Real Madrid Club de Fútbol 2016-2017

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Real Madrid Club de Fútbol.

Real Madrid C.F.
Stagione 2016-2017
AllenatoreFrancia Zinédine Zidane
All. in secondaFrancia David Bettoni
PresidenteSpagna Florentino Pérez
LigaVincitore
Coppa del ReQuarti di finale
UEFA Champions LeagueVincitore
Supercoppa UEFAVincitore
Coppa del mondo per club FIFAVincitore
Maggiori presenzeCampionato: Vázquez (33)
Totale: Vázquez (50)
Miglior marcatoreCampionato: C. Ronaldo (25)
Totale: C. Ronaldo (42)
StadioSantiago Bernabeu (85.454)
Maggior numero di spettatori81.044 (vs Barcellona, 23 aprile 2017)
Minor numero di spettatori47.656 (vs Cultural Leonesa, 30 novembre 2016)
Media spettatori68.496¹
¹ considera le partite giocate in casa in tutte le competizioni.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Real Madrid Club de Fútbol nelle competizioni ufficiali della stagione 2016-2017.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Zinédine Zidane, confermato alla guida del club anche per la stagione 2016-2017.

L'esordio stagionale dei madrileni avviene, come due anni fa, in Supercoppa UEFA. I Blancos riescono a conquistarla per la terza volta nella loro storia, superando per 3-2 il Siviglia dopo i tempi supplementari.[1]

La prima giornata di campionato mette la banda di Zidane a confronto con la Real Sociedad, a San Sebastián. I Blancos riescono, però, ad imporsi per 0-3 grazie ad una doppietta di Bale e al secondo gol in due partite di Marco Asensio.[2] A questa segue un'altra vittoria, la prima casalinga, contro il Celta Vigo (2-1).[3] Dopo la prima pausa per le Nazionali, al rientro in campionato, è la terza vittoria in altrettante partite giocate (5-2 all'Osasuna) a garantire ai madrileni di pareggiare, a quota 15 successi consecutivi nella Liga, un primato personale che resisteva da più di 60 anni.[4] Il record di Pep Guardiola da CT del Barcellona viene subito eguagliato (16 successi consecutivi in campionato) alla quarta giornata, dove i Blancos passano per 0-2 sul campo dell'Espanyol.[5] A questi risultati seguono poi tre pareggi consecutivi, di cui due casalinghi, grazie ai quali l'Atletico Madrid di Simeone riesce a rimontare sino alla prima posizione in graduatoria (1-1 contro il Villarreal, 2-2 a Las Palmas e 1-1 contro l'Eibar).[6][7][8] La seconda pausa per gli incontri delle Nazionali rigenera la squadra di Zidane che, a Siviglia contro il Betis, passa con un agile 1-6[9] e stende l'insidioso Athletic Bilabo in casa (2-1) raggiungendo la vetta solitaria della classifica.[10] Primo posto in graduatoria che viene mantenuto solido grazie ai successivi risultati positivi: 1-4 sul campo dell'Alaves[11], 3-0 contro il Leganes[12] e 0-3 nel derby esterno contro i cugini dell'Atletico (all'ultima stracittadina di Liga disputata nel Vicente Calderón)[13] e 2-1 allo Sporting Gijón.[14] I Blancos arrivano così al Clásico con 6 punti di vantaggio sui rivali del Barcellona, i quali vengono mantenuti a distanza in seguito all'1-1 del Camp Nou.[15] Con la successiva partita, finita 3-2 per le Merengue, Zidane porta a 35 partite il conto di incontri consecutivi in tutte le competizioni senza sconfitte, migliorando il record della storia del club.[16] Il 2017 conferma la striscia positiva per la banda dell'allenatore francese che, tra le mura amiche, sconfigge il Granada per 5-0[17] ma impone anche la prima sconfitta in stagione, rimediata a Siviglia, per 2-1, che interrompe a 40 il totale degli incontri consecutivi senza sconfitte per il madrileni.[18] L'ultima giornata del girone di andata viene risolta da due gol di Sergio Ramos, i quali bastano per superare il Malaga (2-1).[19] Il Real Madrid è così campione di inverno, occupando in solitaria la vetta visti i 43 punti in classifica, frutto di 13 vittorie, 4 pareggi ed una sola sconfitta, considerando anche il match da recuperare contro il Valencia.

Luka Modrić si afferma definitivamente come uno dei migliori registi dei panorama europeo.

Il girone di ritorno comincia con una vittoria, la 14ª in campionato e a farne le spese è la Real Sociedad, che al Bernabéu cade per 3-0.[20] Dopo il rinvio della gara di Vigo in programma come 21ª giornata a causa del maltempo,[21] i Blancos passano sul campo dell'Osasuna (1-3)[22] e battono in casa l'Espanyol (2-0)[23], mantenendo la vetta della classifica seppur con due gare da recuperare. Il primo dei due recuperi programmati va in scena al Mestalla di Valencia il 22 febbraio ma, nonostante la squadre di casa soffra nei bassifondi della classifica, riesce nell'intento di sconfiggere i madrileni, che cadono per la seconda volta in stagione nella Liga (2-1).[24] Il ritorno al successo è solo questione di quattro giorni. In rimonta, a Vila-real, la banda di Zidane passa per 2-3, mantenendo costante il vantaggio sul Barcellona al secondo posto[25] che, però, riesce a scavalcare i madrileni la giornata successiva visto lo stop casalingo (3-3) imposto dal Las Palmas al Bernabéu.[26] Nonostante il massiccio turnover attuato dal tecnico francese in vista degli impegni di Champions League, i Blancos passano agevolmente sul campo dell'Eibar (1-4)[27] e si riconfermano in vetta alla Liga la successiva giornata dove, sfruttando la sconfitta del Barcellona a La Coruña, battono in rimonta il Betis (2-1).[28] Passano poi sul campo dell'Athletic Bilbao (1-2)[29], in casa con l'Alaves (3-0)[30] e contro il Leganés (2-4).[31] Dopo la serie di cinque vittorie consecutive, un gol di Antoine Griezmann costringe i Blancos al pareggio casalingo nel derby con i cugini dell'Atletico (1-1).[32] Alla vigilia del Clásico del 23 aprile, il Real trova un'altra vittoria in rimonta (2-3 a Gijón) presentandosi alla sfida con gli odiati rivali con 3 punti di vantaggio e una gara ancora da recuperare,[33] ma una rete di Messi in pieno recupero ribalta l'iniziale vantaggio della compagine di Zidane che perde (2-3) il confronto diretto con i blaugrana, riaprendo la corsa al titolo.[34] Da qui in poi (con le merengue obbligate a vincere tutte le gare e a pareggiarne al massimo una per assicurarsi la Liga) vincono contro il Deportivo (2-6)[35], contro il Valencia (2-1)[36], a Granada (0-4)[37], con il Siviglia (4-1)[38] e il recupero della 21ª giornata, a Vigo, (1-4).[39] Anche l'ultima e decisiva giornata è un successo: Cristiano Ronaldo e Benzema ipotecano il risultato a Málaga (0-2), permettendo ai Blancos di sollevare per la 33esima volta nella loro storia la Liga, a 5 anni dall'ultimo trionfo.[40][41]

Il Mondiale per club 2016 per le Merengues inizia ufficialmente dalla semifinali, contro il Club América. Gli uomini di Zidane superano gli avversari messicani per 0-2, grazie alle reti di Karim Benzema e Cristiano Ronaldo, accedendo alla finale[42] nella quale battono anche il Kashima Antlers, per 4-2, dopo i tempi supplementari, e conquistano, per la seconda volta nella loro storia, il titolo di campioni del mondo.[43]

In Coppa del Re, il sorteggio del 15 ottobre accoppia i Blancos, per i sedicesimi di finale, con il Cultural Leonesa, squadra della terza divisione spagnola.[44] Pratica facilmente e velocemente archiviata dai Madrileni che approdano agli ottavi vincendo per 1-7 la gara di andata[45] e per 6-1 quella di ritorno,[46] garantendosi un posto al turno successivo contro il Siviglia.[47] La prima delle due gare contro gli andalusi fa sorridere ancora una volta Zidane che, tra le mura amiche, sconfigge 3-0 gli avversari,[48] mentre in quella di ritorno governa la parità (3-3) sancendo un risultato che, oltre ad accertare il matematico passaggio al turno successivo, regala ai Blancos il nuovo record spagnolo di partite consecutive, in tutte le competizioni, senza sconfitta (40).[49] L'urna del 13 gennaio sorteggia il Celta Vigo quale avversario dei Blancos per i quarti di finale. Proprio galiziani estromettono i madrileni dalla competizione, imponendosi per 1-2 al Bernabéu[50] e gestendo il vantaggio con il successivo 2-2 al Balaídos.[51]

Il sorteggio dei gironi della Champions League avviene il 25 agosto a Monaco. Il Real Madrid, detentore del trofeo e, dunque, inserito in prima fascia[52] pesca il Borussia Dortmund, lo Sporting Lisbona ed il Legia Varsavia, andando a costituire il gruppo F.[53] L'esordio è datato 14 settembre, nell'incontro casalingo contro lo Sporting Lisbona che, dopo passato in vantaggio a sorpresa, mantiene la superiorità nel punteggio fino all'88', quando Ronaldo pareggia il conto prima della rete di Morata nei minuti di recupero (2-1).[54] La seconda gara, giocata contro il Borussia Dortmund vincitore per 0-6 nel primo turno, si concretizza con un 2-2.[55] Più facile è, invece, il terzo impegno della fase a gironi per la squadra di Zidane che, nel primo dei due incontri nel giro di 14 giorni con il Legia Varsavia, sconfigge la compagine polacca 5-1,[56] ma non va oltre il 3-3 nel successivo incontro giocato, a porte chiuse, a Varsavia.[57] L'unica vittoria esterna della fase a gironi (1-2 a Lisbona contro lo Sporting) è sufficiente per spedire i madrileni agli ottavi di finale,[58] da seconda della classe visto il pareggio contro il Borussia Dortmund (2-2), il quale conclude il girone in testa.[59]

Le urne di Nyon, datate 12 dicembre, accoppiano agli ottavi di finale le Merengues con il Napoli, giunto al primo posto nel girone B.[60] Il doppio confronto con i Partenopei è a senso unico. I Blancos li superano prima al Bernabéu (3-1)[61] e poi al San Paolo con lo stesso risultato (1-3), ipotecando il passaggio del turno.[62]

La squadra del Real Madrid in visita alla Real Casa de Correos, sede della Presidenza della Comunità di Madrid

Il sorteggio per i quarti di finale avviene il 17 marzo e fa incrociare ai detentori del trofeo in carica il Bayern Monaco, vincitore dell'ottavo di finale contro l'Arsenal.[63] All'Allianz Arena di Monaco va in scena l'andata e vede la banda di Zidane superare il diretto avversario (1-2) grazie ad una doppietta di Cristiano Ronaldo.[64] Nel secondo dei due match i bavaresi riescono a strappare lo stesso risultato nei 90 minuti, costringendo i Blancos a giocare i supplementari dove, però, risulta ancora decisivo Ronaldo, autore di una tripletta che guida il proprio club in semifinale (4-2).[65]

Per la quarta volta consecutiva nella fase ad eliminazione della Champions League, ma per la prima volta in semifinale, i bianchi madrileni vedono l'urna di Nyon abbinarli ai cugini dell'Atletico.[66] Gli ultimi tre precedenti nella massima competizione europea hanno sempre visto la vittoria delle Merengues (vittoriosi nelle finali del 2014 e del 2016 e nel doppio confronto ai quarti di finale dell'edizione 2015).[67] Anche in questa edizione il copione non cambia. Nel doppio confronto i Blancos escono vincitori (3-0) nella gara di andata al Barnabéu[68] e cadono (2-1) al Calderón,[69] superando, però, ancora una volta il turno e raggiungendo la 15ª finale della massima competizione europea della propria storia, in programma per il 3 giugno a Cardiff.

