Milan Associazione Calcio 1974-1975

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Milan Associazione Calcio
Milan74 1975.jpg
Stagione 1974-1975
AllenatoreItalia Gustavo Giagnoni
All. in secondaItalia Giovanni Trapattoni
PresidenteItalia Albino Buticchi
Serie A5º posto (in Coppa UEFA)
Coppa ItaliaFinale
Maggiori presenzeCampionato: Albertosi (30)
Totale: Albertosi (40)
Miglior marcatoreCampionato: Calloni (11)
Totale: Calloni (17)
StadioSan Siro
Media spettatori44 796[1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Milan Associazione Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1974-1975.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il nuovo portiere rossonero Enrico Albertosi, pluripresente della stagione, respinge un attacco del Varese nella sfida di San Siro del 12 gennaio 1975 (4-0); osservano l'azione l'altro neoacquisto Luciano Zecchini e il bosino Walter De Vecchi, questo ultimo in prestito proprio dai meneghini.

Il nuovo allenatore del Milan per la stagione 1974-1975 è Gustavo Giagnoni.[2][3] Il Milan è tra le società più attive sul mercato e acquista, tra gli altri il portiere Enrico Albertosi (dal Cagliari), i difensori Aldo Bet e Luciano Zecchini (rispettivamente dal Verona e dal Torino), il centrocampista Duino Gorin e l'attaccante Egidio Calloni[2][3] (entrambi dal Varese), oltre all’attempato pari ruolo Gianni Bui. Karl-Heinz Schnellinger, invece, lascia la squadra dopo 9 stagioni e la rosa rossonera torna ad essere formata esclusivamente da giocatori di nazionalità italiana (condizione che non si verificava dalla stagione 1944-45 e che perdurerà fino al 1981-82).[2][3][4]

La stagione inizia con le 4 partite del girone del primo turno di Coppa Italia, dove il Milan ottiene 2 vittorie (con Perugia e Parma) e 2 pareggi (con Brescia e Cesena)[5] chiudendo il raggruppamento al primo posto a 6 punti[2][6] e qualificandosi così al secondo turno, che si disputerà al termine della stagione tra maggio e giugno.

In campionato il Milan, dopo il pareggio nella prima giornata con la Sampdoria e la sconfitta in casa della Juventus nella seconda,[7] ottiene 9 risultati utili consecutivi (4 vittorie e 5 pareggi)[8] che gli consentono di portarsi nelle zone alte della classifica.[9] I rossoneri chiudono il girone d'andata con 18 punti[10] e nel girone di ritorno mantengono lo stesso rendimento terminando così il campionato al 5º posto[3] con 36 punti frutto di 12 vittorie, 12 pareggi e 6 sconfitte (una sola casalinga).[2] Il piazzamento vale la qualificazione alla Coppa UEFA 1975-1976.

Un altro nuovo arrivo, il centravanti Egidio Calloni, miglior marcatore milanista dell'annata.

Verso la fine della stagione il capitano rossonero Gianni Rivera entra in contrasto con Albino Buticchi, presidente della società, poiché quest'ultimo aveva ipotizzato in una dichiarazione uno scambio tra lo stesso Rivera e Claudio Sala.[11] Rivera, amareggiato da tale dichiarazione, non si presenta per due giorni agli allenamenti[12] e viene messo fuori squadra.[2][3] Dopo la conferma come presidente di Buticchi da parte del consiglio di amministrazione del Milan nel maggio 1975, Rivera annuncia la decisione di lasciare il calcio[12]: l'alessandrino ritornerà comunque a giocare la stagione seguente dopo aver acquisito da Buticchi la quota di maggioranza della società milanese facendone assumere le redini a Bruno Pardi,[11][13] che a sua volta cederà la presidenza del club a Vittorio Duina, nuovo proprietario del Milan, nel maggio del 1976.

La stagione si conclude con le rimanenti partite di Coppa Italia dove capitano dei rossoneri, data l'assenza di Rivera, è Romeo Benetti.[2] Il Milan, nel girone con Bologna, Inter e Juventus, ottiene 4 vittorie, un pareggio e una sconfitta[14] e si qualifica per la finale del 28 giugno 1975 all'Olimpico di Roma, dove affronta la Fiorentina. In finale i rossoneri, dopo aver rimontato per due volte il vantaggio dei viola,[14] vengono battuti per 3-2 dalla Fiorentina[2][3] che così conquista la sua 4ª Coppa Italia.

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

La divisa è una maglia a strisce verticali della stessa dimensione, rosse e nere, con pantaloncini bianchi e calzettoni neri con risvolto rosso. La divisa di riserva è una maglia bianca con colletto e bordi delle maniche rossi e neri, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi con risvolto rosso e nero.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[2][modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: Giovanni Battista Monti
  • Massaggiatore: Carlo Tresoldi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Enrico Albertosi
Italia P Pier Luigi Pizzaballa
Italia P Franco Tancredi
Italia D Angelo Anquilletti (vice capitano)
Italia D Aldo Bet
Italia D Filippo Citterio
Italia D Aldo Maldera
Italia D Vinicio Pasin[15]
Italia D Giuseppe Sabadini
Italia D Maurizio Turone
Italia D Luciano Zecchini
Italia C Romeo Benetti
N. Ruolo Giocatore
Italia C Giorgio Biasiolo
Italia D Roberto Casone[15]
Italia C Duino Gorin
Italia C Giovanni Lorini
Italia D Riccardo Martelli[15]
Italia C Gianni Rivera (capitano)
Italia A Alberto Bigon
Italia A Gianni Bui
Italia A Egidio Calloni
Italia A Luciano Chiarugi
Italia A Giovanni Sartori[16]
Italia A Giorgio Skoglund[16]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Enrico Albertosi Cagliari definitivo
P Franco Tancredi Giulianova definitivo
D Aldo Bet Verona definitivo
D Filippo Citterio Seregno definitivo
D Vinicio Pasin Conegliano definitivo
D Luciano Zecchini Torino definitivo
C Roberto Casone Como fine prestito
C Duino Gorin Varese definitivo
C Riccardo Martelli Livorno definitivo
C Vincenzo Zazzaro Reggina fine prestito
A Gianni Bui Torino definitivo
A Egidio Calloni Varese definitivo
A Silvano Villa Foggia fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Giuseppe Cafaro Barletta prestito
P Villiam Vecchi Cagliari definitivo
D Dario Dolci Ternana definitivo
D Franco Fasoli ClodiaSottomarina prestito
D Enrico Lanzi Varese definitivo
D Karl-Heinz Schnellinger TeBe Berlino definitivo
D Giulio Zignoli Varese prestito
C Franco Bergamaschi Genoa prestito
C Ottavio Bianchi Cagliari definitivo
C Walter De Vecchi Varese prestito
C Riccardo Sogliano fine carriera
C Vincenzo Zazzaro Arezzo prestito
A Carlo Tresoldi Varese definitivo
A Alessandro Turini Verona prestito
A Silvano Villa Arezzo prestito
A Francesco Vincenzi Monza definitivo

Sessione autunnale[modifica | modifica wikitesto]

Cessioni
R. Nome a Modalità
D Vinicio Pasin Catania definitivo
C Roberto Casone Arezzo definitivo
C Riccardo Martelli Livorno definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1974-1975.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
6 ottobre 1974
1ª giornata
Milan0 – 0
referto
SampdoriaStadio San Siro (45 317 spett.)
Arbitro:  Prati (Parma)

Torino
13 ottobre 1974
2ª giornata
Juventus2 – 1
referto
MilanStadio Comunale (62 349 spett.)
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Milano
20 ottobre 1974
3ª giornata
Milan1 – 1
referto
FiorentinaStadio San Siro (58 664 spett.)
Arbitro:  Serafino (Roma)

Roma
27 ottobre 1974
4ª giornata
Roma0 – 1
referto
MilanStadio Olimpico (63 615 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Milano
3 novembre 1974
5ª giornata
Milan1 – 0
referto
Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png Lanerossi VicenzaStadio San Siro (39 662 spett.)
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Milano
10 novembre 1974
6ª giornata
Inter0 – 0
referto
MilanStadio San Siro (71 206 spett.)
Arbitro:  Menegali (Roma)

Milano
24 novembre 1974
7ª giornata
Milan2 – 0
referto
AscoliStadio San Siro (31 762 spett.)
Arbitro:  V. Lattanzi (Roma)

Torino
1º dicembre 1974
8ª giornata
Torino1 – 1
referto
MilanStadio Comunale (44 187 spett.)
Arbitro:  Serafino (Roma)

Milano
8 dicembre 1974
9ª giornata
Milan0 – 0
referto
NapoliStadio San Siro (65 980 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Cagliari
15 dicembre 1974
10ª giornata
Cagliari0 – 0
referto
MilanStadio Sant'Elia (23 276 spett.)
Arbitro:  R. Lattanzi (Roma)

Milano
22 dicembre 1974
11ª giornata
Milan3 – 0
referto
BolognaStadio San Siro (41 106 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Cesena
5 gennaio 1975
12ª giornata
Cesena1 – 0
referto
MilanStadio La Fiorita (21 896 spett.)
Arbitro:  Picasso (Chiavari)

Milano
12 gennaio 1975
13ª giornata
Milan4 – 0
referto
VareseStadio San Siro (32 143 spett.)
Arbitro:  Levrero (Genova)

Roma
19 gennaio 1975
14ª giornata
Lazio3 – 0
referto
MilanStadio Olimpico (55 888 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Milano
26 gennaio 1975
15ª giornata
Milan3 – 1
referto
TernanaStadio San Siro (35 689 spett.)
Arbitro:  Benedetti (Roma)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Genova
2 febbraio 1975
16ª giornata
Sampdoria2 – 4
referto
MilanStadio Luigi Ferraris (32 917 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Milano
9 febbraio 1975
17ª giornata
Milan0 – 2 tav.[17]
referto
JuventusStadio San Siro (79 776 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Firenze
16 febbraio 1975
18ª giornata
Fiorentina1 – 1
referto
MilanStadio Comunale (32 278 spett.)
Arbitro:  R. Lattanzi (Roma)

Verona
23 febbraio 1975
19ª giornata
Milan1 – 1
referto
RomaStadio Marcantonio Bentegodi[18] (46 169 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Vicenza
2 marzo 1975
20ª giornata
Lanerossi Vicenza Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png2 – 0
referto
MilanStadio Romeo Menti (21 149 spett.)
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Milano
9 marzo 1975
21ª giornata
Milan3 – 0
referto
InterStadio San Siro (59 001 spett.)
Arbitro:  Serafino (Roma)

Ascoli Piceno
16 marzo 1975
22ª giornata
Ascoli1 – 1
referto
MilanStadio Cino e Lillo Del Duca (26 439 spett.)
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Milano
23 marzo 1975
23ª giornata
Milan2 – 0
referto
TorinoStadio San Siro (42 139 spett.)
Arbitro:  Levrero (Genova)

Napoli
30 marzo 1975
24ª giornata
Napoli2 – 0
referto
MilanStadio San Paolo (62 609 spett.)
Arbitro:  Serafino (Roma)

Mantova
6 aprile 1975
25ª giornata
Milan0 – 0
referto
CagliariStadio Danilo Martelli[18] (29 353 spett.)
Arbitro:  Trono (Torino)

Bologna
13 aprile 1975
26ª giornata
Bologna0 – 0
referto
MilanStadio Comunale (38 508 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Milano
27 aprile 1975
27ª giornata
Milan3 – 0
referto
CesenaStadio San Siro (34 508 spett.)
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Varese
4 maggio 1975
28ª giornata
Varese0 – 1
referto
MilanStadio Franco Ossola (7 535 spett.)
Arbitro:  Terpin (Trieste)

Milano
11 maggio 1975
29ª giornata
Milan1 – 1
referto
LazioStadio San Siro (28 905 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Terni
18 maggio 1975
30ª giornata
Ternana1 – 3
referto
MilanStadio Libero Liberati (12 111 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1974-1975.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
1º settembre 1974
1ª giornata - Girone 6
Milan0 – 0BresciaStadio San Siro (30 000 spett.)
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Perugia
8 settembre 1974
2ª giornata - Girone B
Perugia0 – 2MilanStadio Santa Giuliana (13 212 spett.)
Arbitro:  Serafino (Roma)

Milano
15 settembre 1974
3ª giornata - Girone B
Milan4 – 1ParmaStadio San Siro (20 000 spett.)
Arbitro:  Levrero (Genova)

Cesena
22 settembre 1974
4ª giornata - Girone B
Cesena1 – 1MilanStadio La Fiorita (18 000 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
25 maggio 1975
1ª giornata - Girone B
Inter0 – 1MilanStadio San Siro (28 735 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Milano
29 maggio 1975
2ª giornata - Girone B
Milan1 – 0BolognaStadio San Siro (12 000 spett.)
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Milano
12 giugno 1975
3ª giornata - Girone B
Milan1 – 0JuventusStadio San Siro (22 565 spett.)
Arbitro:  Serafino (Roma)

