Milan Associazione Calcio 1970-1971

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Milan Associazione Calcio
Milan Associazione Calcio 1970-71.jpg
La rosa milanista a Milanello
Stagione 1970-1971
AllenatoreItalia Nereo Rocco
All. in secondaItalia Marino Bergamasco
PresidenteItalia Franco Carraro, poi
Italia Federico Sordillo
Serie A2º posto (in Coppa UEFA)
Coppa Italia2º posto (dopo spareggio)
Maggiori presenzeCampionato: Biasiolo, Prati, Rosato, Schnellinger (29)
Totale: Biasiolo, Schnellinger (41)
Miglior marcatoreCampionato: Prati (19)
Totale: Prati (22)
StadioSan Siro
Media spettatori53 319[1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Milan Associazione Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1970-1971.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Maldera si accerta delle condizioni del bianconero Anastasi, nel corso della classica Milan-Juventus del 28 febbraio 1971.

Alla guida della squadra per la stagione 1970-1971 viene confermato Nereo Rocco.[2][3] Durante il calciomercato arrivano Giorgio Biasiolo, Romeo Benetti, Silvano Villa e Giulio Zignoli mentre lasciano la società, tra gli altri, Giovanni Lodetti[3], Malatrasi e Angelo Benedicto Sormani.[2] Come capitano viene confermato Gianni Rivera.[4]

La stagione inizia con le 3 partite del primo turno di Coppa Italia, dove il Milan, nel girone 4 con Brescia, Mantova e Varese ottiene altrettante vittorie,[5][6] qualificandosi così ai quarti di finale.

In campionato il Milan, dopo 2 pareggi nelle prime 2 giornate,[7] ottiene 5 vittorie consecutive,[8] e si porta al secondo posto in classifica alle spalle del Napoli[9] anche grazie alla vittoria a Torino contro la Juventus per 2-0 e nel derby con l'Inter per 3-0. Nella 10ª giornata i rossoneri battono i partenopei al San Paolo (0-1, poi 0-2 su delibera del giudice sportivo per lancio di petardi[10]) e li superano in classifica. Alla fine del girone d'andata il Milan è imbattuto[3] campione d'inverno[2] con 24 punti, 2 in più del Napoli e 3 in più dell'Inter.[11] Alla 20ª giornata proprio i nerazzurri battono i rossoneri per la prima volta nel corso del campionato[2] e si portano a un solo punto dai cugini.[12] Due turni più tardi l'Inter aggancia il Milan in vetta alla graduatoria[13][14] e nella giornata seguente lo supera complice la sconfitta dei rossoneri in casa contro il Varese.[15][16] L'Inter mantiene la testa della classifica fino all'ultima Gionata e il Milan chiude al 2º posto a quattro punti dai cugini,[2][3], che vale la qualificazione per la prima edizione della Coppa UEFA.

L'allenatore Nereo Rocco assiste a una partita dalla panchina di San Siro; a destra s'intravede Giovanni Trapattoni, bandiera della squadra dal 1957, e qui alla sua ultima stagione in maglia rossonera.

La stagione si conclude, tra maggio e giugno 1971, con le partite del girone finale di Coppa Italia, cui il Milan accede dopo aver eliminato il Livorno nei quarti di finale (vittorie per 2-0 in casa alla fine di settembre e per 4-0 in trasferta all'inizio di novembre).[17][18] I rossoneri, nel girone con Fiorentina, Napoli e Torino totalizzano 3 vittorie, un pareggio e 2 sconfitte e chiudono al primo posto in classifica con 7 punti, a pari merito con i granata.[17][19] Per l'assegnazione del trofeo si rende necessario uno spareggio tra Milan e Torino, che si affrontano il 27 giugno 1971 al Ferraris di Genova; i torinesi, dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari e supplementari, vincono ai rigori[2] per 5-3[17][20] e si aggiudicano così la loro 4ª Coppa Italia.[21] Gianni Rivera, che nello spareggio si fa parare due rigori su cinque dal portiere torinista Luciano Castellini (il regolamento dell'epoca permetteva infatti di far calciare più di un rigore consecutivo ad un unico giocatore), è capocannoniere della manifestazione con 7 reti per la seconda volta.

Poco prima della fine della stagione Franco Carraro lascia la carica di presidente della società, che viene assunta da Federico Sordillo, in precedenza vice dello stesso Carraro.[2] Carraro inizia così la sua carriera nelle massime organizzazioni calcistiche.

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

La divisa è una maglia a strisce verticali della stessa dimensione, rosse e nere, con pantaloncini bianchi e calzettoni neri con risvolto rosso. La divisa di riserva è una maglia bianca con colletto e bordi delle maniche rossi e neri, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi con una riga rossa e nera sul risvolto.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[2][modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medici sociali: Giovanni Battista Monti, Pier Giovanni Scotti
  • Massaggiatore: Carlo Tresoldi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Pierangelo Belli
Italia P Fabio Cudicini
Italia P Villiam Vecchi
Italia D Angelo Anquilletti
Italia D Cesare Cattaneo[22]
Italia D Luigi Maldera
Italia D Roberto Rosato
Germania Ovest D Karl-Heinz Schnellinger
Italia D Giulio Zignoli
Italia C Romeo Benetti
Italia C Giorgio Biasiolo
Italia C Roberto Casone
N. Ruolo Giocatore
Italia C Guido Magherini[23]
Italia C Gianni Rivera (capitano)
Italia C Giorgio Rognoni
Italia C Pier Paolo Scarrone
Italia C Giovanni Trapattoni (vice capitano)
Italia C Vincenzo Zazzaro[22]
Francia A Nestor Combin
Italia A Lino Golin[23]
Italia A Angelo Paina
Italia A Pierino Prati
Italia A Silvano Villa

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Giulio Zignoli Cagliari fine prestito
C Romeo Benetti Sampdoria definitivo
C Giorgio Biasiolo L.R. Vicenza definitivo
A Angelo Paina Triestina fine prestito
A Silvano Villa Alessandria fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Alberto Grossetti Novara definitivo
D Saul Malatrasi SPAL definitivo
D Nello Santin L.R. Vicenza prestito
C Romano Fogli Catania definitivo
C Domenico Fontana L.R. Vicenza definitivo
C Giovanni Lodetti Sampdoria definitivo
A Angelo Marchi Lecco definitivo
A Angelo Benedicto Sormani Napoli definitivo

Sessione autunnale[modifica | modifica wikitesto]

Cessioni
R. Nome a Modalità
C Guido Magherini Lazio prestito
A Lino Golin Monza prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1970-1971.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
27 settembre 1970
1ª giornata
Milan1 – 1
referto
LazioStadio San Siro (60 375 spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Foggia
4 ottobre 1970
2ª giornata
Foggia1 – 1
referto
MilanStadio Pino Zaccheria (24 557 spett.)
Arbitro:  Pieroni (Roma)

Milano
11 ottobre 1970
3ª giornata
Milan3 – 1
referto
SampdoriaStadio San Siro (52 358 spett.)
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Torino
25 ottobre 1970
4ª giornata
Juventus0 – 2
referto
MilanStadio Comunale (63 991 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Milano
8 novembre 1970
5ª giornata
Milan3 – 0
referto
InterStadio San Siro (78 955 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Firenze
15 novembre 1970
6ª giornata
Fiorentina2 – 5
referto
MilanStadio Comunale (45 589 spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Milano
22 novembre 1970
7ª giornata
Milan3 – 1
referto
Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png Lanerossi VicenzaStadio San Siro (46 863 spett.)
Arbitro:  Mascali (Desenzano del Garda)

Varese
29 novembre 1970
8ª giornata
Varese1 – 1
referto
MilanStadio Franco Ossola (19 710 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Milano
13 dicembre 1970
9ª giornata
Milan1 – 1
referto
VeronaStadio San Siro (31 177 spett.)
Arbitro:  Giunti (Arezzo)

Napoli
20 dicembre 1970
10ª giornata
Napoli0 – 2[24]
referto
MilanStadio San Paolo (84 688 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Torino
28 dicembre 1970
11ª giornata
Torino1 – 1[25]
referto
MilanStadio Comunale (26 180 spett.)
Arbitro:  Sbardella (Roma)

Milano
3 gennaio 1971
12ª giornata
Milan4 – 0
referto
CataniaStadio San Siro (25 805 spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Milano
10 gennaio 1971
13ª giornata
Milan2 – 1
referto
BolognaStadio San Siro (64 195 spett.)
Arbitro:  Bernardis (Trieste)

Cagliari
17 gennaio 1971
14ª giornata
Cagliari0 – 4
referto
MilanStadio Sant'Elia (52 808 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Milano
24 gennaio 1971
15ª giornata
Milan2 – 2
referto
RomaStadio San Siro (43 292 spett.)
Arbitro:  Monti (Ancona)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
31 gennaio 1971
16ª giornata
Lazio0 – 1
referto
MilanStadio Olimpico (56 065 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
7 febbraio 1971
17ª giornata
Milan2 – 0
referto
FoggiaStadio San Siro (59 116 spett.)
Arbitro:  Toselli (Cormons)

