Campo da calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Regole del gioco del calcio.

Il campo da calcio è la struttura, spesso sita in uno stadio, adibita ad ospitare l'incontro. Viene disciplinato dal Punto 1 del Regolamento.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Rappresentazione di un campo con misure regolamentari, espresse in forma di metri (ingrandire per maggiori informazioni).

Esso si compone di 3 parti:

  • terreno di gioco: la superficie rettangolare, delimitata da linee di porta e laterali, sulla quale ha svolgimento il gioco. È realizzato in erba, erba sintetica oppure terra battuta.[2]
  • campo per destinazione: una fascia di terra (con lo stesso materiale del terreno di gioco), estesa per almeno 150 cm oltre le linee laterali.
  • recinto di gioco: si estende sino alla recinzione, che delimita la zona riservata al pubblico. Il recinto include eventuali piste di atletica leggera e la zona che conduce agli spogliatoi.[3]

A delimitare il terreno di gioco sono le strisce di colore bianco, che indicano inoltre le aree di rigore, le aree d'angolo e il cerchio di centrocampo. Al centro dei lati minori sono situate le porte, delimitate da legni (pali e traversa) e rete. Le linee del campo sono parte integrante del terreno di gara, pertanto il pallone che si trovi sulla linea è considerato in gioco.

Misure e lunghezza[modifica | modifica wikitesto]

Data l'origine britannica del gioco, nonché l'iniziale predominio dell'IFAB nella stesura del regolamento, le dimensioni del campo vengono espresse in iarde (yd) con l'equivalente approssimato in unità decimali. Le misure sono riportate nella tabella seguente:

Parametro Misura minima Misura massima Unità Note
Lunghezza 90 120 m Le misure diventano 100-110 per incontri internazionali
Larghezza 45 90 m Le misure diventano 64-75 per incontri internazionali
Forma del campo - - - Obbligatoriamente forma rettangolare
Linee del campo - - - Linee laterali obbligatoriamente più lunghe (in metri) delle linee di porta (linee di fondo campo)

Le misure standard consigliate dalla FIFA sono (lunghezza x larghezza) 105 x 68 m.[4]

Cerchio di centrocampo[modifica | modifica wikitesto]

Nel senso della larghezza, il campo è diviso in 2 metà dalla linea mediana: il suo punto medio («punto centrale del terreno di gioco») dev'essere adeguatamente segnalato.[5] Esso è posto all'interno di una circonferenza («cerchio di centrocampo») dal raggio pari a 9,15 m (equivalente a 10 iarde). In tale punto, è posizionato il pallone per l'esecuzione del calcio d'inizio.

Porte[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Porta (calcio).

Al centro di ciascuno dei lati minori, si trova una porta delimitata dai pali (verticali) e dalla traversa (orizzontale). Essa, che insieme al pallone rappresenta un elemento fondamentale, contiene la rete: il tessuto, ancorato ai legni ed al terreno sottostante, è realizzato in canapa, juta oppure nylon.

Aree di rigore[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Area di rigore.
Spaccato stilizzato di un'area di rigore, conservato al Genoa Museum and Store (Genova).

Attorno alle porte, sono presenti 2 zone rettangolari: l'area di rigore e di porta. Tali zone sono delimitate da linee verticali, che nascono da ciascuna linea di porta ed occupano 16,50 m sul terreno di gioco: ad unirle è una riga orizzontale, dalla lunghezza di 40,32 m. Alla distanza di 10,98 m dalla porta è segnato un cerchio, chiamato «punto del calcio di rigore» (anche "dischetto").

I falli commessi dentro l'area di rigore, e che comportano normalmente l'assegnazione di un calcio di punizione, vengono sanzionati dall'arbitro con il calcio di rigore. All'esterno dell'area è inoltre tracciato un arco, chiamato "lunetta" con un raggio di 9,15 m dal punto del calcio di rigore.

L'area di porta ("area piccola"), analogamente a quella di rigore, ha 2 linee verticali (distanti 5,50 m dalla base dei pali) congiunte da una orizzontale (18,32 m). In tale rettangolo viene posizionata la palla per effettuare il calcio di rinvio.[6]

Bandierine e arco d'angolo[modifica | modifica wikitesto]

Una bandierina e il rispettivo arco d'angolo.

In ciascun angolo del campo, è posizionata una bandierina (alta almeno 150 cm e costituita da materiale non pericoloso per il calciatore) con un drappo alla cima.[7] Non può venire rimossa, neanche per agevolare lo svolgimento del gioco. Il calciatore che sposti, rimuova o rompa una bandierina deve essere punito con l'ammonizione.[8] Esse sono quindi obbligatorie per lo svolgimento di una gara.

Con centro nell'angolo, è presente un quarto di cerchio (1 m di raggio) chiamato "arco d'angolo" e delimitante la rispettiva "area d'angolo": in questo punto si posiziona il pallone per eseguire il calcio d'angolo.

Praticabilità del campo[modifica | modifica wikitesto]

La praticabilità del terreno di gioco viene valutata, quando necessario, dall'arbitro.[9] Esso procede alla verifica in presenza dei capitani di entrambe le squadre, nei seguenti casi[9]:

  • Neve oppure fango che frenino i rimbalzi del pallone[10];
  • Ghiaccio che renda pericoloso il gioco;
  • Pioggia che freni i rimbalzi del pallone, oppure presenza di pozzanghere tali da pregiudicare lo svolgimento della partita;
  • Vento intenso che impedisca al pallone di rimanere fermo[11];
  • Nebbia oppure oscurità che precludano la vista delle porte, dalla parte opposta del campo.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Regola 1 - Il terreno di gioco ( Regolamento del Gioco del Calcio (PDF), FIGC.)
  2. ^ Massimo Pisa, Un misto di erba e sintetico per rifare il prato di San Siro, su repubblica.it, 30 marzo 2012.
  3. ^ PRONTUARIO PER L’AMMISSIONE DELLE PERSONE ALL’INTERNO DEL RECINTO DI GIOCO (PDF), in Associazione Italiana Arbitri, 10 agosto 2012.
  4. ^ Elmar Burchia, Il campo da calcio più storto del mondo? È in Germania, su corriere.it, 24 aprile 2015.
  5. ^ Paolo Alessandrini, La matematica nel pallone, 40K Unofficial, 2015, p. 74, ISBN 88-6586-649-7.
  6. ^ Un calcio di punizione non può mai essere battuto all'interno dell'area di porta avversaria, così come una rimessa da parte dell'arbitro non può mai effettuarsi all'interno di un'area di porta. In tal caso, la ripresa di gioco verrà effettuata sulla linea delimitante l'area di porta, parallela alla linea di porta, nel punto più vicino a quello in cui sarebbe dovuto essere ripreso il gioco. Inoltre, un calcio di punizione concesso all'interno della propria area di porta può essere battuto da un qualunque punto di tale area.
  7. ^ Decisioni Ufficiali FIGC ( Regolamento del Gioco del Calcio (PDF), FIGC, p. 19.). Questa norma viene tuttavia spesso disattesa, nonostante sia chiaramente indicata nel Regolamento.
  8. ^ Decisioni Ufficiali FIGC ( Regolamento del Gioco del Calcio (PDF), FIGC, p. 19.). Se il gioco dovesse essere interrotto per sanzionare il gesto con un'ammonizione, esso riprenderà con un calcio di punizione indiretto per la squadra avversaria nel punto in cui è stata commessa l'infrazione.
  9. ^ a b c Marco Mancini, Impraticabilità del terreno, su calciopro.com.
  10. ^ La neve ostacola la Coppa Italia, in la Repubblica, 11 febbraio 1986, p. 21.
  11. ^ Guido Guida, A Cagliari vince il vento, su gazzetta.it, 12 marzo 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio