Finale della Coppa dei Campioni 1968-1969

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa dei Campioni 1968-1969.

Finale della Coppa dei Campioni 1968-1969
Milan Coppa Campioni 1968-1969.jpg
Dettagli evento
Competizione Coppa dei Campioni 1968-1969
Data 28 maggio 1969
Città Madrid
Impianto di gioco Santiago Bernabéu
Spettatori 31 782
Risultato
Milan
4
Ajax
1
Arbitro Spagna José Ortiz de Mendibil
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 14ª edizione di Coppa dei Campioni si disputò il 28 maggio 1969 presso lo Stadio Santiago Bernabéu di Madrid tra gli olandesi dell'Ajax e gli italiani del Milan, alla terza finale di questa competizione. All'incontro assistettero circa 31 782 spettatori. Il match, arbitrato dallo spagnolo José Ortiz de Mendibil, vide la vittoria per 4-1 della squadra meneghina.

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Il Milan di Nereo Rocco esordì al primo turno contro gli svedesi del Malmö FF, vincendo con un risultato complessivo di 5-3. Agli ottavi di finale Milan e Benfica ricevettero un bye per accedere direttamente ai quarti, dove i rossoneri batterono il Celtic pareggiando 0-0 in Italia e vincendo poi 1-0 in Scozia. In semifinale gli inglesi del Manchester Utd, detentori del trofeo e trascinati dal capocannoniere dell'edizione Denis Law, diedero filo da torcere ai diavoli, ma furono battuto con un 2-1 complessivo tra San Siro e l'Old Trafford.[1]

Eusébio si congratula con Cruijff nella sfida dei quarti tra Benfica e Ajax

L'Ajax di Rinus Michels iniziò il cammino europeo contro i tedeschi d'Occidente del Norimberga, che superò con un punteggio aggregato di 5-1. Agli ottavi i lancieri superarono agilmente i campioni di Turchia del Fenerbahçe con un 4-0 totale. Più combattuta la sfida dei quarti con i portoghesi del Benfica; le partite di andata e ritorno si conclusero entrambe con un 3-1 per parte, sicché fu necessario uno spareggio per sancire il vincitore: ebbero la meglio gli ajacidi che si imposero 3-0. In semifinale i sorprendenti cecoslovacchi dello Spartak Trnava, tra le poche formazioni a non rispettare il boicottaggio imposto dal blocco orientale, fecero trasalire la squadra biancorossa, che dopo aver vinto 3-0 l'andata ad Amsterdam rischiò la qualificazione andando a perdere 0-2 il ritorno oltrecortina.[1]

La partita[modifica | modifica wikitesto]

Il match è subito in discesa per il Milan, anche per via dell'inesperienza di un Ajax alla sua prima finale confederale.[1] I rossoneri già al primo minuto colpiscono un palo con Pierino Prati, passando in vantaggio appena sei minuti dopo. A cinque minuti dal termine del primo tempo Gianni Rivera perfeziona l'assist per Prati il quale deve solo insaccare per il gol che manda le squadre negli spogliatoi sul parziale di 2-0.

Nel secondo tempo l'Ajax si affaccia un po' di più in avanti e dopo un quarto d'ora di gioco trova un calcio di rigore, trasformato da Velibor Vasović. Non passano nemmeno dieci minuti e i meneghini trovano la terza rete con Angelo Sormani, il quale di sinistro dal limite dell'area batte il portiere ajacide Gerrit Bals. Al 75' Rivera chiude la partita, affondando in area, scartando Bals e servendo un cross a Prati per il gol del 4-1 e della tripletta personale. Il Milan vince così la seconda Coppa dei Campioni della sua storia.[2]

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
28 maggio 1969, ore 20:30
Milan 4 – 1
referto
Ajax Stadio Santiago Bernabéu (31 782 spett.)
Arbitro Spagna José Ortiz de Mendibil

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Milan
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Ajax
POR 1 Italia Fabio Cudicini
DIF 2 Italia Angelo Anquilletti
DIF 3 Germania Ovest Karl-Heinz Schnellinger
DIF 4 Italia Roberto Rosato
DIF 5 Italia Saul Malatrasi
CEN 6 Italia Giovanni Trapattoni
ATT 7 Svezia Kurt Hamrin
CEN 8 Italia Giovanni Lodetti
ATT 9 ItaliaBrasile Angelo Sormani
CEN 10 Italia Gianni Rivera (c)
ATT 11 Italia Pierino Prati
Allenatore:
Italia Nereo Rocco
AC Milan-Ajax 1969-05-28.svg
POR 1 Paesi Bassi Gerrit Bals (c)
DIF 2 Paesi Bassi Wim Suurbier Uscita al 46’ 46’
DIF 3 Paesi Bassi Barry Hulshoff
DIF 4 Jugoslavia Velibor Vasović
DIF 5 Paesi Bassi Theo van Duivenbode
CEN 6 Paesi Bassi Henk Groot Uscita al 46’ 46’
DIF 7 Paesi Bassi Ton Pronk
ATT 8 Paesi Bassi Sjaak Swart
CEN 9 Svezia Inge Danielsson
CEN 10 Paesi Bassi Johan Cruijff
ATT 11 Paesi Bassi Piet Keizer
Sostituzioni:
CEN 12 Paesi Bassi Bennie Muller Ingresso al 46’ 46’
ATT 13 Paesi Bassi Klaas Nuninga Ingresso al 46’ 46’
Allenatore:
Paesi Bassi Rinus Michels

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c 1968/69: La tripletta di Prati lancia il Milan, su uefa.com, Union of European Football Associations.
  2. ^ Milan – Ajax 4 - 1, su dnamilan.com, 15 settembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio