Associazione Sportiva Varese 1910 2010-2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Varese Calcio.

Associazione Sportiva Varese 1910
Stagione 2010-2011
AllenatoreItalia Giuseppe Sannino
All. in secondaItalia Francesco Baiano
PresidenteItalia Antonio Rosati
Serie B4º posto
Coppa ItaliaTerzo turno
Maggiori presenzeCampionato: Pisano (40)
Totale: Pisano (43)
Miglior marcatoreCampionato: Ebagua (12)
Totale: Ebagua (12)
Maggior numero di spettatori8 885 vs Padova
(5 giugno 2011)
Minor numero di spettatori3 766 vs Sassuolo
(13 novembre 2010)
Media spettatori5 100[1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Varese 1910 nelle competizioni ufficiali della stagione 2010-2011.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2010-2011, la prima in serie B dalla retrocessione del 1985, inizia il 15 luglio con il raduno al Franco Ossola e la partenza per il ritiro di Baveno, località sulla sponda piemontese del Lago Maggiore.[2] Lo staff tecnico vede la conferma di Sannino come tecnico e l'arrivo di Francesco Baiano come vice allenatore.[2] Devis Mangia, allenatore biancorosso dal 2004 al 2007, torna come tecnico della Primavera, ricreata dopo 25 anni.[3] Vengono confermati i due sponsor della stagione precedente, Ing. Claudio Salini e Pulirapida, a cui si affianca Oro in Euro come sponsorizzazione principale.[4]

Durante la preparazione estiva si ripete l'amichevole con il Milan che, a differenza della stagione precedente, esce sconfitto 2-0 dai gol di Buzzegoli e Cellini.[5]

La prima gara ufficiale è quella valevole per il secondo turno di Coppa Italia che vede il Varese impegnato nel derby con il Como, battuto al termine della gara per 3-1, con i gol di Cellini, il primo in maglia biancorossa, Pisano e Gambadori.[6] L'esordio in campionato, il 23 agosto, vede impegnata la squadra in trasferta contro il Torino, che viene battuto 2-1 con le reti di Buzzegoli e Neto Pereira.[7] È un avvio di campionato che non lascia un attimo di respiro: dopo il Torino in trasferta ecco che al Franco Ossola arriva l'Atalanta per l'esordio casalingo dei biancorossi. La partita finisce senza reti, così come il match successivo (giocato sempre al Franco Ossola) contro l'Empoli.

Alla quarta giornata arriva la prima sconfitta biancorossa a Bergamo contro l'Albinoleffe. Nonostante il gol del vantaggio di Neto Pereira, gli orobici ribaltano il risultato e vincono per 3-1. Nelle giornate successive il Varese ottiene due pareggi interni (contro Pescara e Livorno), rimedia due sconfitte (a Frosinone e a Crotone) ma riesce a sconfiggere, in casa, il lanciatissimo Novara (partita giocata in due tempi a 48 ore di distanza l'uno dall'altro a causa di un acquazzone che ha obbligato l'arbitro a sospendere la partita). Alla dodicesima giornata il Varese rinvigorisce la classifica battendo il Vicenza in trasferta e, successivamente, incassa tranquillamente i pari a reti inviolate con Cittadella (in casa) e Grosseto (fuori).

Nel frattempo il Varese ha esaurito la sua avventura in Coppa Italia uscendo a testa alta contro il Catania (partita finita 4-3 ai supplementari), il 27 ottobre all'ombra dell'Etna.

La vittoria in extremis, il 27 novembre, a Padova (2-3) segna la svolta del campionato biancorosso, infatti arrivano 4 vittorie consecutive. Dopo Padova appunto, il Varese vince contro Reggina (1-0) e Siena (1-0) in casa e contro il Modena (2-0) al Braglia.

Il girone di ritorno inizia come quello di andata: il 15 gennaio il Varese batte 3-0 il Torino al Franco Ossola (gol di Frara, Claiton e Concas) e ottiene due pareggi importanti a Bergamo (contro l'Atalanta) e a Empoli. Dopo la sconfitta di misura a Pescara la squadra incassa una serie di 14 risultati utili consecutivi (10 pareggi e 4 vittorie), conquistando così la partecipazione ai play-off.

La stagione regolare si chiude con la partita casalinga contro il Piacenza, che viene battuto grazie alla rete nel finale di Nadarević. Il Varese così chiude al quarto posto in classifica e porta il record di imbattibilità casalinga a 54 partite ufficiali (di campionato) consecutive.

