonia Polonia 0 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 76’ 76’
26-5-2012 Leiria Portogallo Portogallo 0 – 0 Macedonia Macedonia Amichevole - Uscita al 72’ 72’
2-6-2012 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 3 Turchia Turchia Amichevole -
9-6-2012 Leopoli Germania Germania 1 – 0 Portogallo Portogallo Euro 2012 - 1º turno -
13-6-2012 Leopoli Danimarca Danimarca 2 – 3 Portogallo Portogallo Euro 2012 - 1º turno - Ammonizione al 90'+2’ 90'+2’
17-6-2012 Charkiv Portogallo Portogallo 2 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2012 - 1º turno 2
21-6-2012 Varsavia Rep. Ceca Rep. Ceca 0 – 1 Portogallo Portogallo Euro 2012 - Quarti 1
27-6-2012 Donec'k Portogallo Portogallo 0 – 0 dts
(2 – 4 dcr)
Spagna Spagna Euro 2012 - Semifinale -
16-8-2012 Faro Portogallo Portogallo 2 – 0 Panamá Panamá Amichevole 1 Uscita al 61’ 61’
7-9-2012 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 1 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2014 1
11-9-2012 Braga Portogallo Portogallo 3 – 0 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 90’ 90’
12-10-2012 Mosca Russia Russia 1 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2014 -
16-10-2012 Porto Portogallo Portogallo 1 – 1 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Mondiali 2014 -
6-2-2013 Guimarães Portogallo Portogallo 2 – 3 Ecuador Ecuador Amichevole 1 Uscita al 62’ 62’
22-3-2013 Tel Aviv Israele Israele 3 – 3 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 72’ 72’
7-6-2013 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 0 Russia Russia Qual. Mondiali 2014 -
10-6-2013 Ginevra Croazia Croazia 0 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole 1 Uscita al 46’ 46’
14-8-2013 Faro Portogallo Portogallo 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole 1
6-9-2013 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 2 – 4 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2014 3 Ammonizione al 43’ 43’, Uscita al 90’ 90’
11-10-2013 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 1 Israele Israele Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 90'+1’ 90'+1’
15-11-2013 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 0 Svezia Svezia Qual. Mondiali 2014 1 Ammonizione al 77’ 77’
19-11-2013 Solna Svezia Svezia 2 – 3 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2014 3
5-3-2014 Leiria Portogallo Portogallo 5 – 1 Camerun Camerun Amichevole 2 Uscita al 87’ 87’
10-6-2014 East Rutherford Irlanda Irlanda 1 – 5 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 65’ 65’
16-6-2014 Salvador Germania Germania 4 – 0 Portogallo Portogallo Mondiali 2014 - 1º turno -
22-6-2014 Manaus Stati Uniti Stati Uniti 2 – 2 Portogallo Portogallo Mondiali 2014 - 1º turno -
26-6-2014 Brasilia Portogallo Portogallo 2 – 1 Ghana Ghana Mondiali 2014 - 1º turno 1
11-10-2014 Saint-Denis Francia Francia 2 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 76’ 76’
14-10-2014 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2016 1 Ammonizione al 90'+2’ 90'+2’
14-11-2014 Faro Portogallo Portogallo 1 – 0 Armenia Armenia Qual. Euro 2016 1
18-11-2014 Manchester Argentina Argentina 0 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 46’ 46’
29-3-2015 Lisbona Portogallo Portogallo 2 – 1 Serbia Serbia Qual. Euro 2016 -
13-6-2015 Erevan Armenia Armenia 2 – 3 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2016 3
4-9-2015 Lisbona Portogallo Portogallo 0 – 1 Francia Francia Amichevole - Uscita al 67’ 67’
7-9-2015 Elbasan Albania Albania 0 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2016 -
8-10-2015 Braga Portogallo Portogallo 1 – 0 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2016 -
Totale Presenze (2º posto) 123 Reti (1º posto) 55
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Portogallo Portogallo olimpica
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
4-8-2004 Lisbona Portogallo olimpica Portogallo 5 – 0 Paraguay Paraguay olimpica Amichevole 1
12-8-2004 Patrasso Iraq olimpica Iraq 4 – 2 Portogallo Portogallo olimpica Olimpiadi 2004 - 1º turno - Ammonizione
15-8-2004 Candia Marocco olimpica Marocco 1 – 2 Portogallo Portogallo olimpica Olimpiadi 2004 - 1º turno 1 Ammonizione
Totale Presenze 3 Reti 2

Record

Ronaldo e Messi nella partita tra Portogallo e Argentina

Statistiche aggiornate al 13 febbraio 2016.

Durante la sua carriera Cristiano Ronaldo è riuscito a battere diversi record:

Nel Real Madrid

  • Calciatore con più marcature segnate (345) in tutte le competizioni ufficiali.
  • Calciatore con più marcature segnate (246) in campionato.
  • Calciatore ad aver segnato più gol (73) in Champions League.
  • Calciatore con più marcature segnate (75) in tutte le competizioni UEFA per club.
  • Calciatore con più marcature segnate (61) in una stagione (2014-2015).

Nella Nazionale portoghese

  • Calciatore con più marcature segnate (55).
  • Calciatore ad aver realizzato più doppiette (11).
  • Calciatore, insieme a Pauleta, ad aver realizzato più triplette (3).

Palmarès

Club

Competizioni nazionali

Sporting Lisbona: 2002
Manchester United: 2003-2004
Manchester United: 2005-2006, 2008-2009
Manchester United: 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009
Manchester United: 2007, 2008
Real Madrid: 2010-2011, 2013-2014
Real Madrid: 2011-2012
Real Madrid: 2012

Competizioni internazionali

Manchester United: 2007-2008
Real Madrid: 2013-2014
Manchester United: 2008
Real Madrid: 2014
Real Madrid: 2014

Individuale

2008
2008
2013[207], 2014
2009 (15 aprile 2009: Porto - Manchester United 0-1)
2014
2013-2014
2007-2008
2007-2008
2007-2008 (31 gol), 2010-2011 (40 gol), 2013-2014 (31 gol), 2014-2015 (48 gol)
2014
2007, 2008, 2009, 2011, 2012
2004, 2007, 2008
novembre 2006, dicembre 2006, gennaio 2008, marzo 2008
novembre 2013, maggio 2015
2006-2007
2007, 2008
2007, 2008
2009-2010, 2013-2014
2012-2013
2013-2014
2013-2014
2011-2012, 2012-13, 2013-14
2004
2008
2008, 2013, 2014
2008, 2013, 2014
  • Goal 50 award (assegnato dal sito goal.com): 3
2008, 2012, 2014
Miglior calciatore dell'anno: 2011, 2014
Maggior attrazione mediatica: 2011
Calciatore preferito dai fan: 2013, 2014
2013, 2014
  • ESPN miglior sportivo internazionale: 1
2014
Portogallo 2004, Polonia-Ucraina 2012
2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015
2004, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015
2006, 2007, 2008, 2009
2007, 2008, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015
2007, 2008, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014
2013-2014, 2014-2015
  • Squadra ideale della Liga: 1
2014-2015[208]
2004-2005 (4 gol, a pari merito con Crouch e Defoe)
2007-2008 (8 gol), 2012-2013 (12 gol), 2013-2014 (17 gol), 2014-2015 (10 gol, a pari merito con Neymar e Messi)
2007-2008 (31 gol)
2010-2011 (7 gol, a pari merito con Messi)
2010-2011 (40 gol), 2013-2014 (31 gol), 2014-2015 (48 gol)
2012 (3 gol, a pari merito con Mandžukić, Gómez, Balotelli, Dzagoev e Torres)

Onorificenze

Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique
— 2004
Medaglia al merito dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia al merito dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa
— 2014
Grand'Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique
— 2014

Note

  1. ^ a b (ES) Cristiano Ronaldo, Real Madrid.com. URL consultato il 15 agosto 2014.
  2. ^ Altro che Messi, Zidane incorona Ronaldo: "E' il più forte di tutti", Goal.com, 5 dicembre 2013. URL consultato il 5 ottobre 2014.
  3. ^ Il calcio ai piedi di Cristiano Ronaldo, il più grande al mondo: alla faccia di Blatter e del pasticcio Pallone d’Oro. L’uomo che ha messo fine al regno di Messi, La Repubblica, 19 novembre 2013. URL consultato il 5 ottobre 2014.
  4. ^ Cristiano Ronaldo, la legge del più forte. Per gentile concessione di Messi, Il Sole 24 Ore, 22 novembre 2013. URL consultato il 5 ottobre 2014.
  5. ^ Cristiano Ronaldo: “Il più forte sono io”. A CR7 il titolo di miglior giocatore Uefa, fanpage.it, 29 agosto 2014. URL consultato il 5 ottobre 2014.
  6. ^ Ronaldo, la macchina da gol che ha messo d’accordo Maradona e Pelé, La Stampa, 13 gennaio 2014. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  7. ^ a b c d e f g h Andrea Sorrentino, Gol, dribbling e gossip, un altro Ronaldo, repubblica.it, 8 febbraio 2007. URL consultato il 22 marzo 2014.
  8. ^ Road to Brasil #2014 – Il Portogallo punta sul giocatore più forte del mondo, CR7, eatsport.net, 6 giugno 2014. URL consultato il 15 marzo 2015.
  9. ^ I 100 calciatori più forti di sempre ai Mondiali: la classifica del Guardian premia Pelé. Messi solo 51esimo, huffingtonpost.it, 7 ottobre 2014. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  10. ^ Messi e C. Ronaldo: Fenomeni e bomber, 104 gol in due!, calciomercato.com, 25 dicembre 2010. URL consultato il 22 marzo 2014.
  11. ^ Champions League: Cristiano Ronaldo re dei bomber, corrieredellosport.it, 3 ottobre 2013. URL consultato il 22 marzo 2014.
  12. ^ Cristiano Ronaldo firma el mejor arranque goleador en 60 años, AS, 29 settembre 2014. URL consultato il 5 ottobre 2014.
  13. ^ Champions, Ronaldo re di Coppa: miglior ‘marcatore da trasferta’ di sempre, calciotribe.com, 18 settembre 2013. URL consultato il 22 marzo 2014.
  14. ^ Portogallo, Cristiano Ronaldo supera Eusebio e diventa il miglior marcatore di sempre, europacalcio.it, 7 settembre 2013. URL consultato il 22 marzo 2014.
  15. ^ Cristiano Ronaldo da record: con la doppietta alla Juventus diventa il 3° bomber di sempre in Champions, goal.com, 23 ottobre 2013. URL consultato il 22 marzo 2014.
  16. ^ Ronaldo, hat-trick per superare Messi come bomber da trasferta, sportevai.it, 18 settembre 2013. URL consultato il 22 marzo 2014.
  17. ^ a b Un goleador de época, Marca, 5 ottobre 2014. URL consultato il 5 ottobre 2014.
  18. ^ Comprendendo anche le statistiche relative al nuovo riconoscimento istituito nel 2010 e risultante dalla fusione del Pallone d'oro di France Football con il FIFA World Player of the Year.
  19. ^ Ronaldo named UEFA Best Player in Europe, UEFA.com, 28 agosto 2014. URL consultato il 9 ottobre 2014.
  20. ^ Gli italiani piacciono agli inglesi, sportmediaset.mediaset.it, 31 dicembre 2009. URL consultato il 21 novembre 2012.
  21. ^ United accetta offerta Real per Ronaldo, UEFA.com, 11 giugno 2009. URL consultato il 22 marzo 2014.
  22. ^ Cristiano Ronaldo il calciatore più ricco: 210 milioni di euro, businesspeople.it, 6 marzo 2015. URL consultato il 13 marzo 2015.
  23. ^ Forbes, Paperone Mayweather: prende quattro volte Messi e CR7, gazzetta.it, 11 giugno 2015. URL consultato il 25 luglio 2015.
  24. ^ (EN) Gerard Couzens, Secret Family Agony behind £31M Ronaldo, Sunday Mirror, 23 aprile 2007. URL consultato il 22 marzo 2014.
  25. ^ (EN) He's got the world at his feet, guardian.co.uk, 8 giugno 2008. URL consultato il 22 marzo 2014.
  26. ^ Cristiano Ronaldo papà "Al bimbo penso solo io", gazzetta.it, 5 luglio 2010. URL consultato il 6 luglio 2010.
  27. ^ Cristiano Ronaldo diventato papà, repubblica.it, 4 luglio 2010. URL consultato il 6 luglio 2010.
  28. ^ Una statua per Cristiano Ronaldo nel centro di Madrid itasportpress.it
  29. ^ Cristiano Ronaldo diventa di Spagna. Un pesce d'aprile poco gradito ai portoghesi arriva dall'Inghilterra yahoo.com
  30. ^ Cristiano Ronaldo dona l'assegno UEFA al CICR, it.uefa.com.
  31. ^ Cristiano Ronaldo cuore d'oro: dona 70mila euro per curare un bambino, sportmediaset.mediaset.it.
  32. ^ Sport&Spot - C.Ronaldo testimonial televisivo di Unilever per lo shampoo "Clear" sporteconomy.it
  33. ^ Cristiano Ronaldo CR7 Underwear: il lancio della collezione di intimo a Madrid, styleandfashion.blogosfere.it, 31 ottobre 2013. URL consultato il 1º novembre 2013.
  34. ^ Cristiano Ronaldo supersexy nello spot del suo nuovo profumo, todaysport, 10 settembre 2015. URL consultato il 10 settembre 2015.
  35. ^ a b Corrado Zunino, Tutti pazzi per Ronaldo il divo che vuole l'Europa, repubblica.it, 6 giugno 2008. URL consultato il 26 gennaio 2009.
  36. ^ E' Ronaldo il Bolt del calcio. Alle sue spalle Robben e Walcott, sportmediaset.mediaset.it, 11 dicembre 2009. URL consultato il 19 agosto 2012.
  37. ^ «Bolt» Valencia leader nel nome del Chucho, gazzetta.it, 12 giugno 2014, p. 36.
  38. ^ a b c Andrea Schianchi, «Kakà e Cristiano Ronaldo alla pari», gazzetta.it, 23 aprile 2007. URL consultato il 26 gennaio 2009.
  39. ^ Maurizio Crosetti, Kakà, due gol e tante magie che show con Cristiano Ronaldo, repubblica.it, 25 aprile 2007. URL consultato il 26 gennaio 2009.
  40. ^ a b c d e Dario Ricci, Cristiano Ronaldo - Portogallo, Il Sole 24 ore. URL consultato il 25 febbraio 2009.
  41. ^ a b c Maurizio Crosetti, Tutte pazze per Ronaldo gol e buone maniere..., repubblica.it, 3 febbraio 2004. URL consultato il 26 gennaio 2009.
  42. ^ Altro che i dribbling di Cristiano Ronaldo: ecco la rabona-gol: video, www.affaritaliani.it, 16 maggio 2007. URL consultato il 22 marzo 2014.
  43. ^ a b c d Generazione di fenomeni, gazzetta.it, 12 giugno 2014, p. 27.
  44. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 25 (2008-2009), Panini, 22 ottobre 2012, p. 189.
  45. ^ (EN) Funniest ever footie quotes, thesun.co.uk, 8 marzo 2008. URL consultato il 13 settembre 2010.
  46. ^ (PT) Quaresma e Ronaldo negociados em Barcelona, in Cmjornal.xl.pt, 7 luglio 2003. URL consultato il 26 settembre 2015.
  47. ^ a b (EN) Mark Ogden, Chelsea push up price for Ronaldo, timesonline.co.uk, 13 agosto 2003. URL consultato il 6 febbraio 2010.
  48. ^ (EN) I never wanted the No7 shirt, thesun.co.uk, 12 aprile 2007. URL consultato il 6 febbraio 2010.
  49. ^ (EN) Middlesbrough 4-1 Man Utd, bbc.co.uk, 29 ottobre 2005. URL consultato il 24 febbraio 2010.
  50. ^ Utd-Bolton 4-1, transfermark.it, 17 marzo 2007. URL consultato l'8 giugno 2012.
  51. ^ Roma, incubo inglese. Il Manchester vince 7-1, La Gazzetta dello Sport, 10 aprile 2007. URL consultato l'8 giugno 2012.
  52. ^ Manchester United-Milan 3-2. Papera Dida, poi doppio Kakà. Ma Wayne Rooney non ci sta, quotidiano.net, 24 aprile 2007. URL consultato il 22 marzo 2014.
  53. ^ Manchester United Wigan 4-0.
  54. ^ Man Utd 4 - 0 Wigan, soccernet.espn.go.com, 6 ottobre 2007. URL consultato l'8 giugno 2012.
  55. ^ Man Utd-Blackburn 2-0, transfermark.it, 23 ottobre 2007. URL consultato l'8 giugno 2012.
  56. ^ Man Utd-S.Lisbona 2-0, transfermark.it, 23 novembre 2007. URL consultato l'8 giugno 2012.
  57. ^ Manchester United vs Newcastle 6-0, trungso.com, 12 gennaio 2008. URL consultato l'8 giugno 2012.
  58. ^ Libero Video
  59. ^ Libero Video
  60. ^ Manchester United ha vinto la Champions League battendo il Chelsea 6-5 ai rigori dopo un drammatico pareggio per 1-1., bbc.uk, 21 maggio 2008. URL consultato l'8 giugno 2012.
  61. ^ Manchester Utd campione d'Europa: I Red Devils battono 7-6 il Chelsea ai rigori (1-1 dopo i supplementari) e conquistano la loro 3ª Champions League., La Gazzetta dello Sport, 21 maggio 2008. URL consultato l'8 giugno 2012.
  62. ^ Champions League: Manchester United Campione d’Europa! Vittoria ai rigori contro il Chelsea., caliaalpallone.com, 21 maggio 2008. URL consultato l'8 giugno 2012.
  63. ^ Montecarlo pronta per gli UEFA Club Football Awards, it.uefa.com, 29 agosto 2008. URL consultato il 6 febbraio 2010.
  64. ^ Caioli Luca, Ronaldo, calcio e gossip «Lascio il Manchester Voglio soltanto il Real» Ma c'è anche la Filippi, corriere.it, 1º agosto 2008, p. 44. URL consultato il 6 febbraio 2010.
  65. ^ Cristiano Ronaldo, "Resto al Manchester", sport.it, 7 agosto 2008. URL consultato il 6 febbraio 2010.
  66. ^ A Cristiano Ronaldo il Pallone d'Oro 2008, L'Unione Sarda, 2 dicembre 2008. URL consultato il 2 dicembre 2008.
  67. ^ West Brom 0-5 Man Utd
  68. ^ Lionel Messi Pallone d'oro 2009, domina la Spagna, male l'Italia, repubblica.it, 1º dicembre 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  69. ^ Cristiano Ronaldo al Real, La Gazzetta dello Sport, 11 giugno 2009.
