Emanuele Giaccherini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emanuele Giaccherini
Emanuele Giaccherini BGR-ITA 2012.jpg
Giaccherini in Nazionale nel 2012
Nazionalità Italia Italia
Altezza 167[1] cm
Peso 60[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Napoli
Carriera
Giovanili
1995-1996 Verde e Bianco (Strisce).png Rassina
1996-1997 Arezzo
1997-2002 Bibbiena
2002-2004 Cesena
Squadre di club1
2004-2005 Forlì 22 (1)
2005-2007 Bellaria Igea Marina 37 (3)
2007-2008 Pavia 30 (10)
2008-2011 Cesena 97 (20)
2011-2013 Juventus 40 (4)
2013-2015 Sunderland 32 (4)
2015-2016 Bologna 28 (7)
2016- Napoli 0 (0)
Nazionale
2012- Italia Italia 29 (4)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Polonia-Ucraina 2012
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Brasile 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 luglio 2016

Emanuele Giaccherini (Talla, 5 maggio 1985) è un calciatore italiano, centrocampista o attaccante del Napoli e della Nazionale italiana con cui è stato secondo classificato agli Europei 2012 e terzo alla Confederations Cup 2013.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Talla, nella provincia aretina, dall'età di quindici anni è cresciuto stabilmente a Cesena.[2][3] A causa di uno scontro con un portiere avversario durante la militanza nel Bibbiena, ha subìto l'asportazione della milza.[4] Sposato con Dania,[5] la coppia ha due figlie.[6][1]

Tra i vari soprannomi affibbiatigli nel corso della carriera, il più famoso è diventato Giaccherinho, nomignolo nato ai tempi di Cesena[7] e divenuto popolare quando ripreso dall'allenatore Antonio Conte durante la militanza nella Juventus: «[...] se si chiamasse Giaccherinho sarebbe molto più considerato».[8]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giaccherini nasce come ala, impiegabile indistintamente su entrambe le fasce. È abile nel dribbling e veloce sul breve, caratteristiche che gli permettono di saltare facilmente l'uomo. Principalmente è un assistman, tuttavia vanta anche una buona capacità realizzativa[9] grazie ai suoi inserimenti negli spazi.[10] Una delle sue più apprezzate qualità risiede nella duttilità, dato che può essere schierato con buoni risultati anche in mediana, come centrocampista centrale o mezzala,[10][11] oppure in posizione più avanzata, con compiti prettamente da attaccante.[12]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cesena e i periodi in prestito[modifica | modifica wikitesto]

Il Cesena preleva Giaccherini nel 2002 da una società affiliata, il Bibbiena.[13] Nel 2004 viene mandato in prestito in Serie C2 al Forlì. Nei successivi due anni Giaccherini va in prestito nella medesima serie al Bellaria Igea Marina. Durante la seconda stagione di permanenza rimedia un infortunio che gli fa chiudere la stagione in anticipo; in quest'occasione Giaccherini medita anche il ritiro dall'attività agonistica per ritornare a casa e andare a lavorare come operaio.[7][14]

L'anno dopo viene prestato nuovamente in C2, al Pavia. In quest'annata evita la retrocessione ai play-out con la squadra lombarda, segnando 9 reti. A fine stagione ritorna a Cesena, dov'è inizialmente messo fuori rosa,[11] ma il nuovo allenatore Pierpaolo Bisoli decide di puntare su di lui;[7][13] la stagione seguente ottiene un posto da titolare, contribuendo con 5 reti alla promozione della squadra in Serie B. Mantiene il ruolo da titolare anche la stagione successiva, segnando il suo primo gol in cadetteria il 29 agosto 2009 allo Stadio Via del Mare contro il Gallipoli. Termina la stagione raggiungendo la promozione in Serie A con i romagnoli e chiudendo con 9 centri personali, di cui 8 in campionato e 1 in Coppa Italia.

Esordisce nella massima serie il 28 agosto 2010, alla prima di campionato contro la Roma, nel pareggio per 0-0 allo Stadio Olimpico. La sua prima marcatura in A arriva l'11 settembre, alla seconda giornata, realizzando in contropiede la rete del 2-0 finale sul Milan.[15] Il 6 marzo 2011 segna la sua prima doppietta in Serie A nella vittoria per 2-3 contro la Sampdoria, realizzando 2 gol in 2 minuti.[16] Il 15 maggio timbra infine la rete-partita contro il Brescia, che sancisce l'aritmetica salvezza dei romagnoli;[17] è questo il suo ultimo centro in maglia cesenate.

Juventus[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 agosto 2011 il giocatore viene ceduto in comproprietà alla Juventus per 3 milioni di euro.[18] L'11 settembre successivo fa il suo esordio ufficiale coi bianconeri, nella vittoria casalinga 4-1 sul Parma. Pur non facendo parte dell'undici titolare, Giaccherini ha modo di mettersi in luce durante la stagione, conquistandosi la fiducia dell'allenatore Conte[11] e ritagliandosi un proprio spazio nell'organico juventino.[19] L'8 dicembre sigla il suo primo gol in maglia bianconera nell'incontro di Coppa Italia contro il Bologna, poi finito 2-1 ai tempi supplementari a favore dei torinesi.[20] All'inizio dell'anno successivo, il 21 gennaio mette invece a segno la sua prima rete in campionato con la formazione piemontese, quella del definitivo 2-0 all'Atalanta, che permette alla sua squadra di laurearsi simbolicamente campione d'inverno.[21] Il 6 maggio 2012, dopo la vittoria della Juventus contro il Cagliari, vince il suo primo scudetto.[22][23]

Il 19 giugno seguente viene riscattato dalla società bianconera per 4 milioni e 250 mila euro.[24] L'11 agosto 2012 gioca gli ultimi minuti della Supercoppa italiana vinta dalla Juventus per 4-2 ai supplementari contro il Napoli;[25] e il 16 settembre dello stesso anno mette a referto la sua prima rete stagionale in campionato, nel successo 3-1 dei bianconeri sul campo del Genoa. Il 23 ottobre il calciatore fa poi il suo esordio assoluto in Champions League, subentrando negli ultimi minuti della sfida di Copenaghen con il Nordsjælland, pareggiata 1-1. Il 5 maggio 2013, grazie alla vittoria interna allo Juventus Stadium sul Palermo per 1-0, vince con tre giornate d'anticipo il secondo tricolore consecutivo.[26] Giaccherini chiude il suo ultimo campionato in bianconero con 17 presenze e 3 gol: decisiva si rivela la rete siglata il 10 marzo al Catania, al 1' di recupero, che permette ai piemontesi di vincere la partita e dare il via all'allungo decisivo per il titolo italiano.[27][28]

Sunderland, Bologna e Napoli[modifica | modifica wikitesto]

Giaccherini al Sunderland nel 2013

Il 16 luglio 2013 viene ufficializzato il suo passaggio al club inglese del Sunderland per 7,5 milioni di euro.[29][30] Esordisce in biancorosso il 17 agosto, nella prima giornata di Premier League, nella sconfitta casalinga per 0-1 contro il Fulham;[31] la prima rete coi Black Cats arriva invece sette giorni dopo, aprendo le marcature nel pareggio per 1-1 sul campo del Southampton.[32] Il 24 settembre successivo debutta in Football League Cup, siglando il primo gol del Sunderland nel 2-0 finale al Peterborough Utd, nel terzo turno della competizione;[33] coi biancorossi raggiunge poi la finale della Coppa di Lega, la seconda nella storia dei gatti neri, tuttavia sconfitti a Wembley dal Manchester City.[34] In campionato, con 24 presenze e 4 reti, contribuisce alla salvezza del club a fine stagione.[35]

Alla positiva stagione d'esordio a Sunderland, ne segue tuttavia una seconda abbastanza deludente. Il 20 settembre 2014 rimedia un infortunio alla caviglia nella trasferta sul campo del Burnley, che lo tiene lontano dai campi per diversi mesi. Il 26 dicembre torna a giocare, subentrando a Jordi Gómez nel corso del secondo tempo del match di campionato contro l'Hull City. Tuttavia a febbraio 2015 un riacutizzarsi del problema alla caviglia lo costringe a saltare tutto il resto della stagione; i numerosi stop portano la società inglese a perdere fiducia nel giocatore, e lo stesso Giaccherini, demotivato anche dalla lontananza da casa, decide di tornare nel campionato italiano.[36]

Nell'estate seguente, dopo due anni in Inghilterra, il 31 agosto il calciatore fa ritorno in Serie A, prelevato in prestito dal neopromosso Bologna.[37] Il 1º novembre seguente trova la sua prima rete in maglia rossoblù, in campionato, aprendo le marcature nel 3-0 casalingo all'Atalanta.[38] Dopo un avvio negativo sotto la guida di Delio Rossi, l'arrivo del tecnico Roberto Donadoni coincide con un cambio di marcia della squadra petroniana nonché di un ritrovato Giaccherini,[36] il quale chiude la stagione con 7 reti in 28 presenze che contribuiscono alla salvezza anticipata dei felsinei.

