Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Claudio Marchisio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Claudio Marchisio
Claudio Marchisio BGR-ITA 2012.jpg
Marchisio in nazionale nel 2012
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180[1] cm
Peso 75[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Juventus
Carriera
Giovanili
1993-2006 Juventus
Squadre di club1
2006-2007 Juventus 25 (0)
2007-2008 Empoli 26 (0)
2008- Juventus 239 (32)
Nazionale
2002-2003 Italia Italia U-16 7 (3)
2003-2004 Italia Italia U-17 7 (1)
2004-2005 Italia Italia U-18 4 (0)
2005-2006 Italia Italia U-19 1 (1)
2006-2007 Italia Italia U-20 3 (0)
2007-2009 Italia Italia U-21 14 (1)
2008 Italia Italia olimpica 4 (1)
2009- Italia Italia 54 (5)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Polonia-Ucraina 2012
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Brasile 2013
Transparent.png Torneo di Tolone
Oro Tolone 2008
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo Svezia 2009
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 dicembre 2016

Claudio Marchisio (Torino, 19 gennaio 1986) è un calciatore italiano, centrocampista della Juventus e della nazionale italiana.

Con la Juventus ha vinto cinque campionati di Serie A consecutivi (2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015 e 2015-2016), uno di Serie B (2006-2007), tre Supercoppe italiane (2012, 2013 e 2015) e due Coppe Italia (2014-2015 e 2015-2016).

Ha fatto parte della nazionale olimpica, con cui nel 2008 ha dapprima vinto il Torneo di Tolone e poi partecipato ai Giochi di Pechino 2008. In azzurro è stato semifinalista all'Europeo Under-21 di Svezia 2009, finalista all'Europeo di Polonia-Ucraina 2012 e terzo classificato alla Confederations Cup di Brasile 2013; con la nazionale maggiore ha inoltre partecipato a due Mondiali (Sudafrica 2010 e Brasile 2014).

È stato inoltre inserito per due anni consecutivi (2011[2] e 2012[3]) nella squadra dell'anno AIC e nella squadra della stagione della UEFA Champions League nel 2014-2015.[4]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto a Torino, si è sposato con Roberta l'8 giugno 2008;[5] la coppia ha due figli, nati rispettivamente nel 2009[6] e nel 2012.[7]

Inizialmente detto Piccolo Lord dal compagno di squadra Federico Balzaretti, è stato successivamente soprannominato Principino per il suo modo di vestire e il comportamento in campo.[8] Nel 2013 è stato scelto come testimonial del videogioco FIFA 13, comparendo nella copertina dell'edizione italiana insieme a Lionel Messi.[9] Al di fuori dell'attività calcistica, è proprietario di un ristorante a Chieri.[8]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

« Claudio è uno dei centrocampisti italiani più forti in assoluto. Ha tutto: forza fisica, inserimento, tiro da fuori, tocco sotto, grande intelligenza dentro e fuori dal campo. Tecnicamente è anche più forte di Tardelli. »
(Luigi Cagni[10])

Nato inizialmente come attaccante, ruolo che ha ricoperto in campo fino all'età di sedici anni,[11] in seguito ha arretrato il proprio raggio d'azione al centrocampo per via della sua struttura fisica, poco adatta al reparto avanzato.[12] È considerato tra i centrocampisti centrali più forti del panorama europeo[13] nonché uno dei migliori calciatori italiani della sua generazione.[14][15][16]

Marchisio in azione nel 2010, mentre difende il possesso della palla

È forte fisicamente, dotato di visione di gioco e personalità[11] che lo rendono sovente decisivo in campo.[17][18] I suoi punti di forza sono il tiro dalla lunga distanza,[19][20][21][22] la capacità di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo,[23][24] il recupero e la successiva distribuzione del pallone,[25][26] oltre a una buona tecnica individuale unita al dribbling nello stretto.

Viene spesso paragonato a Marco Tardelli per la sua capacità di inserirsi e di andare a rete,[27][28][29] retaggio dei suoi trascorsi giovanili da attaccante.[12] Sfruttando le sue diverse qualità tecniche, è stato utilizzato con buoni risultati anche in diverse posizioni del campo, sia più avanzate come trequartista e seconda punta,[30] sia più arretrate come regista basso davanti alla difesa.[31]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Juventus[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993, all'età di sette anni, Marchisio entra nel vivaio della Juventus dove compie tutta la trafila delle squadre giovanili, indossando la fascia di capitano e sollevando numerosi trofei: «...quando ci sono arrivato non c'era assolutamente l'idea di arrivare in prima squadra e fare il calciatore. Era solo un bel modo di giocare, per giunta con il privilegio di poterlo fare con la maglia della squadra del cuore. Man mano che passavano gli anni il gioco si è trasformato in passione e poi in professione».[32] In questa fase della sua carriera viene allenato da tecnici come Domenico Maggiora e Maurizio Schincaglia, i quali lo trasformano stabilmente da attaccante a centrocampista.[11][12]

Un giovane Marchisio nel 2005, capitano della formazione "Primavera" della Juventus, alla Wojtyła Cup

Tra gli altri, con la formazione "Primavera" arriva per due volte consecutive alla finale del Torneo di Viareggio, vincendo l'edizione del 2005 contro i pari età del Genoa,[33] mentre nella stagione successiva, l'ultima trascorsa tra le giovanili bianconere, conquista il campionato di categoria;[34] nella stessa, viene inoltre spesso aggregato alla prima squadra dall'allenatore Fabio Capello, senza però mai scendere in campo.

L'esordio tra i professionisti[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2006, la retrocessione d'ufficio della Juventus in Serie B[35] porta vari giocatori di primo piano a lasciare la Vecchia Signora. L'opera di ricostruzione della società nel post-Calciopoli apre le porte della prima squadra a una nuova generazione di bianconeri; assieme ad altri suoi compagni delle giovanili quali De Ceglie e Giovinco, anche Marchisio viene inserito, nell'annata 2006-2007, nella rosa a disposizione del tecnico Didier Deschamps: «la possibilità di mettersi in mostra è stata decisiva per noi [giovani]. C'era la possibilità di arrivare in alto in poco tempo».[32] Il 19 agosto, a vent'anni, il centrocampista debutta tra i professionisti subentrando negli ultimi minuti della sfida di Coppa Italia tra Martina e Juventus (0-3),[36] per poi giocare in campionato, il 1º novembre successivo contro il Brescia, la sua prima gara da titolare.[37] Nel frattempo fa un'ultima apparizione con la formazione "Primavera", superando i pari età dell'Inter nella supercoppa di categoria.[38] Le buone prestazioni inducono l'allenatore francese a utilizzarlo con continuità; diventa così una delle prime scelte per il centrocampo bianconero, e nelle ultime partite della stagione viene spesso schierato in campo dal primo minuto. Con 25 presenze totali, contribuisce alla vittoria del torneo cadetto e al ritorno della Juventus in Serie A.[39]

Empoli: il doppio debutto in Serie A e in Europa[modifica | modifica wikitesto]

Conclusa la vittoriosa annata tra i cadetti con la Juventus, Marchisio ha subito modo di calcare quella massima serie conquistata sul campo, ma con una diversa maglia: «ho fatto solo un anno fuori, ad Empoli nel 2007-2008; non lo rimpiango perché mi ha fatto crescere tantissimo come uomo».[32] Il 24 luglio 2007 passa infatti in prestito, assieme all'altro bianconero Giovinco, alla società toscana dove entrambi giocano il primo campionato di Serie A della loro carriera.

Con l'Empoli debutta in massima categoria il 26 agosto successivo, all'età di ventuno anni, nella sconfitta contro la Fiorentina (3-1) all'Artemio Franchi di Firenze. Il 20 settembre dello stesso anno esordisce anche in Coppa UEFA, nel debutto europeo del club toscano contro lo Zurigo.[40][41] Termina la stagione a Empoli con 26 presenze in campionato, una in Coppa Italia e 2 in Coppa UEFA, per un totale di 29 partite stagionali; il contributo di Marchisio non riesce tuttavia a evitare alla "provinciale" toscana la retrocessione in Serie B.[42]

Ritorno alla Juventus[modifica | modifica wikitesto]

« La Juventus è il massimo. È sempre stato il mio sogno [...] Si parla di bandiere che non ci sono più, di calcio globale che cambia, di valori che si sarebbero persi. Io ho solo in mente di fare il numero più alto di presenze con questa maglia. Sarebbe il massimo per me: diventare una bandiera della Juve. Vorrei poter non andare più via. »
(Claudio Marchisio, 2013[32])
2008-2011[modifica | modifica wikitesto]
Marchisio calcia dalla distanza nella gara d'andata contro il Bari, nel corso del campionato 2009-2010

Nel luglio del 2008 fa ritorno alla Juventus con cui disputa la prima gara ufficiale della stagione 2008-2009, da titolare, il 26 agosto nel ritorno del terzo turno preliminare della Champions League, giocata a Bratislava contro l'Artmedia e pareggiata 1-1.[43] Il 24 gennaio 2009 segna il suo primo gol in Serie A con la maglia della Juventus, decisivo ai fini della vittoria sulla Fiorentina (1-0), su assist di Alessandro Del Piero.[44] Grazie alle prestazioni offerte in quest'annata, il sito web dell'UEFA lo inserisce tra i dieci giovani che si stanno mettendo in luce alla loro prima esperienza nella massima competizione continentale,[45] mentre il sito del quotidiano inglese The Times, in gennaio, lo inserisce al decimo posto, e miglior italiano, nella lista dei 50 «astri nascenti» del calcio internazionale.[46]

All'inizio della stagione 2009-2010, il 19 settembre bagna con un gol nel 4-1 esterno all'Udinese il raggiungimento delle 100 presenze in maglia bianconera.[47] Il 10 ottobre è costretto a operarsi al menisco:[48] ritorna a calcare ufficialmente i terreni di gioco il 25 novembre successivo, in Champions League, giocando gli ultimi minuti della sconfitta bianconera (0-2) sul campo del Bordeaux,[49] mentre torna da titolare quattro giorni dopo, in campionato, sul campo del Cagliari (2-0).[50] L'11 marzo 2010, all'età di ventiquattro anni, indossa per la prima volta la fascia di capitano del club, dopo l'uscita dal campo di David Trezeguet, nella sfida d'andata degli ottavi di Europa League vinta 3-1 contro il Fulham.[51]

Marchisio nel 2010, nella trasferta di Europa League contro il Lech Poznań

La definitiva affermazione del centrocampista ai massimi livelli coincide tuttavia con uno dei periodi più difficili nella storia della società torinese, che termina la stagione al settimo posto della classifica.[52] Uno scialbo piazzamento replicato dodici mesi dopo, 2010-2011, quando stavolta la Juventus non riesce neanche a raggiungere la qualificazione alle coppe europee;[53] tutto ciò nonostante un Marchisio il quale è ormai tra i punti fermi dell'undici titolare dei piemontesi,[54] e che il 3 aprile 2011, in occasione della vittoriosa trasferta (2-0) contro la Roma,[55] per la prima volta scende in campo dal 1' come capitano bianconero.[56]

2011-2016: il pokerissimo di scudetti[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2011-2012, con una Juventus foriera di novità a cominciare dall'arrivo in panchina di Antonio Conte,[57] vede Marchisio debuttare l'11 settembre nel nuovo Juventus Stadium, segnando il quarto gol bianconero nel successo 4-1 sul Parma, finalizzando con un tocco volante d'esterno su assist di Andrea Pirlo.[58] Alla 5ª giornata, sigla la sua prima doppietta con la maglia juventina marcando il 2-0 con cui i bianconeri, nei minuti finali, superano i rivali alla corsa-scudetto del Milan.[59] A riprova di un inizio di stagione che lo vede protagonista assoluto della formazione torinese,[60] nelle settimane seguenti risulta prima decisivo nella trasferta contro l'Inter del 29 ottobre 2011, dove sigla il 2-1 che regala ai bianconeri la vittoria del derby d'Italia,[61] mentre l'8 dicembre nei supplementari di Juventus-Bologna di Coppa Italia firma il 2-1 che permette ai piemontesi di qualificarsi ai quarti di finale.[62] Il 6 maggio 2012, grazie al 2-0 al Cagliari nella partita giocata sul campo neutro di Trieste, con una giornata d'anticipo conquista il suo primo scudetto in maglia bianconera,[63] emergendo tra i maggiori protagonisti di una formazione bianconera dove si trova a giostrare in mezzo al campo assieme a Pirlo e al cileno Arturo Vidal.[64] Dopo la sconfitta nella finale di Coppa Italia del 20 maggio contro il Napoli,[65] conclude la sua miglior annata sottoporta con 10 gol in 39 presenze stagionali.

Marchisio alla Juventus nell'estate del 2012

La stagione 2012-2013 inizia l'11 agosto a Pechino con la vittoria della Supercoppa italiana, la prima per il centrocampista, grazie 4-2 sul Napoli maturato ai supplementari.[66] Sul finire del 2012, il 7 novembre realizza la sua prima rete in Champions League, nella sfida vinta 4-0 contro il Nordsjælland,[67] mentre il 1º dicembre mette a segno una doppietta nel 3-0 del derby di Torino.[68] Il 5 maggio 2013, grazie alla vittoria casalinga per 1-0 sul Palermo, vince con tre giornate d'anticipo il secondo campionato italiano consecutivo.[69]

Il 18 agosto 2013, al primo incontro ufficiale dell'annata 2013-2014, s'infortuna nel corso della finale di Supercoppa italiana contro la Lazio, vinta 4-0:[70] la lesione al legamento del ginocchio destro lo costringe a saltare l'inizio di stagione.[71] Una volta ristabilitosi, incontra difficoltà nel ritrovare un posto da titolare in squadra (anche a fronte della crescita mostrata dal giovane compagno di reparto Paul Pogba,[72] il quale già nella seconda parte del precedente torneo aveva iniziato a togliere spazio al centrocampista italiano).[73] Con il nuovo anno, sfruttando i vari impegni della Juventus tra campionato e coppe, torna ad avere un buon minutaggio in maglia bianconera, facendo di necessità virtù e ben comportandosi anche quando schierato in ruoli differenti da quelli ricoperti fin qui in carriera, come trequartista dietro alle punte o regista basso davanti alla difesa.[31][73] Il 4 maggio 2014, grazie alla sconfitta dei rivali della Roma sul campo del Catania, arriva la conquista del terzo scudetto consecutivo per Marchisio.[74]

Nell'annata 2014-2015 vince il suo quarto campionato di Serie A consecutivo con la maglia della Juventus, un successo arrivato il 2 maggio, con quattro giornate d'anticipo, dopo la vittoria 1-0 sul campo della Sampdoria.[75] In un finale di stagione ricco di appuntamenti per la squadra bianconera, il 20 dello stesso mese, pur non potendo prendere parte (causa squalifica) alla vittoriosa finale sulla Lazio, Marchisio mette in bacheca anche la sua prima Coppa Italia,[76] mentre il 6 giugno gioca la sua prima finale di Champions League, persa 1-3 a Berlino contro il Barcellona.[77] Sul piano personale, è questa la stagione in cui il nuovo allenatore juventino Massimiliano Allegri[78] impiega il giocatore sempre più spesso nella posizione di regista basso, in luogo di un Pirlo ormai al crepuscolo della carriera;[79] il 29 aprile 2015, in occasione del successo interno (3-2) sulla Fiorentina,[80] Marchisio entra inoltre nel novero dei calciatori juventini più presenti di sempre raggiungendo le 300 gare in maglia bianconera.[81]

I bianconeri Chiellini, Marchisio e Lichtsteiner nel 2014, mentre entrano in campo a Doha per la sfida di Supercoppa italiana contro il Napoli

Nella stagione 2015-2016 Marchisio è ormai stabilmente trasformato in un regista arretrato davanti alla difesa,[82] formando una solida coppia di centrocampo assieme al tedesco Sami Khedira.[83] L'annata, iniziata l'8 agosto con la conquista della terza Supercoppa nazionale della carriera, superando per 2-0 la Lazio sul campo di Shanghai,[84] vede la Juventus, reduce da un corposo rinnovamento dei ranghi, alle prese con un avvio di campionato decisamente al di sotto delle aspettative; ciò nonostante Marchisio emerge presto tra i punti di forza della formazione bianconera[85] che, al termine di una rimonta-record,[86] dopo ottantuno anni bissa il suo Quinquennio d'oro,[87] permettendo al calciatore di fregiarsi del suo quinto scudetto consecutivo,[85] cui si andrà ad aggiungere anche la seconda Coppa Italia consecutiva, vinta il 21 maggio a Roma contro un Milan superato 1-0 al termine dei supplementari;[88] tuttavia il 17 aprile 2016, nel corso della sfida interna contro il Palermo (4-0), in un contrasto di gioco con il rosanero Franco Vázquez riporta la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro:[89] l'infortunio lo costringe a finire sotto ai ferri e a chiudere anzitempo l'annata,[90] peraltro conclusa (cosa insolita nella sua carriera) senza mai trovare la rete.

Costretto a rimanere lontano dai campi per sei mesi,[91] Marchisio torna a giocare solo all'inizio della stagione seguente, 2016-2017, scendendo in campo dal 1' in occasione della vittoriosa sfida di campionato del 26 ottobre a Torino contro la Sampdoria,[92] battuta 4-1.[93] Il successivo 22 novembre ritrova il gol dopo oltre un anno e mezzo,[94] realizzando dal dischetto in casa del Siviglia il momentaneo pareggio nella sfida di Champions League poi vinta 3-1 dalla Juventus.[95]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º giugno 2007 esordisce nella nazionale Under-21 di Pierluigi Casiraghi, con la quale è un titolare a centrocampo nel biennio 2007-2009. Nel 2008 partecipa con la nazionale olimpica al Torneo di Tolone, manifestazione amichevole durante la quale, in Italia-Turchia (2-1) del 23 maggio, realizza il suo primo gol con gli azzurrini,[96] e ai Giochi di Pechino 2008; durante la rassegna a cinque cerchi gioca nel secondo tempo della prima partita contro l'Honduras,[97] ma un infortunio muscolare lo costringe ad abbandonare il torneo dopo il secondo incontro del girone e a essere sostituito da Andrea Russotto.[98]

È poi tra i convocati per l'Europeo Under-21 2009 in Svezia,[99] ma deve saltare per squalifica la semifinale nella quale l'Italia viene eliminata dalla Germania.[100][101]

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Marchisio in azzurro, in scivolata sullo spagnolo Iniesta nella finale del campionato d'Europa 2012

Il 12 agosto 2009, all'età di ventitré anni, esordisce in nazionale maggiore con il commissario tecnico Marcello Lippi, giocando titolare nella partita amichevole Svizzera-Italia (0-0).[102] Viene convocato per il campionato del mondo 2010 in Sudafrica, dove l'Italia viene eliminata al primo turno; Marchisio disputa da titolare le prime due partite del girone contro il Paraguay[103] e la Nuova Zelanda,[104] venendo sostituito in entrambe le occasioni. Realizza quindi il suo primo gol per la nazionale il 7 ottobre 2011, nella partita Serbia-Italia (1-1) valevole per le qualificazioni a Euro 2012.[105]

Diventato titolare nella gestione del CT Cesare Prandelli, prende parte al campionato d'Europa 2012 in Polonia e Ucraina[106] dove la nazionale italiana riesce ad arrivare all'atto conclusivo della manifestazione, dopo aver battuto in semifinale la Germania,[107] perdendo tuttavia 0-4 la finale del 1º luglio contro la Spagna;[108] insieme a Gianluigi Buffon e ad Andrea Pirlo, Marchisio è sempre stato titolare senza mai venire sostituito. Il piazzamento all'Europeo vale agli uomini di Prandelli la qualificazione alla FIFA Confederations Cup 2013 in Brasile, competizione per la quale Marchisio viene convocato[109] contribuendo al terzo posto finale degli azzurri, conquistato dopo la vittoria ai rigori sull'Uruguay.[110]

Ormai tra i punti fermi, assieme ai compagni di squadra Barzagli, Bonucci, Buffon, Chiellini e Pirlo, della cosiddetta Ital-Juve dei primi anni 2010,[111][112] Marchisio viene quindi selezionato per partecipare al campionato del mondo 2014 in terra brasiliana.[113] Il 14 giugno, nella gara d'esordio vinta 2-1 contro l'Inghilterra, segna la prima rete azzurra del torneo sbloccando il risultato;[114] nonostante il positivo avvio, l'Italia viene eliminata nella fase a gironi dopo la sconfitta contro l'Uruguay, nella quale proprio Marchisio è punito con un controverso cartellino rosso, giudicato abbastanza severo dagli addetti ai lavori, per un pur irruento fallo su Egidio Arévalo.[115] Dopo il mondiale sudamericano, sotto la gestione del nuovo CT Antonio Conte[116] partecipa alle qualificazioni a Euro 2016; tuttavia il grave infortunio occorsogli in campionato il 17 aprile 2016 lo costringe a saltare la fase finale della manifestazione continentale.[117]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 3 dicembre 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006-2007 Italia Juventus B 25 0 CI 1 0 - - - - - - 26 0
2007-2008 Italia Empoli A 26 0 CI 1 0 CU 2 0 - - - 29 0
2008-2009 Italia Juventus A 24 3 CI 2 0 UCL 6[118] 0 - - - 32 3
2009-2010 A 28 3 CI 0 0 UCL+UEL 4+3 0 - - - 35 3
2010-2011 A 32 4 CI 1 0 UEL 8[119] 0 - - - 41 4
2011-2012 A 36 9 CI 3 1 - - - - - - 39 10
2012-2013 A 29 6 CI 2 0 UCL 8 2 SI 1 0 40 8
2013-2014 A 29 4 CI 2 0 UCL+UEL 4+7 0 SI 1 0 43 4
2014-2015 A 35 3 CI 4 0 UCL 12 0 SI 1 0 52 3
2015-2016 A 23 0 CI 3 0 UCL 5 0 SI 1 0 32 0
2016-2017 A 3 0 CI 0 0 UCL 2 1 SI 0 0 5 1
Totale Juventus 264 32 18 1 59 3 4 0 345 36
Totale carriera 290 32 19 1 61 3 4 0 374 36

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
12-8-2009 Basilea Svizzera Svizzera 0 – 0 Italia Italia Amichevole - Uscita al 73’ 73’
9-9-2009 Torino Italia Italia 2 – 0 Bulgaria Bulgaria Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 72’ 72’
3-3-2010 Monaco Italia Italia 0 – 0 Camerun Camerun Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
3-6-2010 Bruxelles Italia Italia 1 – 2 Messico Messico Amichevole - Ammonizione al 32’ 32’
14-6-2010 Città del Capo Italia Italia 1 – 1 Paraguay Paraguay Mondiali 2010 - 1º turno - Uscita al 59’ 59’
20-6-2010 Nelspruit Italia Italia 1 – 1 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Mondiali 2010 - 1º turno - Uscita al 67’ 67’
10-8-2010 Londra Italia Italia 0 – 1 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Amichevole - Ingresso al 74’ 74’
8-10-2010 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 0 Italia Italia Qual. Euro 2012 - Ingresso al 79’ 79’
12-10-2010 Genova Italia Italia 3 – 0 tav Serbia Serbia Qual. Euro 2012 -
25-3-2011 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2012 - Ingresso al 87’ 87’
29-3-2011 Kiev Ucraina Ucraina 0 – 2 Italia Italia Amichevole - Uscita al 89’ 89’
3-6-2011 Modena Italia Italia 3 – 0 Estonia Estonia Qual. Euro 2012 -
7-6-2011 Liegi Italia Italia 0 – 2 Irlanda Irlanda Amichevole -
10-8-2011 Bari Italia Italia 2 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 47’ 47’
6-9-2011 Firenze Italia Italia 1 – 0 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2012 - Ingresso al 46’ 46’
7-10-2011 Belgrado Serbia Serbia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2012 1 Uscita al 70’ 70’
11-11-2011 Breslavia Polonia Polonia 0 – 2 Italia Italia Amichevole - Uscita al 64’ 64’
15-11-2011 Roma Italia Italia 0 – 1 Uruguay Uruguay Amichevole - Uscita al 82’ 82’
29-2-2012 Genova Italia Italia 0 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Uscita al 72’ 72’
1-6-2012 Zurigo Italia Italia 0 – 3 Russia Russia Amichevole -
10-6-2012 Danzica Spagna Spagna 1 – 1 Italia Italia Euro 2012 - 1º turno -
14-6-2012 Poznań Italia Italia 1 – 1 Croazia Croazia Euro 2012 - 1º turno -
18-6-2012 Poznań Italia Italia 2 – 0 Irlanda Irlanda Euro 2012 - 1º turno -
24-6-2012 Kiev Inghilterra Inghilterra 0 – 0 dts
(2 - 4 dcr)
Italia Italia Euro 2012 - Quarti di finale -
28-6-2012 Varsavia Germania Germania 1 – 2 Italia Italia Euro 2012 - Semifinale -
1-7-2012 Kiev Spagna Spagna 4 – 0 Italia Italia Euro 2012 - Finale -
7-9-2012 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
11-9-2012 Modena Italia Italia 2 – 0 Malta Malta Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2012 Erevan Armenia Armenia 1 – 3 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
16-10-2012 Milano Italia Italia 3 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2014 -
14-11-2012 Parma Italia Italia 1 – 2 Francia Francia Amichevole - Uscita al 50’ 50’
26-3-2013 Ta' Qali Malta Malta 0 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
7-6-2013 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 0 – 0 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
11-6-2013 Rio de Janeiro Italia Italia 2 – 2 Haiti Haiti Amichevole 1 Ingresso al 72’ 72’
16-6-2013 Rio de Janeiro Messico Messico 1 – 2 Italia Italia Conf. Cup 2013 - 1º turno - Uscita al 68’ 68’
19-6-2013 Recife Italia Italia 4 – 3 Giappone Giappone Conf. Cup 2013 - 1º turno - Ingresso al 68’ 68’
22-6-2013 Salvador Italia Italia 2 – 4 Brasile Brasile Conf. Cup 2013 - 1º turno - Ammonizione al 40’ 40’
27-6-2013 Fortaleza Spagna Spagna 0 – 0 dts
(7 - 6 dcr)
Italia Italia Conf. Cup 2013 - Semifinale - Uscita al 79’ 79’
14-8-2013 Roma Italia Italia 1 – 2 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 46’ 46’
11-10-2013 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 68’ 68’
15-11-2013 Milano Italia Italia 1 – 1 Germania Germania Amichevole - Ammonizione al 71’ 71’
5-3-2014 Madrid Spagna Spagna 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
31-5-2014 Londra Italia Italia 0 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole -
4-6-2014 Perugia Italia Italia 1 – 1 Lussemburgo Lussemburgo Amichevole 1 Uscita al 86’ 86’
14-6-2014 Manaus Inghilterra Inghilterra 1 – 2 Italia Italia Mondiali 2014 - 1º Turno 1
20-6-2014 Recife Italia Italia 0 – 1 Costa Rica Costa Rica Mondiali 2014 - 1º Turno - Uscita al 69’ 69’
24-6-2014 Natal Italia Italia 0 – 1 Uruguay Uruguay Mondiali 2014 - 1º Turno - Red card.svg 59’
4-9-2014 Bari Italia Italia 2 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 63’ 63’
10-10-2014 Palermo Italia Italia 2 – 1 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Euro 2016 -
13-10-2014 Ta' Qali Malta Malta 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2016 -
16-11-2014 Milano Italia Italia 1 – 1 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 -
12-6-2015 Spalato Croazia Croazia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 11’ 11’
13-11-2015 Bruxelles Belgio Belgio 3 – 1 Italia Italia Amichevole -
17-11-2015 Bologna Italia Italia 2 – 2 Romania Romania Amichevole 1 Uscita al 77’ 77’
Totale Presenze (43º posto) 54 Reti 5
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia Olimpica
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
23-5-2008 La Seyne Italia Olimpica Italia 2 – 1 Turchia Turchia Olimpica Torneo di Tolone 2008 - 1º turno 1
27-5-2008 Tolone Italia Olimpica Italia 0 – 0 dts
(5-4 dcr)
Giappone Giappone Olimpica Torneo di Tolone 2008 - Semifinali -
7-8-2008 Qínhuángdǎo Honduras Olimpica Honduras 0 – 3 Italia Italia Olimpica Olimpiadi 2008 - 1º turno - [120]
Totale Presenze 3 Reti 1
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
1-6-2007 Pontedera Italia Under-21 Italia 4 – 0 Albania Albania Under-21 Qual. Euro 2009 -
21-8-2007 La Spezia Italia Under-21 Italia 2 – 1 Francia Francia Under-21 Amichevole -
7-9-2007 Trento Italia Under-21 Italia 2 – 1 Fær Øer Fær Øer Under-21 Qual. Euro 2009 -
12-10-2007 Chieti Italia Under-21 Italia 2 – 0 Croazia Croazia Under-21 Qual. Euro 2009 -
16-10-2007 Atene Grecia Under-21 Grecia 2 – 2 Italia Italia Under-21 Qual. Euro 2009 -
25-3-2008 Baku Azerbaigian Under-21 Azerbaigian 0 – 2 Italia Italia Under-21 Qual. Euro 2009 -
5-9-2008 Castel di Sangro Italia Under-21 Italia 1 – 1 Grecia Grecia Under-21 Qual. Euro 2009 -
9-9-2008 Varaždin Croazia Under-21 Croazia 1 – 1 Italia Italia Under-21 Qual. Euro 2009 -
11-10-2008 Italia Italia Under-21 Italia 0 – 0 Israele Israele Under-21 Amichevole -
31-3-2009 Kerkrade Paesi Bassi Under-21 Paesi Bassi 1 – 1 Italia Italia Under-21 Amichevole -
9-6-2009 Farum Italia Under-21 Italia 4 – 0 Danimarca Danimarca Under-21 Amichevole -
16-6-2009 Helsingborg Italia Under-21 Italia 0 – 0 Serbia Serbia Under-21 Europeo U-21 2009 - 1º turno -
19-6-2009 Helsingborg Svezia Under-21 Svezia 1 – 2 Italia Italia Under-21 Europeo U-21 2009 - 1º turno -
23-6-2009 Helsingborg Bielorussia Under-21 Bielorussia 1 – 2 Italia Italia Under-21 Europeo U-21 2009 - 1º turno -
Totale Presenze 14 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia Under-20
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
13-9-2006 Visp Svizzera Under-20 Svizzera 0 – 1 Italia Italia Under-20 Amichevole -
Totale Presenze 1 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Claudio Marchisio, Nero su bianco - La mia autobiografia social, Milano, Mondadori, 2016, ISBN 978-88-04-66355-3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Claudio Marchisio, su juventus.com. URL consultato il 24 novembre 2016.
  2. ^ a b Live Gran Galà AIC - Marchisio: "Felicissimo di essere l'unico centrocampista italiano premiato. Stagione importante". Allegri: "Scudetto? Juve favorita". Capello: "Conte ha riportato la mentalità vincente che alla Juve è sempre esistita", su tuttojuve.com, 23 gennaio 2012.
  3. ^ a b Gran Galà AIC: Pirlo premiato come calciatore dell'anno, su figc.it, 28 gennaio 2013.
  4. ^ a b Il Barcellona domina la squadra della stagione 2014/15, su it.uefa.com, 9 giugno 2015.
  5. ^ Gabriele Parpiglia, Roberta Marchisio, moglie del calciatore della Juve e neo sex simbol, tuona: «giù le mani dal mio Claudio!», su sportmediaset.mediaset.it, 27 giugno 2015.
  6. ^ Marchisio: «Un goal a Roma per mio figlio», su goal.com, 26 agosto 2009.
  7. ^ Marchisio papà bis, è nato Leonardo, su gazzetta.it, 12 marzo 2012.
  8. ^ a b Marta Fornelli, Marchisio a Style: "Mi sento 50% principe e 50% fabbro", su tuttomercatoweb.com, 10 gennaio 2013.
  9. ^ Giuseppe Genga, FIFA 13: Marchisio con Messi sulla cover italiana, su mondoxbox.com, 24 luglio 2012.
  10. ^ Matteo Pambianchi, Cagni su Marchisio: "Tecnicamente più forte di Tardelli, su tuttojuve.com, 25 luglio 2011.
  11. ^ a b c Francesco Bramardo, Marchisio: «Il mio anno da incorniciare», in La Gazzetta dello Sport, 28 agosto 2008.
  12. ^ a b c Alex Frosio, «L'ho inventato centrocampista ma era portato...», in La Gazzetta dello Sport, 10 dicembre 2011.
  13. ^ Italia, super Marchisio: è il re del centrocampo, su tuttosport.com, 11 giugno 2012.
  14. ^ Marchisio, Giovinco e Balotelli fra i Top 50 Under 23, su tuttosport.com, 13 gennaio 2009.
  15. ^ Valerio Clari, Stelle nascenti: 1º Hernanes, Marchisio batte Balotelli, in La Gazzetta dello Sport, 14 gennaio 2009.
  16. ^ (EN) Tom Dart, Football's top 50 rising stars, su timesonline.co.uk, 12 gennaio 2009.
  17. ^ Luca Curino, Marchisio ora è grande. La Juve gli dà le chiavi, in La Gazzetta dello Sport, 28 giugno 2009.
  18. ^ Marchisio: «Italia, spero di avere altre occasioni», su tuttosport.com, 12 agosto 2009.
  19. ^ Riccardo Pratesi, Juve, Marchisio da tre punti. Bianconeri a -6 dall'Inter, su gazzetta.it, 28 febbraio 2009.
  20. ^ Basta un tiro di Marchisio deviato, contro il Napoli vince ma soffre, su torino.repubblica.it, 2 marzo 2009.
  21. ^ Juventus-Napoli 1-0, decide Marchisio, su tuttosport.com, 28 febbraio 2009.
  22. ^ Alessandro Ruta, Finale un po' in apnea, ma vittoria meritata, su gazzetta.it, 24 luglio 2009.
  23. ^ Francesco Cherchi, Marchisio, grande sacrificio: "Le gambe non giravano più", su tuttojuve.com, 21 luglio 2009.
  24. ^ Emanuele Gamba, Juve italiana Marchisio, De Ceglie & C. vince il progetto giovani, in la Repubblica, 16 dicembre 2008.
  25. ^ Emanuele Gamba, Marchisio fondamentale, Nedved stanco, in la Repubblica, 12 gennaio 2009.
  26. ^ Giuseppe Calabrese, Gamberini controlla Amauri, Marchisio lotta e governa, in la Repubblica, 1º settembre 2008.
  27. ^ Massimiliano Nerozzi, Marchisio: "Sono andato a vedere i filmati di Tardelli", su lastampa.it, 16 dicembre 2008. (archiviato dall'url originale il 4 agosto 2012).
  28. ^ Giampiero Timossi, Marchisio «Corro, corro non mollo mai. Come Tardelli», in La Gazzetta dello Sport, 16 dicembre 2008.
  29. ^ Stefano Borgonovo, Bravo Marchisio. Sembra Tardelli, in La Gazzetta dello Sport, 28 novembre 2008.
  30. ^ Riccardo Pratesi, Juventus, col nuovo modulo difesa imbattuta, su gazzetta.it, 29 aprile 2013.
  31. ^ a b Alberto Mauro, Juventus, Marchisio si scopre multiuso. E così torna titolare, su gazzetta.it, 1º marzo 2014.
  32. ^ a b c d Federico Sarica, Claudio Marchisio, su rivistastudio.com, 25 gennaio 2013.
  33. ^ Viareggio alla Juve, nuovi Marchisio crescono?, su it.uefa.com, 30 marzo 2016.
  34. ^ Francesco Oddi, Campionato Primavera 2005-06, su campionatoprimavera.com, 8 giugno 2006.
  35. ^ Appello: Juve in B a meno 17. Milan, Fiorentina e Lazio in A, su gazzetta.it, 25 luglio 2006.
  36. ^ Giorno di anniversari in casa Juve, su juventus.com, 19 agosto 2014.
  37. ^ Tanti auguri Claudio!, su juventus.com, 19 gennaio 2016.
  38. ^ Alberto Mauro, Primavera, Juve troppo forte, su gazzetta.it, 27 settembre 2006.
  39. ^ Riccardo Pratesi, Festa Juve: è serie A!, su gazzetta.it, 19 maggio 2007.
  40. ^ Empoli, esordio europeo ok. Battuto lo Zurigo: 2-1, su repubblica.it, 20 settembre 2007.
  41. ^ Buona la prima per l'Empoli, Zurigo ko, su qn.quotidiano.net, 20 settembre 2007.
  42. ^ Empoli, vittoria amara: è serie B, su corrierefiorentino.corriere.it, 18 maggio 2008.
  43. ^ Juve, tutto ok con l'Artmedia i bianconeri festeggiano l'1-1, su repubblica.it, 26 agosto 2008.
  44. ^ Riccardo Pratesi, Ale crea, Marchisio incanta. Il futuro Juve è cominciato, su gazzetta.it, 25 gennaio 2009.
  45. ^ Dieci talenti crescono, su it.uefa.com, 9 marzo 2009.
  46. ^ Valerio Spinella, Il n.1 dei giovani si chiama Hernanes. Marchisio è decimo, su sport.sky.it, 14 gennaio 2009.
  47. ^ Cento volte Marchisio: «Questa la Juve che vogliamo», su tuttosport.com, 20 settembre 2010.
  48. ^ Marchisio operato al menisco: stop di 40 giorni, su sport.sky.it, 10 ottobre 2009.
  49. ^ Juve, trasferta amara a Bordeaux: ko 2-0, su tuttosport.com, 25 novembre 2009.
  50. ^ Nenè-Matri: la Juve sprofonda, su sportmediaset.mediaset.it, 29 novembre 2009.
  51. ^ Riccardo Pratesi, La Juve europea convince. Battuto il Fulham: è 3-1, su gazzetta.it, 11 marzo 2010.
  52. ^ Riccardo Pratesi, Juve, tonfo e 7º posto. Sconfitta e fischiata, su gazzetta.it, 9 maggio 2010.
  53. ^ Armando Ossorio, Niente Europa, solo fischi. Juve fermata dal Napoli, su repubblica.it, 22 maggio 2011.
  54. ^ Gianluca Maggiacomo, Marchisio capitan futuro? Vialli: "Ci può stare eccome", su sport.sky.it, 4 novembre 2011.
  55. ^ Maurizio Nicita, Storari para, poi Krasic e Matri. Impresa Juve: 2-0 alla Roma, su gazzetta.it, 3 aprile 2011.
  56. ^ Adriano Mazzone, Marchisio: "Nervoso per la prima volta da capitano, ma è andata bene e abbiamo meritato", su vocegiallorossa.it, 4 aprile 2011.
  57. ^ Alberto Mauro, Ufficiale, Conte alla Juve. Il tecnico: "Ritorno a casa", su gazzetta.it, 31 maggio 2011.
  58. ^ Jacopo Gerna, Pirlo è geniale, Juve da urlo. Parma spazzato via: 4-1, su gazzetta.it, 11 settembre 2011.
  59. ^ Riccardo Pratesi, Tanta Juve, doppio Marchisio. Il Milan soffre, poi affonda, su gazzetta.it, 2 ottobre 2011.
  60. ^ Marchisio, l'uomo in più: numeri da fenomeno, su tuttosport.com, 4 ottobre 2011.
  61. ^ Valerio Clari, Sì, la Juve è di nuovo grande. Sbanca San Siro e torna prima, su gazzetta.it, 29 ottobre 2011.
  62. ^ Riccardo Pratesi, Juve avanti, ma che fatica. Col Bologna decide Marchisio, su gazzetta.it, 8 dicembre 2011.
  63. ^ Riccardo Pratesi, Vucinic e autogol, delirio Juve. Per i bianconeri è il 28º scudetto, su gazzetta.it, 6 maggio 2012.
  64. ^ Filippo Bonsignore, Da Pirlo a Vidal a Del Piero, tutti i protagonisti del primo trionfo di Andrea Agnelli, su ilsole24ore.com, 6 maggio 2012.
  65. ^ Riccardo Pratesi, Coppa Italia al Napoli. Primo k.o. della Juve, su gazzetta.it, 20 maggio 2012.
  66. ^ Riccardo Pratesi, La Supercoppa è della Juve. 4-2 al Napoli dopo 120', su gazzetta.it, 11 agosto 2012.
  67. ^ Riccardo Pratesi, Juve feroce, riscatto in Coppa. Nordsjaelland preso a pallonate, su gazzetta.it, 7 novembre 2012.
  68. ^ Riccardo Pratesi, Follia Glik: il Toro resta in 10. E la Juve dilaga nel derby, su gazzetta.it, 1º dicembre 2012.
  69. ^ Riccardo Pratesi, Juventus, scudetto bis: 1-0 sul Palermo. Conte sale ancora sul tetto della Serie A, su gazzetta.it, 5 maggio 2013.
  70. ^ Maurizio Nicita, Supercoppa, Juventus super: 4-0 alla Lazio con gol di Pogba, Chiellini, Lichtsteiner e Tevez, su gazzetta.it, 18 agosto 2013.
  71. ^ Timothy Ormezzano, Juventus, tegola per Conte: Marchisio ko, fuori un mese, su repubblica.it, 19 agosto 2013.
  72. ^ Guido Vaciago, Juve: per superare Pogba, Marchisio deve fare il Pogba, su tuttosport.com, 15 febbraio 2014.
  73. ^ a b Adam Digby, Il numero 8 dei leader silenziosi: Marchisio, il nuovo Conte dell'era Conte, su fourfourtwo.com, 5 marzo 2014.
  74. ^ Andrea Pugliese, Catania-Roma 4-1. Doppietta di Izco, gol di Totti, Bergessio e Barrientos. È scudetto Juve, su gazzetta.it, 4 maggio 2014.
  75. ^ Stefano Cantalupi, Sampdoria-Juventus 0-1: Vidal, è festa scudetto. La Signora cala il poker, su gazzetta.it, 2 maggio 2015.
  76. ^ Jacopo Gerna, Juve infinita, vince la 10ª Coppa Italia: Matri piega la Lazio ai supplementari, su gazzetta.it, 20 maggio 2015.
  77. ^ Paolo Menicucci, Tris Barcellona, la Juve deve inchinarsi, su it.uefa.com, 6 giugno 2015.
  78. ^ Juve, presentato Allegri: "Obiettivo Champions. Pirlo? Nessun problema", su gazzetta.it, 16 luglio 2014.
  79. ^ Alberto Polverosi, Marchisio e un futuro da regista vero, su blog.corrieredellosport.it, 19 marzo 2015.
  80. ^ Jacopo Gerna, Juventus-Fiorentina 3-2: sinfonia di Tevez, lo scudetto è a un solo punto, su gazzetta.it, 29 aprile 2015.
  81. ^ Marchisio fa 300 con la Juventus: la sua maglia sarà esposta nella 'Hall of Fame', su goal.com, 30 aprile 2015.
  82. ^ Antonino Milone, Marchisio, un rinnovo da Pirlo, su tuttosport.com, 9 giugno 2015.
  83. ^ Fabiana Della Valle, Juve, il segreto sta nel mezzo: Khedira-Marchisio determinanti, su gazzetta.it, 11 novembre 2015.
  84. ^ Stefano Cieri, Juventus-Lazio 2-0: Mandzukic-Dybala, Allegri fa festa con i nuovi, su gazzetta.it, 8 agosto 2015.
  85. ^ a b Fabiana Della Valle, Juventus, Marchisio: dalla B ai 5 scudetti, il Principino adesso è Re, su gazzetta.it, 16 novembre 2016.
  86. ^ Alberto Mauro, Juventus, uno scudetto thrilling: dalla crisi iniziale al record di vittorie, su gazzetta.it, 25 aprile 2016.
  87. ^ Timothy Ormezzano, Dall'imbattibilità alla rimonta: una stagione da record, su repubblica.it, 25 aprile 2016.
  88. ^ Jacopo Gerna, Milan-Juve 0-1, Morata-gol: Coppa Italia ad Allegri, trionfo ai supplementari, su gazzetta.it, 21 maggio 2016.
  89. ^ Stefano Dolci, Dramma Marchisio, si rompe il crociato del ginocchio sinistro in Juve-Palermo: addio a Euro 2016, su it.eurosport.com, 17 aprile 2016.
  90. ^ Marchisio, intervento riuscito, su juventus.com, 19 aprile 2016.
  91. ^ Adriano Palazzolo, Juventus, stop di sei mesi per Claudio Marchisio dopo l'infortunio, su ilgiornale.it, 15 maggio 2016.
  92. ^ Giulia Cicchinè, Claudio Marchisio is back: ora il centrocampo della Juventus fa faville!, su it.eurosport.com, 27 ottobre 2016.
  93. ^ Filippo Conticello, Juve-Sampdoria 4-1: doppio Chiellini, gol di Mandzukic, Schick e Pjanic, su gazzetta.it, 26 ottobre 2016.
  94. ^ Siviglia-Juve, il giorno dopo: numeri e nomi, su juventus.com, 23 novembre 2016.
  95. ^ Jacopo Gerna, Champions, Siviglia-Juve 1-3: gol di Pareja, Marchisio, Bonucci e Mandzukic, su gazzetta.it, 22 novembre 2016.
  96. ^ L'Olimpica sa solo vincere, su gazzetta.it, 23 maggio 2008.
  97. ^ Calcio, Italia-Honduras 3-0, su pechino2008.excite.it, 7 agosto 2008.
  98. ^ Antonio Gaito, Nazionale Olimpica: dopo Rocchi va ko anche Marchisio, arriva Russotto, su tuttonapoli.net, 12 agosto 2008.
  99. ^ Luca Taidelli, Europeo: ecco i 23 di Casiraghi, in La Gazzetta dello Sport, 1º giugno 2009.
  100. ^ Europei Under 21: Italia, che sfortuna! Germania in finale, su tuttosport.com, 26 giugno 2009.
  101. ^ Italia U21-Germania U21 0-1: Gli azzurri vincono ai punti, ma la finale è tedesca!, su goal.com, 26 giugno 2009.
  102. ^ Nazionale: c'è Marchisio. Fuori Toni e Montolivo, su gazzetta.it, 8 agosto 2009.
  103. ^ (EN) Italy 1:1 (0:1) Paraguay, su fifa.com.
  104. ^ (EN) Italy 1:1 (1:1) New Zealand, su fifa.com.
  105. ^ Riccardo Pratesi, Lampo Marchisio poi Ivanovic. Italia, buon pari in Serbia, su gazzetta.it, 8 ottobre 2011.
  106. ^ Consegnata all'Uefa la lista dei 23 giocatori convocati per gli Europei, su figc.it, 29 maggio 2012.
  107. ^ Riccardo Pratesi, Germania battuta. Grande Italia in finale, su gazzetta.it, 28 giugno 2012.
  108. ^ Spagna campione, è suo il 'triplete' storico. Debacle per azzurri, 'Non c'è stata partita', su ansa.it, 1º luglio 2012.
  109. ^ Inviata alla FIFA la lista per la Confederations Cup: c'è anche Barzagli, su figc.it, 3 giugno 2013.
  110. ^ Riccardo Pratesi, Confederations, Italia-Uruguay 5-4 dopo i rigori, Buffon ne para tre, azzurri terzi, su gazzetta.it, 30 giugno 2013.
  111. ^ (EN) Mark Doyle, Juventus have won the Azzurri three World Cups, now ItalJuve set their sights on the Euros, su goal.com, 8 giugno 2012.
  112. ^ Ital-Juve alla Confederation Cup, su juventus.com, 4 giugno 2013.
  113. ^ Nazionale, ecco i 23 di Prandelli: niente Brasile per Giuseppe Rossi, su gazzetta.it, 1º maggio 2014.
  114. ^ Stefano Cantalupi, Inghilterra-Italia 1-2: gol di Marchisio, Sturridge e Balotelli, su gazzetta.it, 15 giugno 2014.
  115. ^ Stefano Cantalupi, Mondiali, Italia-Uruguay 0-1: gol decisivo di Godin, espulso Marchisio, su gazzetta.it, 24 giugno 2014.
  116. ^ Luca Momblano, Conte ha deciso: l'intoccabile è Marchisio, su calcioblog.it, 13 ottobre 2014.
  117. ^ Giovanni Capuano, Conte e il crac di Marchisio: chi portare all'Europeo?, su panorama.it, 18 aprile 2016.
  118. ^ Una presenza nel Terzo turno preliminare
  119. ^ 3 presenze nei Turni preliminari.
  120. ^ Pechino 2008. Tutto facile per l'Italia di Casiraghi contro l´Honduras: esordio ok (3-0), su resport.it, 7 agosto 2008. (archiviato dall'url originale il 18 settembre 2012).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]