Genova
14 febbraio 1971
18ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
MilanStadio Luigi Ferraris (49 672 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Milano
28 febbraio 1971
19ª giornata
Milan1 – 1
referto
JuventusStadio San Siro (78 882 spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Milano
7 marzo 1971
20ª giornata
Inter2 – 0
referto
MilanStadio San Siro (77 998 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
14 marzo 1971
21ª giornata
Milan1 – 0
referto
FiorentinaStadio San Siro (48 595 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Vicenza
21 marzo 1971
22ª giornata
Lanerossi Vicenza Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png1 – 1
referto
MilanStadio Romeo Menti (28 032 spett.)
Arbitro:  Sbardella (Roma)

Milano
28 marzo 1971
23ª giornata
Milan1 – 2
referto
VareseStadio San Siro (52 706 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Verona
4 aprile 1971
24ª giornata
Verona1 – 3
referto
MilanStadio Marcantonio Bentegodi (28 157 spett.)
Arbitro:  Toselli (Cormons)

Milano
11 aprile 1971
25ª giornata
Milan1 – 1
referto
NapoliStadio San Siro (63 874 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
18 aprile 1971
26ª giornata
Milan1 – 0
referto
TorinoStadio San Siro (50 190 spett.)
Arbitro:  Pieroni (Roma)

Catania
25 aprile 1971
27ª giornata
Catania0 – 0
referto
MilanStadio Cibali (13 313 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Bologna
2 maggio 1971
28ª giornata
Bologna3 – 2
referto
MilanStadio Comunale (37 321 spett.)
Arbitro:  Toselli (Cormons)

Milano
16 maggio 1971
29ª giornata
Milan3 – 1
referto
CagliariStadio San Siro (43 408 spett.)
Arbitro:  Menegali (Roma)

Roma
23 maggio 1971
30ª giornata
Roma1 – 1
referto
MilanStadio Olimpico (43 096 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1970-1971.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
2 settembre 1970
1ª giornata - Gruppo 4
Milan4 – 0VareseStadio San Siro (43 963 spett.)
Arbitro:  Trono (Torino)

Brescia
6 settembre 1970
2ª giornata - Gruppo 4
Brescia0 – 1MilanStadio Mario Rigamonti (13 877 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Mantova
13 settembre 1970
3ª giornata - Gruppo 4
Mantova1 – 2MilanStadio Danilo Martelli (18 445 spett.)
Arbitro:  Bernardis (Trieste)

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
20 settembre 1970
Andata
Milan2 – 0LivornoStadio San Siro (24 740 spett.)
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Livorno
4 novembre 1970
Ritorno
Livorno0 – 4MilanStadio Comunale (19 178 spett.)
Arbitro:  Monti (Ancona)

Girone finale[modifica | modifica wikitesto]

Torino
30 maggio 1971
1ª giornata
Torino1 – 0MilanStadio Comunale (22 152 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Milano
2 giugno 1971
2ª giornata
Milan2 – 2NapoliStadio San Siro (13 355 spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Firenze
13 giugno 1971
3ª giornata
Fiorentina1 – 2MilanStadio Comunale (35 000 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Milano
16 giugno 1971
4ª giornata
Milan3 – 2TorinoStadio San Siro (42 986 spett.)
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Napoli
20 giugno 1971
5ª giornata
Napoli3 – 2MilanStadio San Paolo (18 616 spett.)
Arbitro:  Pieroni (Roma)

Milano
23 giugno 1971
6ª giornata
Milan1 – 0FiorentinaStadio San Siro (57 191 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Genova
27 giugno 1971
Spareggio
Torino0 – 0
(d.t.s.)
MilanStadio Luigi Ferraris (31 627 spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[2][26] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 42 15 9 5 1 29 12 15 6 7 2 25 14 30 15 12 3 54 26 +28
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia finale 5 4 1 0 12 4 6 4 0 2 11 6 12[27] 8 2 2 23 10 +13
Totale - 20 13 6 1 41 16 21 10 7 4 36 20 42 23 14 5 77 36 +41

Statistiche dei giocatori[28][29][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Anquilletti, A. A. Anquilletti 280??120??400??
Belli, P. P. Belli 8-7??7-9??15-16??
Benetti, R. R. Benetti 286?193??379?1+
Biasiolo, G. G. Biasiolo 292??120??412??
Casone, R. R. Casone 60??10??70??
Cattaneo, C. C. Cattaneo 10??0000100+0+
Combin, N. N. Combin 256??124??3710??
Cudicini, F. F. Cudicini 23-19??5-1??28-20??
Golin, L. L. Golin 000000000000
Magherini, G. G. Magherini 000000000000
Maldera, L. L. Maldera 202??80??282??
Paina, A. A. Paina 40??72??112??
Prati, P. P. Prati 2919??103??3922??
Rivera, G. G. Rivera 266??107??3613??
Rognoni, G. G. Rognoni 201??101??302??
Rosato, R. R. Rosato 290??71??361??
Scarrone, P. P. Scarrone 11??0000110+0+
Schnellinger, K. K. Schnellinger 290??120??410??
Trapattoni, G. G. Trapattoni 150??70??220??
Vecchi, V. V. Vecchi 0-0000-0000-000
Villa, S. S. Villa 208??61??269??
Zazzaro, V. V. Zazzaro 000010??100+0+
Zignoli, G. G. Zignoli 70??110??180??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati che riguardano il solo campionato. (EN) Attendance Statistics of Serie A, stadiapostcards.com. URL consultato il 26 aprile 2012.
  2. ^ a b c d e f g h i Panini, p. 354.
  3. ^ a b c d Tosi.
  4. ^ Biblioteca Trivulziana.
  5. ^ a b Panini, p. 358.
  6. ^ Coppa Italia 1970-1971 - Gruppo 4, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 26 aprile 2012.
  7. ^ Panini, p. 355.
  8. ^ Panini, pp. 355-356.
  9. ^ Classifica Parziale Stagione 1970-1971 - Giornata: 10, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 26 aprile 2012.
  10. ^ Panini, p. 356.
  11. ^ Classifica Parziale Stagione 1970-1971 - Giornata: 15, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 26 aprile 2012.
  12. ^ Classifica Parziale Stagione 1970-1971 - Giornata: 20, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 26 aprile 2012.
  13. ^ Aggancio! L'Inter ce l'ha fatta (PDF), l'Unità, 22 marzo 1971, p. 7. URL consultato il 26 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  14. ^ Giulio Accatino, Frastornato il Milan, lanciato il Lanerossi, Stampa Sera, 22 marzo 1971, p. 10. URL consultato il 26 aprile 2012.
  15. ^ Inter: sorpasso da due punti (PDF), l'Unità, 29 marzo 1971, p. 7. URL consultato il 26 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  16. ^ Il Milan cade a S. Siro. L'inter è sola in testa, Stampa Sera, 29 marzo 1971, p. 7. URL consultato il 26 aprile 2012.
  17. ^ a b c Panini, p. 359.
  18. ^ Coppa Italia 1970-1971 - Quarti di finale, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 26 aprile 2012.
  19. ^ Coppa Italia 1970-1971 - Gruppo finale, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 26 aprile 2012.
  20. ^ Stefano Porcù, Maddè (dal dischetto) fa meglio di Rivera (PDF), l'Unità, 28 maggio 1971, p. 7. URL consultato il 26 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  21. ^ Torino, riscatto in Coppa, Stampa Sera, 28 giugno 1971, p. 8. URL consultato il 26 aprile 2012.
  22. ^ a b Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  23. ^ a b Ceduto durante la sessione autunnale di calciomercato.
  24. ^ Risultato deciso a tavolino per delibera del giudice sportivo per lancio di petardi (sul campo 0-1, gol di Prati):
  25. ^ Partita dell'undicesima giornata (27 dicembre 1970) rinviata al giorno seguente per impraticabilità del campo dovuta alla neve: Panini, p. 356.
  26. ^ Milan Associazione Calcio 1970-71 (PDF), magliarossonera.it, p. 2. URL consultato il 26 aprile 2012.
  27. ^ Compreso lo spareggio, disputato in campo neutro a Genova.
  28. ^ Panini, p. 360.
  29. ^ Milan Associazione Calcio 1970-71 (PDF), magliarossonera.it, 2-3. URL consultato il 26 aprile 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Enrico Tosi, Forza Milan! – La storia del Milan, Italia/Italy, maggio 2005.
  • Cronache delle squadre di calcio milanesi - Il Milan, Milano, Biblioteca Trivulziana, 1990.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]