Tornato a Sunderland dopo la fine del prestito bolognese, il 16 luglio 2016 viene acquistato dal Napoli.[39]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio del 2012 viene chiamato per la prima volta in Nazionale dal commissario tecnico Cesare Prandelli, inserito nella rosa dei 23 convocati per il campionato d'Europa 2012 in Polonia e Ucraina.[40] Il successivo 10 giugno, a 27 anni, esordisce in azzurro scendendo in campo da titolare nella partita d'esordio della competizione europea, pareggiata 1-1 contro la Spagna. Conquista con l'Italia la medaglia d'argento dell'Europeo, dopo la sconfitta 0-4 in finale ancora contro le Furie Rosse.[41][42]

Giaccherini all'esordio in Nazionale il 10 giugno 2012, contro la Spagna, agli Europei di Polonia e Ucraina.

Utilizzato con regolarità nei mesi seguenti dal CT, l'anno dopo Prandelli lo conferma nella lista dei 23 convocati alla Confederations Cup in Brasile.[43] L'11 giugno 2013, nella partita amichevole di Rio de Janeiro contro Haiti terminata 2-2, segna la sua prima rete in azzurro dopo 19 secondi di gioco, diventando il marcatore più veloce della storia della Nazionale italiana (battendo di un secondo il precedente record del 1984 di Bagni).[44] Il 22 dello stesso mese, realizza il suo primo gol azzurro in una sfida ufficiale, nella sconfitta 2-4 in Confederations Cup contro il Brasile, siglando il momentaneo 1-1.[45] A fine competizione vince con l'Italia la medaglia di bronzo, dopo il successo ai rigori contro l'Uruguay nella finale per il terzo posto; Giaccherini realizza uno dei tiri dal dischetto che valgono il podio agli Azzurri.[46]

Non inserito da Prandelli nella lista dei convocati al campionato del mondo 2014,[47] dopo la rassegna iridata viene richiamato in maglia azzurra dal nuovo commissario tecnico Antonio Conte, già suo allenatore alla Juventus, in occasione del debutto nelle qualificazioni a Euro 2016.[48] Rimane tuttavia lontano dalla Nazionale per il successivo anno e mezzo, prima di essere richiamato da Conte per le ultime amichevoli precedenti il campionato d'Europa 2016, e inserito poi il 31 maggio nella rosa dei 23 azzurri per la fase finale della manifestazione continentale.[49]

Il 13 giugno 2016 è protagonista nel vittorioso esordio dell'Italia nell'Europeo di Francia, aprendo le marcature nel 2-0 sul Belgio (tornando nell'occasione al gol in azzurro dopo quasi tre anni) e venendo nominato uomo-partita dall'UEFA.[50] Il cammino azzurro nella competizione si conclude ai quarti di finale, dopo l'eliminazione nei quarti di finale contro la Germania ai rigori, durante i quali Giaccherini mette a segno il proprio tentativo.[51]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 16 luglio 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005 Italia Forlì C2 22 1 CI-C 1 1 - - - - - - 23 2
2005-2006 Italia Bellaria Igea Marina C2 30 1 CI-C 0 0 - - - - - - 30 1
2006-2007 C2 7 2 CI-C 0 0 - - - - - - 7 2
Totale Bellaria Igea Marina 37 3 0 0 - - - - 37 3
2007-2008 Italia Pavia C2 30 10 CI-C 2 1 - - - - - - 32 11
2008-2009 Italia Cesena 1D 29 5 CI+CI-LP 2+2 1+1 - - - - - - 33 7
2009-2010 B 32 8 CI 2 1 - - - - - - 34 9
2010-2011 A 36 7 CI 0 0 - - - - - - 36 7
Totale Cesena 97 20 6 3 - - - - 103 23
2011-2012 Italia Juventus A 23 1 CI 4 2 - - - - - - 27 3
2012-2013 A 17 3 CI 3 0 UCL 4 0 SI 1 0 25 3
Totale Juventus 40 4 7 2 4 0 1 0 52 6
2013-2014 Inghilterra Sunderland PL 24 4 FACup+CdL 3+5 0+1 - - - - - - 32 5
2014-2015 PL 8 0 FACup+CdL 2+1 0 - - - - - - 11 0
Totale Sunderland 32 4 11 1 43 5
2015-2016 Italia Bologna A 28 7 CI - - - - - - - - 28 7
2016-2017 Italia Napoli A 0 0 CI 0 0 UCL 0 0 - - - 0 0
Totale carriera 286 49 27 8 4 0 1 0 318 57

