Società Sportiva Calcio Palermo 1980-1981

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
S.S.C. Palermo
Palermo 1980-1981.jpg
Stagione 1980-1981
AllenatoreItalia Fernando Veneranda, poi
Italia Vincenzo Urbani, poi
Italia Carmelo Di Bella
PresidenteItalia Gaspare Gambino
Serie B14º posto
Coppa ItaliaPrima fase
Maggiori presenzeCampionato: Vailati (36)
Miglior marcatoreCampionato: Calloni (11)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Calcio Palermo nelle competizioni ufficiali della stagione 1980-1981.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

All'ottavo anno consecutivo in Serie B, il Palermo ottiene una sofferta salvezza (di un solo punto) a causa dei 5 punti di penalizzazione rimediati in seguito al coinvolgimento della società nello scandalo Totonero. Il giocatore coinvolto fu il centrocampista Guido Magherini, squalificato per 3 anni e mezzo (colpevole nella gara giocata con il Taranto, anch'esso penalizzato e quindi coinvolto nello scandalo).

In Coppa Italia la squadra viene eliminata nella prima fase, nonostante le vittorie di prestigio a Milano contro l'Inter (2-1), in casa contro il Milan (1-0) e al Cibali contro il Catania (3-2), non riuscendosi a qualificare per differenza reti sfavorevole nei confronti dell'Avellino, con il quale il Palermo perse l'unica partita del girone nella prima giornata (1-0).

Nel marzo del 1981 l'allenatore della prima squadra del Palermo Fernando Veneranda viene esonerato: si pensa di sostituirlo con Zdeněk Zeman, all'epoca allenatore delle giovanili rosanero, ma quest'ultimo non può prendere il suo posto in panchina, poiché qualche giorno prima era stato squalificato per aver alzato la voce durante una partita della Primavera; in panchina, in occasione della partita vinta per 3-1 sul Milan nella 29ª giornata di campionato, ci va così Erminio Favalli, ma questa gara era stata comunque preparata tatticamente proprio da Zeman. Favalli, però, rifiutò successivamente il ruolo effettivo che gli era stato offerto, in collaborazione con Zeman.[1][2]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Presidente: Renzo Barbera

N. Ruolo Giocatore
Italia P Lorenzo Frison
Italia P Cesidio Oddi
Italia P Angelo Conticelli
Italia D Paolo Ammoniaci
Italia D Fausto Silipo
Italia D Mauro Di Cicco
Italia D Violante Silvio Iozzia
Italia D Giuseppe Volpecina
Italia D Luigino Pasciullo
Italia D Giorgio Taormina
Italia C Rosolo Vailati
N. Ruolo Giocatore
Italia C Massimo De Stefanis
Italia C Claudio Bencina
Italia C Pasqualino Borsellino
Italia C Gian Piero Gasperini
Italia C Giuseppe Romano
Italia A Antonio Lopez
Italia A Giampaolo Montesano
Italia A Egidio Calloni
Italia A Vincenzo Lamia Caputo
Italia A Francesco La Rosa
Italia A Andrea Conte
Allenatore
Italia Fernando Veneranda
Italia Vincenzo Urbani
Italia Carmelo Di Bella

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1980-1981.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

14 settembre 1980
1ª giornata
Lazio1 – 1Palermo

21 settembre 1980
2ª giornata
Palermo1 – 1Atalanta

28 settembre 1980
3ª giornata
Foggia1 – 1Palermo

5 ottobre 1980
4ª giornata
SPAL1 – 1Palermo

12 ottobre 1980
5ª giornata
Palermo1 – 1Bari

19 ottobre 1980
6ª giornata
Cesena3 – 0Palermo

26 ottobre 1980
7ª giornata
Palermo0 – 0Genoa

22 settembre 1980
8ª giornata
Milan0 – 0Palermo

9 novembre 1980
9ª giornata
Palermo0 – 1Pisa

16 novembre 1980
10ª giornata
Pescara0 – 0Palermo

23 novembre 1980
11ª giornata
Palermo2 – 1Varese

30 novembre 1980
12ª giornata
Monza1 – 1Palermo

7 dicembre 1980
13ª giornata
Palermo2 – 0L.R. Vicenza

14 dicembre 1980
14ª giornata
Palermo2 – 1Taranto

Catania
21 dicembre 1980
15ª giornata
Catania3 – 3PalermoStadio Cibali
Arbitro:  Paparesta (Bari)

4 gennaio 1981
16ª giornata
Palermo1 – 1Sampdoria

11 gennaio 1981
17ª giornata
Verona1 – 1Palermo

18 gennaio 1981
18ª giornata
Palermo1 – 0Rimini

25 gennaio 1981
19ª giornata
Lecce1 – 0Palermo

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

8 febbraio 1981
20ª giornata
Palermo0 – 2Lazio

15 febbraio 1981
21ª giornata
Atalanta1 – 1Palermo

22 febbraio 1981
22ª giornata
Palermo1 – 1Foggia

1º marzo 1981
23ª giornata
Palermo0 – 1SPAL

8 marzo 1981
24ª giornata
Bari2 – 0Palermo

15 marzo 1981
25ª giornata
Palermo1 – 0Cesena

22 marzo 1981
26ª giornata
Genoa2 – 0Palermo

29 marzo 1981
27ª giornata
Palermo3 – 1Milan

5 aprile 1981
28ª giornata
Pisa1 – 1Palermo

12 aprile 1981
29ª giornata
Palermo0 – 0Pescara

18 aprile 1981
30ª giornata
Varese1 – 0Palermo

26 aprile 1981
31ª giornata
Palermo2 – 0Monza

10 maggio 1981
32ª giornata
L.R. Vicenza0 – 0Palermo

17 maggio 1981
33ª giornata
Taranto1 – 1Palermo

Palermo
24 maggio 1981
34ª giornata
Palermo2 – 0CataniaStadio La Favorita
Arbitro:  Prati (Parma)

31 maggio 1981
35ª giornata
Sampdoria1 – 1Palermo

7 giugno 1981
36ª giornata
Palermo3 – 0Verona

14 giugno 1981
37ª giornata
Rimini1 – 1Palermo

21 giugno 1981
38ª giornata
Palermo0 – 0Lecce

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1980-1981.
1980, ore
Prima fase - 1ª giornata
riposa – Palermo

Palermo 1980, ore
Prima fase - 2ª giornata
Palermo0 – 1Avellino

Milano
31 agosto 1980, ore
Prima fase - 3ª giornata
Inter1 – 2
referto
Palermo

Palermo , ore
Prima fase - 4ª giornata
Palermo1 – 0Milan

Catania , ore
Prima fase - 5ª giornata
Catania2 – 3Palermo

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale 1980-1981 Pt G V N P GF GS
14. Palermo[3] 34 38 9 21 8 35 33
Girone 2 Pt G V N P GF GS
1. Palermo 6 4 3 0 1 6 4

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Tra parentesi le presenze e le eventuali reti segnate

  • Ammoniaci (35, 1)
  • Bencina (31, 2)
  • Borsellino (28, 1)
  • Calloni (28, 11)
  • Conte (22)
  • De Stefanis (35, 5)
  • Di Cicco (34)
  • Frison (22, -17)
  • Gasperini (23, 4)
  • Iozzia (18)
  • Lamia Caputo (23, 1)
  • La Rosa (4)
  • Lopez (33, 2)
  • Montesano (30, 3)
  • Oddi (17, -16)
  • Pasciullo (15)
  • Silipo (33, 3)
  • Vailati (36, 2)
  • Volpecina (21)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ZEMAN, il "palermitano" che allena la Roma. Dalla Bacigalupo al Palermo. E Mondello, la moglie...[collegamento interrotto] Manierosanero.it
  2. ^ Favalli, la bandiera Ballor.net
  3. ^ Cinque punti di penalizzazione per coinvolgimento nello scandalo del Totonero.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]