Unai Simón

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unai Simón
Unai Simón Mendibil.jpg
Unai Simón nel 2015
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 190 cm
Peso 86 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Squadra Athletic Bilbao
Carriera
Giovanili
2010-2011Aurrerá Vitoria
2011-2017Athletic Bilbao
Squadre di club1
2014-2015Baskonia36 (-?)
2015-2018Bilbao Athletic58 (-41)[1]
2018-Athletic Bilbao79 (-82)
Nazionale
2013Spagna Spagna U-161 (-?)
2015-2016Spagna Spagna U-192 (-2)
2017-2019Spagna Spagna U-2110 (-7)
2021-Spagna Spagna olimpica2 (-1)
2020-Spagna Spagna16 (-13)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Tokyo 2020
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Bronzo Europa 2020
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Italia 2019
Transparent.png Europei di calcio Under-19
Oro Grecia 2015
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 settembre 2021

Unai Simón Mendibil (Vitoria, 11 giugno 1997) è un calciatore spagnolo, portiere dell'Athletic Bilbao e della nazionale spagnola.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un portiere dotato di riflessi reattivi che, uniti al suo buon senso della posizione, gli permettono di parare anche i tiri dalla corta distanza, principalmente preferisce fare ricorso alla respinta, sa usare bene sia le mani che le gambe. Perfettamente capace di parare i calci di punizione, ma se la cava egregiamente anche con i rigori, infatti saltando lateralmente da entrambe le direzioni prima che l'avversario possa calciare la palla (proprio usando questo metodo) più volte è stato capace di parare i tiri dagli undici metri.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Simón inizia la carriera giovanile nella squadra dell'Aurrerá Vitoria. Nel 2011 fa parte dell'Athletic Bilbao. Nel dicembre 2014 viene ceduto in terza divisione alla squadra del Baskonia mentre dal 2015 al 2018 si consolida come portiere del Bilbao Athletic, seconda squadra dell'Athletic.

A partire dalla stagione 2016-2017 per alcuni infortuni dei portieri dell'Athletic Bilbao, tra cui il titolare Kepa Arrizabalaga, viene aggregato in prima squadra, militante nella prima divisione spagnola.

Il 27 luglio 2018, dopo due stagioni senza presenze nella prima squadra dei baschi, viene ceduto in prestito all'Elche.[2][3] Tuttavia il 15 agosto seguente il prestito viene rescisso[4][5] perché l'Athletic aveva necessità di avere in rosa un altro portiere dopo la cessione di Kepa, l'infortunio accorso a Iago Herrerín e le frizioni con la società di Álex Remiro dovute al suo mancato rinnovo di contratto con gli iberici.[6][7] Cinque giorni dopo esordisce in campionato nella vittoria per 2-1 nei confronti del Leganes.[8] Dopo il ritorno dall'infortunio di Herrerín torna a essere il portiere di riserva.[7]

La prima stagione termina con soltanto 11 presenze (7 in Liga e 4 in Copa del Rey),[7] ma a partire dalla quella successiva viene promosso come primo portiere della squadra.[7]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Debutta con la maglia dell'Under-21 spagnola il 1 settembre 2017 nell'amichevole contro i pari età dell'Italia vincendo per 3-0. Giocherà nelle gare di qualificazione agli Europei 2019, nella sua prima gara avrà come avversaria la Slovacchia riuscendo a prevalere per 4-1.[9] Con la sua squadra riesce a conquistare il torneo europeo nel 2019, avendo giocato però solo nella gara di apertura contro l'Italia perdendo per 3-1, per il resto del torneo il portiere titolare è stato Antonio Sivera.

Il 20 agosto 2020 viene convocato per la prima volta come terzo portiere dal ct Luis Enrique in nazionale maggiore per le partite inaugurali di Nations League del settembre successivo,[10] senza scendere in campo. L'11 novembre successivo viene riconvocato ed esordisce giocando da titolare sia nella partita amichevole contro i Paesi Bassi,[11] terminata con il risultato di 1-1.[12] Tre giorni dopo viene nuovamente impiegato come titolare nella Nations League di contro la Svizzera, gara anch'essa terminata ancora una volta in un pareggio per 1-1.[13]

Confermato titolare anche nelle partite successive a scapito di David de Gea,[14][15] il 24 maggio 2021 viene inserito nella lista dei convocati per l'europeo,[16] in cui viene confermato tra i pali dal ct degli iberici Luis Enrique.[17] Si rivelerà determinante ai quarti di finale contro la Svizzera, il match finito in pareggio per 1-1 deciderà la vincitrice ai calci di rigore, e Simón parerà i tiri di Manuel Akanji e Fabian Schär e la Spagna vincerà per 3-1;[18] in semifinale, a seguito del secondo pareggio consecutivo (sempre con il risultato di 1-1) contro l'Italia la sua squadra va nuovamente ai rigori: dopo un buon inizio dove Simón riesce a parare il primo tiro, calciato da Manuel Locatelli, la Spagna perde ugualmente per 4-2.[19]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 2 settembre 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2014-2015 Spagna Baskonia TD 14 -15 CR - - - - - - - - 14 -15
2015-2016 TD 22 -35 CR - - - - - - - - 22 -35
Totale Baskonia 36 -50 - - - - - - 36 -50
2016-2017 Spagna Bilbao Athletic SDB 29 -23 - - - - - - - - - 29 -23
2017-2018 SDB 29+2 -18 + -3 - - - - - - - - - 31 -21
Totale Bilbao Athletic 58+2 -41 + -3 - - - - - - 60 -44
2018-2019 Spagna Athletic Bilbao PD 7 -13 CR 4 -3 - - - - - - 11 -16
2019-2020 PD 34 -29 CR 4 -3 - - - - - - 38 -32
2020-2021 PD 37 -40 CR 4 -7 - - - SS 2 -3 43 -50
2021-2022 PD 1 0 CR 0 0 - - - - - - 1 0
Totale Athletic Bilbao 79 -82 12 -13 - - 2 -3 93 -98
Totale carriera 173 -176 12 -13 - - 2 -3 189 -192

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-11-2020 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Spagna Spagna Amichevole -1
14-11-2020 Basilea Svizzera Svizzera 1 – 1 Spagna Spagna UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -1
17-11-2020 Siviglia Spagna Spagna 6 – 0 Germania Germania UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
25-3-2021 Granada Spagna Spagna 1 – 1 Grecia Grecia Qual. Mondiali 2022 -1
28-3-2021 Tbilisi Georgia Georgia 1 – 2 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2022 -1
31-3-2021 Siviglia Spagna Spagna 3 – 1 Kosovo Kosovo Qual. Mondiali 2022 -1
4-6-2021 Madrid Spagna Spagna 0 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole -
14-6-2021 Siviglia Spagna Spagna 0 – 0 Svezia Svezia Euro 2020 - 1º turno -
19-6-2021 Siviglia Spagna Spagna 1 – 1 Polonia Polonia Euro 2020 - 1º turno -1
23-6-2021 Siviglia Slovacchia Slovacchia 0 – 5 Spagna Spagna Euro 2020 - 1º turno -
28-6-2021 Copenhagen Croazia Croazia 3 – 5 dts Spagna Spagna Euro 2020 - Ottavi di finale -3
2-7-2021 San Pietroburgo Svizzera Svizzera 1 – 1 dts
(1 – 3 dtr)
Spagna Spagna Euro 2020 - Quarti di finale -1
6-7-2021 Londra Italia Italia 1 – 1 dts
(4 – 2 dtr)
Spagna Spagna Euro 2020 - Semifinale -1
2-9-2021 Solna Svezia Svezia 2 – 1 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2022 -2
5-9-2021 Badajoz Spagna Spagna 4 – 0 Georgia Georgia Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 74’ 74’
8-9-2021 Pristina Kosovo Kosovo 0 – 2 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2022 -
Totale Presenze 16 Reti -13

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Athletic Bilbao: 2021

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Grecia 2015
2019
Tokyo 2020

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 60 (-44) se si comprendono le presenze nei play-off.
  2. ^ (ES) OFICIAL | Unai Simón refuerza la portería franjiverde, su elchecf.es. URL consultato il 15 giugno 2021.
  3. ^ (ES) Cesión de Unai Simón, su athletic-club.eus. URL consultato il 15 giugno 2021.
  4. ^ (ES) OFICIAL | Acuerdo con el Athletic Club para la recuperación de Unai Simón, su elchecf.es. URL consultato il 15 giugno 2021.
  5. ^ (ES) Recuperación de Unai Simón, su athletic-club.eus. URL consultato il 15 giugno 2021.
  6. ^ (EN) LaLiga Santander: Unai Simon's rapid rise from the third tier to facing Real Madrid, su marca.com, 15 settembre 2018. URL consultato il 15 giugno 2021.
  7. ^ a b c d (ES) Athletic de Bilbao: Unai Simón se pone a la altura de Kepa, su mundodeportivo.com, 23 ottobre 2020. URL consultato il 15 giugno 2021.
  8. ^ (ES) Athletic Club VS CD Leganés 20/8/2018, su athletic-club.eus. URL consultato il 15 giugno 2021.
  9. ^ Slovacchia U21 vs. Spagna U21 1 - 4 - 10 ottobre 2017, su it.soccerway.com. URL consultato il 22 novembre 2017.
  10. ^ (ES) OFICIAL | Lista de convocados de la Selección española para los partidos de la UEFA Nations League ante Alemania y Ucrania, su sefutbol.com, 20 agosto 2020. URL consultato il 15 giugno 2021.
  11. ^ (ES) Unai Simón y Marcos Llorente aumentan la nómina de internacionales a los que Luis Enrique ha hecho debutar, su sefutbol.com, 11 novembre 2020. URL consultato il 15 giugno 2021.
  12. ^ (ES) CRÓNICA | Un buen inicio en Ámsterdam antes de pedir paso en la UEFA Nations League (1-1), su sefutbol.com, 11 novembre 2020. URL consultato il 15 giugno 2021.
  13. ^ (ES) CRÓNICA | España se rehace ante Suiza y depende de sí misma para conquistar su grupo (1-1), su sefutbol.com, 14 novembre 2020. URL consultato il 15 giugno 2021.
  14. ^ (EN) Unai Simon is following the path of Iribar and Zubizarreta, su marca.com, 31 marzo 2021. URL consultato il 15 giugno 2021.
  15. ^ (ES) 'Todos hablan de Unai Simón, pero para mí De Gea es el número 1', su mundodeportivo.com, 6 giugno 2021. URL consultato il 15 giugno 2021.
  16. ^ (ES) OFICIAL | Convocatoria de la Selección española para la EURO 2020, su sefutbol.com, 24 maggio 2021. URL consultato il 14 giugno 2021.
  17. ^ Euro 2020, Spagna-Svezia 0-0: Morata non punge, super Olsen, su tuttosport.com. URL consultato il 15 giugno 2021.
  18. ^ Svizzera-Spagna 2-4: Furie Rosse in semifinale, stavolta i rigori sono fatali agli elvetici, su repubblica.it, 2 luglio 2021. URL consultato il 3 settembre 2021.
  19. ^ Euro 2020, Italia-Spagna 5-3 dopo i rigori, Azzurri in finale - Europei 2020, su ansa.it, 6 luglio 2021. URL consultato il 3 settembre 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]