International Football Association Board

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
International Football Association Board
Discipline Football pictogram.svg Calcio
Futsal pictogram.svg Calcio a 5
Football pictogram.svg Beach soccer
Fondazione 1886
Giurisdizione Mondiale
 

L'International Football Association Board (IFAB) è un organo internazionale (un'associazione di diritto svizzero), istituito a Londra nel 1886, che è composto di soli 8 membri, indipendente dalla Fifa (dal Gennaio 2014) e dalle quattro Federazioni britanniche che la compongono (inglese, scozzese, gallese e irlandese). L' IFAB ha il potere di stabilire qualsiasi modifica ed innovazione delle regole del gioco del calcio a livello internazionale e nazionale, vincolando alla loro osservanza tutte le federazioni, organizzazioni ed associazioni calcistiche, che svolgono il calcio a livello professionale e dilettantistico, escluso il solo livello amatoriale.

Soggetti tenuti ad applicare il regolamento dell'IFAB[modifica | modifica sorgente]

Gli otto membri che compongono L'IFAB detengono un potere unico ed assoluto sulle regole del calcio, applicate negli stadi e sui campi dei cinque continenti. Il testo unico del regolamento di giuoco del calcio dell'IFAB è vincolante per gli arbitri, gli assistenti dell'arbitro, i calciatori, i dirigenti, sia per il calcio maschile sia per il calcio femminile. Le regole calcistiche sono tassative in ogni nazione, e possono essere solo integrate a livello nazionale, senza essere modificate, relativamente alle gare fra calciatori di età inferiore ai 16 anni ed alle squadre femminili relativamente ad aspetti sottili, quali la dimensioni del terreno di gioco, la circonferenza e materiale del pallone, la dimensioni delle porte, la durata dei periodi di giuoco, le sostituzioni. Per quanto riguarda l'Italia nessun'altra modifica - tranne le suddette - può essere apportata dalla FIGC senza l'autorizzazione dell'IFAB[1]

L'origine dell'IFAB - 1882[modifica | modifica sorgente]

Il 6 dicembre 1882 si svolse a Manchester una conferenza convocata per concordare regole comuni per gli incontri internazionali tra le federazioni calcistiche inglese, scozzese, gallese e irlandese (allora parte del Regno Unito), all’epoca le uniche federazioni nazionali calcistiche esistenti. La conferenza istituì il primo torneo internazionale da giocarsi secondo tali regole, il Torneo Interbritannico (British Home Championship), che tra alti e bassi durò un secolo dal 1884 al 1984, e propose la costituzione di un organismo regolatore permanente: l'IFAB. La prima riunione dell'IFAB, composto da un rappresentante per ciascuna delle quattro associazioni fondatrici, si tenne il 2 giugno 1886 a Londra[2], presso gli uffici dell'associazione inglese.

Integrazione nella FIFA - 1904[modifica | modifica sorgente]

Quando, nel 1904, nacque a Parigi la Fédération Internationale de Football Association (FIFA), il nuovo organismo di governo del calcio mondiale decise di adottare, quale regolamento internazionale di gioco, quello stabilito diciotto anni prima dall’IFAB. Nove anni dopo, nel 1913, grazie alla crescente diffusione del gioco del calcio in tutto il mondo, membri della FIFA furono ammessi nell’IFAB.

Organizzazione dell'IFAB[modifica | modifica sorgente]

Composizione e membri dell'IFAB[modifica | modifica sorgente]

L’attuale sistema di voto adottato dall’IFAB fu deciso nel 1958: l’organismo è composto da otto membri, quattro nominati dalla FIFA e quattro designati dalle federazioni calcistiche del Regno Unito (federazioni di Scozia, Galles, Inghilterra ed Irlanda del Nord). Ciascun membro detiene un voto.

Riunioni[modifica | modifica sorgente]

L’IFAB si riunisce due volte all’anno, con due ordini del giorno separati:

  • La riunione annuale sul tema delle regole calcistiche è chiamata ufficialmente Incontro Generale Annuale (AGM, Annual General Meeting), ma nel linguaggio giornalistico si usa dire semplicemente General Meeting dell'IFAB. Essa è destinata all’esame di nuove regole e all’eventuale revisione delle vigenti; e si tiene di norma in febbraio o marzo, in tempo per le competizioni internazionali di metà anno. Nel 2010 L’IFAB è giunta al suo 124° General Meeting, tenuto a Zurigo nel mese di marzo.
  • una seconda riunione annuale, chiamata Incontro Finanziario Annuale (AFM, Annual Financial Meeting) è dedicata agli affari interni, e si svolge di regola in settembre od ottobre

Procedura per la modifica delle regole del calcio[modifica | modifica sorgente]

Le modifiche delle regole del calcio vengono decise nel corso dell'Incontro Generale Annuale. Fino a quattro settimane prima della data della riunione, le federazioni inviano le proposte di modifica al segretario della propria associazione apicale, che le trasmette alla FIFA, che a sua volta le rende note all’IFAB e alle altre associazioni, distribuendo il documento che riassume tutte le proposte.

Sistema di decisione[modifica | modifica sorgente]

Ogni modifica o integrazione alla disciplina calcistica deve essere approvata con i 3/4 dei consensi, quindi con 6 voti su 8. Essendo la composizione dell'IFAB di 8 membri, di cui 4 designati dalla FIFA e 4 dalle federazioni britanniche (uno in rappresentanza di ognuna di esse), nessuna decisione di modifica del regolamento calcistico può essere adottata senza il placet della FIFA e di almeno 2 federazioni britanniche.

