Italo Galbiati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italo Galbiati
Italo Galbiati.jpg
Italo Galbiati con la maglia del Lecco (1961)
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex mezzala)
Ritirato 1967 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1958-1959 Inter 1 (0)
1959-1960 Reggina 13 (0)[1]
1960-1966 Lecco 146 (5)
1966-1967 Como 31 (3)[2]
Carriera da allenatore
1967-1968 Puteolana
1981 Milan
1982 Milan
1984 Milan
1982-1984 Milan Vice
1987-1996 Milan Vice
1997-1998 Milan Vice
1999-2004 Roma Vice
2004-2006 Juventus Vice
2006-2007 Real Madrid Vice
2007-2012 Inghilterra Inghilterra Vice
2012-2015 Russia Russia Vice
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 25 maggio 2015

Italo Galbiati (Milano, 8 agosto 1937) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo mezzala.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Come calciatore trascorse un biennio all'Inter, con cui totalizzò una sola presenza, il 14 gennaio 1959 in Coppa delle Fiere contro il Lione (1-1 in Francia), senza mai esordire in Serie A. Nel 1960 passò al Lecco, con cui debuttò in Serie A in cui, in due stagioni giocò 43 gare complessivamente, 17 con una rete nel 1960/61 e 26 nel 1961/62. Retrocesso in Serie B nel 1962, rimase a Lecco fino al 1966, stagione della nuova promozione in Serie A, giocando altre 103 gare.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera di allenatore con la Puteolana nel 1967[3]. Negli anni Settanta fu dirigente del settore giovanile dell'Inter, riuscendo a scoprire Walter Zenga. Ricoprì la carica di allenatore del Milan per tre brevi periodi, nel 1981, il 16 marzo 1982 sostituendo alla diciassettesima giornata della stagione 1981-1982 Gigi Radice[4], e nel 1984. Assistente di fiducia di Fabio Capello, è stato suo vice al Milan, alla Roma, alla Juventus ed al Real Madrid. A dicembre 2007 ha seguito Capello alla guida tecnica della Nazionale inglese. A luglio 2012 lo ha raggiunto nella nuova avventura russa.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Totale
Campionato Presenze Reti Presenze Reti
1958-1959 Italia Inter A 1 0 1 0
1959-1960 Italia Reggina C 13 0 13 0
1960-1961 Italia Lecco A 17 1 17 1
1961-1962 A 26 0 26 0
1962-1963 B 35 0 35 0
1963-1964 B 12 0 12 0
1964-1965 B 32 2 32 2
1965-1966 B 24 2 24 2
Totale Lecco 146 5 146 5
1966-1967 Italia Como C 31 3 31 3
Totale carriera 191 8 191 8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giusva Branca, Reggina (1914-2008). La storia, Reggio Calabria, Laruffa, 2008, pp. 66-68, ISBN 88-7221-400-9.
  2. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Carcano edizioni, 1968, p. 231.
  3. ^ Gaudino, Lubrano, pag. 441
  4. ^ La Stampa, 16 marzo 1982, pagina 21

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gennaro Gaudino, Francesco Lubrano, Puteolana Storia-Iconografia-Emerografia-Statistiche dalle origini ad oggi, Monte di Procida, Tipolitografia Grafica Montese, dicembre 2007. ISBN non esistente

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]