Unione Sportiva Città di Palermo 2010-2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
U.S. Città di Palermo
Palermo FC 2010.jpg
Il Palermo in Europa League contro il CSKA Mosca
Stagione 2010-2011
AllenatoreItalia Delio Rossi, poi
Italia Serse Cosmi, poi
Italia Delio Rossi
All. in secondaItalia Fedele Limone, poi
Italia Mario Palazzi, poi
Italia Fedele Limone
PresidenteItalia Maurizio Zamparini
Serie A8º posto
Coppa ItaliaFinale (in Europa League)
Europa LeagueFase a gironi
Maggiori presenzeCampionato: Nocerino (38)
Totale: Nocerino (49)
Miglior marcatoreCampionato: Pastore (11)
Totale: Pastore (13)
StadioRenzo Barbera
Abbonati16.906
Maggior numero di spettatori33.414 vs Milan
(10 maggio 2011, semifinale di ritorno di Coppa Italia)
Minor numero di spettatori19.808 vs Bari
(7 maggio 2011, 36ª giornata di campionato)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Unione Sportiva Città di Palermo nelle competizioni ufficiali della stagione 2010-2011.

In quest'annata la squadra gioca il campionato di Serie A per il settimo anno consecutivo stabilendo uno storico record, e torna a disputare le coppe europee, nella fattispecie l'Europa League, dopo tre anni di assenza dall'ultima apparizione in campo internazionale. Si appresta a disputare queste competizioni con la rosa più giovane dell'intera Serie A (con una media anni di 24,2)[1] e con la seconda altezza media (183,6 centimetri).[2] È la seconda squadra d'Europa, dopo i francesi del Rennes, a utilizzare per più minuti giocatori nati dopo il 1º gennaio 1989.[3][4]

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Per questa stagione Delio Rossi viene confermato allenatore. Due sono le innovazioni: il 3 giugno 2010 viene presentata la fidelity card "Goal Member",[5] tessera del tifoso obbligatoria per tutte le società a partire da questa annata, e nella stessa giornata l'amministratore delegato Rinaldo Sagramola annuncia l'avvio del canale tematico "Palermo Channel"[6] sulla piattaforma digitale terrestre dahlia TV.[7]

Il raduno per preparare la nuova stagione è stato il 7 luglio 2010,[8] mentre la prima parte del ritiro ha avuto inizio a partire dal 12 luglio, ancora a Bad Kleinkirchheim,[9] fino al 23 luglio.[10] In questa prima fase sono state giocate tre amichevoli con squadre dilettantistiche austriache, in cui ha spiccato Abel Hernández con 13 reti complessive, seguito dai neo acquisti Massimo Maccarone e Pajtim Kasami, rispettivamente con 7 e 5 realizzazioni.[11]

La seconda parte del ritiro, effettuato a Sankt Veit an der Glan, è terminato il 6 agosto,[12] mentre il 9 agosto c'è stato il primo allenamento al Barbera, di fronte dodicimila tifosi.[13][14]

Il 12 agosto, in occasione della presentazione della squadra, viene allestito un triangolare con il Napoli e la spagnola Valencia Club de Fútbol di fronte a 16.088 spettatori paganti nell'ambito del "Trofeo Assemblea Regionale Siciliana". La compagine rosanero ha vinto entrambe le partite da 45' aggiudicandosi il trofeo: la prima contro i partenopei (1-0, rete di Maccarone) e la seconda contro gli spagnoli (1-0, gol di Pinilla).[15][16] La pre-stagione si chiude con Hernández autore di 19 reti.

Biglietto della partita Inter-Palermo del 29 maggio 2011, valevole per la finale di Coppa Italia.

La stagione agonistica si apre ufficialmente con l'andata degli spareggi di Europa League contro gli sloveni del Maribor, battuti per 3-0 in un Renzo Barbera che ha fatto registrare il record di presenze per una competizione europea; le reti sono state segnate da Maccarone (all'esordio, su calcio di rigore), da Hernández e da Pastore. Nella partita di ritorno il Palermo perde 3-2 ma si qualifica alla fase a gironi dell'Europa League; protagonista dell'incontro è stato Hernández autore di una doppietta. Nelle due partite hanno esordito in maglia rosanero i nuovi acquisti Pajtim Kasami, Ezequiel Muñoz, Nicola Rigoni, Kamil Glik e Mauricio Pinilla.

Il campionato si apre con il pareggio a reti bianche in casa contro il Cagliari. Poi, dopo la prima sosta per la Nazionale, Brescia e Palermo sono i protagonisti del nuovo format della stagione 2010-2011, ovvero la partita della domenica alle ore 12:30, che ha comportato degli accorgimenti soprattutto dal punto di vista alimentare:[17] la gara, che ha visto esordire gli sloveni Armin Bačinovič e Josip Iličič, finisce con la vittoria delle rondinelle per 3-2 ed è stata la prima di Delio Rossi con il modulo 4-3-2-1 (almeno all'inizio).

Il 15 settembre si chiude la campagna abbonamenti: le tessere sottoscritte sono state 16.737, 367 in più della stagione precedente.[18] Il giorno seguente la squadra esordisce nel girone di Europa League, venendo battuta per 3-2 in casa dello Sparta Praga; in tale partita esordiscono in rosanero Matteo Darmian e João Pedro.