La semifinale play-off oppone il Varese al Padova, capace nell'ultimo turno di violare Torino e di balzare al quinto posto. Il primo round, il 2 giugno, si gioca all'Euganeo e viene vinto dai veneti con il gol di Italiano su rigore. Tre giorni dopo, il 5 giugno, si gioca il ritorno nel "fortino" Franco Ossola. Il Varese parte alla grande e dopo 15 minuti è già avanti di due gol firmati da Pisano e Neto Pereira. Tuttavia il Padova non si scoraggia: El Shaarawy durante il primo tempo segna la rete del 2-1 e Legati completa la rimonta a inizio ripresa. Il gol del giovane De Luca al 67' riaccende il sogno della finale per il Varese, che però viene infranto ancora da El Shaarawy che segna la rete del definitivo 3-3 e porta il Padova a giocarsi la finale play-off per la promozione in Serie A.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

La prima divisa è bianca con profili rossi, pantaloncini rossi e calze bianche (ne esiste anche una versione con inserti rossi più larghi, soprattutto sulla parte sinistra); per la seconda divisa i colori sono invertiti, mentre la terza divisa è nera con inserti bianco - oro.[8] Lo sponsor tecnico per la stagione 2010-2011 è ONZE. Sponsor ufficiali di maglia sono Oro in Euro (network di compravendita di oro usato) e l'impresa di costruzioni Ing. Claudio Salini. Sui pantaloncini compare anche il marchio dell'impresa di pulizie Pulirapida. La squadra ha tuttavia talora giocato con tenute in tinta unita (rossa o bianca), come accaduto alla prima di campionato contro il Torino.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa tipo 1
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa tipo 2
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Antonio Rosati
  • Presidente onorario: Pietro Maroso
  • Amministratore delegato: Enzo Montemurro
  • Responsabile Amministrativo: Agostino Falco

Area organizzativa

  • Segretario Generale: Massimiliano Dibrogni
  • Team Manager: Silvio Papini
  • Dirigente accompagnatore: Pietro Frontini

Area comunicazione

  • Ufficio Stampa: Michele Marocco

Area Marketing

  • Ufficio Marketing: Paola Frascaroli

Area tecnica

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario: Giulio Clerici
  • Medico Addetto Prima Squadra: Andrea Fargetti
  • Medico sociale: Carlo Montoli
  • Massaggiatore: Leonino Nicoletti, Andrea De Marchi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 31 gennaio 2011

N. Ruolo Giocatore
1 Brasile P Rodrigo Peters Marques[9]
2 Italia D Siti
3 Brasile D Claiton
4 Italia C Alessandro Frara
5 Italia C Daniele Buzzegoli[9]
6 Italia D Alessandro Camisa
7 Italia C Alessandro Carrozza
8 Italia C Daniele Corti
9 Italia A Marco Cellini[9]
9 Brasile A Alemão[10]
10 Brasile A Neto Pereira
11 Italia C Gianpietro Zecchin
18 Cile A Sebastián Pinto[10]
19 Senegal D Mohamed Coly[9]
20 Nigeria C Wilfred Osuji
21 Nigeria A Osarimen Ebagua
22 Italia C Alessandro Gambadori[9]
23 Bosnia ed Erzegovina A Enis Nadarević
N. Ruolo Giocatore
24 Italia C Fabio Concas[10]
25 Italia A Mattia Mustacchio[9]
27 Francia P Mathieu Moreau
30 Italia C Federico Furlan[9]
31 Italia D Eros Pisano (Capitano)
33 Italia D Giuseppe Pugliese
35 Italia D Alessandro Armenise
64 Italia D Giuseppe Figliomeni
77 Italia C Pietro Tripoli
81 Brasile P Massimo Zappino
84 Italia C Lucas Correa[10]
88 Brasile C Edenilson Bergonsi[9]
99 Italia A Umberto Eusepi
91 Italia A Giuseppe De Luca[11]
Italia A Alessandro Scialpi[11]
Italia D Mirco Miceli[11]
Italia A Luca Pompilio[11]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 all'31/8)[modifica | modifica wikitesto]

La sessione estiva del calciomerato si apre con la definizione delle comproprietà. Vengono rinnovate quelle di Paolo Grossi e Matteo Momentè (AlbinoLeffe), Alessandro Bernardini (Livorno) e Stefano Del Sante (ACF Fiorentina), ma nessuno dei quattro rimane a Varese: Grossi e Bernardini rimangono nelle rispettive squadre,[12] Momentè torna all'AlbinoLeffe in prestito[13] e Del Sante viene ceduto in prestito al Pavia.[14] Acquisiti a titolo definitivo, riscattando la compartecipazione, i cartellini di Zecchin (Grosseto), Tripoli (Palermo), Benvenga e Giorgione,[12] questi ultimi due poi vengono ceduti in Seconda Divisione alla Valenzana.[15][16] Infine vengono acquisite le compartecipazioni di Osuji e Furlan dal Milan, cui viene ceduto Davide Pacifico, difensore classe 1993 degli Allievi,[17] ed Ebagua dal Canavese.[12]

Definite le compartecipazioni, il ds Sogliano porta in biancorosso il bomber Marco Cellini, svincolato dall'AlbinoLeffe, e Umberto Eusepi, in compartecipazione dal Genoa.[17] Franco Lepore, capitano fino al 2009, ritorna dal presitito al Lecce, e dal Brasile arriva il centrale Edenilson Beregonsi.[2] La difesa viene puntellata con Emanuele Pesoli, svincolato dal Cittadella e Giuseppe Figliomeni (Arezzo); Rodrigo Café, portiere brasiliano, va ad affiancare Moreau, confermato tra i pali,[18] insieme a Lorello rientrato dalla Valenzana. A fine luglio arriva in biancorosso anche il giovane attaccante della Sampdoria Mattia Mustacchio, in prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino.[19]

In uscita, corsia preferenziale con la Viterbese, cui vengono ceduti i giovani Grandclement e Mezzotero,[20] Corral,[21] e Adzaip.[22] Rientrano alle rispettive proprietarie del cartellino Gentili (Atalanta), Aloe (Ascoli) e Gianola (Milan).

La seconda fase del mercato ha portato allo sfoltimento della rosa, con le cessioni in prestito di Lorello, Lepore e Cazzola, e gli acquisti di Mohamed Coly dal Rodengo e Giuseppe Pugliese dal Verona per completare la difesa e Alessandro Frara per il centrocampo, oltre a diversi giovani per la formazione primavera di Mangia.[23]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Rodrigo Peters Marques svincolato -
P Massimo Zappino svincolato -
D Alex Benvenga Lecce riscatto compartecipazione
D Mohamed Coly Rodengo Saiano prestito
D Giuseppe Figliomeni Arezzo definitivo
D Emanuele Pesoli svincolato -
D Giuseppe Pugliese Verona prestito
C Edenilson Bergonsi svincolato -
C Alessandro Frara svincolato -
C Wilfred Osuji Milan compartecipazione
C Alessandro Scialpi Lecce compartecipazione
C Pietro Tripoli Palermo riscatto compartecipazione
C Gianpietro Zecchin Grosseto riscatto compartecipazione
A Osarimen Ebagua Canavese compartecipazione
A Umberto Eusepi Genoa compartecipazione
A Marco Cellini svincolato -
A Mattia Mustacchio Sampdoria prestito
Altre operazioni
R. Nome a Modalità
P Alessandro Lorello Valenzana fine prestito
P Vinicios Luiz Belenzier Seregno prestito
C Giuseppe Casisa Canavese fine prestito
C Umberto Cazzola svincolato -
C Federico Furlan Milan compartecipazione
C Carmine Giorgione Padova riscatto compartecipazione
C Franco Lepore Lecce fine prestito
C Massimiliano Marsili svincolato compartecipazione[24]
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Jean Pierre Grandclement Viterbese prestito
P Marco Murriero Viterbese prestito
D Alex Benvenga Valenzana prestito
D Matteo Gentili Atalanta fine prestito
D Antonio Grillo - svincolato
D Luca Pompilio - svincolato
D Aldo Preite Pavia definitivo
C Ilario Aloe Ascoli fine prestito
C Gianmarco Cavalieri - svincolato
C Giorgio Gianola Milan fine prestito
C Carmine Giorgione Valenzana prestito
C Franco Lepore Rodengo Saiano prestito
C Bryan Machado - svincolato
A Stefano Del Sante Pavia prestito
A Matteo Momentè AlbinoLeffe prestito
A Isah Eliakwu - svincolato
Altre operazioni
R. Nome a Modalità
P Alessandro Lorello Matera prestito
D Augustin Corral Viterbese prestito
C Neven Adzaip Viterbese prestito
C Giuseppe Casisa Paganese compartecipazione
C Umberto Cazzola Ravenna prestito
C Luca Mezzotero Viterbese prestito

Trasferimenti tra le due sessioni di mercato[modifica | modifica wikitesto]

Solo a dicembre, invece, viene ingaggiato il bosniaco Enis Nadarević, in rosa sin dall'estate, dopo aver risolto i problemi di tesseramento con la FIGC in tribunale.[25]

Acquisti
R. Nome da Modalità
A Enis Nadarević svincolato

Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)[modifica | modifica wikitesto]

Il mercato di riparazione invernale è caratterizzato dalla partenza del capitano Daniele Buzzegoli, che lascia Varese per lo Spezia, società di Prima Divisione.[26] La società biancorossa riesce così a monetizzare sulla cessione di un giocatore comunque in scadenza al termine della stagione.

La rosa a disposizione di Sannino viene poi alleggerita, su richiesta dello stesso tecnico,[27] con le cessioni in prestito di Furlan e Gambadori al Monza,[28][29] Mohamed Coly al Taranto[30] e Umberto Eusepi al Pavia[31] e quelle definitive di Bergonsi e Rodrigo Café al Brussel.[32] Viene risolto il prestito di Mattia Mustacchio che ritorna alla Sampdoria[33] e con il Vicenza viene effettuato uno scambio di prestiti tra Marco Cellini e Tofolo Alemao.[29]

Al posto di Buzzegoli viene ingaggiato Lucas Correa, ex Pro Patria svincolatosi dalla Lazio,[32] l'esterno Fabio Concas, svincolatosi dalla Ternana, sostituisce Mustacchio[28] e il cileno Sebastián Pinto prende il posto lasciato libero in attacco da Eusepi.[29] Dal Matera viene rilevata la compartecipazione di Cristiano Ancora che, tuttavia, viene lasciato in Basilicata fino al termine della stagione.[29]

Marco Gaeta, attaccante prelevato in compartecipazione dal Milan, viene inserito nella squadra Primavera di Mangia.[29]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Fabio Concas svincolato
C Lucas Correa svincolato
A Sebastián Pinto svincolato
A Alemão Vicenza prestito
Altre operazioni
R. Nome a Modalità
A Cristiano Ancora Matera compartecipazione[34]
A Marco Gaeta Milan compartecipazione
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Rodrigo Peters Marques Brussels definitivo
D Mohamed Coly Taranto prestito
C Edenilson Bergonsi Brussels definitivo
C Daniele Buzzegoli Spezia definitivo
C Federico Furlan Monza prestito
C Alessandro Gambadori Monza prestito
C Franco Lepore Paganese prestito
C Mattia Mustacchio Sampdoria fine prestito
A Marco Cellini Vicenza prestito
A Umberto Eusepi Pavia prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie B[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 2010-2011.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Torino
23 agosto 2010, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Torino1 – 2
[http://www.legaserieb.it/it/serie-b/campionato/matchreport/-/match-report/Torino-Varese/25616[collegamento interrotto] referto]
VareseStadio Olimpico (14 590 spett.)
Arbitro:  Guida (Torre Annunziata)

Varese
28 agosto 2010, ore 18:30 CEST
2ª giornata
Varese0 – 0
referto
AtalantaStadio Franco Ossola (5 609 spett.)
Arbitro:  Giancola (Vasto)

Varese
5 settembre 2010, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Varese0 – 0
referto
EmpoliStadio Franco Ossola (5 176 spett.)
Arbitro:  Tozzi (Ostia Lido)

Bergamo
11 settembre 2010, ore 15:00 CEST
4ª giornata
AlbinoLeffe3 – 1
[http://www.legaserieb.it/it/serie-b/campionato/matchreport/-/match-report/AlbinoLeffe-Varese/25640[collegamento interrotto] referto]
VareseStadio Atleti Azzurri d'Italia (1 000 spett.)
Arbitro:  Merchiori (Ferrara)

Varese
17 settembre 2010, ore 20:45 CEST
5ª giornata
Varese1 – 1
[http://www.legaserieb.it/it/serie-b/campionato/matchreport/-/match-report/Varese-Pescara/25661[collegamento interrotto] referto]
PescaraStadio Franco Ossola (4 529 spett.)
Arbitro:  Pinzani (Empoli)

Frosinone
25 settembre 2010, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Frosinone1 – 0
[http://www.legaserieb.it/it/serie-b/campionato/matchreport/-/match-report/Frosinone-Varese/25665[collegamento interrotto] referto]
VareseStadio Comunale Matusa
Arbitro:  Corletto (Castelfranco Veneto)

Varese
4 ottobre 2010, ore 20:45 CEST
7ª giornata[35]
Varese3 – 1
referto
NovaraStadio Franco Ossola (5 705 spett.)
Arbitro:  Stefanini (Prato)

Crotone
10 ottobre 2010, ore 15:00 CEST
8ª giornata
Crotone1 – 0
referto
VareseStadio Ezio Scida (3 227 spett.)
Arbitro:  Velotto (Grosseto)

Varese
13 ottobre 2010, ore 20:45 CEST
9ª giornata
Varese1 – 1
referto
LivornoStadio Franco Ossola (5 034 spett.)
Arbitro:  Guida (Torre Annunziata)

Portogruaro
16 ottobre 2010, ore 15:00 CEST
10ª giornata
Portogruaro1 – 1
referto
VareseStadio Friuli (800 spett.)
Arbitro:  Ruini (Reggio Emilia)

Varese
23 ottobre 2010, ore 15:00 CEST
11ª giornata
Varese4 – 0
referto
TriestinaStadio Franco Ossola (3 971 spett.)
Arbitro:  Baratta (Salerno)

Vicenza
30 ottobre 2010, ore 15:00 CET
12ª giornata
Vicenza0 – 1
[http://www.legaserieb.it/it/serie-b/campionato/matchreport/-/match-report/Vicenza-Varese/25738[collegamento interrotto] referto]
VareseStadio Romeo Menti (5 245 spett.)
Arbitro:  Candussio (Cervignano del Friuli)

Varese
6 novembre 2010, ore 15:00 CET
13ª giornata
Varese0 – 0
referto
CittadellaStadio Franco Ossola (4 076 spett.)
Arbitro:  Bagalini (Fermo)

Grosseto
9 novembre 2010, ore 20:45 CET
14ª giornata
Grosseto0 – 0
referto
VareseStadio Carlo Zecchini (1 780 spett.)
Arbitro:  Corletto (Castelfranco Veneto)

Varese
13 novembre 2010, ore 15:00 CET
15ª giornata
Varese2 – 1
referto
SassuoloStadio Franco Ossola (3 766 spett.)
Arbitro:  Giacomelli (Trieste)

Ascoli Piceno
20 novembre 2010, ore 15:00 CET
16ª giornata
Ascoli0 – 0
referto
VareseStadio Cino e Lillo Del Duca (5 645 spett.)
Arbitro:  Merchiori (Ferrara)

Padova
27 novembre 2010, ore 15:00 CET
17ª giornata
Padova2 – 3
referto
VareseStadio Euganeo (5 195 spett.)
Arbitro:  Velotto (Grosseto)

Varese
4 dicembre 2010, ore 15:00 CET
18ª giornata
Varese1 – 0
referto
RegginaStadio Franco Ossola (5 148 spett.)
Arbitro:  Baracani (Firenze)

Modena
11 dicembre 2010, ore 15:00 CET
19ª giornata
Modena0 – 2
referto
VareseStadio Alberto Braglia (4 169 spett.)
Arbitro:  Ciampi (Roma)

Varese
18 dicembre 2010, ore 15:00 CET
20ª giornata
Varese1 – 0
referto
SienaStadio Franco Ossola (5 353 spett.)
Arbitro:  Pinzani (Empoli)

Piacenza
8 gennaio 2011, ore 15:00 CET
21ª giornata
Piacenza2 – 1
referto
VareseStadio Leonardo Garilli (2 984 spett.)
Arbitro:  Tozzi (Ostia Lido)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Varese
15 gennaio 2011, ore 15:00 CET
22ª giornata
Varese3 – 0
referto
TorinoStadio Franco Ossola (8 185 spett.)
Arbitro:  Tommasi (Bassano del Grappa)

Bergamo
22 gennaio 2011, ore 15:00 CET
23ª giornata
Atalanta0 – 0
referto
VareseStadio Atleti Azzurri d'Italia (18 806 spett.)
Arbitro:  Baracani (Firenze)

Empoli
28 gennaio 2011, ore 20:45 CET
24ª giornata
Empoli1 – 1
referto
VareseStadio Carlo Castellani (2 362 spett.)
Arbitro:  Doveri (Roma)

Varese
5 febbraio 2011, ore 15:00 CET
25ª giornata
Varese3 – 0
referto
AlbinoLeffeStadio Franco Ossola (4 515 spett.)
Arbitro:  Giancola (Vasto)

Pescara
12 febbraio 2011, ore 15:00 CET
26ª giornata
Pescara1 – 0
referto
VareseStadio Adriatico (7 560 spett.)
Arbitro:  Nasca (Bari)

Varese
21 febbraio 2011, ore 20:45 CET
27ª giornata
Varese3 – 3
referto
FrosinoneStadio Franco Ossola (5 120 spett.)
Arbitro:  Baracani (Firenze)

Novara
26 febbraio 2011, ore 15:00 CET
28ª giornata
Novara1 – 1
referto
VareseStadio Silvio Piola (6 473 spett.)
Arbitro:  Pinzani (Empoli)

Varese
1º marzo 2011, ore 15:00 CET
29ª giornata
Varese1 – 1CrotoneStadio Franco Ossola (4 456 spett.)
Arbitro:  Candussio (Cervignano del Friuli)

Livorno
5 marzo 2011, ore 15:00 CET
30ª giornata
Livorno0 – 0
referto
VareseStadio Armando Picchi (3 951 spett.)
Arbitro:  Gallione (Alessandria)

Varese
12 marzo 2011, ore 15:00 CET
31ª giornata
Varese1 – 0
referto
PortogruaroStadio Franco Ossola (4 097 spett.)
Arbitro:  Giacomelli (Trieste)

Trieste
19 marzo 2011, ore 15:00 CET
32ª giornata
Triestina1 – 1
referto
VareseStadio Nereo Rocco (4 066 spett.)
Arbitro:  Velotto (Grosseto)

Varese
27 marzo 2011, ore 15:00 CET
33ª giornata
Varese1 – 0VicenzaStadio Franco Ossola
Arbitro:  Doveri (Roma)

Cittadella
2 aprile 2011, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Cittadella2 – 2
referto
VareseStadio Piercesare Tombolato (2 385 spett.)
Arbitro:  Stefanini (Prato)

Varese
9 aprile 2011, ore 15:00 CEST
35ª giornata
Varese3 – 1
referto
GrossetoStadio Franco Ossola (4 485 spett.)
Arbitro:  Baratta (Salerno)

Modena
16 aprile 2011, ore 15:00 CEST
36ª giornata
Sassuolo1 – 1
referto
VareseStadio Alberto Braglia (2 374 spett.)
Arbitro:  Merchiori (Ferrara)

Varese
22 aprile 2011, ore 19:00 CEST
37ª giornata
Varese1 – 1
referto
AscoliStadio Franco Ossola (5 438 spett.)
Arbitro:  Guida (Torre Annunziata)

Varese
30 aprile 2011, ore 15:00 CEST
38ª giornata
Varese0 – 0
referto
PadovaStadio Franco Ossola (4 879 spett.)
Arbitro:  Calvarese (Teramo)

Reggio Calabria
7 maggio 2011, ore 15:00 CEST
39ª giornata
Reggina1 – 1
referto
VareseStadio Oreste Granillo
Arbitro:  Baracani (Firenze)

Varese
14 maggio 2011, ore 15:00 CEST
40ª giornata
Varese3 – 0
referto
ModenaStadio Franco Ossola (4 531 spett.)
Arbitro:  Corletto (Castelfranco Veneto)

Siena
21 maggio 2011, ore 15:00 CEST
41ª giornata
Siena5 – 0
referto
VareseStadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena (7 588 spett.)
Arbitro:  Merchiori (Ferrara)

Varese
29 maggio 2011, ore 15:00 CEST
42ª giornata
Varese1 – 0
referto
PiacenzaStadio Franco Ossola (4 050 spett.)
Arbitro:  Gallione (Alessandria)

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Padova
2 giugno 2011, ore 21:00 CEST
Semifinale - Andata
Padova1 – 0
referto
VareseStadio Euganeo (17 451 spett.)
Arbitro:  Massa (Imperia)

Varese
5 giugno 2011, ore 18:30 CEST
Semifinale - Ritorno
Varese3 – 3
referto
PadovaStadio Franco Ossola (8 885 spett.)
Arbitro:  Tozzi (Ostia Lido)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2010-2011.
Como
14 agosto 2010, ore 17:30 CEST
Secondo turno[36]
Como1 – 3
referto
VareseStadio Giuseppe Sinigaglia (713 spett.)
Arbitro:  Baracani (Firenze)

Catania
27 ottobre 2010, ore 20:45 CEST
Terzo turno
Catania4 – 3
(d.t.s.)
referto
VareseStadio Angelo Massimino
Arbitro:  Calvarese (Teramo)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie B 68 21 12 9 0 33 10 21 4 11 6 18 24 42 16 20 6 51 34 +17
Play-off - 1 0 1 0 3 3 1 0 0 1 0 1 2 0 1 1 3 4 -1
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 0 0 0 0 0 0 2 1 0 1 6 5 2 1 0 1 6 5 +1
Totale - 22 12 10 0 36 13 24 5 11 8 24 30 46 17 21 8 60 43 +17

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie B+Play-off Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Armenise, A. A. Armenise 9000100010000
Beregonsi, E. E. Beregonsi[9] 000000000000
Buzzegoli, D. D. Buzzegoli[9] 21331100022331
Camisa, A. A. Camisa 23+1041200026041
Carrozza, A. A. Carrozza 33+1791100035791
Cellini, M. M. Cellini[9] 20210110021310
Coly, M. M. Coly[9] 000010001000
Concas, F. F. Concas[10] 15250----15250
Correa, L. L. Correa[10] 13120----13120
Corti, D. D. Corti 38+106+11110040171
Claiton, Claiton 33+238+221000363102
De Luca, G. G. De Luca[11] 9+21+130100012230
Ebagua, O. O. Ebagua 28+2126+100000301270
Eusepi, U. U. Eusepi[9] 600022008200
Figliomeni, G. G. Figliomeni 601010007010
Frara, A. A. Frara 30+2210110033310
Furlan, F. F. Furlan[9] 100010002000
Gambadori, A. A. Gambadori[9] 100021003100
Miceli, M. M. Miceli[11] 1000----1000
Moreau, M. M. Moreau 11-13101-10012-1410
Mustacchio, M. M. Mustacchio[9] 700020009000
Nadarević, E. E. Nadarević 13+2130----15130
Neto Pereira, Neto Pereira 31+26+140100034740
Osuji, W. W. Osuji 28+2052100031052
Pesoli, E. E. Pesoli 34+2212+111000372131
Pinto, S. S. Pinto[10] 3000----3000
Pisano, E. E. Pisano 40+25+191110043791
Pompilio, L. L. Pompilio[11] 1000----1000
Pugliese, G. G. Pugliese 39+2170100042170
Rodrigo Café, Rodrigo Café[9] 00001-4001-400
Scialpi, A. A. Scialpi[11] 201010003010
Alemão, Alemão[10] 6+1100----7100
Tripoli, P. P. Tripoli 27+121+10000028220
Zappino, M. M. Zappino 33+2-22+-430----35-2630
Zecchin, G. G. Zecchin 27+1070100029070

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati che riguardano solo campionato e playoff. Spettatori Serie B 2010-2011, stadiapostcards.com. URL consultato il 17 settembre 2011.
  2. ^ a b c Varese al via con due sorprese in campo, in varesenews.it, 15 luglio 2010. URL consultato il 15 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  3. ^ Per Devis Mangia sboccia la Primavera, in varesenews.it, 5 luglio 2010. URL consultato il 17 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 26 marzo 2014).
  4. ^ Damiano Franzetti, Sponsor: novità e conferme sulla nuova maglia biancorossa [collegamento interrotto], in varesenews.it, 25 luglio 2010. URL consultato il 26 luglio 2010.
  5. ^ Damiano Franzetti, Varese di lusso: abbattuto anche il Milan [collegamento interrotto], in varesenews.it, 25 luglio 2010. URL consultato il 26 luglio 2010.
  6. ^ Varese batte Como. Ora c'è il Torino [collegamento interrotto], in varesenews.it, 15 agosto 2010. URL consultato il 15 agosto 2010.
  7. ^ Varese, impresa infinita: espugnata Torino 2-1, in varesenews.it, 23 agosto 2010. URL consultato il 24 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 1º settembre 2010).
  8. ^ Comunicato Ufficiale 24/A (PDF), Lega Serie B, 16 luglio 2010. URL consultato il 2 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 27 dicembre 2010).
  9. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q Ceduto nella sessione invernale del calciomercato.
  10. ^ a b c d e f g h Acquistato nella sessione invernale del calciomercato
  11. ^ a b c d e f g h Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera
  12. ^ a b c Damiano Franzetti, Tripoli è tutto del Varese, Grossi e Bernardini non tornano, in varesenews.it, 25 giugno 2010. URL consultato il 17 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2010).
  13. ^ Gianluca Losco, UFFICIALE: Momentè in prestito all'Albinoleffe, in tuttomercatoweb.com, 14 luglio 2010. URL consultato il 17 luglio 2010.
  14. ^ Andrea Zalamena, Pavia, preso Del Sante del Varese, in tuttomercatoweb.com, 15 luglio 2010. URL consultato il 17 luglio 2010.
  15. ^ Valeria Debbia, UFFICIALE: Valenzana, Uggeri resta e Giorgione arriva [collegamento interrotto], in tuttolegapro.com, 16 luglio 2010. URL consultato il 17 luglio 2010.
  16. ^ Valeria Debbia, UFFICIALE: Valenzana, arriva Benvenga [collegamento interrotto], in tuttolegapro.com, 4 luglio 2010. URL consultato il 17 luglio 2010.
  17. ^ a b Il Varese ha il suo bomber: arriva Marco Cellini [collegamento interrotto], in varesenews.it, 7 luglio 2010. URL consultato il 17 luglio 2010.
  18. ^ Damiano Franzetti, Il Varese si sveglia con un Café brasiliano [collegamento interrotto], in varesenews.it, 12 luglio 2010. URL consultato il 17 luglio 2010.
  19. ^ Damiano Franzetti, Coppa Italia: per il Varese si profila il derby con il Como [collegamento interrotto], in varesenews.it, 26 luglio 2010. URL consultato il 26 luglio 2010.
  20. ^ Ufficiali gli arrivi di Grandclement e Mezzotero, in viterbesecalcio.it, 16 luglio 2010. URL consultato il 17 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2010).
  21. ^ Altri due squilli, presi Palumbo e Corral, in viterbesecalcio.it, 14 luglio 2010. URL consultato il 17 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2010).
  22. ^ Tre nuovi acquisti per la Viterbese, in viterbesecalcio.it, 13 luglio 2010. URL consultato il 17 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2010).
  23. ^ Ultimi botti di calciomercato, l'Empoli è la regina [collegamento interrotto], in varesenews.it, 1º settembre 2010. URL consultato il 1º settembre 2010.
  24. ^ Massimiliano Marsili, svincolato dopo l'ultima stagione al Cosenza, è stato acquistato in compartecipazione con la Nocerina, nella cui rosa rimane per la stagione 2010-2011. Si veda UFFICIALE: Nocerina, preso Marsili, in tuttomercatoweb.com, 12 agosto 2010. URL consultato il 12 agosto 2010.
  25. ^ Il Varese vince in tribunale, Nadarevic può giocare, in varesenews.it, 10 dicembre 2010. URL consultato il 17 dicembre 2010.
  26. ^ Daniele Buzzegoli ceduto allo Spezia Calcio, in varese1910.it, 13 gennaio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2011).
  27. ^ Ecco il nuovo Varese, più ricco di talento, in varesenews.it, 1º febbraio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011.
  28. ^ a b Fabio Concas al Varese, Gambadori al Monza, in varese1910.it, 10 gennaio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2011).
  29. ^ a b c d e Chiuso il mercato: ecco le operazioni, in varese1910.it, 31 gennaio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2011).
  30. ^ Coly al Taranto, Correa maglia n. 84, in varese1910.it, 26 gennaio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2011).
  31. ^ Umberto Eusepi al Pavia, in varese1910.it, 14 gennaio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2011).
  32. ^ a b Lucas Correa al Varese, Café e Bergonsi al Brussels, in varese1910.it, 24 gennaio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).
  33. ^ Mattia Mustacchio: risoluzione del prestito, in varese1910.it, 20 gennaio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2011).
  34. ^ Cristiano Ancora è stato acquistato in compartecipazione dal Matera, nella cui rosa rimane fino al termine della stagione 2010-2011. Si veda Chiuso il mercato: ecco le operazioni ufficiali, in varese1910.it, 31 gennaio 2011. URL consultato il 31 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2011).
  35. ^ Il secondo tempo è stato rinviata sul punteggio di 2-1 al 6 ottobre per impraticabilità del campo.
  36. ^ Inizialmente la gara valevole per il secondo turno di Coppa Italia tra Varese e Como era da disputarsi allo Stadio Franco Ossola. Vista l'indisponibilità di quest'ultimo, la Lega Serie A ha deciso l'inversione di campo. Si veda Tim Cup: ufficiale data e sede per l'esordio del A.S. Varese 1910 [collegamento interrotto], in varese1910.it, 11 agosto 2010. URL consultato il 12 agosto 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito ufficiale, su varese1910.it (archiviato dall'url originale l'8 agosto 2011).