Questa pagina è semiprotetta. Può essere modificata solo da utenti registrati

Gylfi Sigurðsson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gylfi Sigurðsson
Gylfi Sigurðsson.jpg
Sigurðsson con la maglia della nazionale
Nazionalità Islanda Islanda
Altezza 186[1] cm
Peso 79[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Everton
Carriera
Giovanili
2002FH Hafnarfjörður
2002-2005Breiðablik
2005-2008Reading
Squadre di club1
2008Shrewsbury Town5 (1)
2009Crewe Alexandra15 (3)
2009-2010Reading42 (18)
2010-2012Hoffenheim36 (9)
2012Swansea City18 (7)
2012-2014Tottenham58 (8)
2014-2017Swansea City106 (27)
2017-Everton136 (25)
Nazionale
2005Islanda Islanda U-173 (2)
2006Islanda Islanda U-183 (1)
2006-2007Islanda Islanda U-1915 (9)
2007-2011Islanda Islanda U-2114 (6)
2010-Islanda Islanda78 (25)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 luglio 2021

Gylfi Þór Sigurðsson (Reykjavík, 9 settembre 1989) è un calciatore islandese, centrocampista dell'Everton e della nazionale islandese.

Biografia

Nel 2010 si è fidanzato con Alexandra Ívarsdóttir, con cui si è sposato nel 2019.[2]

Caratteristiche tecniche

Sigurðsson può giocare da trequartista, esterno destro o sinistro. Di piede destro, tra le sue abilità spicca l'efficienza nel tiro dalla distanza, che egli sfrutta anche nei calci piazzati.[3][4][5] In più è in grado d'impostare l'azione e di fornire assist ai compagni.[5]

Carriera

Club

Gli inizi

Nato a Reykjavík, Sigurðsson comincia a giocare nelle giovanili di alcuni club islandesi, come l'Hafnarfjörður ed il Breiðablik, e viene convocato spesso nelle Nazionali minori islandesi, in particolare nell'Under-17.

Reading

Nell'estate del 2005 gioca in prova per un certo periodo di tempo al Preston North End, senza esito. Il 14 ottobre 2005 firma per il Reading,[6] giocando per tre anni nella squadra riserve. Poco prima della stagione 2007-2008 lui ed altri cinque suoi coetanei vengono ufficialmente integrati in prima squadra e firmano i loro primi contratti da professionisti.[7]

Entra ufficialmente a fare parte della prima squadra per la stagione 2008-2009, quando gli viene affidato il numero 34. Debutta con la maglia bianco-blu contro il Luton Town in League Cup il 26 agosto.[8] Realizza un rigore contro lo Stoke nella stessa manifestazione, subentrando dalla panchina.

Per poter fare esperienza, viene mandato in prestito per un mese allo Shrewsbury Town[9], con il quale segna al suo debutto in campionato contro il Bournemouth il 18 ottobre 2008[10]. Il 26 febbraio si trasferisce al Crewe Alexandra, e debutta due giorni dopo contro il Brighton, segnando all'89'.

Nella stagione 2009-2010 segna il suo primo gol contro il Burton Albion l'11 agosto, nel primo turno casalingo di Carling Cup[11]. Segna il suo primo gol in campionato nella sconfitta per 3-2 contro il Peterborough il 19 settembre[12].

Gioca anche la FA Cup nella quale i Royals escono agli ottavi di finale. Segna contro il Liverpool nel terzo turno, il 13 gennaio 2010. Durante il recupero, segna il rigore che porta il risultato sull'1-1, portando la partita ai supplementari, dove i bianco-blu trionferanno 2-1[13]. Segna poi il gol della vittoria all'87' della gara contro il Burnley nel quarto turno[14]. Nel quinto, invece, segna un gol al West Bromwich nel recupero, che porta il risultato al vittorioso 3-2[15].

Il 3 aprile vince il titolo di Miglior giocatore della Championship per il mese di marzo, dopo aver segnato 5 gol in 6 partite giocate nel mese[16]. Segna anche nella gara finale della stagione contro il Preston North End.[17] Prima della partita, Sigurðsson era stato nominato Giocatore della stagione del Reading, battendo Jimmy Kebe e Ryan Bertrand, rispettivamente secondo e terzo.[18]

Finisce la stagione con 21 gol all'attivo in 44 presenze[19]. Nel maggio 2010 prolunga il contratto per altri tre anni.[20]

Passaggio all'Hoffenheim

Inizia la nuova stagione segnando il gol del pareggio nell'amichevole contro lo Scunthorpe United con un tiro dai 25 metri[21].

La sera dopo la partita, i media islandesi affermano che Sigurðsson stesse viaggiando per la Germania dove il lunedì successivo avrebbe sostenuto le visite mediche per l'Hoffenheim, club di Bundesliga.[22] Il 31 agosto successivo firma per il suo nuovo club. Senza rivelare il prezzo del suo trasferimento (poi noto a 5,2 milioni di euro), il Reading rivela solo che questo supera il precedente record del club stabilito dal passaggio dell'attaccante irlandese Kevin Doyle al Wolverhampton, costato 6,5 milioni di sterline[23].

Debutta con l'Hoffenheim il 10 settembre, all'80' del 2-0 vittorioso contro lo Schalke 04. Il primo gol arriva nella successiva partita, il 18 settembre, contro il Kaiserslautern, con un calcio di punizione che chiude i conti sul 2-2 finale. La sua prima stagione si conclude con 29 presenze e 9 gol segnati.

Prestito allo Swansea City e approdo al Tottenham

Il 2 gennaio 2012 l'Hoffenheim lo cede in prestito allo Swansea City fino al termine della stagione. Segna il suo primo gol il 4 febbraio contro il West Bromwich Albion. Il 3 marzo segna una doppietta nella vittoria per 2-0 sul campo del Wigan Athletic. In totale mette a segno sette reti in 17 incontri di Premier League.

Il 26 maggio lo Swansea esercita il diritto di riscatto sul giocatore, ma il 4 luglio seguente viene ufficializzato il suo passaggio al Tottenham per 8,5 milioni di euro.[24][25]

Ritorno allo Swansea City

Il 23 luglio 2014 fa ritorno allo Swansea City, nella trattativa che porta Michel Vorm e Ben Davies al Tottenham.[26] Segna al suo secondo debutto con la maglia dello Swansea alla prima giornata di campionato nella sfida vittoriosa contro il Manchester United.[27] Conclude la sua stagione con 32 presenze in campionato contornate da 7 gol e 10 assist.

La sua partenza nel campionato 2015-2016 non è però altrettanto fortunata, giacché nel girone d'andata realizza solamente 2 gol e un assist. Una svolta si ha però dalla ventesima giornata, nella sconfitta per 2-1 contro il Manchester United, partita in cui segna il gol del momentaneo pareggio. Da quel momento realizzerà 9 gol in 14 giornate, risultando il giocatore più prolifico del girone di ritorno della Premier League 2015-16 e concludendo al contempo la sua stagione più prolifica in Premier League.

Passaggio all'Everton

Sigurðsson in azione contro N'Golo Kanté

il 16 agosto 2017 passa all'Everton per 45 milioni di sterline.[28][29]

Nazionale

Nazionali giovanili

Sigurðsson fece parte della nazionale impegnata nelle qualificazioni per l'Europeo Under-19 del 2008, segnando due volte nelle qualificazioni e due nel turno successivo.

Il 16 novembre 2007 debutta con la nazionale Under-21, giocando mezz'ora contro i pari età della Germania[30]. Debutta nelle qualificazioni per l'Europeo del 2009 quattro giorni dopo, subentrando nel recupero, e gioca tutte le partite rimanenti. Nell'ultima partita segna contro la Slovacchia, ma Miroslav Stoch pareggia sull'1-1[31]. Debutta nelle qualificazioni per l'Europeo 2011 ad ottobre contro San Marino e segna subito una doppietta nello spazio di 16 minuti nel 6-0 complessivo[32]. Nel giugno 2011 gioca poi le tre partite del Girone A dell'Europeo Under-21 con la sua selezione.

Nazionale maggiore

Il 29 maggio 2010 debutta in nazionale maggiore nell'amichevole vinta 4-0 contro Andorra, in cui ha fornito l'assist per la seconda rete dei suoi.[33]

Segna il suo primo gol in nazionale A il 7 ottobre 2011 in Portogallo-Islanda (6-3) al 94' su calcio di rigore, valida per le qualificazioni all'Europeo 2012.

Nel girone di qualificazione ai Mondiali 2014 (disputati in Brasile), Sigurðsson mette a segno 4 reti (di cui 2 nel successo per 1-2 in casa della Slovenia del 22 marzo 2013),[34] contribuendo al raggiungimento del secondo posto della sua squadra, che tuttavia ai play-off viene eliminata dalla Croazia.[35]

Nelle qualificazioni per gli Europei 2016 in Francia, contribuisce alla prima storica qualificazione dell'Islanda a un torneo con 6 reti realizzate in 10 partite: di queste 3 le ha segnate nei prestigiosi successi contro i Paesi Bassi (due nel 2-0 dell'andata e l'altra nello 0-1 del ritorno).[36][37]

Convocato per la manifestazione continentale,[38] realizza su calcio di rigore il secondo gol della nazionale islandese in una fase finale di un campionato europeo di calcio, il 18 giugno 2016 nella partita pareggiata per 1-1 contro l'Ungheria.[39] Agli europei gli islandesi eliminano sorprendentemente agli ottavi l'Inghilterra per 2-1, per poi uscire contro ai quarti contro la Francia per 5-2, con Sigurðsson che ha fornito a Kolbeinn Sigþórsson l'assist del primo gol dei suoi.[40]

Sigurðsson durante i Mondiali 2018

Nelle qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018, l'Islanda raggiunge il primo posto nel proprio girone, e Sigurðsson ha contribuito al raggiungimento del seguente traguardo con 4 gol e 4 assist: da segnalare tra le reti da lui realizzate la doppietta nello scontro diretto contro l'Ucraina (2-0)[41] e quella nella sfida che ha sancito il primo storico accesso ai Mondiali dei nordici contro il Kosovo (2-0, e lui ha fornito l'assist per l'altra rete dei suoi).[42][43]

Incluso nella lista dei 23 convocati per la rassegna iridata nonostante un infortunio al ginocchio,[44][45] sbaglia un rigore nella seconda sfida del girone contro la Nigeria, persa per 2-0 dai suoi.[46] Si riscatta dagli 11 metri andando a segno nella sfida successiva contro la Croazia; tuttavia gli islandesi perdono per 2-1 e vengono estromessi dalla competizione.[47]

Per quanto riguarda le qualificazioni a Euro 2020 l'Islanda se la gioca ai play-off: dopo avere eliminato al primo turno la Romania per 2-1 con una sua doppietta,[48] in finale va nuovamente a segno ma gli scandinavi vengono sconfitti col medesimo risultato dall'Ungheria.[49]

Statistiche

Presenze e reti nei club

Statistiche aggiornate al 22 luglio 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-2008 Inghilterra Reading FLC 0 0 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 0 0
ago.-dic. 2008 FLC 0 0 FACup+CdL 1+2 0 - - - - - - 3 0
ott. 2008 Inghilterra Shrewsbury Town FL2 5 1 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 5 1
feb.-giu. 2009 Inghilterra Crewe Alexandra FL1 15 3 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 15 3
2009-2010 Inghilterra Reading FLC 38 16 FACup+CdL 5+1 3+1 - - - - - - 44 20
ago. 2010 FLC 4 2 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 4 2
Totale Reading 42 18 9 4 - - - - 51 22
2010-2011 Germania Hoffenheim BL 29 9 CG 3 1 - - - - - - 32 10
2011-gen. 2012 BL 7 0 CG 0 0 - - - - - - 7 0
Totale Hoffenheim 36 9 3 1 - - - - 39 10
gen.-giu. 2012 Galles Swansea City PL 18 7 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 19 7
2012-2013 Inghilterra Tottenham PL 33 3 FACup+CdL 2+2 0+1 UEL 11 3 - - - 48 7
2013-2014 PL 25 5 FACup+CdL 0+2 1 UEL 7 0 - - - 34 6
Totale Tottenham 58 8 6 2 18 3 - - 82 13
2014-2015 Galles Swansea City PL 32 7 FACup+CdL 1+2 2 - - - - - - 35 9
2015-2016 PL 36 11 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 37 11
2016-2017 PL 38 9 FACup+CdL 1+1 0+1 - - - - - - 37 10
Totale Swansea City 121 34 7 3 - - - - 128 37
2017-2018 Inghilterra Everton PL 27 4 FACup+CdL 1+0 1 UEL 5 1 - - - 33 6
2018-2019 PL 38 13 FACup+CdL 2+1 0+1 - - - - - - 41 14
2019-2020 PL 35 2 FACup+CdL 1+2 0+1 - - - - - - 38 3
2020-2021 PL 36 6 FACup+CdL 4+4 1+1 - - - - - - 44 8
Totale Everton 136 25 15 5 5 1 - - 156 31
Totale carriera 393 96 39 15 24 4 - - 459 116