Critiche al sistema di decisione[modifica | modifica sorgente]

Il sistema di votazione si presta molto alla critica, dal momento che la FIFA, pur essendo il massimo organismo internazionale per la gestione del gioco del calcio, non ha il potere di adottare alcuna modifica o innovazione alle regole, avendo bisogno del voto di almeno 2 delle 4 federazioni britanniche. L'IFAB è accusata di conservatorismo britannico, che non consente l'evoluzione delle regole del gioco a causa del veto che può essere interposto dalle federazioni britanniche, mentre importanti federazioni non hanno potere di voto e di decisione.

Cronistoria delle decisioni dell'IFAB[modifica | modifica sorgente]

In ragione del sistema di decisione, è molto difficile far passare modifiche alle regole del gioco. Le più significative sono state:

  • Nel 1926 la modifica della regola del fuorigioco, che portò da tre a due il numero minimo di avversari tra l’attaccante e la linea di porta per non essere considerato in posizione irregolare (tale modifica provocò un radicale cambio di tattica difensiva, dal Metodo al Sistema).
  • Nel 1966 l'introduzione delle sostituzioni, in numero massimo di due, dopo il Campionato mondiale di calcio 1966.
  • Nel 1992, a partire dalla stagione 1992-1993, l'introduzione del divieto per il portiere di raccogliere con le mani il pallone passatogli intenzionalmente con il piede da un compagno di squadra.
  • Nel 1993 la modifica del numero delle sostituzioni, fino a quel momento limitate a due, che furono portate a due più una per il portiere a partire dalla stagione 1993-1994.
  • Nel 1995 la modifica della regola per le sostituzioni, togliendo il vincolo che una delle tre fosse per il portiere.
  • 1998: i tackle da dietro sono puniti con il cartellino rosso.
  • Nell'estate del 2004 l'abolizione definitiva da tutti i regolamenti calcistici sia del Golden goal che del Silver goal, che erano stati introdotti rispettivamente nel 1996 e nel 2002, il primo dalla FIFA e il secondo dall'UEFA.

Decisioni recenti[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 2009 l'ordinario 123º Incontro Generale dell'IFAB, si è tenuto a Newcastle, nella contea nord-irlandese di Down. All'esame del consesso sono state portate la proposta formulata dalla Federazione Nordirlandese, relativa all'introduzione dell'espulsione temporanea, sul modello del rugby, il cosiddetto cartellino arancione. La proposta, insieme a tutte le altre presentate in quell'occasione, è stata bocciata[3].
  • Nel 2010 l'ordinario 124º Incontro Generale si è tenuto a Zurigo (sabato 6 marzo)[4]. Nel corso della riunione è stata approvata una nuova regola sul soccorso del giocatore infortunato da parte dei barellieri, che potranno entrare in campo solo previa autorizzazione dell'arbitro[5]. Sono state invece bocciate tutte le altre proposte: quella italiana delle telecamere in tribuna per stabilire se il pallone varca completamente la linea di porta; quella delle telecamere sui montanti della rete, pensata per lo stesso scopo; quella del pallone dotato di microchip integrato, per stabilire se abbia varcato una linea. Al termine della riunione, il segretario dell'IFAB Jerome Valcke ha dichiarato che le decisioni, prese a causa del veto di Nord Irlanda e Galles, sono state tali da "vietare l'ingresso della tecnologia sui campi di calcio"[5][6][7]
  • Il 17 e 18 maggio 2010 si è tenuto a Zurigo un Incontro Generale straordinario per discutere delle proposte dei giudici di porta e dei cinque arbitri, sperimentate nel corso della UEFA Europa League 2009-2010.[8]
  • Il 125º Incontro Generale ordinario si è tenuto il 5 marzo 2011 a Newport, in Galles[9][10]
  • Il 2 luglio 2012 si è tenuta a Kiev una riunione straordinaria dell'IFAB per decidere sulle tecnologie da adottare in caso di gol fantasma.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il regolamento del gioco del calcio
  2. ^ [1] IFAB Full Meeting Archive
  3. ^ Cartellino arancione e doppio arbitro, parola a Ifab e Fifa - Sport - Sky.it
  4. ^ http://www.ilfriuli.it/udineseblog/index.php?option=com_content&view=article&id=26614:calcio-ifab-domani-riunione-a-zurigo&catid=35:calcio-notizie
  5. ^ a b http://it.eurosport.yahoo.com/06032010/45/mondiali-2010-tecnologia-l-ifab-ribadisce.html
  6. ^ Ultime notizie sportive - La Gazzetta dello Sport
  7. ^ Prosegue l’esperimento sui cinque arbitri – UEFA.com
  8. ^ Fifa: "No alla tecnologia Più potere al quarto uomo" - Repubblica.it
  9. ^ Ifab, stop alle tecnologie Ma apre ai giudici di porta - Risultati e ultime notizie calcio e calciomercato - La Gazzetta dello Sport
  10. ^ La Fifa ha deciso: 5 arbitri a Euro 2012. Proseguono i test sui gol-fantasma - Il Sole 24 ORE
calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio