Velibor Vasović

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Velibor Vasović
Velibor Vasovic.jpg
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 1971 - giocatore
1989 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1958-1963Partizan88 (6)
1963-1964Stella Rossa13 (0)
1964-1966Partizan40 (4)
1966-1971Ajax145 (13)
Nazionale
1961-1966 Jugoslavia Jugoslavia 32 (2)
Carriera da allenatore
1971-1973 Partizan
1974-1975 Proleter Zrenjanin
1975-1976 Angers
1976-1977 Paris Saint-Germain
1978-1979 Paris Saint-Germain
1983 Ethnikos Asteras
1986-1988 Stella Rossa
1989 Bellinzona
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 febbraio 2008

Velibor Vasović (Požarevac, 3 ottobre 1939Belgrado, 4 marzo 2002) è stato un calciatore e allenatore di calcio jugoslavo, di ruolo difensore.

Libero, è ricordato per aver fatto parte dell'Ajax con cui ha vinto da capitano la Coppa dei Campioni 1970-1971. Nella sua carriera ha disputato ben tre finali di Coppa dei Campioni con due diverse squadre, segnando due gol in due diverse finali, ma uscendo sconfitto in entrambe le occasioni.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Debutta da professionista nel 1958 con il Partizan Belgrado, dove rimane fino al 1966. Vince cinque campionati della RSF di Jugoslavia, e disputa la finale della Coppa dei Campioni 1965-1966 contro il Real Madrid: il risultato viene sbloccato da un suo gol, ma gli spagnoli segnano con Amancio e Fernando Serena e vincono l'incontro 2-1. In questo periodo gioca nella stagione 1963-1964 con la Stella Rossa Belgrado, vincendo il campionato jugoslavo e la Coppa di Jugoslavia.

Vasović si trasferisce nell'estate del 1966 all'Ajax, e qui vince tre Eredivisie ed altrettante Coppe d'Olanda, e soprattutto la Coppa dei Campioni 1970-1971 da capitano, il primo straniero nella storia dei Lancieri a vincere in campo internazionale con la fascia[1]. Disputa anche la finale della Coppa dei Campioni 1968-1969, persa però per 4-1 contro il Milan di Nereo Rocco, segnando il gol del provvisorio 2-1.

Si ritira nel 1971 a causa dell'asma[2].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Terminata prematuramente la carriera da calciatore guida il Partizan Belgrado, il Proleter Zrenjanin e la Stella Rossa Belgrado in Jugoslavia, gli SCO Angers e il Paris Saint-Germain in Francia, l'Ethnikos Asteras in Grecia, e il Bellinzona in Svizzera.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Partizan: 1960-1961, 1961-1962, 1962-1963, 1964-1965
Stella Rossa: 1963-1964
Stella Rossa: 1963-1964
Ajax: 1966-1967, 1967-1968, 1969-1970
Ajax: 1966-1967, 1969-1970, 1970-1971

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ajax: 1970-1971

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Stella Rossa: 1987-1988

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il serbo muto, in pagina2cento.it. URL consultato il 10 aprile 2017.
  2. ^ Blanki che per non tradire fu tradito dalla vita, in calcioesteronews.it. URL consultato il 9 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]