Milano
15 giugno 1975
4ª giornata - Girone B
Milan0 – 0InterStadio San Siro (35 130 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Bologna
19 giugno 1975
5ª giornata - Girone B
Bologna1 – 4MilanStadio Comunale (10 000 spett.)
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Torino
22 giugno 1975
6ª giornata - Girone B
Juventus2 – 1MilanStadio Comunale (5 000 spett.)
Arbitro:  Barboni (Firenze)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Roma
28 giugno 1975
Gara unica
Fiorentina3 – 2MilanStadio Olimpico (24 392 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[2][19] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 36 15 8 6 1 24 6 15 4 6 5 13 16 30 12 12 6 37 22 +15
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia finale 5 3 2 0 6 1 5 3 1 1 9 4 11[20] 6 3 2 17 8 +9
Totale - 20 11 8 1 30 7 20 7 7 6 22 20 41 18 15 8 54 30 +24

Statistiche dei giocatori[21][22][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Albertosi, E. E. Albertosi 30-22??10-6??40-28??
Anquilletti, A. A. Anquilletti 110??50??160??
Benetti, R. R. Benetti 285??111??396??
Bet, A. A. Bet 290??80??370??
Biasiolo, G. G. Biasiolo 131??91??222??
Bigon, A. A. Bigon 263?193??356?1+
Bui, G. G. Bui 20??40??60??
Calloni, E. E. Calloni 2611??106??3617??
Casone, R. R. Casone 000000000000
Chiarugi, L. L. Chiarugi 267??103??3610??
Citterio, F. F. Citterio 10??40??50??
Gorin, D. D. Gorin 222??90??312??
Lorini, G. G. Lorini 80??40??120??
Maldera, A. A. Maldera 130??110??240??
Martelli, R. R. Martelli 000000000000
Pasin, V. V. Pasin 000000000000
Pizzaballa, L. L. Pizzaballa 0-0000-0000-000
Rivera, G. G. Rivera 273??40??313??
Sabadini, G. G. Sabadini 292??72??364??
Sartori, G. G. Sartori 000011??110+0+
Skoglund, G. G. Skoglund 10??0000100+0+
Tancredi, F. F. Tancredi 0-0001-2??1-20+0+
Turone, M. M. Turone 290??90?1380?1+
Zecchini, L. L. Zecchini 260??110??370??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati che riguardano il solo campionato. (EN) Attendance Statistics of Serie A, stadiapostcards.com. URL consultato il 6 aprile 2012.
  2. ^ a b c d e f g h i j Panini, p. 384.
  3. ^ a b c d e f Tosi.
  4. ^ Mondadori.
  5. ^ Panini, p. 388.
  6. ^ Coppa Italia 1974-1975 - Girone 6, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 6 aprile 2012.
  7. ^ Panini, p. 385.
  8. ^ Panini, pp. 385-396.
  9. ^ Classifica Parziale Stagione 1974-1975 - Giornata: 11, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 6 aprile 2012.
  10. ^ Classifica Parziale Stagione 1974-1975 - Giornata: 15, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 6 aprile 2012.
  11. ^ a b Alberto Costa, È morto Buticchi, l'uomo che voleva vendere Rivera, Corriere della Sera, 14 ottobre 2003, p. 47. URL consultato il 6 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2013).
  12. ^ a b Gian Maria Madella, Rivera annuncia: «Lascio il calcio» (PDF), l'Unità, 13 maggio 1975, p. 10. URL consultato il 6 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2013).
  13. ^ Giorgio Gandolfi, Milan, Pardi presidente. Da Rocco aiuto tecnico, in La Stampa, 23 dicembre 1975, p. 16. URL consultato il 31 maggio 2013.
  14. ^ a b Panini, p. 389.
  15. ^ a b c Ceduto durante la sessione autunnale di calciomercato.
  16. ^ a b Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  17. ^ Risultato deciso a tavolino per delibera del giudice sportivo (sul campo 1-2), Pietro Anastasi viene stordito da un petardo: Panini, p. 387.
  18. ^ a b Per la squalifica del campo del Milan.
  19. ^ Milan Associazione Calcio 1974-75 (PDF), magliarossonera.it, p. 2. URL consultato il 6 aprile 2012.
  20. ^ Compresa la finale, disputata in campo neutro a Roma.
  21. ^ Panini, p. 390.
  22. ^ Milan Associazione Calcio 1974-75 (PDF), magliarossonera.it, p. 3. URL consultato il 6 aprile 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Enrico Tosi, Forza Milan! – La storia del Milan, Italia/Italy, maggio 2005.
  • Milan. Sempre con te, Mondadori, dicembre 2009, ISBN 88-04-59118-8.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]