La terza partita dopo la sosta per la Nazionale è quella casalinga persa contro l'Inter (campione in carica) per 2-1; tali risultati negativi, precisamente come nella stagione precedente allo stesso periodo dell'anno, si sono ottenuti anche a causa di errori arbitrali puntualmente denunciati dalla società al termine della partita contro i milanesi del 19 settembre;[19] in particolare, la sconfitta casalinga non si verificava da 29 giornate, dove il Palermo aveva ottenuto 21 vittorie e 8 pareggi.[20] Con un punto in tre partite si è trattato anche del peggior inizio di campionato di Serie A dell'era-Zamparini. Poi è arrivata la vittoria in trasferta (la prima del campionato) contro la Juventus (3-1), battuta a domicilio per il terzo anno consecutivo: con questa vittoria, il Palermo fa registrare il record della prima squadra a vincere nel campionato italiano per tre volte consecutive in casa di un avversario.[21] Seguono il pareggio casalingo per 2-2 contro il Lecce arrivato in rimonta e la seconda giornata dei gironi di Europa League contro gli svizzeri del Losanna battuti per 1-0 ottenendo così i primi tre punti della competizione; in questa partita hanno esordito in rosanero Francesco Benussi e Santiago García, mentre Fabrizio Miccoli - al rientro dall'infortunio - ha fatto il debutto stagionale.

A seguito della vittoria per 2-1 in trasferta contro la Fiorentina, dove è stato concesso un dubbio calcio di rigore ai padroni di casa,[22][23][24] il Presidente Zamparini ha scritto una lettera aperta tramite il Corriere dello Sport - Stadio a Marcello Nicchi, Presidente dell'Associazione Italiana Arbitri, in cui denuncia i troppi errori arbitrali che la squadra rosanero ha a suo avviso subito.[25]

La stagione prosegue con la vittoria casalinga per 4-1 sul Bologna e con tre sconfitte consecutive contro i russi del CSKA Mosca (3-0) in Europa League e contro Udinese (2-1) e Lazio (1-0, in quel momento capolista in campionato).

Il 1º novembre 2010 Walter Sabatini si dimette dalla carica di direttore sportivo del Palermo per motivi personali.[26]

Dopo la quarta sconfitta consecutiva, nel ritorno contro il CSKA Mosca per 3-1, la squadra torna alla vittoria nella decima giornata di campionato, battendo il Genoa per 1-0. Il campionato continua con la sconfitta contro il Milan per 3-1 e la vittoria nel derby contro il Catania con lo stesso risultato (tripletta di Pastore). A tale vittoria ne seguiranno altre due in trasferta contro il neopromosso Cesena (2-1) e in casa contro la Roma (3-1 ancora il risultato).

Il 2 dicembre si gioca la partita decisiva per la qualificazione alla fase successiva dell'Europa League contro lo Sparta Praga: il Palermo deve necessariamente vincere per poi sperare nella qualificazione all'ultima giornata, ma la partita finisce in pareggio (2-2) e la squadra viene eliminata con una giornata d'anticipo. In campionato segue una sconfitta (1-0) arrivata al 95' nel posticipo del lunedì (il primo del palermo in questo campionato) in casa del Napoli; alla fine dello stesso si assiste a un'altra denuncia di torti arbitrali da parte del club.[27] Nella giornata successiva il Palermo si riscatta battendo il Parma per 3-1 in quella che è stata la prima vittoria in rimonta della stagione.[28]

Fabrizio Miccoli con la fascia di capitano, appena prima del fischio d'inizio della trasferta disputata dai siciliani contro i Russi del CSKA Mosca nell'ambito della UEFA Europa League 2010-2011.

L'anno solare 2010 si chiude con il pareggio in trasferta per 1-1 contro il Bari, mentre il 2011 si apre con la partita contro la Sampdoria (vittoria per 3-0) per la terza volta negli ultimi quattro campionati. Il girone di andata ha termine col pareggio a reti bianche in trasferta contro il Chievo Verona, mentre quello di ritorno inizia con la sconfitta per 3-1 ancora in trasferta contro il Cagliari, in cui la squadra subisce altri torti arbitrali[29] che hanno spinto il Senatore Carlo Vizzini a fare un'interpellanza parlamentare in merito.[30] Nel mezzo a queste due partite si è giocato l'ottavo di Coppa Italia ancora contro il Chievo, in cui la squadra ha vinto 1-0 con un calcio di rigore, mentre in campionato il Palermo è rimasta l'unica squadra della Serie A senza rigori a favore.[31]

Seguono il ritorno alla vittoria in campionato, per 1-0 sul Brescia, e la vittoria ai quarti di finale di Coppa Italia contro il Parma ai tiri di rigore, decisi dall'esordiente Daniel Jara Martínez. Successivamente la squadra perde per 3-2 contro i campioni in carica dell'Inter (dopo il primo tempo concluso sul 2-0, partita nella quale è stato concesso il primo rigore in campionato) e quindi, vincendo per 2-1 in casa contro la Juventus, eguaglia il record di vittorie casalinghe consecutive in massima serie, 7, stabilito nella stagione precedente. Successivamente la squadra vince in trasferta per 4-2 contro il Lecce: erano quattro anni che il Palermo non riusciva a segnare quattro reti fuori casa.[32] Nella seguente sfida casalinga i rosanero perdono per 4-2 contro la Fiorentina non riuscendo a migliorare il record. A questa sconfitta ne segue una al 90' in trasferta contro il Bologna e un'altra in casa contro l'Udinese che vince 7-0: in questa maniera il Palermo stabilisce il proprio record di sconfitta interna con più gol di scarto. All'indomani di ciò, Delio Rossi viene esonerato[33] e al suo posto viene ingaggiato Serse Cosmi.[34] L'esordio sulla panchina di Cosmi coincide con la quarta sconfitta consecutiva della squadra: 2-0 in trasferta contro la Lazio. La giornata successiva conferma la crisi del Palermo, che perde 1-0 sul campo del Genoa e inanella così la quinta sconfitta consecutiva. La striscia di risultati negativi si interrompe alla 30ª giornata, in quanto la squadra batte il Milan capolista per 1-0. Ritornati dalla sosta per le Nazionali durante la quale il Palermo ha visto undici suoi giocatori impegnati,[35] la squadra perde per 4-0 il derby contro il Catania della 31ª giornata. In seguito a ciò, Cosmi viene esonerato dopo quattro partite, sostituito dal richiamato Rossi.[36] Il secondo debutto di Rossi sulla panchina del Palermo coincide con il pareggio casalingo per 2-2 contro il Cesena. Segue la vittoria esterna contro la Roma per 3-2.

Quattro giorni dopo il Palermo sfida il Milan a San Siro per la semifinale d'andata di Coppa Italia che termina 2-2. In campionato la squadra prosegue il cammino vincendo 2-1 sia contro il Napoli che contro il Bari al Barbera, inframezzati dalla sconfitta per 3-1 in trasferta contro il Parma. Il 10 maggio il Palermo ottiene la qualificazione alla finale di Coppa Italia, la terza della sua storia dopo le sconfitte nel 1974 e 1979, battendo nella semifinale di ritorno il Milan da tre giorni Campione d'Italia in un Renzo Barbera esaurito in ogni ordine di posto (33.414 spettatori, record stagionale).[37][38] In virtù del fatto che l'altra finalista è l'Inter già matematicamente certa di partecipare alle prossime coppe europee, la squadra rosanero ottiene la qualificazione all'Europa League. Il campionato si chiude con la vittoria in trasferta per 2-1 contro la Sampdoria e la sconfitta casalinga per 3-1 contro il Chievo Verona.

La stagione si chiude quindi il 29 maggio, data in cui il Palermo sfida all'Olimpico di Roma l'Inter, perdendo per 3-1 quella che è stata la terza finale della sua storia. In virtù di ciò, la squadra disputerà l'ultimo dei turni preliminari di Europa League in programma a fine luglio.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico è Legea, al primo anno dopo la separazione dalla Lotto.[39] Lo sponsor ufficiale è stato, come nella parte finale della stagione precedente, Gruppo Eurobet, con accordo rinnovato in data 7 giugno 2010;[40][41] la sponsorizzazione è valida solo per il campionato.

A partire dalla partita del 28 novembre 2010, Palermo-Roma, il logo di Banca Nuova è anche sulle magliette della squadra oltre che nel back drop delle interviste, nella piramide di centrocampo e nel rotor bordo-campo.[42]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva[43]

  • Presidente: Maurizio Zamparini
  • Vice Presidente: Guglielmo Micciché
  • Amministratore delegato: Rinaldo Sagramola
  • Direttore amministrativo: Daniela De Angeli
  • Direttore gestione: Giuseppe Del Bianco

Area organizzativa

  • Segretario generale: Roberto Felicori
  • Segretario organizzativo: Salvatore Francoforte

Area comunicazione

  • Ufficio stampa: Andrea Siracusa, Silvana Polizzi Sabino
  • Relazioni esterne: Laura Maria Anchisi
    • poi, Responsabile: Fabio Russomando

Area marketing

  • Area marketing: Mauro Bellante

Area tecnica[44]

  • Direttore sportivo: nessuno dopo le dimissioni di Walter Sabatini
  • Assistenti d.s.: Luca Cattani, Frederic Massara, Dario Rossi
  • Team Manager: Giovanni Tedesco
  • Responsabile settore giovanile: Rosario Argento
  • Allenatore: Delio Rossi, dal 28 febbraio 2011 Serse Cosmi, dal 23 aprile 2011 Delio Rossi
  • Allenatore in seconda: Fedele Limone, dal 28 febbraio 2011 Mario Palazzi, dal 23 aprile 2011 Fedele Limone
  • Preparatore atletico: Valter Vio, dal 28 febbraio 2011 Francesco Bulletti, dal 23 aprile 2011 Valter Vio
  • Preparatori recupero infortunati: Francesco Chinnici
  • Preparatore dei portieri: Mario Paradisi

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario: Prof. Adelfio Elio Cardinale
  • Medico sociale: Dott. Roberto Matracia
  • Medici: Dott. Giuliano Poser, Prof. Diego Picciotto, Dott. Giuseppe Puleo
  • Fisioterapisti: Ivone Michelini, Anton Roy Fernandez

Rosa[45][modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
3 Romania D Dorin Goian
4 Svizzera C Pajtim Kasami
5 Italia D Cesare Bovo
6 Argentina D Ezequiel Muñoz
7 Brasile C João Pedro[46]
8 Italia C Giulio Migliaccio
9 Uruguay A Abel Hernández
10 Italia A Fabrizio Miccoli (capitano)
11 Italia C Fabio Liverani
12 Italia P Giacomo Brichetto
15 Italia D Paolo Hernán Dellafiore[47]
16 Italia D Mattia Cassani (vice-capitano)
20 Croazia A Igor Budan[47]
21 Slovenia C Armin Bačinovič
22 Italia A Michele Paolucci[48]
23 Italia C Antonio Nocerino
24 Italia C Nicola Rigoni[46]
25 Polonia D Kamil Glik[46]
27 Argentina C Javier Pastore
29 Argentina D Santiago García
N. Ruolo Giocatore
32 Italia A Massimo Maccarone[46]
36 Italia D Matteo Darmian
42 Italia D Federico Balzaretti
46 Italia P Salvatore Sirigu
51 Cile A Mauricio Pinilla
55 Italia D Daniel Cappelletti[47]
66 Slovenia D Siniša Anđelković[48]
72 Slovenia C Josip Iličič
77 Slovenia C Jasmin Kurtić[48]
80 Italia D Moris Carrozzieri
90 Paraguay A Daniel Jara Martínez
91 Italia D Andrea Adamo[47]
92 Italia C Francesco Ardizzone[49]
94 Ghana C Afriyie Acquah
95 Italia D Giuseppe Prestia[49]
98 Italia A Gabriele Zerbo[49]
99 Italia P Francesco Benussi
Brasile P Rubinho[47]
Romania D Cristian Melinte
Italia C Maurizio Ciaramitaro[50]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)[modifica | modifica wikitesto]

