Milan Associazione Calcio 1980-1981

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Milan Associazione Calcio
Milan1980 1981.jpg
Stagione 1980-1981
AllenatoreItalia Massimo Giacomini, poi
Italia Italo Galbiati
All. in secondaItalia Giuliano Zoratti
PresidenteItalia Gaetano Morazzoni
Serie B1º posto (in Serie A)
Coppa ItaliaPrimo turno
Maggiori presenzeCampionato: Buriani (38)
Totale: Buriani (42)
Miglior marcatoreCampionato: Antonelli (15)
Totale: Antonelli (15)
StadioGiuseppe Meazza
Media spettatori31 282[1]¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Milan Associazione Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1980-1981.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La festa negli spogliatoi di San Siro al termine di Milan-Monza (1-0) del 14 giugno 1981, successo che diede ai rossoneri la certezza dell'immediato ritorno in Serie A.

A causa dell'inibizione del presidente Felice Colombo in seguito alle sentenze emesse per lo scandalo del Totonero, il ruolo di massimo dirigente viene assunto dal politico Gaetano Morazzoni,[2] raccomandato da Gianni Rivera e dallo stesso Colombo (rimasto in società come azionista di maggioranza).[3] A livello tecnico la squadra, retrocessa in Serie B, conduce una campagna acquisti che vede la conferma di quasi tutto l'organico vincitore del decimo scudetto, con in più il portiere dell'Avellino Ottorino Piotti, il difensore della Lazio Mauro Tassotti e il centrocampista del Modena Stefano Cuoghi;[4] le uniche cessioni di rilievo sono quelle alla Lazio di Alberto Bigon[2] e Stefano Chiodi mentre Fabio Capello si ritira dal calcio giocato ed Enrico Albertosi è indisponibile per la squalifica di 2 anni inflittagli per le vicende legate al Totonero. Dalla Primavera passano in prima squadra Sergio Battistini, Alberigo Evani e Andrea Icardi.[2] Il capitano è Aldo Maldera.

La stagione agonistica si apre con l'eliminazione al primo turno di Coppa Italia, dove il Milan chiude il girone 2 al quarto e penultimo posto con 3 punti frutto del pareggio per 1-1 nella prima giornata con l'Avellino (che si qualificherà per i quarti di finale per migliore differenza reti) e della vittoria per 1-0 nella seconda contro il Catania.[5] Nelle successive due partite i rossoneri perdono in entrambi i casi per 0-1 contro Palermo e Inter.[5]

Johan Cruijff nella sua unica presenza in rossonero, nel giugno del 1981 alla Coppa Super Clubs.

In campionato il Milan ottiene immediatamente la promozione in massima serie,[2][4] assicurandosi l'obiettivo con una giornata di anticipo grazie alla vittoria casalinga contro il Monza.[3] Dopo la conquista della promozione i dissensi al vertice dovuti agli strascichi dello scandalo del Totonero sfociano nelle dimissioni, sollecitate dalla società, dell'allenatore Massimo Giacomini, in rotta con gran parte della dirigenza.[3] Per l'ultima giornata di campionato siede sulla panchina del Milan l'allenatore della Primavera[2] Italo Galbiati;[3][5] la squadra perde la partita contro il Pescara ma chiude comunque la competizione al primo posto a quota 50 punti, 2 in più di Genoa e Cesena, anch'esse promosse in Serie A.[2] In campionato il Milan colleziona 18 vittorie, 14 pareggi, 6 sconfitte, 49 gol fatti, 29 gol subiti e perde sei partite: due in casa contro Sampdoria e Pisa (entrambe per 0-1), quattro in trasferta contro Foggia (1-0), Pescara (1-0), Palermo (3-1) e Taranto (3-0). La sconfitta subita a Taranto è la prima del Milan nella serie cadetta, il 7 dicembre 1980. I rossoneri battono poi gli ionici (che al termine della stagione retrocederanno in C1) per 4-0 nella partita di ritorno a Milano.[6]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1980-1981 è Linea Milan. La divisa è una maglia a strisce verticali della stessa dimensione, rosse e nere, con pantaloncini bianchi e calzettoni neri con risvolto rosso. La divisa di riserva è una maglia bianca con spalle e colletto rossi e neri, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi con risvolto rosso.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[2][7][modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: Giovanni Battista Monti
  • Massaggiatori: Paolo Mariconti, Ruggero Ribolzi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Roberto Incontri
Italia P Ottorino Piotti
Italia P Antonio Vettore
Italia D Franco Baresi
Italia D Aldo Bet (vice capitano)
Italia D Fulvio Collovati
Italia D Andrea Icardi
Italia D Aldo Maldera (capitano)
Italia D Alberto Minoia
Italia D Mauro Tassotti
Italia C Sergio Battistini
Italia C Marco Bolis
N. Ruolo Giocatore
Italia C Ruben Buriani
Italia C Gabriello Carotti
Italia C Stefano Cuoghi
Italia C Walter De Vecchi
Italia C Alberigo Evani
Italia C Cesare Maestroni
Italia C Emilio Monzani
Italia C Walter Novellino
Italia C Francesco Romano
Italia A Roberto Antonelli
Italia A Giuseppe Galluzzo
Italia A Francesco Vincenzi

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Roberto Incontri Livorno fine prestito
P Ottorino Piotti Avellino definitivo
P Antonio Vettore Forlì definitivo
D Mauro Tassotti Lazio definitivo
C Stefano Cuoghi Modena definitivo
C Cesare Maestroni Modena definitivo
A Francesco Vincenzi Monza definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Francesco Navazzotti Reggina definitivo
P Antonio Rigamonti Varese definitivo
C Alberto Bigon Lazio definitivo
C Fabio Capello - fine carriera
C Giorgio Morini Pro Patria definitivo
A Stefano Chiodi Lazio definitivo
A Roberto Mandressi Como prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie B[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1980-1981.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
14 settembre 1980
1ª giornata
Milan1 – 0BariStadio Giuseppe Meazza (33 763 spett.)
Arbitro:  Milan (Treviso)

Varese
21 settembre 1980
2ª giornata
Varese0 – 0MilanStadio Franco Ossola (18 000 spett.)
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Milano
28 settembre 1980
3ª giornata
Milan2 – 0GenoaStadio Giuseppe Meazza (46 653 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Catania
5 ottobre 1980
4ª giornata
Catania2 – 2MilanStadio Cibali (20 000 spett.)
Arbitro:  Menegali (Roma)

Milano
12 ottobre 1980
5ª giornata
Milan2 – 1VeronaStadio Giuseppe Meazza (32 689 spett.)
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Milano
19 ottobre 1980
6ª giornata
Milan2 – 0LecceStadio Giuseppe Meazza (23 712 spett.)
Arbitro:  Bianciardi (Siena)

Genova
26 ottobre 1980
7ª giornata
Sampdoria0 – 0MilanStadio Luigi Ferraris (42 921 spett.)
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Milano
2 novembre 1980
8ª giornata
Milan0 – 0PalermoStadio Giuseppe Meazza (30 052 spett.)
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Bergamo
9 novembre 1980
9ª giornata
Atalanta1 – 3MilanStadio Comunale (27 160 spett.)
Arbitro:  Ballerini (La Spezia)

Milano
16 novembre 1980
10ª giornata
Milan2 – 1SPALStadio Giuseppe Meazza (39 763 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Milano
23 novembre 1980
11ª giornata
Milan1 – 1FoggiaStadio Giuseppe Meazza (28 521 spett.)
Arbitro:  Terpin (Trieste)

Vicenza
30 novembre 1980
12ª giornata
Lanerossi Vicenza Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png1 – 1MilanStadio Romeo Menti (26 174 spett.)
Arbitro:  Patrussi (Ravenna)

Taranto
7 dicembre 1980
13ª giornata
Taranto3 – 0MilanStadio Erasmo Iacovone (23 637 spett.)
Arbitro:  Prati (Parma)

Milano
14 dicembre 1980
14ª giornata
Milan1 – 1CesenaStadio Giuseppe Meazza (21 380 spett.)
Arbitro:  Angelelli (Terni)

Pisa
21 dicembre 1980
15ª giornata
Pisa0 – 1MilanStadio Arena Garibaldi (26 892 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Roma
4 gennaio 1981
16ª giornata
Lazio0 – 2MilanStadio Olimpico (45 894 spett.)
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Milano
11 gennaio 1981
17ª giornata
Milan3 – 1RiminiStadio Giuseppe Meazza (26 689 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Monza
18 gennaio 1981
18ª giornata
Monza1 – 2MilanStadio Gino Alfonso Sada (9 618 spett.)
Arbitro:  Altobelli (Roma)

Milano
25 gennaio 1981
19ª giornata
Milan0 – 0PescaraStadio Giuseppe Meazza (29 340 spett.)
Arbitro:  Pirandola (Lecce)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Bari
8 febbraio 1981
20ª giornata
Bari1 – 1MilanStadio della Vittoria (38 515 spett.)
Arbitro:  Vitali (Bologna)

Milano
15 febbraio 1981
21ª giornata
Milan1 – 0VareseStadio Giuseppe Meazza (25 491 spett.)
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Genova
22 febbraio 1981
22ª giornata
Genoa0 – 0MilanStadio Luigi Ferraris (31 891 spett.)
Arbitro:  Facchin (Udine)

Milano
1º marzo 1981
23ª giornata
Milan4 – 1CataniaStadio Giuseppe Meazza (23 981 spett.)
Arbitro:  Milan (Treviso)

Verona
8 marzo 1981
24ª giornata
Verona1 – 1MilanStadio Marcantonio Bentegodi (34 055 spett.)
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Lecce
15 marzo 1981
25ª giornata
Lecce2 – 3MilanStadio Comunale (25 332 spett.)
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Milano
22 marzo 1981
26ª giornata
Milan0 – 1SampdoriaStadio Giuseppe Meazza (46 715 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Palermo
29 marzo 1981
27ª giornata
Palermo3 – 1MilanStadio La Favorita (28 098 spett.)
Arbitro:  Angelelli (Terni)

Milano
5 aprile 1981
28ª giornata
Milan1 – 0AtalantaStadio Giuseppe Meazza (37 828 spett.)
Arbitro:  Altobelli (Roma)

Ferrara
12 aprile 1981
29ª giornata
SPAL1 – 2MilanStadio Comunale (22 000 spett.)
Arbitro:  Lops (Torino)

Foggia
18 aprile 1981
30ª giornata
Foggia1 – 0MilanStadio Pino Zaccheria (18 838 spett.)
Arbitro:  Falzier (Treviso)

Milano
26 aprile 1981
31ª giornata
Milan2 – 0Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png Lanerossi VicenzaStadio Giuseppe Meazza (17 868 spett.)
Arbitro:  Lanese (Messina)

Milano
10 maggio 1981
32ª giornata
Milan4 – 0TarantoStadio Giuseppe Meazza (23 173 spett.)
Arbitro:  Vitali (Bologna)

Cesena
17 maggio 1981
33ª giornata
Cesena0 – 0MilanStadio La Fiorita (28 602 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Milano
24 maggio 1981
34ª giornata
Milan0 – 1PisaStadio Giuseppe Meazza (29 963 spett.)
Arbitro:  Lanese (Messina)

Milano
31 maggio 1981
35ª giornata
Milan1 – 1LazioStadio Giuseppe Meazza (49 257 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Rimini
7 giugno 1981
36ª giornata
Rimini2 – 2MilanStadio Romeo Neri (11 931 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Milano
14 giugno 1981
37ª giornata
Milan1 – 0MonzaStadio Giuseppe Meazza (26 760 spett.)
Arbitro:  Parussini (Udine)

Pescara
21 giugno 1981
38ª giornata
Pescara1 – 0MilanStadio Adriatico (10 167 spett.)
Arbitro:  Tuveri (Cagliari)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1980-1981.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Avellino
20 agosto 1980
1ª giornata - Girone 2
Avellino1 – 1MilanStadio Partenio (21 063 spett.)
Arbitro:  Menegali (Roma)

Milano
24 agosto 1980
2ª giornata - Girone 2
Milan1 – 0CataniaStadio Giuseppe Meazza (20 003 spett.)
Arbitro:  Tani (Livorno)

Palermo
3 settembre 1980
3ª giornata - Girone 2
Palermo1 – 0MilanStadio La Favorita (35 791 spett.)
Arbitro:  Benedetti (Roma)

Milano
7 settembre 1980
4ª giornata - Girone 2
Milan0 – 1InterStadio Giuseppe Meazza (51 431 spett.)
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[2][8] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Serie B 50 19 12 5 2 28 9 19 6 9 4 21 20 38 18 14 6 49 29 +20
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia primo turno 2 1 0 1 1 1 2 0 1 1 1 2 4 1 1 2 2 3 -1
Totale - 21 13 5 3 29 10 21 6 10 5 22 22 42 19 15 8 51 32 +19

Statistiche dei giocatori[7][9][10][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie B Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Antonelli, R. R. Antonelli 3215??30??3515??
Baresi, F. F. Baresi 310??41??351??
Battistini, S. S. Battistini 375??30??405??
Bet, A. A. Bet 50??0000500+0+
Bolis, M. M. Bolis 20??0000200+0+
Buriani, R. R. Buriani 386??40??426??
Carotti, G. G. Carotti 171??40??211??
Collovati, F. F. Collovati 362??30??392??
Cuoghi, S. S. Cuoghi 273??00002730+0+
De Vecchi, W. W. De Vecchi 362??30??392??
Evani, A. A. Evani 10??0000100+0+
Galluzzo, G. G. Galluzzo 90??20??110??
Icardi, A. A. Icardi 50??0000500+0+
Incontri, R. R. Incontri 00001-1??1-10+0+
Maestroni, C. C. Maestroni 000000000000
Maldera, A. A. Maldera 273??40??313??
Minoia, A. A. Minoia 220??20??240??
Monzani, E. E. Monzani 30??10??40??
Novellino, W. W. Novellino 363??40??403??
Piotti, O. O. Piotti 37-26?13-2??40-28?1+
Romano, F. F. Romano 190??40??230??
Tassotti, M. M. Tassotti 330??30??360??
Vettore, A. A. Vettore 2-3??0-0002-30+0+
Vincenzi, F. F. Vincenzi 257??30??287??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Attendance Statistics of Serie B, stadiapostcards.com. URL consultato il 14 febbraio 2012.
  2. ^ a b c d e f g h Panini, p. 428.
  3. ^ a b c d Milan Associazione Calcio 1980-81 - Storia della stagione, magliarossonera.it. URL consultato il 14 giugno 2010.
  4. ^ a b Tosi.
  5. ^ a b c Panini, p. 433.
  6. ^ Mondadori.
  7. ^ a b Panini/La Gazzetta dello Sport, p. 71.
  8. ^ Milan Associazione Calcio 1980-81 (PDF), magliarossonera.it, p. 2. URL consultato il 20 febbraio 2012.
  9. ^ Panini, p. 434.
  10. ^ Milan Associazione Calcio 1980-81 (PDF), magliarossonera.it, p. 3. URL consultato il 20 febbraio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Calciatori 1979-80, riedizione La Gazzetta dello Sport, La Gazzetta dello Sport, 2005.
  • Enrico Tosi, Forza Milan! – La storia del Milan, Italia/Italy, maggio 2005.
  • Sergio Taccone, Quando il Milan era un piccolo diavolo, Limina, giugno 2009.
  • Milan. Sempre con te, Mondadori, dicembre 2009, ISBN 88-04-59118-8.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]