Stadio Santa Giuliana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stadio Santa Giuliana
Arena Santa Giuliana
Arena Santa Giuliana, Perugia.jpg
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazioneVia Orsini
06121 Perugia
Tel. +39 075 5054931
Inizio lavori1937
Inaugurazione1937
StrutturaPianta ovale
CoperturaTribuna centrale (oggi rimossa)
Pista d’atletica6 corsie
Mat. del terrenoErba
ProprietarioDarvin Soc. Coop.
Prog. strutturaleGiuseppe Lilli
Uso e beneficiari
CalcioPerugia (1937-1975)
Capienza
Posti a sedere15 000
Mappa di localizzazione

Coordinate: 43°06′15.12″N 12°23′13.92″E / 43.1042°N 12.3872°E43.1042; 12.3872

Lo stadio Santa Giuliana, noto anche come arena Santa Giuliana, è un impianto sportivo di Perugia adibito a uso polivalente.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il Santa Giuliana prende il nome dall'omonimo complesso religioso presente a ridosso, risalente al 1253 e restaurato nel XVI secolo, formato dalla chiesa e dall'ex monastero femminile cistercense (oggi sede della scuola lingue estere dell'Esercito Italiano).[1]

Veduta aerea della vecchia struttura, con ancora presenti le curve e il palco centrale coperto.

Lo stadio nasce nel 1937, su progetto dell'architetto Giuseppe Lilli,[2] per dotare la città di Perugia di un impianto per lo svolgimento dell'attività sportiva, e soprattutto per dare finalmente alla squadra di calcio cittadina un vero e proprio stadio; infatti, nonostante il gioco del pallone venisse praticato in città dagli inizi del XX secolo, il Perugia non disponeva di un luogo adatto alla disciplina, giocando i suoi incontri nella sconnessa piazza d'armi (l'attuale Piazza Partigiani) adattata alla meglio come campo da calcio.[3]

L'impianto sorge a poca distanza dal centro storico, e ha una pianta ovale, col manto d'erba circondato da una pista d'atletica a 6 corsie. Fin dai primi anni il Santa Giuliana ha avuto una vocazione polivalente,[3] prestandosi all'utilizzo per l'atletica leggera, il rugby e persino il football americano.[4] Nella sua storia, lo stadio rimane però legato prettamente all'ambito calcistico: il Santa Giuliana è stato sede degli incontri casalinghi del Perugia per quasi quarant'anni, e su questo campo i grifoni conquistarono la loro prima promozione in Serie A, al termine del vittorioso campionato di Serie B 1974-1975.

Il complesso religioso di Santa Giuliana a ridosso del campo.

Nonostante a metà degli anni 1970 l'impianto potesse contare su una capienza di circa 15 000 posti e la copertura della tribuna centrale,[3] queste caratteristiche vennero ritenute non sufficienti per il palcoscenico della massima serie, così durante l'estate 1975 venne costruito il nuovo Comunale di Pian di Massiano, dove il Perugia si trasferì a partire dalla stagione seguente;[3] la squadra utilizzò ancora per qualche anno il Santa Giuliana come campo d'allenamento,[5] lasciandolo in seguito alle altre discipline. Con l'abbattimento della maggior parte delle vecchie tribune, lo stadio è diventato così a utilizzo quasi esclusivo dell'atletica,[3] pur tra cicliche polemiche circa lo stato e la manutenzione dell'impianto e delle sue attrezzature.[6][7]

Dal 2003 l'impianto è anche tra le sedi di Umbria Jazz, e col nome di arena Santa Giuliana ospita i concerti più importanti del festival musicale jazzistico.[3][8][9] Dall'inizio del 2012 il Santa Giuliana è oggetto di una profonda opera di ristrutturazione e riqualificazione, volta a migliorarne le strutture e a consentirne un migliore utilizzo per i più diversi tipi di eventi.[10][11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chiesa e Monastero di Santa Giuliana [collegamento interrotto], su paesaggi.regioneumbria.eu.
  2. ^ Carlo Giulietti, Alle origini del calcio perugino (JPG), in Vecchia Guardia Grifo News, 10 novembre 2011, p. 8 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2013).
  3. ^ a b c d e f Carlo Giulietti, Santa Giuliana, lo stadio dei perugini (JPG), in Vecchia Guardia Grifo News, 28 settembre 2012, p. 8 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2013).
  4. ^ S.Giuliana condannato a morte (PDF) [collegamento interrotto], in Corriere dell'Umbria.
  5. ^ Ivano Porfiri, Perugia, dal cantiere del Santa Giuliana spunta il vecchio tunnel: lavori slittano ma Umbria jazz si fa, su umbria24.it, 10 aprile 2018.
  6. ^ Santa Giuliana, quale futuro? (PDF) [collegamento interrotto], in Corriere dell'Umbria, 15 marzo 1989.
  7. ^ Il Santa Giuliana dal Coni (PDF) [collegamento interrotto], in Corriere dell'Umbria.
  8. ^ Franco Fayenz, Michel Camilo, Gonzalo Rubalcaba, Chano Dominguez a Umbria Jazz Winter, su ilsole24ore.com, 7 dicembre 2011.
  9. ^ Franco Fayenz, Perugia, Umbria Jazz alla dodicesima edizione, su ilsole24ore.com, 9 luglio 2012.
  10. ^ Santa Giuliana: stop lavori a luglio 2013, ma stadio utilizzabile anche con cantiere, su perugiatoday.it, 23 aprile 2012.
  11. ^ Perugia, continua la ristrutturazione del Santa Giuliana: ecco come sarà, su umbria24.it, 18 luglio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]