Cronologia presenze e reti in nazionale

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Islanda
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-5-2010 Reykjavík Islanda Islanda 4 – 0 Andorra Andorra Amichevole - Ammonizione al 53’ 53’ Uscita al 60’ 60’
3-9-2010 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 2 Norvegia Norvegia Qual. Euro 2012 -
7-9-2010 Copenaghen Danimarca Danimarca 1 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2012 - Ammonizione al 61’ 61’
26-3-2011 Strovolos Cipro Cipro 0 – 0 Islanda Islanda Amichevole - Uscita al 91’ 91’
4-6-2011 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 2 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2012 -
7-10-2011 Oporto Portogallo Portogallo 5 – 3 Islanda Islanda Qual. Euro 2012 1
29-2-2012 Podgorica Montenegro Montenegro 4 – 0 Islanda Islanda Amichevole -
27-5-2012 Valenciennes Francia Francia 3 – 2 Islanda Islanda Amichevole -
30-5-2012 Göteborg Svezia Svezia 3 – 2 Islanda Islanda Amichevole -
15-8-2012 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Fær Øer Fær Øer Amichevole -
7-9-2012 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Norvegia Norvegia Qual. Mondiali 2014 -
11-9-2012 Larnaca Cipro Cipro 1 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2012 Tirana Albania Albania 1 – 2 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 1
16-10-2012 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2014 -
6-2-2013 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 2 Russia Russia Amichevole -
22-3-2013 Lubiana Slovenia Slovenia 1 – 2 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 2 Ammonizione al 93’ 93’
6-9-2013 Zurigo Svizzera Svizzera 4 – 4 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 -
10-9-2013 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 1 Albania Albania Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 77’ 77’
11-10-2013 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Cipro Cipro Qual. Mondiali 2014 1 Uscita al 82’ 82’
15-10-2013 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 1 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 -
15-11-2013 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 0 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2014 -
19-11-2013 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 -
5-3-2014 Cardiff Galles Galles 3 – 1 Islanda Islanda Amichevole -
4-6-2014 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 0 Estonia Estonia Amichevole - Uscita al 84’ 84’
9-9-2014 Reykjavík Islanda Islanda 3 – 0 Turchia Turchia Qual. Euro 2016 1 Ammonizione al 50’ 50’ Uscita al 89’ 89’
10-10-2014 Riga Lettonia Lettonia 0 – 3 Islanda Islanda Qual. Euro 2016 1 Uscita al 80’ 80’
13-10-2014 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2016 2
16-11-2014 Plzeň Rep. Ceca Rep. Ceca 2 – 1 Islanda Islanda Qual. Euro 2016 -
28-3-2015 Astana Kazakistan Kazakistan 0 – 3 Islanda Islanda Qual. Euro 2016 -
12-6-2015 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 2016 -
3-9-2015 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Islanda Islanda Qual. Euro 2016 1
6-9-2015 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 0 Kazakistan Kazakistan Qual. Euro 2016 -
10-10-2015 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 2 Lettonia Lettonia Qual. Euro 2016 1
13-10-2015 Konya Turchia Turchia 1 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2016 -
13-11-2015 Varsavia Polonia Polonia 4 – 2 Islanda Islanda Amichevole 1
24-3-2016 Herning Danimarca Danimarca 2 – 1 Islanda Islanda Amichevole - Uscita al 81’ 81’
29-3-2016 Il Pireo Grecia Grecia 2 – 3 Islanda Islanda Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
1-6-2016 Oslo Norvegia Norvegia 3 – 2 Islanda Islanda Amichevole 1
6-6-2016 Reykjavík Islanda Islanda 4 – 0 Liechtenstein Liechtenstein Amichevole - Uscita al 54’ 54’
14-6-2016 Saint-Etienne Portogallo Portogallo 1 – 1 Islanda Islanda Euro 2016 - 1º turno -
18-6-2016 Marsiglia Islanda Islanda 1 – 1 Ungheria Ungheria Euro 2016 - 1º turno 1
22-6-2016 Saint-Denis Islanda Islanda 2 – 1 Austria Austria Euro 2016 - 1º turno -
27-6-2016 Nizza Inghilterra Inghilterra 1 – 2 Islanda Islanda Euro 2016 - Ottavi di finale - Ammonizione al 38’ 38’
3-7-2016 Saint-Denis Francia Francia 5 – 2 Islanda Islanda Euro 2016 - Quarti di finale -
5-9-2016 Kiev Ucraina Ucraina 1 – 1 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 75’ 75’
6-10-2016 Reykjavík Islanda Islanda 3 – 2 Finlandia Finlandia Qual. Mondiali 2018 -
9-10-2016 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Turchia Turchia Qual. Mondiali 2018 - cap.
12-11-2016 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 -
24-3-2017 Pristina Kosovo Kosovo 1 – 2 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 1
11-6-2017 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 0 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2018 -
2-9-2017 Tampere Finlandia Finlandia 1 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 -
5-9-2017 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Ucraina Ucraina Qual. Mondiali 2018 2 Ammonizione al 77’ 77’
6-10-2017 Eskişehir Turchia Turchia 0 – 3 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 -
9-10-2017 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Kosovo Kosovo Qual. Mondiali 2018 1
14-11-2017 Doha Qatar Qatar 1 – 1 Islanda Islanda Amichevole -
2-6-2018 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 3 Norvegia Norvegia Amichevole 1 Ingresso al 63’ 63’
7-6-2018 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 2 Ghana Ghana Amichevole - Uscita al 67’ 67’
16-6-2018 Mosca Argentina Argentina 1 – 1 Islanda Islanda Mondiali 2018 - 1º turno -
22-6-2018 Volgograd Nigeria Nigeria 2 – 0 Islanda Islanda Mondiali 2018 - 1º turno - Uscita al 65’ 65’
26-6-2018 Rostov Islanda Islanda 1 – 2 Croazia Croazia Mondiali 2018 - 1º turno 1
8-9-2018 San Gallo Svizzera Svizzera 6 – 0 Islanda Islanda UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - cap.
11-9-2018 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 3 Belgio Belgio UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - cap.
11-10-2018 Guingamp Francia Francia 2 – 2 Islanda Islanda Amichevole - cap. Uscita al 80’ 80’
15-10-2018 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 2 Svizzera Svizzera UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - cap.
22-3-2019 Andorra la Vella Andorra Andorra 0 – 2 Islanda Islanda Qual. Euro 2020 -
25-3-2019 Saint-Denis Francia Francia 4 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2020 -
8-6-2019 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 0 Albania Albania Qual. Euro 2020 -
11-6-2019 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 1 Turchia Turchia Qual. Euro 2020 -
7-9-2019 Reykjavík Islanda Islanda 3 – 0 Moldavia Moldavia Qual. Euro 2020 -
10-9-2019 Elbasan Albania Albania 4 – 2 Islanda Islanda Qual. Euro 2020 1
11-10-2019 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 1 Francia Francia Qual. Euro 2020 - cap.
14-10-2019 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Andorra Andorra Qual. Euro 2020 - cap.
14-11-2019 Istanbul Turchia Turchia 0 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2020 - cap.
17-11-2019 Chișinău Moldavia Moldavia 1 – 2 Islanda Islanda Qual. Euro 2020 1 Ammonizione al 64’ 64’
8-10-2020 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 1 Romania Romania Qual. Euro 2020 2
11-10-2020 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 3 Danimarca Danimarca UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
12-11-2020 Budapest Ungheria Ungheria 2 – 1 Islanda Islanda Qual. Euro 2020 1 Ammonizione al 5’ 5’
15-11-2020 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 1 Islanda Islanda UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - cap.
Totale Presenze (10º posto) 78 Reti (3º posto) 25

Palmarès

Individuale

2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018, 2019
  • Miglior giocatore della Championship del mese: 1
Marzo 2010
  • Miglior giocatore stagionale del Reading: 1
2009-2010
  • Vincitore trofeo K.R. 2016

Note

  1. ^ a b Copia archiviata, su tottenhamhotspur.com. URL consultato il 22 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 4 agosto 2013).
  2. ^ Salvatore Riggio, Sigurdsson e l’arresto per pedofilia: la moglie lascia la casa. Chi è l'islandese (che nega tutto), su corriere.it, 23 luglio 2021. URL consultato il 24 luglio 2021.
  3. ^ La stagione in cui Koeman si gioca tutto, su ultimouomo.com. URL consultato il 25 dicembre 2019.
  4. ^ Gylfi Sigurdsson - Goal.com, su goal.com (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2010).
  5. ^ a b (EN) Sigurdsson is Lagerback's key man, su espn.com, 2 giugno 2016. URL consultato il 24 luglio 2021.
  6. ^ (EN) Royals sign Iceland youngster, su readingfc.co.uk, 14 ottobre 2005. URL consultato l'8 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2012).
  7. ^ (EN) Royals make six Academy signings, su readingfc.co.uk, 6 luglio 2007 (archiviato dall'url originale il 7 agosto 2011).
  8. ^ (EN) Reading vs Luton Town, su readingfc.premiumtv.co.uk. URL consultato il 3 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2012).
  9. ^ (EN) Sigurdsson signs for Shrewsbury, in BBC Sport, 16 ottobre 2008. URL consultato il 19 ottobre 2008.
  10. ^ (EN) Shrewsbury 4–1 Bournemouth, in BBC Sport, 18 ottobre 2008. URL consultato il 27 ottobre 2009.
  11. ^ (EN) Reading 5 – 1 Burton Albion, in BBC Sport, 11 agosto 2009. URL consultato il 14 agosto 2009.
  12. ^ (EN) Peterborough 3 – 2 Reading, in BBC Sport, 19 settembre 2009. URL consultato il 7 novembre 2009.
  13. ^ (EN) Liverpool 1-2 Reading, in BBC Sport, 13 gennaio 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  14. ^ (EN) Reading 1-0 Burnley, in guardian.co.uk, 25 gennaio 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  15. ^ (EN) West Brom 2-3 Reading, in news.bbc.co.uk, 24 febbraio 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  16. ^ (EN) Sigurdsson named Player of the Month, su football-league.co.uk, 3 aprile 2010. URL consultato il 3 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 6 aprile 2010).
  17. ^ (EN) Reading 4-1 Preston, in BBC Sport, 2 aprile 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  18. ^ (EN) Destination unknown for Sigurdsson family as in-demand Gylfi plots his, su independent.co.uk, 30 giugno 2012. URL consultato il 24 luglio 2021.
  19. ^ (EN) ESPN Soccernet Gylfi Sigurdsson profile, soccernet.espn.go.com. URL consultato il 7 agosto 2010.
  20. ^ (EN) Sigurdsson signs new three year deal at Reading FC, in getreading.co.uk, 27 maggio 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  21. ^ (EN) Reading 1-2 Scunthorpe, in BBC Sport, 7 agosto 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  22. ^ (IS) Gylfi Þór á leið til Hoffenheim - Fer í læknisskoðun á mánudaginn, in mbl.is, 28 agosto 2010. URL consultato il 3 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 1º settembre 2010).
  23. ^ (EN) Hoffenheim sign Reading's Sigurdsson for at least £6.5m, in BBC Sport, 28 agosto 2010. URL consultato il 3 settembre 2010.
  24. ^ (DE) Gylfi Sigurdsson wechselt zu Tottenham Hotspur, su tsg-hoffenheim.de. URL consultato il 20 luglio 2021.
  25. ^ (EN) Sigurdsson to join Club, su tottenhamhotspur.com. URL consultato il 24 luglio 2021.
  26. ^ (EN) Deal for Swansea duo agreed, su tottenhamhotspur.com. URL consultato il 24 luglio 2021.
  27. ^ Francesco Saverio Intorcia, Van Gaal, la Premier è dura il suo United fa subito flop, in la Repubblica, 17 agosto 2014, p. 58. URL consultato il 24 luglio 2021.
  28. ^ (EN) Gylfi Sigurdsson completes record move to Everton, su swanseacity.com. URL consultato il 20 luglio 2021.
  29. ^ (EN) Sigurdsson Joins Everton In Club Record Deal, su evertonfc.com, 16 agosto 2017. URL consultato il 20 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 16 agosto 2017).
  30. ^ (EN) Under 21s boost for Sigurdsson, su readingfc.co.uk, 7 novembre 2007. URL consultato l'8 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2012).
  31. ^ (IS) Jafntefli við Slóvaka hjá U21 karla, su ksi.is, 9 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2011).
  32. ^ (EN) Goal glut continues for resurgent Iceland, su uefa.com, 13 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2009).
  33. ^ (EN) Sigurdsson leads the way for Reading players in action, su getreading.co.uk, 30 maggio 2010. URL consultato il 24 luglio 2021.
  34. ^ (EN) Gylfi's goals give Iceland hope, su tottenhamhotspur.com. URL consultato il 24 luglio 2021.
  35. ^ La Croazia domina l'Islanda, su it.uefa.com, 19 novembre 2013. URL consultato il 24 luglio 2021.
  36. ^ (EN) European Qualifier: Iceland shock Netherlands 2-0 to maintain 100 per cent start, su skysports.com. URL consultato il 24 luglio 2021.
  37. ^ Qualificazioni Euro 2016: colpo Islanda in Olanda, solo un pari per la Croazia, su repubblica.it, 3 settembre 2015. URL consultato il 24 luglio 2021.
  38. ^ (IS) A karla – Lokahópur fyrir EM 2016 Íslenska liðið hefur leik þann 14. júní gegn Portúgal, su ksi.is. URL consultato il 9 maggio 2016.
  39. ^ Europei 2016, Islanda-Ungheria 1-1. Gol di Sigurdsson, autogol di Saevarsson, su gazzetta.it. URL consultato il 24 luglio 2021.
  40. ^ Euro 2016, Francia-Islanda 5-2: Bleus travolgenti, Deschamps in semifinale, su corrieredellosport.it. URL consultato il 24 luglio 2021.
  41. ^ (EN) David Prentice, Gylfi's in goalscoring mood ahead of his home debut, su liverpoolecho.co.uk, 6 settembre 2017. URL consultato il 24 luglio 2021.
  42. ^ (EN) Iceland 2-0 Kosovo, in BBC Sport, 10 ottobre 2017. URL consultato il 24 luglio 2021.
  43. ^ La gioia d'Islanda il paese più piccolo a giocare la Coppa, in la Repubblica, 10 ottobre 2017, p. 50. URL consultato il 24 luglio 2021.
  44. ^ (EN) Everton’s Gylfi Sigurdsson may miss World Cup after damaging knee joint, su The Guardian, 12 marzo 2018. URL consultato il 24 luglio 2021.
  45. ^ (EN) Kyle Bonn, Gylfi Sigurdsson in Iceland World Cup squad despite injury, su NBC Sports, 11 maggio 2018. URL consultato il 24 luglio 2021.
  46. ^ Nigeria-Islanda 2-0: Musa rilancia gli africani e fa sperare Messi, su repubblica.it, 22 giugno 2018. URL consultato il 24 luglio 2021.
  47. ^ Islanda-Croazia 1-2, Badelj e Perisic spengono le speranze vichinghe, su repubblica.it, 26 giugno 2018. URL consultato il 24 luglio 2021.
  48. ^ Playoff Euro 2021: Milinkovic-Savic porta in finale la Serbia, eliminata la Bosnia, su repubblica.it, 8 ottobre 2020. URL consultato il 24 luglio 2021.
  49. ^ (EN) Hungary reach Euros with dramatic late win, in BBC Sport, 12 novembre 2020. URL consultato il 24 luglio 2021.

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autoritàVIAF (EN5679152139994111100001