  70. ^ (EN) Real Madrid and Manchester United seal the transfer of Cristiano Ronaldo, in www.realmadrid.com, 26 giugno 2009. URL consultato il 27 giugno 2009.
  71. ^ Ronaldo, clausola da un miliardo di euro, corrieredellosport.it, 24 giugno 2009.
  72. ^ Ronaldo è tutto un record - Clausola da 1 miliardo di euro, repubblica.it, 23 giugno 2009. URL consultato il 23 marzo 2014.
  73. ^ Delirio al Bernabeu per Ronaldo, gazzetta.it, 6 luglio 2009.
  74. ^ Il Real risponde al Barça Cinque gol allo Xerez, gazzetta.it, 20 settembre 2009. URL consultato il 15 marzo 2015.
  75. ^ Filippo Maria Ricci, Cristiano Ronaldo, stop un mese E torna l'ombra del malocchio, in La Gazzetta dello Sport, 5 novembre 2009. URL consultato il 24 febbraio 2010.
  76. ^ Sciamani peruviani per salvare Ronaldo, in Tuttosport, 21 ottobre 2009. URL consultato il 24 febbraio 2010.
  77. ^ (EN) Portugal 3 Hungary 0: Queiroz's team keep hopes alive but lose injured Ronaldo, in Daily Mail, 11 ottobre 2009. URL consultato il 6 febbraio 2010.
  78. ^ Luca Caioli, Mago contro mago, la salute di Ronaldo è questione di voodoo, in Corriere della Sera, 13 ottobre 2009. URL consultato il 24 febbraio 2010.
  79. ^ Alessandro Ruta, Real, compitino con lo Zurigo Ma si rivede un buon Ronaldo, in La Gazzetta dello Sport, 25 novembre 2009. URL consultato il 24 febbraio 2010.
  80. ^ Real Madrid 6-2 Villareal lfp.es
  81. ^ Il Real Madrid travolge il Racing con una stella di Cristiano Ronaldo realmadrid.com
  82. ^ Tre gol per Ronaldo Real Madrid Super vittoria 7 a 0
  83. ^ Stop 3-4 settimane per Ronaldo ansa.it
  84. ^ Ronaldo rassicura tutti: Sto meglio
  85. ^ Messi e Ronaldo di rigore Barça, pari che sa di Liga
  86. ^ Tra Real e Barça pari di rigore
  87. ^ Primo titolo per Mourinho
  88. ^ Coppa del Re - Casillas miracoloso, Ronaldo decisivo eurosport.com
  89. ^ Tripletta Ronaldo, Real rimanda la festa del Barça, tuttosport.it, 15 maggio 2011. URL consultato il 20 aprile 2014.
  90. ^ Col Getafe ci pensa Ronaldo E il Real rinvia la festa Barça, gazzetta.it, 11 maggio 2011. URL consultato il 20 marzo 2014.
  91. ^ Poker Real, ma stasera il Barça può vincere la Liga, sport.sky.it, 11 maggio 2011. URL consultato il 23 marzo 2014.
  92. ^ Real Ronaldo meglio di Puskas - Valdano-Mou, guerra continua, La Gazzetta dello Sport, 11 maggio 2011. URL consultato il 23 marzo 2014.
  93. ^ Ronaldo record gol in Liga, eguaglia Hugo Sanchez, ansa.it, 16 maggio 2011. URL consultato il 23 marzo 2014.
  94. ^ Il quotidiano sportivo che assegna il premio, Marca, gli attribuisce anche il gol del definitivo 2-1 sul campo della Real Sociedad. In realtà, nella circostanza, il tiro verso la porta del calciatore portoghese subì la deviazione decisiva di Pepe, suo connazionale e compagno di squadra.
  95. ^ Ronaldo, notte da record - Trionfo Lilla in Francia, repubblica.it, 21 maggio 2011. URL consultato il 23 marzo 2014.
  96. ^ Pepe: "The goal against Real Sociedad was from Cristiano Ronaldo", ronaldo7.net, 18 maggio 2011. URL consultato il 23 marzo 2014.
  97. ^ Massimo Perrone, Top 11: Rodriguez-Draxler, che ragazzi, in Extra Time, 24 aprile 2011, p. 6.
  98. ^ Cristiano Ronaldo, 100 gol con il Real Madrid, ansa.it, 3 novembre 2011. URL consultato il 22 marzo 2014.
  99. ^ Filippo Maria Ricci, Ronaldo Scarpa d'Oro ingorda "Sarà l'anno del Real Madrid", gazzetta.it, 4 novembre 2011. URL consultato il 19 marzo 2014.
  100. ^ (ES) Cristiano Ronaldo recibe su segunda Bota de Oro: "Son goles, no votos", rtve.es, 4 novembre 2011. URL consultato il 19 marzo 2014.
  101. ^ Real, mezzogiorno di fuoco - Sette gol all'Osasuna, tripletta CR7, La Gazzetta dello Sport, 6 novembre 2011. URL consultato il 19 marzo 2014.
  102. ^ Il Real Madrid fa 4000 al Bernabeu con Ronaldo, bundesligapremier.it, 13 febbraio 2012. URL consultato il 19 marzo 2014.
  103. ^ Liga: splende ancora Coutinho, sportmediaset.it, 24 marzo 2012. URL consultato il 19 marzo 2014.
  104. ^ Real Madrid-Real Sociedad 5-1: 'Manita' delle merengues al Bernabeu, non c'è scampo per i baschi, goal.com, 24 marzo 2012. URL consultato il 19 marzo 2014.
  105. ^ Ronaldo fa 40: derby al Real Tripletta all'Atletico, Barça a -4, La Gazzetta dello Sport, 11 aprile 2012. URL consultato il 19 marzo 2014.
  106. ^ Ronaldo e Messi da record - Real e Barça ok in rimonta, La Gazzetta dello Sport, 14 aprile 2012. URL consultato il 15 aprile 2012.
  107. ^ Il Real non si ferma. Ronaldo da record, Corriere dello Sport.it, 14 aprile 2012. URL consultato il 19 marzo 2014.
  108. ^ Real Madrid Campione di Spagna 2012, sport.it, 2 maggio 2012. URL consultato il 4 maggio 2012.
  109. ^ Real campione di Spagna, Mourinho nella storia, corriere.it, 2 maggio 2012. URL consultato il 4 maggio 2012.
  110. ^ Real Madrid campione di Spagna, ansa.it, 2 maggio 2012. URL consultato il 4 maggio 2012.
  111. ^ 3-2: The Supercup to be decided in Madrid, realmadrid.com, 23 agosto 2012. URL consultato il 30 agosto 2012.
  112. ^ Supershow: il Real piega il Barça. Mou si prende il primo trofeo, La Gazzetta dello Sport, 29 agosto 2012. URL consultato il 30 agosto 2012.
  113. ^ Ronaldo iguala Zamorano: cinco clássicos a marcar, iol.pt, 29 agosto 2012. URL consultato il 30 agosto 2012.
  114. ^ Ronaldo becomes first player to score in six straight Clasicos, goal.com, 7 ottobre 2012. URL consultato il 7 ottobre 2012.
  115. ^ Ronaldo risponde a Welbeck, pari a Madrid, uefa.com, 12 febbraio 2013. URL consultato il 7 marzo 2013.
  116. ^ Manchester United-Real Madrid 1-2. Decide Ronaldo, Mourinho ai quarti, gazzetta.it, 5 marzo 2013. URL consultato l'8 marzo 2015.
  117. ^ Champions League: Manchester Utd-Real Madrid 1-2, avanti i blancos ma è rabbia inglese, repubblica.it, 5 marzo 13. URL consultato l'8 marzo 2015.
  118. ^ Cristiano Ronaldo marcó su gol 200 con el Real Madrid, as.com, 08-05-13.
  119. ^ Cristiano Ronaldo reaches 200 competitive goals with Real Madrid, marca.com, 08-05-13.
  120. ^ Copa del Rey, l'Atletico Madrid batte il Real e solleva il trofeo, repubblica.it, 18-05-13.
  121. ^ Finale con polemica per Mourinho e Cristiano Ronaldo: i due decidono di non ritirare la medaglia, goal.com, 18-05-13.
  122. ^ Champions 2013, Cristiano Ronaldo vince la classifica cannonieri; a Ibrahimovic quella degli assist, goal.com, 26-05-13.
  123. ^ Curiosità dalla Liga - Cristiano Ronaldo sfonda quota 200 gol con il Real, tuttomercatoweb.com, 9 maggio 2013. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  124. ^ Real Madrid, CR7 nella storia della Champions: 9 reti nel girone, è record tuttomercatoweb.com
  125. ^ Ronaldo vince il Pallone d’Oro, ilsecoloxix.it, 13 gennaio 2014. URL consultato il 9 ottobre 2014.
  126. ^ Cristiano Ronaldo ha vinto il Pallone d'Oro, repubblica.it, 13 gennaio 2014. URL consultato il 7 febbraio 2015.
  127. ^ Atletico Madrid-Real Madrid 0-2. Doppietta di Ronaldo, Ancelotti in finale, gazzetta.it, 11 febbraio 2014. URL consultato il 7 febbraio 2015.
  128. ^ Champions League, Real Madrid-Schalke 3-1. Doppietta di Ronaldo, gazzetta.it, 18 marzo 2014. URL consultato il 18 marzo 2014.
  129. ^ Champions: Ronaldo fa 13, tris Real! Eto'o oscura Drogba, avanti il Chelsea, calciomercato.com, 18 marzo 2014. URL consultato il 18 marzo 2014.
  130. ^ Escludendo dal conteggio le partite durante le fasi preliminari
  131. ^ Ronaldo e Lampard fanno 100, uefa.com, 3 aprile 2014. URL consultato il 3 aprile 2014.
  132. ^ Real Madrid, Ronaldo record di gol in Champions: raggiunti Messi e Altafini, tuttomercatoweb.com, 2 aprile 2014. URL consultato il 3 aprile 2014.
  133. ^ Coppa del Re, una cavalcata di Bale decide il Clasico: Real campione, tuttomercatoweb.com, 16 aprile 2014. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  134. ^ Ronaldo nella storia: 16 gol in Champions corrieredellosport.it
  135. ^ Real Madrid da urlo: poker al Bayern, Ancelotti è in Finale, sky.it, 29-04-14.
  136. ^ Champions, vince il Real Madrid: 4-1 all'Atletico Madrid dopo i supplementari!, corrieredellosport.it, 24-05-14.
  137. ^ Real, la Décima diventa realtà, uefa.com, 24-05-14.
  138. ^ Ronaldo re dei bomber da record, uefa.com, 24-05-14.
  139. ^ Real, ancora Cristiano Ronaldo: il goal, la Champions e due nuovi record, goal.com, 24-05-14.
  140. ^ Ivanovic, Lahm e Reus spezzano un dominio delle squadre di Madrid nella formazione ideale della Champions scelta da Goal, goal.com, 25 maggio 2014. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  141. ^ Supercoppa Europea, Real Madrid-Siviglia 2-0: doppietta di Ronaldo, gazzetta.it, 13 agosto 2014. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  142. ^ El Real Madrid entra con dudas, Marca, 25 agosto 2014. URL consultato il 25 agosto 2014.
  143. ^ Liga, Real Madrid-Cordoba 2-0, gol di Benzema e Ronaldo. Rayo-Atletico 0-0, gazzetta.it, 25 agosto 2014. URL consultato il 25 agosto 2014.
  144. ^ E' stato premiato, dopo il sorteggio per i gironi della Champions edizione 2014-2015, il miglior giocatore Uefa 2013-2014, l'Uefa Best Player, goal.com, 28 agosto 2014. URL consultato il 28 agosto 2014.
  145. ^ Liga, impresa Atletico nel derby di Madrid: Real battuto 1-2, gazzetta.it, 13 settembre 2014. URL consultato il 16 settembre 2014.
  146. ^ Liga, La Coruña-Real Madrid 2-8, show di Ronaldo, Bale, Chicharito e Rodriguez, gazzetta.it, 20 settembre 2014. URL consultato il 21 settembre 2014.
  147. ^ Cristiano hace y deshace, Marca, 23 settembre 2014. URL consultato il 23 settembre 2014.
  148. ^ Real Madrid-Elche 5-1: Bale e poker di Ronaldo. Marcelo si tuffa: rigore, La Gazzetta dello Sport, 23 settembre 2014. URL consultato il 23 settembre 2014.
  149. ^ Liga, Villarreal-Real Madrid 0-2, gol di Modric e Ronaldo, La Gazzetta dello Sport, 27 settembre 2014. URL consultato il 28 settembre 2014.
  150. ^ Liga, Real Madrid a tutto Ronaldo. Bale lo ispira, Athletic Bilbao travolto, La Gazzetta dello Sport, 5 ottobre 2014. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  151. ^ Liga, Levante-Real Madrid 0-5, doppio Ronaldo, Hernandez, Rodriguez e Isco, La Gazzetta dello Sport, 18 ottobre 2014. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  152. ^ Real Madrid, Ronaldo: "Felice per la mia prima rete ad Anfield", tuttomercatoweb.com, 23 ottobre 2014. URL consultato il 23 ottobre 2014.
  153. ^ C. Ronaldo, record Champions a un passo, ansa.it, 22 ottobre 2014. URL consultato il 23 ottobre 2014.
  154. ^ Cristiano Ronaldo vicino a Raúl, Real e Uefa litigano sui gol in Champions: 71 contro 70, calcio.fanpage.it, 23 ottobre 2014. URL consultato il 23 ottobre 2014.
  155. ^ Champions League - Ronaldo come Raul: 71 gol e il Real vince 1-0, eurosport.yahoo.com, 26 novembre 2014. URL consultato il 27 novembre 2014.
  156. ^ Cristiano ya suma 23 tripletes y 200 goles en Liga, Marca, 6 dicembre 2014. URL consultato il 6 dicembre 2014.
  157. ^ Real Madrid facile col Celta: triplo Cristiano Ronaldo, fa 200 nella Liga, La Gazzetta dello Sport, 6 dicembre 2014. URL consultato il 6 dicembre 2014.
  158. ^ (EN) Ronaldo, Kessler, Low and Kellermann triumph at FIFA Ballon d’Or 2014, fifa.com, 12 gennaio 2015. URL consultato il 15 gennaio 2015.
  159. ^ a b Cristiano Ronaldo 30, Marca, 1º marzo 2015. URL consultato il 3 marzo 2015.
  160. ^ New Ronaldo Record - First to score 30+ goals for five consecutive seasons in La Liga, http://hereisthecity.com/, 3 marzo 2015. URL consultato il 3 marzo 2015.
  161. ^ a b Cristiano Ronaldo supera Raul e raggiunge Messi: suoi tutti i record di gol in Europa, La Repubblica, 11 marzo 2015. URL consultato l'11 marzo 2015.
  162. ^ Cristiano Ronaldo storico: contro lo Schalke arriva a 78 goal europei, è record, goal.com, 10 marzo 2015. URL consultato l'11 marzo 2015.
  163. ^ Cinco goles para la historia, Marca, 5 aprile 2015. URL consultato il 7 aprile 2015.
  164. ^ Riecco il Real Madrid: 9-1 al Granada, Ronaldo ne fa 5 e supera Messi, gazzetta.it, 5 aprile 2015. URL consultato il 5 aprile 2015.
  165. ^ Questo è Ronaldo! 300 goal col Real Madrid, goal.com, 8 aprile 2015. URL consultato il 9 aprile 2015.
  166. ^ (EN) Ronaldo scores 50 goals five seasons in a row, goal.com, 18 aprile 2015. URL consultato il 19 aprile 2015.
  167. ^ Liga - Ronaldo, tripletta e fitta al ginocchio: 3-2 Real, eurosport.yahoo.com, 2 maggio 2015. URL consultato il 3 maggio 2015.
  168. ^ Liga - Cristiano Ronaldo Pichichi con record: 7-3 al Getafe!, eurosport.yahoo.com, 23 maggio 2015. URL consultato il 24 maggio 2015.
  169. ^ Neymar, Messi e Ronaldo i migliori marcatori, uefa.com, 6 giugno 2015. URL consultato il 7 giugno 2015.
  170. ^ (ES) Messi, Neymar y Cristiano, pichichi compartido, marca.com, 6 giugno 2015. URL consultato il 7 giugno 2015.
  171. ^ La bestia si è svegliata: pokerissimo Cristiano Ronaldo, miglior marcatore del Real Madrid nella Liga, goal.com, 12 settembre 2015. URL consultato il 12 settembre 2015.
  172. ^ Cristiano Ronaldo raggiunge Raul: top scorer nella storia del Real Madrid, gazzetta.it, 30 settembre 2015. URL consultato il 30 settembre 2015.
  173. ^ Cristiano Ronaldo supera a Hugo y es el tercer mayor goleador en la Liga, espn.go.com, 5 dicembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  174. ^ Champions Cristiano Ronaldo, un altro record infranto: «Resto al Real Madrid», Il Corriere dello Sport, 8 dicembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  175. ^ Sorpresa in Portogallo, it.uefa.com, 4 luglio 2011. URL consultato il 17 agosto 2011.
  176. ^ Match details / line-up: Portugal - Russia (WC Qualifiers Europe 2004/2005), Worldfootball.net. URL consultato il 14 giugno 2012.
  177. ^ Match details / line-up: Portugal - Iran (World Cup 2006 Germany), worldfootball.net. URL consultato il 14 giugno 2012.
  178. ^ Gianluca Farina, Addio Portogallo, in semifinale ci va la Germania, sport.it, 19 giugno 2008. URL consultato il 17 marzo 2014.
  179. ^ (EN) theage.com.au, Ronaldo carried foot injury for three months, theage.com.au, 20 giugno 2008. URL consultato il 17 marzo 2014.
  180. ^ EURO 2012: PORTOGALLO AI PLAYOFF Godono Danimarca, Svezia e Francia, sportmediaset.it, 11 ottobre 2011.
  181. ^ La doppietta di Cristiano Ronaldo spedisce l'Olanda all'inferno, lastampa.it, 17 giugno 2012. URL consultato il 18 giugno 2012.
  182. ^ Portogallo ai quarti, 2-1 a Olanda, ansa.it, 17 giugno 2012. URL consultato il 18 giugno 2012.
  183. ^ Portogallo, show Ronaldo. Germania ok, Olanda fuori, corrieredellosport.it, 17 giugno 2012. URL consultato il 18 giugno 2012.
  184. ^ Imperioso Cristiano Ronaldo! - Portogallo in semifinale, La Gazzetta dello Sport, 21 giugno 2012. URL consultato il 24 giugno 2012.
  185. ^ Cristiano Ronaldo super. Portogallo in semifinale, corrieredellosport.it, 21 giugno 2012. URL consultato il 24 giugno 2012.
  186. ^ Spagna in finale, Portogallo battuto ai rigori. Ora aspetta Italia-Germania, ilmessaggero.it, 27 giugno 2012. URL consultato il 2 luglio 2012.
  187. ^ Ronaldo da Pallone d'Oro, Ibra fuori dal Mondiale, corrieredellosport.it, 19 novembre 2013. URL consultato il 27 febbraio 2014.
  188. ^ Con 49 tantos, Ronaldo ya es el mejor goleador portugués, futbol.as.com, 5 marzo 2014. URL consultato il 18 marzo 2014.
  189. ^ Al Portogallo non basta Ronaldo La vittoria sul Ghana è inutile, lastampa.it, 26 giugno 2014. URL consultato il 27 giugno 2014.
  190. ^ Qualificazioni Europei, Germania-Scozia 2-1, Portogallo-Albania 0-1. Ranieri k.o., La Gazzetta dello Sport, 7 settembre 2014. URL consultato il 15 ottobre 2014.
  191. ^ Euro 2016: Germania, che beffa al 94'! Portogallo ok con Cristiano Ronaldo, Tuttosport, 14 ottobre 2014. URL consultato il 15 ottobre 2014.
  192. ^ Cristiano Ronaldo: 23esimo gol con l'Armenia, nuovo record degli Europei, melty.it, 15 novembre 2014. URL consultato il 15 novembre 2014.
  193. ^ Cristiano Ronaldo miglior marcatore di tutti i tempi degli Europei, fanpage.it, 14 novembre 2014. URL consultato il 15 novembre 2014.
  194. ^ Cristiano Ronaldo, transfermarkt.it. URL consultato il 20 aprile 2014.
  195. ^ a b International Players - Senior National Team, fpf.pt. URL consultato il 19 novembre 2014.
  196. ^ 1 presenza nel terzo turno preliminare contro l'Inter.
  197. ^ 1 presenza nel turno preliminare contro la Dinamo Bucarest.
  198. ^ 2 presenze nel turno preliminare contro il Debrecen.
  199. ^ 1 gol nel turno preliminare contro il Debrecen.
  200. ^ Ronaldo riceve la Scarpa d'oro, Sport Mediaset, 4 novembre 2011. URL consultato il 4 novembre 2011.
  201. ^ (ES) Cristiano alcanza los 50 goles por quinto año consecutivo, futbol.as.com, 18 aprile 2015, http://futbol.as.com/futbol/2015/04/18/primera/1429388951_478377.html. URL consultato il 19 aprile 2015.
  202. ^ Ronaldo adds to impressive record collection, UEFA.com, 14 ottobre 2014. URL consultato il 24 ottobre 2014.
  203. ^ Cristiano Ronaldo: the record-breaking 17 goals, UEFA.com, 25 maggio 2014. URL consultato il 29 settembre 2014.
  204. ^ Ronaldo sets Champions League goals record, Futaa.com, 11 dicembre 2013. URL consultato il 29 settembre 2014.
  205. ^ Soccer-Ronaldo first to score for two different European Cup winners, in.reuters.com.
  206. ^ Liga, impresa Atletico nel derby di Madrid: Real battuto 1-2, La Gazzetta dello Sport, 13 settembre 2014. URL consultato il 24 ottobre 2014.
  207. ^ Ronaldo vince il Pallone d'Oro, corrieredellosport.it, 13-01-14.
  208. ^ (EN) The 2014/15 Liga BBVA Ideal XI, laliga.es, 15 giugno 2015. URL consultato il 24 agosto 2015.

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF: (EN42170021 · LCCN: (ENno2007130960 · ISNI: (EN0000 0001 1460 7485 · GND: (DE140422390 · BNF: (FRcb15712322w (data)