Alessandro Turini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandro Turini (Sandro)
Alessandro Turini, Como 1971-72.jpg
Turini al Como nella stagione 1971-1972
Nazionalità Italia Italia
Altezza 165 cm
Peso 60 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 198? - giocatore
1989 - allenatore
Carriera
Giovanili
196?-1968 Pro Patria
Squadre di club1
1968-1970 Pro Patria 47 (11)
1970-1973 Como 65 (16)
1973-1974 Milan 5 (1)
1974-1975 Hellas Verona 21 (1)
1975 Milan 0 (0)
1975-1978 Taranto 71 (10)
1978-1979 Crotone 29 (11)
1979-1980 Taranto 15 (1)
1980-1981 Cavese 30 (5)
1981-1983 Savona 54 (9)
1983-198? Cuneo ? (?)
198? Bra ? (?)
Carriera da allenatore
1987-1989Bra
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alessandro Turini (Busto Arsizio, 13 gennaio 1950) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

È stato in attività negli anni sessanta-settanta nel ruolo di attaccante, di norma schierato all'ala sinistra.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Brevilineo, dotato di un dribbling molto efficace, di un ottimo controllo di palla con entrambi i piedi, efficace in area di rigore, e di un tiro potente.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nella Pro Patria, Turini militò nel Como, con cui disputò tre campionati di Serie B di cui gli ultimi due da titolare.

L'attaccante bustocco fu acquistato dal Milan e rimase coinvolto nella grigia stagione 1973-1974 della squadra rossonera, che chiuse il campionato al settimo posto, disputando 5 incontri di campionato, oltre le finali perse di Coppa delle Coppe e di Supercoppa Europea, e andando a rete in occasione della sconfitta esterna con l'Hellas Verona[2].

Turini (accosciato, primo da sinistra) nella Cavese del 1980-1981

Il Milan lo cedette in prestito l'anno dopo agli scaligeri, appena retrocessi in Serie B, con cui Turini ritornò in Serie A, per riprenderselo dopo una stagione ma senza alcun risultato. Venne ceduto in via definitiva in occasione del mercato di ottobre al Taranto dove rimase per tre anni. Nel 1978 da Taranto si trasferì al Crotone in Serie C2, per poi ritornare in Puglia nella stagione successiva.

L'anno dopo, nel campionato 1980-1981 andò alla Cavese in C1; con la squadra campana approdò per la prima ed unica volta in B, segnando due gol contro il Cosenza nel 3-1 finale sul neutro di Frosinone. Nel 1981 l'ala bustocca lascia la Cavese e si accorda con il Savona, per poi continuare nel Cuneo, nel Bra, fino a giocare in Promozione nel Dogliani.

In carriera ha totalizzato complessivamente 5 presenze ed una rete in Serie A e 172 presenze e 28 reti in Serie B.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha allenato per due anni consecutivi il Bra: nel primo ha vinto il campionato di Promozione, nel secondo ha ottenuto la salvezza nel Campionato Interregionale.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Cavese: 1980-1981 (girone B)

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]
Bra: 1987-1988 (girone C)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]