Achraf Hakimi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Achraf Hakimi
Iran-Morocco by soccer.ru 14 (Achraf Hakimi).jpg
Hakimi con la nazionale marocchina nel 2018
Nazionalità Marocco Marocco
Altezza 181[1] cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore, centrocampista
Squadra Inter
Carriera
Giovanili
2005-2006600px pentasection HEX-E42B2E White.svg Ofigevi
2006-2016Real Madrid
Squadre di club1
2016-2017Real M. Castilla28 (1)
2017-2018Real Madrid9 (2)
2018-2020Borussia Dortmund54 (7)
2020-Inter18 (6)
Nazionale
2015-2016Marocco Marocco U-202 (0)
2015-2016Marocco Marocco U-232 (0)
2016-Marocco Marocco32 (3)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 17 gennaio 2021

Achraf Hakimi Mouh (Madrid, 4 novembre 1998) è un calciatore marocchino, difensore o centrocampista dell'Inter e della nazionale marocchina.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Madrid da genitori marocchini, Hakimi è sposato con l'attrice spagnola, di origini libiche e tunisine, Hiba Abouk, con la quale il 12 febbraio 2020 ha avuto un figlio. È musulmano praticante ed osserva il Ramadan.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Nato come terzino destro ed impiegato spesso anche da esterno di centrocampo e da terzino sinistro,[2] e talvolta da ala su entrambe le fasce,[3] è un calciatore molto versatile grazie alla sua abilità nel possesso palla e alla sua tecnica e velocità.[2] È in possesso di un tiro molto potente e preciso che lo rende un ottimo tiratore di punizioni.[4] Molto abile in fase offensiva,[2] si distingue anche per come imposta l'azione anche tramite lanci lunghi.[2] Bravo in fase di rifinitura, è pericoloso negli inserimenti.[2] In fase difensiva è bravo nelle situazioni dinamiche. È considerato uno dei calciatori più veloci al mondo.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Esordi e Real Madrid Castilla[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver mosso i primi passi nell'Ofigevi, a 8 anni entra nel settore giovanile del Real Madrid. Compiuta la trafila delle giovanili, nel 2016 viene inserito dall'allenatore Santiago Solari nella rosa del Real M. Castilla, militante in Segunda División B. L'esordio tra i professionisti arriva il 20 agosto 2016, in occasione della vittoria casalinga contro la Real Sociedad B per 3-2.[5] Il 25 settembre successivo mette a segno la sua prima rete, in occasione del pareggio esterno contro il Fuenlabrada per 1-1.[6] Conclude la sua prima stagione tra i professionisti con un bottino di 28 presenze e una rete.

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della stagione 2016-2017 riceve la sua prima convocazione in prima squadra in gennaio in vista della sfida in Copa del Rey contro il Celta Vigo.[7] Il 1º ottobre 2017 fa il suo esordio con la maglia della prima squadra in occasione della vittoria casalinga contro l'Espanyol per 2-0, disputando tutta la partita.[8] Il 17 ottobre successivo disputa la sua prima partita di Champions League in occasione del pareggio contro gli inglesi del Tottenham per 1-1.[9] Il 9 dicembre mette a segno la sua prima rete nel massimo campionato spagnolo, in occasione della vittoria contro il Siviglia per 5-0.[10] Il 16 dicembre successivo vince la Coppa del mondo per club in virtù della vittoria sui brasiliani del Grêmio per 1-0. Il 26 maggio 2018, seppur non disputando la finale, vince la sua prima Champions League grazie al successo del Real Madrid sugli inglesi del Liverpool per 3-1. Chiude la sua prima stagione in prima squadra con un bottino di due trofei vinti, 17 presenze e 2 reti messe a segno.

Borussia Dortmund[modifica | modifica wikitesto]

L'11 luglio 2018 viene ufficializzato il suo trasferimento, in prestito biennale, ai tedeschi del Borussia Dortmund.[11] L'esordio arriva il 26 settembre successivo, in occasione della vittoria casalinga contro il Norimberga; nella stessa partita mette a segno anche il primo gol con la nuova maglia. Inizia la stagione successiva conquistando la Supercoppa di Germania nella finale vinta per 2-0 contro il Bayern Monaco. Il 2 ottobre 2019 realizza la sua prima doppietta in carriera, nella vittoria esterna in Champions League contro lo Slavia Praga per 2-0, ripetendosi il 5 novembre, in occasione della vittoria casalinga in Champions League contro l'Inter per 3-2.[12] Conclude l'annata con 46 presenze e 9 gol, che portano il totale della sua esperienza con il Borussia Dortmund a 74 presenze e 12 reti in tutte le competizioni.

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 luglio 2020 viene ufficializzato il suo passaggio all'Inter, a titolo definitivo, per 40 milioni di euro più 5 milioni di bonus.[13][14] Debutta in Serie A il 26 settembre successivo nella vittoria per 4-3 contro la Fiorentina, servendo anche un assist.[15] Quattro giorni dopo realizza il suo primo gol nella vittoria esterna per 5-2 contro il Benevento.[16] Debutta in Champions League il 27 ottobre nello 0-0 contro lo Shakhtar.[17] Segna la sua prima doppietta il 5 dicembre nella vittoria per 3-1 contro il Bologna.[18]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

L'11 ottobre 2016, a soli 17 anni, fa il suo esordio con la maglia della nazionale marocchina in occasione dell'amichevole vinta contro il Canada per 4-0.[19] Il 1º settembre 2017 mette a segno la sua prima rete in occasione della partita valida per le qualificazioni al campionato mondiale 2018 vinta contro il Mali per 6-0.[20] Da quella partita in avanti diventa un punto fermo della nazionale.

Il 17 maggio 2018 viene selezionato dal commissario tecnico Hervé Renard nella lista dei 23 calciatori che partecipano al campionato mondiale in Russia.[21] L'esordio in tale competizione arriva il 15 giugno successivo, in occasione della partita d'esordio persa contro l'Iran per 0-1. Chiude la competizione con un'eliminazione al primo turno, disputando tutte e tre le partite giocate dalla sua nazionale. L'anno successivo viene convocato per la Coppa d'Africa,[22] in cui il Marocco esce agli ottavi contro il Benin per 1-4 ai tiri di rigore dopo l'1-1 dei tempi supplementari.[23]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 17 gennaio 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2016-2017 Spagna Real M. Castilla SDB 28 1 - - - - - - - - - 28 1
2017-2018 Spagna Real Madrid PD 9 2 CR 5 0 UCL 2 0 SU+SS+Cmc 0+0+1 0 17 2
2018-2019 Germania Borussia Dortmund BL 21 2 CG 2 1 UCL 5 0 - - - 28 3
2019-2020 BL 33 5 CG 3 0 UCL 8 4 SG 1 0 45 9
Totale Borussia Dortmund 54 7 5 1 13 4 1 0 73 12
2020-2021 Italia Inter A 18 6 CI 1 0 UCL 5 0 - - - 24 6
Totale carriera 109 16 11 1 20 4 2 0 142 21

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Marocco
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-10-2016 Marrakech Marocco Marocco 4 – 0 Canada Canada Amichevole - Ingresso al 67’ 67’
1-9-2017 Rabat Marocco Marocco 6 – 0 Mali Mali Qual. Mondiali 2018 1
5-9-2017 Bamako Mali Mali 0 – 0 Marocco Marocco Qual. Mondiali 2018 -
7-10-2017 Casablanca Marocco Marocco 3 – 0 Gabon Gabon Qual. Mondiali 2018 -
10-10-2017 Bienne Corea del Sud Corea del Sud 1 – 3 Marocco Marocco Amichevole - Ingresso al 31’ 31’
11-11-2017 Abidjan Costa d'Avorio Costa d'Avorio 0 – 2 Marocco Marocco Qual. Mondiali 2018 -
27-3-2018 Casablanca Marocco Marocco 2 – 0 Uzbekistan Uzbekistan Amichevole -
31-5-2018 Carouge Marocco Marocco 0 – 0 Ucraina Ucraina Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
4-6-2018 Ginevra Slovacchia Slovacchia 1 – 2 Marocco Marocco Amichevole -
9-6-2018 Tallin Estonia Estonia 1 – 3 Marocco Marocco Amichevole - Uscita al 76’ 76’
15-6-2018 San Pietroburgo Marocco Marocco 0 – 1 Iran Iran Mondiali 2018 - 1º turno -
20-6-2018 Mosca Portogallo Portogallo 1 – 0 Marocco Marocco Mondiali 2018 - 1º turno -
25-6-2018 Kaliningrad Spagna Spagna 2 – 2 Marocco Marocco Mondiali 2018 - 1º turno - Ammonizione al 90+3’ 90+3’
8-9-2018 Casablanca Marocco Marocco 3 – 0 Malawi Malawi Qual. Coppa d'Africa 2019 -
13-10-2018 Casablanca Marocco Marocco 1 – 0 Comore Comore Qual. Coppa d'Africa 2019 -
16-10-2018 Mitsamiouli Comore Comore 2 – 2 Marocco Marocco Qual. Coppa d'Africa 2019 -
16-11-2018 Casablanca Marocco Marocco 2 – 0 Camerun Camerun Qual. Coppa d'Africa 2019 -
20-11-2018 Radès Tunisia Tunisia 0 – 1 Marocco Marocco Amichevole - Ingresso al 69’ 69’
26-3-2019 Tangeri Marocco Marocco 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole -
12-6-2019 Marrakech Marocco Marocco 0 – 1 Gambia Gambia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
16-6-2019 Marrakech Marocco Marocco 2 – 3 Zambia Zambia Amichevole - Ammonizione al 42’ 42’
23-6-2019 Il Cairo Marocco Marocco 1 – 0 Namibia Namibia Coppa d'Africa 2019 - 1º turno -
28-6-2019 Il Cairo Marocco Marocco 1 – 0 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Coppa d'Africa 2019 - 1º turno -
1-7-2019 Il Cairo Sudafrica Sudafrica 0 – 1 Marocco Marocco Coppa d'Africa 2019 - 1º turno -
5-7-2019 Il Cairo Marocco Marocco 1 – 1 dts
(1 – 4 dcr)
Benin Benin Coppa d'Africa 2019 - Ottavi di finale -
15-10-2019 Tangeri Marocco Marocco 2 – 3 Gabon Gabon Amichevole -
15-11-2019 Rabat Marocco Marocco 0 – 0 Mauritania Mauritania Qual. Coppa d'Africa 2021 -
19-11-2019 Bujumbura Burundi Burundi 0 – 3 Marocco Marocco Qual. Coppa d'Africa 2021 1
9-10-2020 Rabat Marocco Marocco 3 – 1 Senegal Senegal Amichevole -
13-10-2020 Rabat Marocco Marocco 1 – 1 RD del Congo RD del Congo Amichevole - Uscita al 72’ 72’
13-11-2020 Casablanca Marocco Marocco 4 – 1 Rep. Centrafricana Rep. Centrafricana Qual. Coppa d'Africa 2021 1 Uscita al 59’ 59’
17-11-2020 Douala Rep. Centrafricana Rep. Centrafricana 0 – 2 Marocco Marocco Qual. Coppa d'Africa 2021 - Uscita al 78’ 78’
Totale Presenze 32 Reti 3

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 2017
Borussia Dortmund: 2019

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 2017
Real Madrid: 2017
Real Madrid: 2017-2018

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovane calciatore africano dell'anno: 2
2018,[24] 2019[25]
2019,[25]2020
2019 [26]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Achraf Hakimi - F.C. Internazionale Milano, su inter.it, 1º settembre 2020.
  2. ^ a b c d e f Hakimi sembra nato per l'Inter di Conte, su ultimouomo.com, 29 giugno 2020.
  3. ^ Chi è Achraf Hakimi, il nuovo esterno dell'Inter, su goal.com, 2 luglio 2020.
  4. ^ (ES) Profilo: Achraf Hakimi, su realmadrid.com. URL consultato il 17 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2016).
  5. ^ (ES) Real Madrid Castilla - Real Sociedad B 3-2: Espectacular remontada del Castilla en el último minuto, su realmadrid.com, 20 agosto 2016. URL consultato il 17 novembre 2016.
  6. ^ (ES) Fuenlabrada - Real Madrid Castilla 1-1: Achraf da un punto al Castilla en Fuenlabrada, su realmadrid.com, 25 settembre 2016. URL consultato il 17 novembre 2016.
  7. ^ (ES) Achraf, convocado con el primer equipo, su realmadrid.com. URL consultato il 14 giugno 2020.
  8. ^ (EN) Rik Sharma, Achraf Hakimi made his Real Madrid debut in the win over Espanyol and the Moroccan teenager could be the long-term successor to Dani Carvajal, in Daily Mail, 2 ottobre 2017. URL consultato il 4 ottobre 2017.
  9. ^ (ES) Achraf en la alineación inicial en el Real Madrid Vs Tottenham, in Marca, 17 ottobre 2017. URL consultato il 14 giugno 2020.
  10. ^ (ES) Achraf, autor del primer gol marroquí en la historia del Real Madrid, su eldesmarque.com, 9 dicembre 2017. URL consultato il 14 giugno 2020.
  11. ^ (EN) Borussia Dortmund sign Achraf Hakimi on loan, su bvb.de, 11 luglio 2018. URL consultato l'11 luglio 2018.
  12. ^ Inter, clamoroso crollo a Dortmund: da 0-2 a 3-2, Hakimi show!, in Il Corriere dello Sport, 5 novembre 2019.
  13. ^ Achraf Hakimi è un nuovo giocatore dell'Inter, su inter.it, 2 luglio 2020.
  14. ^ Inter, Hakimi è ufficiale. Il Real: “Grazie per la tua professionalità”, su gazzetta.it, 2 luglio 2020.
  15. ^ È la solita pazza Inter: rimontona finale e Fiorentina battuta 4-3, su gazzetta.it, 26 settembre 2020.
  16. ^ Inter show a Benevento: vince 5-2 con doppietta di Lukaku e il primo gol di Hakimi, su gazzetta.it, 30 settembre 2020.
  17. ^ Due traverse e un Lautaro sprecone: Inter, niente gol e due punti buttati, su gazzetta.it, 27 ottobre 2020.
  18. ^ Sempre Lukaku e doppietta di Hakimi: 3-1 al Bologna e l'Inter va a -2 dal Milan, su gazzetta.it, 5 dicembre 2020.
  19. ^ (ES) Achraf Hakimi becomes Real Madrid's first Moroccan international, in Marca, 12 ottobre 2016. URL consultato il 14 giugno 2020.
  20. ^ (ES) Achraf se estrena con un golazo en su debut oficial con Marruecos, in El Español, 2 settembre 2017. URL consultato il 14 giugno 2020.
  21. ^ (ES) Mundial 2018: Achraf, citado por Marruecos; Benatia y Ziyech, las estrellas, in AS, 17 maggio 2018. URL consultato il 14 giugno 2020.
  22. ^ Coppa d’Africa 2019, tutti i convocati e le rose delle 24 Nazionali partecipanti. Tutte le squadre e i giocatori, su oasport.it. URL consultato il 26 giugno 2020.
  23. ^ (EN) Africa Cup of Nations: Morocco 1-1 Benin (Benin win 4-1 on pens), in BBC Sport, 5 luglio 2019. URL consultato il 26 giugno 2020.
  24. ^ (EN) Caf Awards: Mo Salah na African Player of di Year for 2018, su bbc.com, 4 ottobre 2020.
  25. ^ a b (EN) Mane, Oshoala named African Footballers of 2019 at CAF Awards, su cafonline.com, 4 ottobre 2020.
  26. ^ Achraf Hakimi - Miglior giovane giocatore arabo dell'anno, su globesoccer.com, Globe Soccer Awards. URL consultato il 30 dicembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]