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-6-2012 Danzica Spagna Spagna 1 – 1 Italia Italia Euro 2012 - 1º turno -
14-6-2012 Poznań Italia Italia 1 – 1 Croazia Croazia Euro 2012 - 1º turno -
7-9-2012 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 64’ 64’
12-10-2012 Erevan Armenia Armenia 1 – 3 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 72’ 72’
16-10-2012 Milano Italia Italia 3 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 84’ 84’
14-11-2012 Parma Italia Italia 1 – 2 Francia Francia Amichevole - Ingresso al 50’ 50’
21-3-2013 Ginevra Italia Italia 2 – 2 Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 66’ 66’
26-3-2013 Ta' Qali Malta Malta 0 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 61’ 61’
11-6-2013 Rio de Janeiro Italia Italia 2 – 2 Haiti Haiti Amichevole 1 Uscita al 52’ 52’
16-6-2013 Rio de Janeiro Messico Messico 1 – 2 Italia Italia Conf. Cup 2013 - 1º turno - Uscita al 88’ 88’
20-6-2013 Recife Giappone Giappone 3 – 4 Italia Italia Conf. Cup 2013 - 1º turno - Uscita al 68’ 68’
22-6-2013 Salvador Italia Italia 2 – 4 Brasile Brasile Conf. Cup 2013 - 1º turno 1 Ingresso al 26’ 26’
27-6-2013 Fortaleza Spagna Spagna 0 – 0 dts
(7 - 6 dcr)
Italia Italia Conf. Cup 2013 - Semifinale -
30-6-2013 Salvador Uruguay Uruguay 2 – 2 dts
(2 - 3 dcr)
Italia Italia Conf. Cup 2013 - Finale 3º posto - Ingresso al 82’ 82’
14-8-2013 Roma Italia Italia 1 – 2 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 53’ 53’
6-9-2013 Palermo Italia Italia 1 – 0 Bulgaria Bulgaria Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 64’ 64’
10-9-2013 Torino Italia Italia 2 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 46’ 46’
18-11-2013 Londra Italia Italia 2 – 2 Nigeria Nigeria Amichevole 1 Uscita al 76’ 76’
5-3-2014 Madrid Spagna Spagna 1 – 0 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 72’ 72’
4-9-2014 Bari Italia Italia 2 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
9-9-2014 Oslo Norvegia Norvegia 0 – 2 Italia Italia Qual. Euro 2016 -
24-3-2016 Udine Spagna Spagna 1 – 1 Italia Italia Amichevole - Uscita al 79’ 79’
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania Germania 4 – 1 Italia Italia Amichevole - Ammonizione al 15’ 15’ Uscita al 68’ 68’
29-5-2016 Ta' Qali Italia Italia 1 – 0 Scozia Scozia Amichevole - Uscita al 80’ 80’
6-6-2016 Verona Italia Italia 2 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole - Uscita al 64’ 64’
13-6-2016 Lione Belgio Belgio 0 – 2 Italia Italia Euro 2016 - 1° turno 1
17-6-2016 Tolosa Italia Italia 1 – 0 Svezia Svezia Euro 2016 - 1° turno -
27-6-2016 Saint-Denis Italia Italia 2 – 0 Spagna Spagna Euro 2016 - Ottavi di finale -
2-7-2016 Bordeaux Germania Germania 1 – 1 dts
(6 - 5 dcr)
Italia Italia Euro 2016 - Quarti di finale - Ammonizione al 103’ 103’
Totale Presenze 29 Reti 4

