Marco Asensio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Asensio
Marco Asensio.jpg
Asensio con la nazionale spagnola ai Mondiali 2018
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 180 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Real Madrid
Carriera
Giovanili
2006-2013Mallorca
Squadre di club1
2013-2015Mallorca56 (7)
2015-2016Espanyol34 (4)
2016-Real Madrid85 (10)
Nazionale
2012Spagna Spagna U-162 (0)
2014-2015Spagna Spagna U-1912 (8)
2015-2018Spagna Spagna U-2118 (7)
2016-Spagna Spagna24 (1)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-19
Oro Grecia 2015
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento Polonia 2017
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'11 giugno 2019

Marco Asensio Willemsen (Palma di Maiorca, 21 gennaio 1996) è un calciatore spagnolo, centrocampista o attaccante del Real Madrid e della nazionale spagnola.

Durante la sua carriera ha vinto un campionato spagnolo (2017), una Supercoppa spagnola (2017), due Champions League (2017 e 2018), due Supercoppe UEFA (2016 e 2017) e tre Mondiale per club (2016, 2017 e 2018).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato a Palma di Maiorca da padre spagnolo e madre olandese.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mancino, può ricoprire i ruoli ala e trequartista.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Maiorca[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nel vivaio del Maiorca, squadra della sua città natale. Nell’annata d'esordio tra i professionisti, stagione 2013-2014, disputa 20 partite e segna il suo primo gol contro il Tenerife. Il 5 dicembre 2014 il Real Madrid ne annuncia l'acquisto per 3.5 milioni di euro; contratto di sei anni, ma Asensio resterà in prestito al club di Segunda División fino al termine della stagione 2014-2015;[2], nella quale colleziona 36 presenze e 6 reti.

Prestito all'Espanyol[modifica | modifica wikitesto]

Arrivato a Madrid a soli 19 anni, mette subito in difficoltà l'allenatore Rafael Benítez, che passa in pochi giorni dall'idea di farlo allenare con la squadra B alla possibilità di tenerlo in rosa con i titolari per tutta la stagione: dopo aver disputato tutto il precampionato con i blancos, a fine mercato Asensio passa in prestito annuale all'Espanyol,[3] con cui esordisce in Liga il 19 settembre contro la Real Sociedad.[4] Nel 4-2-3-1 dell'Espanyol è in grado di ricoprire tutti e tre i ruoli dietro alla punta; resta un punto di riferimento della squadra anche dopo il cambio di allenatore a metà stagione e termina il campionato con 34 presenze e 4 gol all'attivo: l'Espanyol si salva e Asensio vince il premio di giocatore rivelazione della Liga.

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Asensio con la maglia del Real Madrid nel 2018.

Nella stagione 2016-2017 torna al Real Madrid, svolgendo la preparazione estiva con l’allenatore Zinédine Zidane, che il 9 agosto 2016 lo schiera titolare - suo esordio ufficiale con la maglia del Real - nella Supercoppa UEFA disputatasi a Trondheim contro il Siviglia: Asensio ripaga la fiducia del tecnico aprendo le marcature con un tiro da fuori area all’incrocio dei pali e alla fine i madrileni vincono la partita 3-2 dopo i tempi supplementari. Con il Real riesce a segnare ad ogni esordio in una competizione ufficiale: anche in Liga, in Champions League e in Coppa del Re. Il 18 dicembre vince la Coppa del mondo per club FIFA pur non disputando alcuna partita nella competizione. A fine stagione si aggiudica sia il campionato[5] che la Champions League,[6] segnando il quarto gol della sua squadra nella vittoriosa finale contro la Juventus.

Inizia la nuova stagione subentrando nel corso della partita vinta 2-1 contro il Manchester United e valida per la Supercoppa UEFA 2017. Gioca anche gli ultimi minuti dell'andata di Supercoppa di Spagna contro il Barcellona al Camp Nou riuscendo a segnare il definitivo 3-1 al 90'. Si ripete anche al ritorno aprendo le marcature del Clásico giocato al Bernabéu e terminato 2-0 per i Blancos. Nel corso dell'annata conquista nuovamente la Champions League, sconfiggendo in finale il Liverpool.[7]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Prende parte all'Europeo Under-19 2015 in Grecia con la nazionale spagnola, risultando decisivo per la vittoria finale delle “Furie Rosse”, con una doppietta in semifinale contro la Francia e due assist in finale contro la Russia. Al termine della competizione viene eletto miglior giocatore del torneo.[8]

Nel 2015 esordisce in Under-21. Viene poi convocato per l'Europeo Under-21 2017 in Polonia e nella partita d'esordio realizza una tripletta contro la Macedonia.

Il 29 maggio 2016 debutta in nazionale maggiore in un'amichevole contro la Bosnia-Erzegovina, vinta 3-1.[9] Il 21 maggio 2018 viene incluso dal commissario tecnico della Spagna Lopetegui nella lista dei convocati per il Mondiale di Russia 2018,[10] che per la nazionale spagnola si conclude allo stadio degli ottavi di finale, nei quali viene sconfitta ai rigori dai padroni di casa della Russia. Nel corso della manifestazione scende in campo in tre occasioni, due da subentrante e una da titolare. L'11 settembre 2018 segna il primo gol con la nazionale maggiore, nella partita finita 6-0 a favore degli spagnoli contro la Croazia.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 19 maggio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2013-2014 Spagna Maiorca SD 20 1 CR 0 0 - - - - - - 20 1
2014-2015 SD 36 6 CR 0 0 - - - - - - 36 6
Totale Maiorca 56 7 0 0 - - - - 56 7
2015-2016 Spagna Espanyol PD 34 4 CR 3 0 - - - - - - 37 4
2016-2017 Spagna Real Madrid PD 23 3 CR 6 3 UCL 8 3 SU+Cmc 1+0 1 38 10
2017-2018 PD 32 6 CR 5 2 UCL 12 1 SU+SS+Cmc 1+2+1 0+2+0 53 11
2018-2019 PD 30 1 CR 5 3 UCL 7 2 SU+Cmc 1+1 0 44 6
Totale Real Madrid 85 10 16 8 27 6 7 3 135 27
Totale carriera 175 21 19 8 27 6 7 3 228 38

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-5-2016 San Gallo Spagna Spagna 3 – 1 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Amichevole - Uscita al 60’ 60’
5-9-2016 León Spagna Spagna 8 – 0 Liechtenstein Liechtenstein Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 80’ 80’
7-6-2017 Murcia Spagna Spagna 2 – 2 Colombia Colombia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
2-9-2017 Madrid Spagna Spagna 3 – 0 Italia Italia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 78’ 78’
6-10-2017 Alicante Spagna Spagna 3 – 0 Albania Albania Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 74’ 74’
9-10-2017 Gerusalemme Israele Israele 0 – 1 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2018 -
11-11-2017 Malaga Spagna Spagna 5 – 0 Costa Rica Costa Rica Amichevole - Ingresso al 65’ 65’
14-11-2017 San Pietroburgo Russia Russia 3 – 3 Spagna Spagna Amichevole -
23-3-2018 Düsseldorf Germania Germania 1 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 59’ 59’
27-3-2018 Madrid Spagna Spagna 6 – 1 Argentina Argentina Amichevole -
3-6-2018 Vila-real Spagna Spagna 1 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
9-6-2018 Krasnodar Tunisia Tunisia 0 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
20-6-2018 Kazan' Iran Iran 0 – 1 Spagna Spagna Mondiali 2018 - 1º turno - Ingresso al 80’ 80’
25-6-2018 Kaliningrad Spagna Spagna 2 – 2 Marocco Marocco Mondiali 2018 - 1º turno - Ingresso al 74’ 74’
1-7-2018 Mosca Spagna Spagna 1 – 1 dts
(3-4 dcr)
Russia Russia Mondiali 2018 - Ottavi di finale - Uscita al 104’ 104’
8-9-2018 Londra Inghilterra Inghilterra 1 – 2 Spagna Spagna UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ingresso al 68’ 68’
11-9-2018 Elche Spagna Spagna 6 – 0 Croazia Croazia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno 2
15-10-2018 Siviglia Spagna Spagna 2 – 3 Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
15-11-2018 Zagabria Croazia Croazia 3 – 2 Spagna Spagna UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ingresso al 61’ 61’
18-11-2018 Las Palmas Spagna Spagna 1 – 0 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Amichevole -
23-3-2019 Valencia Spagna Spagna 2 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Euro 2020 -
26-3-2019 Ta' Qali Malta Malta 0 – 2 Spagna Spagna Qual. Euro 2020 -
7-6-2019 Tórshavn Fær Øer Fær Øer 1 – 4 Spagna Spagna Qual. Euro 2020 - Ingresso al 56’ 56’
10-6-2019 Madrid Spagna Spagna 3 – 0 Svezia Svezia Qual. Euro 2020 - Uscita al 64’ 64’
Totale Presenze 24 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 2016-2017
Real Madrid: 2017

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 2016-2017, 2017-2018
Real Madrid: 2016, 2017
Real Madrid: 2016, 2017, 2018

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2015

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2015[8]
2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DEENIT) Marco Asensio, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  2. ^ Official Announcement: Marco Asensio, su www.realmadrid.com, 5 dicembre 2014. URL consultato il 5 dicembre 2014.
  3. ^ Official Announcement: Marco Asensio, su www.realmadrid.com, 20 agosto 2015. URL consultato il 20 agosto 2015.
  4. ^ Real Sociedad vs. Espanyol 2 - 3, Soccerway, 19 settembre 2015. URL consultato il 19 settembre 2015.
  5. ^ Real Madrid campione di Spagna: è la Liga numero 33, gazzetta.it, 21 maggio 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  6. ^ Champions: Juve, svanisce il sogno. Il Real di Ronaldo campione d'Europa: 4-1, gazzetta.it, 3 giugno 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  7. ^ Champions, Real Madrid campione: Bale doppietta, Karius da incubo, 3-1 al Liverpool, gazzetta.it, 26 maggio 2018. URL consultato il 1º luglio 2018.
  8. ^ a b Golden Player 2015: Marco Asensio, su uefa.com, 1º agosto 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  9. ^ Spagna - Bosnia-Erzegovina, Transfermarkt, 29 maggio 2016.
  10. ^ Mondiali Russia 2018, convocati Spagna: fuori Morata, Suso e Callejon. C'è Iniesta, sport.sky.it, 21 maggio 2018. URL consultato il 21 maggio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]