Campionato mondiale di calcio 2018

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campionato mondiale di calcio 2018
Чемпионат мира по футболу 2018
Logo della competizione
Competizione Campionato mondiale di calcio
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 21ª
Organizzatore FIFA
Date 14 giugno - 15 luglio 2018
Luogo Russia Russia
(11 città)
Partecipanti 32 (208 alle qualificazioni)
Impianto/i 12 stadi
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2014 2022 Right arrow.svg

Il campionato mondiale di calcio 2018 o Coppa del mondo FIFA 2018 (in inglese: 2018 FIFA World Cup), noto anche come Russia 2018, sarà la 21ª edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA e la cui fase finale si svolgerà in Russia. Inizierà giovedì 14 giugno per concludersi domenica 15 luglio 2018.

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2018.

Sono trentadue le squadre qualificate alla fase finale: oltre alla Russia (qualificata d'ufficio in qualità di paese ospitante) saranno presenti Brasile, Iran, Giappone, Messico, Belgio, Corea del Sud, Arabia Saudita, Germania, Inghilterra, Spagna, Nigeria, Costa Rica, Polonia, Egitto, Islanda, Serbia, Francia, Portogallo, Uruguay, Argentina, Colombia, Panama, Senegal, Marocco, Tunisia, Svizzera, Croazia, Svezia, Danimarca, Australia e Perù qualificate tra marzo e novembre 2017. Degne di nota saranno le partecipazioni di Islanda (che conferma l'ottimo momento che sta vivendo il calcio nordico dopo la prima storica qualificazione al Campionato europeo 2016)[1][2][3][4][5] e Panama[6], all'esordio assoluto nella fase finale della manifestazione e il ritorno, dopo un'assenza di 16 anni, 20 anni, 28 anni e 36 anni rispettivamente, delle nazionali di Senegal, Marocco, Egitto e Perù. In contrasto vi saranno alcuni grandi esclusi dacché nazionali blasonate hanno clamorosamente fallito la qualificazione al mondiale, mancheranno infatti: Italia[7] (quattro volte iridata), Paesi Bassi[8] (tre volte finalisti), Cile[9] (detentore della Copa América), Camerun (detentore della Coppa d'Africa) e Stati Uniti[10] (detentori della Gold Cup). Dal punto di vista statistico, va segnalato che 20 delle 32 partecipanti erano presenti al Mondiale precedente (nel 2014 in Brasile).

Criteri di selezione del continente[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante le opposte aspettative al riguardo, la FIFA non porterà avanti la politica della rotazione per la scelta del paese organizzatore del Mondiale tra le varie confederazioni internazionali. Questa politica avrebbe visto il Mondiale 2018 tenersi in Nord America (CONCACAF) o in Oceania. In un'intervista al periodico australiano The Sun-Herald il presidente della FIFA, Joseph Blatter, ha dichiarato:[11]

« Il Campionato del mondo è un avvenimento serio. Ottime nazioni si contenderanno l'organizzazione nel 2018. [...] Il sistema della rotazione andrà avanti sino al 2014. Questo sistema venne adottato per assicurare al continente africano di potere ospitare la Coppa del mondo, altrimenti l'Africa non l'avrebbe mai organizzato. »

Le nuove regole FIFA impongono che una confederazione non possa ospitare un campionato mondiale fino alla terza edizione successiva all'ultima disputata in un Paese ad essa iscritto. Dopo Sudafrica 2010 e Brasile 2014 quindi, non sarà possibile organizzare i Mondiali 2018 né in Sudamerica né in Africa, mentre il Mondiale 2022 non verrà certamente disputato in Sudamerica.

Visto il ritiro degli Stati Uniti avvenuto il 15 ottobre 2010,[12] sull'organizzazione del Mondiale 2018 (gli statunitensi concorreranno infatti solo per il mondiale 2022), la nazione ospitante sarebbe stata certamente in Europa,[13] e perciò per il Mondiale 2022 sono state escluse a loro volta tutte le nazioni rimaste in lizza per il 2018, in quanto una stessa confederazione, come detto prima, non può ospitare per due volte di fila il mondiale. Rimanevano dunque disponibili per il 2022 l'Australia, la Corea del Sud, il Giappone, il Qatar e gli Stati Uniti.

Assegnazione[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 dicembre 2010, nella sede principale della FIFA a Zurigo, è stato deciso che l'edizione del 2018 della Coppa del mondo FIFA si giocherà in Russia mentre quella del 2022 sarà ospitata dal Qatar.

La sequenza di scrutini ha avuto il seguente esito:

Risultati
Nazione Voto
1 2
Russia Russia 9 13
Spagna Spagna e Portogallo Portogallo 7 7
Paesi Bassi Paesi Bassi e Belgio Belgio 4 2
Inghilterra Inghilterra 2 -
Voti totali 22 22

Infrastrutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

La Russia ha proposto, originariamente, un elenco provvisorio di sedici stadi da impiegare per il torneo situati nelle città di Ekaterinburg, Jaroslavl', Kaliningrad, Kazan', Krasnodar, Mosca, Nižnij Novgorod, Podol'sk, Rostov sul Don, San Pietroburgo, Samara, Saransk, Soči e Volgograd[14], le quali, tranne Ekaterinburg, si trovano nella Russia europea.

La decisione finale sulle città ospitanti è stata annunciata il 29 settembre 2012. Il numero di città è stato ridotto a undici e il numero di stadi a dodici.[15]

La finale del torneo si svolgerà il 15 luglio 2018 allo Stadio Lužniki di Mosca, la capitale russa, come annunciato dalla stessa FIFA.

Mosca San Pietroburgo Kaliningrad
Stadio Lužniki Otkrytie Arena[16] Zenit Arena[16] Arena Baltika
Coordinate geografiche:

55°42′57″N 37°33′14″E / 55.715833°N 37.553889°E55.715833; 37.553889 (Stadio Lužniki)

Coordinate geografiche:

55°49′03″N 37°26′08″E / 55.8175°N 37.435556°E55.8175; 37.435556 (Otkrytie Arena)

Coordinate geografiche:

59°58′22.63″N 30°13′13.92″E / 59.972953°N 30.220533°E59.972953; 30.220533 (Zenit Arena)

Coordinate geografiche:

54°43′00″N 20°30′00″E / 54.716667°N 20.5°E54.716667; 20.5 (Arena Baltika)

Capienza: 81 000 Capienza: 46 990 Capienza: 69 501 Capienza: 45 015
Стадион Лужники (29 марта 2017) · 26.jpg Spartak stadium (Otkrytiye Arena), 23 August 2014.JPG RUS-2016-Aerial-SPB-Krestovsky Stadium 01.jpg Kaliningrad 05-2017 img74 new stadium.jpg
Kazan' Nižnij Novgorod
Kazan Arena[16] Stadio Nižnij Novgorod
Coordinate geografiche:

55°49′07.81″N 49°09′30.59″E / 55.818836°N 49.158497°E55.818836; 49.158497 (Kazan Arena)

Coordinate geografiche:

56°19′18″N 44°04′29″E / 56.321667°N 44.074722°E56.321667; 44.074722 (Stadio Nižnij Novgorod)

Capienza: 45 105 Capienza: 44 899
Казань арена.jpg Construction of Nizhny Novgorod Stadium.jpg
Samara Volgograd
Futbol'nyj stadion v Samare Volgograd Arena
Coordinate geografiche:

53°11′00″N 50°07′00″E / 53.183333°N 50.116667°E53.183333; 50.116667 (Stadio Spheroid)

Coordinate geografiche:

48°44′04″N 44°32′54″E / 48.734444°N 44.548333°E48.734444; 44.548333 (Stadio Centrale)

Capienza: 44 918 Capienza: 45 015
Космос Арена 26 1 1 2017 00001001 DCIM.jpg Volgograd Arena.jpg
Saransk Rostov sul Don Soči Ekaterinburg
Mordovia Arena Rostov Arena Stadio Olimpico Fišt[16] Stadio Centrale
Coordinate geografiche:

54°10′58″N 45°12′05″E / 54.182778°N 45.201389°E54.182778; 45.201389 (Stadio Yubileyniy)

Coordinate geografiche:

47°12′30″N 39°44′30″E / 47.208333°N 39.741667°E47.208333; 39.741667 (Levberdon Arena)

Coordinate geografiche:

43°24′08.16″N 39°57′22″E / 43.402267°N 39.956111°E43.402267; 39.956111 (Stadio Olimpico Fišt)

Coordinate geografiche:

56°49′57″N 60°34′25″E / 56.8325°N 60.573611°E56.8325; 60.573611 (Stadio Centrale)

Capienza: 45 015 Capienza: 43 702 Capienza: 47 659 Capienza: 35 000
Mordovia-Arena stadium(building).jpg Rostov Arena 21.05.2017.jpg Fisht Olympic Stadium 2017.jpg Estadio Central.jpg

Copertura televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportate le emittenti televisive delle nazioni qualificate al campionato mondiale che si sono aggiudicate i diritti a trasmettere le partite dell'avvenimento nel proprio ambito territoriale.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Pr. Squadra Data di qualificazione certa Confederazione Partecipante in quanto Partecipazioni precedenti al torneo Ultima presenza
1 Russia Russia 2 dicembre 2010 UEFA Rappresentativa della nazione organizzatrice della fase finale 10 (1958, 1962, 1966, 1970, 1982, 1986, 1990, 1994, 2002, 2014) Brasile 2014
2 Brasile Brasile 28 marzo 2017 CONMEBOL 1ª classificata nel gruppo unico di qualificazione 20 (1930, 1934, 1938, 1950, 1954, 1958, 1962, 1966, 1970, 1974, 1978, 1982, 1986, 1990, 1994, 1998, 2002, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
3 Iran Iran 12 giugno 2017 AFC 1ª classificata nel gruppo A della fase finale di qualificazione 4 (1978, 1998, 2006, 2014) Brasile 2014
4 Giappone Giappone 31 agosto 2017 AFC 1ª classificata nel gruppo B della fase finale di qualificazione 5 (1998, 2002, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
5 Messico Messico 1º settembre 2017 CONCACAF 1ª classificata nel gruppo unico della fase finale di qualificazione 15 (1930, 1950, 1954, 1958, 1962, 1966, 1970, 1978, 1986, 1994, 1998, 2002, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
6 Belgio Belgio 3 settembre 2017 UEFA 1ª classificata nel gruppo H della fase finale di qualificazione 12 (1930, 1934, 1938, 1954, 1970, 1982, 1986, 1990, 1994, 1998, 2002, 2014) Brasile 2014
7 Corea del Sud Corea del Sud 5 settembre 2017 AFC 2ª classificata nel gruppo A della fase finale di qualificazione 9 (1954, 1986, 1990, 1994, 1998, 2002, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
8 Arabia Saudita Arabia Saudita 5 settembre 2017 AFC 2ª classificata nel gruppo B della fase finale di qualificazione 4 (1994, 1998, 2002, 2006) Germania 2006
9 Germania Germania 5 ottobre 2017 UEFA 1ª classificata nel gruppo C della fase finale di qualificazione 18 (1934, 1938, 1954, 1958, 1962, 1966, 1970, 1974, 1978, 1982, 1986, 1990, 1994, 1998, 2002, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
10 Inghilterra Inghilterra 5 ottobre 2017 UEFA 1ª classificata nel gruppo F della fase finale di qualificazione 14 (1950, 1954, 1958, 1962, 1966, 1970, 1982, 1986, 1990, 1998, 2002, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
11 Spagna Spagna 6 ottobre 2017 UEFA 1ª classificata nel gruppo G della fase finale di qualificazione 14 (1934, 1950, 1962, 1966, 1978, 1982, 1986, 1990, 1994, 1998, 2002, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
12 Nigeria Nigeria 7 ottobre 2017 CAF 1ª classificata nel gruppo B della fase finale di qualificazione 5 (1994, 1998, 2002, 2010, 2014) Brasile 2014
13 Costa Rica Costa Rica 7 ottobre 2017 CONCACAF 2ª classificata nel gruppo unico della fase finale di qualificazione 4 (1990, 2002, 2006, 2014) Brasile 2014
14 Polonia Polonia 8 ottobre 2017 UEFA 1ª classificata nel gruppo E della fase finale di qualificazione 7 (1938, 1974, 1978, 1982, 1986, 2002, 2006) Germania 2006
15 Egitto Egitto 8 ottobre 2017 CAF 1ª classificata nel gruppo E della fase finale di qualificazione 2 (1934, 1990) Italia 1990
16 Serbia Serbia 9 ottobre 2017 UEFA 1ª classificata nel gruppo D della fase finale di qualificazione 11 (1930, 1950, 1954, 1958, 1962, 1974, 1982, 1990, 1998, 2006, 2010) Sudafrica 2010
17 Islanda Islanda 9 ottobre 2017 UEFA 1ª classificata nel gruppo I della fase finale di qualificazione Esordiente
18 Francia Francia 10 ottobre 2017 UEFA 1ª classificata nel gruppo A della fase finale di qualificazione 14 (1930, 1934, 1938, 1954, 1958, 1966, 1978, 1982, 1986, 1998, 2002, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
19 Portogallo Portogallo 10 ottobre 2017 UEFA 1ª classificata nel gruppo B della fase finale di qualificazione 6 (1966, 1986, 2002, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
20 Uruguay Uruguay 11 ottobre 2017 CONMEBOL 2ª classificata nel gruppo unico di qualificazione 12 (1930, 1950, 1954, 1962, 1966, 1970, 1974, 1986, 1990, 2002, 2010, 2014) Brasile 2014
21 Argentina Argentina 11 ottobre 2017 CONMEBOL 3ª classificata nel gruppo unico di qualificazione 16 (1930, 1934, 1958, 1962, 1966, 1974, 1978, 1982, 1986, 1990, 1994, 1998, 2002, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
22 Colombia Colombia 11 ottobre 2017 CONMEBOL 4ª classificata nel gruppo unico di qualificazione 5 (1962, 1990, 1994, 1998, 2014) Brasile 2014
23 Panama Panama 11 ottobre 2017 CONCACAF 3ª classificata nel gruppo unico della fase finale di qualificazione Esordiente
24 Senegal Senegal 10 novembre 2017 CAF 1ª classificata nel Gruppo D della fase finale di qualificazione 1 (2002) Corea del Sud-Giappone 2002
25 Marocco Marocco 11 novembre 2017 CAF 1ª classificata nel Gruppo C della fase finale di qualificazione 4 (1970, 1986, 1994, 1998) Francia 1998
26 Tunisia Tunisia 11 novembre 2017 CAF 1ª classificata nel Gruppo A della fase finale di qualificazione 4 (1978, 1998, 2002, 2006) Germania 2006
27 Svizzera Svizzera 12 novembre 2017 UEFA Vincitrice dello spareggio UEFA 10 (1934, 1938, 1950, 1954, 1962, 1966, 1994, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
28 Croazia Croazia 12 novembre 2017 UEFA Vincitrice dello spareggio UEFA 4 (1998, 2002, 2006, 2014) Brasile 2014
29 Svezia Svezia 13 novembre 2017 UEFA Vincitrice dello spareggio UEFA 11 (1934, 1938, 1950, 1958, 1970, 1974, 1978, 1990, 1994, 2002, 2006) Germania 2006
30 Danimarca Danimarca 14 novembre 2017 UEFA Vincitrice dello spareggio UEFA 4 (1986, 1998, 2002, 2010) Sudafrica 2010
31 Australia Australia 15 novembre 2017 AFC Vincitrice dello spareggio CONCACAF-AFC 4 (1974, 2006, 2010, 2014) Brasile 2014
32 Perù Perù 15 novembre 2017 CONMEBOL Vincitrice dello spareggio CONMEBOL-OFC 4 (1930, 1970, 1978, 1982) Spagna 1982

Nota bene: nella sezione "partecipazioni precedenti al torneo", le date in grassetto indicano che la nazione ha vinto quella edizione del torneo, mentre le date in corsivo indicano la nazione ospitante.

Sorteggio dei gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio dei gironi della prima fase si è svolto a Mosca venerdì 1º dicembre 2017 alle ore 18:00 ora locale. Le trentadue squadre qualificate alla fase finale sono suddivise in quattro fasce. La Russia, in qualità di nazione organizzatrice, è assegnata d'ufficio alla prima fascia e verrà inserita nel gruppo A; le rimanenti trentuno sono assegnate alle quattro fasce sulla base del Ranking FIFA del 16 ottobre 2017.[17] A differenza delle edizioni precedenti, nelle quali solo le teste di serie venivano designate sulla base del Ranking FIFA, non verranno seguiti criteri geografici nella composizione delle fasce. Resta invece il criterio in base al quale non potranno essere sorteggiate nello stesso girone due nazioni provenienti dalla stessa confederazione, ad eccezione delle squadre UEFA il cui limite massimo è fissato a due per girone.

Sulla base del Ranking FIFA le 32 nazionali qualificate alla fase finale sono perciò state suddivise nelle seguenti quattro fasce. Tra parentesi la posizione nel ranking al 16 ottobre 2017.[18]

1ª fascia 2ª fascia 3ª fascia 4ª fascia
Russia Russia (65) Spagna Spagna (8) Danimarca Danimarca (19) Serbia Serbia (38)
Germania Germania (1) Perù Perù (10) Islanda Islanda (21) Nigeria Nigeria (41)
Brasile Brasile (2) Svizzera Svizzera (11) Costa Rica Costa Rica (22) Australia Australia (43)
Portogallo Portogallo (3) Inghilterra Inghilterra (12) Svezia Svezia (25) Giappone Giappone (44)
Argentina Argentina (4) Colombia Colombia (13) Tunisia Tunisia (28) Marocco Marocco (48)
Belgio Belgio (5) Messico Messico (16) Egitto Egitto (30) Panama Panama (50)
Polonia Polonia (6) Uruguay Uruguay (17) Senegal Senegal (32) Corea del Sud Corea del Sud (62)
Francia Francia (7) Croazia Croazia (18) Iran Iran (34) Arabia Saudita Arabia Saudita (63)

Il sorteggio ha determinato gli otto gruppi riportati qui di seguito.

Gruppo A Gruppo B Gruppo C Gruppo D
Russia Russia Portogallo Portogallo Francia Francia Argentina Argentina
Arabia Saudita Arabia Saudita Spagna Spagna Australia Australia Islanda Islanda
Egitto Egitto Marocco Marocco Perù Perù Croazia Croazia
Uruguay Uruguay Iran Iran Danimarca Danimarca Nigeria Nigeria
Gruppo E Gruppo F Gruppo G Gruppo H
Brasile Brasile Germania Germania Belgio Belgio Polonia Polonia
Svizzera Svizzera Messico Messico Panama Panama Senegal Senegal
Costa Rica Costa Rica Svezia Svezia Tunisia Tunisia Colombia Colombia
Serbia Serbia Corea del Sud Corea del Sud Inghilterra Inghilterra Giappone Giappone

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Russia Russia 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Arabia Saudita Arabia Saudita 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Egitto Egitto 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Uruguay Uruguay 0 0 0 0 0 0 0 0
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Mosca
14 giugno 2018, ore 18:00 UTC+3
Incontro 1
Russia Russia  –  Arabia Saudita Arabia Saudita Stadio Lužniki

Ekaterinburg
15 giugno 2018, ore 17:00 UTC+5
Incontro 2
Egitto Egitto  –  Uruguay Uruguay Stadio Centrale

San Pietroburgo
19 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 17
Russia Russia  –  Egitto Egitto Stadio San Pietroburgo

Rostov sul Don
20 giugno 2018, ore 18:00 UTC+3
Incontro 18
Uruguay Uruguay  –  Arabia Saudita Arabia Saudita Rostov Arena

Samara
25 giugno 2018, ore 18:00 UTC+4
Incontro 33
Uruguay Uruguay  –  Russia Russia Cosmos Arena

Volgograd
25 giugno 2018, ore 17:00 UTC+3
Incontro 34
Arabia Saudita Arabia Saudita  –  Egitto Egitto Volgograd Arena

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Portogallo Portogallo 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Spagna Spagna 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Marocco Marocco 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Iran Iran 0 0 0 0 0 0 0 0
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
San Pietroburgo
15 giugno 2018, ore 18:00 UTC+3
Incontro 3
Marocco Marocco  –  Iran Iran Stadio San Pietroburgo

Soči
15 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 4
Portogallo Portogallo  –  Spagna Spagna Stadio Olimpico Fišt

Mosca
20 giugno 2018, ore 15:00 UTC+3
Incontro 19
Portogallo Portogallo  –  Marocco Marocco Stadio Lužniki

Kazan
20 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 20
Iran Iran  –  Spagna Spagna Kazan Arena

Saransk
25 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 35
Iran Iran  –  Portogallo Portogallo Mordovia Arena

Kaliningrad
25 giugno 2018, ore 20:00 UTC+2
Incontro 36
Spagna Spagna  –  Marocco Marocco Arena Baltika

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Francia Francia 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Australia Australia 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Perù Perù 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Danimarca Danimarca 0 0 0 0 0 0 0 0
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Kazan
16 giugno 2018, ore 13:00 UTC+3
Incontro 5
Francia Francia  –  Australia Australia Kazan Arena

Saransk
16 giugno 2018, ore 19:00 UTC+3
Incontro 6
Perù Perù  –  Danimarca Danimarca Mordovia Arena

Ekaterinburg
21 giugno 2018, ore 17:00 UTC+5
Incontro 21
Francia Francia  –  Perù Perù Stadio Centrale

Samara
21 giugno 2018, ore 19:00 UTC+4
Incontro 22
Danimarca Danimarca  –  Australia Australia Cosmos Arena

Mosca
26 giugno 2018, ore 17:00 UTC+3
Incontro 37
Danimarca Danimarca  –  Francia Francia Stadio Lužniki

Soči
26 giugno 2018, ore 17:00 UTC+3
Incontro 38
Australia Australia  –  Perù Perù Stadio Olimpico Fišt

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Argentina Argentina 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Islanda Islanda 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Croazia Croazia 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Nigeria Nigeria 0 0 0 0 0 0 0 0
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Mosca
16 giugno 2018, ore 16:00 UTC+3
Incontro 7
Argentina Argentina  –  Islanda Islanda Otkrytie Arena

Kaliningrad
16 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 8
Croazia Croazia  –  Nigeria Nigeria Arena Baltika

Nižnij Novgorod
21 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 23
Argentina Argentina  –  Croazia Croazia Stadio Nižnij Novgorod

Volgograd
22 giugno 2018, ore 18:00 UTC+3
Incontro 24
Nigeria Nigeria  –  Islanda Islanda Volgograd Arena

San Pietroburgo
26 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 39
Nigeria Nigeria  –  Argentina Argentina Stadio San Pietroburgo

Rostov sul Don
26 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 40
Islanda Islanda  –  Croazia Croazia Rostov Arena

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Brasile Brasile 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Svizzera Svizzera 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Costa Rica Costa Rica 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Serbia Serbia 0 0 0 0 0 0 0 0
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Samara
17 giugno 2018, ore 16:00 UTC+4
Incontro 9
Costa Rica Costa Rica  –  Serbia Serbia Cosmos Arena

Rostov sul Don
17 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 10
Brasile Brasile  –  Svizzera Svizzera Rostov Arena

San Pietroburgo
22 giugno 2018, ore 15:00 UTC+3
Incontro 25
Brasile Brasile  –  Costa Rica Costa Rica Stadio San Pietroburgo

Kaliningrad
22 giugno 2018, ore 20:00 UTC+2
Incontro 26
Serbia Serbia  –  Svizzera Svizzera Arena Baltika

Mosca
27 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 41
Serbia Serbia  –  Brasile Brasile Otkrytie Arena

Nižnij Novgorod
27 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 42
Svizzera Svizzera  –  Costa Rica Costa Rica Stadio Nižnij Novgorod

Gruppo F[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Germania Germania 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Messico Messico 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Svezia Svezia 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Corea del Sud Corea del Sud 0 0 0 0 0 0 0 0
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Mosca
17 giugno 2018, ore 18:00 UTC+3
Incontro 11
Germania Germania  –  Messico Messico Stadio Lužniki

Nižnij Novgorod
18 giugno 2018, ore 15:00 UTC+3
Incontro 12
Svezia Svezia  –  Corea del Sud Corea del Sud Stadio Nižnij Novgorod

Soči
23 giugno 2018, ore 18:00 UTC+3
Incontro 27
Germania Germania  –  Svezia Svezia Stadio Olimpico Fišt

Rostov sul Don
23 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 28
Corea del Sud Corea del Sud  –  Messico Messico Rostov Arena

Kazan
27 giugno 2018, ore 17:00 UTC+3
Incontro 43
Corea del Sud Corea del Sud  –  Germania Germania Kazan Arena

Ekaterinburg
27 giugno 2018, ore 19:00 UTC+5
Incontro 44
Messico Messico  –  Svezia Svezia Stadio Centrale

Gruppo G[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Belgio Belgio 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Panama Panama 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Tunisia Tunisia 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Inghilterra Inghilterra 0 0 0 0 0 0 0 0
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Soči
18 giugno 2018, ore 18:00 UTC+3
Incontro 13
Belgio Belgio  –  Panama Panama Stadio Olimpico Fišt

Volgograd
18 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 14
Tunisia Tunisia  –  Inghilterra Inghilterra Volgograd Arena

Mosca
23 giugno 2018, ore 15:00 UTC+3
Incontro 29
Belgio Belgio  –  Tunisia Tunisia Otkrytie Arena

Nižnij Novgorod
24 giugno 2018, ore 15:00 UTC+3
Incontro 30
Inghilterra Inghilterra  –  Panama Panama Stadio Nižnij Novgorod

Kaliningrad
28 giugno 2018, ore 20:00 UTC+2
Incontro 45
Inghilterra Inghilterra  –  Belgio Belgio Arena Baltika

Saransk
28 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 46
Panama Panama  –  Tunisia Tunisia Mordovia Arena

Gruppo H[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Polonia Polonia 0 0 0 0 0 0 0 0
2. Senegal Senegal 0 0 0 0 0 0 0 0
3. Colombia Colombia 0 0 0 0 0 0 0 0
4. Giappone Giappone 0 0 0 0 0 0 0 0
Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Mosca
19 giugno 2018, ore 15:00 UTC+3
Incontro 15
Polonia Polonia  –  Senegal Senegal Otkrytie Arena

Saransk
19 giugno 2018, ore 18:00 UTC+3
Incontro 16
Colombia Colombia  –  Giappone Giappone Mordovia Arena

Ekaterinburg
24 giugno 2018, ore 20:00 UTC+5
Incontro 32
Giappone Giappone  –  Senegal Senegal Stadio Centrale

Kazan
24 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 31
Polonia Polonia  –  Colombia Colombia Kazan Arena

Volgograd
28 giugno 2018, ore 17:00 UTC+3
Incontro 47
Giappone Giappone  –  Polonia Polonia Volgograd Arena

Samara
28 giugno 2018, ore 18:00 UTC+4
Incontro 48
Senegal Senegal  –  Colombia Colombia Cosmos Arena

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                           
30 giugno - 17:00 (UCT+3)            
 1A.  
6 luglio - 17:00 (UTC+3)
 2B.    
   
30 giugno - 21:00 (UTC+3)
       
 1C.  
10 luglio - 21:00 (UTC+3)
 2D.    
   
2 luglio - 18:00 (UTC+4)
       
 1E.  
6 luglio - 21:00 (UTC+3)
 2F.    
   
2 luglio - 21 (UTC+3)
       
 1G.  
15 luglio - 18:00 (UTC+3)
 2H.    
   
1º luglio - 17:00 (UTC+3)
     
 1B.  
7 luglio - 21:00 (UTC+3)
 2A.    
   
1º luglio - 21:00 (UTC+3)
       
 1D.  
11 luglio - 21:00 (UTC+3)
 2C.    
   
3 luglio - 17:00 (UTC+3)
        Finale 3° posto
 1F.  
7 luglio - 18:00 (UTC+4) 14 luglio - 17:00 (UTC+3)
 2E.    
       
3 luglio - 21:00 (UTC+3)
           
 1H.  
 2G.    

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Kazan
30 giugno 2018, ore 17:00 UTC+3
Incontro 50
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Kazan Arena

Soči
30 giugno 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 49
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Olimpico Fišt

Mosca
1º luglio 2018, ore 17:00 UTC+3
Incontro 51
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Lužniki

Nižnij Novgorod
1º luglio 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 52
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Nižnij Novgorod

Samara
2 luglio 2018, ore 18:00 UTC+4
Incontro 53
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Cosmos Arena

Rostov sul Don
2 luglio 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 54
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Rostov Arena

San Pietroburgo
3 luglio 2018, ore 18:00 UTC+3
Incontro 55
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio San Pietroburgo

Mosca
3 luglio 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 56
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Otkrytie Arena

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Nižnij Novgorod
6 luglio 2018, ore 17:00 UTC+3
Incontro 57
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Nižnij Novgorod

Kazan
6 luglio 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 58
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Kazan Arena

Samara
7 luglio 2018, ore 18:00 UTC+4
Incontro 60
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Cosmos Arena

Soči
7 luglio 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 59
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Olimpico Fišt

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

San Pietroburgo
10 luglio 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 61
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio San Pietroburgo

Mosca
11 luglio 2018, ore 21:00 UTC+3
Incontro 62
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Lužniki

Finale per il terzo posto[modifica | modifica wikitesto]

San Pietroburgo
14 luglio 2018, ore 17:00 UTC+3
Incontro 63
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio San Pietroburgo

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Mosca
15 luglio 2018, ore 18:00 UTC+3
Incontro 64
non conosciuta non conosciuta  –  non conosciuta non conosciuta Stadio Lužniki

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mauricio Cannone, Russia 2018, Brasile qualificato. Che show, rifila 3 gol al Paraguay, su gazzetta.it, 29 marzo 2017.
  2. ^ Russia 2018, l'Iran è la terza qualificata alla fase finale dei Mondiali, su gazzetta.it, 12 giugno 2017. URL consultato il 17 giugno 2017.
  3. ^ Sky Sport, Mondiali Russia 2018, Giappone qualificato. URL consultato il 2 settembre 2017.
  4. ^ Festa Messico: è matematicamente ai mondiali, su goal.com, 2 settembre 2017. URL consultato il 2 settembre 2017.
  5. ^ Qualificazioni Mondiali 2018: l’Islanda va in Russia. E fa la geyser dance sotto la curva, su corriere.it, 9 ottobre 2017. URL consultato il 10 ottobre 2017.
  6. ^ Panama al Mondiale per la prima volta: delirio e festa nazionale, su sport.sky.it. URL consultato l'11-10-2017.
  7. ^ Italia-Svezia 0-0: Azzurri fuori dal Mondiale, su gazzetta.it. URL consultato il 13-11-2017.
  8. ^ Olanda fuori dal mondiale: la disperazione degli 'Orange', su corrieredellosport.it. URL consultato il 10-10-2017.
  9. ^ Brasile-Cile 3-0: doppietta di Gabriel Jesus, cileni fuori dal Mondiale, sky.it. URL consultato il 3 dicembre 2017.
  10. ^ Usa fuori dai Mondiali! Sconfitti da Trinidad e Tobago, Tuttosport
  11. ^ Australia can host World Cup, 2005.
  12. ^ Calcio: Mondiali 2018, Usa ritirano candidatura e Inghilterra favorita.
  13. ^ In Europa la Coppa del Mondo FIFA 2018.
  14. ^ 2018 FIFA World Cup - Bid Evaluation Report: Russia (PDF), fifa.com. URL consultato il 5 luglio 2014.
  15. ^ (EN) 2018 FIFA World Cup™ to be played in 11 Host Cities, fifa.com, 29 settembre 2012. URL consultato il 29 settembre 2012.
  16. ^ a b c d Impiegato anche per la Confederations Cup 2017.
  17. ^ FIFA.com, Final Draw of the 2018 FIFA World Cup procedures approved, in FIFA.com, 14 settembre 2017. URL consultato il 16 novembre 2017.
  18. ^ (EN) FIFA.com, The FIFA/Coca-Cola World Ranking - Ranking Table - FIFA.com, su FIFA.com. URL consultato il 16 ottobre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Altri[modifica | modifica wikitesto]