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cesena: 2008-2009 (girone A)
Juventus: 2011-2012, 2012-2013
Juventus: 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Emanuele Giaccherini, su bolognafc.it.
  2. ^ Giaccherini, il Messi di Cesena. Lo lanciò Bisoli, non si ferma più, su iltirreno.gelocal.it, 14 settembre 2010.
  3. ^ Giaccherini, il Messi toscano, su firenzeviola.it, 14 settembre 2010.
  4. ^ Marco Gori, Talla, un pomeriggio in casa Giaccherini, su tuttomercatoweb.com, 23 settembre 2010.
  5. ^ Barbara Carere, L'altra metà di... Emanuele Giaccherini, su tuttomercatoweb.com, 1º settembre 2011. URL consultato il 31 gennaio 2012.
  6. ^ Marco Fasolino, Giaccherini raddoppia, su gravidanzaonline.it, 12 luglio 2013.
  7. ^ a b c Gabriele Romagnoli, Chiamatelo Giaccherinho, il puffo schiaccia Milan, su repubblica.it, 14 settembre 2010.
  8. ^ Alberto Mauro, Conte la butta lì «Se si chiamasse Giaccherinho...», in La Gazzetta dello Sport, 9 dicembre 2011.
  9. ^ Guglielmo Longhi, Cesena, il nano e il gigante, in La Gazzetta dello Sport, 23 aprile 2010.
  10. ^ a b Andrea Schianchi, Giaccherini e Armero, altro che immobilismo!, su gazzetta.it, 29 gennaio 2012. URL consultato il 10 febbraio 2012.
  11. ^ a b c Luca Momblano, Giaccherini: «Vado al massimo grazie a Conte», in Hurrà Juventus, dicembre 2012, pp. 14-15.
  12. ^ Emanuele Giaccherini, il bomber piccolo così, su calciomercato.com, 10 marzo 2011.
  13. ^ a b Marco Rossi, La storia di Giaccherini, su tuttomercatoweb.com, 24 agosto 2011.
  14. ^ Salvatore Mannino, Giaccherinho ce l'ha fatta, ecco la favola del cenerentolo di Talla, su lanazione.it, 25 agosto 2011.
  15. ^ Cesena-Milan 2-0, in gol Bogdani e Giaccherini, su repubblica.it, 11 settembre 2010.
  16. ^ Matteo Marceddu, Giaccherini spietato, crollo Sampdoria, su eurosport.yahoo.com, 6 marzo 2011.
  17. ^ Azzurra Saggini, Delirio a Cesena: è salvezza, Giaccherini decide col Brescia, su gazzetta.it, 15 maggio 2011.
  18. ^ Giaccherini è bianconero, su juventus.com, 25 agosto 2011. (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2013).
  19. ^ Gaetano Mocciaro, Massimo Bonini: "Giaccherini grande sorpresa della stagione", su tuttojuve.com, 26 aprile 2012. URL consultato il 14 maggio 2012.
  20. ^ Vladimiro Cotugno, Coppa Italia, la Juve vince 2-1 ai supplementari, su tuttosport.com, 8 dicembre 2011.
  21. ^ La Juve stende l'Atalanta. È campione d'inverno, su corrieredellosport.it, 21 gennaio 2012.
  22. ^ Riccardo Pratesi, Vucinic e autogol, delirio Juve. Per i bianconeri è il 28º scudetto, su gazzetta.it, 6 maggio 2012. URL consultato il 7 maggio 2012.
  23. ^ Vladimiro Cotugno, Juve Campione d'Italia, 2-0 al Cagliari. Milan ko, su tuttosport.com, 6 maggio 2012. URL consultato il 7 maggio 2012.
  24. ^ La Juve riscatta Giaccherini. Contratto fino al 2015, su tuttosport.com, 19 giugno 2012.
  25. ^ Supercoppa alla Juve, Napoli battuto 4-2, su ansa.it, 11 agosto 2012. URL consultato il 12 agosto 2012.
  26. ^ Riccardo Pratesi, Juventus, scudetto bis: 1-0 sul Palermo. Conte sale ancora sul tetto della Serie A, su gazzetta.it, 5 maggio 2013. URL consultato il 6 maggio 2013.