L'atto conclusivo della Champions League regala, come in due delle tre precedenti edizioni, un'altra gioia al club della capitale spagnola. I Blancos battono la Juventus (vincitrice della semifinale contro il Monaco) per 4-1, grazie alle reti di Casemiro, Asensio e alla doppietta di Cristiano Ronaldo.[70] È il successo numero 12 per le Merengue, le quali entrano di diritto nella storia essendo il primo club, dall'avvento del nuovo formato della coppa (dal 1992) a trionfare per due edizioni consecutive.[71]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva[72]

  • Presidente: Florentino Perez
  • Vicepresidente: Fernando Fernández Tapias
  • Direttore generale: Eduardo Ferrnández de Blas
  • Direttore risorse: Enrique Balboa
  • Risorse umane: José María García
  • Direttore dell'area sociale: José Luis Sánchez
  • Direttore di controllo e auditing interno: Carlos Martínez de Albornoz
  • Direttore della commissione di consulenza legale: Javier López Farre
  • Direttore Fondazione "Real Madrid": Julio González
  • Capo del protocollo: Raúl Serrano

Area comunicazione

  • Capo di Gabinetto della presidenza: Enrique Sánchez Gonzáles
  • Direttore dell'area comunicazione: Antonio Galeano
  • Direttore delle relazioni istituzionali: Emilio Butragueño

Area marketing

  • Direttore economico: Julio Esquerdeiro
  • Direttore commerciale: Begoña Sanz
  • Direttore operazioni e servizi: Fernando Tormo

Area tecnica[73]

  • Direttore sportivo della sezione calcistica: Antonio Gómez
  • Allenatore: Zinédine Zidane
  • Allenatore in seconda: David Bettoni
  • Allenatore dei portieri: Luis Llopis
  • Preparatore atletico: Bernardo Requena, Felix Ledesma, Paco de Miguel

Area sanitaria[73]

  • Medico sociale: Joaquín Mas
  • Fisioterapisti: Giovanni Mauri, Hamidou Msaide

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 31 agosto 2016.[74]

N. Ruolo Giocatore
1 Costa Rica P Keylor Navas
2 Spagna D Daniel Carvajal
3 Portogallo D Pepe
4 Spagna D Sergio Ramos (capitano)
5 Francia D Raphaël Varane
6 Spagna D Nacho Fernández
7 Portogallo A Cristiano Ronaldo
8 Germania C Toni Kroos
9 Francia A Karim Benzema
10 Colombia C James Rodríguez
11 Galles C Gareth Bale
12 Brasile D Marcelo (vice capitano)
N. Ruolo Giocatore
13 Spagna P Kiko Casilla
14 Brasile C Casemiro
15 Portogallo D Fábio Coentrão
16 Croazia C Mateo Kovačić
17 Spagna C Lucas Vázquez
19 Croazia C Luka Modrić
20 Spagna A Marco Asensio
21 Spagna A Álvaro Morata
22 Spagna C Isco
23 Brasile D Danilo
31 Spagna P Rubén Yáñez

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)[modifica | modifica wikitesto]

La sessione estiva di mercato si apre con il rientro alla base di Čeryšev, Asensio, Silva e Coentrão dai rispettivi prestiti. Il primo acquisto vero e proprio è Morata della Juventus, già membro dei Blancos negli anni passati, convinto a tornare grazie al diritto di ricompra fissato dal Real nell'estate 2014, pagando 30 milioni di euro.[75][76]

Sulla sponda cessioni, Čeryšev, già rientrante da un prestito al Valencia, viene ceduto a titolo definitivo al Villarreal per circa 7 milioni di euro.[77] Fanno le valigie anche Jesús Vallejo, spedito in prestito annuale al Francoforte, Borja Mayoral, prestato al Wolfsburg per una stagione, Diego Llorente, anch'egli ceduto in prestito e Álvaro Medrán, venduto al Valencia per 1,5 milioni di euro.[78] Lascia la squadra anche il canterano Jesé, venduto al Paris Saint-Germain per una cifra intorno ai 25 milioni di euro.[79]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Denis Čeryšev Valencia fine prestito
A Álvaro Morata Juventus definitivo (30 milioni €)[80]
D Fábio Coentrão Monaco fine prestito
A Marco Asensio Espanyol fine prestito
C Lucas Silva Marsiglia fine prestito
C Álvaro Medrán Getafe fine prestito
D Jesús Vallejo Real Saragozza fine prestito
C Burgui Espanyol fine prestito
D Diego Llorente Rayo Vallecano fine prestito
C Omar Mascarell Sporting Gijón fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Denis Čeryšev Villarreal definitivo (7 milioni €)[81]
C Álvaro Medrán Valencia definitivo (1,5 milioni €)[82]
D Jesús Vallejo E. Francoforte prestito[83]
D Diego Llorente Málaga prestito[84]
A Borja Mayoral Wolfsburg prestito[85]
C Burgui Sporting Gijón prestito[86]
D Marcos Llorente Alavés prestito[87]
C Omar Mascarell E. Francoforte definitivo (1 milione €)[88]
A Jesé Paris Saint-Germain definitivo (25 milioni €)[89]

Sessione invernale (dal 3/1 al 2/2)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
Cessioni
R. Nome a Modalità

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Primera División[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Primera División 2016-2017 (Spagna).

Girone d'andata[modifica | modifica wikitesto]

San Sebastián
21 agosto 2016, ore 20:15 CEST
1ª giornata
Real Sociedad 0 – 3
referto
Real Madrid Anoeta (27.720[90] spett.)
Arbitro Juan Martínez Munuera (Comitato valenciano)

Madrid
27 agosto 2016, ore 20:15 CEST
2ª giornata
Real Madrid 2 – 1
referto
Celta Vigo Santiago Bernabéu (65.684[91] spett.)
Arbitro Ricardo De Burgos Bengoetxea (Comitato basco)

Madrid
10 settembre 2016, ore 16:00 CEST
3ª giornata
Real Madrid 5 – 2
referto
Osasuna Santiago Bernabéu (69.567[92] spett.)
Arbitro David Fernández Borbalán (Comitato andaluso)

Cornellá de Llobregat
18 settembre 2016, ore 20:45 CEST
4ª giornata
Espanyol 0 – 2
referto
Real Madrid Cornellà-El Prat (29.484[93] spett.)
Arbitro Alejandro Hernández Hernández (Comitato di Las Palmas)

Madrid
21 settembre 2016, ore 20:00 CEST
5ª giornata
Real Madrid 1 – 1
referto
Villarreal Santiago Bernabéu (63.328[94] spett.)
Arbitro José Luis González (Comitato castiglianoleonese)

Las Palmas
24 settembre 2016, ore 20:45 CEST
6ª giornata
Las Palmas 2 – 2
referto
Real Madrid Estadio de Gran Canaria (22.250[95] spett.)
Arbitro Javier Estrada Fernández (Comitato catalano)

Madrid
2 ottobre 2016, ore 16:00 CEST
7ª giornata
Real Madrid 1 – 1
referto
Eibar Santiago Bernabéu (72.103[96] spett.)
Arbitro Juan Martínez Munuera (Comitato valenciano)

Siviglia
15 ottobre 2016, ore 20:45 CEST
8ª giornata
Betis 1 – 6
referto
Real Madrid Estadio Benito Villamarín (41.655[97] spett.)
Arbitro Jesús Gil Manzano (Comitato estremadura)

Madrid
23 ottobre 2016, ore 20:45 CEST
9ª giornata
Real Madrid 2 – 1
referto
Athletic Bilbao Santiago Bernabéu (72.910[98] spett.)
Arbitro Ignacio Iglesias Villanueva (Comitato galiziano)

Vitoria
29 ottobre 2016, ore 16:15 CEST
10ª giornata
Alavés 1 – 4
referto
Real Madrid Estadio Mendizorrotza (19.840[99] spett.)
Arbitro José María Sánchez (Comitato murciano)

Madrid
6 novembre 2016, ore 12:00 CET
11ª giornata
Real Madrid 3 – 0
referto
Leganés Santiago Bernabéu (74.269[100] spett.)
Arbitro Antonio Mateu Lahoz (Comitato valenciano)

Madrid
19 novembre 2016, ore 20:45 CET
12ª giornata
Atlético Madrid 0 – 3
referto
Real Madrid Vicente Calderón (53.741[101] spett.)
Arbitro David Fernández Borbalán (Comitato andaluso)

Madrid
26 novembre 2016, ore 16:15 CET
13ª giornata
Real Madrid 2 – 1
referto
Sporting Gijón Santiago Bernabéu (67.118[102] spett.)
Arbitro Alejandro Hernández Hernández (Comitato di Las Palmas)

Barcellona
3 dicembre 2016, ore 16:15 CET
14ª giornata
Barcellona 1 – 1
referto
Real Madrid Camp Nou (98.485[103] spett.)
Arbitro Carlos Clos Gómez (Comitato aragonese)

Madrid
10 dicembre 2016, ore 20:45 CET
15ª giornata
Real Madrid 3 – 2
referto
Deportivo Santiago Bernabéu (67.174[104] spett.)
Arbitro Santiago Jaime Latre (Comitato aragonese)

Valencia
22 febbraio 2017, ore 21:00 CET
16ª giornata[105]
Valencia 2 – 1
referto
Real Madrid Mestalla (45.833[106] spett.)
Arbitro Ricardo De Burgos Bengoetxea (Comitato basco)

Madrid
7 gennaio 2017, ore 13:00 CET
17ª giornata
Real Madrid 5 – 0
referto
Granada Santiago Bernabéu (71.184[107] spett.)
Arbitro Iñaki Vikandi Garrido (Comitato basco)

Siviglia
15 gennaio 2017, ore 20:45 CET
18ª giornata
Siviglia 2 – 1
referto
Real Madrid Sánchez-Pizjuán (40.386[108] spett.)
Arbitro Alejandro Hernández Hernández (Comitato di Las Palmas)

Madrid
21 gennaio 2017, ore 16:15 CET
19ª giornata
Real Madrid 2 – 1
referto
Málaga Santiago Bernabéu (72.687[109] spett.)
Arbitro Jesús Gil Manzano (Comitato estremadura)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
29 gennaio 2017, ore 20:45 CET
20ª giornata
Real Madrid 3 – 0
referto
Real Sociedad Santiago Bernabéu (66.693[110] spett.)
Arbitro Mario Melero López (Comitato andaluso)

Vigo
17 maggio 2017, ore 20:45 CEST
21ª giornata[111]
Celta Vigo 1 – 4
referto
Real Madrid Balaídos (22.838[112] spett.)
Arbitro Juan Martínez Munuera (Comitato valenciano)

Pamplona
11 febbraio 2017, ore 20:45 CET
22ª giornata
Osasuna 1 – 3
referto
Real Madrid Reyno de Navarra (17.770[113] spett.)
Arbitro Ignacio Iglesias Villanueva (Comitato galiziano)

Madrid
18 febbraio 2017, ore 20:45 CET
23ª giornata
Real Madrid 2 – 0
referto
Espanyol Santiago Bernabéu (75.606[114] spett.)
Arbitro Alberto Undiano Mallenco (Comitato navarro)

Vila-real
26 febbraio 2017, ore 20:45 CET
24ª giornata
Villarreal 2 – 3
referto
Real Madrid Estadio de la Cerámica (21.415[115] spett.)
Arbitro Jesús Gil Manzano (Comitato estremadura)

Madrid
1º marzo 2017, ore 21:30 CET
25ª giornata
Real Madrid 3 – 3
referto
Las Palmas Santiago Bernabéu (63.789[116] spett.)
Arbitro David Fernández Borbalán (Comitato andaluso)

Eibar
4 marzo 2017, ore 16:15 CET
26ª giornata
Eibar 1 – 4
referto
Real Madrid Municipal de Ipurúa (6.740[117] spett.)
Arbitro José Luis González (Comitato castiglianoleonese)

Madrid
12 marzo 2017, ore 20:45 CET
27ª giornata
Real Madrid 2 – 1
referto
Betis Santiago Bernabéu (73.103[118] spett.)
Arbitro Antonio Mateu Lahoz (Comitato valenciano)

Bilbao
18 marzo 2017, ore 16:15 CET
28ª giornata
Athletic Bilbao 1 – 2
referto
Real Madrid San Mamés (49.164[119] spett.)
Arbitro Santiago Jaime Latre (Comitato aragonese)

Madrid
2 aprile 2017, ore 16:15 CEST
29ª giornata
Real Madrid 3 – 0
referto
Alavés Santiago Bernabéu (76.875[120] spett.)
Arbitro José María Sánchez (Comitato murciano)

Leganés
5 aprile 2017, ore 21:30 CEST
30ª giornata
Leganés 2 – 4
referto
Real Madrid Municipal de Butarque (10.922[121] spett.)
Arbitro Alfonso Álvarez Izquierdo (Comitato catalano)

Madrid
8 aprile 2017, ore 16:15 CEST
31ª giornata
Real Madrid 1 – 1
referto
Atlético Madrid Santiago Bernabéu (80.000[122] spett.)
Arbitro Ricardo De Burgos Bengoetxea (Comitato basco)

Gijón
15 aprile 2017, ore 16:15 CEST
32ª giornata
Sporting Gijón 2 – 3
referto
Real Madrid El Molinón (23.745[123] spett.)
Arbitro David Fernández Borbalán (Comitato andaluso)

Madrid
23 aprile 2017, ore 20:45 CEST
33ª giornata
Real Madrid 2 – 3
referto
Barcellona Santiago Bernabéu (81.044[124] spett.)
Arbitro Alejandro Hernández Hernández (Comitato di Las Palmas)

La Coruña
26 aprile 2017, ore 21:30 CEST
34ª giornata
Deportivo 2 – 6
referto
Real Madrid Riazor (26.735[125] spett.)
Arbitro José María Sánchez (Comitato murciano)

Madrid
29 aprile 2017, ore 16:15 CEST
35ª giornata
Real Madrid 2 – 1
referto
Valencia Santiago Bernabéu (75.180[126] spett.)
Arbitro Jesús Gil Manzano (Comitato estremadura)

Granada
6 maggio 2017, ore 20:45 CEST
36ª giornata
Granada 0 – 4
referto
Real Madrid Los Cármenes (19.094[127] spett.)
Arbitro Ignacio Iglesias Villanueva (Comitato galiziano)

Madrid
14 maggio 2017, ore 20:00 CEST
37ª giornata
Real Madrid 4 – 1
referto
Siviglia Santiago Bernabéu (79.356[128] spett.)
Arbitro Alberto Undiano Mallenco (Comitato navarro)

Málaga
21 maggio 2017, ore 20:00 CEST
38ª giornata
Málaga 0 – 2
referto
Real Madrid La Rosaleda (27.855[129] spett.)
Arbitro Ricardo De Burgos Bengoetxea (Comitato basco)

Coppa del Re[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa del Re 2016-2017.

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

León
26 ottobre 2016, ore 21:00 CET
Andata
Leonesa 1 – 7
referto
Real Madrid Reino de León (11.516[130] spett.)
Arbitro Daniel Jesus Trujillo (Comitato castiglianoleonese)

Madrid
30 novembre 2016, ore 19:00 CET
Ritorno
Real Madrid 6 – 1
referto
Leonesa Santiago Bernabéu (47.656[131] spett.)
Arbitro Mario Melero López (Comitato andaluso)

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
4 gennaio 2017, ore 21:15 CET
Andata
Real Madrid 3 – 0
referto
Siviglia Santiago Bernabeu (78.969[132] spett.)
Arbitro Antonio Mateu Lahoz (Comitato valenciano)

Siviglia
12 gennaio 2017, ore 21:15 CET
Ritorno
Siviglia 3 – 3
referto
Real Madrid Sánchez-Pizjuán (36.943[133] spett.)
Arbitro Alberto Undiano Mallenco (Comitato navarro)

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
18 gennaio 2017, ore 21:15 CET
Andata
Real Madrid 1 – 2
referto
Celta Vigo Santiago Bernabeu (58.196[134] spett.)
Arbitro David Fernández Borbalán (Comitato andaluso)

Vigo
25 gennaio 2017, ore 21:15 CET
Ritorno
Celta Vigo 2 – 2
referto
Real Madrid Balaídos (23.491[135] spett.)
Arbitro José María Sánchez (Comitato murciano)

UEFA Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2016-2017.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
14 settembre 2016, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Gruppo F
Real Madrid 2 – 1
referto
Sporting Lisbona Santiago Bernabéu (72.179[136] spett.)
Arbitro Italia Paolo Tagliavento

Dortmund
27 settembre 2016, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Gruppo F
Borussia Dortmund 2 – 2
referto
Real Madrid Signal Iduna Park (65.849[137] spett.)
Arbitro Inghilterra Mark Clattenburg

Madrid
18 ottobre 2016, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Gruppo F
Real Madrid 5 – 1
referto
Legia Varsavia Santiago Bernabéu (70.251[138] spett.)
Arbitro Francia Ruddy Buquet

Varsavia
2 novembre 2016, ore 20:45 CET
4ª giornata
Gruppo F
Legia Varsavia 3 – 3
referto
Real Madrid Pepsi Arena (0[139] spett.)
Arbitro Rep. Ceca Pavel Královec

Lisbona
22 novembre 2016, ore 20:45 CET
5ª giornata
Gruppo F
Sporting Lisbona 1 – 2
referto
Real Madrid Estádio José Alvalade (50.046[140] spett.)
Arbitro Scozia William Collum

Madrid
7 dicembre 2016, ore 20:45 CET
6ª giornata
Gruppo F
Real Madrid 2 – 2
referto
Borussia Dortmund Santiago Bernabéu (76.894[141] spett.)
Arbitro Polonia Szymon Marciniak

BOR LEV RMA SPO
Borussia Dtm. 8 - 4 2 - 2 1 - 0
Legia Varsavia 0 - 6 3 - 3 1 - 0
Real Madrid 2 - 2 5 - 1 2 - 1
Sporting Lisbona 1 - 2 2 - 0 1 - 2
Squadra P.ti G V P S GF GS DG
Germania Borussia Dortmund 14 6 4 2 0 21 9 +12
Spagna Real Madrid 12 6 3 3 0 16 10 +6
Polonia Legia Varsavia 4 6 1 1 4 9 24 -15
Portogallo Sporting Lisbona 3 6 1 0 5 5 8 -3

Fase ad eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]
Madrid
15 febbraio 2017, ore 20:45 CET
Andata
Real Madrid 3 – 1
referto
Napoli Santiago Bernabéu (78.000[142] spett.)
Arbitro Slovenia Damir Skomina

Napoli
7 marzo 2017, ore 20:45 CET
Ritorno
Napoli 1 – 3
referto
Real Madrid San Paolo (56.695[143] spett.)
Arbitro Turchia Cüneyt Çakır

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]
Monaco di Baviera
12 aprile 2017, ore 20:45 CEST
Andata
Bayern Monaco 1 – 2
referto
Real Madrid Allianz Arena (70.000[144] spett.)
Arbitro Italia Nicola Rizzoli

Madrid
18 aprile 2017, ore 20:45 CEST
Ritorno
Real Madrid 4 – 2
(d.t.s.)
referto
Bayern Monaco Santiago Bernabéu (78.346[145] spett.)
Arbitro Ungheria Viktor Kassai

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]
Madrid
2 maggio 2017, ore 20:45 CEST
Andata
Real Madrid 3 – 0
referto
Atlético Madrid Santiago Bernabéu (77.609[146] spett.)
Arbitro Inghilterra Martin Atkinson

Madrid
10 maggio 2017, ore 20:45 CEST
Ritorno
Atlético Madrid 2 – 1
referto
Real Madrid Vicente Calderón (53.422[147] spett.)
Arbitro Turchia Cüneyt Çakır

Finale[modifica | modifica wikitesto]
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Finale della UEFA Champions League 2016-2017.
Cardiff
3 giugno 2017, ore 20:45 CEST
Juventus 1 – 4
referto
Real Madrid Millennium Stadium (65.842[148] spett.)
Arbitro Germania Felix Brych

Supercoppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa UEFA 2016.
Trondheim
9 agosto 2016, ore 20:45 CEST
Real Madrid 3 – 2
(d.t.s.)
referto
Siviglia Lerkendal Stadion (ca. 20.000[149] spett.)
Arbitro Serbia Milorad Mažić

Coppa del mondo per club FIFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa del mondo per club FIFA 2016.

Semifinale[modifica | modifica wikitesto]

Yokohama
15 dicembre 2016, ore 19:30 UTC+9
América 0 – 2
referto
Real Madrid International Stadium (50.117[150] spett.)
Arbitro Paraguay Enrique Cáceres

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Yokohama
18 dicembre 2016, ore 19:30 UTC+9
Real Madrid 4 – 2
(d.t.s.)
referto
Kashima Antlers International Stadium Yokohama (68.742[151] spett.)
Arbitro Zambia Janny Sikazwe

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale D.R
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Liga.png Liga BBVA 93 19 14 4 1 48 20 19 15 2 2 58 21 38 28 6 3 106 41 +65
Coppadelre.png Coppa del Re - 3 2 0 1 10 3 3 1 2 0 12 6 6 3 2 1 22 9 +13
Coppacampioni.png Champions League 12 6 5 1 0 19 7 7 4 2 1 17 11 13 9 3 1 36 18 +17
Supercoppaeuropea.png Supercoppa UEFA - - - - - - - - - - - - - 1 1 0 0 3 2 +1
Coppa del mondo per club FIFA - - - - - - - - - - - - - 2 2 0 0 6 2 +4
Totale 105 28 21 5 2 77 30 29 20 6 3 87 38 60 44 11 5 173 72 +101

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo T C C T C T C T C T C T C T C T C T C C T T C T C T C T C T C T C T C T C T
Risultato V V V V N N N V V V V V V N V P V P V V V V V V N V V V V V N V P V V V V V
Posizione 2 3 1 1 1 1 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2 2 1 1 1 1 1 1 2 2 2 2 2 1

Fonte: Liga – Classifiche, sport.sky.it (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2014).
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

In corsivo i giocatori che hanno lasciato la squadra a stagione già iniziata.[152]

Giocatore Liga Coppa del Re UEFA Champions League Altre competizioni[153] Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Asensio, M. M. Asensio 23300630083101110381020
Bale, G. G. Bale 1973100008200000027931
Benzema, K. K. Benzema 2911003100135003200481900
Carvajal, D. D. Carvajal 2301104010110203120411160
Casemiro, Casemiro 25490502092203010426140
Casilla, K. K. Casilla 11-10006-8101-1001-20019-2110
Coentrão, F. F. Coentrão 30001000200000006000
Danilo, Danilo 1712050103010000025140
Díaz, M. M. Díaz 810054001000000014500
Fernández, E. E. Fernández 00001000000000001000
Isco, Isco 301030400061102000421140
Kovačić, M M Kovačić 2711040106010200039130
Kroos, T. T. Kroos 29360500012130200048490
Marcelo, Marcelo 30220312011010300047350
Modrić, L. L. Modrić 25120200011020300041140
Morata, Á. Á. Morata 281580520083003000442080
Nacho, Nacho 2825051004000201039360
Navas, K. K. Navas 27-31200-00013-17002-20042-5020
Ødegaard, M. M. Ødegaard 00001000000000001000
Pepe, Pepe 1321020003000000018210
Ramos, S. S. Ramos 2878131101114021104410141
Rodríguez, J. J. Rodríguez 23720330060002010341030
Ronaldo, C. C. Ronaldo 29254021001312102400464250
Tejero, Á. Á. Tejero 10001000000000002000
Varane, R. R. Varane 23110310010200300039410
Vázquez, L. L. Vázquez 33240411010110300050460
Yáñez, R. R. Yáñez 0-0001-0000-0000-0001-000

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Real Madrid-Siviglia 3-2: Zidane si prende la Supercoppa ai supplementari, La Gazzetta dello Sport, 9 agosto 2016. URL consultato il 17 agosto 2016.
  2. ^ Asensio descorcha la Liga, Marca, 21 agosto 2016. URL consultato il 22 agosto 2016.
  3. ^ Kroos mata al Celta de un tiro, Marca, 27 agosto 2016. URL consultato il 29 agosto 2016.
  4. ^ Zidane iguala un histórico registro de Miguel Muñoz, Marca, 10 settembre 2016. URL consultato il 10 settembre 2016.
  5. ^ Una máquina de ganar, Marca, 18 settembre 2016. URL consultato il 19 settembre 2016.
  6. ^ ...Y el cántaro se rompió, Marca, 21 settembre 2016. URL consultato il 22 settembre 2016.
  7. ^ Fiebre amarilla, Marca, 24 settembre 2016. URL consultato il 24 settembre 2016.
  8. ^ El Eibar se va sin pagar la cuenta, Marca, 2 ottobre 2016. URL consultato il 3 ottobre 2016.
  9. ^ El Madrid se pone morado, Marca, 15 ottobre 2016. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  10. ^ Morata se regala el liderato, Marca, 23 ottobre 2016. URL consultato il 24 ottobre 2016.
  11. ^ Una pegada de miedo, Marca, 29 ottobre 2016. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  12. ^ Bale se viste de líder, Marca, 6 novembre 2016. URL consultato il 7 novembre 2016.
  13. ^ Cristiano cierra el Calderón, Marca, 19 novembre 2016. URL consultato il 20 novembre 2016.
  14. ^ El líder aguanta el chaparrón, Marca, 26 novembre 2016. URL consultato il 26 novembre 2016.
  15. ^ Corazón de líder, Marca, 3 dicembre 2016. URL consultato il 4 dicembre 2016.
  16. ^ Historia que tú haces, Marca, 10 dicembre 2016. URL consultato l'11 dicembre 2016.
  17. ^ Velocidad de crucero en Chamartín, Marca, 7 gennaio 2017. URL consultato il 7 gennaio 2017.
  18. ^ Al Madrid le cantan las cuarenta, Marca, 15 gennaio 2017. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  19. ^ Sergio, Ramos y nada más, Marca, 21 gennaio 2017. URL consultato il 21 gennaio 2017.
  20. ^ El líder ahuyenta fantasmas, Marca, 29 gennaio 2017. URL consultato il 30 gennaio 2017.
  21. ^ Liga, Celta Vigo-Real Madrid annullata: crolla il tetto dello stadio, Corriere dello Sport, 4 dicembre 2017. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  22. ^ El liderato no se aplaza, Marca, 11 febbraio 2017. URL consultato il 12 febbraio 2017.
  23. ^ Bale se sube al tren del líder, Marca, 18 febbraio 2017. URL consultato il 19 febbraio 2017.
  24. ^ El Madrid pierde un comodín, Marca, 22 febbraio 2017. URL consultato il 22 febbraio 2017.
  25. ^ Líder de las remontadas, Marca, 26 febbraio 2017. URL consultato il 27 febbraio 2017.
  26. ^ Con los milagros ya no basta, Marca, 1º marzo 2017. URL consultato il 2 marzo 2017.
  27. ^ El Benzema que todos quieren, Marca, 4 marzo 2017. URL consultato il 5 marzo 2017.
  28. ^ La cabeza de la Liga, Marca, 12 marzo 2017. URL consultato il 14 marzo 2017.
  29. ^ Benzema araña la Liga, Marca, 18 marzo 2017. URL consultato il 24 marzo 2017.
  30. ^ Tres puntos en tres fogonazos, Marca, 2 aprile 2017. URL consultato il 3 aprile 2017.
  31. ^ Asensio es un pepino, su marca.com, 5 aprile 2017. URL consultato il 6 aprile 2017.
  32. ^ Griezmann incendia la Liga, Marca, 8 aprile 2017. URL consultato il 9 aprile 2017.
  33. ^ Con Isco hasta el final, Marca, 15 aprile 2017. URL consultato il 15 aprile 2017.
  34. ^ Messi se viste de Ramos y revienta La Liga, Marca, 23 aprile 2017. URL consultato il 24 aprile 2017.
  35. ^ Los planes con Isco salen bien, Marca, 27 aprile 2017. URL consultato il 28 aprile 2017.
  36. ^ Marcelo salva una vida, Marca, 29 aprile 2017. URL consultato il 30 aprile 2017.
  37. ^ La pandilla maravilla, Marca, 7 maggio 2017. URL consultato il 7 maggio 2017.
  38. ^ Todo depende del Madrid, Marca, 14 maggio 2017. URL consultato il 14 maggio 2017.
  39. ^ Una Liga a punto, Marca, 17 maggio 2017. URL consultato il 18 maggio 2017.
  40. ^ Campeón a lo grande, Marca, 21 maggio 2017. URL consultato il 21 maggio 2017.
  41. ^ Real Madrid campione di Spagna: è la Liga numero 33, La Gazzetta dello Sport, 21 maggio 2017. URL consultato il 21 maggio 2017.
  42. ^ El Madrid juega al límite, Marca, 15 dicembre 2016. URL consultato il 15 dicembre 2016.
  43. ^ Real Madrid-Kashima Antlers 4-2: CR7 cala il tris. Blancos sul tetto del mondo, La Gazzetta dello Sport, 18 dicembre 2016. URL consultato il 19 dicembre 2016.
  44. ^ Sorteggio con il Real Madrid: la gioia pazzesca dei giocatori del Cultural Leonesa, it.eurosport.com, 15 ottobre 2016. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  45. ^ Morata y Asensio se coronan en el Reino de León, Marca, 26 ottobre 2016. URL consultato il 26 ottobre 2016.
  46. ^ Marianos y Zidanes, Marca, 30 novembre 2016. URL consultato il 1º dicembre 2016.
  47. ^ Coppa del Re, ottavi di finale. Real con il Siviglia, Barcellona a Bilbao, Tuttosport, 23 dicembre 2016. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  48. ^ Golpe en la mesa del Madrid más coral, Marca, 4 gennaio 2016. URL consultato il 6 gennaio 2016.
  49. ^ El Real Madrid canta las cuarenta, Marca, 12 gennaio 2016. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  50. ^ El Celta congela al Madrid, Marca, 18 gennaio 2017. URL consultato il 19 gennaio 2017.
  51. ^ La flor pierde un pétalo, Marca, 25 gennaio 2017. URL consultato il 27 gennaio 2017.
  52. ^ (ES) Mónaco acoge el sorteo de la fase de grupos de la Champions, atleticodemadrid.com, 24 agosto 2016.
  53. ^ Champions League, i sorteggi: la Juventus con il Siviglia, il Napoli pesca il Benfica, Corriere dello Sport, 25 agosto 2016. URL consultato il 30 agosto 2016.
  54. ^ La historia interminable, Marca, 14 settembre 2016. URL consultato il 15 settembre 2016.
  55. ^ Tres en raya, Marca, 29 settembre 2016. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  56. ^ Goles por sistema, Marca, 18 ottobre 2016. URL consultato il 19 ottobre 2016.
  57. ^ Mejor que no hubiera testigos, Marca, 2 novembre 2016. URL consultato il 4 novembre 2016.
  58. ^ Benzema levanta la mano, Marca, 22 novembre 2016. URL consultato il 23 novembre 2016.
  59. ^ Segundos sin querer, Marca, 7 dicembre 2016. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  60. ^ Champions, sorteggio ottavi: il Napoli pesca il Real, Juve col Porto, La Repubblica, 12 dicembre 2016. URL consultato il 12 dicembre 2016.
  61. ^ El Madrid de la Champions, Marca, 15 febbraio 2017. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  62. ^ El ángel del infierno, Marca, 7 marzo 2017. URL consultato il 9 marzo 2017.
  63. ^ Juventus, sorteggio tremendo: c'è la rivincita col Barcellona. Bayern-Real Madrid quarto da paura, eurosport.com, 17 marzo 2017. URL consultato il 17 marzo 2017.
  64. ^ La bestia, de negro, Marca, 12 aprile 2017. URL consultato il 13 aprile 2017.
  65. ^ El Rey de Europa, Marca, 18 aprile 2017. URL consultato il 19 aprile 2017.
  66. ^ Champions League, i sorteggi delle semifinali: Monaco-Juventus e Real Madrid-Atletico, Tuttosport, 21 aprile 2017. URL consultato il 21 aprile 2017.
  67. ^ Sorteggi Champions: Simeone, il Real è un incubo. Si riparte dal rigore di CR7, La Gazzetta dello Sport, 21 aprile 2017. URL consultato il 21 aprile 2017.
  68. ^ Cristiano apunta a Cardiff, Marca, 2 maggio 2017. URL consultato il 10 maggio 2017.
  69. ^ Isco apaga la caldera, Marca, 10 maggio 2017. URL consultato il 10 maggio 2017.
  70. ^ La leyenda de la Champions, Marca, 3 giugno 2017. URL consultato il 4 giugno 2017.
  71. ^ Spagna, continua il dominio europeo: è la quarta Champions di fila, La Gazzetta dello Sport, 4 giugno 2017. URL consultato il 4 giugno 2017.
  72. ^ Junta Directiva, Real Madrid Official Website.
  73. ^ a b Plantilla, Real Madrid Official Website.
  74. ^ (EN) realmadrid.com, Real Madrid C.F. Squad, su realmadrid.com. URL consultato il 2 settembre 2013.
  75. ^ Ufficiale, il Real Madrid riscatta Alvaro Morata dalla Juventus esercitando il diritto di "recompra, eurosport.com, 21 giugno 2016. URL consultato il 15 luglio 2016.
  76. ^ Il Real "recompra" Morata, alla Juve 30 milioni. Marotta: "Su Pogba non trattiamo", La Repubblica, 21 giugno 2016. URL consultato il 15 luglio 2016.
  77. ^ #Liga – Villarreal, ufficiale l’acquisto di Cheryshev: affare da 7 milioni, http://radiogoal24.it/, 15 giugno 2016. URL consultato il 15 luglio 2016.
  78. ^ Valencia sign Real Madrid's Alvaro Medran, sportskeeda.com, 11 luglio 2016. URL consultato il 17 luglio 2016.
  79. ^ Jesé al Psg con la sorpresa: c'è la clausola anti-Barça, La Gazzetta dello Sport, 3 agosto 2016. URL consultato il 3 agosto 2016.
  80. ^ (EN) realmadrid.com, Official announcement:Morata, su realmadrid.com. URL consultato il 15 luglio 2016.
  81. ^ (EN) villarrealcf.es, ¡Bienvenido de nuevo, Cheryshev!, su villarrealcf.es. URL consultato il 15 giugno 2016.
  82. ^ (EN) valenciacf.com, Comunicado Oficial, su valenciacf.com. URL consultato l'11 luglio 2016.
  83. ^ (EN) eintracht.de, Eintracht Frankfurt leiht Jesús Vallejo von Real Madrid aus, su eintracht.de. URL consultato il 12 luglio 2016.
  84. ^ (EN) malagacf.com, Diego Llorente arrives at Málaga CF on loan from Real Madrid, su malagacf.com. URL consultato l'8 luglio 2016.
  85. ^ (EN) vfl-wolfsburg.de, Borja Mayoral kommt, su vfl-wolfsburg.de. URL consultato il 22 luglio 2016.
  86. ^ realsporting.com, BURGUI, CON UNA SOBRECARGA EN EL MUSLO DERECHO, su realsporting.com. URL consultato il 17 agosto 2016.
  87. ^ deportivoalaves.com, Marcos Llorente, calidad y visión de juego para el centro del campo, su deportivoalaves.com. URL consultato il 17 agosto 2016.
  88. ^ eintracht.de, Spanish Eagle I: Omar Mascarell, su eintracht.de. URL consultato il 17 agosto 2016.
  89. ^ psg.fr, JESÉ SIGNS 5-YEAR CONTRACT WITH PARIS SAINT-GERMAIN, su psg.fr. URL consultato il 17 agosto 2016.
  90. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  91. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  92. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  93. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  94. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  95. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  96. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  97. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  98. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  99. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  100. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  101. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  102. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  103. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  104. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  105. ^ Partita posticipata a causa della partecipazione del Real Madrid alla Coppa del mondo per club FIFA
  106. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  107. ^ Statistiche dell'incontro su Socceway, su it.soccerway.com.
  108. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  109. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  110. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  111. ^ Partita inizialmente programmata per il 5 febbraio ma in seguito posticipata per avverse condizioni meteo.
  112. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  113. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  114. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  115. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  116. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  117. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  118. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  119. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  120. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  121. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  122. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  123. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  124. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  125. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  126. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  127. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  128. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  129. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  130. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  131. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  132. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  133. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  134. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  135. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  136. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  137. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  138. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  139. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  140. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  141. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  142. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  143. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  144. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  145. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  146. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  147. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  148. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  149. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  150. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  151. ^ Statistiche dell'incontro su Soccerway, su it.soccerway.com.
  152. ^ Ovvero dopo la prima partita ufficiale della squadra, svoltasi il 9 agosto 2016 contro il Siviglia
  153. ^ I numeri riportati sotto riguardano la somma delle statistiche di Supercoppa UEFA e di Coppa del mondo per club

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio