Milan Associazione Calcio 1968-1969

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Milan Associazione Calcio
Milan AC 1968-69.jpg
La rosa campione d'Europa
Stagione 1968-1969
AllenatoreItalia Nereo Rocco
All. in secondaItalia Marino Bergamasco
PresidenteItalia Franco Carraro
Serie A2º posto[1]
Coppa ItaliaQuarti di finale
Coppa dei CampioniVincitore (in Coppa dei Campioni)
Maggiori presenzeCampionato: Anquilletti, Lodetti, Prati (30)
Totale: Lodetti (41)
Miglior marcatoreCampionato: Prati (14)
Totale: Prati (21)
StadioSan Siro
Media spettatori48 403[2]

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Milan Associazione Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1968-1969.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il capitano rossonero Gianni Rivera a quattrocchi con Pierino Prati, miglior marcatore stagionale della squadra.

Per la stagione 1968-1969 alla guida della squadra campione d'Italia 1967-1968 viene confermato Nereo Rocco. Nel giugno 1968, Anquilletti, Lodetti, Prati, Rivera e Rosato si laureano campioni d'Europa con la Nazionale italiana, vincitrice del campionato europeo. In estate il club si aggiudica le prestazioni di Romano Fogli e fa tornare l'ex primavera Luigi Maldera dopo due anni di prestito.

La stagione inizia con le 3 partite del girone del primo turno di Coppa Italia, dove il Milan ottiene 2 vittorie (con Ternana e Monza) e un pareggio con il Lanerossi Vicenza, chiudendo il raggruppamento al primo posto a 5 punti a pari merito con i veneti.[3] Ad accedere ai quarti di finale, che si disputeranno tra marzo e aprile, sono i rossoneri per la miglior differenza reti[3] (+5 contro +4).[4]

In campionato il Milan è stabilmente nelle prime posizioni e si gioca lo scudetto con Cagliari e Fiorentina.[5][6] I rossoneri restano imbattuti nelle prime 7 giornate (5 vittorie e 2 pareggi)[7][8] ma nell'ottava vengono sconfitti dal Bologna e superati in classifica dal Cagliari.[9] Le posizioni e il distacco in classifica restano invariati fino a 2 turni dal termine del girone di andata, quando anche la Fiorentina supera il Milan e aggancia il Cagliari in vetta;[10] i rossoneri chiudono il girone di andata al 3º posto con 22 punti alle spalle dei sardi (24) e dei toscani (23).[11] Tre giornate più tardi il Milan aggancia le altre due squadre al primo posto in classifica[12] ma nelle giornate seguenti viene staccato prima dai rossoblu e poi dai viola che superano anche i sardi e alla fine vincono il campionato con 4 punti di vantaggio su Cagliari e Milan, secondi classificati a pari merito.[5][13] La difesa milanista, con 12 reti subite, risulta la meno battuta del campionato[5] mentre i rossoneri durante il torneo non ricevono nessun rigore a favore o contro, evento mai verificatosi prima da quando la Serie A è a girone unico (stagione 1929-1930).[14] la squadra stabilisce un record eguagliato dal Como nell'1984-1985: quello del minor numero di reti subite in casa (due). In totale, come già accennato, la squadra subisce soltanto 12 reti, record rossonero da quando è stato introdotto il girone unico. Nella stagione successiva il Cagliari campione migliorerà il record assoluto del minor numero di reti subite in un campionato a girone unico, undici, appena una in meno del Milan.

Nei quarti di finale di Coppa Italia il Milan affronta il Torino, che batte i rossoneri per 1-0 all'andata e al ritorno[15] e li elimina dal torneo.

Il manifesto della finale di Coppa dei Campioni 1968-1969 di Madrid tra Milan e Ajax, custodito nel museo di San Siro.

In Coppa dei Campioni il Milan si qualifica per la finale dopo avere eliminato nei sedicesimi di finale gli svedesi del Malmö FF (sconfitta per 2-1 all'andata a Malmö e vittoria per 4-1 nel ritorno a Milano), nei quarti di finale[16] gli scozzesi del Celtic campione d'Europa 1966-1967 (pareggio per 0-0 in casa e vittoria per 1-0 in trasferta), e in semifinale gli inglesi del Manchester United campione in carica (vittoria per 2-0 a San Siro e sconfitta per 1-0 all'Old Trafford), che annovera campioni del calibro di George Best e della stella inglese Bobby Charlton.[6][17] Nella finale di Madrid del 28 maggio 1969 i rossoneri affrontano gli olandesi dell'Ajax e vincono la gara per 4-1 grazie a una tripletta di Pierino Prati e di un gol di Sormani dopo che gli olandesi avevano accorciato le distanze grazie a un rigore di Vasović[5] e un gol di Angelo Benedicto Sormani; per i lanceri a segnare la rete del momentaneo 2-1 è Velibor Vasović su rigore.[15][18] È la seconda Coppa dei Campioni vinta dai rossoneri;[6][18] la vittoria della competizione vale anche per il Milan l'accesso alla Coppa dei Campioni 1969-1970 in qualità di detentore del trofeo. Il Milan, sceso in campo con Cudicini, Anquilletti, Schnellinger, Malatrasi, Rosato, Trapattoni, Hamrin, Lodetti, Sormani, Rivera e Prati è la prima squadra italiana a conquistare il trofeo nel nuovo formato, quello dalle grandi orecchie. Quella del 1969 è l'unica finale di Coppa dei Campioni/Champions League che il club ha vinto indossando la prima maglia (quella rossonera). Tutte le altre coppe della massima competizione europea sono state vinte in tenuta bianca[19].

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

La divisa è una maglia a strisce verticali della stessa dimensione, rosse e nere, con pantaloncini bianchi e calzettoni neri con risvolto rosso. La divisa di riserva è una maglia bianca con colletto e bordi delle maniche rossi e neri, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi con una riga rossa e nera sul risvolto.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[5][modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medici sociali: Giovanni Battista Monti, Pier Giovanni Scotti
  • Massaggiatore: Giuseppe Campagnoli, Ruggiero Ribolzi, Carlo Tresoldi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Pierangelo Belli
Italia P Fabio Cudicini
Italia P Claudio Mantovani[20]
Italia P Villiam Vecchi
Italia D Angelo Anquilletti
Italia D Bruno Baveni
Italia D Saul Malatrasi
Italia D Luigi Maldera
Italia D Paolo Montanari
Italia D Roberto Rosato
Italia D Nello Santin
Germania Ovest D Karl-Heinz Schnellinger
Italia C Roberto Casone[21]
N. Ruolo Giocatore
Italia C Romano Fogli
Italia C Giovanni Lodetti
Italia C Gianni Rivera (capitano)
Italia C Giorgio Rognoni
Italia C Nevio Scala
Italia C Giovanni Trapattoni (vice capitano)
Italia A Lino Golin[20]
Svezia A Kurt Hamrin
Italia A Angelo Marchi[21]
Italia A Bruno Mora
Italia A Carlo Petrini
Italia A Pierino Prati
Italia A Angelo Benedicto Sormani

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Claudio Mantovani Bari fine prestito
D Luigi Maldera Monza fine prestito
D Paolo Montanari Catania prestito
C Romano Fogli Bologna definitivo
A Angelo Paina Padova fine prestito
A Carlo Petrini Genoa definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Alberto Grossetti Catania prestito
C Massimo Giacomini Triestina definitivo
A Antonio Angelillo Genoa definitivo
A Angelo Paina Triestina prestito

Sessione autunnale[modifica | modifica wikitesto]

Cessioni
R. Nome a Modalità
P Claudio Mantovani Atalanta definitivo
A Lino Golin Varese prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1968-1969.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
29 settembre 1968
1ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Sampdoria Stadio San Siro (39 452 spett.)
Arbitro De Robbio (Torre Annunziata)

Brescia
6 ottobre 1968
2ª giornata
Verona 1 – 3
referto
Milan Stadio Mario Rigamonti[22] (27 634 spett.)
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Milano
13 ottobre 1968
3ª giornata
Milan 2 – 1
referto
Pisa Stadio San Siro (39 028 spett.)
Arbitro Barbaresco (Cormons)

Firenze
27 ottobre 1968
4ª giornata
Fiorentina 0 – 0
referto
Milan Stadio Comunale (42 665 spett.)
Arbitro Sbardella (Roma)

Milano
3 novembre 1968
5ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Inter Stadio San Siro (76 439 spett.)
Arbitro Angonese (Mestre)

Bergamo
10 novembre 1968
6ª giornata
Atalanta 0 – 0
referto
Milan Stadio Comunale (21 219 spett.)
Arbitro Francescon (Padova)

Milano
17 novembre 1968
7ª giornata
Milan 4 – 1
referto
Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png Lanerossi Vicenza Stadio San Siro (23 713 spett.)
Arbitro Pieroni (Roma)

Bologna
24 novembre 1968
8ª giornata
Bologna 1 – 0
referto
Milan Stadio Comunale (40 790 spett.)
Arbitro Picasso (Chiavari)

Milano
1º dicembre 1968
9ª giornata
Milan 0 – 0
referto
Cagliari Stadio San Siro (75 062 spett.)
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Torino
8 dicembre 1968
10ª giornata
Juventus 0 – 1
referto
Milan Stadio Comunale (42 016 spett.)
Arbitro Monti (Ancona)

Roma
15 dicembre 1968
11ª giornata
Roma 1 – 1
referto
Milan Stadio Olimpico (63 320 spett.)
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Milano
22 dicembre 1968
12ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Torino Stadio San Siro (32 878 spett.)
Arbitro Sbardella (Roma)

Varese
12 gennaio 1969
13ª giornata
Varese 0 – 0
referto
Milan Stadio Franco Ossola (12 951 spett.)
Arbitro Angonese (Mestre)

Napoli
19 gennaio 1969
14ª giornata
Napoli 0 – 0
referto
Milan Stadio San Paolo (75 054 spett.)
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Milano
26 gennaio 1969
15ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Palermo Stadio San Siro (40 628 spett.)
Arbitro Pieroni (Roma)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Genova
2 febbraio 1969
16ª giornata
Sampdoria 1 – 1
referto
Milan Stadio Luigi Ferraris (24 697 spett.)
Arbitro De Marchi (Pordenone)

Milano
9 febbraio 1969
17ª giornata
Milan 3 – 0
referto
Verona Stadio San Siro (39 008 spett.)
Arbitro Bernardis (Trieste)

Pisa
15 febbraio 1969
18ª giornata
Pisa 0 – 1
referto
Milan Stadio Arena Garibaldi (25 640 spett.)
Arbitro Monti (Ancona)

Milano
23 febbraio 1969
19ª giornata
Milan 0 – 0
referto
Fiorentina Stadio San Siro (57 283 spett.)
Arbitro Gonella (Torino)

Milano
2 marzo 1969
20ª giornata
Inter 1 – 1
referto
Milan Stadio San Siro (72 688 spett.)
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Milano
8 marzo 1969
21ª giornata
Milan 0 – 0
referto
Atalanta Stadio San Siro (45 538 spett.)
Arbitro Lattanzi (Roma)

Vicenza
16 marzo 1969
22ª giornata
Lanerossi Vicenza Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png 1 – 1
referto
Milan Stadio Romeo Menti (27 500 spett.)
Arbitro Bernardis (Trieste)

Milano
23 marzo 1969
23ª giornata
Milan 4 – 0
referto
Bologna Stadio San Siro (36 130 spett.)
Arbitro De Marchi (Pordenone)

Cagliari
6 aprile 1969
24ª giornata
Cagliari 3 – 1
referto
Milan Stadio Amsicora (23 352 spett.)
Arbitro Sbardella (Roma)

Milano
13 aprile 1969
25ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Juventus Stadio San Siro (76 624 spett.)
Arbitro Lo Bello (Siracusa)

Milano
19 aprile 1969
26ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Roma Stadio San Siro (52 064 spett.)
Arbitro Monti (Ancona)

Torino
27 aprile 1969
27ª giornata
Torino 1 – 0
referto
Milan Stadio Comunale (42 337 spett.)
Arbitro Sbardella (Roma)

Milano
4 maggio 1969
28ª giornata
Milan 2 – 0
referto
Varese Stadio San Siro (28 426 spett.)
Arbitro D'Agostini (Roma)

Milano
10 maggio 1969
29ª giornata
Milan 0 – 0
referto
Napoli Stadio San Siro (63 701 spett.)
Arbitro Angonese (Mestre)

Palermo
18 maggio 1969
30ª giornata
Palermo 0 – 0
referto
Milan Stadio La Favorita (17 160 spett.)
Arbitro Bernardis (Trieste)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1968-1969.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
8 settembre 1968
1ª giornata - Gruppo 1
Milan 2 – 0 Ternana Stadio San Siro (12 603 spett.)
Arbitro Bigi (Padova)

Monza
14 settembre 1968
2ª giornata - Gruppo 1
Monza 0 – 3 Milan Stadio Gino Alfonso Sada (8 579 spett.)
Arbitro Angonese (Mestre)

Vicenza
22 settembre 1968
3ª giornata - Gruppo 1
Lanerossi Vicenza Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png 0 – 0 Milan Stadio Romeo Menti (13 088 spett.)
Arbitro D'Agostini (Roma)

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Torino
19 marzo 1969
Andata
Torino 1 – 0 Milan Stadio Comunale (12 172 spett.)
Arbitro Angonese (Mestre)

Milano
2 aprile 1969
Ritorno
Milan 0 – 1 Torino Stadio San Siro (6 014 spett.)
Arbitro Di Tonno (Lecce)

Coppa dei Campioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa dei Campioni 1968-1969.

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Malmö
18 settembre 1968
Andata
Malmö FF 2 – 1
referto
Milan Malmö Stadion (23 318 spett.)
Arbitro Germania Ovest Siebert

Milano
2 ottobre 1968
Ritorno
Milan 4 – 1
referto
Malmö FF Stadio San Siro (61 932 spett.)
Arbitro Francia Machin

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
19 febbraio 1969
Andata
Milan 0 – 0
referto
Celtic Stadio San Siro (62 402 spett.)
Arbitro Germania Ovest Tschenscher

Glasgow
12 marzo 1969
Ritorno
Celtic 0 – 1
referto
Milan Celtic Park (70 000 spett.)
Arbitro Spagna Ortiz de Mendibil

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Milano
23 aprile 1969
Andata
Milan 2 – 0
referto
Manchester Utd Stadio San Siro (80 050 spett.)
Arbitro Cecoslovacchia Krnávek

Manchester
15 maggio 1969
Ritorno
Manchester Utd 1 – 0
referto
Milan Old Trafford (63 000 spett.)
Arbitro Francia Machin

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
28 maggio 1969
Gara unica
Milan 4 – 1
referto
Ajax Stadio Santiago Bernabéu (59 000 spett.)
Arbitro Spagna Ortiz de Mendibil

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[5][23] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 41 15 11 4 0 21 2 15 3 9 3 10 10 30 14 13 3 31 12 +19
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia quarti di finale 2 1 0 1 2 1 3 1 1 1 3 1 5 2 1 2 5 2 +3
Coppacampioni.png Coppa dei Campioni vincitore 3 2 1 0 6 1 3 1 0 2 2 3 7[24] 4 1 2 12 5 +7
Totale - 20 14 5 1 29 4 21 5 10 6 15 14 42 20 15 7 48 19 +29

Statistiche dei giocatori[25][26][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa dei Campioni Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Anquilletti, A. A. Anquilletti 300??30??70??400??
Baveni, B. B. Baveni 0000000000000000
Belli, P. P. Belli 1-3??1-1??0-0002-40+0+
Casone, R. R. Casone 000010??0000100+0+
Cudicini, F. F. Cudicini 29-8??2-1??6-3??37-12??
Fogli, R. R. Fogli 233??40??20??293??
Golin, L. L. Golin 000020??10??300+0+
Hamrin, K. K. Hamrin 131??31??61??223??
Lodetti, G. G. Lodetti 301??40??70??411??
Malatrasi, S. S. Malatrasi 270??30??60??360??
Maldera, L. L. Maldera 120?110??40??170?1+
Mantovani, C. C. Mantovani 0-0000-0000-0000-000
Marchi, A. A. Marchi 000010??0000100+0+
Montanari, P. P. Montanari 0000000000000000
Mora, B. B. Mora 20??10??0000300+0+
Petrini, C. C. Petrini 92??30??10??132??
Prati, P. P. Prati 3014??31??76??4021??
Rivera, G. G. Rivera 283??41??72??396??
Rognoni, G. G. Rognoni 90??30??30??150??
Rosato, R. R. Rosato 271??40??70??381??
Santin, N. N. Santin 70??30??30??130??
Scala, N. N. Scala 40??20??10??70??
Schnellinger, K. K. Schnellinger 200??41??70??311??
Sormani, B. B. Sormani 264??11??53??328??
Trapattoni, G. G. Trapattoni 220??50??50??320??
Vecchi, V. V. Vecchi 1-1??2-0??1-2??4-3??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A pari merito con il Cagliari, come da art. 23 del Regolamento Organico della FIGC. Le classifiche della stagione 1968-1969 sono state erroneamente modificate a partire dall'"Almanacco illustrato del calcio" volume 1981 della Panini. Nelle "Storia del Milan", presente in ogni almanacco Panini, è stato correttamente sempre attribuito per questa stagione il 2º posto in classifica.
  2. ^ Dati che riguardano il solo campionato. (EN) Attendance Statistics of Serie A, stadiapostcards.com. URL consultato il 1º maggio 2012.
  3. ^ a b Panini, p. 344.
  4. ^ Coppa Italia 1968-1969 - Gruppo 1, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 1º giugno 2012.
  5. ^ a b c d e f Panini, p. 340.
  6. ^ a b c Tosi.
  7. ^ Panini, pp. 341-342.
  8. ^ (DE) Der 7. Spieltag der italienischen Serie A 1968/1969, fussballdaten.de. URL consultato il 1º giugno 2012.
  9. ^ (DE) Der 8. Spieltag der italienischen Serie A 1968/1969, fussballdaten.de. URL consultato il 1º giugno 2012.
  10. ^ (DE) Der 13. Spieltag der italienischen Serie A 1968/1969, fussballdaten.de. URL consultato il 1º giugno 2012.
  11. ^ (DE) Der 15. Spieltag der italienischen Serie A 1968/1969, fussballdaten.de. URL consultato il 1º giugno 2012.
  12. ^ (DE) Der 18. Spieltag der italienischen Serie A 1968/1969, fussballdaten.de. URL consultato il 1º giugno 2012.
  13. ^ Una prima e due seconde, Stampa Sera, 19 maggio 1969, p. 7. URL consultato il 25 gennaio 2014.
  14. ^ Milan senza rigori, Stampa Sera, 19 maggio 1969, p. 9. URL consultato il 25 gennaio 2014.
  15. ^ a b Panini, p. 345.
  16. ^ Il Milan è stato esentato dal disputare gli ottavi di finale per sorteggio a seguito del ritiro delle squadre dell'Europa orientale:
  17. ^ Panini, pp. 340, 345
  18. ^ a b Bruno Panzera, Il Milan di nuovo «europeo» (PDF), l'Unità, 29 maggio 1969, p. 9. URL consultato il 1º giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  19. ^ Mondadori.
  20. ^ a b Ceduto durante la sessione autunnale di calciomercato.
  21. ^ a b Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  22. ^ Per la squalifica del campo del Verona: Panini, p. 341.
  23. ^ Milan Associazione Calcio 1968-69 (PDF), magliarossonera.it, p. 2. URL consultato il 1º giugno 2012.
  24. ^ Compresa la finale, disputata in campo neutro a Madrid.
  25. ^ Panini, p. 346.
  26. ^ Milan Associazione Calcio 1968-69 (PDF), magliarossonera.it, pp. 2-3. URL consultato il 1º giugno 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Enrico Tosi, Forza Milan! – La storia del Milan, Italia/Italy, maggio 2005.
  • Milan. Sempre con te, Mondadori, dicembre 2009, ISBN 88-04-59118-8.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]