  27. ^ Riccardo Pratesi, Juventus-Catania 1-0, Giaccherini decisivo. La capolista vede già lo scudetto, su gazzetta.it, 10 marzo 2013.
  28. ^ Emanuele Gamba, Juventus-Catania 1-0, il gol di Giaccherini vale mezzo scudetto, su repubblica.it, 10 marzo 2013.
  29. ^ Giaccherini move completed, su safc.com, 16 luglio 2013. URL consultato il 16 luglio 2013.
  30. ^ Grazie di tutto Giak!, su juventus.com, 16 luglio 2013. URL consultato il 16 luglio 2013.
  31. ^ (EN) Emlyn Begley, Pajtim Kasami scored his first Fulham goal as they beat a dominant Sunderland on the opening day of the season, su bbc.co.uk, 17 agosto 2013.
  32. ^ (EN) Simon Peach, Southampton 1 Sunderland 1: Fonte grabs last gasp equaliser as Saints deny Di Canio first win of the season, su dailymail.co.uk, 24 agosto 2013.
  33. ^ (EN) Simon Bird, Sunderland 2-0 Peterborough: Giaccherini and Roberge win League Cup tie as post-Di Canio era begins, su mirror.co.uk, 24 settembre 2013.
  34. ^ Stefano Boldrini, Manchester City-Sunderland 3-1: Borini illude, poi Pellegrini si prende la Coppa, su gazzetta.it, 2 marzo 2014.
  35. ^ Sunderland, salvezza raggiunta: risultati che parlano anche italiano..., su gianlucadimarzio.com, 8 maggio 2014.
  36. ^ a b (EN) Michael Yokhin, Emanuele Giaccherini: Italy's Sunderland reject with a fascinating backstory, su fourfourtwo.com, 16 giugno 2016.
  37. ^ Giaccherini al Bologna, su bolognafc.it, 31 agosto 2015.
  38. ^ Marco Barzizza, Giaccherini-Destro-Brienza, il Bologna si sblocca: 3-0 all'Atalanta, su eurosport.com, 1º novembre 2015.
  39. ^ Il Napoli ufficializza l'acquisto di Giaccherini, su sscnapoli.it, 16 luglio 2016.
  40. ^ Ecco i 23 per l'Europeo, c'è anche Bonucci, su corriere.it, 29 maggio 2012. URL consultato il 29 maggio 2012.
  41. ^ Alvaro Moretti, L'Italia crolla in finale. Spagna campione d'Europa, su tuttosport.com, 1º luglio 2012. URL consultato il 2 luglio 2012.
  42. ^ Spagna campione, è suo il 'triplete' storico. Debacle per azzurri, 'Non c'è stata partita', su ansa.it, 1º luglio 2012. URL consultato il 2 luglio 2012.
  43. ^ Inviata alla FIFA la lista per la Confederations Cup: c'è anche Barzagli, su figc.it, 3 giugno 2013.
  44. ^ Nazionale, con Haiti è solo 2-2, su corriere.it, 11 giugno 2013.
  45. ^ Riccardo Pratesi, Confederations, Italia-Brasile 2-4: gol di Dante, Giaccherini, Neymar, doppio Fred e Chiellini, su gazzetta.it, 22 giugno 2013.
  46. ^ Riccardo Pratesi, Confederations, Italia-Uruguay 5-4 dopo i rigori, Buffon ne para tre, azzurri terzi, su gazzetta.it, 30 giugno 2013.
  47. ^ Massimo Cecchini, Nazionale, Giaccherini: "Con Conte c.t. avrò più chance", su gazzetta.it, 7 settembre 2014.
  48. ^ I convocati di Conte: no a Balo, ci sono Zaza e Giaccherini, su sport.sky.it, 30 agosto 2014.
  49. ^ Inizia il ‘Sogno Azzurro’: su Rai 1 ufficializzata la lista dei convocati per l’Europeo, su figc.it, 31 maggio 2016.
  50. ^ Paolo Menicucci, L'Italia parte forte contro il Belgio, su uefa.com, 13 giugno 2016.
  51. ^ Mattia Fontana, Euro 2016, Darmian tradisce l'Italia ai rigori: Germania in semifinale grazie a Neuer, su eurosport.com, 2 luglio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]