Riccardo Meggiorini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riccardo Meggiorini
Meggiorini69 (cropped).jpg
Meggiorini al Chievo
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Chievo
Carriera
Giovanili
1997-2000 Verona
2000-2003 Rosso e Blu.svg Bovolone
2003-2004 Inter
Squadre di club1
2004-2005 Inter1 (0)
2005 Spezia10 (0)
2005-2006 Pavia12 (0)
2006-2009 Cittadella106 (40)[1]
2009-2010 Bari31 (5)
2010-2011 Bologna29 (1)
2011-2012 Novara13 (1)
2012-2014 Torino83 (7)
2014- Chievo104 (13)
Nazionale
2004 Italia Italia U-191 (0)
2005 Italia Italia U-202 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'11 novembre 2018

Riccardo Meggiorini (Isola della Scala, 4 settembre 1985) è un calciatore italiano, attaccante del Chievo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 settembre 2016 è protagonista di un caso di cronaca quando, svegliato alle 2:30 del mattino da grida femminili provenienti da sotto la propria abitazione nel centro di Verona, interviene in soccorso di una ragazza minacciata dal fidanzato. Sceso di casa, Meggiorini dà una spallata all'aggressore e lo immobilizza fino all'arrivo dei carabinieri[2].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Dal principio della sua carriera è sempre stato utilizzato come seconda punta, e con gli anni ha saputo adattarsi anche nel ruolo di ala destra e centravanti. Possiede un buon fiuto del gol. Rapido e scattante, spesso non esita a dare una mano alla squadra anche nei ripiegamenti difensivi, fungendo da primo difensore che pressa la retroguardia avversaria.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Muove i primi passi da calciatore a 8 anni, nella piccola squadra di calcio di Tarmassia, una piccola frazione di Isola della Scala, e a 12 anni entra nel vivaio del Verona, dove rimane per due anni. Successivamente viene tesserato dal Bovolone, in cui segna 46 gol in 26 partite nella categoria Allievi regionali. Conquistata la convocazione in prima squadra, la stagione seguente va a segno 13 volte in 27 presenze; successivamente approda nella rappresentativa regionale Juniores[3].

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2003-04 passa all'Inter, che lo schiera nella formazione Primavera.[4] Giunto in prestito, il suo cartellino viene interamente riscattato.[5] Durante la stagione successiva, il tecnico Mancini lo fa esordire in Serie A il 14 novembre 2004 (nella partita terminata 3-3 con il Cagliari).[6]

Spezia e Pavia[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi giorni del mercato di gennaio 2005 viene ceduto in prestito allo Spezia in Serie C1[7], con cui scende in campo 10 volte senza mai segnare. Nel campionato 2005-2006 l'Inter lo gira in prestito al Pavia[8], ancora in C1, dove colleziona 12 presenze.

Cittadella[modifica | modifica wikitesto]

A gennaio 2006 viene ceduto in compartecipazione al Cittadella[9], sempre in Serie C1, e in tre stagioni realizza oltre quaranta goal. Nella stagione 2007-2008, che culmina con la promozione del Cittadella in serie B segna 14 goal. Le due società trovano l'accordo per il rinnovo della comproprietà[10] e la stagione 2008-2009 si rivela la più prolifica in assoluto della sua carriera; il 10 febbraio 2009 riesce a mettere a segno 4 reti durante l'incontro casalingo disputato contro l'Avellino[11], e raggiunge la salvezza con i veneti, concludendo la stagione con 18 gol, al terzo posto della classifica cannonieri insieme a Salvatore Bruno, dietro a Francesco Tavano e Barreto.[12] Conclude la sua esperienza in Veneto con un totale di 110 partite disputate e 41 gol.

Genoa e Bari[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 giugno 2009 il suo cartellino viene riscattato per intero alle buste dall'Inter[13] per poi essere ceduto a titolo definitivo al Genoa nell'ambito del trasferimento a Milano di Milito e Thiago Motta[14][15]. Il 2 luglio 2009, la squadra rossoblu lo cede al Bari tramite la formula della compartecipazione.[16] Segna il suo primo gol in Serie A il 25 ottobre successivo, al San Nicola contro la Lazio, fissando il risultato sul 2-0 per i galletti. A fine stagione sono in totale 5 le reti segnate in 31 presenze.

Bologna[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 giugno 2010 il Genoa si aggiudica il giocatore alle buste[17] e il 9 luglio successivo viene ceduto ancora in compartecipazione al Bologna.[18][19] La stagione si rivela negativa, e il 21 novembre 2010 segna il suo primo e unico gol in maglia felsinea in campionato nella sconfitta esterna per 4-1 con il Napoli[20]. In Coppa Italia con il Bologna segna 3 reti. A fine stagione il Genoa riscatta il giocatore cedendo in cambio al Bologna la metà del cartellino di Federico Rodríguez[21].

Novara[modifica | modifica wikitesto]

Meggiorini in allenamento con il Chievo.

L'8 luglio 2011 viene ceduto in prestito con diritto di riscatto dell'intero cartellino al Novara[22]. Il 20 settembre 2011 segna la sua prima ed unica rete con i piemontesi in campionato, nella partita casalinga contro l'Inter, mentre il 30 novembre 2011 segna una doppietta in Coppa Italia nella vittoria per 3-2 contro il Catania[23].

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 gennaio 2012 passa in comproprietà al Torino[24][25], tornando in Serie B dopo 3 anni di militanza nel maggior campionato italiano. Debutta il 21 gennaio contro il Cittadella, sua ex squadra, subentrando al minuto 71 a Juan Surraco, e il 20 febbraio 2012 segna il gol del decisivo 2-1 nel match casalingo contro la Sampdoria[26]. Il 1º maggio 2012 realizza, con un colpo di testa, la rete che vale la vittoria esterna dei granata contro il Livorno[27]. L'8 maggio segna, con un destro al volo, il primo gol del match casalingo contro il Padova[28][29]. Il 22 giugno il Torino rileva anche l'altra metà del cartellino del giocatore dal Genoa[30]. Nel 2013 segna a San Siro la sua prima doppietta in maglia granata, durante la partita del 27 gennaio 2013 contro l'Inter, conclusasi sul 2-2[31]. In maglia granata totalizza 85 presenze e 7 reti in due stagioni e mezza.

Chievo Verona[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 luglio 2014 sottoscrive un contratto biennale, con opzione per una terza stagione, con il Chievo Verona[32]. Segna il primo goal con la casacca clivense in casa contro l'Empoli, partita in cui esordisce con il Chievo. L'8 dicembre realizza una rete fantastica in rovesciata contro il Cagliari e risulta decisivo nell'incontro vinto 2-1 contro la Sampdoria, realizzando la rete del 2 a 0 dopo cinquanta metri palla al piede.

Nella partita del 15 marzo giocata a Marassi contro il Genoa confeziona due assist per il compagno di reparto Paloschi; si ripete il sabato successivo in casa con il Palermo, regalando uno splendido assist di tacco sempre all'attaccante bresciano. Il 29 aprile realizza il goal-salvezza a cinque giornate dal termine in casa contro il Cagliari, sua quarta rete in campionato. Conclude la sua splendida annata con 30 presenze e 4 reti siglate, a cui vanno aggiunti 5 assist vincenti, alcuni di grande fattura.

Ad agosto viene premiato per la sua grande stagione con "Il Cangrande del Bentegodi", premio che viene assegnato ogni anno al miglior giocatore dell'ultima stagione del Chievo, divenendo anche il primo veronese a conquistare questo trofeo. Il 23 agosto 2015, alla prima di campionato, segna il gol del pareggio clivense contro l'Empoli (sfida vinta poi per 3-1), ripetendosi poi alla seconda giornata nella bella vittoria interna contro la Lazio per 4-0, dove confeziona anche un pregevole assist di tacco per il compagno di reparto Paloschi.[33] Il 6 dicembre 2015 segna il suo ottavo gol totale con la maglia dei veneti contro il Frosinone, superando il numero di gol siglati con la maglia del Torino e raggiungendo i gol fatti nel campionato precedente. Il 13 maggio 2016 rinnova col club scaligero fino al 2020.[34] Il 15 aprile 2017, durante la partita persa per 4-0 contro il Cagliari, subisce un grave infortunio al ginocchio sinistro, riportando la lesione del legamento crociato anteriore; viene operato quattro giorni dopo, terminando così anzitempo la stagione.[35]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha ricevuto una convocazione nella Nazionale Italiana Under-19 e due nella Nazionale Under-20 senza mai esordire con la maglia azzurra.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 20 settembre 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-gen. 2005 Italia Inter A 1 0 CI 0 0 UCL[36] - - - - - 1 0
gen.-giu. 2005 Italia Spezia C1 10 0 CI-C 4 0 - - - - - - 14 0
2005-gen. 2006 Italia Pavia C1 12 0 CI+CI-C 3+2 0+1 - - - - - - 17 1
gen.-giu. 2006 Italia Cittadella C1 10 3 CI+CI-C - - - - - - - - 10 3
2006-2007 C1 28 5 CI+CI-C 1+2 0+2 - - - - - - 31 7
2007-2008 C1 31+4[37] 14+1[37] CI-C 2 1 - - - - - - 37 16
2008-2009 B 37 18 CI 1 0 - - - - - - 38 18
Totale Cittadella 106+4 40+1 6 3 - - - - 116 44
2009-2010 Italia Bari A 31 5 CI 0 0 - - - - - - 31 5
2010-2011 Italia Bologna A 29 1 CI 3 2 - - - - - - 32 3
2011-gen. 2012 Italia Novara A 13 1 CI 2 3 - - - - - - 15 4
gen.-giu. 2012 Italia Torino B 18 4 CI - - - - - - - - 18 4
2012-2013 A 31 3 CI 2 0 - - - - - - 33 3
2013-2014 A 34 0 CI 0 0 - - - - - - 34 0
Totale Torino 83 7 2 0 - - - - 85 7
2014-2015 Italia Chievo A 30 4 CI 0 0 - - - - - - 30 4
2015-2016 A 26 5 CI 0 0 - - - - - - 26 5
2016-2017 A 27 3 CI 2 1 - - - - - - 29 4
2017-2018 A 15 0 CI 0 0 - - - - - - 15 0
2018-2019 A 6 1 CI 1 0 - - - - - - 7 1
Totale Chievo 104 13 3 1 - - - - 107 14
Totale carriera 384+4 67 25 10 - - - - 413 77

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Spezia: 2004-2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 110 (41) se si comprendono le presenze nei playoff della Serie C1 2007-2008
  2. ^ Giulio Cardone, Meggiorini salva ragazza dalla violenza del fidanzato, 16 settembre 2016.
  3. ^ Con Riccardo Meggiorini Isola si sente in serie A, Tarmassia.it, 1º dicembre 2010. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  4. ^ Primavera Inter 2003/2004: Attaccanti, su Inter.it, 13 giugno 2004.
  5. ^ Inter: rinnovate 15 comproprietà, Tuttomercatoweb.com, 23 giugno 2004. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  6. ^ Il Cagliari ha un super Langella L'Inter salvata da Martins: 3-3, su repubblica.it, 14 novembre 2004.
  7. ^ Meggiorini in prestito allo Spezia, Inter.it, 3 gennaio 2005. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  8. ^ Mercato: il brasiliano Fraga al Chiasso, Inter.it, 6 luglio 2005. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  9. ^ Mercato: concluse altre 6 operazioni, Inter.it, 31 gennaio 2006. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  10. ^ Ufficiale: Inter, le 22 compartecipazioni risolte, Tuttomercatoweb.com, 25 giugno 2008. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  11. ^ Super Meggiorini, Avellino travolto, Repubblica.it, 10 febbraio 2009. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  12. ^ Sportlive.it. URL consultato il 21 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2016).
  13. ^ Ufficiale: Inter, risolte tutte le comproprietà, Tuttomercatoweb.com, 27 giugno 2009. URL consultato il 1º luglio 2009.
  14. ^ Mercato: i botti del primo giorno, Genoacfc.it, 1º luglio 2009. URL consultato il 1º luglio 2009.
  15. ^ Mercato: Thiago Motta all'Inter sino al 2013, Inter.it, 1º luglio 2009. URL consultato il 1º luglio 2009.
  16. ^ Mercato, preso il portiere Padelli, asbari.it, 2 luglio 2009. URL consultato il 17 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2012).
  17. ^ Risoluzioni accordi di partecipazione (PDF), lega-calcio.it. URL consultato il 26 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2010).
  18. ^ Ufficiale: Riccardo Meggiorini al Bologna, Tuttomercatoweb.com, 9 luglio 2010. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  19. ^ Un mercato sempre in ebollizione, Genoacfc.it, 9 luglio 2010. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  20. ^ Napoli-Bologna 4-1, gli azzurri tornano al 3º posto, Gazzetta.it, 21 novembre 2010. URL consultato l'8 luglio 2011.
  21. ^ Alle buste per Viviano ed Ekdal[collegamento interrotto], Bolognafc.it, 24 giugno 2011. URL consultato l'8 luglio 2011.
  22. ^ Secondo arrivo in casa Azzurra, Novaracalcio.com, 8 luglio 2011. URL consultato l'8 luglio 2011.
  23. ^ Le Pagelle di Catania-Novara: Meggiorini versione bomber giustiziere, Catellani spreca l'impossibile, Goal.com, 30 novembre 2011. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  24. ^ Meggiorini al Toro, TorinoFc.it, 17 gennaio 2012. URL consultato il 17 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 19 gennaio 2012).
  25. ^ Ufficiale: Meggiorini al Torino, Tuttomercatoweb.com, 17 gennaio 2012. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  26. ^ Torino-Sampdoria 2-1, tabellino e cronaca del big match di Serie B, Seriebnews.com, 20 febbraio 2012. URL consultato il 20 febbraio 2012.
  27. ^ Livorno-Torino 0-1, Torinofc.it, 1º maggio 2012. URL consultato il 3 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2012).
  28. ^ Torino-Padova 3-1, TorinoFc.it, 7 maggio 2012. URL consultato l'8 maggio 2012 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2012).
  29. ^ Padova battuto 3-1 Il Toro torna in vetta, Gazzetta.it, 7 maggio 2012. URL consultato l'8 maggio 2012.
  30. ^ Meggiorini è tutto del toro, Torinofc.it, 22 giugno 2012. URL consultato il 22 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2012).
  31. ^ Inter-Torino 2-2, su it.eurosport.yahoo.com. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  32. ^ Ufficiale: Meggiorini al ChievoVerona!, chievoverona.it. URL consultato il 20 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2014).
  33. ^ Filmato audio L'assist fantascientifico di Meggiorini, youtube.com, 31 agosto 2015. URL consultato il 20 settembre 2015.
  34. ^ Meggiorini e Inglese ancora gialloblù![collegamento interrotto] Chievoverona.it
  35. ^ BOLLETTINO MEDICO: RICCARDO MEGGIORINI chievoverona.it
  36. ^ Non inserito nella lista UEFA.
  37. ^ a b Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]