Gol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi GOL.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Goal" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Goal (disambigua).
Un gol in una partita di calcio.

Il termine gol (adattamento dell'inglese «goal» e cioè «scopo», «obiettivo») indica - negli sport collettivi - la realizzazione di un punto a favore della propria squadra.

Nel calcio[modifica | modifica wikitesto]

A livello calcistico il gol - che rappresenta l'unico modo per marcare punti - è assegnato quando il pallone varca interamente la linea di porta, nello spazio tra i pali e sotto la traversa.[1] In ragione della natura di tale regola (la numero 10) sono possibili casi di gol fantasma, ovvero situazioni in cui non è possibile determinare con assoluta certezza se la sfera abbia varcato interamente la linea.[2] Al fine di risolvere tale problema, è stata introdotta la tecnologia di porta.[3] Dopo la segnatura, il gioco riprende con il calcio d'inizio (battuto da chi ha incassato la rete).

Un gol non è valido (ossia viene annullato) se la squadra andata in rete ha commesso - nell'azione che l'ha portata a segnare - un fallo oppure un fuorigioco.[4] Oltre che su azione, il gol può venire marcato anche da calcio piazzato: è invece chiamato autogol il punto segnato nella propria porta e - di conseguenza - a favore della formazione avversaria.[5] Il regolamento permette di segnare un gol anche al portiere e all'arbitro, purché in quest'ultimo caso la realizzazione sia involontaria (per esempio, a seguito di un rimbalzo del pallone).[6][7][8] La marcatura può giungere attraverso l'assist, ovvero un passaggio decisivo.[9]

In aggiunta al costituire il sistema di assegnazione dei punti, i gol valgono - in determinati casi - come criterio discriminante per eventuali situazioni di parità: in gare ad eliminazione diretta le reti segnate sul campo avversario assumono valore doppio, mentre in competizioni con classifica a punti è possibile calcolare differenza e quoziente in base al numero di segnature.[10] Ad eccezione del golden goal (rimosso dal regolamento nel 2004), la singola rete non ha effetti sulla durata della partita dovendosi - in ogni caso - concludere la frazione di gioco in corso.[11]

Marcature multiple[modifica | modifica wikitesto]

Doppietta[modifica | modifica wikitesto]

Con "doppietta" si intende la realizzazione di 2 gol da parte di uno stesso calciatore nel corso dell'incontro. Per quanto riguarda la Serie A, Gunnar Nordahl detiene il primato di doppiette: 49, segnate in Campionato dal 1949 al 1958.[12] Gonzalo Higuaín risulta invece il capocannoniere con più marcature, 36, in una singola stagione.[13]

Tripletta[modifica | modifica wikitesto]

È definita "tripletta" la tripla realizzazione di gol dallo stesso calciatore.[14]

La prima tripletta nella storia del calcio fu segnata da Jimmy Logan nella finale di FA Cup del 1894, per il Notts County e contro il Bolton. La denominazione inglese «hat trick» (espressione traducibile con «trucco del cappello») è tipica del cricket, in cui indica l'impresa di un lanciatore che riesce ad eliminare 3 battitori consecutivamente, ricompensata col permesso al protagonista di presentarsi al club di appartenenza con un nuovo cappello.[15] Nei campionati inglesi, per tradizione, l'autore di 3 reti in una singola partita ottiene in premio il pallone con le firme di tutti i componenti delle squadre.[15] La consuetudine è giunta anche nel campionato italiano, a partire dalla stagione 2011-12.[16]

Tommy Ross detiene il record della tripletta più veloce, avendo segnato - nel 1964 - 3 gol in 90".[17]

Quaterna e cinquina[modifica | modifica wikitesto]

Vengono così definiti i casi in cui un calciatore segna, rispettivamente, 4 e 5 gol.[18][19]

Gol da record[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001, l'australiano Archie Thompson ha marcato 13 reti in una partita internazionale terminata 31-0.[20] Nel 2007 il cipriota Panagiotis Pontikos ha invece stabilito il record assoluto di marcature in una gara: 16, sulle 24 totali della sua squadra.[21] Lo stesso numero di gol era stato messo a segno - nel 1942 - dal francese Stefan Dembicki.[22]

Aspetto celebrativo[modifica | modifica wikitesto]

La realizzazione dei gol viene, solitamente, celebrata dall'autore con un'esultanza cui prendono parte anche i compagni di squadra.[23] Il regolamento - pur non ponendo limiti precisi - vieta comunque celebrazioni eccessive oppure offensive, sia verso gli avversari che verso la tifoseria.[24][25] In tal senso, per esempio, si segnala l'ammonizione per il calciatore che - nel festeggiare una rete - si spogli della maglia di gioco.[26][27] Parimenti, è previsto il cartellino giallo per il giocatore che danneggi la bandierina d'angolo nel celebrare la segnatura.[28]

Non sono tuttavia infrequenti i casi in cui il marcatore non esulti, in particolare per protestare contro i suoi tifosi oppure in gesto di rispetto verso l'ex squadra.[29]

In altri sport[modifica | modifica wikitesto]

Ulteriori discipline il cui punteggio è assegnato tramite i gol sono - tra le altre - il calcio a 5, l'hockey e la pallamano.[30] Anche in questi sport, le regole contemplano l'autogol e il fuorigioco.[31][32]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gol-sfottò: ferma la palla sulla linea, e il portiere s'infuria!, video.gazzetta.it, 8 dicembre 2015.
  2. ^ Francesco Ceniti, Italia-Germania, Var, quanti dubbi sul gol annullato a Volland..., gazzetta.it, 16 novembre 2016.
  3. ^ Samp-Genoa, incidente della Goal Line Technology: non è gol ma per i sensori sì..., gazzetta.it, 22 ottobre 2016.
  4. ^ Antonio Giangrande, Sportopoli: Lo sport truccato, 2016.
  5. ^ È possibile segnare direttamente un gol su calcio d'inizio, rigore, punizione (diretta), angolo e rinvio ma non sulle rimesse laterali e da parte dell'arbitro. Viceversa, la squadra che beneficia del calcio piazzato non può marcare un'autorete contro se stessa: nell'eventualità il gol verrebbe annullato, con il gioco che riprenderebbe da un calcio d'angolo per la formazione opposta.
  6. ^ Gianni Piva, La vendetta del portiere, in la Repubblica (Milano), 25 febbraio 1992, p. 43.
  7. ^ Cade l'ultimo tabù l'arbitro segna un gol, repubblica.it, 15 gennaio 2002.
  8. ^ Mario Corte, GOAL!, Roma, Lapis Edizioni, 2003, p. 221, ISBN 9788887546873.
  9. ^ Luca Savarese, COME VINCERE IL FANTACALCIO. La vera bibbia del fantacalcista, con tutti i trucchi, i segreti e le strategie per dominare la tua fantalega, HOW2 Edizioni, 2015, p. 150, ISBN 9788899356804.
  10. ^ Arrivo a pari punti: cosa succede in Serie A, Liga e Premier League, sportmediaset.mediaset.it, 20 aprile 2016.
  11. ^ Ottavi di finale ecco il golden gol, repubblica.it, 26 giugno 1998.
  12. ^ Federico Mambelli, Chi detiene il record di doppiette in serie a ?, in La Gazzetta dello Sport (Cesena), 20 ottobre 2001.
  13. ^ Marco Azzi, Higuain, numeri da Nordahl è caccia al record di 35 gol, in la Repubblica (Napoli), 12 gennaio 2016, p. 56.
  14. ^ È di Mazzola la tripletta più veloce 3 gol in 120 secondi, in La Gazzetta dello Sport, 24 ottobre 2011.
  15. ^ a b Almanacco Illustrato del Calcio 2011, Modena, Panini Editore, 2010, p. 497, ISBN 9771129338008.
  16. ^ Luca Calamai, Il ciclone Cavani abbatte il Milan Aquilani a segno Il Napoli reagisce 3 gol del Matador per il ribaltone, in La Gazzetta dello Sport (Napoli), 19 settembre 2011.
  17. ^ Le triplette più veloci d'Europa, it.uefa.com, 16 maggio 2015.
  18. ^ Andrea Sorrentino, Grande Vieri, l'uragano del gol è il Michael Jordan dell'Inter, in la Repubblica (Milano), 2 dicembre 2002, p. 34.
  19. ^ Alex Frosio, Manita Messi: mai nessuno come lui Cinque gol in Champions È la magica notte di Leo, in La Gazzetta dello Sport (Milano), 8 marzo 2012.
  20. ^ Australia, che spettacolo: 31-0 alle povere Samoa Americane!, in La Gazzetta dello Sport (Coffs Harbour), 12 aprile 2001.
  21. ^ Simona Marchetti, Pontikos, 16 gol in una volta, gazzetta.it, 8 maggio 2007.
  22. ^ (EN) Dough Lennox, Now You Know Absolutely Everything, Dundurn, 2013, p. 4588, ISBN 9781459724785.
  23. ^ Esulta come un pazzo, ma non è gol. La figuraccia del belga Gillet, video.corriere.it, 17 dicembre 2014.
  24. ^ Le 12 regole strane da scoprire, gazzetta.it, 13 giugno 2008.
  25. ^ Con «eccessiva» ci si riferisce, per esempio, a gesti quali: scagliare il pallone (oppure altri oggetti) contro la panchina o la curva, compiere atti provocatori e/o polemici verso persone in campo e sugli spalti, danneggiare l'attrezzatura di gioco (bandierine, reti), togliersi la divisa (maglia, calzoncini). Corrado Sannucci, Vucinic, gol poi lo striptease, in la Repubblica (Roma), 15 dicembre 2008, p. 38.
  26. ^ Fulvio Bianchi, Guai a togliersi la maglia dopo un gol, in la Repubblica (Roma), 7 luglio 2004, p. 47.
  27. ^ Emilio Marrese, Segna e si spoglia: espulso L' ho fatto per mio figlio, in la Repubblica, 23 settembre 2004, p. 48.
  28. ^ Troppa esultanza per il gol decisivo, espulso: è polemica, video.repubblica.it, 16 settembre 2012.
  29. ^ Attenzione a Borriello, il gol dell'ex ci scappa sempre, in la Repubblica, 14 gennaio 2017, p. 22.
  30. ^ Pierluigi Pisa, Francia, pallamano: il gol più fortunato di sempre, video.repubblica.it, 27 febbraio 2013.
  31. ^ Gianni Bondini, Scoperto l'autogol dell'hockey ghiaccio, in La Gazzetta dello Sport (Roma), 11 settembre 1999.
  32. ^ Pierluigi Pisa, Hockey, l'autogol più curioso: il disco nei pantaloni del portiere, video.repubblica.it, 27 dicembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio