Genoa Cricket and Football Club 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Genoa Cricket and Football Club
Stagione 2009-2010
AllenatoreItalia Gian Piero Gasperini
All. in secondaItalia Bruno Caneo
PresidenteItalia Enrico Preziosi
Serie A9º posto
Coppa ItaliaOttavi di finale
Europa LeagueFase a gironi
Maggiori presenzeCampionato: Sculli (37)
Totale: Sculli (46)
Miglior marcatoreCampionato: Palacio (7)
Totale: Palacio (8)
Abbonati24 289
Maggior numero di spettatori33 265 vs. Sampdoria (28 novembre 2009)
Minor numero di spettatori24 766 vs. Catania (10 gennaio 2010)
Media spettatori27 019¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Genoa Cricket and Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 2009-2010.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

In vista della stagione 2009-10, che segna il ritorno del "Grifone" in Europa, la squadra si rinforza con Palacio cedendo invece Thiago Motta e Milito (protagonisti del 5º posto) all'Inter.[1] Dalla società nerazzurra giunge un altro argentino, Crespo.[2] Il primo impegno ufficiale riguarda il play-off di Europa League, con il danese Odense da sfidare.[3] La partita di andata finisce 3-1 per i liguri,[4] che chiudendo sull'1-1 il ritorno accedono ai gironi del torneo.[5] In campionato la squadra parte bene, vincendo sempre nei primi 3 turni e ritrovandosi al comando della classifica.[6]

Con il sopraggiungere dell'autunno il Genoa tuttavia si smarrisce, perdendo 2 delle 3 gare seguenti in campionato e nonostante un buon pareggio contro la Juventus per 2-2.[7] e faticando anche in coppa.[8] Dopo la sconfitta a Udine e fino al Derby della Lanterna, il Genoa fa 3 vittorie, un pareggio e 3 sconfitta (di cui una pesante in casa contro l'Inter per 0-5) raggiungendo il settimo posto a 20 punti. La vittoria nel derby per 3-0 la fa salire a un solo punto dalla zona Champions. A dicembre, l'avventura europea termina con l'uscita nella fase a gruppi tra le polemiche e la squadra fa solo due punti in campionato scendendo al nono posto.[9] Un mese più tardi, i rossoblù escono anche dalla Coppa Italia perdendo in casa con il Catania.[10] In campionato, la squadra ha un andamento discontinuo alternando ottime gare casalinghe a prestazioni deludenti. Alla 33ª giornata, la squadra perde il derby di ritorno per 1-0 (gol di Cassano) e vede la qualificazione in Europa compromessa. La pesante sconfitta per 3-0 contro il Bari la condanna definitivamente a non raggiungere il settimo posto. Termina al nono posto, a 51 punti, 4 punti in meno della Juventus che si qualifica per l'Europa League 2010-11. Complessivamente il Genoa ha segnato 57 reti (quarto migliore attacco) subendone 61 (seconda peggior difesa).

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2009-2010 è Asics, mentre lo sponsor ufficiale è Gaudì. Per le competizioni nazionali, la prima maglia è la classica divisa rosso-blu, la seconda è bianca con una fascia centrale orizzontale rosso-blu mentre la terza maglia è a strisce verticali bianco-azzurre.[11] per quanto riguarda le maglie utilizzate in Europa League, la prima maglia è quella classica ma, per rispettare la normativa delle competizioni internazionali, con un quadrato blu sulla schiena nel quale vengono inseriti il numero di maglia e il nome del giocatore; la seconda è analoga a quella per le competizioni nazionali ma con i colori della fascia orizzontale invertiti (blu in alto) come nella maglia utilizzata nel 1915[12]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Enrico Preziosi
  • Vice Presidente: Gianni Blondet
  • Amministratore delegato: Alessandro Zarbano

Area organizzativa

  • Responsabile organizzativo e logistica: Fabio Lori
  • Responsabile organizzazione e stadio: Matteo Sanna
  • Team manager: Francesco Salucci
  • Direttore generale: Gino Montella
  • Direttore sportivo: Stefano Capozucca
  • Dirigente addetto agli arbitri: Daniele Grieco

Area comunicazione

  • Responsabile comunicazione: Dino Storace

Area tecnica

  • Allenatore: Gian Piero Gasperini
  • Allenatore in seconda: Bruno Caneo
  • Collaboratori tecnici: Tullio Gritti, Maurizio Venturi
  • Preparatori atletici: Alessandro Pilati, Luca Trucchi
  • Preparatore dei portieri: Gianluca Spinelli

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario: Biagio Costantino

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Alberto Frison
3 Italia D Dario Dainelli
4 Italia D Domenico Criscito
5 Marocco C Houssine Kharja
7 Italia C Marco Rossi (Capitano)
8 Argentina A Rodrigo Palacio
9 Italia A Robert Acquafresca
10 Italia A Raffaele Palladino
11 Italia A Stephan El Shaarawy
13 Montenegro D Ivan Fatić
14 Italia A Giuseppe Sculli
15 Grecia D Sōkratīs Papastathopoulos
17 Serbia A Boško Janković
18 Ghana A Yiadom Richmond Boakye
19 Honduras A David Suazo
20 Italia C Giandomenico Mesto
21 Spagna C Alberto Zapater
22 Austria C Robert Gucher
24 Italia D Emiliano Moretti
26 Italia D Salvatore Bocchetti
27 Slovenia C Dejan Lazarević
N. Ruolo Giocatore
28 Croazia C Ivan Jurić
29 Italia A Sergio Floccari
31 Ghana C Isaac Cofie
32 Italia P Marco Amelia
33 Serbia A Danijel Aleksić
34 Italia D Leonardo Terigi
35 Uruguay D Diego Polenta
36 Italia A Antonino Ragusa
37 Italia D Davide Bertoncini
38 Argentina A Hernán Crespo
40 Serbia D Nenad Tomović
41 Italia D Alessio Grea
42 Italia A Mattia Ferraro
44 Italia D Alessio De Bode
45 Italia D Salvatore Cannito
46 Italia A Luca Miracoli
47 Albania C Arturo Ymeri
73 Italia P Alessio Scarpi
77 Italia C Omar Milanetto
92 Italia P Mattia Perin

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 all'1/9)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Gianluca Pegolo Parma fine prestito
P Marco Amelia Palermo scambio[13]
D Salvatore Bocchetti Frosinone riscatto compr. (2,5 milioni €)[14]
D Andrea Ranocchia Arezzo riscatto compr. (2 milioni €)[15]
D Domenico Criscito Juventus riscatto compr. (5,5 milioni €)[16]
D Ivan Fatić Chievo compartecipazione (1 milioni €)[15]
D Leonardo Bonucci Inter definitivo (4 milioni €)[17]
D Mariano Stendardo Grosseto fine prestito
D Emiliano Moretti Valencia definitivo (4 milioni €)[15]
D Nenad Tomović Stella Rossa definitivo (2,2 milioni €)[18]
D Andrea Esposito Lecce compartecipazione (2,8 milioni €)[19]
D Magnus Troest Parma riscatto compr. (0,9 milioni €)[20]
C Fabiano Celta Vigo fine prestito
C Davide Di Gennaro Reggina fine prestito
C Houssine Kharja Siena definitivo (3,5 milioni €)[21]
C Francesco Bolzoni Inter definitivo (3 milioni €)[22]
C Alberto Zapater Real Saragozza definitivo (4,5 milioni €)[23]
A Robert Acquafresca Inter definitivo (15 milioni €)[24]
A Luciano Gabriel Figueroa Boca Juniors fine prestito
A Salvatore Aurelio Crotone fine prestito
A Fernando Forestieri Vicenza fine prestito
A Sergio Floccari Atalanta definitivo (11 milioni €)[25]
A Riccardo Meggiorini Inter definitivo (5 milioni €)[26]
A Giuseppe Greco Pisa fine prestito
A Hernán Crespo Inter svincolato
A Rodrigo Palacio Boca Juniors definitivo (5 milioni €)[15]
A Boško Janković Palermo riscatto compr. (3,5 milioni €)[16]
A Wilker Pereira Treviso svincolato
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Rubinho Palermo scambio[13]
P Gianluca Pegolo Siena definitivo (0,8 milioni €)[27]
D Andrea Ranocchia Bari prestito
D Leonardo Bonucci Bari compartecipazione (0,5 milioni €)[28]
D Matteo Ferrari Beşiktaş definitivo (6 milioni €)[15]
D Mariano Stendardo Salernitana prestito
D Andrea Signorini Alessandria prestito
D Anthony Vanden Borre Portsmouth prestito
D Magnus Troest Recreativo Huelva prestito con diritto di riscatto[29]
C Davide Di Gennaro Milan riscatto compr. (3 milioni €)[28]
C Thiago Motta Inter definitivo (15 milioni €)[30]
C Matteo Paro Bari compartecipazione (1,5 milioni €)[28]
C Fabiano Vicenza prestito
C Manuel Coppola Siena riscatto comp. (0,6 milioni €)[15]
C Francesco Bolzoni Frosinone prestito
A Salvatore Aurelio Frosinone compartecipazione (0,3 milioni €)[14]
A Diego Milito Inter definitivo (25 milioni €)[31]
A Robert Acquafresca Atalanta prestito (1,5 milioni €)[28]
A Riccardo Meggiorini Bari compartecipazione (2 milioni €)[28]
A Giuseppe Greco Bari prestito
A Rubén Olivera Peñarol svincolato
A Fernando Forestieri Málaga prestito
A Wilker Pereira Union St. Gilloise prestito
C Marcel Román Peñarol definitivo

Sessione invernale (dal 2/1 all'1/2)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
A David Suazo Inter prestito
D Dario Dainelli Fiorentina definitivo
A Matteo Chinellato Fiorentina definitivo
P Alberto Frison Vicenza prestito
A Danijel Aleksić Vojvodina definitivo
D Patrice Feussi Sorrento svincolato
A Robert Acquafresca Atalanta rientro prestito
C Robert Gucher Frosinone prestito diritto riscatto
Cessioni
R. Nome a Modalità
A Sergio Floccari Lazio prestito
C Silvano Raggio Garibaldi Sorrento prestito
D Andrea Esposito Livorno prestito
P Danilo Russo Vicenza compartecipazione
D Fabiano Lima Rodrigues Guarani svincolato
C Francesco Modesto Bologna prestito
A Luciano Gabriel Figueroa Rosario Central rescissione
A Diogo Tavares Pergocrema prestito
A Umberto Eusepi Viareggio prestito
A Giuseppe Greco Cesena prestito
C Matteo Paro Piacenza prestito
A Hernán Crespo Parma definitivo
D Giuseppe Biava Lazio definitivo
D Patrice Feussi Lugano prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
23 agosto 2009, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Genoa3 – 2
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (25.414 spett.)
Arbitro: Italia Emidio Morganti (Ascoli Piceno)

Bergamo
30 agosto 2009, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Atalanta0 – 1
referto
GenoaStadio Atleti Azzurri d'Italia (13.324 spett.)
Arbitro: Italia Massimiliano Saccani (Mantova)

Genova
13 settembre 2009, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Genoa4 – 1
referto
NapoliStadio Luigi Ferraris (32.234 spett.)
Arbitro: Italia Paolo Tagliavento (Terni)

Verona
20 settembre 2009, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Chievo3 – 1
referto
GenoaStadio Marcantonio Bentegodi (9.557 spett.)
Arbitro: Italia Gianluca Rocchi (Firenze)

Genova
24 settembre 2009, ore 20:45 CEST
5ª giornata
Genoa2 – 2
referto
JuventusStadio Luigi Ferraris (31.882 spett.)
Arbitro: Italia Massimiliano Saccani (Mantova)

Udine
27 settembre 2009, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Udinese2 – 0
referto
GenoaStadio Friuli (15.762 spett.)
Arbitro: Italia Matteo Trefoloni (Siena)

Bologna
4 ottobre 2009, ore 15:00 CEST
7ª giornata
Bologna1 – 3
referto
GenoaStadio Renato Dall'Ara (21.622 spett.)
Arbitro: Italia Andrea Gervasoni (Mantova)

Genova
17 ottobre 2009, ore 20:45 CEST
8ª giornata
Genoa0 – 5
referto
InterStadio Luigi Ferraris (32.942 spett.)
Arbitro: Italia Emidio Morganti (Ascoli Piceno)

Cagliari
25 ottobre 2009, ore 15:00 CET
9ª giornata
Cagliari3 – 2
referto
GenoaStadio Sant'Elia
Arbitro: Italia Gabriele Gava (Conegliano)

Genova
28 ottobre 2009, ore 20:45 CET
10ª giornata
Genoa2 – 1
referto
FiorentinaStadio Luigi Ferraris (25.778 spett.)
Arbitro: Italia Massimiliano Saccani (Mantova)

Palermo
1º novembre 2009, ore 20:45 CET
11ª giornata
Palermo0 – 0
referto
GenoaStadio Renzo Barbera (25.624 spett.)
Arbitro: Italia Christian Brighi (Cesena)

Genova
8 novembre 2009, ore 15:00 CET
12ª giornata
Genoa4 – 2
referto
SienaStadio Luigi Ferraris (25.500 spett.)
Arbitro: Italia Leonardo Baracani (Firenze)

Livorno
22 novembre 2009, ore 15.00 CET
13ª giornata
Livorno2 – 1
referto
GenoaStadio Armando Picchi (11.153 spett.)
Arbitro: Italia Nicola Rizzoli (Bologna)

Genova
28 novembre 2009, ore 20.45 CET
14ª giornata
Genoa3 – 0
referto
SampdoriaStadio Luigi Ferraris (33.265 spett.)
Arbitro: Italia Roberto Rosetti (Torino)

Genova
6 dicembre 2009, ore 15.00 CET
15ª giornata
Genoa2 – 2
referto
ParmaStadio Luigi Ferraris (25.869 spett.)
Arbitro: Italia Christian Brighi (Cesena)

Roma
13 dicembre 2009, ore 15.00 CET
16ª giornata
Lazio1 – 0
referto
GenoaStadio Olimpico di Roma (29.489 spett.)
Arbitro: Italia Domenico Celi (Campobasso)

Genova
20 gennaio 2010, ore 18:00 CET
17ª giornata[32]
Genoa1 – 1
referto
BariStadio Luigi Ferraris (24.863 spett.)
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Milano
6 gennaio 2010, ore 20.45 CET
18ª giornata
Milan5 – 2
referto
GenoaStadio Giuseppe Meazza (33.043 spett.)
Arbitro: Italia Daniele Orsato (Schio)

Genova
10 gennaio 2010, ore 15.00 CET
19ª giornata
Genoa2 – 0
referto
CataniaStadio Luigi Ferraris (24.766 spett.)
Arbitro: Italia Roberto Rosetti (Torino)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
17 gennaio 2010, ore 15:00 CET
20ª giornata
Roma3 – 0
referto
GenoaStadio Olimpico (31.746 spett.)
Arbitro: Italia Romeo (Casale Monferrato)

Genova
23 gennaio 2010, ore 15:00 CET
21ª giornata
Genoa2 – 0
referto
AtalantaStadio Luigi Ferraris (25.875 spett.)
Arbitro:  Giannoccaro (Lecce)

Napoli
30 gennaio 2010, ore 20:45 CET
22ª giornata
Napoli0 – 0
referto
GenoaStadio San Paolo (47.612 spett.)

Genova
7 febbraio 2010, ore 15:00 CET
23ª giornata
Genoa1 – 0
referto
ChievoStadio Luigi Ferraris (24.977 spett.)

Torino
14 febbraio 2010, ore 15:00 CET
24ª giornata
Juventus3 – 2
referto
GenoaStadio Olimpico di Torino (22.252 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Genova
20 febbraio 2010, ore 18:00 CET
25ª giornata
Genoa3 – 0
referto
UdineseStadio Luigi Ferraris (24.831 spett.)
Arbitro:  Roberto Rosetti (Torino)

Genova
28 febbraio 2010, ore 15:00 CET
26ª giornata
Genoa3 – 4
referto
BolognaStadio Luigi Ferraris (25.395 spett.)
Arbitro:  Damato (Barletta)

Milano
7 marzo 2010, ore 20:45 CET
27ª giornata
Inter0 – 0
referto
GenoaStadio Giuseppe Meazza (51.795 spett.)
Arbitro:  Luca Banti (Livorno)

Genova
14 marzo 2010, ore 15:00 CET
28ª giornata
Genoa5 – 3
referto
CagliariStadio Luigi Ferraris (25.417 spett.)
Arbitro:  Baracani (Firenze)

Firenze
20 marzo 2010, ore 18:00 CET
29ª giornata
Fiorentina3 – 0
referto
GenoaStadio Artemio Franchi (25.543 spett.)

Genova
24 marzo 2010, ore 20:45 CET
30ª giornata
Genoa2 – 2
referto
PalermoStadio Luigi Ferraris (25.772 spett.)
Arbitro:  Valeri (Roma)

Siena
28 marzo 2010, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Siena0 – 0
referto
GenoaStadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena (13.029 spett.)

Genova
3 aprile 2010, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Genoa1 – 1
referto
LivornoStadio Luigi Ferraris (25.260 spett.)

Genova
11 aprile 2010, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Sampdoria1 – 0
referto
GenoaStadio Luigi Ferraris (34.494 spett.)

Parma
18 aprile 2010, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Parma2 – 3
referto
GenoaStadio Ennio Tardini (16.660 spett.)

Genova
25 aprile 2010, ore 15:00 CEST
35ª giornata
Genoa1 – 2
referto
LazioStadio Luigi Ferraris (26.082 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Bari
2 maggio 2010, ore 15:00 CEST
36ª giornata
Bari3 – 0
referto
GenoaStadio San Nicola (14.783 spett.)
Arbitro:  Tommasi (Bassano del Grappa)

Genova
9 maggio 2010, ore 15:00 CEST
37ª giornata
Genoa1 – 0
referto
MilanStadio Luigi Ferraris (0 spett.)
Arbitro:  Damato (Barletta)

Catania
16 maggio 2010, ore 15:00 CEST
38ª giornata
Catania1 – 0
referto
GenoaStadio Angelo Massimino (18.448 spett.)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Genova
13 gennaio 2010, ore 18.30 CET
Ottavi di finale
Genoa1 – 2CataniaStadio Luigi Ferraris (7.625 spett.)

UEFA Europa League[modifica | modifica wikitesto]

Genova
20 agosto 2009, ore 20:30 CEST
Play off - Andata
Genoa3 – 1
referto
OdenseStadio Luigi Ferraris (21.899 spett.)
Arbitro: Francia Lannoy

Odense
27 agosto 2009, ore 20:45 CEST
Play off - Ritorno
Odense1 – 1
referto
GenoaFionia Park (10.000 spett.)
Arbitro: Paesi Bassi Kuipers

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Genova
17 settembre 2009, ore 19:00 CEST
1ª giornata
Genoa2 – 0
referto
Slavia PragaStadio Luigi Ferraris (22.000 spett.)
Arbitro: Portogallo Jorge Sousa

Valencia
1º ottobre 2009, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Valencia3 – 2
referto
GenoaStadio Mestalla (18.000 spett.)
Arbitro: Turchia Cakir

Lilla
22 ottobre 2009, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Lilla3 – 0
referto
GenoaStade Lille-Metropole (16.000 spett.)
Arbitro: Slovenia Ceferin

Genova
5 novembre 2009, ore 20:45 CET
4ª giornata
Genoa3 – 2
referto
LillaStadio Luigi Ferraris (18.857 spett.)
Arbitro: Paesi Bassi Nijhuis

Praga
2 dicembre 2009, ore 21:05 CET
5ª giornata
Slavia Praga0 – 0
referto
GenoaStadion Eden (12.000 spett.)
Arbitro: Germania Knut Kircher

Genova
17 dicembre 2009, ore 20:45 CET
6ª giornata
Genoa1 – 2
referto
ValenciaStadio Luigi Ferraris (26.000 circa spett.)
Arbitro: Irlanda Alan Kelly

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 10 gennaio 2010.

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 51 9 6 2 1 22 15 9 2 1 6 10 17 38 14 9 15 57 61 -4
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - -
Coppauefa.png Europa League 11 4 3 0 1 9 5 4 0 2 2 3 7 8 3 2 3 12 12 0
Totale - 13 9 2 2 31 20 13 2 3 8 13 24 26 11 5 10 44 44 0

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo C T C T C T T C T C T C T C C T C T C T C T C T C C T C T C T C T T C T C T
Risultato V V V P N P V P P V N V P V N P N P V P V N V P V P N V P N N N P V P P V P
Posizione 1 3 1 4 4 6 5 6 10 6 7 6 7 6 7 10 9 11 9 11 8 10 8 9 9 9 9 7 8 8 9 9 10 8 8 8 8 9

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Tra parentesi le autoreti.

Giocatore Serie A Coppa Italia Europa League Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Amelia, M. M. Amelia 14-271000005-80019-3510
Biava, G. G. Biava 151510000502020171
Bocchetti, S. S. Bocchetti 130310000703020061
Crespo, H. H. Crespo 134000000420017600
Criscito, D. D. Criscito 112310000610017331
Dainelli, D. D. Dainelli 00000000----0000
El Shaarawy, S. S. El Shaarawy 0000000000000000
Esposito, A. A. Esposito 5000000020207020
Fatić, I. I. Fatić 2000000000002000
Figueroa, L. L. Figueroa 2000000052 (-1)0072 (-1)00
Floccari, S. S. Floccari 114100000410015510
Janković, B. B. Janković 0000000000000000
Jurić, I. I. Jurić 70300000501012040
Kharja, H. H. Kharja 4210000041008310
Mesto, G. G. Mesto 16541000060 (-1)20225 (-1)61
Milanetto, O. O. Milanetto 161700000500021170
Modesto, F. F. Modesto 100200000300013020
Moretti, E. E. Moretti 151210000702022141
Palacio, R. R. Palacio 161200000611022230
Palladino, R. R. Palladino 124000000501017410
Papastathopoulos, S. S. Papastathopoulos 130400000501018050
Perin, M. M. Perin 0000000000000000
Raggio Garibaldi, S. S. Raggio Garibaldi 0000000000000000
Rossi, M. M. Rossi 141400000500019140
Russo, D. D. Russo 0000000000000000
Scarpi, A. A. Scarpi 4-52000003-4007-920
Sculli, G. G. Sculli 183200000822026540
Suazo, D. D. Suazo 21100000----2110
Tomović, N. N. Tomović 60200000400010020
Zapater, A. A. Zapater 132100000711020320

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gessi Adamoli, Genoa, Palacio va subito di corsa, in la Repubblica, 30 luglio 2009.
  2. ^ Gessi Adamoli, Genoa, sabato da incubo. Prima la rissa poi il ko col Nizza, in la Repubblica, 2 agosto 2009.
  3. ^ Gessi Adamoli, Genoa, assalto all'Europa con Figueroa e Palacio, in la Repubblica, 20 agosto 2009.
  4. ^ Armando Ossorio, È la notte di Figueroa Il Genoa parte bene, su repubblica.it, 20 agosto 2009.
  5. ^ Emiliano Pozzoni, Genoa, ci pensa Criscito Dolce pari in Danimarca, su gazzetta.it, 27 agosto 2009.
  6. ^ Genoa e Samp prime "Non montiamoci la testa", su gazzetta.it, 14 settembre 2009.
  7. ^ Filippo Grimaldi, Di Natale porta Udine sull'ottovolante, in La Gazzetta dello Sport, 28 settembre 2009.
  8. ^ Genoa, a Lilla un altro naufragio, in la Repubblica, 23 ottobre 2009.
  9. ^ Filippo Grimaldi, Gasperini contro Amelia Incidenti nel dopo gara, su gazzetta.it, 17 dicembre 2009.
  10. ^ Alessio Da Ronch, Doppio Plasmati, il Catania va, in La Gazzetta dello Sport, 14 gennaio 2010.
  11. ^ Genoa 2009/2010: ecco le nuove maglie, in lamescolanza.com. URL consultato il 20 agosto 2009 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2012).
  12. ^ NUOVE MAGLIE PER L'EUROPA LEAGUE, in genoacfc.it. URL consultato il 20 agosto 2009.
  13. ^ a b Amelia va al Genoa Rubinho a Palermo, La Gazzetta dello Sport.
  14. ^ a b Il Frosinone esce ridimensionato, gabrielemargani.splinder.com (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2009).
  15. ^ a b c d e f Serie A 2009-10: acquisti e cessioni, corrieredellosport.it (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2009).
  16. ^ a b Ufficiale: anche Criscito e Jankovic restano al Genoa, pianetagenoa1893.net.
  17. ^ Profilo su Transfermarkt.de, transfermarkt.de (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2010).
  18. ^ Profilo su Transfermarkt.de, transfermarkt.de (archiviato dall'url originale il 16 agosto 2009).
  19. ^ Esposito e Zapater, il Genoa è fatto[collegamento interrotto], grifoni.org.
  20. ^ Profilo su Transfermarkt.co.uk[collegamento interrotto], transfermarkt.de.
  21. ^ Genoa, preso Kharja dal Siena, tuttosport.com (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2014).
  22. ^ Profilo su Transfermarkt.de, transfermarkt.de (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2009).
  23. ^ Genoa, viva Zapater, colpo garantito da Milito, archiviostorico.gazzetta.it.
  24. ^ Profilo su Transfermarkt.co.uk, transfermarkt.de (archiviato dall'url originale il 4 agosto 2009).
  25. ^ Preziosi: "Il Genoa ha acquistato Floccari per undici milioni", www.tuttomercatoweb.com. URL consultato il 20 agosto 2009.
  26. ^ Profilo su Transfermarkt.de, transfermarkt.de (archiviato dall'url originale il 19 gennaio 2010).
  27. ^ Profilo su Transfermarkt.de[collegamento interrotto], transfermarkt.de.
  28. ^ a b c d e Serie A, acquisti e cessioni, campionatoseriea.net.
  29. ^ (ES) El central Magnus Troest refuerzo para la zaga del Recreativo, www.recreativohuelva.com (archiviato dall'url originale il 2 settembre 2009).
  30. ^ Profilo su Transfermarkt.de, transfermarkt.de (archiviato dall'url originale il 25 agosto 2009).
  31. ^ Profilo su Transfermarkt.de, transfermarkt.de (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2009).
  32. ^ Prevista per il 20 dicembre 2009 è stata di seguito rinviata al 20 gennaio 2010 per via del ghiaccio presente sugli spalti dello Stadio Marassi di Genova.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]