Associazione Calcio Milano 1941-1942

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Associazione Calcio Milano
Milan 1941 1942.jpg
I milanesi con la seconda maglia fasciata
Stagione 1941-1942
AllenatoreItalia Mario Magnozzi
Direttore tecnicoItalia Antonio Busini
Comm.straordinarioItalia Umberto Trabattoni
Serie A10º posto.
Coppa ItaliaFinale.
Maggiori presenzeCampionato: Cappello (30)
Totale: Cappello (35)
Miglior marcatoreCampionato: Boffi (22)
Totale: Boffi (28)
StadioArena Civica

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti l'Associazione Calcio Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1941-1942.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

A causa delle difficoltà causate dalla seconda guerra mondiale, in questa stagione il Milano disputa le gare interne all'Arena Civica abbandonando temporaneamente San Siro. Quest'ultimo è infatti raggiungibile con difficoltà dai tifosi per via della penuria di energia elettrica, che è indispensabile per far funzionare i tram che portano i rossoneri allo stadio. La dirigenza dei rossoneri appronta un calciomercato volto a rafforzare la squadra con l'acquisto, tra gli altri, di Giovanni Rossetti, Luigi Rosellini e Angelo Bollano. Sulla panchina c'è l'avvicendamento tra Guido Ara e Mario Magnozzi, che diventa il nuovo allenatore del Milano.

Un frangente della finale di ritorno della Coppa Italia 1941-1942, la prima raggiunta dal Milano nella sua storia; si riconosce il portiere rossonero Giovanni Rossetti (a sinistra) intento, assieme a un compagno di squadra, a sbrogliare un attacco della Juventus allo stadio Mussolini di Torino.

Il campionato disputato dai rossoneri è mediocre: dopo un buon inizio, il Milano cala fortemente nella seconda parte della stagione (nelle ultime sette partite i rossoneri fanno tre pareggi e quattro sconfitte), classificandosi alla fine del torneo al 10º posto, a pari punti con Fiorentina e Liguria, non lontano dalla zona retrocessione. Causa di questo deludente risultato è il pessimo comportamento della difesa, che incassa ben 53 reti. L'unica soddisfazione è la conquista, per la terza volta, del titolo di capocannoniere della Serie A da parte di Aldo Boffi. Il comportamento del Milano in Coppa Italia è differente: i rossoneri raggiungono per la prima volta la finale della competizione, dove vengono sconfitti solo nella sfida di ritorno dalla Juventus.

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Gianni Mattioni
Italia P Giovanni Rossetti
Italia P Mario Zorzan
Italia D Enrico Boniforti
Italia D Dante Guagnetti
Italia D Leandro Remondini
Italia D Gianni Toppan
Italia D Franco Ventura
Italia C Giuseppe Antonini
Italia C Giorgio Granata
N. Ruolo Giocatore
Italia C Luigi Rosellini
Italia C Ernesto Sandroni
Italia C Paolo Todeschini
Italia C Piero Trapanelli
Italia C Giuseppe Vannucci
Italia A Aldo Boffi
Italia A Angelo Bollano
Italia A Gino Cappello
Italia A Amedeo Degli Esposti
Italia A Giuseppe Meazza (capitano)

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Italia Mario Magnozzi
Medico sociale: Italia Giuseppe Veneroni
Massaggiatore: Italia Luigi Grossi

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
A Angelo Bollano Liguria -
A Stefano Ferrari Seregno -
C Luigi Rosellini Napoli -
P Giovanni Rossetti Redaelli -
C Ernesto Sandroni Savona -
A Piero Trapanelli Redaelli -
D Franco Ventura Seregno -
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Bruno Berra Napoli -
D Giuseppe Bonizzoni Padova -
A Pietro Buscaglia Savona -
A Natale Faccenda Pisa -
C Piero Maronati Como -
C Ulderico Meanti Napoli -
C Umberto Menti Napoli -
P Egidio Micheloni Juventus -
A Ermenegildo Orzan Udinese -

