Associazione Calcio Milan 1949-1950

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Associazione Calcio Milan
Milan194950.jpg
Stagione 1949-1950
AllenatoreUngheria Lajos Czeizler
Direttore tecnicoItalia Antonio Busini
PresidenteItalia Umberto Trabattoni
Serie A2º posto
Maggiori presenzeCampionato: Annovazzi, Foglia e Tognon (38)
Miglior marcatoreCampionato: Nordahl (35)
StadioSan Siro
Arena Civica (saltuariamente)

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti l'Associazione Calcio Milan nelle competizioni ufficiali della stagione 1949-1950.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Umberto Trabattoni, presidente del Milan dal 1945 al 1954 e artefice del nuovo corso dei rossoneri

Per la stagione 1949-50 vengono acquistati, grazie all'abilità del presidente Umberto Trabattoni, i campioni olimpici svedesi Nils Liedholm e Gunnar Gren, che si aggiungono a Gunnar Nordahl, già in rossonero dal gennaio 1949: si forma così il trio d'attacco svedese che viene ribattezzato Gre-No-Li, dalla contrazione delle iniziali dei tre giocatori. Tra gli altri acquisti, c'è quello del portiere Lorenzo Buffon. In questa stagione il Milan gioca le gare casalinghe anche all'Arena Civica: a San Siro disputa gli incontri dove ci si aspettava l'arrivo di molti spettatori.

Questa è una stagione di svolta per il Milan: da società che fa fatica a stare al passo con i tempi e che non ha completato la trasformazione da società dilettantistica a società moderna, i rossoneri colmano il gap con le altre squadre e sono pronti per rivincere lo scudetto, che manca dalle bacheche del Milan da più di 40 anni. Ai rossoneri, nei decenni precedenti, mancava infatti quella maturità che avrebbe evitato molte sconfitte con le società minori, a fronte di ottimi risultati con le squadre più blasonate: questa contraddizione ha poi impedito al Milan di vincere il titolo nazionale per decenni.

Da sinistra: lo svedese Gunnar Nordahl insieme ai neoacquisti e connazionali Nils Liedholm e Gunnar Gren, ovvero il trio Gre-No-Li del Milan, nato in questa stagione.

Grazie a questo cambiamento di rotta, e ai successi che sarebbero arrivati, nel corso dei decenni seguenti, il numero dei tifosi rossoneri si moltiplicherà, travalicando i confini lombardi e assumendo una dimensione nazionale. Altro cambiamento importante di questo periodo è nella filosofia di gioco: da squadra operaia e corsara che si basa molto sulla forza fisica, il Milan diventa depositario di una tradizione che predilige l'organizzazione di squadra e il bel gioco.

Nella Serie A 1949-1950, primo torneo dopo la tragedia di Superga, viene stabilito il record del Milan per quanto riguarda il maggior numero di reti segnate in un campionato: 118. In questa stagione, il 5 febbraio 1950, il Milan batte per 7-1 la Juventus sul suo campo, in quella che è la prima gara italiana trasmessa in TV.[1]. Questo risultato consente al Milan guidato da Lajos Czeizler di portarsi a un punto dalla Juventus capolista: ciò però non è sufficiente per aggiudicarsi il titolo nazionale. I Diavoli chiudono infatti poi secondi a 5 lunghezze dai bianconeri. Nordahl vince il suo primo titolo di capocannoniere in virtù delle 35 reti segnate.

Nel 1949 il Milan trasferisce la sua sede dal "Telegrafo Calciomilano" di via Del Lauro 4 a corso Venezia 36[2].

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Ezio Bardelli
Italia P Lorenzo Buffon
Italia P Efrem Milanese
Italia D Carlo Belloni
Italia D Andrea Bonomi (capitano)
Italia D Mario Foglia
Italia D Giosuè Sanvito
Italia C Carlo Annovazzi (vice capitano)
Italia C Benigno De Grandi
N. Ruolo Giocatore
Svezia C Nils Liedholm
Italia C Omero Tognon
Italia A Renzo Burini
Italia A Enrico Candiani
Italia A Franco De Gregori
Svezia A Gunnar Gren
Svezia A Gunnar Nordahl
Italia A Giuseppe Rinaldi
Italia A Aurelio Santagostino

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Ungheria Lajos Czeizler
Direttore tecnico: Italia Antonio Busini
Massaggiatore: Italia Guglielmo Zanella

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Pietro Bettoli Rimini -
P Lorenzo Buffon Portogruaro -
A Enrico Candiani Pro Patria -
C Benigno De Grandi Seregno -
A Fabio Frugali Alessandria -
A Gunnar Gren IFK Göteborg -
C Nils Liedholm IFK Norrköping -
A Giuseppe Rinaldi Pescara -
D Giosuè Sanvito Pro Sesto -
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Giuseppe Antonini Reggiana -
A Aleksandar Aranđelović Padova -
D Osvaldo Biancardi Empoli -
A Riccardo Carapellese Torino -
A Pietro Degano Venezia -
D Edy Gratton Sampdoria -
D Lino Grava Vittorio Veneto -
C Albert Guðmundsson RC France -
C Michele Manenti Modena -
A Elio Onorato Torino -
A Héctor Puricelli Legnano -
C Paddy Sloan Udinese -
C Gianni Toppan Lucchese -

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1949-1950.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
11 settembre 1949
1ª giornata
Sampdoria1 – 3MilanStadio Luigi Ferraris (32 000 spett.)
Arbitro:  Silvano (Torino)

Milano
18 settembre 1949
2ª giornata
Milan1 – 1ComoStadio San Siro (40 000 spett.)
Arbitro:  Tassini (Verona)

Venezia
25 settembre 1949
3ª giornata
Venezia1 – 4MilanStadio Pierluigi Penzo (17 500 spett.)
Arbitro:  Pera (Firenze)

Milano
2 ottobre 1949
4ª giornata
Milan0 – 1JuventusStadio San Siro (55 000 spett.)
Arbitro:  Dattilo (Roma)

Busto Arsizio
9 ottobre 1949
5ª giornata
Pro Patria2 – 4MilanStadio Comunale (14 000 spett.)
Arbitro:  Bernardi (Bologna)

Milano
16 ottobre 1949
6ª giornata
Milan4 – 1PalermoStadio San Siro (28 000 spett.)
Arbitro:  Longagnani (Modena)

Milano
20 ottobre 1949
7ª giornata
Milan0 – 0LazioArena Civica (18 000 spett.)
Arbitro:  Poggipollini (Ferrara)

Torino
23 ottobre 1949
8ª giornata
Torino3 – 2MilanStadio Filadelfia (34 500 spett.)
Arbitro:  Bellè (Venezia)

Milano
30 ottobre 1949
9ª giornata
Milan2 – 1AtalantaStadio San Siro (25 000 spett.)
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Milano
6 novembre 1949
10ª giornata
Inter6 – 5MilanStadio San Siro (60 000 spett.)
Arbitro:  Orlandini (Roma)

Milano
13 novembre 1949
11ª giornata
Milan2 – 0LuccheseStadio San Siro (20 000 spett.)
Arbitro:  Silvano (Torino)

Milano
20 novembre 1949
12ª giornata
Milan4 – 1FiorentinaStadio San Siro (13 000 spett.)
Arbitro:  Gemini (Roma)

Novara
4 dicembre 1949
13ª giornata
Novara1 – 3MilanStadio Comunale (12 000 spett.)
Arbitro:  Pera (Firenze)

Milano
8 dicembre 1949
14ª giornata
Milan5 – 0GenoaStadio San Siro (15 000 spett.)
Arbitro:  Gemini (Roma)

Bologna
11 dicembre 1949
15ª giornata
Bologna0 – 1MilanStadio Comunale (25 000 spett.)
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Milano
18 dicembre 1949
16ª giornata
Milan9 – 1BariStadio San Siro (15 000 spett.)
Arbitro:  Scotto (Savona)

Milano
26 dicembre 1949
17ª giornata
Milan4 – 2PadovaStadio San Siro (18 000 spett.)
Arbitro:  Galeati (Bologna)

Trieste
1º gennaio 1950
18ª giornata
Triestina0 – 0MilanStadio Comunale (15 000 spett.)
Arbitro:  Gemini (Roma)

Roma
8 gennaio 1950
19ª giornata
Roma1 – 0MilanStadio Nazionale (32 000 spett.)
Arbitro:  Gamba (Napoli)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
15 gennaio 1950
20ª giornata
Milan5 – 1SampdoriaStadio San Siro (12 000 spett.)
Arbitro:  Tassini (Verona)

Como
22 gennaio 1950
21ª giornata
Como1 – 4MilanStadio Giuseppe Sinigaglia (20 000 spett.)
Arbitro:  Bellè (Venezia)

Milano
29 gennaio 1950
22ª giornata
Milan2 – 0VeneziaStadio San Siro (10 000 spett.)
Arbitro:  Dattilo (Roma)

Torino
5 febbraio 1950
23ª giornata
Juventus1 – 7MilanStadio Comunale (46 643 spett.)
Arbitro:  Galeati (Bologna)

Milano
12 febbraio 1950
24ª giornata
Milan7 – 1Pro PatriaStadio San Siro (34 000 spett.)
Arbitro:  Longagnani (Modena)

Palermo
19 febbraio 1950
25ª giornata
Palermo0 – 1MilanStadio La Favorita (32 000 spett.)
Arbitro:  Pera (Firenze)

Roma
23 febbraio 1950
26ª giornata
Lazio3 – 2MilanStadio Nazionale (33 000 spett.)
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Milano
5 marzo 1950
27ª giornata
Milan7 – 0TorinoStadio San Siro (25 000 spett.)
Arbitro:  Galeati (Bologna)

Bergamo
12 marzo 1950
28ª giornata
Atalanta5 – 2MilanStadio Comunale (20 000 spett.)
Arbitro:  Massai (Pisa)

Milano
19 marzo 1950
29ª giornata
Milan3 – 1InterStadio San Siro (52 000 spett.)
Arbitro:  Bellè (Venezia)

Lucca
26 marzo 1950
30ª giornata
Lucchese0 – 2MilanStadio Porta Elisa (9 500 spett.)
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Firenze
9 aprile 1950
31ª giornata
Fiorentina1 – 3MilanStadio Comunale (45 000 spett.)
Arbitro:  Galeati (Bologna)

Milano
16 aprile 1950
32ª giornata
Milan5 – 0NovaraStadio San Siro (12 000 spett.)
Arbitro:  Dattilo (Roma)

Genova
23 aprile 1950
33ª giornata
Genoa1 – 0MilanStadio Luigi Ferraris (36 000 spett.)
Arbitro:  Bernardi (Bologna)

Milano
30 aprile 1950
34ª giornata
Milan2 – 0BolognaStadio San Siro (20 000 spett.)
Arbitro:  Massai (Pisa)

Bari
7 maggio 1950
35ª giornata
Bari2 – 0MilanStadio della Vittoria (21 000 spett.)
Arbitro:  Pera (Firenze)

Padova
14 maggio 1950
36ª giornata
Padova1 – 2MilanStadio Silvio Appiani (9 000 spett.)
Arbitro:  Massai (Pisa)

Milano
21 maggio 1950
37ª giornata
Milan5 – 2TriestinaStadio San Siro (11 000 spett.)
Arbitro:  Longagnani (Modena)

Milano
28 maggio 1950
38ª giornata
Milan6 – 2RomaStadio San Siro (25 000 spett.)
Arbitro:  Galeati (Bologna)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti Totale DR
G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 57 38 27 3 8 118 45 +73

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A
Presenze Reti
Annovazzi, C. C. Annovazzi 385
Bardelli, E. E. Bardelli 130
Belloni, C. C. Belloni 250
Bonomi, A. A. Bonomi 250
Buffon, L. L. Buffon 190
Burini, R. R. Burini 3521
Candiani, E. E. Candiani 228
De Grandi, B. B. De Grandi 120
De Gregori, F. F. De Gregori 130
Foglia, M. M. Foglia 380
Gren, G. G. Gren 3718
Liedholm, N. N. Liedholm 3718
Milanese, E. E. Milanese 60
Nordahl, G. G. Nordahl 3735
Rinaldi, G. G. Rinaldi 126
Santagostino, A. A. Santagostino 85
Sanvito, G. G. Sanvito 30
Tognon, O. O. Tognon 380

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ fonte: La TV per sport, di Pino Frisoli, ed. Tracce, 2007.
  2. ^ Panini, 1999, p. 216.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Almanacco illustrato del Milan, 1ª ed., Panini, 1999.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]