In questa sessione di mercato la società ha incassato 30,5 milioni di euro dalle cessioni spendendone 29,5, chiudendo quindi il bilancio relativo alla compravendita con un milione di euro all'attivo.[51]

La maggior parte degli introiti è arrivata tramite le cessioni di Simon Kjær al Wolfsburg e di Edinson Cavani al Napoli, mentre Giovanni Tedesco ha lasciato l'attività, Fábio Simplício e Mark Bresciano si sono svincolati, e Manuele Blasi, Marco Calderoni, Ondřej Čelůstka e Levan Mch'edlidze sono rientrati per fine prestito alle squadre detentrici del cartellino.

La maggior parte del mercato in entrata è stato concluso prima e durante il ritiro estivo, soprattutto con l'arrivo di giovani calciatori. Sono arrivati a Palermo i difensori Kamil Glik (Piast Gliwice), Ezequiel Muñoz (Boca Juniors), Santiago García (Rosario Central) e Matteo Darmian (Padova, via Milan), i centrocampisti Pajtim Kasami (Bellinzona) e Nicola Rigoni (Vicenza) e gli attaccanti più esperti Massimo Maccarone (Siena) e Mauricio Pinilla (Grosseto).

A mercato quasi concluso sono arrivati gli sloveni Armin Bačinovič e Josip Iličič dal Maribor (affrontati in Europa League), e sono partiti Paolo Hernán Dellafiore (destinazione Parma) e Nicolás Bertolo (Rael Saragozza), mentre negli ultimi minuti del calciomercato è stato acquistato il diciottenne João Pedro dall'Atlético Mineiro e sono stati piazzati Rubinho al Torino e Igor Budan al Cesena, non ultimando le cessioni dei rientranti Maurizio Ciaramitaro e Cristian Melinte, che sono quindi rimasti in rosa.

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Francesco Benussi Lecce definitivo
P Giacomo Brichetto Novara definitivo
P Giuseppe Ingrassia Verona rientro prestito
P Rubinho Livorno rientro prestito
P Samir Ujkani Novara rientro prestito
D Alberto Cossentino Novara rientro prestito
D Matteo Darmian Milan compartecipazione
D Paolo Hernán Dellafiore Parma rientro prestito
D Santiago García Rosario Central definitivo (1 milioni €)
D Kamil Glik Piast Gliwice definitivo
D Nicola Maniero Padova prestito[52]
D Cristian Melinte Piacenza rientro prestito
D Ezequiel Muñoz Boca Jrs. definitivo (4,6 milioni €)
D Andrea Raggi Bologna rientro prestito
D Samuele Romeo Lumezzane rientro prestito
D Emanuele Terranova Lecce rientro prestito
D Socrates Tsoukalas Peristeri definitivo
C Armin Bačinovič Maribor definitivo (0,8 milioni €)
C Maurizio Ciaramitaro Bellinzona rientro prestito
C Daniele Conti Arezzo rientro prestito
C Roberto Guana Bologna rientro prestito
C Josip Iličič Maribor definitivo (2,2 milioni €)
C João Pedro Atlético Mineiro definitico (5 milioni €)
C Pajtim Kasami Bellinzona definitivo
C Giuseppe Polito Südtirol riscatto compartecipazione
C Nicola Rigoni Vicenza rientro prestito
C Salvatore Temperino Rimini rientro prestito
C Francesco Mirko Velardi Foggia riscatto compartecipazione
A Edgar Çani Piacenza rientro prestito
A Paolo Carbonaro Giulianova rientro prestito
A Davis Curiale Cittadella rientro prestito
A Daniel Jara Martínez Nacional definitivo
A Massimo Maccarone Siena definitivo (4,5 milioni €)
A Umberto Nappello Potenza definitivo
A Gianluca Palmiteri Celano rientro prestito
A Mauricio Pinilla Grosseto definitivo (3 milioni €)
A Davide Succi Bologna rientro prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Francesco Benussi Lecce fine prestito
P Giacomo Brichetto Novara fine prestito
P Andrea Caroppo Brescia fine prestito
P Giuseppe Ingrassia Pergocrema prestito
P Rubinho Torino prestito[52]
P Samir Ujkani Novara prestito
D Andrea Adamo Reggiana prestito
D Marco Calderoni Piacenza fine prestito
D Daniel Cappelletti Padova prestito[52]
D Ondřej Čelůstka Slavia Praga fine prestito
D Alberto Cossentino Novara compartecipazione
D Paolo Hernán Dellafiore Parma prestito[52]
D Simon Kjær Wolfsburg definitivo (12,5 milioni €)
D Antonio Mazzotta Lecce riscatto compartecipazione (0,35 milioni €)[53][54]
D Michel Morganella Novara prestito (0 milioni €)
D Eros Pellegrini Pavia prestito
D Marco Pergolizzi Sambenedettese
D Andrea Raggi Bari prestito[52]
D Samuele Romeo Alessandria prestito
D Adriano Siragusa Juve Stabia prestito[55]
D Emanuele Terranova Frosinone[56] prestito[52]
C Nicolás Bertolo Real Saragozza prestito[57]
C Mark Bresciano - svincolato
C Manuele Blasi Napoli fine prestito
C Daniele Conti Südtirol prestito[56][58]
C Gianmarco Corsino Pro Belvedere prestito
C Guido Davì Juve Stabia prestito[55]
C Roberto Guana Chievo prestito[59]
C Karim Laribi Foggia prestito
C Francesco Pitarresi Juve Stabia prestito[55]
C Giuseppe Polito Pomezia prestito
C Fábio Simplício - svincolato
C Salvatore Temperino Canavese prestito
C Francesco Mirko Velardi Modena prestito[60]
A Igor Budan Cesena prestito
A Edgar Çani Modena prestito[52]
A Paolo Carbonaro Barletta prestito
A Edinson Cavani Napoli prestito (5 milioni €)[61]
A Davis Curiale Crotone prestito (0 milioni €)[56][62]
A Marco Giovio Grosseto compartecipazione
A Jerry Mbakogu Padova fine prestito[63]
A Levan Mch'edlidze Empoli fine prestito
A Gianluca Palmiteri Celano prestito
A Davide Succi Padova prestito[52]

Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)[modifica | modifica wikitesto]

In inverno la società ha acquistato due nuovi sloveni, Siniša Anđelković e Jasmin Kurtić, a dicembre,[64] formalizzando l'acquisto all'apertura ufficiale del mercato il 3 gennaio.[65] Rientra dal prestito Paolo Carbonaro che viene girato in prestito al Gela in Lega Pro.[66] A fine mercato vengono ufficializzati gli acquisti di Pablo Andrés González che rimarra al Novara fino a fine stagione[67] e Michele Paolucci.[68]

Sul fronte cessioni, oltre al prestito di Carbonaro vanno in prestito il polacco Kamil Glik al Bari,[69] Nicola Rigoni al Vicenza[70] e João Pedro al Vitória Guimaraes in Portogallo.[71] Maurizio Ciaramitaro trova un accordo di risoluzione contrattuale consensuale con la squadra e va a Modena, mentre Massimo Maccarone viene acquistato dalla Sampdoria per 3 milioni di euro.[72]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Siniša Anđelković Maribor definitivo
D Rosario Costantino Monopoli rientro prestito
C Jasmin Kurtić Gorica definitivo
A Paolo Carbonaro Barletta fine prestito
A Pablo Andrés González Novara definitivo (5 milioni €)[73]
A Michele Paolucci Siena prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Rosario Costantino Isola Liri prestito
D Kamil Glik Bari prestito
C Maurizio Ciaramitaro - risoluzione
C João Pedro Vitória Guimarães prestito
C Nicola Rigoni Vicenza prestito
A Paolo Carbonaro Gela prestito
A Pablo Andrés González Novara prestito
A Massimo Maccarone Sampdoria definitivo (3 milioni €)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[74][modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2010-2011.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Palermo
29 agosto 2010, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Palermo 0 – 0
referto
Cagliari Stadio Renzo Barbera (28.612 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Brescia
12 settembre 2010, ore 12:30 CEST
2ª giornata
Brescia 3 – 2
referto
Palermo Stadio Mario Rigamonti (15.000 ca. spett.)
Arbitro Tagliavento (Terni)

Palermo
19 settembre 2010, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Palermo 1 – 2
referto
Inter Stadio Renzo Barbera (27.291 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Torino
23 settembre 2010, ore 20:45 CEST
4ª giornata
Juventus 1 – 3
referto
Palermo Stadio Olimpico (20.607 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Palermo
26 settembre 2010, ore 15:00 CEST
5ª giornata
Palermo 2 – 2
referto
Lecce Stadio Renzo Barbera (22.378 spett.)
Arbitro Bergonzi (Genova)

Firenze
3 ottobre 2010, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Fiorentina 1 – 2
referto
Palermo Stadio Artemio Franchi (35.000 ca. spett.)
Arbitro Mazzoleni (Bergamo)

Palermo
17 ottobre 2010, ore 15:00 CEST
7ª giornata
Palermo 4 – 1
referto
Bologna Stadio Renzo Barbera (23.587 spett.)
Arbitro Valeri (Roma)

Udine
24 ottobre 2010, ore 15:00 CEST
8ª giornata
Udinese 2 – 1
referto
Palermo Stadio Friuli (14.714 spett.)
Arbitro Giannoccaro (Lecce)

Palermo
31 ottobre 2010, ore 12:30 CET
9ª giornata
Palermo 0 – 1
referto
Lazio Stadio Renzo Barbera (29.539 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Palermo
7 novembre 2010, ore 20:45 CET
10ª giornata
Palermo 1 – 0
referto
Genoa Stadio Renzo Barbera (24.368 spett.)
Arbitro Brighi (Cesena)

Milano
10 novembre 2010, ore 20:45 CET
11ª giornata
Milan 3 – 1
referto
Palermo Stadio Giuseppe Meazza (38.903 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Palermo
14 novembre 2010, ore 15:00 CET
12ª giornata
Palermo 3 – 1
referto
Catania Stadio Renzo Barbera (25.532 spett.)
Arbitro Valeri (Roma)

Cesena
21 novembre 2010, ore 15:00 CET
13ª giornata
Cesena 1 – 2
referto
Palermo Stadio Dino Manuzzi (14.068 spett.)
Arbitro De Marco (Chiavari)

Palermo
28 novembre 2010, ore 20:45 CET
14ª giornata
Palermo 3 – 1
referto
Roma Stadio Renzo Barbera (29.691 spett.)
Arbitro Brighi (Cesena)

Napoli
6 dicembre 2010, ore 20:45 CET
15ª giornata
Napoli 1 – 0
referto
Palermo Stadio San Paolo (36.487 ca. spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Palermo
11 dicembre 2010, ore 18:00 CET
16ª giornata
Palermo 3 – 1
referto
Parma Stadio Renzo Barbera (22.817 spett.)
Arbitro Gava (Conegliano)

Bari
19 dicembre 2010, ore 15:00 CET
17ª giornata
Bari 1 – 1
referto
Palermo Stadio San Nicola (15.000 ca. spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Palermo
6 gennaio 2011, ore 15:00 CET
18ª giornata
Palermo 3 – 0
referto
Sampdoria Stadio Renzo Barbera (26.020 spett.)
Arbitro Celi (Campobasso)

Verona
9 gennaio 2011, ore 15:00 CET
19ª giornata
Chievo 0 – 0
referto
Palermo Stadio Marcantonio Bentegodi (9.800 spett.)
Arbitro Peruzzo (Schio)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari
16 gennaio 2011, ore 12:30 CET
20ª giornata
Cagliari 3 – 1
referto
Palermo Stadio Sant'Elia (10.000 ca. spett.)
Arbitro Tagliavento (Terni)

Palermo
22 gennaio 2011, ore 18:00 CET
21ª giornata
Palermo 1 – 0
referto
Brescia Stadio Renzo Barbera (21.152 spett.)
Arbitro Gervasoni (Mantova)

Milano
30 gennaio 2011, ore 15:00 CET
22ª giornata
Inter 3 – 2
referto
Palermo Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Palermo
2 febbraio 2011, ore 20:45 CET
23ª giornata
Palermo 2 – 1
referto
Juventus Stadio Renzo Barbera (25.972 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Lecce
6 febbraio 2011, ore 15:00 CET
24ª giornata
Lecce 2 – 4
referto
Palermo Stadio Via del Mare (9.100 spett.)
Arbitro Brighi (Cesena)

Palermo
13 febbraio 2011, ore 12:30 CET
25ª giornata
Palermo 2 – 4
referto
Fiorentina Stadio Renzo Barbera (24.571 spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Bologna
19 febbraio 2011, ore 18:00 CET
26ª giornata
Bologna 1 – 0
referto
Palermo Stadio Renato Dall'Ara (20.396 spett.)
Arbitro De Marco (Chiavari)

Palermo
27 febbraio 2011, ore 15:00 CET
27ª giornata
Palermo 0 – 7
referto
Udinese Stadio Renzo Barbera (22.831 spett.)
Arbitro Peruzzo (Schio)

Roma
6 marzo 2011, ore 20:45 CET
28ª giornata
Lazio 2 – 0
referto
Palermo Stadio Olimpico (20.000 ca. spett.)
Arbitro Gava (Conegliano Veneto)

Genova
13 marzo 2011, ore 15:00 CET
29ª giornata
Genoa 1 – 0
referto
Palermo Stadio Luigi Ferraris (22.000 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Palermo
29 marzo 2011, ore 20:45 CET
30ª giornata
Palermo 1 – 0
referto
Milan Stadio Renzo Barbera (25.116 spett.)
Arbitro Tagliavento (Terni)

Catania
3 aprile 2011, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Catania 4 – 0
referto
Palermo Stadio Angelo Massimino (19.136 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Palermo
10 aprile 2011, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Palermo 2 – 2
referto
Cesena Stadio Renzo Barbera (22.375 spett.)
Arbitro Peruzzo (Schio)

Roma
16 aprile 2011, ore 18:00 CEST
33ª giornata
Roma 2 – 3
referto
Palermo Stadio Olimpico (33.000 ca. spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Palermo
23 aprile 2011, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Palermo 2 – 1
referto
Napoli Stadio Renzo Barbera (26.778 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Parma
1º maggio 2011, ore 15:00 CEST
35ª giornata
Parma 3 – 1
referto
Palermo Stadio Ennio Tardini (14.315 spett.)
Arbitro Celi (Bari)

Palermo
7 maggio 2011, ore 18:00 CEST
36ª giornata
Palermo 2 – 1
referto
Bari Stadio Renzo Barbera (19.808 spett.)
Arbitro Pinzani (Empoli)

Genova
15 maggio 2011, ore 15:00 CEST
37ª giornata
Sampdoria 1 – 2
referto
Palermo Stadio Luigi Ferraris (24.221 spett.)
Arbitro Mazzoleni (Bergamo)

Palermo
22 maggio 2011, ore 18:00 CEST
38ª giornata
Palermo 1 – 3
referto
Chievo Stadio Renzo Barbera (20.888 spett.)
Arbitro Gallione (Alessandria)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2010-2011.
Palermo
12 gennaio 2011, ore 17:30 CET
Ottavi di finale
Palermo 1 – 0
referto
Chievo Stadio Renzo Barbera (6.602 spett.)
Arbitro De Marco (Chiavari)

Palermo
25 gennaio 2011, ore 21:00 CET
Quarti di finale
Palermo 0 – 0
(d.t.s.)
referto
Parma Stadio Renzo Barbera (15.335 spett.)
Arbitro Brighi (Cesena)

Milano
20 aprile 2011, ore 20:45 CEST
Semifinale - Andata
Milan 2 – 2
referto
Palermo Stadio Giuseppe Meazza (20.022 spett.)
Arbitro De Marco (Chiavari)

Palermo
10 maggio 2011, ore 20:45 CEST
Semifinale - Ritorno
Palermo 2 – 1
referto
Milan Stadio Renzo Barbera (33.414 spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Roma
29 maggio 2011, ore 21:00 CEST
Finale
Inter 3 – 1
referto
Palermo Stadio Olimpico (68.815 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

UEFA Europa League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Europa League 2010-2011.
Palermo
19 agosto 2010, ore 20:30 CEST
Play-off - Andata
Palermo 3 – 0
referto
Maribor Stadio Renzo Barbera (28.416 spett.)
Arbitro Scozia McDonald

Maribor
26 agosto 2010, ore 20:45 CEST
Play-off - Ritorno
Maribor 3 – 2
referto
Palermo Stadion Ljudski vrt
Arbitro Russia Sukhina

Praga
16 settembre 2010, ore 19:00 CEST
Fase a gironi - 1ª Giornata
Sparta Praga 3 – 2
referto
Palermo Generali Arena
Arbitro Grecia Kakos

Palermo
30 settembre 2010, ore 21:05 CEST
Fase a gironi - 2ª Giornata
Palermo 1 – 0
referto
Losanna Stadio Renzo Barbera (6.000 ca. spett.)
Arbitro Estonia Kaasik

Palermo
21 ottobre 2010, ore 21:05 CEST
Fase a gironi - 3ª Giornata
Palermo 0 – 3
referto
CSKA Mosca Stadio Renzo Barbera (15.000 ca. spett.)
Arbitro Austria Schörgenhofer

Mosca
4 novembre 2010, ore 19:00 CET
Fase a gironi - 4ª Giornata
CSKA Mosca 3 – 1
referto
Palermo Arena Khimki
Arbitro Portogallo de Sousa

Palermo
2 dicembre 2010, ore 21:05 CET
Fase a gironi - 5ª Giornata
Palermo 2 – 2
referto
Sparta Praga Stadio Renzo Barbera
Arbitro Croazia Strahonja

Losanna
15 dicembre 2010, ore 19:00 CET
Fase a gironi - 6ª Giornata
Losanna 0 – 1
referto
Palermo Stade Olympique de la Pontaise (5.000 ca. spett.)
Arbitro Bulgaria Genov

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 56 19 11 3 5 33 28 19 6 2 11 25 35 38 17 5 16 58 63 -5
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 3 2 1 0 3 1 2 0 1 1 3 5 5 2 2 1 6 6 0
Coppauefa.png Europa League 4 2 1 1 6 5 4 1 0 3 6 9 8 3 1 4 12 14 -2
Totale - 26 15 5 6 42 34 25 7 3 15 34 49 51 22 8 21 76 83 -7

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Europa League Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Acquah, A. A. Acquah 110--30--000014000
Adamo, A. A. Adamo[47] 00000000----0000
Anđelković, S. S. Anđelković[48] 70--10------80--
Ardizzone, F. F. Ardizzone 0000000010001000
Bacinovic, A. A. Bačinovič 332--20------352--
Balzaretti, F. F. Balzaretti 332--40--70--442--
Benussi, F. F. Benussi 1-1--0-0--5-8--6-9--
Bovo, C. C. Bovo 324--41--70--435--
Brichetto, G. G. Brichetto 0-0000-000----0-000
Budan, I. I. Budan[47] 0000000000000000
Cappelletti, D. D. Cappelletti[47] 00000000----0000
Carrozzieri, M. M. Carrozzieri 10--10------20--
Cassani, M. M. Cassani 320--50--70--440--
Ciaramitaro, M. M. Ciaramitaro[50] 0000000000000000
Darmian, M. M. Darmian 110--10--40--160--
Dellafiore, P.H. P.H. Dellafiore[47] 0000000000000000
García, S. S. García 30--10--30--70--
Glik, K. K. Glik[46] 0000000040--4000
Goian, D. D. Goian 161--30--30--221--
Hernández, A. A. Hernández 223--31--44--298--
Iličič, J. J. Iličič 348--50------398--
Jara Martínez, D. D. Jara Martínez 000010--00001000
João Pedro, João Pedro[46] 10--000030--4000
Kasami, P. P. Kasami 140--20--80--240--
Kurtić, J. J. Kurtić[48] 41--10------51--
Liverani, F. F. Liverani 120--10--50--180--
Maccarone, M. M. Maccarone[46] 182--00--83--265--
Melinte, C. C. Melinte 0000000000000000
Miccoli, F. F. Miccoli 219--41--30--2810--
Migliaccio, G. G. Migliaccio 352--51--61--464--
Muñoz, E. E. Muñoz 340--41--41--422--
Nocerino, A. A. Nocerino 384--50--60--494--
Paolucci, M. M. Paolucci[48] 20--0000----2000
Pastore, J. J. Pastore 3511--41--61--4513--
Pinilla, M. M. Pinilla 228--30--61--319--
Prestia, G. G. Prestia 0000000010--1000
Rigoni, N. N. Rigoni[46] 40--00--51--91--
Rubinho, Rubinho[47] 0-0000-0000-0000-000
Sirigu, S. S. Sirigu 37-62--5-6--3-6--45-74--
Zerbo, G. G. Zerbo 0000000010--1000

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Palermo, squadra più giovane della serie A, Tuttopalermo.net.
  2. ^ Gazzetta: Palermo 2ª squadra più alta Serie A, Mediagol.it.
  3. ^ Alessio D'Urso, La Gazzetta Sportiva, 6 febbraio 2011.
  4. ^ Giulio Di Feo, La Gazzetta dello Sport, 11 febbraio 2011.
  5. ^ Presentata "Goal member" la fidelity card rosanero, Palermocalcio.it.
  6. ^ Palermo, nasce la tv rosanero, Tuttopalermo.net.
  7. ^ Da domani in diretta su dahlia TV le amichevoli del ritiro rosanero, Palermocalcio.it.
  8. ^ Raduno per i rosa, domani inizia la preparazione, Palermocalcio.it.
  9. ^ I rosa a Bad: alle 17.15 il primo allenamento, Palermocalcio.it.
  10. ^ Ultima seduta a Bad, da lunedì ritiro a St. Veit, Palermocalcio.it.
  11. ^ Palermo, 37 reti in tre match: Hernandez goleador con 13 goal, Tuttopalermo.net.
  12. ^ Domani ultimo giorno a St. Veit, da lunedì preparazione a Palermo, Palermocalcio.it.
  13. ^ Palermo, delirio al Barbera. In 12.000 per sognare, La Gazzetta dello Sport.
  14. ^ Grande festa al "Renzo Barbera" per l'allenamento dei rosa, Palermocalcio.it.
  15. ^ Spettacolo al "Renzo Barbera". Il Palermo si aggiudica il "Trofeo A.R.S.", Palermocalcio.it.
  16. ^ Triangolare, ecco l'incasso e il numero degli spettatori, Tuttopalermo.net.
  17. ^ Gara Brescia-Palermo: accorgimenti, Palermocalcio.it.
  18. ^ Chiusa la campagna abbonamenti 2010/2011, Palermocalcio.it.
  19. ^ Ancora decisioni sfavorevoli, Palermocalcio.it.
  20. ^ Oggi (ore 15.00) Palermo-Inter, Palermocalcio.it.
  21. ^ Palermo, mai nessuno aveva battuto tre volte di seguito la Juventus, Tuttopalermo.net.
  22. ^ Moviola: quanti errori a Genova. Penalizzate Chievo e Brescia, La Gazzetta dello Sport.
  23. ^ Fiorentina, azioni viola in forte ribasso, Calciopress.net.
  24. ^ Il Palermo batte al Franchi una deludente Fiorentina 2 a 1, Mediterraneonline.it.
  25. ^ Zamparini scrive a Nicchi: «Palermo esige rispetto», Corrieredellosport.it.
  26. ^ Comunicato U.S. Città di Palermo dimissioni del direttore sportivo Sabatini, Palermocalcio.it.
  27. ^ Comunicato U.S. Città di Palermo, Palermocalcio.it.
  28. ^ Palermo, vittoria in rimonta. Il Parma si arrende a Pinilla, La Gazzetta dello Sport.
  29. ^ Più Cagliari, meno Palermo: 3-1, sportmediaset.mediaset.it.
  30. ^ Palermo, si attende risposta Governo in merito ad interpellanza parlamentare di Vizzini, Tuttopalermo.net.
  31. ^ Cagliari-Palermo, le curiosità, Palermocalcio.it.
  32. ^ Torna il "poker" in trasferta dopo quattro anni, Palermocalcio.it.
  33. ^ Rossi sollevato dall'incarico, Palermocalcio.it.
  34. ^ Cosmi è il nuovo allenatore, Palermocalcio.it.
  35. ^ Nazionali: undici rosanero in campo, Ilpalermocalcio.it.
  36. ^ Cosmi esonerato, richiamato Rossi, Palermocalcio.it.
  37. ^ Si vola in finale, Palermocalcio.it.
  38. ^ Palermo-Milan 2-1, La Gazzetta dello Sport.
  39. ^ Legea nuovo sponsor tecnico del Palermo dalla prossima stagione, Palermocalcio.it.
  40. ^ Palermo Calcio-Eurobet confermata la sponsorship, Palermocalcio.it.
  41. ^ Palermo, Eurobet conferma, Tuttopalermo.net.
  42. ^ Il logo di Banca Nuova sulla maglia dei giocatori del Palermo, Palermocalcio.it.
  43. ^ Struttura organizzativa, Palermocalcio.it.
  44. ^ Allenatore e staff, Palermocalcio.it.
  45. ^ Prima Squadra 2010-2011, Ilpalermocalcio.it. URL consultato il 3 agosto 2009.
  46. ^ a b c d e f g h Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato
  47. ^ a b c d e f g h i j Ceduto a stagione in corso.
  48. ^ a b c d e f Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato
  49. ^ a b c Aggregato dalla formazione Primavera.
  50. ^ a b Risoluzione del contratto a gennaio.
  51. ^ Dario Prestigiacomo, la Repubblica - edizione Palermo, 2 settembre 2010.
  52. ^ a b c d e f g h con diritto di riscatto della metà del cartellino.
  53. ^ Corriere: Lecce trattiene Mazzotta non Terranova Mediagol.it
  54. ^ Il giocatore si è trasferito in prestito al Pescara nella stessa sessione di mercato.
  55. ^ a b c Antonio La Rosa, Corriere dello Sport, 15 giugno 2011.
  56. ^ a b c cfr., palermocalcio.it.
  57. ^ Con diritto di riscatto fissato a 6 milioni.
  58. ^ Pochi giorni dopo il calciatore rescinde e torna al Palermo, con cui resta fino al gennaio 2011, quando rescinde il contratto coi rosanero per accordarsi con la Cavese.
  59. ^ Con diritto di riscatto.
  60. ^ cfr., modenafc.net. (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2011).
  61. ^ Con diritto di riscatto fissato a 12 milioni.
  62. ^ con diritto di riscatto della metà del cartellino. cfr.
  63. ^ Il giocatore si è trasferito alla Juve Stabia nella stessa sessione di mercato.
  64. ^ Zamparini blocco il mercato, fallolaterale.ejarvis.eu.
  65. ^ Presentati a Boccadifalco i due sloveni, Palermocalcio.it.
  66. ^ Palermo, ceduto baby rosa al Gela, Mediagol.it.
  67. ^ Ufficiale Palermo acquistato Pablo Gonzales, Tuttosport.com.
  68. ^ Palermo, ufficiale arriva Paolucci in prestito dal Siena, Corrieredellosport.it.
  69. ^ Glik al Bari, sono prontissimo, Quotidianodibari.it.
  70. ^ ESCLUSIVA TMW - Palermo, Nicola Rigoni al Vicenza: domani la firma, Tuttomercatoweb.com.
  71. ^ UFFICIALE: Palermo, Joao Pedro al Vitoria Guimaraes, Tuttomercatoweb.com.
  72. ^ Maccarone alla Samp per tre milioni, Gds.it.
  73. ^ Il Palermo si rinforza. Ecco un primo bilancio, Palermocalcio.it.
  74. ^ Calendario, Palermocalcio.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]