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1941-1942.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
26 ottobre 1941
1ª giornata
Milano7 – 1ModenaArena Civica (19 000 spett.)
Arbitro:  Pizziolo (Firenze)

Napoli
2 novembre 1941
2ª giornata
Napoli2 – 1MilanoStadio Partenopeo (15 000 spett.)
Arbitro:  Curradi (Firenze)

Milano
9 novembre 1941
3ª giornata
Milano2 – 0BolognaArena Civica (30 000 spett.)
Arbitro:  Ciamberlini (Genova)

Torino
16 novembre 1941
4ª giornata
Juventus3 – 2MilanoStadio Benito Mussolini (17 000 spett.)
Arbitro:  Dattilo (Roma)

Milano
23 novembre 1941
5ª giornata
Milano3 – 0Genova 1893Arena Civica (22 000 spett.)
Arbitro:  Scarpi (Dolo)

Roma
30 novembre 1941
6ª giornata
Roma2 – 0MilanoStadio Nazionale del PNF (28 000 spett.)
Arbitro:  Bertolio (Torino)

Firenze
7 dicembre 1941
7ª giornata
Fiorentina4 – 3MilanoStadio Giovanni Berta (17 000 spett.)
Arbitro:  Scorzoni (Bologna)

Milano
14 dicembre 1941
8ª giornata
Milano1 – 3AtalantaArena Civica (18 000 spett.)
Arbitro:  Biancone (Roma)

Venezia
21 dicembre 1941
9ª giornata
Venezia2 – 0MilanoStadio Pierluigi Penzo (10 000 spett.)
Arbitro:  Moretti (Genova)

Milano
28 dicembre 1941
10ª giornata
Milano2 – 2TriestinaArena Civica (20 000 spett.)
Arbitro:  Curradi (Firenze)

Torino
4 gennaio 1942
11ª giornata
Torino1 – 0MilanoStadio Filadelfia (12 000 spett.)
Arbitro:  Pizziolo (Firenze)

Milano
11 gennaio 1942
12ª giornata
Milano3 – 2LiguriaArena Civica (6 000 spett.)
Arbitro:  Mattea (Torino)

Roma
18 gennaio 1942
13ª giornata
Lazio2 – 2MilanoStadio Nazionale del PNF (18 000 spett.)
Arbitro:  Moretti (Genova)

Milano
25 gennaio 1942
14ª giornata
Milano2 – 1Ambrosiana-InterArena Civica (27 000 spett.)
Arbitro:  Zelocchi (Modena)

Livorno
1º febbraio 1942
15ª giornata
Livorno0 – 2MilanoStadio Edda Ciano Mussolini (7 000 spett.)
Arbitro:  Scorzoni (Bologna)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Modena
15 febbraio 1942
16ª giornata
Modena1 – 0MilanoStadio Cesare Marzari (10 000 spett.)
Arbitro:  Scarpi (Dolo)

Milano
5 marzo[1] 1942
17ª giornata
Milano3 – 1NapoliArena Civica (3 000 spett.)
Arbitro:  Silvano (Torino)

Bologna
1º marzo 1942
18ª giornata
Bologna3 – 1MilanoStadio del Littoriale (9 000 spett.)
Arbitro:  Dattilo (Roma)

Milano
8 marzo 1942
19ª giornata
Milano1 – 1Juventus CisitaliaArena Civica (25 000 spett.)
Arbitro:  Scorzoni (Bologna)

Genova
15 marzo 1942
20ª giornata
Genova 18931 – 1MilanoStadio Luigi Ferraris (9 000 spett.)
Arbitro:  Dattilo (Roma)

Milano
22 marzo 1942
21ª giornata
Milano4 – 2RomaArena Civica (15 000 spett.)
Arbitro:  Scorzoni (Bologna)

Milano
29 marzo 1942
22ª giornata
Milano2 – 1FiorentinaArena Civica (11 000 spett.)
Arbitro:  Zelocchi (Modena)

Bergamo
26 aprile 1942
23ª giornata
Atalanta0 – 2MilanoStadio Mario Brumana (8 000 spett.)
Arbitro:  Dattilo (Genova)

Milano
3 maggio 1942
24ª giornata
Milano1 – 1VeneziaArena Civica (24 000 spett.)
Arbitro:  Curradi (Firenze)

Trieste
10 maggio 1942
25ª giornata
Triestina2 – 2MilanoStadio del Littorio (7 042 spett.)
Arbitro:  Fois (Roma)

Milano
17 maggio 1942
26ª giornata
Milano2 – 5TorinoArena Civica (22 000 spett.)
Arbitro:  Zelocchi (Modena)

Genova
24 maggio 1942
27ª giornata
Liguria1 – 0MilanoStadio del Littorio (5 000 spett.)
Arbitro:  Silvano (Torino)

Milano
31 maggio 1942
28ª giornata
Milano2 – 5LazioArena Civica (8 000 spett.)
Arbitro:  Galeati (Bologna)

Milano
7 giugno 1942
29ª giornata
Ambrosiana-Inter2 – 2MilanoArena Civica (16 000 spett.)
Arbitro:  Zelocchi (Modena)

Milano
14 giugno 1942
30ª giornata
Milano0 – 2LivornoArena Civica (7 000 spett.)
Arbitro:  Biancone (Roma)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1941-1942.

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Milano
12 ottobre 1941
Sedicesimi di finale
Milano4 – 1FiorentinaArena Civica (8 000 spett.)
Arbitro:  Ciamberlini (Genova)

Milano
19 ottobre 1941
Ottavi di finale
Milano4 – 2LazioArena Civica (18 000 spett.)
Arbitro:  Galeati (Bologna)

Milano
8 febbraio 1942
Quarti di finale
Milano6 – 0ReggianaArena Civica (5 000 spett.)
Arbitro:  Bogetti (Torino)

Milano
12 aprile 1942
Semifinale
Milano2 – 1VeneziaArena Civica (18 000 spett.)
Arbitro:  Mattea (Torino)

Milano
21 giugno 1942
Finale - Andata
Milano1 – 1Juventus CisitaliaArena Civica (15 000 spett.)
Arbitro:  Dattilo (Roma)

Torino
28 giugno 1942
Finale - Ritorno
Juventus Cisitalia4 – 1MilanoStadio Benito Mussolini (5 000 spett.)
Arbitro:  Galeati (Bologna)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti Totale DR
G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 27 30 10 7 13 53 53 0
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia finale 6 4 1 1 18 9 +9
Totale - 36 14 8 14 71 62 +9

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Antonini, G. G. Antonini 28061341
Boffi, A. A. Boffi 2622563128
Bollano, A. A. Bollano 258332811
Boniforti, E. E. Boniforti 26060320
Cappello, G. G. Cappello 3010523512
Degli Esposti, A. A. Degli Esposti 411051
Granata, G. G. Granata 301040
Guagnetti, D. D. Guagnetti 9030120
Mattioni, G. G. Mattioni 000000
Meazza, G. G. Meazza 23342275
Remondini, L. L. Remondini 25060310
Rosellini, L. L. Rosellini 28461345
Rossetti, G. G. Rossetti 25040290
Sandroni, E. E. Sandroni 12011131
Todeschini, P. P. Todeschini 27251323
Toppan, G. G. Toppan 24060300
Trapanelli, P. P. Trapanelli 112031
Vannucci, G. G. Vannucci 700070
Ventura, F. F. Ventura 200020
Zorzan, M. M. Zorzan 502070

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Originariamente prevista per il 22 febbraio, venne rinviata per neve.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Almanacco illustrato del Milan, 1ª ed., Panini, 1999.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]