Emirates Stadium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Emirates Stadium
Ashburton Grove
Insideemirates1.jpg
UEFA 4/4 stelle
Informazioni
StatoRegno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
UbicazioneAshburton Grove, City of London logo.svg London
Inizio lavorifebbraio 2004
Inaugurazione22 luglio 2006
CoperturaTutti i settori
Pista d'atleticaAssente
Costo390 milioni di sterline[1]
Dim. del terreno105 x 68 metri
Proprietario600px Rosso Bianco e Blu con cannone dorato.svg Arsenal Holdings plc
GestoreArsenal Football Club
ProgettoHOK Sport
Prog. strutturaleBuroHappold
Uso e beneficiari
Calcio600px Rosso Bianco e Blu con cannone dorato.svg Arsenal
Capienza
Posti a sedere60 260[2]
Mappa di localizzazione

Coordinate: 51°33′18″N 0°06′31″W / 51.555°N 0.108611°W51.555; -0.108611

L'Emirates Stadium è uno stadio di calcio situato a Ashburton Grove, a nord di Londra, inaugurato nel luglio 2006 e sede delle partite casalinghe dell'Arsenal.

Lo stadio ha una capienza di 60 260 posti[2], tutti a sedere. È il terzo stadio per capienza in Premier League dopo l'Old Trafford di Manchester e il Tottenham Hotspur Stadium di Londra, nonché il terzo per capienza a Londra, dopo Wembley e Twickenham.

Durante le fasi di costruzione e progettazione, era conosciuto come Ashburton Grove, dal nome del quartiere, prima che nell'ottobre del 2004 fossero venduti i diritti del nome alla compagnia aerea Emirates.

Il progetto complessivo dello stadio è costato ben 390 milioni di sterline.[1]

Ideazione e costruzione[modifica | modifica wikitesto]

L'iniziale proposito di ricostruire lo stadio di Highbury incontrò la disapprovazione dei residenti, dal momento che avrebbe previsto la demolizione di 25 case tra loro vicine. Dopo varie consultazioni, il club decise di abbandonare questo progetto, anche perché non riteneva sufficiente la capienza prevista, pari a 48 000 spettatori.

L'Arsenal presentò un'offerta ufficiale, poi respinta dalla Football Association, per l'acquisto dello Stadio di Wembley nel marzo 1998 e utilizzò questo stadio per le proprie partite casalinghe di UEFA Champions League dal 1998 al 2000.

Nel novembre 1999 il club cominciò ad esaminare la fattibilità della costruzione di un nuovo stadio ad Ashburton Grove. Dopo l'ottenimento delle prime autorizzazioni, il sito, situato a 450 metri da Highbury, divenne ufficialmente la sede designata per il progetto di un impianto da 60 000 posti nel novembre 2000.

La costruzione dello stadio iniziò nel febbraio 2004. Lo stadio fu completato nell'agosto 2005, in anticipo rispetto al programma e nei costi preventivati. La prima poltroncina del nuovo stadio fu simbolicamente installata il 13 marzo 2006 dal centrocampista dell'Arsenal Abou Diaby. I fari furono testati per la prima volta il 25 giugno 2006 ed il giorno dopo furono montate le porte.

L'impianto fu inaugurato il 22 luglio 2006 in occasione di un'amichevole tra Arsenal e Ajax per omaggiare Dennis Bergkamp, prossimo al ritiro dall'attività agonistica; la partita fu vinta dagli inglesi per 2-1.

Secondo il contratto di sponsorizzazione con Fly Emirates, lo stadio è denominato Emirates Stadiumdal 2006 per i successivi 15 anni.

L'Arsenal dovette attendere fino al 23 settembre 2006 per vincere la prima partita di campionato nella sua nuova casa, sconfiggendo lo Sheffield Utd per 3-0. La prima vittoria europea risaliva invece al 23 agosto, nel match di UEFA Champions League contro la Dinamo Zagabria, conclusosi sul risultato di 2-1.

Amichevoli internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Per via di un accordo con la Federazione calcistica brasiliana, questo stadio ospita sovente le amichevoli che il Brasile gioca in Europa.

Il 10 febbraio 2009 l'Emirates Stadium fu teatro del match amichevole Brasile-Italia (2-0), nazionali che tornarono a sfidarsi dopo dodici anni.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Fatti chiave sull'Emirates Stadium, Sito ufficiale dell'Arsenal. URL consultato il 17 marzo 2011.
  2. ^ a b Premier League Handbook 2015/16 (PDF), su Premier League.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Emirates Stadium, Sito ufficiale dell'Arsenal. URL consultato il 17 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 23 aprile 2011).