Angers Sporting Club de l'Ouest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Angers S.C.O.
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Bianco e Nero (Strisce).svg Bianco, nero
Dati societari
Città Angers
Nazione Francia Francia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of France.svg FFF
Campionato Ligue 1
Fondazione 1919
Presidente Francia Saïd Chabane
Allenatore Francia Stéphane Moulin
Stadio Jean Bouin
(16 300 posti)
Sito web www.angers-sco.fr
Palmarès
Trofei nazionali
Si invita a seguire il modello di voce

L'Angers Sporting Club de l'Ouest (più nota come Angers SCO) è una società calcistica francese con sede nella città di Angers. Fondata nel 1919, la squadra milita nella Ligue 1.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Angers SCO fu fondata dai fratelli Fortin, amministratori della banca Crédit de l'Ouest, il 10 ottobre 1919 sotto il nome di Sporting Club du Crédit de l'Ouest (S.C.C.O.)[1]. La prima partita della società avvenne il 19 ottobre 1919 contro lo Stade Nantais U.C. (persa 2-1)[2].

Lo Sporting Club de l'Ouest diventa un club professionistico durante la Liberazione (due anni dopo la conquista del titolo nel campionato dilettanti del 1943), militando in seconda divisione e attirando alcune stelle del calcio (Alfred Aston, André Simonyi e il giovane Raymond Kopa, futuro Pallone d'oro 1958). Nel 1956 conquista la promozione in prima divisione e vi rimane per oltre venti anni (1956-1981), con tre retrocessioni seguite da immediate promozioni, e una finale nella Coppa di Francia 1957. In quegli anni il club vantava nella rosa alcuni giocatori che militavano nella Nazionale di calcio della Francia, come Stéphane Bruey, Jean Deloffre, Jean-Pierre Dogliani e altri. Nei primi anni settanta l'Angers ha brillato nel campionato grazie alle giocate di Jean-Marc Guillou e Marc Berdoll. La squadra ha giocato due partite di Coppa UEFA (stagione 1972-1973) prima di tornare in seconda divisione nel 1980.

Dopo un'ulteriore partecipazione al campionato di prima divisione (1993-1994), l'Angers scivola fino alla terza divisione due anni dopo, per poi cadere nell'anonimato di un club regionale. Il club ha oscillato tra la terza e la seconda divisione per poi stabilirsi in quest'ultima negli anni dal 2007 al 2015. Proprio nel 2015 la squadra ha raggiunto la Ligue 1, 21 anni dopo averla lasciata. Nella prima stagione in massima serie ha raggiunto il terzo posto nel girone d'andata dietro Paris SG e AS Monaco, ma ha terminato al nono posto alla fine del campionato.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Angers Sporting Club de l'Ouest
Ottavi di finale in Coupe de France.
Primo turno in Coupe de la Ligue.
Ottavo turno in Coupe de France.
Secondo turno in Coupe de la Ligue.
Sedicesimi di finale in Coupe de France.
Primo turno in Coupe de la Ligue.

Semifinale in Coupe de France.
Primo turno in Coupe de la Ligue.
Sedicesimi di finale in Coupe de France.
Primo turno in Coupe de la Ligue.
Sedicesimi di finale in Coupe de France.
Ottavo turno in Coupe de la Ligue.
Semifinale in Coupe de France.
Primo turno in Coupe de la Ligue.
Ottavo turno in Coupe de France.
Secondo turno in Coupe de la Ligue.
Sedicesimi di finale in Coupe de France.
Sedicesimi di finale in Coupe de la Ligue.
in Coupe de France.
in Coupe de la Ligue.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione della divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Anni '1960
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1992: promozione in Division 1
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Dal 2006 al 2008
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Stagione 2008-2009
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Nel 2009
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Nel 2010
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Stagione 2011-2012
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Stagione 2012-2013
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Stagione 2014-2015

I primi colori della SCO erano blu (camicia e basso) e bianco (galleggiante), poi il nero sostituito l'azzurro nel 1930 come presidente all'epoca era questo colore "più lusinghiero." Bianco divenendo il colore dominante del corredo fino al 1950, il nero è visibile sul basso e raccordo (spalla, fascia orizzontale al centro della maglia..). Dalla metà degli anni 1950, il nero è diventato importante (in basso e variabile), la maglia bianca con il residuo, a seconda della stagione, le tre lettere "SCO" scritto sul petto a sinistra di orizzontale o diagonale. Fino al 2008, la SCO ha sollevato alternativamente (per diverse stagioni consecutive) detenute esclusivamente abiti bianchi o bianco (camicia) e nero (basso e corto). Per la stagione 2008/09, la SCO ha innovato con l'adozione di una camicia bianca striato di nero.

Abiti di ricambio hanno spesso cambiato colore: nel 1950, la SCO è sfoggiava un abito grigio (come canta "P'tit Jules" in "Go SCO") con le sue calze di galleggianti e nere, una maglia di tango. È quest'ultimo che porta undici angioino altrove a Colombes nella finale della Coppa di Francia nel 1957 contro Tolosa. Nel decennio successivo, il verde è di rigore sulla maglia e bassi (soprattutto pantaloncini bianchi). Poi il rosso a 1970-1980 (camicia e in basso) a volte con pantaloncini neri. Successivamente, c'è stata una miriade di colori alternativi (come nell'ultimo ultima stagione in D1 nel 1993-94: per esempio, la maglia a strisce bianche e blu della luce utilizzato una sola volta), ma la maglia accompagnati dai pantaloncini gialli e calze nere era il più delle volte sotto i riflettori. Oggi, l'unico nero accompagna la SCO ha tenuto nella maggior parte dei suoi viaggi, nel 2009, la SCO ha adottato una fascia d'oro sul lato sinistro della maglia per festeggiare i suoi 90 anni di esistenza.

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]


Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio è stato inaugurato nel 1912 sotto il nome d'arte Bessonneau, dal suo creatore Julien Bessonneau. Si è rinnovato nel 1925. È stadio comunale nel 1957, è stato nuovamente rinnovato e la pista di atletica che circonda il campo lontano è distrutto e la galleria Saint-Léonard è poi costruito. Pertanto, lo stadio è stato ribattezzato Jean Bouin e può quindi ospitare più di 21.000 spettatori.

Nel 1993, lo stadio fu completamente riabilitato per convalidare l'aumento della Ligue 1, grazie alla costruzione della tribuna Colombier, più vecchio di curva stadio Velodrome di Marsiglia, la cui architettura è simile. Ma come risultato delle restrizioni di sicurezza, la capacità dello stadio è limitata a 17.000 posti alla fine del 1990 la sua famosa collina erba dietro uno dei due obiettivi è poi rasata. Questo simbolo tumulo di una fase storica per la città ha ospitato i più ferventi sostenitori scoïstes.

Nel 2010, la collina è sicuramente rasato per consentire la costruzione di una tribuna di 5400 places2, come la galleria Saint-Léonard, per la stagione 2010-2011.

Nel 2014, due schermi giganti di 38,2 m² sono installati in un angolo del San Leonardo Coubertin e forum e forum Colombier e John Bouin.

Nel 2015, il club si trasferì l'technology4 linea di meta. Le casette nel forum Jean Bouin sono rifatto per accogliere nelle migliori condizioni e dei media partner in occasione del ritorno di Ligue 15.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dell'Angers S.C.O.

Storia allenatori[modifica | modifica wikitesto]

  • Georges Meuris (1942–47)
  • Andowski (1947)
  • Walter Presch (1956–57)
  • Maurice Blondel (1957–60)
  • Karel Michlowski (1960–62)
  • Antoine Pasquini (1962–68)
  • Louis Hon (1968–69)
  • Lucien Leduc (1969–70)
  • Ladislas Nagy (1970–73)
  • César Pancho Gonzales (1973–74)
  • Velibor Vasović (1974–76)
  • Aimé Mignot (1976–79)
  • Élie Fruchart (1979–81)
  • René Cédolin (1981)
  • Élie Fruchart (1981–83)
  • Christian Letort (1983–84)
  • Henri Atamaniuk (1984–87)
  • Pierre Garcia (1987–88)
  • Hervé Gauthier (1988–93)
  • Alain De Martigny (1993–94)

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dell'Angers S.C.O.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1968-1969, 1975-1976, 1977-1978 (girone A), 1992-1993 (girone A)

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Ligue de Bretagne de football: 2
1933-1934, 1966-1967
  • Ligue atlantique de football: 2
2004-2005, 2010-2011

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Terzo posto: 1957-1958, 1966-1967
Finalista: 1956-1957, 2016-2017
Semifinalista: 1961-1962, 1965-1966, 1968-1969, 2010-2011, 2013-2014
Finalista: 1992
Semifinalista: 1991
Semifinalista: 1955, 1959
Secondo posto: 1946-1947, 1955-1956, 1977-1978, 1991-1992 (girone A), 1992-1993
Terzo posto: 2014-2015
Secondo posto: 2002-2003
Terzo posto: 1999-2000, 2006-2007

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2018-2019[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 31 agosto 2018.

N. Ruolo Giocatore
1 Francia P Zacharie Boucher
2 Francia D Rayan Aït-Nouri
3 Francia D Yoann Andreu
4 Croazia D Mateo Pavlović
5 Francia C Thomas Mangani
6 Francia C Vincent Pajot
7 RD del Congo C Harisson Manzala
8 Costa d'Avorio D Ismaël Traoré (capitano)
9 Spagna A Cristian López
10 Francia C Angelo Fulgini
11 Francia A Wilfried Kanga
12 Rep. del Congo A Férébory Doré
13 Francia C Dorian Bertrand
15 Francia C Pierrick Capelle
16 Francia P Ludovic Butelle
N. Ruolo Giocatore
17 Senegal C Cheikh N'Doye
18 Francia C Baptiste Santamaria
19 Camerun A Stéphane Bahoken
20 Francia A Flavien Tait
21 Francia C Loïc Puyo
22 Francia A Jeff Reine-Adélaïde
23 Francia D Ibrahim Cissé
24 Francia D Romain Thomas
25 Costa d'Avorio D Abdoulaye Bamba
26 Senegal D Saliou Ciss
27 Costa d'Avorio A Thomas Touré
28 Algeria A Farid El Melali
29 Francia D Vincent Manceau
40 Francia P Anthony Mandrea

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Wahl, Alfred, Les Archives du football, Gallimard-Julliard (Collection archives), 1989.
  2. ^ Sporting Club de l'Ouest 1919-1969, Livre d'or du Cinquantenaire, imprimerie Miot, 1969

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti calcio[modifica | modifica wikitesto]