Calcio di rinvio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Rimessa dal fondo" rimanda qui. Se stai cercando la relativa ripresa di gioco del calcio a 5, vedi Rimessa dal fondo (calcio a 5).

1leftarrow blue.svgVoce principale: Regole del gioco del calcio.

Un portiere esegue un calcio di rinvio

Il calcio di rinvio è la ripresa di gioco utilizzata nel calcio quando il pallone esce da una linea di porta[1] senza che sia stata segnata una rete e l'ultimo tocco al pallone è stato effettuato da un avversario. È disciplinato dalla Regola 16 del Regolamento del Gioco del Calcio.[2]

Esecuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il pallone è posto in un punto qualsiasi dell'area di porta, non necessariamente ai vertici, e viene calciato solitamente dal portiere. Tutti i giocatori avversari devono trovarsi ad almeno 9,15 metri dal pallone e al di fuori dell'area di rigore, fino al momento in cui il pallone non diventa giocabile. Il pallone è in gioco quando è calciato direttamente all'esterno dell'area di rigore verso il terreno di gioco.

Infrazioni e sanzioni[modifica | modifica wikitesto]

Il calciatore che effettua il calcio di rinvio non deve toccare nuovamente il pallone prima che questo venga toccato da qualche altro calciatore, pena un calcio di punizione indiretto. Se il secondo contatto avviene con le mani, l'arbitro punirà l'infrazione più grave, assegnando un calcio di punizione diretto o un calcio di rigore alla squadra avversaria. Se però il calcio di rinvio è stato effettuato dal portiere, e questi toccasse il pallone con le mani all'interno della propria area di rigore prima che qualche altro giocatore abbia toccato il pallone, non verrà assegnato un calcio di rigore, ma un calcio di punizione indiretto.

Si evidenzia che queste infrazioni sono punite solo se commesse dopo che il pallone è uscito dall'area di rigore, altrimenti il pallone non è considerato in gioco e pertanto non possono essere assegnati calci di punizione. Può destare perplessità la possibilità, contemplata dal regolamento, che il giocatore che ha battuto il calcio di rinvio effettui un secondo tocco con le mani all'interno dell'area di rigore dopo che il pallone è uscito dall'area ma senza che sia stato toccato da un altro giocatore. In realtà il regolamento deve prevedere tutte le situazioni possibili anche se estremamente improbabili, includendo ad esempio quella in cui il pallone, dopo essere uscito dall'area di rigore, vi rientri sospinto dal vento o perché ha rimbalzato sull'arbitro.

Per tutte le altre infrazioni il calcio di rinvio dovrà essere ripetuto, incluso il caso in cui il pallone non esca affatto dall'area di rigore per effetto del calcio, o quello in cui un qualsiasi giocatore di entrambe le squadre lo tocchi prima che questo abbia lasciato l'area di rigore.

Altre caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Un calciatore in posizione di fuorigioco non commette infrazione se riceve il pallone, da un compagno di squadra, direttamente su calcio di rinvio.

Una rete segnata contro la squadra avversaria direttamente su calcio di rinvio è valida; non lo è invece un'autorete: in quest'ultimo caso, se il pallone, prima di entrare in porta, era uscito dall'area di rigore, sarà assegnato un calcio d'angolo alla squadra avversaria; in caso contrario, ovvero autogol senza che il pallone fosse uscito dall'area, si ripeterà il calcio di rinvio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per linea di porta s'intende l'intera linea delimitante il lato del rettangolo di gioco dove si trova una porta.
  2. ^ Regola 16 - Il calcio di rinvio ( Regolamento del Gioco del Calcio (PDF), FIGC.)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio