Genoa Cricket and Football Club 2010-2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Genoa Cricket and Football Club
Stagione 2010-2011
Allenatore Italia Gian Piero Gasperini
Italia Davide Ballardini[1]
All. in seconda Italia Bruno Caneo
Italia Carlo Regno[1]
Presidente Italia Enrico Preziosi
Serie A 10º posto
Coppa Italia Ottavi di finale
Maggiori presenze Campionato: Eduardo (31)
Totale: Mesto (32)
Miglior marcatore Campionato: Floro Flores (10)
Totale: Floro Flores (10)
Media spettatori 83 446

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Genoa Cricket and Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 2010-2011.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

L'estate del Mondiale sudafricano porta in rossoblu l'ex azzurro Luca Toni, che 4 anni prima era stato capocannoniere in A e campione del mondo.[2] L'attaccante è decisivo in Coppa Italia, con 4 reti che qualificano la squadra per gli ottavi.[3][4] In questo turno, i genovesi sono eliminati dall'Inter.

In campionato si classificano decimi, a pari punti con la Fiorentina ma in svantaggio negli scontri diretti.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Portogallo P Eduardo
2 Spagna D Chico
3 Italia D Dario Dainelli
4 Italia D Domenico Criscito
5 Francia C Abdoulay Konko[5]
7 Italia C Marco Rossi (capitano)
8 Argentina A Rodrigo Palacio
9 Italia A Luca Toni
9 Argentina A Mauro Boselli[5]
11 Marocco C Houssine Kharja
11 Uruguay A Federico Rodriguez[5]
13 Georgia D Kakhaber Kaladze
14 Italia A Giuseppe Sculli
15 Italia C Riccardo Carlini[6]
17 Ungheria A Gergely Rudolf
18 Brasile D Rafinha
19 Italia C Andrea Doninelli[6]
20 Italia C Giandomenico Mesto
21 Paraguay A Elhennio Candia Canete[6]
22 Italia A Mattia Destro
N. Ruolo Giocatore
23 Italia D Luca Antonelli[5]
24 Italia D Emiliano Moretti
25 Ghana A Richmond Boakye[6]
29 Slovenia A Enej Jelenic[5]
30 Italia C Stefano Sturaro[6]
31 Italia D Davide Bertoncini[6]
33 Slovacchia C Juraj Kucka[5]
35 Uruguay D Diego Polenta[6]
42 Portogallo C Miguel Veloso
43 Italia A Alberto Paloschi[5]
71 Serbia C Boško Janković
73 Italia P Alessio Scarpi
77 Italia C Omar Milanetto
83 Italia A Antonio Floro Flores[5]
88 Italia P Mattia Perin[6]
91 Canada P Robert Stillo[6]
93 Italia P Ettore Oddo[6]
- Svezia A Linus Hallenius[5]
- Argentina C Emmanuel Ledesma[5]
- Italia A Gianmarco Zigoni[6][7]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Rieducatore: Paolo Barbero
  • Responsabile sanitario: Biagio Costantino
  • Medico sociale: Marco Stellatelli
  • Massafiseoterapisti: Valerio Caroli, Fabio Della Monica, Mattia Ottonello

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Eduardo Braga definitivo (4,5 mln €)[senza fonte]
D Chico Almería definitivo (5 mln €)[senza fonte]
D Kakhaber Kaladze Milan definitivo (0 mln €)[senza fonte]
D Rafinha Schalke 04 definitivo (9 mln €)[senza fonte]
D Andrea Ranocchia Bari fine prestito
C Kevin-Prince Boateng Portsmouth definitivo (6,5 mln €)[senza fonte]
C Miguel Veloso Sporting Lisbona definitivo (9 mln €)[8]
C Franco Zuculini Hoffenheim prestito (0,7 mln €)[senza fonte]
A Mattia Destro Inter comproprietà
A Luca Toni Bayern Monaco svincolato
A Gergely Rudolf Debrecen svincolato
A Gianmarco Zigoni Milan comproprietà
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Marco Amelia Milan prestito
D Sokratis Papastathopoulos Milan definitivo (4,5 mln €)[senza fonte]
D Magnus Troest Atalanta definitivo
C Kevin-Prince Boateng Milan comproprietà (3 mln €)[senza fonte]
C Emmanuel Ledesma Crotone prestito
C Louise Parfait Crotone prestito
C Matteo Paro Vicenza prestito
C Panagiotis Tachtsidis Cesena prestito
C Alberto Zapater Sporting Lisbona definitivo (2 mln €)[senza fonte]
A Danijel Aleksic Greuther Fürth prestito
A Robert Acquafresca Cagliari prestito


Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Luca Antonelli Parma definitivo
C Emmanuel Ledesma Crotone fine prestito
C Abdoulay Konko Siviglia definitivo (6 mln €)
C Juraj Kucka Sparta Praga definitivo (4 mln €)
A Mauro Boselli Wigan prestito
A Antonio Floro Flores Udinese prestito
A Linus Hallenius Hammarby definitivo (1,4 mln €)
A Enej Jelenič Koper definitivo
A Alberto Paloschi Milan comproprietà
A Judilson Pelè Belenenses definitivo
A Federico Rodriguez Peñarol definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Francesco Modesto Parma definitivo
D Andrea Ranocchia Inter definitivo (12,5 mln €)
D Nenad Tomovic Lecce prestito
C Isaac Cofie Piacenza prestito
C Houssine Kharja Inter prestito con diritto di riscatto (4 mln €)
A Umberto Eusepi Pavia prestito
A Fernando Forestieri Empoli prestito
A Luca Toni Juventus definitivo
A Raffaele Palladino Parma definitivo
A Gergely Rudolf Bari prestito
A Giuseppe Sculli Lazio comproprietà (3,5 mln €)
A Gianmarco Zigoni Frosinone prestito
A Linus Hallenius Lugano prestito
C Franco Zuculini Hoffenheim fine prestito
C Emmanuel Ledesma Walsall rescissione


Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2010-2011.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Udine
28 agosto 2010, ore 18:00 CEST
1ª giornata
Udinese 0 – 1
referto
Genoa Stadio Friuli (15.000 spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Genova
12 settembre 2010, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Genoa 1 – 3
referto
Chievo Stadio Luigi Ferraris (23.258 spett.)
Arbitro Pierpaoli (Firenze)

Parma
19 settembre 2010, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Parma 1 – 1
referto
Genoa Stadio Ennio Tardini (13.619 spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Genova
22 settembre 2010, ore 20:45 CEST
4ª giornata
Genoa 1 – 1
referto
Fiorentina Stadio Luigi Ferraris (23.101 spett.)
Arbitro Tagliavento (Terni)

Milano
25 settembre 2010, ore 18:00 CEST
5ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Genoa Stadio Giuseppe Meazza (41.909 spett.)
Arbitro Valeri (Roma 2)

Genova
3 ottobre 2010, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Genoa 2 – 1
referto
Bari Stadio Luigi Ferraris (22.358 spett.)
Arbitro Giannoccaro (Lecce)

Roma
16 ottobre 2010, ore 20:45 CEST
7ª giornata
Roma 2 – 1
referto
Genoa Stadio Olimpico di Roma (30.958 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Genova
24 ottobre 2010, ore 15:00 CEST
8ª giornata
Genoa 1 – 0
referto
Catania Stadio Luigi Ferraris (21.858 spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Genova
29 ottobre 2010, ore 20:45 CEST
9ª giornata
Genoa 0 – 1
referto
Inter Stadio Luigi Ferraris (27.566 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Palermo
7 novembre 2010, ore 20:45 CET
10ª giornata
Palermo 1 – 0
referto
Genoa Stadio Renzo Barbera (24.368 spett.)
Arbitro Brighi (Cesena)

Genova
10 novembre 2010, ore 20:45 CET
11ª giornata
Genoa 1 – 0
referto
Bologna Stadio Luigi Ferraris (21.913 spett.)
Arbitro Celi (Campobasso)

Cagliari
14 novembre 2010, ore 15:00 CET
12ª giornata
Cagliari 0 – 1
referto
Genoa Stadio Sant'Elia (10.000 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Genova
21 novembre 2010, ore 12:30 CET
13ª giornata
Genoa 0 – 2
referto
Juventus Stadio Luigi Ferraris (27.474 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Brescia
28 novembre 2010, ore 15:00 CET
14ª giornata
Brescia 0 – 0
referto
Genoa Stadio Mario Rigamonti (3.532 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Lecce
5 dicembre 2010, ore 15:00 CET
15ª giornata
Lecce 1 – 3
referto
Genoa Stadio Via del Mare (6.197 spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Genova
11 dicembre 2010, ore 20:45 CET
16ª giornata
Genoa 0 – 1
referto
Napoli Stadio Luigi Ferraris (24.288 spett.)
Arbitro Brighi (Cesena)

Genova
16 febbraio 2011, ore 18:30 CET
17ª giornata
Sampdoria 0 – 1
referto
Genoa Stadio Luigi Ferraris (25.001 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli)

Genova
6 gennaio 2011, ore 15:00 CET
18ª giornata
Genoa 0 – 0
referto
Lazio Stadio Luigi Ferraris (22.090 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Cesena
9 gennaio 2011, ore 15:00 CET
19ª giornata
Cesena 0 – 0
referto
Genoa Stadio Dino Manuzzi (13.857 spett.)
Arbitro Gervasoni (Mantova)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Genova
16 gennaio 2011, ore 15:00 CET
20ª giornata
Genoa 2 – 4
referto
Udinese Stadio Luigi Ferraris (21.448 spett.)
Arbitro Guida (Torre Annunziata)

Verona
23 gennaio 2011, ore 15:00 CET
21ª giornata
Chievo 0 – 0
referto
Genoa Stadio Marcantonio Bentegodi (17.284 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Genova
30 gennaio 2011, ore 15:00 CET
22ª giornata
Genoa 3 – 1
referto
Parma Stadio Luigi Ferraris (21.347 spett.)
Arbitro Pierpaoli (Firenze)

Firenze
2 febbraio 2011, ore 20:45 CET
23ª giornata
Fiorentina 1 – 0
referto
Genoa Stadio Artemio Franchi (20.129 spett.)
Arbitro Celi (Bari)

Genova
6 febbraio 2011, ore 15:00 CET
24ª giornata
Genoa 1 – 1
referto
Milan Stadio Luigi Ferraris (24.134 spett.)
Arbitro Mazzoleni (Bergamo)

Bari
13 febbraio 2011, ore 15:00 CET
25ª giornata
Bari 0 – 0
referto
Genoa Stadio San Nicola (14.812 spett.)
Arbitro Peruzzo (Schio)

Genova
20 febbraio 2011, ore 15:00 CET
26ª giornata
Genoa 4 – 3
referto
Roma Stadio Luigi Ferraris (22.180 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Catania
27 febbraio 2011, ore 12:30 CET
27ª giornata
Catania 2 – 1
referto
Genoa Stadio Angelo Massimino (15.000 spett.)
Arbitro Giannoccaro (Lecce)

Milano
6 marzo 2011, ore 15:00 CET
28ª giornata
Inter 5 – 2
referto
Genoa Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Russo (Nola)

Genova
13 marzo 2011, ore 15:00 CET
29ª giornata
Genoa 1 – 0
referto
Palermo Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Romeo (Verona)

Bologna
20 marzo 2011, ore 15:00 CET
30ª giornata
Bologna 1 – 1
referto
Genoa Stadio Renato Dall'Ara
Arbitro Doveri (Roma)

Genova
3 aprile 2011, ore 15:00 CET
31ª giornata
Genoa 0 – 1
referto
Cagliari Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Giacomelli (Trieste)

Torino
10 aprile 2011, ore 12:30 CET
32ª giornata
Juventus 3 – 2
referto
Genoa Stadio Olimpico di Torino
Arbitro Guida (Torre Annunziata)

Genova
17 aprile 2011, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Genoa 3 – 0
referto
Brescia Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Brighi

Genova
23 aprile 2011, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Genoa 4 – 2
referto
Lecce Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Russo (Avellino)

Napoli
30 aprile 2011, ore 20:45 CEST
35ª giornata
Napoli 1 – 0
referto
Genoa Stadio San Paolo (52.495 spett.)
Arbitro Gava (Conegliano)

Genova
8 maggio 2011, ore 20:45 CET
36ª giornata
Genoa 2 – 1
referto
Sampdoria Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Tagliavento (Terni)

Roma
14 maggio 2011, ore 18:00 CEST
37ª giornata
Lazio 4 – 2
referto
Genoa Stadio Olimpico (35.000 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Genova
22 maggio 2011, ore 15:00 CET
38ª giornata
Genoa 3 – 2
referto
Cesena Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Nasca (Bari)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2010-2011.
Genova
20 ottobre 2010, ore 18:00 CEST
Terzo turno
Genoa 2 – 1
(d.t.s.)
referto
Grosseto Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Peruzzo (Schio)

Genova
24 novembre 2010, ore 20:30 CET
Quarto turno
Genoa 3 – 1
(d.t.s.)
Vicenza Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Gervasoni (Mantova)

Milano
12 gennaio 2011, ore 21:00 CET
Ottavi di finale
Inter 3 – 2 Genoa Stadio Giuseppe Meazza

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Subentrato alla 10ª giornata.
  2. ^ F.Gam., Toni, il Genoa e un'idea ambiziosa "Tornerò in azzurro a suon di gol", su gazzetta.it, 1 luglio 2010.
  3. ^ Marco Lignana, Genoa-Grosseto 2-1 Doppietta di Toni, su repubblica.it, 20 ottobre 2010.
  4. ^ Gessi Adamoli, Genoa, avanti in Coppa Italia Toni cancella gli incubi del Grifone, su repubblica.it, 25 novembre 2010.
  5. ^ a b c d e f g h i j Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato
  6. ^ a b c d e f g h i j k Aggregato dalla formazione Primavera.
  7. ^ Gianmarco Zigoni - Giocatori - Genoa - Squadre - Serie A - Calcio - Sport - Libero News
  8. ^ (PT) Comunicado (PDF), sporting.pt, 3 agosto 2012. URL consultato il 5 luglio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]