Area di rigore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Visuale dell'area di rigore.

In un campo da calcio l'area di rigore è una zona rettangolare, situata davanti a ciascuna porta: all'interno di essa, il portiere della squadra difendente può toccare e trattenere il pallone con le mani.

Se la squadra difendente commette un fallo passibile di un calcio di punizione diretto all'interno di questa, alla squadra avversaria viene assegnato un calcio di rigore.

È descritta dal punto 1 del regolamento.[1]

Descrizione e composizione[modifica | modifica wikitesto]

« A ciascuna estremità del terreno è delimitata "un'area di rigore" rispondente ai seguenti requisiti:
Due linee sono tracciate perpendicolarmente alla linea di porta, a 16,50 m dall'interno di ciascun palo.
Queste due linee hanno una lunghezza di 16,50 m verso l’interno del terreno di gioco e sono congiunte da una linea tracciata parallela alla linea di porta.
La superficie delimitata da queste linee e dalla linea di porta è denominata area di rigore.
All’interno di ciascuna area di rigore, a 11 m dalla linea di porta ed equidistante dai pali, è segnato il punto del calcio di rigore. Con centro in tale punto deve essere tracciato all'esterno dell’area di rigore un arco di circonferenza di 9,15 m di raggio. »
(Dal sito dell'AIA.[2])

Ogni fallo di gioco che sia punito dal regolamento con un calcio di punizione diretto, se commesso all'interno della propria area di rigore, comporta un calcio di rigore contro la squadra che ha commesso il fallo. Anche se molto spesso gli arbitri tendono a non concedere tale penalità per i falli meno gravi, in area di rigore possono essere assegnati anche calci di punizione indiretti; in tal caso, se si calciasse direttamente in porta, e si segnasse, il gol non sarebbe valido, e il gioco riprenderebbe con un calcio di rinvio per la squadra avversaria.

In caso di calcio di rinvio o di calcio di punizione a favore dei difendenti in area, il pallone è considerato in gioco solo nel momento in cui esce direttamente dall'area di rigore verso il terreno di gioco. Se, in questi due casi, il pallone viene toccato da un altro calciatore prima che sia uscito dall'area di rigore, o se esce dal terreno di gioco senza essere prima uscito dall'area di rigore (es. finendo nella porta di chi ha eseguito la ripresa di gioco), il calcio di rinvio o il calcio di punizione dovranno essere ripetuti.

L'introduzione dell'attuale area di rigore risale al 1901, mentre in precedenza esisteva un'area tracciata mediante una linea completamente retta a 12 iarde dal fondo campo. Dopo la modifica del regolamento, tale distanza fu comunque mantenuta per segnare il dischetto del rigore, tirandosi prima l'estrema punizione appunto dalla linea dell'area. Il nuovo regolamento fu introdotto in Italia nel 1904, in occasione dell'ingresso della FIF nella FIFA.

Area di porta[modifica | modifica wikitesto]

L'area di porta è un'ulteriore area, tracciata sul terreno di gioco, all'interno di ciascuna area di rigore.

« Due linee sono tracciate perpendicolarmente alla linea di porta, a 5,50 m dall’interno di ciascun palo. Queste due linee hanno una lunghezza di 5,50 m verso l’interno del terreno di gioco e sono congiunte da una linea parallela alla linea di porta. La superficie delimitata da queste linee e dalla linea di porta è denominata area di porta. »
(Dal sito dell'AIA.[3])

Chiamata anche area piccola, è la zona in cui si deve posizionare il pallone per effettuare il calcio di rinvio, tenendo conto che, indipendentemente dal punto della linea di porta da cui il pallone sia uscito, lo stesso può essere posizionato in qualsiasi punto dell'area di porta. In caso di calcio di punizione indiretto a favore della squadra attaccante (se il fallo è stato commesso all'interno dell'area di porta), o in caso di rimessa da parte dell'arbitro (qualora il pallone si trovasse all'interno dell'area di porta, al momento dell'interruzione del gioco), il pallone dovrà essere spostato perpendicolarmente sulla linea dell'area di porta parallela alla linea di porta nel punto più vicino al punto in cui è avvenuta l'infrazione (nel caso del calcio di punizione) o in cui si trovava il pallone (nel caso di rimessa da parte dell'arbitro). Infine, similmente a quanto avviene per il calcio di rinvio, un calcio di punizione accordato all'interno della propria area di porta può essere eseguito da un qualsiasi punto di tale area.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio