Simone Zaza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Simone Zaza
Simone Zaza.jpg
Zaza al Sassuolo nel 2014.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 186[1] cm
Peso 83[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Valencia
Carriera
Giovanili
1997-2005 BlauGrana.svg Stella Azzurra Bernalda
2005-2007 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Valdera
2007-2010 Atalanta
2010-2011 Sampdoria
Squadre di club1
2008-2010 Atalanta 3 (0)
2010-2011 Sampdoria 2 (0)
2011-2012 Juve Stabia 4 (0)
2012 Viareggio 18 (11)
2012-2013 Ascoli 35 (18)
2013-2015 Sassuolo 64 (20)
2015-2016 Juventus 19 (5)
2016-2017 West Ham Utd 8 (0)
2017- Valencia 6 (2)
Nazionale
2007 Italia Italia U-16 3 (0)
2007 Italia Italia U-17 2 (0)
2009 Italia Italia U-19 1 (0)
2012 Italia B Italia 1 (1)
2014- Italia Italia 16 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 febbraio 2017

Simone Zaza (Policoro, 25 giugno 1991) è un calciatore italiano, attaccante del Valencia, in prestito dalla Juventus, e della Nazionale italiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centravanti completo,[2] con ottime doti realizzative,[3] forte nel gioco aereo[2] e di notevole prestanza fisica,[4] alla quale abbina una discreta tecnica di base.[2] Dotato di un sinistro potente e preciso,[5] spicca per grinta e spirito di sacrificio.[2][6]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi e l'Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Policoro, provincia di Matera, e cresciuto a Metaponto, a sei anni entra nella scuola calcio della Stella Azzurra di Bernalda dove è notato dall'Atalanta che nel 2005 decide di farlo maturare nel Valdera, società pisana gemellata.[7] Nell'estate 2007 Zaza si trasferisce a Bergamo dove cresce calcisticamente nel settore giovanile orobico,[7] venendo soprannominato "Sammina" per il suo sinistro al fulmicotone. Nel 2008 vince il Torneo Città di Arco - Beppe Viola, riservato alla categoria Under-16, diventando capocannoniere della competizione con 5 reti.[7]

Il 1º marzo 2009, a 17 anni, esordisce in prima squadra e in Serie A nel corso dell'incontro Atalanta-Chievo (0-2), subentrando a Ferreira Pinto all'86'.[8] Il 24 maggio 2009 disputa la sua prima partita da titolare nella massima serie, Atalanta-Palermo, conclusasi sul 2-2.[9] Conclude la sua prima stagione da professionista con 3 presenze nel massimo campionato italiano.

Nella stagione seguente non trova spazio in prima squadra; a fine annata rimane svincolato.

Sampdoria e i prestiti a Juve Stabia e Viareggio[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º luglio 2010, da svincolato, sottoscrive un contratto quadriennale con la Sampdoria.[10] La stagione lo vede impiegato prevalentemente nella formazione Primavera, ma il 16 febbraio 2011 esordisce in maglia blucerchiata durante il derby della Lanterna Sampdoria-Genoa 0-1, subentrando al 78' a Daniele Dessena.

Nella stagione seguente viene ceduto in prestito alla Juve Stabia in Serie B,[11][12] nella quale esordisce il 27 agosto 2011 durante Empoli-Juve Stabia (2-1); con le Vespe campane scende in campo in 4 occasioni nella prima parte della stagione, non avendo Braglia compreso le sue grandi qualità, quindi il 5 gennaio 2012 viene ceduto in prestito al Viareggio in Lega Pro Prima Divisione;[13] dove Zaza gioca 16 partite di campionato e 2 dei play-out mettendo a segno in totale 11 gol.

Ascoli[modifica | modifica wikitesto]

Tornato a Genova per fine prestito, il 17 luglio 2012 si trasferisce, sempre a titolo temporaneo, all'Ascoli, in Serie B.[14] Il 9 settembre segna il suo primo gol nella seconda serie italiana durante la partita Lanciano-Ascoli (1-1); il 20 ottobre segna invece la sua prima doppietta nella gara Ascoli-Juve Stabia (2-4). Il 26 dicembre 2012, durante Ascoli-Cittadella (4-1), segna la sua decima rete stagionale, raggiungendo così per la prima volta in carriera la doppia cifra. Il 6 marzo 2013, durante la sfida Cesena-Ascoli (1-2), realizza la sua seconda doppietta in bianconero. Conclude la sua stagione giocando in totale 35 partite di Serie B, dove mette a segno 18 gol che non permettono all'Ascoli di potersi salvare dalla retrocessione in Lega Pro Prima Divisione.

Sassuolo[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 luglio 2013 la Juventus acquista Zaza a titolo definitivo dalla Sampdoria per un importo di 3,5 milioni di euro pagabili in tre anni; contestualmente la Juventus lo cede al Sassuolo in compartecipazione per la cifra di 2,5 milioni di euro pagabili in tre anni.[15] Torna a giocare in Serie A nella prima giornata di campionato, Torino-Sassuolo (2-0). Il 1º settembre 2013, alla seconda giornata di campionato, segna di testa il suo primo gol in Serie A in Sassuolo-Livorno (1-4): è la prima rete realizzata dal Sassuolo nei campionati di Serie A.[16] Grazie a Zaza arriva anche il primo punto ottenuto dagli emiliani nella massima divisione italiana, con il gol realizzato nella quinta giornata contro il Napoli e che ha fissato il risultato sull'1-1.[17]

Il 20 giugno 2014 il Sassuolo risolve a proprio favore la compartecipazione in essere con la Juventus per un importo di 7,5 milioni di euro pagabili in tre anni.[18] La Juventus comunque si è tenuta un diritto di riacquisto fissato a 15 milioni entro il 30 giugno 2015 e 18 milioni entro il 30 giugno 2016.[19] Il 7 gennaio 2015 prolunga il proprio contratto con il Sassuolo fino al 2019 con relativo adeguamento dell'ingaggio.[20]

Complessivamente con la maglia del Sassuolo mette insieme 69 presenze e 21 gol.

Juventus[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 luglio 2015 è acquistato dalla Juventus per € 18 milioni pagabili in tre anni. Il giocatore firma un contratto quinquennale e sceglie di indossare la maglia numero 7.[21] Il 23 settembre seguente segna il suo primo gol con i bianconeri, nella partita pareggiata per 1-1 contro il Frosinone allo Juventus Stadium.[22] Il 30 settembre 2015 esordisce nelle coppe europee, segnando il suo primo gol in Champions League, nella vittoria per 2-0 contro il Siviglia.[23] Il 16 dicembre successivo, in occasione del derby contro il Torino valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia, mette a segno la sua prima doppietta in bianconero, nella sfida terminata 4-0.[24] Il 13 febbraio 2016 risulta decisivo nella vittoria per 1-0 contro il Napoli, grazie ad un gol all'88º minuto di gioco che permette alla Juventus di sorpassare proprio i partenopei in testa alla classifica di Serie A e di centrare le quindicesima vittoria consecutiva.[25]

In totale nella stagione 2015-2016 colleziona 25 presenze, di cui 8 da titolare e 17 da subentrato, per un totale di 957 minuti di gioco in campo (in media 39 a partita)[26]. Il 25 aprile 2016 vince lo scudetto con la Juventus. Il 21 maggio 2016 vince la Coppa Italia.

West Ham[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 agosto 2016 si trasferisce al West Ham in prestito oneroso per 5 milioni di euro con obbligo di riscatto a 20 milioni in caso di raggiungimento di 14 presenze, più altri 3 milioni di bonus.[27][28] Sceglie di indossare la maglia numero 11.

Valencia[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 gennaio 2017 rientra anticipatamente alla Juventus e si trasferisce, sempre in prestito con diritto di riscatto, al Valencia, scegliendo la maglia numero 12. Il suo esordio in Primera División avviene il 21 gennaio, in occasione della partita vinta 2-0 contro il Villarreal.[29] Il 19 febbraio mette a segno la sua prima rete ai danni dell'Athletic Bilbao, fissando il definitivo 2-0.[30]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 partecipa al Torneo Internazionale Europa Unita con la Nazionale Under-16 di Antonio Rocca, debuttando il 25 aprile nell'incontro di apertura contro la Slovenia. Nel corso della manifestazione, vinta dagli azzurrini, disputa tre dei quattro incontri complessivi, compresa la finale contro la Serbia. Il 29 agosto 2007 riceve la prima convocazione per la Nazionale Under-17 di Luca Gotti, in occasione dell'incontro Italia-Turchia (3-0), senza scendere in campo. Due giorni dopo, il 31 agosto, esordisce in Italia-Irlanda del Nord (2-1). Il 13 ottobre 2009 esordisce con la Nazionale Under-19 nell'incontro Paesi Bassi-Italia (1-1). Segna anche 1 gol nell'unica presenza con la B Italia, rappresentativa di Serie B. L'11 gennaio 2013 viene convocato per la prima volta in Under-21 per prendere parte allo stage che si è tenuto a Coverciano dal 13 gennaio al 16 gennaio.[31]

Dal 10 al 12 marzo 2014 è stato convocato dal CT della Nazionale maggiore Cesare Prandelli per uno stage organizzato allo scopo di visionare giovani giocatori in vista dei Mondiali 2014,[32] venendo riconfermato per il raduno successivo del 14 e 15 aprile.[33] Il 30 agosto viene convocato dal nuovo commissario tecnico Antonio Conte in vista dell'amichevole contro i Paesi Bassi del 4 settembre e della partita di qualificazione agli Europei 2016 a Oslo contro la Norvegia del 9 settembre.[34] Gioca da titolare entrambe le partite, procurandosi nella prima, vinta per 2-0, un rigore (poi trasformato da Daniele De Rossi)[35] mentre nella seconda partita contro la Norvegia segna la prima rete dell'incontro con una leggera deviazione, poi terminata 2-0 per gli azzurri, colpendo anche una traversa nei minuti finali[36][37].

Convocato per gli Europei 2016 in Francia,[38] nella seconda partita del girone il 17 giugno 2016 contro la Svezia esordisce nella manifestazione continentale e serve l'assist con una sponda di testa per il gol vittoria di Éder.[39] L'avventura azzurra si conclude ai quarti di finale, con la sconfitta subita per mano della Germania ai calci di rigore, durante i quali Zaza, subentrato a Giorgio Chiellini al 120º proprio per poter essere nella lista dei rigoristi, fallisce il proprio tentativo.[40]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 22 febbraio 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008-2009 Italia Atalanta A 3 0 CI 0 0 - - - - - - 3 0
2009-2010 A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Atalanta 3 0 0 0 - - - - 3 0
2010-2011 Italia Sampdoria A 2 0 CI 0 0 UCL+UEL 0 0 - - - 2 0
2011-gen. 2012 Italia Juve Stabia B 4 0 CI 0 0 - - - - - - 4 0
gen-giu 2012 Italia Viareggio LP1 16+2[41] 9+2[41] CI-LP - - - - - - - - 18 11
2012-2013 Italia Ascoli B 35 18 CI 1 0 - - - - - - 36 18
2013-2014 Italia Sassuolo A 33 9 CI 2 0 - - - - - - 35 9
2014-2015 A 31 11 CI 3 1 - - - - - - 34 12
Totale Sassuolo 64 20 5 1 - - - - 69 21
2015-2016 Italia Juventus A 19 5 CI 3 2 UCL 2 1 SI 0 0 24 8
2016-gen.2017 Inghilterra West Ham PL 8 0 FACup+CdL 0+3 0+0 UEL 0 0 - - - 11 0
gen.giu.2017 Spagna Valencia PD 6 2 CdR - - - - - - - - 6 2
Totale carriera 157+2 54+2 9+3 3 2 1 - - 173 60

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
4-9-2014 Bari Italia Italia 2 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 73’ 73’
9-9-2014 Oslo Norvegia Norvegia 0 – 2 Italia Italia Qual. Euro 2016 1 Uscita al 82’ 82’
10-10-2014 Palermo Italia Italia 2 – 1 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 86’ 86’
16-11-2014 Milano Italia Italia 1 – 1 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Uscita al 63’ 63’
28-3-2015 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 2 Italia Italia Qual. Euro 2016 - Uscita al 58’ 58’
6-9-2015 Palermo Italia Italia 1 – 0 Bulgaria Bulgaria Qual. Euro 2016 - Ingresso al 71’ 71’
13-11-2015 Bruxelles Belgio Belgio 3 – 1 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 80’ 80’
24-3-2016 Udine Italia Italia 1 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania Germania 4 – 1 Italia Italia Amichevole - Uscita al 78’ 78’
29-5-2016 Ta' Qali Italia Italia 1 – 0 Scozia Scozia Amichevole - Ingresso al 67’ 67’
6-6-2016 Verona Italia Italia 2 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole - Uscita al 81’ 81’
17-6-2016 Tolosa Italia Italia 1 – 0 Svezia Svezia Euro 2016 - 1º turno - Ingresso al 60’ 60’
22-6-2016 Lilla Italia Italia 0 – 1 Irlanda Irlanda Euro 2016 - 1º turno - Ammonizione al 87’ 87’
2-7-2016 Bordeaux Germania Germania 1 – 1 dts
(6 - 5 dcr)
Italia Italia Euro 2016 - Quarti di finale - Ingresso al 120+1’ 120+1’
12-11-2016 Vaduz Liechtenstein Liechtenstein 0 – 4 Italia Italia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 81’ 81’
15-11-2016 Milano Italia Italia 0 – 0 Germania Germania Amichevole - Ingresso al 88’ 88’
Totale Presenze 16 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Atalanta: 2007

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 2015
Juventus: 2015-2016
Juventus: 2015-2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b http://www.whufc.com/Teams/First-Team/Squad/Simone-Zaza
  2. ^ a b c d Jacopo Gerna, Juventus, Zaza: "I più forti siamo noi. E che amicizia con Morata...", La Gazzetta dello Sport, 13 febbraio 2016. URL consultato il 20 aprile 2016.
  3. ^ Alberto Mauro, Simone Zaza, media-gol da top player. E la Juve lo blinda: "A gennaio resta qui", La Gazzetta dello Sport, 17 dicembre 2015. URL consultato il 20 aprile 2016.
  4. ^ Tony Damascelli, Zaza, gol di riserva. E Sarri si beve l'amaro lucano, il Giornale, 14 febbraio 2016. URL consultato il 20 aprile 2016.
  5. ^ Tutti pazzi per Zaza, l'Anelka di Metaponto, Panorama, 10 settembre 2014. URL consultato il 20 aprile 2016.
  6. ^ Francesco Manassero, Il Borussia tenta la Juve per Immobile. E il Toro corre ai ripari: rotta su Zaza, La Stampa, 8 maggio 2014. URL consultato il 20 aprile 2016.
  7. ^ a b c Dove sta Zaza? Alla Sampdoria, per il futuro, sampdoria.it, 1º luglio 2010. URL consultato l'11 settembre 2014.
  8. ^ Atalanta 0-2 Chievo, gazzetta.it. URL consultato l'11 settembre 2014.
  9. ^ Atalanta 2-2 Palermo, gazzetta.it. URL consultato l'11 settembre 2014.
  10. ^ Ingaggiato il giovane centravanti Simone Zaza, sampdoria.it, 1º luglio 2010. URL consultato l'11 settembre 2014.
  11. ^ Simone Zaza si è trasferito da Sampdoria a Juve Stabia in prestito, soccerfame.it. URL consultato l'11 settembre 2014.
  12. ^ Prestiti: Zaza alla Juve Stabia, Lanzoni va al Foggia, sampdoria.it, 15 luglio 2011. URL consultato l'11 settembre 2014.
  13. ^ Il Viareggio ha trovato la punta, preso Zaza dalla Juve Stabia, ora le zebre lavorano in uscita, in radiobrunotoscana.it, 5 gennaio 2012. URL consultato l'11 settembre 2014.
  14. ^ Ufficiale: Zaza dal Viareggio all'Ascoli, tuttomercatoweb.com, 17 luglio 2012. URL consultato l'11 settembre 2014.
  15. ^ Operazioni di mercato, juventus.com, 9 luglio 2013. URL consultato l'11 settembre 2014.
  16. ^ I numeri della Serie A, 2ª giornata, footstats.it, 3 settembre 2013. URL consultato l'11 settembre 2014.
  17. ^ Testacoda amaro: al San Paolo finisce 1-1 tra Napoli e Sassuolo, soccermagazine.it, 25 settembre 2013. URL consultato l'11 settembre 2014.
  18. ^ Il Sassuolo riscatta Zaza: ufficiale l’accordo con la Juventus, calciomercato-juve.it, 20 giugno 2014. URL consultato l'11 settembre 2014.
  19. ^ Zaza, dalla Samp alla Nazionale, gianlucadimarzio.com, 2 settembre 2014. URL consultato l'11 settembre 2014.
  20. ^ Sassuolo, sorpresa Zaza: arriva il rinnovo con adeguamento, m.fantagazzetta.com, 7 gennaio 2015. URL consultato il 10 gennaio 2015.
  21. ^ Zaza è bianconero
  22. ^ Federico Sala, Juventus-Frosinone 1-1: gioia Zaza, ma arriva la beffa Blanchard, La Repubblica, 23 settembre 2015. URL consultato il 30 novembre 2015.
  23. ^ Jacopo Gerna, Champions, Juventus-Siviglia 2-0. Morata e Zaza gol, Allegri in testa, La Gazzetta dello Sport, 30 settembre 2015. URL consultato il 30 novembre 2015.
  24. ^ Coppa Italia: Juventus-Torino 4-0, ANSA, 17 dicembre 2015. URL consultato il 17 dicembre 2015.
  25. ^ Vladimiro Cotugno, Juventus-Napoli; Zaza, l'ingresso in campo e il gol: così diventa eroe per una notte, su Tuttosport, 13 febbraio 2016. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  26. ^ Simone Zaza. Le partite disputate con la maglia della Juventus, juworld.net, 14 maggio 2016
  27. ^ Grazie di tutto, Simo!, juventus.com, 28 agosto 2016
  28. ^ Simone Zaza signs for West Ham on loan from Juventus, skysports.com, 28 agosto 2016
  29. ^ Liga: Real campione d'inverno. Debutta Zaza, il Valencia vince col Villarreal, in Calciomercato.com, 21 febbraio 2017. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  30. ^ Liga: Valencia torna a vincere con Zaza gol, Celta ok, in Il Corriere dello Sport, 19 febbraio 2017. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  31. ^ Zaza e Regini convocati in Under 21, sampdorianews.net, 11 gennaio 2013. URL consultato l'11 settembre 2014.
  32. ^ Stage a Roma dal 10 al 12 marzo: sono 31 i convocati di Prandelli, figc.it, 6 marzo 2014. URL consultato l'11 settembre 2014.
  33. ^ Test a Coverciano: prima chiamata per Romulo e Berardi, torna Cassano, figc.it, 11 aprile 2014. URL consultato l'11 settembre 2014.
  34. ^ Le prime convocazioni di Conte: 27 azzurri per le gare con Olanda e Norvegia, figc.it, 30 agosto 2014. URL consultato l'11 settembre 2014.
  35. ^ Nazionale, Italia-Olanda 2-0. Gol di Immobile e De Rossi su rigore, gazzetta.it, 4 settembre 2014. URL consultato il 10 settembre 2014.
  36. ^ Euro 2016, qualificazioni. Norvegia-Italia 0-2. Gol di Zaza e Bonucci, gazzetta.it, 9 settembre 2014. URL consultato il 10 settembre 2014.
  37. ^ Zaza, i gol per Nazionale, Sassuolo e fantallenatori arrivano dalla provincia, gazzetta.it, 9 settembre 2014. URL consultato il 10 settembre 2014.
  38. ^ Inizia il ‘Sogno Azzurro’: su Rai 1 ufficializzata la lista dei convocati per l’Europeo, figc.it, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2015.
  39. ^ Stefano Cantalupi, Euro 2016, Italia-Svezia 1-0: Eder gol, siamo agli ottavi di finale, in La Gazzetta dello Sport, 17 giugno 2016. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  40. ^ Euro 2016, Darmian tradisce l'Italia ai rigori: Germania in semifinale grazie a Neuer, eurosport.com, 2 luglio 2016. URL consultato il 3 luglio 2016.
  41. ^ a b Play-out.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]