Jonathan Biabiany

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jonathan Biabiany
Jonathan+Biabiany+FC+Internazionale+Milano+q-8GwfrgPmLl.jpg
Nome Jonathan Ludovic Biabiany
Nazionalità Francia Francia
Altezza 176 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Inter
Carriera
Giovanili
1999-2004 Le Blanc-Mesnil
2004-2007 Inter
Squadre di club1
2006-2007 Inter 0 (0)
2007-2008 Chievo 0 (0)
2008-2009 Modena 53 (9)
2009-2010 Parma 29 (6)
2010-2011 Inter 14 (0)
2011 Sampdoria 16 (1)
2011-2015 Parma 108 (14)
2015- Inter 20 (1)
Nazionale
2009-2010 Francia Francia U-21 7 (2)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 aprile 2016

Jonathan Ludovic Biabiany (Parigi, 28 aprile 1988) è un calciatore francese di origini guadalupensi, centrocampista o attaccante dell'Inter.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sposato con la brasiliana Sara da Silva, modella e imprenditrice brasiliana[1], ha due figlie, Kelis (nata nel 2012)[2] e Joyce.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Tra i calciatori più veloci d'Italia e del mondo, corre i 100 metri in 10"3, sfiorando i 30 km/h palla al piede.[4] Attaccante moderno,[4] di qualità,[5] propenso anche alla fase difensiva,[6] predilige principalmente il ruolo di seconda punta,[7] ma è stato schierato anche come esterno di centrocampo o ala.[4][8] Talvolta, durante il suo periodo alla Sampdoria, ha giocato come attaccante puro, denotando qualche limite nel gioco spalle alla porta e negli spazi stretti.[9]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera nelle giovanili del Le Blanc-Mesnil in Francia, vivendo e giocando in periferia, dove viene notato casualmente da Pierluigi Casiraghi, osservatore dell'Inter.[10] Nell'ottobre 2004 viene così ingaggiato dall'Inter per 20.000 euro.[11] Gioca due anni nella primavera nerazzurra, vincendo lo Scudetto Primavera nel 2007, anno dell'esplosione di Balotelli, suo compagno di squadra. Riesce, con Roberto Mancini, anche a ritagliarsi una presenza nel ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia contro l'Empoli, sostituendo al 76' Luís Figo.[12] Il 3 agosto 2007 viene ceduto in prestito al Chievo, senza però riuscire a dare il proprio contributo in campo.[13]

Modena e Parma[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2008 passa sempre in prestito al Modena[14] dove riesce a mettersi in mostra rimanendo anche la stagione successiva, giocando su entrambe le fasce. In totale con la maglia dei canarini colleziona 9 reti in 55 partite ufficiali. Il 25 giugno 2009 diventa un giocatore del Parma: è proprio il presidente dei ducali Ghirardi ad annunciare la conclusione della trattativa con l'Inter,[15] per il passaggio del giocatore in prestito.[16] Esordisce con la maglia del Parma il 4 agosto 2009 nel terzo turno di Coppa Italia contro il Novara (1-2 per gli ospiti), entrando al 72' al posto di Alessandro Lucarelli.[17] Il 23 agosto esordisce in Serie A giocando da titolare la prima giornata di campionato contro l'Udinese (2-2). Dopo aver disputato positivamente numerose gare all'inizio del campionato, a causa di una lesione al flessore di una coscia rimediato in occasione della gara Francia-Malta della Nazionale francese Under-21 è costretto a stare fuori dai campi da calcio per varie settimane. Ritorna titolare nella partita contro il Genoa del 6 dicembre 2009, segnando anche la sua prima doppietta in Serie A. Il 1º febbraio 2010 il Parma, nell'operazione che ha portato McDonald Mariga all'Inter, ha rilevato la metà del cartellino di Biabiany per 2,5 milioni di euro.[18]

Ritorno all'Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il presidente dell'Inter, Massimo Moratti, dichiara il 24 maggio 2010 che Biabiany rientrerà nella squadra milanese nella stagione successiva insieme al giovane Philippe Coutinho;[19] il 25 giugno successivo viene così ufficializzato il ritorno del calciatore in maglia nerazzurra.[20][21] Il 21 agosto 2010 vince, pur stando per tutti e 90 i minuti in panchina, la Supercoppa Italiana nel match al Meazza contro la Roma. Il 29 settembre 2010 esordisce dal primo minuto in maglia nerazzurra. Complici le assenze per infortunio di Diego Milito e Goran Pandev, Biabiany gioca tutti i 90 minuti contro il Werder Brema, in Champions League, partita conclusa con il risultato di 4-0 per il team milanese[22]. Segna il suo primo gol in maglia nerazzurra nella finale del Mondiale per club, vinta col punteggio di 3-0 contro i congolesi del Mazembe, contribuendo così alla vittoria del trofeo.

Sampdoria[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 gennaio 2011 passa a titolo definitivo alla Sampdoria, insieme ad un conguaglio economico di 12 milioni di euro, nell'ambito dell'operazione che porta Giampaolo Pazzini all'Inter, venendo valutato 7 milioni.[11][23][24] Fa il suo esordio con la maglia blucerchiata il 30 gennaio, nella partita Napoli-Sampdoria (4-0).[25] Il 15 maggio segna il suo primo gol con la maglia blucerchiata nella partita Sampdoria-Palermo (1-2), realizzando la rete del momentaneo pareggio. A fine stagione la squadra di Genova retrocede in Serie B.

Il suo rendimento a Genova è considerato deludente, soprattutto perché non riesce a convincere:[9] spesso schierato come prima punta, segna un gol (a Palermo, 1-2) in 16 incontri di campionato e a fine stagione la Sampdoria retrocede nella serie cadetta dopo 8 stagioni in A.

Ritorno al Parma[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 giugno 2011 torna al Parma in prestito con diritto di riscatto di metà cartellino per la cifra di 3,5 milioni di euro.[26]. Segna il suo primo gol della stagione 2011-2012 nella partita interna contro l'Udinese vinta per 2-0 dai gialloblu. Si ripete anche nella sfida contro il Catania finita 3-3, nella sfida con il Siena finita 3-1 e segnando il gol decisivo nell1-0 ottenuto contro il Bologna. Il 20 giugno 2012 il Parma esercita il diritto di riscatto, rilevandone metà del cartellino dalla Sampdoria[27]. Dopo altre 34 partite e due gol in campionato, il 20 giugno 2013 viene rinnovata la comproprietà.

Il 20 giugno 2014 la Sampdoria comunica di aver raggiunto un'intesa con il Parma per la risoluzione dell'accordo di partecipazione relativo al calciatore. I diritti sportivi del centrocampista passano pertanto alla società crociata a titolo definitivo[28]. Durante la fase finale del calciomercato estivo, il giocatore sembrava essere stato acquistato definitivamente dal Milan (l'ANSA aveva addirittura dato la notizia per "ufficiale"[29] ed il francese aveva effettuato la foto di rito con la maglia e la sciarpa della "nuova squadra"[30]) nell'ambito di un'operazione che avrebbe portato in Emilia Cristian Zaccardo e un conguaglio economico, ma alla fine la trattativa sfumò e i rossoneri virarono su Giacomo Bonaventura[31]: secondo il club di via Turati, fu il rifiuto di Cristian Zaccardo a far saltare l'affare[32].

A settembre, in seguito alla partita giocata contro il Cesena, il ds del Parma Pietro Leonardi rivela che gli è riscontrata un'aritmia cardiaca e che dovrà abbandonare i terreni di gioco per un periodo di tempo limitato.[33] Il 23 gennaio Biabiany annuncia sul suo profilo Twitter che il problema cardiaco è più di grave di quanto si aspettasse egli stesso e che quindi necessiterà di più tempo per il recupero, ciononostante precisa che la sua carriera non è a rischio. L'11 aprile seguente rescinde il contratto che lo legava alla squadra emiliana, rimanendo quindi svincolato.[34]

Il 20 maggio supera le visite mediche necessarie per ottenere il via libera al ritorno all'attività agonistica e nel frattempo si allena per ritrovare la migliore condizione.[35][36] A inizio giugno a Boston ottiene un ulteriore via libera nei giorni in cui si sta allenando a Interello, la struttura del settore giovanile dell'Inter.[37][38]

Terza esperienza all'Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 2015, dopo essere rimasto svincolato e aver superato vari controlli per il problema al cuore, viene tesserato dall'Inter a costo zero, con cui firma un contratto di durata quadriennale.[39] Viene presentato alla stampa tre giorni dopo nel ritiro di Brunico [40] non prendendo poi però parte alla tournée in Cina per rimanere ad allenarsi ad Appiano Gentile.[41] In questa sua terza avventura in nerazzurro esordisce il 23 settembre in Inter-Verona 1-0 subentrando a Geoffrey Kondogbia al 62', venendo anche ammonito durante il recupero.[42]

Subentra Kondogbia anche il 24 ottobre 2015 nel match pareggiato 1-1 contro il Palermo e fornisce l'assist a Perisic del momentaneo 0-1[43].

Il 22 novembre 2015, nella partita contro il Frosinone, realizza il primo gol della sua terza avventura in maglia nerazzurra portando la sua squadra sul risultato di 1-0[44] e a fine partita il titolo di migliore in campo.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2009 e il 2010 è stato convocato dal c.t. dell'Under-21 francese dove ha messo ha segno 2 reti in 7 apparizioni.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 23 aprile 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006-2007 Italia Inter A 0 0 CI 1 0 UCL - - SI - - 1 0
2007-gen. 2008 Italia Chievo B 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
gen.-giu. 2008 Italia Modena B 15 1 CI - - - - - - - - 15 1
2008-2009 B 38 8 CI 2 0 - - - - - - 40 8
Totale Modena 53 9 2 0 55 9
2009-2010 Italia Parma A 29 6 CI 1 0 - - - - - - 30 6
2010-gen. 2011 Italia Inter A 14 0 CI 1 0 UCL 5 0 SI+SU+Cmc 0+0+1 0+0+1 20 1
gen.-giu. 2011 Italia Sampdoria A 16 1 CI 0 0 UCL+UEL - - - - - 16 1
2011-2012 Italia Parma A 38 6 CI 0 0 - - - - - - 38 6
2012-2013 A 34 2 CI 1 0 - - - - - - 35 2
2013-2014 A 35 6 CI 2 1 - - - - - - 37 7
2014-apr. 2015 A 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
Totale Parma 137 20 4 1 0 0 0 0 141 21
2015-2016 Italia Inter A 20 1 CI 4 0 - - - - - - 24 1
Totale Inter 34 1 6 0 5 0 1 1 46 2
Totale carriera 240 31 12 1 5 0 1 1 258 33

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2006-2007

Competizioni Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aprire con cautela: Lady Biabiany e i suoi nuovi bikini, su SocialFC, 11 maggio 2016. URL consultato l'11 maggio 2016.
  2. ^ Biabiany prepara il decollo "Punto alla doppia cifra", in La Repubblica, 8 luglio 2012. URL consultato il 12 marzo 2015.
  3. ^ Jonathan Ludovic Biabiany - TMW
  4. ^ a b c Biabiany come Bolt Nessuno è come lui, in La Repubblica, 11 febbraio 2010. URL consultato il 12 marzo 2015.
  5. ^ Stefano Sacchi, Primo giorno con Benitez In campo anche Zanetti, in La Repubblica, 13 luglio 2010. URL consultato il 12 marzo 2015.
  6. ^ Stefano Zaino, Lanna punta su Biabiany 'Con la sua velocità può far male al Genoa', in La Repubblica, 15 febbraio 2011. URL consultato il 12 marzo 2015.
  7. ^ Biabiany, eroe delle banlieu, in archiviostorico.gazzetta.it, 17 maggio 2007. URL consultato il 7 agosto 2010.
  8. ^ Sampdoria, rebus comproprietà Biabiany verso Napoli, nodo Regini, in La Repubblica, 10 giugno 2013. URL consultato il 12 marzo 2015.
  9. ^ a b Lorenzo Mangini, Freccia nera Biabiany, una seconda vita, in La Repubblica, 2 marzo 2013. URL consultato il 12 marzo 2015.
  10. ^ Grinta Biabiany «Inter, tornerò da protagonista», archiviostorico.gazzetta.it, 10 settembre 2009. URL consultato il 7 agosto 2010.
  11. ^ a b Matteo Dalla Vite, Inter, ecco chi ti da Ausilio, in La Gazzetta dello Sport, 11 marzo 2014, p. 14.
  12. ^ L'Inter stende l'Empoli sciupone, la Samp passa col Chievo, Roma in semifinale col brivido, in quotidianonet.ilsole24ore.com, 17 gennaio 2007. URL consultato il 7 agosto 2010.
  13. ^ UFFICIALE:Inter, Biabiany prestato al Chievo, in tuttomercatoweb.com, 03 agosto 2007. URL consultato il 7 agosto 2010.
  14. ^ UFFICIALE: Biabany dall'Inter al Modena, in tuttomercatoweb.com, 31 gennaio 2008. URL consultato il 7 agosto 2010.
  15. ^ UFFICIALE: Parma, arriva Biabiany, in tuttomercatoweb.com, 25 giugno 2009. URL consultato il 7 agosto 2010.
  16. ^ Jonathan Biabiany per Periodico Italiano, in periodicoitaliano.it, 09 luglio 2009. URL consultato il 7 agosto 2010.
  17. ^ Parma-Novara 1-2, in novaracalcio.com, 14 agosto 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  18. ^ Calcio, Inter: preso Mariga dal Parma, in sport.repubblica.it, 1º febbraio 2010. URL consultato il 19 maggio 2014.
  19. ^ Coutinho e Biabiany: due giovani per il futuro, in tuttomercatoweb.it, 24 maggio 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  20. ^ Comproprietà: ufficializzati rinnovo di Paloschi e cessione di Biabiany, in fcparma.com, 25 giugno 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  21. ^ Mercato: comproprietà, le 19 soluzioni, in inter.it, 25 giugno 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  22. ^ Triplo Eto'o più Sneijder. Poker Inter col Werder, gazzetta.it.
  23. ^ Mercato: Pazzini, benvenuto all'Inter!, Inter.it, 28 gennaio 2011.
  24. ^ Ufficiale: Biabiany alla Sampdoria, Pazzini all'Inter Sampdoria.it
  25. ^ Tabellino della partita Calciomercato.com
  26. ^ UFFICIALE: scambio Castellini-Biabiany fra Parma e Sampdoria
  27. ^ Parma, riscattato Biabiany, in Tuttomrecatoweb.com, 20 giugno 2012. URL consultato il 6 luglio 2012.
  28. ^ Intesa raggiunta: Jonathan Biabiany è un calciatore del Parma
  29. ^ Ufficiale, Biabiany al Milan, ANSA, 1º settembre 2014
  30. ^ Calciomercato - Milan, incredibile! Salta Biabiany, Eurosport, 1º settembre 2014
  31. ^ MILAN, SALTA BIABIANY: C'È BONAVENTURA. SAVIOLA AL VERONA, Sky Sport, 1º settembre 2014
  32. ^ Ecco la verità sull'affare saltato Biabiany-Zaccardo: 'colpa' del Milan, il Parma non c'entra, goal.com, 3 settembre 2014
  33. ^ Parma, si ferma Biabiany. Ha un'aritmia cardiaca, in La Repubblica, 18 settembre 2014. URL consultato il 12 marzo 2015.
  34. ^ Biabiany risoluzione consensuale fcparma.com
  35. ^ Inter: Biabiany supera le prime prove fisiche
  36. ^ 1011258/calciomercato_inter_biabiany_idoneo_il_futuro_nerazzurro/ Calciomercato Inter, Biabiany idoneo: il futuro è nerazzurro
  37. ^ BIABIANY È GIÀ VESTITO DI INTER: IERI CORSA A INTERELLO CON LA DIVISA NERAZZURRA
  38. ^ Biabiany, superati anche gli ultimi controlli: ora l’Inter, la situazione
  39. ^ JONATHAN BIABIANY ALL'INTER, in inter.it, 10 luglio 2015. URL consultato il 10 luglio 2015.
  40. ^ BIABIANY: "SONO TORNATO A CASA". URL consultato il 28 luglio 2015.
  41. ^ #INTERINCHINA, 25 NERAZZURRI CONVOCATI. URL consultato il 28 luglio 2015.
  42. ^ Inter 1 - 0 Hellas Verona, Report legaseriea.it, 23 settembre 2015.
  43. ^ Palermo-Inter 1-1, nerazzurri capolista, ma per una sola notte, repubblica.it, 24 ottobre 2015. URL consultato il 22 novembre 2015.
  44. ^ Inter - Frosinone, report Lega Serie A, 22 novembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]