Attaccante (calcio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Centravanti)
Un attaccante mentre calcia in porta.

L'attaccante è il calciatore con il compito di segnare gol per la propria squadra.[1][2]

Compiti e caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il ruolo, similmente a quello del portiere, è rimasto sostanzialmente immutato nel corso degli anni.[1] L'obiettivo principale dell'attaccante è di realizzare i punti per la propria squadra, spedendo il pallone nella porta avversaria.[1] La sua posizione è avanzata, stazionando nei pressi dell'area di rigore o comunque in zona offensiva.[1] Il ruolo può privilegiare determinate qualità rispetto ad altre, richiedendo però le medesime caratteristiche: controllo di palla, velocità, capacità nel gioco aereo, dinamismo, dribbling, abilità nei colpi di testa e nel tiro a rete.[3]

In fase di non possesso, agli attaccanti è richiesto il rientro in difesa, per contrastare i portatori avversari di palla e far ripartire il contropiede.[1][3] L'evoluzione recente del gioco, in particolare con stili di gioco come il tiki-taka, ha portato talvolta all'esclusione di un attaccante di ruolo, eliminando così un punto di riferimento per la difesa avversaria.[3][4] Il ruolo richiede un buon senso della posizione, per evitare di ritrovarsi in fuorigioco sul passaggio di un compagno di squadra.[3]

Evoluzione e posizioni[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi moduli l'attaccante era riconoscibile dal numero 9, che indicava il centravanti.[3] Altri giocatori offensivi, in appoggio a questo, erano le ali (numeri 7 e 11).[3] In seguito, si cominciò a parlare di punte per indicare i calciatori deputati alla segnatura dei gol.[3] Il calcio moderno distingue più posizioni per il reparto avanzato.[3][2]

Prima punta[modifica | modifica wikitesto]

La prima punta, più comunemente centravanti, è il termine che indica l'attaccante principale.[3] Sebbene, nel corso degli anni, l'evoluzione del calcio abbia visto varie modalità di interpretare il ruolo, non è venuto meno il suo scopo.[1][3] È facilmente individuabile in schieramenti che prevedono la presenza di una sola punta, come il 4-5-1 oppure il 5-4-1.[3] Un'espressione antiquata era solita definire il centravanti «di sfondamento», in relazione anche allo stile di gioco.[3] Tradizionalmente, il ruolo era ricoperto da un giocatore tecnicamente non eccelso, che prediligeva la fisicità rispetto alla tecnica.[5]

Seconda punta[modifica | modifica wikitesto]

La seconda punta è un attaccante di supporto, solitamente meno prestante del centravanti dal punto di vista fisico.[3] Per il ruolo che svolge e le caratteristiche è, talvolta, accomunabile al centrocampista.[3] Definito anche centravanti «di manovra»[3], ha più abilita nella rifinitura che nella finalizzazione.[3]

Ala[modifica | modifica wikitesto]

Si definisce ala l'attaccante esterno, che agisce lungo le fasce laterali.[3] Il ruolo nasce in origine come centrocampista[3], specializzandosi poi nel supporto al centravanti con assist e cross, oltre agli inserimenti in area di rigore.[3] All'epoca in cui era in vigore la numerazione fissa, il 7 e l'11 corrispondevano rispettivamente all'ala destra e sinistra.[3][6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Fulvio Damele, Calcio da manuale, Firenze, Giunti Editore, 2003, p. 112, ISBN 8844006707.
  2. ^ a b Marco Sappino, Dizionario del calcio italiano, Varese, Baldini&Castoldi, 2000, p. 2147, ISBN 9788880898627.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t Mario Corte, Il manuale del goal!, Roma, Lapis Edizioni, 2009, p. 141, ISBN 9788878741355.
  4. ^ Maurizio Crosetti, L'ANNO DEI VERI CENTRAVANTI, in Sport - la Repubblica, 22 settembre 2016, p. 50.
  5. ^ Lorenzo Damiani, L'evoluzione della prima punta, su ilgiornale.it, 23 aprile 2013.
  6. ^ (EN) Positions guide: Wide midfield, BBC Sport. URL consultato il 2 marzo 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calcio