Stephan El Shaarawy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stephan El Shaarawy
20150616 - Portugal - Italie - Genève - Stephan El Shaarawy.jpg
El Shaarawy con la Nazionale italiana nel 2015
Nome Stephan Kareem El Shaarawy
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Roma
Carriera
Giovanili
2001-2006 600px Verde e Blu.png Legino
2006-2010 Genoa
Squadre di club1
2008-2010 Genoa 3 (0)
2010-2011 Padova 25 (7)[1]
2011-2015 Milan 83 (21)
2015-2016 Monaco 15 (0)
2016- Roma 22 (9)
Nazionale
2008 Italia Italia U-16 8 (4)
2008-2009 Italia Italia U-17 15 (2)
2010 Italia Italia U-18 3 (1)
2010-2011 Italia Italia U-19 5 (1)
2011-2012 Italia Italia U-21 5 (3)
2012- Italia Italia 20 (3)
Palmarès
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Brasile 2013
Transparent.png Europei di calcio Under-17
Bronzo Germania 2009
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 25 settembre 2016

Stephan Kareem El Shaarawy (in arabo: ستيفان الشعراوي[2]; Savona, 27 ottobre 1992) è un calciatore italiano, attaccante della Roma e della Nazionale italiana.

Per le sue origini egiziane viene portato a essere soprannominato "Il Faraone":[3] infatti suo padre è egiziano e si è trasferito a Savona nel 1982[4], mentre sua madre è italiana[5][6], e possiede la cittadinanza svizzera.[7]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nella cultura popolare[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 fa da testimonial alla Pavesi per i biscotti Ringo[8] e compare nella copertina italiana del videogioco calcistico FIFA 14, affiancando Lionel Messi.[9] Inoltre, nel settembre 2013, è stato scelto dalla Chronotech come testimonial della collezione EGO Special Edition.[10]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Considerato una delle promesse del calcio italiano,[11] destro di piede, nasce nel ruolo di attaccante esterno sinistro,[12][13] ma può giocare anche come trequartista o seconda punta. Per le sue giocate si ispira a Kaká.[7] Le sue doti principali sono la tecnica, il dribbling, la velocità, la corsa e una buona mobilità.[14][15]

Nel 2012 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1991 stilata da Don Balón[16] e in quella dei primi 100 calciatori secondo il quotidiano britannico The Guardian, in cui El Shaarawy figura al 52º posto.[17]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Legino[modifica | modifica wikitesto]

El Shaarawy è cresciuto nel vivaio del U.S. Legino 1910, società savonese, per poi approdare al settore giovanile del Genoa.[18]

Genoa[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 dicembre 2008 ha esordito in Serie A entrando all'83' della partita Chievo-Genoa (0-1),[19] diventando così il più giovane esordiente in massima categoria (16 anni, 1 mese e 24 giorni) nella storia della squadra ligure ed entrando a far parte della classifica dei dieci più giovani esordienti in A.[20][21] Durante la stagione 2008-2009, pur continuando a giocare con la formazione Primavera, con la quale ha vinto quell'anno la Coppa Italia Primavera e la Supercoppa Primavera, in alcune occasioni il tecnico Gian Piero Gasperini lo ha aggregato alla prima squadra.[22]

La stagione seguente ottiene altre 2 presenze in Serie A con la prima squadra e vince il Campionato Primavera 2009-2010, andando a segno nella finale contro l'Empoli.[23]

In prestito al Padova[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 giugno 2010 il Genoa lo ha ceduto in prestito al Padova, in Serie B, con opzione di riscatto della compartecipazione da parte del Padova e contro opzione del Genoa.[24] Il 10 settembre 2010, alla quarta giornata di campionato, a 17 anni El Shaarawy ha realizzato il suo primo gol tra i professionisti, nella partita Padova-Reggina (4-0).[25] Nel mese di ottobre gli è stata riscontrata una tendinopatia rotulea bilaterale che lo ha costretto a fermarsi fino a gennaio per recuperare con una terapia conservativa.[26]

Ha terminato la stagione regolare, nella quale il Padova si è qualificato per i play-off dopo il quinto posto, con 25 presenze e 7 reti in campionato. Il 5 giugno 2011 ha segnato una doppietta nel ritorno della semifinale play-off contro il Varese, contribuendo in modo decisivo alla qualificazione del Padova alla finale.[27] La squadra veneta ha poi perso la finale contro il Novara pareggiando per 0-0 la gara d'andata a Padova e perdendo 2-0 quella di ritorno a Novara, partita nella quale El Shaarawy, a seguito dell'espulsione del compagno César, è stato sostituito dall'allenatore Alessandro Dal Canto con il difensore Trevor Trevisan dopo poco più di un quarto d'ora.[28]

Milan[modifica | modifica wikitesto]

El Shaarawy (a sinistra) e Robinho in azione con la maglia del Milan nel 2012.

Dopo i play-off giocati con il Padova è stato definito il suo passaggio in compartecipazione dal Genoa al Milan in cambio, del cartellino di Alexander Merkel e di un conguaglio economico di circa 7 milioni.

Il suo esordio ufficiale con il Milan è avvenuto a 18 anni, il 18 settembre 2011 allo Stadio San Paolo, dove è entrato al posto di Aquilani nel secondo tempo della partita di campionato persa 3-1 contro il Napoli.[29] Tre giorni più tardi, il 21 settembre 2011, ha realizzato il suo primo gol con la maglia del Milan e in Serie A, segnando la rete del definitivo 1-1 a San Siro contro l'Udinese.[30][31] Il 24 settembre 2011 ha disputato, sempre a San Siro, la sua prima partita da titolare in rossonero contro il Cesena.[32] Ha segnato il suo primo gol in Coppa Italia il 18 gennaio 2012 nella partita degli ottavi vinta 2-1 ai supplementari contro il Novara.

Il 23 gennaio 2012 è stato premiato come Miglior calciatore della Serie B nel corso del Gran Galà del calcio AIC 2011 per quanto fatto con la maglia del Padova durante la stagione 2010-2011.[33] Esordisce nelle coppe europee il 6 marzo 2012 all'Emirates Stadium di Londra, giocando titolare nella partita Arsenal-Milan (3-0) valida per il ritorno degli ottavi di Champions League.[34] Conclude la prima stagione in rossonero con all'attivo 28 presenze e 4 gol di cui 2 in campionato e altrettanti in Coppa Italia.

Risolta la comproprietà a favore del Milan,[35] il 3 ottobre 2012 El Shaarawy mette a segno il suo primo gol in Champions League, contro lo Zenit, diventando, in questa competizione,[36] il marcatore più giovane della storia del Milan.[37] Nel corso della stagione segna con una certa frequenza, chiudendo il girone d'andata con 14 centri in 19 gare (secondo solo a Cavani del Napoli). Nella seconda parte di stagione ha segnato con meno regolarità.

Nel maggio 2013 si è aggiudicato la quattordicesima edizione del Pallone d'argento, premio assegnato dall'USSI al calciatore che si è distinto sia sportivamente sia per le qualità morali.[38] Inoltre gli viene assegnato il premio "Giovane rivelazione della Serie A". Realizza 16 gol in campionato e si classifica terzo nella classifica marcatori del torneo dietro a Cavani (29) e Di Natale (23).

El Shaarawy in allenamento in rossonero nel 2014.

Nelle due stagioni successive gioca poco a causa di ripetuti problemi fisici.[39][40]

Complessivamente con il Milan ha collezionato 103 presenze e 27 gol.

Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 luglio 2015 si trasferisce al Monaco in prestito oneroso per 3 milioni di euro con obbligo di riscatto per altri 13 milioni e firma un contratto fino al 2020 a 3 milioni a stagione.[41][42]

Esordisce con la squadra monegasca il 28 luglio 2015 a Berna, nella partita di andata del terzo turno preliminare di Champions League vinta 3-1 dal Monaco in casa dello Young Boys. Realizza il suo primo gol in maglia monegasca il 4 agosto successivo, nella gara di ritorno contro lo Young Boys, terminata 4-0 a favore dei padroni di casa. Esordisce in Ligue 1 l'8 agosto 2015, alla prima giornata di campionato, subentrando al posto di Dirar nella partita Nizza-Monaco (1-2).

All'apertura della sessione invernale del mercato, El Shaarawy aveva collezionato complessivamente 24 presenze con il Monaco: da contratto, alla 25esima partita sarebbe scattato il riscatto obbligatorio a 13 milioni di euro. Per evitare l'acquisto, il club monegasco ha comunicato al Milan che il calciatore non sarebbe più stato utilizzato fino al termine della stagione.[43]

Roma[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 gennaio 2016 passa a titolo temporaneo alla Roma per la cifra pari a 1,4 milioni di euro. L'accordo prevede il diritto di acquisizione a titolo definitivo a favore della società giallorossa per la cifra pari a 13 milioni di euro[44].

Il 30 gennaio 2016 esordisce all'Olimpico nel match contro il Frosinone (3-1) e sigla il suo primo gol, di tacco, con la maglia giallorossa.[45] Si ripete la giornata seguente siglando la rete finale in casa del Sassuolo (0-2). Il 27 febbraio 2016 in casa dell'Empoli (1-3) segna la prima doppietta in giallorosso.[46] Va poi a segno in casa contro la Fiorentina (4-1), nel derby in trasferta contro la Lazio aprendo le marcature di testa (1-4) e in casa delle sue ex squadre Genoa (2-3) e Milan (1-3). Termina la sua prima metà stagione con la Roma con 18 presenze complessive e 8 gol. Il 21 giugno 2016 il giocatore viene riscattato dalla Roma e firma un contratto fino al 30 giugno 2020.[47]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali giovanili[modifica | modifica wikitesto]

El Shaarawy nell'amichevole dell'Italia contro Haiti nel 2013

Tra le Nazionali giovanili ha fatto parte dell'Under-16, dell'Under-17, con la quale nel 2009 ha disputato Europeo di categoria e Mondiale,[48] dell'Under-18 e dell'Under-19. Dopo aver preso parte a uno stage con la Nazionale Under-21 nel gennaio 2011,[49][50] nel mese seguente è stato convocato per la prima volta da Ciro Ferrara per l'amichevole dell'Under-21 contro l'Inghilterra, nella quale tuttavia non è stato impiegato. Ha esordito con gli Azzurrini il 15 novembre successivo, subentrando a Gabbiadini nel secondo tempo della partita Italia-Ungheria (2-0),[51] disputata a Casarano e valevole per le qualificazioni all'Europeo Under-21 2013.[52][53] Realizza in totale 3 gol in 5 presenze con la maglia dell'Under-21 prima di passare alla Nazionale maggiore.

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

El Shaarawy è stato convocato per la prima volta in Nazionale maggiore dal CT Cesare Prandelli,[54][55] per la partita amichevole del 15 agosto 2012 contro l'Inghilterra nella quale ha esordito, all'età di 19 anni, giocando titolare nella gara disputata allo Stade de Suisse di Berna e persa per 2-1.[56][57] Ha segnato la sua prima rete con la maglia azzurra il 14 novembre seguente, in occasione dell'amichevole contro la Francia disputata al Tardini di Parma e persa sempre con il punteggio di 2-1.[58][59]

Ha partecipato alla Confederations Cup 2013, dove ha esordito il 22 giugno nel match contro il Brasile, valevole per la terza e ultima giornata della fase a gironi, subentrando a Diamanti.[60] È stato inoltre schierato da titolare nella finale per il 3º posto contro l'Uruguay, vinta dall'Italia dopo i tiri di rigore, uno dei quali segnato da El Shaarawy.[61]

Il 10 ottobre 2015 segna il suo secondo gol in Nazionale, tre anni dopo il primo, nella vittoria per 3-1 contro l'Azerbaigian che consente agli Azzurri di qualificarsi con un turno di anticipo all'Europeo 2016. Viene quindi convocato per la fase finale dell'Europeo in Francia,[62] dove viene impiegato unicamente nel finale della terza partita del girone persa 1-0 contro l'Irlanda.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 25 settembre 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008-2009 Italia Genoa A 1 0 CI 0 0 - - - - 1 0
2009-2010 A 2 0 CI 0 0 UEL 0 0 - - 2 0
Totale Genoa 3 0 0 0 - - - - 3 0
2010-2011 Italia Padova B 25+4[63] 7+2[63] CI 1 0 - - - - 30 9
2011-2012 Italia Milan A 22 2 CI 4 2 UCL 2 0 SI 0 0 28 4
2012-2013 A 37 16 CI 1 1 UCL 8 2 - - 46 19
2013-2014 A 6 0 CI 0 0 UCL 3[64] 1[65] - - 9 1
2014-2015 A 18 3 CI 1 0 - - - - 19 3
Totale Milan 83 21 6 3 13 3 0 0 102 27
2015-gen. 2016 Francia Monaco L1 15 0 CF+CdL 0 0 UCL+UEL 3[66]+6 1[66]+2 - - 24 3
gen.-giu. 2016 Italia Roma A 16 8 CI - - UCL 2 0 - - - 18 8
2016-2017 A 6 1 CI 0 0 UCL+UEL 0+1 0 - - - 7 1
Totale Roma 22 9 0 0 3 0 0 0 25 9
Totale carriera 148+4 37+2 7 3 25 6 0 0 184 48

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
15-8-2012 Berna Inghilterra Inghilterra 2 – 1 Italia Italia Amichevole - Uscita al 59’ 59’
12-10-2012 Erevan Armenia Armenia 1 – 3 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 60’ 60’
14-11-2012 Parma Italia Italia 1 – 2 Francia Francia Amichevole 1 Uscita al 74’ 74’
6-2-2013 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Italia Italia Amichevole - Uscita al 71’ 71’
21-3-2013 Ginevra Italia Italia 2 – 2 Brasile Brasile Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
26-3-2013 Ta' Qali Malta Malta 0 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 75’ 75’
7-6-2013 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 0 – 0 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 46’ 46’
11-6-2013 Rio de Janeiro Italia Italia 2 – 2 Haiti Haiti Amichevole - Ingresso al 61’ 61’
22-6-2013 Salvador Italia Italia 2 – 4 Brasile Brasile Conf. Cup 2013 - 1º turno - Ingresso al 72’ 72’
30-6-2013 Salvador Uruguay Uruguay 2 – 2 dts
(2 - 3 dcr)
Italia Italia Conf. Cup 2013 - Finale 3º posto -
16-11-2014 Milano Italia Italia 1 – 1 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 52’ 52’
12-6-2015 Spalato Croazia Croazia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2016 - Uscita al 81’ 81’
16-6-2015 Ginevra Italia Italia 0 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 63’ 63’
6-9-2015 Palermo Italia Italia 1 – 0 Bulgaria Bulgaria Qual. Euro 2016 - Uscita al 73’ 73’
10-10-2015 Baku Azerbaigian Azerbaigian 1 – 3 Italia Italia Qual. Euro 2016 1 Uscita al 74’ 74’
13-11-2015 Bruxelles Belgio Belgio 3 – 1 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 80’ 80’
17-11-2015 Bologna Italia Italia 2 – 2 Romania Romania Amichevole - Uscita al 81’ 81’
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania Germania 4 – 1 Italia Italia Amichevole 1 Ingresso al 69’ 69’
6-6-2016 Verona Italia Italia 2 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole - Uscita al 69’ 69’
22-6-2016 Lilla Italia Italia 0 – 1 Irlanda Irlanda Euro 2016 - 1º turno - Ingresso al 81’ 81’
Totale Presenze 20 Reti 3
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
15-11-2011 Casarano Italia Under-21 Italia 2 – 0 Ungheria Ungheria Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 - Ingresso al 83’ 83’
28-2-2012 Cannes Francia Under-21 Francia 1 – 1 Italia Italia Under-21 Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
4-6-2012 Sligo Irlanda Under-21 Irlanda 2 – 2 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 - Ingresso al 85’ 85’
6-9-2012 Casarano Italia Under-21 Italia 7 – 0 Liechtenstein Liechtenstein Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 2 Uscita al 65’ 65’
10-9-2012 Casarano Italia Under-21 Italia 2 – 4 Irlanda Irlanda Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 1
Totale Presenze 5 Reti 3

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Miglior calciatore della Serie B: 2011
Giovane rivelazione della Serie A: 2012
2012-2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 29 (9) considerando i play-off di Serie B.
  2. ^ Al-Shaʿrāwī (in arabo: الشعراوي‎)
  3. ^ Marco Liguori, Stephan El Shaarawy, il "faraone" pronto per ritornare al Genoa, pianetagenoa1893.net, 14 aprile 2011. URL consultato il 27 giugno 2011.
  4. ^ La decisione del Faraone, ultimouomo.com, 26 novembre 2013. URL consultato il 15 novembre 2014.
  5. ^ Roma, il Faraone in Salah d'attesa: El Shaarawy è pronto all’esordio, Mohamed rischia di lasciare spazio all’azzurro, su sport.ilmattino.it. URL consultato il 25 aprile 2016.
  6. ^ Tutti pazzi per El Shaarawy, nuovo fenomeno del calcio italiano, su Panorama. URL consultato il 25 aprile 2016.
  7. ^ a b Stephan El Shaarawy, cinquantamila.corriere.it, 17 dicembre 2013. URL consultato il 21 settembre 2014.
  8. ^ El Shaarawy nuovo testimonial 'Ringo', ANSA, 11 maggio 2013. URL consultato il 25 luglio 2013.
  9. ^ Alessio Marino, Fifa 14: Stephan El Shaarawy sarà presente sulla copertina italiana, in everyeye.it, 25 luglio 2013. URL consultato il 25 luglio 2013.
  10. ^ El Shaarawy per Chronotech (PDF), chronotech.com. URL consultato il 26 novembre 2013.
  11. ^ (ES) El Shaarawi, delantero italiano de 16 años con mucho futuro, joinfutbol.com, 25 aprile 2009. URL consultato il 15 febbraio 2010.
  12. ^ Silvano Tauceri, Padova chiede la A al Faraone d’Italia che piace al Milan, il Giornale, 9 giugno 2011. URL consultato il 22 settembre 2011.
  13. ^ Beatrice Sarti, El Shaarawy: "Nasco come esterno sinistro ma mi adatterò a trequartista", milannews.it, 28 giugno 2011. URL consultato il 22 settembre 2011.
  14. ^ El Shaarawy, Stephan Kareem, Treccani. URL consultato il 22 settembre 2015.
  15. ^ Paolo Fulgosi, Corsa, dribbling e qualità: ElShaa e un grande ritorno che non basta, Spazio Milan, 11 maggio 2014. URL consultato il 22 settembre 2015.
  16. ^ Tommaso Maschio, 101 prospetti per il futuro. Ecco la lista di Don Balon, tuttomercatoweb.com, 13 novembre 2012. URL consultato il 13 novembre 2012.
  17. ^ (EN) The 100 best footballers in the world - interactive, The Guardian, 20 dicembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  18. ^ Gessi Adamoli, Genoa, ceduto El Shaarawy al Milan in comproprietà per 6,8 milioni, la Repubblica, 15 giugno 2011. URL consultato il 4 luglio 2011.
  19. ^ Pierfrancesco Archetti, Olivera lancia il Genoa. Il Chievo sprofonda, in La Gazzetta dello Sport, 22 dicembre 2008, p. 20. URL consultato il 15 febbraio 2010.
  20. ^ Claudio Critelli, Generazione di Fenomeni: El Shaarawy, nome esotico, classe italiana, goal.com, 1º giugno 2009. URL consultato il 18 luglio 2011.
  21. ^ Stephan El Shaarawy, Sky Sport, 26 gennaio 2011. URL consultato il 18 luglio 2011.
  22. ^ Juventus-Genoa 3-2, legaseriea.it. URL consultato il 27 giugno 2011.
  23. ^ Primavera: scudetto al Genoa, Sport Mediaset, 8 giugno 2010. URL consultato il 27 giugno 2011.
  24. ^ Calcio: Stephan El Shaarawy è del Padova, in Padova24ore.it, 27 giugno 2010. URL consultato il 27 giugno 2010.
  25. ^ Antonio Gaito, Serie B, Padova-Reggina 4-0, tuttomercatoweb.com, 10 settembre 2010. URL consultato il 27 giugno 2011.
  26. ^ Tendinopatia per El Shaarawy, almeno due mesi di stop, padovacalcio.it, 6 ottobre 2010. URL consultato il 27 giugno 2011.
  27. ^ Novara-Padova, finale per la A. Decidono Rigoni e El Shaarawy, in La Gazzetta dello Sport, 5 giugno 2011. URL consultato il 27 giugno 2011.
  28. ^ Pier Luigi Todisco, Novara in A dopo 55 anni. Il Padova si arrende: 2-0, La Gazzetta dello Sport, 12 giugno 2011. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  29. ^ Fenomeno Cavani, tripletta al Milan. Il Napoli sogna la scudetto, Virgilio Sport, 18 settembre 2011. URL consultato il 19 settembre 2011.
  30. ^ Gaetano De Stefano, Milan a pezzi. Zampata Di Natale. Ma il Faraone ci mette una pezza, La Gazzetta dello Sport, 21 settembre 2011. URL consultato il 22 settembre 2011.
  31. ^ Luigi Panella, Milan convalescente. Lo salva El Shaarawy, la Repubblica, 21 settembre 2011. URL consultato il 22 settembre 2011.
  32. ^ Allegri col Faraone, Mazzarri coi 3 tenori, La Gazzetta dello Sport, 24 settembre 2011. URL consultato il 25 settembre 2011.
  33. ^ Gran Galà del Calcio Aic 2011, assocalciatori.it, 23 gennaio 2012. URL consultato il 26 gennaio 2012.
  34. ^ Gaetano De Stefano, Milan, che spavento con l'Arsenal! Ma è tra le 8 migliori d'Europa, La Gazzetta dello Sport, 6 marzo 2012. URL consultato il 7 marzo 2012.
  35. ^ Risoluzione accordi di partecipazione (PDF), legaseriea.it, p. 3. URL consultato il 13 giugno 2012.
  36. ^ Si prende in considerazione esclusivamente la UEFA Champions League, competizione in svolgimento dal 1992, e non anche la Coppa dei Campioni, dove il primato è di Gianni Rivera, a segno all'età di 19 anni e 1 mese.
  37. ^ Pietro Mazzara, El Shaarawy entra nella storia del Milan: è il suo marcatore più giovane in Champions, milannews.it, 3 ottobre 2012. URL consultato il 3 ottobre 2012.
  38. ^ Milan, Airc: ad El Shaarawy il Pallone d'Argento, La Gazzetta dello Sport, 10 maggio 2013. URL consultato il 10 maggio 2013.
  39. ^ Alessandra Bocci, Milan, rieccolo, La Gazzetta dello Sport, 29 novembre 2013, p. 5. URL consultato il 9 dicembre 2013.
  40. ^ AC Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 28 dicembre 2013. URL consultato il 4 gennaio 2014.
  41. ^ AC Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 13 luglio 2015. URL consultato il 13 luglio 2015.
  42. ^ Calciomercato - El Shaarawy firma con il Monaco: affare da 16 milioni, eurosport.com, 13 luglio 2015. URL consultato il 14 luglio 2015.
  43. ^ Milan, El Shaarawy torna da Monaco e andrà via. Per ora sfumano 13 milioni, gazzetta.it, 30 dicembre 2015. URL consultato il 30 dicembre 2015.
  44. ^ L’AS Roma perfeziona l’ingaggio di Stephan El Shaarawy, asroma.com, 26 gennaio 2016. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  45. ^ Ivan Palumbo, Roma, El Shaarawy gol di tacco al debutto: "Ho imparato da Ibrahimovic", su La Gazzetta dello Sport, 30 gennaio 2016. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  46. ^ Empoli-Roma 1-3: doppietta di El Shaarawy, sesta vittoria di fila, La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 18 maggio 2016.
  47. ^ El Shaarawy è della Roma: versati al Milan 13 milioni, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 21 giugno 2016.
  48. ^ Grande partita degli Azzurrini, che lasciano l'Europeo a testa alta, figc.it, 15 maggio 2009. URL consultato il 15 febbraio 2010.
  49. ^ Azzurrini in raduno a Roma. Convocato El Shaarawy al posto di Fabbrini, figc.it, 17 febbraio 2011. URL consultato il 16 novembre 2011.
  50. ^ Video news. El Shaarawy parla della sua esperienza con l'under 21, padovacalcio.it, 20 gennaio 2011. URL consultato il 16 novembre 2011.
  51. ^ Italia 2-0 Ungheria, uefa.com, 15 novembre 2011. URL consultato il 16 novembre 2011.
  52. ^ L’Italia chiude il 2011 con la quinta vittoria e la testa del girone, figc.it, 15 novembre 2011. URL consultato il 16 novembre 2011.
  53. ^ Emanuele Buongiorno, Esordio in Under 21 per El Shaarawy, milannews.it, 15 novembre 2011. URL consultato il 16 novembre 2011.
  54. ^ Sono 8 le novità di Prandelli per l'amichevole con l'Inghilterra, figc.it, 10 agosto 2012. URL consultato il 10 agosto 2012.
  55. ^ Italia-Inghilterra: 5 milanisti convocati, acmilan.com, 10 agosto 2012. URL consultato il 10 agosto 2012.
  56. ^ Riccardo Pratesi, L'Italia di Berna piace ma perde. Defoe regala la vittoria agli inglesi, La Gazzetta dello Sport, 15 agosto 2012. URL consultato il 15 agosto 2012.
  57. ^ Alessio De Silvestro, Italia-Inghilterra 1-2: il tabellino della gara, tuttomercatoweb.com, 15 agosto 2012. URL consultato il 15 agosto 2012.
  58. ^ Emanuele Venditti, Buona Italia ma vince la Francia, uefa.com, 14 novembre 2012. URL consultato il 15 novembre 2012.
  59. ^ Riccardo Pratesi, El Shaarawy illude l'Italia. Ma a vincere è la Francia, La Gazzetta dello Sport, 14 novembre 2012. URL consultato il 15 novembre 2012.
  60. ^ Fred e Neymar piegano un’Italia mai doma. Giovedì semifinale a Fortaleza, figc.it, 22 giugno 2013. URL consultato il 1º luglio 2013.
  61. ^ (EN) Buffon stars as Italy win shootout & bronze, fifa.com, 30 giugno 2013. URL consultato il 1º luglio 2013.
  62. ^ Inizia il ‘Sogno Azzurro’: su Rai 1 ufficializzata la lista dei convocati per l’Europeo, figc.it, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2015.
  63. ^ a b Play-off.
  64. ^ 2 presenze nei play-off.
  65. ^ Nei play-off.
  66. ^ a b Nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]