Calciomercato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il calciomercato è l'insieme delle trattative contrattuali atte a definire il trasferimento di un calciatore da una squadra ad un'altra.[1]

Tipologie[modifica | modifica wikitesto]

  • Trasferimento a titolo definitivo: un calciatore viene ceduto, con accordo definitivo, ad una squadra che corrisponde un importo economico o il cartellino di uno o più suoi calciatori.[2]
  • Trasferimento a titolo temporaneo (prestito): un calciatore viene ceduto ad una squadra per un determinato periodo di tempo, solitamente semestrale o annuale; a volte, alla scadenza del prestito, la squadra ha la possibilità di acquistare il calciatore in via definitiva tramite il pagamento di un un importo economico stabilito inizialmente.[3]

Nel calcio italiano era inoltre presente, fino al 2015, il trasferimento a titolo di compartecipazione,[4] che consisteva nella cessione della metà del cartellino di un calciatore ad una squadra e permetteva ai club coinvolti di accordarsi sul prezzo con cui acquisire l'altra metà;[1] qualora non fossero riusciti a giungere ad un accordo, si procedeva ad offerte in busta chiusa ed il cartellino del calciatore passava interamente alla squadra che andava a presentante l'offerta più alta.[5]

Sessioni[modifica | modifica wikitesto]

Ai club è permesso effettuare operazioni di calciomercato solamente nelle due finestre previste: una da luglio a settembre e l'altra nel mese di gennaio.[1]

In precedenza, sino alla fine del XX secolo, la finestra invernale era calendarizzata tra ottobre e dicembre.[6]

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni non sono mancate — soprattutto da parte di presidenti e allenatori — critiche relative al fatto che la sessione estiva di calciomercato fosse ancora aperta all'inizio della stagione ufficiale, circostanza che ha sovente creato problemi nella composizione e gestione delle rose.[7]

Per quanto riguarda lo scenario italiano, nell'estate 2018 la Federazione ha deciso di fissare il termine delle operazioni alla vigilia della partenza dei campionati.[8] La scelta ha tuttavia rappresentato l'unico caso in tal senso.[7]

Record[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Trasferimenti più costosi nella storia del calcio.

Nel 1913 l'Andrea Doria si vede sottrarre Enrico Sardi e Aristodemo Santamaria dal Genoa che offrì ai giocatori un ingaggio totale di 3 000 lire,[1] circa 15 000 euro odierni: il fatto scatenò polemiche in quanto i due calciatori furono accusati di professionismo[9], attività severamente vietata all'epoca, tanto che i rossoblù finirono sotto processo essendo stati scoperti proprio da un socio doriano. Il presidente George Davidson non recesse tuttavia dai suoi metodi, ma anzi rilanciò alla grande sottraendo al Milan la giovane stella Renzo De Vecchi facilmente convinto dall’astronomico ingaggio da 24 000 lire, circa 120 000 euro odierni, una cifra mai vista in Italia per un gioco arrivato solo vent’anni prima.[10]

Durante gli anni 2010, per porre un freno ad operazioni spesso eccessive dal punto di vista economico, l'UEFA ha varato il fair play finanziario (parametro che interessa anche i bilanci dei club) con l'obiettivo di risanare situazioni talvolta disastrate.[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Claudio Ferretti e Augusto Frasca, Enciclopedia dello Sport, in Le Garzantine, Garzanti Libri, 2008, p. 1690, ISBN 9788811505228.
  2. ^ Mercato: Pazzini, cessione a titolo definitivo, su inter.it, 22 agosto 2012.
  3. ^ Alberto Porzio e Paolo Marsilio, Proventi e oneri da gestione dei diritti calciatori, su regoledelgioco.gazzetta.it, 3 gennaio 2017.
  4. ^ Serie A, addio alle comproprietà., su gazzetta.it, 27 maggio 2014.
  5. ^ Filippo Di Chiara e Roberto Pelucchi, Quagliarella busta d'oro, in La Gazzetta dello Sport, 21 giugno 2007.
  6. ^ Il Lecce ha acquistato Danova, in la Repubblica, 12 ottobre 1985, p. 28.
  7. ^ a b Gianni Rosini, Calciomercato, la chiusura a settembre che non piace agli allenatori: tra possibili colpi last-minute e formazioni incomplete, su ilfattoquotidiano.it, 27 agosto 2019.
  8. ^ Serie A, è rivoluzione per il calciomercato: si chiude prima dell'inizio del campionato, su itasportpress.it, 5 marzo 2018.
  9. ^ Lorenzo Mangini, Da De Vecchi a Santamaria, in la Repubblica, 15 gennaio 2019, p. 16.
  10. ^ Renzo Parodi, Quando il Genoa soffiò Santamaria all'Andrea Doria per tremila lire, in la Repubblica, 21 ottobre 2016, p. 24.
  11. ^ (EN) UEFA Club Licensing and Financial Fair Play Regulations (PDF), su uefa.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio